Inter, ora cambia marcia!

14RigoriInterSe Erick Thohir ha già cambiato passo sul mercato e in società, ora tocca alla squadra cambiare marcia in campionato. Di qui ai primi di aprile l’Inter è attesa da 5 partite che potrebbero migliorare ulteriormente la classifica. Si comincia al Bentegodi di Verona, contro una diretta concorrente per l’Europa League ed è la gara sulla carta più insidiosa, dove anche un pareggio non sarebbe disprezzabile. Poi ci saranno due partite consecutive a San Siro contro Atalanta e Udinese nel giro di quattro giorni, quindi si andrà a Livorno per chiudere poi ancora a San Siro con il Bologna. Insomma sulla carta l’Inter potrebbe riprendersi un po’ di punti lasciati per strada, anche per il solito annoso problema arbitrale, visto che ridendo e scherzando siamo arrivati a ben 29 giornate senza rigori a favore, 27 di questo campionato. Il Chievo, che come l’Inter era rimasto a secco fino alla 25.a giornata, d’incanto ne ha avuti 3 nelle ultime 3 giornate. A tal proposito, la vignetta mandatami dall’amico Paolo, che potete vedere qui sopra, calza a pennello! In ogni caso, sulla carta, c’è una serie di partite dalle quali è lecito attendersi che la serie positiva, arrivata a cinque turni, possa proseguire. Il problema è che l’Inter paradossalmente ha faticato più con le piccole che con le grandi e da squadre come Livorno e Bologna è lecito attendersi autentici valli difensivi. Se contro chi cerca di fare la partita infatti l’Inter riesce bene o male a rispondere di rimessa, quando tocca alla squadra di Mazzarri menare le danze dal primo all’ultimo minuto spesso si balbetta. Il Verona di Mandorlini, tanto per cominciare, proverà a fare la partita?

2 Commenti su Inter, ora cambia marcia!

  1. Silvio da Torino // 15 marzo 2014 a 17:07 // Rispondi

    Forza ragazzi, duri, massicci, incazzati ed uniti per agguantare quel quarto posto che con gli arbitraggi avuti sarebbe un colpo da maestri. Bisogna essere più forti dell’arroganza di questi bracci armati di Nicchi e Braschi che già erano scarsi in campo e si dimostrano imbelli come designatori e non riconoscono mai uno sbaglio. L’annata ormai è in vacca però arrivare quarti, soprattutto davanti al Milan, è fondamentale per i futuri investimenti del nostro ET. A presto e sempre FORZA INTER. Ciao

  2. costantino // 15 marzo 2014 a 17:47 // Rispondi

    fare o non fare la partita cambia poco…bisogna vincere e basta…se riusciamo a cambiare a fine anno ancora mister allora siamo da ricovero, ma vogliamo dargli la possibilità di sbagliare con i giocatori che vuole lui e far fare almeno 2 stagioni complete? LASCIAMOLO LAVORAREEEEEEEE

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili