7C: Inter-Napoli 2-2

MARCATORI: 34′ e 45′ st Callejon (N), 37′ Guarin (I), 46′ st Hernanes (I)
INTER (3-5-2): Handanovic; Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Obi (12’st Mbaye), Hernanes, Medel (36’st Guarin), Kovacic, Dodò; Palacio (43’st M’Vila), Icardi. (Carrizo, Berni, Andreolli, Kuzmanovic, Krhin, Bonazzoli). All. Mazzarri.
NAPOLI (4-2-3-1): Rafael; Britos (30’st Ghoulam), Albiol, Koulibaly, Zuniga; Inler, Lopez; Callejon, Hamsik (17’st Jorginho), Insigne (24’st Mertens); Higuain. (Andujar, Colombo, Henrique, De Guzman, Maggio, Mesto, Michu, Zapata. All. Benitez.
ARBITRO: Orsato di Schio.
NOTE – Ammoniti Hernanes (I), Britos (N), Higuain (N), Jorginho (N), Juan Jesus (I). Espulso al 38’st Mazzarri per essere uscito dall’area tecnica. Angoli: 6-4 per l’Inter. Recupero: 1′ pt; 4′ st.

E’ finita in assoluto pareggio tra Inter e Napoli a San Siro: due gol, un palo e un punto in classifica a testa.
Due squadre in crisi con due tecnici da tempo sulla graticola. Il Napoli ha più qualità in gente come Higuain Hamsik, Callejon e Mertens, quest’ultimo usato da Benitez col contagocce, l’Inter ci ha messo più il cuore che la testa, giocando soprattutto sui nervi, perché la terza sconfitta consecutiva avrebbe messo alla berlina anche i giocatori, al di là del facile bersaglio in panchina, Walter Mazzarri, fischiato sonoramente ancor prima di sedersi in panchina e perfino espulso da Orsato dopo l’1-1.
L’Inter si è ritrovata due volte ad inseguire e ha risposto alla doppietta di Callejon con Guarin ed Hernanes, apparso finalmente ai livelli della Lazio. Nella buona partita del brasiliano, assai più efficace di Kovacic, ci sono state anche assist, ripartenze e un palo. All’ultimo secondo l’Inter ha sfiorato anche il 3-2 all’ultimo col baby Mbaye. In tribuna Thohir ha sofferto e gioito con Moratti.
L’Inter ha fatto la partita per lunghi tratti, anche se col passare dei minuti i pochi movimenti senza palla le hanno tolto sempre più efficacia. E il posizionamento della difesa sui due gol del Napoli, al di là dell’errore di Vidic, è criminale! Questo pareggio è comunque una ripresina, soprattutto pensando allo scempio visto con il Cagliari e con la Fiorentina. L’interista gli allenatori, i giocatori coi piedi di marmo già li sopporta assai meno di altri, ma nulla lo manda in bestia come vedere la sua squadra piatta, senza stimoli e senza nerbo, com’è accaduto nelle due ultime occasioni. Almeno ci mettano l’impegno. Poi i nostri troppo spesso mi sembrano come quelli che a scuola si impegnavano, ma proprio non ci arrivavano e questo al di là della qualità dle maestro.
In ogni caso la classifica resta deficitaria, con colpevoli ritardi nei confronti delle rivali più accreditate per l’eventuale terzo posto. Ora non si può più sbagliare.
La nota più dolorosa riguarda purtroppo Nemanja Vidic, l’uomo che doveva dare personalità e ordine alla difesa, aiutando Ranocchia e Juan Jesus a crescere. Un po’ per sfortuna, un po’ per distrazione l’ex capitano del Manchester United ha purtroppo già inciso negativamente su almeno tre partite: Torino, Palermo e Cagliari. Ho il cuore che sanguina per questo, ma voglio credere che questo l’orrendo avvio stagionale del serbo venga cancellato al più presto. Chi lo ricorda così anche in Premier dice una fesseria: ci sta che un difensore sbagli, ma non con questa continuità. Per intenderci in Inghilterra Vidic era molto più spesso che va a chiudere magistralmente Higuain e Callejon piuttosto che quello trasforma una semplice rimessa laterale in un assist per l’avversario.

Highlights
18’ Hernanes pesca Icardi il cui destro è deviato in angolo da Albiol
24’ Icardi di testa a lato
29’ Hamsik impegna Handanovic
39′ Sinistro di Hernanes sul palo
50′ Hamsik per Insigne che calcia sul palo
62’ Da angolo Vidic di testa di poco alto
65’ Callejon dalla distanza, Handanovic respinge
80’ 0-1 Assist di testa di Vidic per Callejon che mette in rete
82′ 1-1 Da angolo sponda aerea di Icardi per Guarin che insacca
87’ Vidic salva su Higuain
90’ 1-2 David Lopez pesca Callejon per il taglio vincente
91’ 2-2 Cross di Dodò e colpo di testa vincente di Hernanes
95’ Mbaye sull’ultimo angolo sfiora il gol

65 Commenti su 7C: Inter-Napoli 2-2

  1. Pasquale Somenzi // 20 ottobre 2014 a 00:48 // Rispondi

    Quarta volta che Inter-Napoli finisce 2-2 ed in ben 3 occasioni quando si è
    giocata in ottobre, esattamente il 17 ottobre 1982, il 28 ottobre 1973 ed il
    2 maggio 1937 quindi in campionati che si son conclusi con la vittoria di
    squadre che ultimamente non li vincono spesso, ossia Roma, Lazio e
    Bologna.
    In particolare in occasione dell’ultimo precedente si era in un campionato
    in cui vinse la Roma davanti alla Juventus e nonostante fosse solo a 16
    squadre ben 12 sono presenti anche quest’anno e questa dozzina non annovera
    l’altra squadra di Milano che era in serie B.
    Ma ancor più sorprendente il secondo precedente, infatti nel 73/74 erano ben 13
    le squadre presenti anche quest’anno e vinse la Lazio davanti alla Juventus e posso
    aggiungere che nel 1982/83 Inter e Juventus si incontrarono alla terz’ultima di
    calendario, come quest’anno e nel 1973/74 l’Inter giocò in casa della Juventus il
    6 gennaio, come quest’anno.
    Morale: dopo la previsione di Garcia sulla Roma che vince lo scudetto, l’Inter
    non ha fatto altro che andargli dietro, ossia ha fatto 2-2 proprio per “tradizione
    statistica” ovvio, no?
    Pasquale.

  2. luke, toronto // 20 ottobre 2014 a 01:31 // Rispondi

    vi seguo online quando posso (vivo in Canada) e devo dire che le telecronache di QSVS sono esaltanti, un modo diverso per vedere e vivere il calcio. Spesso sei critico nei confronti di Kovacic ma di Icardi che non sa stoppare una palla ne vogliamo parlare?

    • Icardi non è ancora un centravanti moderno purtroppo. Si limita a finalizzare. Se lo servi, si gira e segna, altrimenti vaga in attesa del pallone. Kovacic è un grande talento, gli chiedo solo qualche dribbling in meno e qualche tiro in porta in più
      GLR

  3. Roberto Scibetta // 20 ottobre 2014 a 03:28 // Rispondi

    Vado controcorrente.
    Ho visto una squadra quadrata, precisa, ben messa in campo, ordinata, con uomini tutt’altro che scarsi.
    Molto bene i “creatori di gioco”, Hernanes e Kovacic, meglio del previsto Obi, non male Medel e Dodò.
    Napoli squadra molto forte per 60 minuti votata ad una difesa che nemmeno il Trap se la sarebbe sognata.
    La nostra difesa è l’anello debole: Vidic ne fa una più di bertoldo, Ranocchia è lento, JJ .. lasciamo stare.
    Allenatore da confermare.
    Dobbiamo crederci!

  4. Allo stadio ho visto due squadre insulse, e mi sembrava che giocassero a chi rema di più contro il proprio allenatore.

    • Anche io ho visto il nulla assoluto e sono preoccupato: le prime partite sono andate bene perchè le avversarie erano squadre mediocri.
      La difesa è piena di giocatori con dei piedi poco vellutati..: mi chiedo se facciano allenamenti sui fondamentali per migliorarsi … vedi Ranocchia…! Diversamente dovrebbe essere l’allenatore ad imporlo.
      Il centrocampo è scadente e sopravvalutato:povere punte lasciate sole!
      Dobbiamo aspettare ancora due o tre anni?
      E la stessa cosa si dirà il prossimo ann

  5. Il solito prodotto scadente. concordo in pieno: niente gioco
    E solo la grinta. Almeno quello. Anche Kovacic non mi è piaciuto
    Un mangiapalloni. E Juan sul primo gol dov’era? Mazzarri però
    Resta li mah…

  6. Mauro Cozzi // 20 ottobre 2014 a 06:35 // Rispondi

    La squadra è con WM ieri l’ha dimostrato. Inutile fischiare da qua alla fine è masochismo. Testa bassa e lavorare. Buon primo tempoa anche se su ritmi bassi. Poi caliamo e si vede la rosa corta con i cambi. Sotto di un gol ha messo M’Vila per Palacio. Gli altri aumentano il ritmo e noi soffriamo. Prendiamo gol quando calano nella corsa Kovacic e Hernanes e si creano buchi davanti alla difesa per impostare con calma. C’è da lavorare ma almeno le palle si son viste

  7. Mihajlovic ha considerato una sconfitta il 2-2 della Samp a Cagliari. Ausilio si presenta ai microfoni entusiasta dopo una partita ripresa per i capelli e dice: “E’ stato un 2-2 bellissimo.”. E allora non ci sono più dubbi: c’è una mentalità perdente che parte dalla dirigenza e arriva alla squadra passando per l’allenatore.

    • beh c’è una bella differenza fra l’essere rimontato dal 2-0 al pareggio al 91!!! è normale che Sinisa si è mangiato il fegato e Ausilio era contento per aver evitato la 3^ sconfitta consecutiva.

      • L’unica differenza che vedo sono i punti in classifica tra una squadra con una mentalità perdente, che si spaccia ancora per grande e una squadra che non sarà mai grande, ma con la mentalità giusta per togliersi soddisfazioni.
        Visto che la società sta con le pezze al culo, almeno vorrei ci fosse la giusta mentalità. L’entusiasmo di Ausilio per un pareggio acciuffato all’ultimo non è indice di tale mentalità, a mio modo di vedere.

  8. Questo è un progetto che invece di migliorare dopo un anno e 3 campagne acquisti “mirate” peggiora a vista d’occhio. Possiamo stare a raccontarci di tutto ma i numeri parlano chiaro, difesa colabrodo e attacco stitico, poche idee e schemi ben confusi con giocatori che ben poche volte sanno cosa fare col pallone tra i piedi se si tratta di impostare e non di ripartire.

  9. Tutto sommato direi partita discreta. Continua non convincermi Icardi, che se non continuamente servito (e in alcune partite può succedere) è del tutto avulso dal gioco della squadra, e per un centravvanti moderno non va bene

  10. L’Allenatore dell’Internazionale, sull’1-1, se ne frega di avere in panchina un ragazzino e, se Palacio all’88esimo ha i crampi, butta nella mischia questo ragazzino per la bagarre finale.
    Mazzarri invece, sull’1-1 e con Palacio coi crampi mette M’Vila per difendere il pareggio.
    Piccolezze certo, ma queste piccolezze non possono far altro che dar ragione a chi lo definisce, a torto o ragione, provinciale e non “Internazionale”.
    Per il resto solita Inter, squadra da 4/5 posto e stop.

  11. Premesso che non amo Mazzarri e il suo modo di concepire il calcio, guardare una partita dell’inter è diventata un’agonia! Passiamo ai numeri: durante la gestione Mazzarri l’inter ha disputato 45 partite di campionato con 17 vittorie, 18 pareggi e 10 sconfitte. 37,7% di vittorie!!! Nel campionato in corso 9 punti in 7 partite. 1,2 punti di media. Calo drastico di abbonamenti (al netto di quelli omaggio che sono stati aboliti), Inter-Napoli con 50.000 spettatori …. Devo andare avanti?

  12. Una squadra con poca logica. Per esempio Medel, che sarebbe il sostituto di Cambiasso, non costruisce gioco, mentre il cuchu dei bei tempi si inseriva anche in area e segnava. E Vidic….rimpiango il trio Rolando, Ranocchia, Juan e…Campagnaro, quando ha la palla fra i piedi non sa costruire e immancabilmente la passa ad Handa che rinvia. Poi troppi passaggi arretrati e nessuno che rischia il dribbling. Passaggi laterali fino alla noia. Morale: dobbiamo tenerci WM….e il suo gioco…

  13. Marco Ferrara // 20 ottobre 2014 a 07:58 // Rispondi

    Cose positive: primo tempo e voglia di non perdere. Ho però sempre più l’antipatica sensazione che assisteremo ad un’altra stagione mediocre (quarta consecutiva). Squadra nel complesso modesta e piena di paure, costantemente punita ad ogni errore. Magari davvero tutti uniti si riuscirà a far meglio del previsto, speriamo.

  14. Finalmente un po’ di cuore,
    Bene Kovacic,Obi , male Vidic,esterni da rivedere, ma ora di meglio non abbiamo.
    WM questa volta non ha sbagliato nulla, e anche la sorte non ci ha voltato le spalle, pareggiare al 92° non è sempre possibile.

  15. Sono sicuro che appena rivedrai la partita cambierai idea su Vidic, che a mio modesto parere non ha fatto assolutamente una brutta partita, anzi. Molti danno colpe non sue sul gol, ma l’errore è in comune tra ranocchia, che regala clamorosamente la rimessa e dodò che stringe vs il centro area facendosi attirare dal pallone piuttosto che occupare la sua zona su callejon. Per il resto è stata una bella inter, tutta nervi, come il suo allenatore. Diamo tempo a giocatori come kovacic icardi e jesus

    • Ma guarda che io adoro Vidic. Leggi quel che ho scritto. al di là della mediocrità degli altri però ha almeno tre errori gravi sul groppone in questa stagione
      GLR

  16. Almeno stavolta hanno tirato fuori gli attributi. Non era semplice recuperare due volte. La squadra non è male e alla lunga si puo’ arrivare terzi anche perchè la concorrenza e questa e anche il milan è poca cosa

  17. Mi piace pensare che i nostri tifosi abbiano esultato al pareggio di Hernanes e non al raddoppio di Callejon.
    Claudio – Parma

  18. La rimonta non cancella i soliti problemi sul non-gioco senza palla,sulle punte che non toccano palloni e su una difesa che ha dei blackout improvvisi. Vidic ancora determinante in negativo, ma Ranocchia sul 1°gol ha regalato il fallo laterale quando era in possesso palla; nel 2° si è perso Callejon. Tante cose che ti fanno capire come sia difficile dare tutte le colpe a Mazzarri. La nota positiva è Medel che ha annullato Hamsik, mentre Hernanes ha salvato la pagella col gol. Ma quante palle perse…

    • Vedete? Questo è il classico esempio di giudizi di simpatia e un po’ pure di fantasia! Io le partite me le rivedo due volte e dire che Hernanes abbia salvato la pagella col gol vuol dire non aver guardato la gara con attenzione. Hernanes ieri è stato il migliore in campo, oltre al gol, si è inventato un palo da solo, ha fatto assist e rilanciato la squadra nella stragrande maggioranza delle ripartenze, soprattutto nella ripresa. Insomma ha fatto molto più di Kovacic, ma si valuta tutto in base alla simpatia.
      GLR

  19. la squadra ha dimostrato di essere tutta con l’allenatore e questo e’ fondamentale. Si può ripartire da questa partita con buone sensazioni. Un po’ di allegria!

  20. Caro GLR, non sottovaluterei il “tutta nervi” visto che nelle ultime partite era mancato proprio anche quello! Condivido il “poco altro” infatti i nervi hanno auto il sopravvento e non siamo stati per nulla lucidi nel costruire e tanto meno nel finalizzare le poche palle gol. Sui singoli direi bene Hernanes, Dodò (eccetto la dormita sul primo gol quando segue la palla e non l’uomo!), Obi ed anche Mateo non mi è dispiaciuto. Purtroppo ancora pallido Palacio ma è indietro con la condizione…

  21. tiziano lanave // 20 ottobre 2014 a 09:09 // Rispondi

    io sono un allenatore a discreti livelli e trovo che kovacic sia un giocatore fondamentale in quest’inter priva di fantasia e di velocità. Tu lo critichi ma la sua prova è stata giudicata positiva da giornalisti e dagli ex ora commentatori.

    • Nessuno nega che Kovacic debba giocare e sia un grande talento. Spesso però sono quelli come te che spesso rovinano i giovani calciatori di talento, perdonandogli tutto. Quanto ai giudizi di giornalisti e commentatori, lasciamo perdere, ognuno la vede come gli pare e tu che dici di essere un addetto ai lavori certi giudizi non dovresti nemmeno ascoltarli. Si sa che Kovavic gode di ottima stampa, perché con la mediocrità che si vede in giro qualcuno da amare bisogna pur averlo. Sia chiaro Kovacic piace anche a me, nulla da dire sul suo talento, ma mi aspetto di più: almeno un tiro in porta per tempo posso pretenderlo? La verità è che il tiro in porta è un suo punto debole, sul quale bisogna lavorare. Alla fine coi bonus, Mateo non è costato poco: oltre 13 milioni. Investimento ottimo, per carità, ma io mi aspetto di più. E non solo io. Anche sul portare palla…a volte devi capire quando è il momento di farlo e quando non è il momento: evitare di perderla a centrocampo per l’ennesimo dribbling esponendo la squadra al contropiede avversario.
      GLR

      • Vero, però rilancio un mio vecchio cavallo di battaglia: Pirlo prende la palla, alza la testa e ha due missili sulle fasce che bruciano il terreno, Vidal e Pogba che si gettano in area, Tevez tarantolato…. Kovacic prende la palla e ha 7 stalattiti rigorosamente dietro di lui (e quindi dietro la palla), una stalattite al centro dell’attacco, e il povero Palacio che corre a perdifiato. Giocatori mediocri o allenatore mediocre? Ai posteri l’ardua sentenza.

  22. Silvio da Torino // 20 ottobre 2014 a 09:15 // Rispondi

    Vidic commette un errore a gara e regolarmente becchiamo goal. Hernanes ha finalmente fatto vedere quello che può fare. La difesa e’ molto insicura e, secondo me, davanti siamo troppo leggeri tenendo conto che Icardi e’ un finalizzatore e quindi aiuta poco la squadra. Questa partita potrebbe essere un punto di partenza. Palla bassa, concentrazione ed un po’ di velocità.

  23. Non capisco le manifestazioni di giubilo in tribuna di Moratti e Thohir; a parte un po’di impegno in più (e vorrei vedere!) sempre grande mediocrità e nessuna idea di gioco. La difesa di Mazzarri dimostra che la società è più solida del passato nella difesa delle proprie scelte, anche se non condivisibili. Nella nostra storia gli esoneri raramente hanno portato qualcosa di buono, ma è dura immaginare Mazzarri come condottiero della nostra futura rinascita.

    • Manifestazioni di giubilo? Esultare per un gol mi sembra normale, spero lo faccia anche tu. Io tutto ‘sto giubilo non l’ho visto e in ogni caso era qualcosa legato al momento. Se adesso non va bene nemmeno essere contenti per un pareggio in extremis…
      GLR

  24. Il modo in cui siamo entrati in campo finalmente mi è piaciuto (ma mi sa tanto di moto di orgoglio da ultima spiaggia). Dovrebbe essere il minimo sindacale in ogni match. Il Napoli inspiegabilmente era iper-passivo e ci ha agevolato non poco. Il 1° goal è stato regalato, grazie a una palla persa ingenuamente sulla fascia. Mbaye soprattutto mi è sembrato del tutto inadeguato e intimorito poveretto. Amnesie difensive a parte, davanti fatichiamo. Kovacic, bravissimo, nella Juve sarebbe un fenomeno.

  25. Non si può più dire che i ragazzi non ci mettono l’anima. Ranocchia cerca di prendere iniziativa. Hernanes e Kovacic cercano sempre il cambio di passo. Medel, che ha qualità difensive inversamente proporzionali (ahimè) a quelle di inserimento, non si risparmia. Dodò ha piedi e corsa. I due attaccanti, questo sì, sono molto evanescenti. Il valore della squadra è questo. Il valore aggiunto di Mazzarri (e ieri ha dato tutto pure lui) non si vede, come non si vedeva prima. Spronare non basta.

  26. Io vedo una chiara inversione di rotta rispetto all’ultimo periodo molto negativo: il 1° tempo per esempio abbiamo giocato bene annullando completamente il Napoli. Nel secondo una loro reazione e un nostro calo era preventivabile eppure il pareggio finale, peraltro ottenuto con CARATTERE e un pizzico di FORTUNA (finalmente!), ci sta comunque stretto.
    Resto per questo fiducioso, visto anche che nelle prossime 4 giornate non abbiamo scontri diretti, e non cambio le mie attese di 3/4° posto FINALE

  27. Ho esultato come un matto al pareggio di Hernanes, cosa che non facevo da tempo (era un bel po’ che l’Inter non segnava a tempo scaduto)..poi urlo strozzato in gola al 94′ su quel corner che poteva regalarci i 3 punti (in quel caso sarebbe stato un revival di quella pazza Inter-Samp del 2005 con 3 gol nel finale).
    Sono soddisfatto del pareggio,e spero che questa a tratti bella prestazione non sia stata un episodio isolato.
    Vidic continua a deludere, speriamo torni presto quello di Manchester!

  28. si continua a parlare dell’errore di Vidic (e va bene per carità) ma mi spieghi, GLR, perché c’erano tre difensori in due metri quadrati? Ma è possibile vedere tre difensori che vanno sul pallone, tra l’altro da una rimessa laterale, e non stiano al loro posto? Per lo meno non avrebbero lasciato solo l’uomo al momento di tirare

    • Infatti l’ho detto e scritto. Stavolta, paga Vidic per tutti, ma chi sa di calcio dove erano gli altri è la prima cosa che ha guardato.
      GLR

  29. Thohir , Ausilio (patetico nel commento dopo partita) e Mazzarri ..
    possono fare solo: il Presidente, il D.G. ed l’allenatore del Borgorosso F.C.
    amici interisti siamo ridotti male…..difesa da campionato di 3° categoria……

    • Un commento tecnico, insomma 😉
      GLR

      • Come dici tu il problema e’ che forse ieri l’Inter ha fatto il massimo che poteva , quindi non possiamo pretendere il terzo posto o di vincere l’Europa League , dobbiamo accontentarci di un sesto posto , che non e’ comunque scontato e arrivare agli ottavi in coppa , almeno io la vedo cosi’ .

  30. giocare in un ambiente come quello di ieri sera è’ molto difficile. Ogni pallone toccato e’ un fischio. Come si può pretendere che la squadra giochi tranquilla

  31. Se l’Inter avesse vinto non avrebbe rubato nulla. Tuttavia, come e’ spesso successo negli ultimi due anni, la difesa e’ distratta.

  32. a volte bisogna ricordare che esiste un altra squadra in campo, e mentre il 1 gol è un errore della difesa (Dodò fatti i cavoli tuoi), il 2 gol è stato un capolavoro come l’assist quindi non siamo sempre disfattisti. Palacio andava sostituito con Bonazzoli per dare un segnale di mentalità offensiva alla squadra, stiamo pareggiando in casa, esce una punta ne entra un altra…elementare.Sui fischi: paradossalmente potrebbero aiutare la squadra a creare un blocco unico con Mazzarri tipo mundial82.

  33. Anche quando la nostra difesa gioca alta e aggressiva, un paio di errori li commettiamo sempre e veniamo puniti regolarmente. 3 rinoceronti lá dietro, così lenti…

  34. non capisco i fischi a Mazzarri a prescindere dall’esito della partita. Tutto sommato la squadra ha giocato bene e soprattutto a mio avviso meglio del Napoli. 3 indizi fanno una prova , pertanto incomincio a capire perché il Manchester ha liberato Vidic. Ottimi Dodò e Obi, Hernanes migliore in campo. Continuo a credere che il vero problema di questa squadra sia la difesa nel valore dei suoi singoli. Il migliore dei 3 è sempre Jesus e con questo ho detto tutto!!

  35. Se sono stati in grado di recuperare SUBITO DOPO un gol, non potevano farlo loro SUBITO PRIMA??? Questi entrano in campo senza stimoli, trascinandosi. Chi dovrebbe motivarli non lo fa. Perchè?
    Sarà di questa fino al 31 maggio? Wow, che prospettiva!
    L’espulsione di Mazzarri conferma il suo nervosismo: il suo tempo, se mai è iniziato, è già finito. E se n’è accorto. Con Mancini al 90′ si SUBIVA spesso il pari… Ora invece al 90′ bisogna rincorrerlo, e pure incrociando i fantozziani “diti”! :-(

  36. Partita strana con due tempi molto diversi. Il primo lo abbiamo dominato ma sbagliato almeno due goal facili e preso un palo che se fosse entrato…avremmo pareggiato lo stesso perchè nel secondo tempo eravamo cotti. Reazione di nervi ma l’entrata di Guarin è stata tardiva e l’altro cambio sulla fascia proprio non l’ho capito. Finiamo sempre cotti mentre gli altri corrono meglio! Abbiamo un allenatore che non capisce e non gestisce le partite ma le subisce, con Mancini avremmo almeno 5 p.ti in +

  37. Boh leggo tutti sti commenti negativi, ma di fronte avevamo il Napoli, mica il Cagliari o Sassuolo. Almeno si è visto l’impegno, corsa e grinta, tutte cose che fin’ora non si erano viste. Si lo so è il minimo sindacale, ma con l’Inter purtroppo non è mai nulla scontato. Quanto a Vidic gli darei un turno di riposo e proverei con Medel centrale che magari migliora e velocizza anche l’impostazione dell’azione da dietro.

  38. Pareggio tutto sommato giusto ed accettabile, contro una squadra tecnicamente più forte come il Napoli che partiva come uno dei due rivali della Juve per il titolo. Grande intensità e grande carattere mostrati ieri sera, mi domando come mai solo ieri sera, forse per il discorso del presidente ai giocatori? Mazzari è quasi scoppiato a fine gara, non so quanto resisterà ai fischi ed a questa pressione che gli si è creata intorno, le prossime 2 gare daranno importanti indicazioni in merito.

  39. La nostra Beneamata è squadra per tifosi dalle coronarie d’acciao. Rispetto alle ultime partite almeno grinta e orgoglio, il gioco ancora è ” timido”- bene Hernanes, mentre Kovacic purtroppo sembra solo portatore di palloni, anche se i compagni d’attacco si muovono poco per dettare i passaggi. Vidic, che rimane un grande, purtroppo commette sempre qualche errore decisivo, speriamo che si si riprenda, ci contiamo. Da ora, prima di ogni partita sentiremo: ” ultimatum a Mazzarri ” ?

  40. D’accordo con Te Gianluca, Kovacic deve essere piu’ concreto, meno dribbling e meno palle perse. Si puo’ eccepire pero’ valutando il fatto che nessuno si muove negli spazi e che abbiamo un centravanti che dire moderno mi pare un eufemismo. Icardi e’ un palo d’area, non sa cosa vuol dire tener palla e far salire la squadra e si sbatte ai minimi sindacali. Il gioco si sviluppa comunque lentamente e fare anche un solo tiro in porta a difese avversarie schierate diventa un’impresa.

  41. Son contento per il troppo bistrattato Hernanes che da qui a fine campionato potrebbe essere la nostra arma in piu’ in quanto, in assoluto, è il miglior tiratore da fuori e guiocatore di fantasia che abbiamo. L’unica cosa che non mi spiego è quante poche volte arrivi al tiro rispetto a quando era alla Lazio. Problema di posizione in campo o altro? Per Vidic sono tranquillo, adesso tutti a rimpiangere Samuel ma oggettivamente il Vidic di Manchester non era inferiore a nessuno. Saluti,

  42. ogni volta che ci attaccano dietro si balla da paura e quando si va sotto non mi sembra di aver ancora visto la squadra impensierire l’avversario con un qualcosa di differente da un calcio piazzato.
    Per qualcuno questo accade perché non abbiamo gioco, per qualcun altro invece perché siamo troppo scarsi.

  43. Guardate che il Napoli è ben poca cosa. Due giocatori di gran livello o quasi, il resto é equiparabile all’Inter che giocatori di livello o quasi ne ha almeno tre(!)… Siamo veramente in una situazione surreale. Manca la corsa , il gioco e anche un po’ di fortuna per la verità. Speravo di non perdere per evitare pericolosi avvitamenti. Evviva
    W inter

  44. Vidic grande giocatore in una difesa a quattro; piccolo giocatore in una difesa a tre!
    C’è una enorme differenza tra i due schemi, prendere un giocatore “fenomeno” nella difesa a quattro per poi farlo giocare in una difesa a tre! questa è l’inter.
    Comunque sempre forza ragazzi.

  45. Almeno siamo vivi, ma reputo che sia un problema anche tattico oltre che fisico e psicologico. Medel non costruisce gioco in quel ruolo, le mezzeali non sono di ruolo ma son trequartisti adattati, gli esterni son scarsi e non fanno le due fasi, la difesa a 3 costringe Ranocchia a proporsi e non é il suo ruolo, ecc…

  46. Purtroppo la difesa sta mostrando crepe inaspettate. I gol di ieri sono frutto di errori individuali, Vidic e soprattutto Ranocchia, che poco hanno a che vedere con l’impostazione di squadra. In attacco non produciamo molto, è vero, però qui si sapeva che manca una punta veloce in grado di saltare l’uomo nonchè esterni veramente competitivi. Comunque un passo avanti si è visto. Bene Obi e, per lo spezzone di partita fatta, anche M’baye. Occorre coraggio nel farli giocare.

  47. Massimo Inter // 20 ottobre 2014 a 16:37 // Rispondi

    Sinceramente, fino ai gol, ho visto 2 squadre brutte dove la meno brutta è stata l’Inter. Dopo il gol, l’Inter ha reagito ed è riuscita a pareggiare ben due volte…però quella determinazione, ferocia e voglia avrei voluto vederla molto prima. Non si poteva pretendere la luna, però dall’Inter e con questo Napoli, credo sia lecito sperare in un piglio diverso. I gol presi sono da polli, inutile parlarne più di tanto. Ora vedremo in EL: giovedì si torna in campo.

  48. Fabio Primo // 20 ottobre 2014 a 17:24 // Rispondi

    E’ inutile illudersi o commentare i singoli episodi delle partite , la rosa e la qualità sono queste , la personalità dei singoli ancor meno. Il calo aerobico nei secondi tempi per molti giocatori è ancora un mistero. Firmerei per una riconferma del quinto posto finale , secondo me difficile da raggiungere quest’anno.

  49. Una cosa non sopporto dell’Inter: perchè subito il gol si lancia all’attacco, lancia in resta? Non può farlo prima o WM lo vieta ai giocatori?

  50. Ieri almeno c’è stato l’impegno, ma resta comunque un’Inter mediocre che AD OGGI vale sì e no il 5-6 posto al massimo, tra rosa e tecnico. In difesa si commettono troppi errori da principianti e si regalano troppi gol agli avversari. Poi, mio parere personale che non centra nulla con l’aspetto tecnico, vedere una mozzarella come Ranocchia capitano è un insulto (piuttosto non si poteva dare la fascia a Samir?)

  51. Paolo Sabiu // 20 ottobre 2014 a 20:10 // Rispondi

    Le partite si possono anche pareggiare o perdere, soprattutto quando si ha a disposizione una rosa con evidenti limiti tecnici, ma le partite vanno affrontate e giocate in questo modo. È questo che un tifoso chiede a Mazzarri: motivare i suoi uomini, e questa volta lo ha fatto (finalmente)!
    Comincio ad avere il dubbio che Vidic consideri l’Inter alla stessa stregua di come alcuni nostri ex campioni consideravano i club svizzeri quando vi andavano a chiudere la carriera: è troppo deconcentrato!

  52. Guardiamo il bicchiere mezzo pieno: non abbiamo perso e abbiamo preso solo 2 gol. Stiamo migliorando! Sempre forza Inter!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili