Kovacic, ora diventa grande!

Che Mateo Kovacic appartenga a quella stirpe di calciatori che come avrebbe detto Boskov vedono autostrade laddove altri vedono sentieri è sicuro. Finora però gli era sempre mancata la capacità di incidere con continuità in una squadra con limiti evidenti com’è questa Inter. D’accordo, Mateo ha solo 20 anni, ma è comunque alla sua terza stagione nerazzurra e da un fuoriclasse come lui adesso è lecito attendersi colpi da fuoriclasse.
Il gol alla Lazio lo è stato. Tutta la sua partita contro la Lazio è stata da Mvp (most valuable player). Il Kovacic che vuole il popolo interista è proprio questo.
Il miglior augurio per il 2015 che si può fare a Mateo Kovacic è di non sorprenderci più per una sua prodezza.

22 Commenti su Kovacic, ora diventa grande!

  1. La frase chiave è “ha solo 20 anni”. Non si può pretendere la luna… Pian piano crescerà: Mancini è il tutore adatto.
    L’unica è che con l’avvento di Thohir sia cambiata anche un’altra delle cose che (almeno a me) mandavano in bestia: cedere giovani promesse (o, in certi casi, già realtà) e vedere altri godersele.

  2. Marco Ferrara // 23 dicembre 2014 a 20:21 // Rispondi

    Non nego che a volte Kovacic faccia incavolare pure me, poi penso: “questo ha appena vent’anni e gioca in una squadra di una pochezza assoluta, probabilmente altrove sarebbe già un top”. Lui deve essere il nostro futuro, al netto di offerte clamorose, altrimenti meglio chiudere tutto e dedicarsi ad altro.

  3. Il popolo interista a fischiato anche Ronaldo! Caro Gian, non ti sei mai chiesto perché noi interisti non gli abbiamo mai lanciato un fischio a questo ragazzo? È un predestinato e non si può non vedere..saremo pure meno esigenti negli ultimi anni ma siamo una delle 3 tifoserie più esigenti d Europa.
    Alessandro

  4. Il popolo interista ha fischiato anche Ronaldo! Caro Gian, non ti sei mai chiesto perché noi interisti non gli abbiamo mai lanciato un fischio a questo ragazzo? È un predestinato e non si può non vedere..saremo pure diventati meno dal palato fino negli ultimi anni ma siamo una delle 3 tifoserie più esigenti d Europa.
    Alessandro

    • Semplice. Perché ce ne sono almeno altri 12-13 da fischiare ad ogni partita. A volte sostenete tesi alle quali sarebbe in grado di rispondere con cognizione di causa anche un bambino di 6 anni
      GLR

  5. Roberto Scibetta // 24 dicembre 2014 a 10:46 // Rispondi

    Mi accontenterei che diventasse GRANDE Ranocchia: dovrebbe fare un solo errore (anche grave) a partita.
    A quel punto diventerebbe un giocatore da Sampdoria, o da Udinese, o da Fiorentina.
    Insomma, non un giocatore da INTER (quello è impossibile), ma pur sempre un onesto mestierante del calcio.
    Per ora siamo ancora lontani.
    Lunga vita a Mateo e Buon Natale a Te, Gianluca, e a tutto il “popolo” dei tuoi fans, tra i quali mi iscrivo sicuramente

  6. qualcuno che ha il coraggio di criticarlo…beh, in effetti lo fa dopo la seconda boccia di vino…secondo me e’ l’unico giocatore veramente valido che abbiamo. Piu’ che sul tiro pero’ dovrebbe lavorare sulla velocita’ di far girare la palla. Due dribbling e poi via… ma se Pogba vale 70 Mateo almeno 40…

    • Fino ad un gol fa Kovacic era pressoché sempre criticato (me incluso). Ora è da non meno di 40 milioni.
      Aspetto la partita buona di Guarin per leggere l’entusiasmo nerazzurro al criticato per eccellenza dopo WM.
      Viva la coerenza…

      • Infatti Kovacic non vale 40 milioni nemmeno a Monopoli. Sono i buffi discorsi da tifosi da bar, al primo tiro al volo, forte e preciso, della sua carriera interista dopo due anni. Al prossimo che fa, vale 80; al terzo 120! :)
        GLR

    • Ma forse ne vale anche 80! :) Se trovi uno che ne dà 25 (veri però, non giornalistici), scrivi ancora…
      GLR

      • Paolo Assandri // 25 dicembre 2014 a 11:55 // Rispondi

        Medel ci è costato 11, M’Vila ha un riscatto a 9…Kovacic ha l’handicap di giocare in sta squadretta. 25 milioni li vale alla grande, considerando l’età. Per citare solo una fonte autorevole Transfermarkt lo valuta 22, cioè il doppio di quando è arrivato in Italia. Quest’anno ha più continuità e ferocia. Per stare ai numeri ha segnato 7 gol in 20 partite. La personalità non in tutti è fattore innato, Robben, per dire, è esploso a 24 anni, solo dopo è diventato un leader.

        • Si, il problema è che secondo quella fonte che tu ritieni attendibili Guarin vale 14 ma in tre sessioni di mercato non si è trovato uno che fosse pronto a darne neppure la metà. Il mercato non si fa su transfermarkt ma dall’incontro tra domande e offerte. Kovacic potrà valerne anche 50 per noi, ma bisogna vedere, al di là del fatto che non è in vendita, quanto vale per gli altri. E parlo di soldi vedi, non del Monopoli
          GLR

  7. Bisogna costruirgli intorno una Squadra con gente rapida di gamba, di testa e … di piede!
    Vero Maurito? Sempre che Tu rimanga dei Nostri. Col resto, per ora, ‘facciamo testuggine’, ma bisognerà essere bravi ed oculati … nel mercato che ci lasceranno fare.

  8. Intanto, Napoli batte Juve ed e’ un bell’andare. Comunque serata storica, x la prima volta la Juve ha tirato 9 rigori dei quali nessuno inventato. Incredibile, succede di tutto!!

  9. Continuo a pensare che Kovacic sia un fuoriclasse. Perché ha un piede intelligente, perché quando impiegato da regista da Strama dimostrò personalità in un ruolo forse non proprio fatto su misura per lui, perché da mezzala o trequartista può sfruttare il cambio di passo un po’ alla Kakà e quello che mancava a Diego Ribas, ex Juventus, che non ti permette di rimontarlo, perché in molti falliscono con Mazzarri. AF

  10. Agosto 2014: l’Inter segue Bonaventura, e Bonaventura finisce al Milan.
    Dicembre 2014: Cerci è un obiettivo dell’Inter, e Cerci finisce al Milan.
    Sorgono spontanee due domande:
    1) Perché ci facciamo sempre fregare?
    2) Ma al Milan sono in grado di sviluppare delle idee autonome e originali, o sono solo capaci di rompere i c……. agli altri?
    Auguri sinceri a te e a tutti i fratelli nerazzurri

    • Magari poi arrivano a qualcosa di più utile. Come sempre, parlerei a fine mercato. Non ho mai ritenuto Cerci un giocatore in grado di far cambiare passo ad una squadra come l’Inter. In fondo finora ha fatto solo una buona stagione al Torino. E i dettagli dell’operazione, per cui se arriva un’offerta per Cerci l’Atletico a giugno ha diritto a riprenderselo al volo restituendo Torres al Milan che continuerà comunque a pagargli l’ingaggio non mi sembrano fantasmagorici. Certo, poi vediamo cosa fanno i nostri
      GLR

  11. claudioeffedeejay // 24 dicembre 2014 a 23:30 // Rispondi

    Kovacic sempre più grande, ma Inter sempre più piccola. Dopo Bonaventura ora anche Cerci approda in rossonero anziché in nerazzurro. Magari ora Rolando, che vale Rano e JJ messi insieme, se lo prende la Juve. Non penso di sbagliarmi se prevedo l’arrivo del classico giocatore dal nome esotico, magari il 31/01, e magari rotto che costa meno. Cambiano gli allenatori ma la società è sempre la solita: un giorno compra le ostriche, il giorno dopo i piatti di plastica. Se poi le ostriche sono Hernanes.

  12. Sono d’accordo con te quando lo definisci fuoriclasse perche credo che con Mancini lo stia diventando. Lo vedo piu’ continuo e piu’ incisivo in gara.
    La mia paura e’ che in estate ce lo porteranno via, perche’non abbiamo ne la squadra ne i soldi per trattenerlo.

  13. Mateo e’ un predestinato !! Mi auguro tanto che il mio pupillo diventi un fuoriclasse assoluto per noi per lui e per tutti i tifosi nerazzurri.

  14. Silvio da Torino // 27 dicembre 2014 a 19:37 // Rispondi

    Che Kovacic sia buono e’ stato sotto gli occhi di tutti fin da quando è arrivato. Avendo pero’ trovato un’Inter quasi improponibile e’ logico che fatichi a maturare. La paura è che a Luglio ci facciano una proposta un pochino importante e lo si lasci andar via. Speriamo di no pero’ il rischio c’è’. Cerci, ha ragione GLR, ha poi fatto soltanto una buona stagione al Toro e poco più’. Vedremo cosa farà al grande MMMilan. Tanti cari auguri a tutti e massicci e incazzati aspettando la Giuve. Aloha.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili