9C: Inter-Sampdoria 1-0

MARCATORE Icardi su rigore al 45’ s.t.
INTER (3-5-2) Handanovic; Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Obi (dal 33’ s.t. Mbaye), Hernanes (dal 7’ s.t. Kuzmanovic), Medel, Kovacic (dal 48’ s.t. Krhin), Dodò; Icardi, Palacio. (Carrizzo, Berni, Andreolli, Donkor, Puscas, Camara, Bonazzoli). All.: Mazzarri.
SAMPDORIA (4-3-3) Romero; De Silvestri, Gastaldello (dal 19’ s.t. Regini), Romagnoli, Mesbah; Obiang (dal 46’ s.t. Rizzo), Palombo, Duncan (dal 27’ s.t. Soriano); Gabbiadini, Okaka, Eder. (Da Costa, Cacciatore, Fornasier, Marchionni, Bergessio, G.Sansone, Wszolek, Fedato, Massolo). All.: Mihajovic.
ARBITRO Russo di Nola.
NOTE paganti 28057, incasso e abbonati non comunicati. Ammoniti Kovacic, Medel, Gastaldello e Palombo per gioco scorretto. Tiri in porta 5–7 (1 traversa). Tiri fuori 4-1. In fuorigioco 4-2. Angoli 5-4. Recuperi 1‘ p.t., 3’ s.t.

E’ servito un altro rigore, in extremis, per avere ragione della Sampdoria e toglierle l’imbattibilità in campionato, persa contemporaneamente anche dalla Juventus. Un rigore che c’era e che è stato dato, non dall’arbitro Russo, ma da Valeri, giudice di linea attento nell’occasione a vedere il doppio contatto di Romagnoli su Kuzmanovic. Un rigore insomma di quelli che fino a poco tempo fa non venivano dati o, peggio ancora, sbagliati. E invece Maurito Icardi è stato ancora una volta killer come a Cesena.
Per il resto un San Siro per pochi intimi in cui han dovuto inventarsi di anteporre il nome di Mazzarri alla lettura della formazione perché non venisse sonoramente fischiato. In compenso si son rifatti all’intervallo, col tecnico che ha mandato eloquentemente a quel Paese il pubblico, altra trovata geniale. Venendo a cose serie, la miglior partita stagionale dell’Inter per numero di occasioni, fallite più da Palacio che da Icardi, ma El Trenza sta tornando e finalmente arriva all’appuntamento col tiro in porta. Presto arriverà anche a metterla dentro. Su tutti Kovacic, 97 palloni giocati e assist a pioggia, anche se ne perde sempre troppi, almeno una ventina, ma è questo il centrocampista di fantasia che voglio, bravo anche quando Mazzarri, perso per infortunio Hernanes, lo ha avanzato a trequartista. Restano le difficoltà di squadra sul piano fisico, con lunghi tratti a ritmo troppo basso, ma in due gare, seppur vinte su rigore, l’Inter in 2 giornate ha recuperato 4 punti al Milan ed è rientrata nel gruppo che spera nel terzo posto.
Vidic è tornato senza combinare disastri e, malgrado le due palle-gol concesse a Duncan ed Eder, meno male che in porta c’è Handanovic, la difesa è tornata stagna da tre partite, Saint Etienne compreso. Ora si va a Parma, con la squadra di Donadoni ultima in classifica. Tre partite di fila con Mazzarri in panchina l’Inter non le ha ancora vinte. Se non ci riesce manco stavolta…

Highlights
3’ Palacio spreca con un inutile assist
12’ Romero respinge di piede su Palacio
21′ Colpo di testa centrale di Icardi
24′ Tiro centrale di Obiang
29′ Icardi di alto testa 
39’ Romero ferma Icardi
46’Gabbadini per Duncan che centra la traversa
49’ Palacio caparbio ma ancora a lato
54’ Okaka da 25 metri, grande Handanovic
59’ Punizione di Gabbiadini, respinta da Handanovic
62’ Kuzmanovic sbaglia davanti a Romero
79’ Palacio diagonale fuori misura
89’ Eder davanti ad Handanovic che salva il pari.
90’ 1-0. Rigore di Icardi

57 Commenti su 9C: Inter-Sampdoria 1-0

  1. Pasquale Somenzi // 30 ottobre 2014 a 03:52 // Rispondi

    Doppia vittoria in campionato senza subire reti come nell’ultimo precedente
    risalente alle giornate 33 e 34 dello scorso campionato (Samp 0-4 e Parma 0-2)
    mentre invece per trovare una doppia vittoria per 1-0 si ritorna al
    13/12/2011 Genoa- Inter 0-1 (recupero della undicesima giornata) seguita
    al 18/12/2011 da Cesena-Inter 0-1 (15ma giornata ma 16ma di calendario).
    Sempre restando in tema campionato è la prima volta che l’Inter ottiene
    due vittorie consecutive per 1-0 entrambe su rigore, infatti in precedenza
    ci era andata “vicino” 2 volte, ossia il 23/09/2001 Torino-Inter 0-1 RIGORE
    di Kallon e 30/09/2001 Inter-Bologna 1-0 con rete di Georgatos, mentre
    in precedenza il 27/04/1942 Inter-Modena 1-0 gol di Cominelli seguito
    dal 03/05/1942 Napoli – Inter 0-1 gol su RIGORE di Campatelli.
    Pasquale.

  2. Capisco che Palacio ha bisogno di giocare, ma non poteva dare qualche minuto a Bonazzoli o Puscas? Sempre i soliti palleggiatori dietro, giocate affidate ad invenzioni dei singoli, ringraziamo ancora Handanovic e traversa. il gioco è tutt’altro che brillante, con questo modulo non cambia

    • Chissà cosa c’entravano Puscas o Bonazzoli in una partita come quella di ieri: è proprio vero che di calcio possono parlare tutti.
      Un altro che pensa che i giovani della Primavera farebbero sfracelli nell’Inter, quando il povero Mbaye ci mette un quarto d’ora prima che smettano di tramargli le gambe e ieri San Siro era vuoto
      GLR

  3. La cosa migliore della partita la dichiarazione di Sinisa a fine partita a Radio 1: “La Samp questa sera non meritava il pareggio, l’Inter ha fatto di più”.

  4. Mauro Cozzi // 30 ottobre 2014 a 07:34 // Rispondi

    Bene dai. Più di così in questo momento non si può fare. Si gioca ogni tre giorni ed ha si e no dieci giocatori sani. Con Palacio davanti si gioca meglio, si muove tanto e crea occasioni e spazi, poi sbaglia perché non ha ancora la brillantezza necessaria, ma giocando arriverà.
    Noto con piacere che quando ci sono i rigori quest’anno ce lì fischiano. Lo scorso anno no e non si vincevano partite finite pari, vedi Chievo ad esempio. Nell’economia di una stagione conta eccome.

  5. L’impegno ce lo stanno mettendo. Palacio, a prescindere dagli errori, è quello che rende meno prevedibile la squadra con il suo continuo movimento, altrimenti continueremmo a vedere partite da zero tiri in porta (ma tanti calci d’angolo. Cit.) causa l’incapacitá di fare gioco. Questi rigori sono una foglia di fico

  6. Me ne sono stato zitto per qualche partita ma ora, non che l’Inter abbia fatto cose mirabili, Mazzarri schiera la formazione più logica e con la fiducia arriverà anche il gioco. I centrali sono quelli, gli esterni pare vadano bene e se mi metti Jonny o Nagatomo non cambia la musica, in mezzo al campo essenziale era insistere su Hernanes l’equilibratore, Medel per interdizione e Kovacic come rifiniture. Palacio è il collante tra le due linee e Icardi il bomber vecchio stampo (alla Gerd Müller). AF

  7. Menzione per Kuzmanovic. Si vede che si sta allenando bene, appare alleggerito e più lucido. Ieri è stato un fattore importante per la partita

  8. Con la squadra che abbiamo viviamo alla giornata e cerchiamo di raccogliere più fieno possibile, senza porci obbiettivi troppo lontani. Ieri abbiamo vinto con un’ottima squadra, su rigore, ma meritatamente. Se solo Palacio fosse stato quello dello scorso anno, avremmo vinto 3-0. Speriamo domenica di non fare figuracce a Parma e di continuare così

  9. Mamma mia (e non sono ironico) come manca il Divino Johnny….a destra è davvero l’unico che conosca i tempi di inserimento e l’arte del cross. Ma è rotto davvero o è partita la querelle per il rinnovo di contratto? Bene in mezzo, in difesa un po’ meno ma non prendiamo goal e va bene così. Ora speriamo domenica di non mettere in campo la nostra specialità: ringalluzzire le squadre in fin di vita! Già immagino Belfodil in versione Diego Costa…….

  10. Lo dicevo giusto in calce all’editoriale della partita contro il St Etienne. Kuzmanovic: una riserva, perché è una riserva, che quando gioca o subentra si sbatte, ci mette l’anima, osa (per quanto, appunto, non sia un campione). E ieri sera procura un rigore sacrosanto e fondamentale. Questo per dire che cosa ? Che magari se il pur bravo Hernanes non si faceva male la partita sarebbe finita 0-0. Tante volte il risultato lo decide il fato.

  11. Con il vero palacio ieri si vinceva 3-0. Buona partita contro un avversario tosto. Benissimo kovacic: inventa calcio come pochi in serie a, vidic: è stato insuperabile; e il solito handanovic. Continua a non piacermi icardi: Malissimo nei movimenti, nei cross non taglia mai sul primo palo, tatticamente è arretrato e manca nella manovra. Peccato che non riesca a migliorare sotto questo punto di vista perché è bravo di testa e ha un ottimo tiro di dx e sx. Speriamo che a gennaio arrivi una punta

  12. Meglio nel primo tempo. Nel secondo tempo qualche lancio lungo di troppo con Palacio che a tratti ricorda le ultime versioni del principe Milito e con Icardi che tocca pochissimi palloni. Comunque 2 vittorie consecutive per 1-0 con 2 rigori a favore non le ricordo…. che stia cambiando qualcosa ???? A parte tutto concordo con te, Gianluca…. vittoria che ci sta tutta con un Kovacic che pian piano sta crescendo….

  13. Dopo 2 vittorie di fila direi che Mazzarri può dimettersi da vincente; sarebbe una liberazione per molti tifosi e inizio a credere anche per lui, se non fosse per l’ingaggio!
    A parte gli scherzi ma con tutti questi infortuni, reali e immaginari, sabato riuscirà a schierare una squadra di 11giocatori della 1a squadra? Sembra una partita facile ma sicuramente non lo sarà. Mazzarri all’inter non ha mai centrato 3 vittorie di fila in campionato… e lui ci tiene alle statistiche come noi al 3o posto

  14. Vittoria meritata, rigore giusto.

  15. Tralascio ogni commento riguardo alla tristissima e vigliacca trovata anti-fischi per Mazzarri. Voglio invece rivolgere un grande plauso a Sinisa oltre che per la sua professionalità anche per la sportività dimostrata.

    • Invece fischiare tutti sempre e comunque non è una vigliaccata, è una cosa da veri tifosi! Drammatico che debbano inventarsi queste cose per arginare chi contesta sempre e comunque. Tanto fischierete presto il prossimo allenatore
      GLR

      • Guarda, GLR, ho letto di ‘tifosi’ che sono sul tenore ‘spero che l’Inter perda così cacciano Mazzarri’. Ci ho discusso un po’, poi ho lasciato perdere. Va così.

  16. Premesso che ho visto per intero solo il secondo tempo, mi sembra che possiamo tornare a vedere il bicchiere mezzo pieno. Abbiamo vinto nonostante assenze imposrtanti, con una panchina all’osso, in un ambiente ostile, contro una squadra che finora era stata la rivelazione del torneo, capace di fermare la Roma senza Rocchi in campo. Tutto questo giocando male e sprecando 4-5 palle gol nitide. P.S. Ho l’impressione che i cugini stiano imitando l’Inter dell’anno scorso… speriamo! 😉

  17. Secondo brodino caldo, ma qui c’è maggior sostanza, un brodino rinforzato insomma, tanti tiri in porta ed una vittoria meritata. Come ci ricordano le statistiche 3 vittorie di fila col Mazza non si son mai viste, ma come è noto i cigni neri ,come direbbero gli statistici esistono, e chissà che col Parma ultimo in classifica…è lecito sperare ma questa rediviva pazza Inter non dà nessuna certezza
    Saluti

    • Brodino un cazzo. Quando batti la terza in classifica che era imbattuta è almeno pastasciutta!
      GLR

      • “Brodino un c…o”? 😀 😀 😀
        Sei sempre il solito, GLR: da scompisciarsi anche soltanto per una mezza risposta.
        Buon appetito! 😉
        R.
        P.S.: la partita di ieri mi ricorda quando al liceo (35 e passa anni fa) il terribile prof di latino consegnava i compiti in classe, scrivendo oltre al voto anche i giudizi… Momenti di panico puro… Uno venne gratificato da un: “Bravo! Si nota in te un maggior impegno e un forte miglioramento”. Voto: 3+. Ecco… 😀
        E… “sursum corda”, per Parma!!! 😉

  18. Roberto Scibetta // 30 ottobre 2014 a 11:20 // Rispondi

    Se una delle GROSSE occasioni avute nei 90 minuti fosse entrata, adesso staremo a commentare la limpida vittoria sulla squadra rivelazione più in forma di tutti
    PRO MAZZARRI: ha ottenuto MIRACOLI con la REGGINA, ha portato la SAMP in CHAMPIONS, ha preso il NAPOLI neopromosso e l’ha portato a lottare per il titolo ed a vincere la coppa Italia. Possibile che all’INTER sia diventato una pippa? E come lui l’odiato (da me) Benitez? E Strama?
    Oppure – forse – c’è qualcosa che non va nella società…

  19. Silvio da Torino // 30 ottobre 2014 a 11:25 // Rispondi

    Sono d’accordo, questa volta la nostra Inter non ha giocato malissimo. Ha creato, ha corso, ha rischiato, ha lottato ed alla fine ha strappato i tre punti grazie ad un rigore che fortunatamente è solare, altrimenti sai i giornali e gli addetti ai lavori che litanie. Avrei preferito vincere con due goal di Palacio (sprecone) ma non facciamo i difficili. Mi sembra che sia anche migliorata la corsa. Adesso bisogna recuperare al più presto Osvaldo e altri giocatori. Il gruppo mi sembra con WM. Avanti

  20. Oggi bene. La pochezza del campionato italiano ci consente di essere ancora li
    Imperativo dare un seguito alla bella prestazione.
    Ma mi domando perché nei campionati europei i giocatori corrono ed in Italia camminano

  21. Paolo Sabiu // 30 ottobre 2014 a 11:53 // Rispondi

    Alle ore 22:33 ho raggiunto l’apice del piacere: l’Inter che segna su rigore e la Juve che becca la pera dal Genoa quasi in contemporanea. Come si vede che non ero più abituato a certe soddisfazioni!

  22. Davide Bianchi // 30 ottobre 2014 a 12:28 // Rispondi

    Sarà un caso.. Moratti si è dimesso e 2 rigori di fila all’Inter! prima due ce ne hanno dati in 2 anni! Magari è una cavolata però è cosi’.. cosa ne pensi Gianlu??

  23. Non stiamo conquistando imperi come Alessandro magno, ma non stiamo nemmeno retrocedendo. Ci vuole equilibrio santo cielo, perché fischiare la squadra dopo 45′ giocati per giunta abbastanza bene (potevamo essere tranquilli sul 2-0)? Idem per quanto riguarda il mister, chi scrive lo verrebbe a Livorno a pescare ma finché allena la nostra beneamata che senso ha fischiarlo da quando scende dal pulman fino a che si corica per dormire?
    Hai proprio ragione GLR, spesso siamo i primi a farci del male.

  24. E’ andata bene, il gioco sta migliorando, speriamo di essere fuori dal tunnel!!!
    Complimenti anche a Mihajlovic per la sportività!

  25. buona gara contro una squadra che difende benissimo, speriamo di mantenere alta la tensione e di fare almeno 4 punti prima del derby!

  26. Bene, altri tre punti e facciamo parte anche noi del pattuglione alle spalle delle due prime.
    Buon gioco all’inizio, poi, come sempre, staticità nelle azioni offensive, molti passaggi e per i due attaccanti pochi scambi in velocità. Palacio ancora in grave ritardo di forma. Anche i due esterni crossano poco e quando crossano spesso lo fanno male.
    Ora auguriamoci che la squadra possa lavorare in pace, e i tifosi abbandonino le polemiche visto che dall’esterno ci pensano già certi “altolocati”

  27. Prendiamoci i 3 punti…con in panchina Mazzarri ed in campo gente come moviola Kuzmanovic ed i virtuosi del cross Obi e Dodò, non è scontato battere i blucerchiati…addirittura con Mourinho ci avevano costretto allo 0-0, anche se per dirla tutta noi abbiamo giocato in 9..

    • Vebbè, ma cosa c’entra. Allora ci hanno anche battuto quando nella Samp ci giocavano Vialli e Mancini. Sono diverse le partite di 6 mesi in 6 mesi, figurati di anno in anno
      GLR

  28. Si è vista una buona Inter che conferma i progressi fatti a Cesena. Devo dire che mi ha piacevolmente sorpreso anche il gioco OFFENSIVO, basato su scambi rapidi fra le punte e le mezze ali, che ha prodotto numerose palle gol nitide. E’ vero che ci sono state alcune occasioni anche per la Samp (miracoloso Handanovic e c’è qualcuno che lo critica pure!) ma nel complesso abbiamo sicuramente meritato. Anche la SORTE (o il Palazzo?) inizia ad essere meno sfavorevole (sui 2 rigori giusti): avanti così!

  29. Sono d’accordo con te questa volta non abbiamo poi giocato così male, il risultato è buono anche se siamo dipendenti dalle giocate di Kovacic (secondo me sta esplodendo). Visto che noi interisti andiamo sempre a cercarcela sabato giochiamo con il Parma in crisi, ultimo in classifica
    Max

  30. sono interista dalla nascita e i miei primi ricordi calcistici sono illuminati dalle immagini dei goal di Mazzola al Prater di Vienna contro il Grande Real.
    Sono sempre stato vicino alla squadra anche negli anni di Centofanti e Juarì. Ti confesso che non sopporto più questi pseudointeristi che amano manganellarsi le pudenda per il solo piacere di fischiare qualcuno e dimostrare così che esistono.
    Amala!

  31. Effettivamente devo ammettere che non ha giocato male e, se Palacio mette dentro due delle quattro palle goal che l’Inter ha creato finisce 3 a 0 o massimo 3 a 1.
    Comunque in difesa, ogni volta che devono ripartire, non sanno proprio a chi darla e questo fa parte dell’organizzazione di gioco che il sig. Mazzarri dovrebbe curare.

  32. Fabio Primo // 30 ottobre 2014 a 18:46 // Rispondi

    Sarà un annata così , con tonfi inaspettati e serie positive anche di 4 o 5 partite. Tipico delle squadre con giocatori di media qualità e scarsa personalità. Da capire se Palacio è alla frutta o solo in un periodo di crisi. Per Thohir adesso la partita più importante sarà quella del 7 novembre a Nyon davanti all’ UEFA per il FPF

    • E si. sai che partita importante. Il condizionamento che alcuni di voi ricevono dalla stampa è impressionante. Bastava essere all’Assemblea dei Soci per capire che le partite importanti sono ben altre
      GLR

  33. finalmente! ho visto impegno e movimento, poi se siamo scarsi si vince o si perde, ma questo approccio non dovrebbe mai mancare, direi minimo sindacale!

  34. Avessimo pareggiato, il colpevole meno colpevole, sarebbe stato il ” mal sopportato Mazzarri..
    W Inter

  35. buonasera Gian Luca, scrivo per raccontare il mio disappunto sui fischi a fine primo tempo di ieri sera, ingiustificabili visto che ieri è stata la miglior prestazione dell’ultimo mese. poi di chiedere a quella persona che ieri puntava col laser l’allenatore dell’FC INTERNAZIONALE di non andare più allo stadio e che si deve VERGOGNARE, anke a me mazzarri sta deludendo ma quando ci sono le partite si deve incitare squadra e allenatore!!!!!!

    • Secondo te un analfabeta che va allo stadio col laser sa leggere? In USA sarebbero manganellate a pioggia. Che nostalgia…

  36. Avere vinto contro questa Samp, secondo me, non è un risultato da poco. Però sarebbe stato meglio avere il pubblico che tifa per la squadra e non contro. Alcuni nostri tifosi trasformano ogni partita in casa in una in trasferta; anche quando la squadra, tutto sommato, gioca bene. Questo autolesionismo proprio non lo capisco.
    SEMPRE FORZA INTER

  37. Mazzarrissimo // 30 ottobre 2014 a 23:27 // Rispondi

    Se al posto di mazzarri in queste ultime due partite ci fosse stato zenga..staremmo parlando di calcio finalmente propositivo, di belle trame, di ” finalmente un bel gioco”..ma quali sono le squadre che nel nostro campionato fanno più azioni nell’area avversaria, o che giocano con 6 giocatori offensivi con palla a terra? Tutti parlano benissimo di Lazio, Milan fiorentina Udinese e Samp..ma secondo me l’Inter gioca anche meglio di queste..ma come al soliti si ragiona per simpatie

  38. ciao GLR
    con la Samp si è visto qualcosa di più che con il Cesena, anche se di gioco se ne vede pochino, sono quasi tutte iniziative dei singoli, quindi la squadra presumo sarà schiava degli umori dei giocatori di più qualità. se Hernanes e Kovacic entrano in campo con il piglio giusto si vede qualcosa altrimenti è buio pesto. Si stà risvegliando Palacio anche se non è ancora lucido sotto porta e i movimenti offensivi sono migliorati, speriamo……

  39. Concordo con GLR quando dice che proprio tutti parlano di calcio !
    Continuo a leggere “con la squadra che abbiamo”, finiamola ! Non è che giochiamo contro il Real e Bayern ogni settimana, che è giustificato faticare ed apparire poco brillanti o peggio ancora, scarsi; vi ricordo che giochiamo contro Cesena, Samp, Cagliari etc…chi diavolo vorreste in formazione Messi e Robben ?
    Ma le leggete le formazioni delle avversarie santa miseria ??? La difesa della Roma la conoscete?
    I fischi poi…

  40. Dai neanche 50.000 di Inter-Napoli ai 28.000 di Inter-Sampdoria! Attira la squadra di Mazzarri. Bene bene!

  41. Mark dal Canada // 31 ottobre 2014 a 19:41 // Rispondi

    Abbiamo assunto un ex arbitro e forse adesso cominceranno ad essere piu’ leali e maggior rispetto verso la nostra squadra. Cosa ne pensi?
    Un cordiale saluto dal Canada
    Mark

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili