Di misura sul Prato

E’ tradizione che l’amichevole a chiusura del ritiro estivo sia da sempre tutt’altro che spettacolare e tranquillizzante. Ed è stato così anche stavolta, ma guai a prenderla per indicativa, perché si rischia di andare fuori strada, coi soliti ‘intenditori’ per cui ogni motivo è buono per prendersela con l’allenatore di turno. Con le gambe appesantite da dieci giorni di superlavoro, l’Inter col ‘gemellato’ Prato ha stentato parecchio, trovando il gol della vittoria col giovane senegalese Mbaye su corner del nigeriano Obi. Per il resto Kovacic e Jonathan su tutti, mentre Nemanja Vidic ha trovato a prendere le misure della difesa a tre e Yann M’Vila a buttar giù quale chilo di troppo. Nella ripresa prove di difesa a 4 con capitan Ranocchia a dirigere. Ora si parte per la ricca tournée negli States, utile più alle casse della società che alla crescita della squadra, tra l’altro più che mai da completare. Con avversari di calibro ben superiore, come Roma, Manchester United e Real Madrid si prevedono schiaffoni a raffica. E’ ragionevole però non guardare a queste gare coi sacri crismi dell’ufficialità, perché l’Inter che comincerà la stagione non sarà certo quella della Val Rendena. Magari non si ancora quale sarà, ma non certo questa.

4 Commenti su Di misura sul Prato

  1. Paolo Sabiu // 21 luglio 2014 a 11:52 // Rispondi

    Non sono queste le partite che mi fanno preoccupare, però a mio avviso dovrà essere Mazzarri ad adattare il modulo di squadra in base alle caratteristiche dei giocatori che ha a disposizione, e non il contrario. Saprà il mister finalmente dimostrare un po’ più di elasticità, quest’anno?
    Noi solo 1-0, i cuginastri un altro 2-0. Quindi ora il Gallianone cosa farà? Metterà sulle maglie rossonere la scritta “Il club più titolato delle primissime uscite amichevoli estive”??
    Buona vacanza!
    Paolo, NO

  2. Silvio da Torino // 21 luglio 2014 a 11:53 // Rispondi

    Queste amichevoli prestigiose mettono qualche soldo nelle asfittiche casse sociali, ma probabilmente è l’unico lato positivo se si mette in preventivo di prendere tanti schiaffoni. Le sconfitte non fanno mai bene è visto che nessuno vuole perdere c’è’ anche il rischio di rimediare qualche infortunio. Secondo me meglio amichevoli in ordine crescente di difficoltà e far giocare molti minuti ai giovani sui quali si vuole puntare.

  3. maurizio da chiasso // 22 luglio 2014 a 15:30 // Rispondi

    A mio parere l’Inter fa malissimo a puntare su Icardi e Kovacic, il primo troppo grezzo, il secondo troppo lezioso e inconcludente. Dovrebbe venderli bene monetizzando per poi acquistare giocatori piu’ concreti. M’Vila nonostante il peso sembrerebbe viceversa un buon elemento. Anche M’Baye meriterebbe di essere trattenuto, non sarà certo peggio di D’Ambrosio.

  4. Grande mbaye,giocatore veramente valido e in gamba.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili