Van De Sfroos

VandeSfroos2014

Davide Van De Sfroos, nome d’arte di Davide Bernasconi (Monza, 11 maggio 1965), è un cantautore, chitarrista e scrittore italiano. Van De Sfroos è un cognome fittizio che restituisce foneticamente, nel dialetto comasco, la frase Vanno di contrabbando (o, meglio, Vanno di frodo). Cresciuto a Mezzegra, nel cuore del lago di Como, quasi tutte le sue canzoni fanno capo al lago. Le storie che raccontano hanno come sfondo i paesi rivieraschi, senza però perdere mai d’occhio la città. La maggior parte dei testi di Davide Van De Sfroos è pensata, scritta e cantata in dialetto tremezzino (o laghée): una lingua più che un dialetto, resa ancor più evocativa e suggestiva da storie ricche di poesia.
Tra i suoi lavori più noti dopo l’album, di esordio solista ‘Breva & Tivan’ (1999),  ‘..E Semm partìi’ (2001), Laiv (2003),  “Pica!” (2008), ‘Yanez’ (2011), ‘Goga e Magoga’ (2014).
Foto scattata a Telelombardia venerdì 31 ottobre 2014

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Foto scattata a Telelombardia venerdì 31 ottoobre 2014

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili