6C: Fiorentina-Inter 3-0

MARCATORI Babacar (F) al 7’, Cuadrado (F) al 19’ p.t.; Tomovic (F) al 31’ s.t.
FIORENTINA (4-3-1-2) Neto; Tomovic, Go.Rodriguez, Savic, Alonso; Kurtic, Pizarro, Aquilani; M.Fernandez (dal 32’ s.t. Vargas); Babacar (dal 20’ s.t. Bernardeschi), Cuadrado (dal 41’ s.t. Brillante). (Tatarusanu, Lupatelli, Hegazi, Basanta, Pasqual, Badelj, B.Valero, Lazzari, Ilicic). All. Montella
INTER (3-5-2) Handanovic; Ranocchia (dal 14’ s.t. Hernanes), Vidic, Juan Jesus; D’Ambrosio, Medel, M’Vila, Kovacic, Dodò (dal 22’ s.t. Obi); Osvaldo (dal 30 s.t. Palacio), Icardi. (Carrizo, Berni, Andreolli, Mbaye, Khrin, Kuzmanovic). All. Mazzarri
ARBITRO Tagliavento di Terni
NOTE – Ammoniti Kurtic e Tomovic, Ranocchia e D’Ambrosio, Osvaldo. Spettatori paganti 11.119, incasso euro 367.585; abbonati 23.160, quota euro 385.150.

Da Civitavecchia mi sono trasferito a Lecce per le ultime due settimane di richiamo, in attesa del congedo previsto per sabato 18 ottobre.
E dopo la parentesi di Europa League, rieccoci in mezzo ai guai. Male, molto male anche a Firenze. Mancavano solo i dubbi su Handanovic, stavolta non proprio irreprensibile e il quadro è completo. Due gol da distanze siderali nel primo tempo, il primo di Babacar dopo essersi bevuto Juan Jesus, il secondo di Quadrado dopo aver saltato Medel, mentre l’Inter si è vista solo in un’occasione del sempre poco mobile Icardi e in un tentativo di Dodò sventato da Neto.
Nella ripresa, quando sarebbe stato lecito aspettarsi un po’ più di amor proprio, è arrivato pure il terzo gol viola, con la discesa a rete, praticamente indisturbata, di Tomovic. E poi altri rischi, prima del finalino nerazzurro affidato soprattutto a iniziative dei singoli, da D’Ambrosio a Hernanes, senza però nulla di rilevante. Quindi, tutti a casa! E, per dirla alla Zeman, qui ognuno ha preso ad andare per conto suo. Altro che il muro dei buoni propositi inaugurato quest’estate ad Appiano!
E se questa squadra perde da chi può anche batterla, la Fiorentina, ma ha appena perso anche da chi dovrebbe assolutamente battere, il Cagliari, parlare di crisi è inevitabile.
Tra l’altro giuro che all’ennesimo lancio dalle retrovie di Juan Jesus stavo per tirare il polpo alla pignatta nel plasma da 70 pollici del Ristorante Caffè Retrò di Lecce.
Purtroppo, tutti continuano a correre più dei nostri. A Firenze dopo il poker di due anni fa, quello del famigerato coro ‘il pallone l’è quello giallo’ di stramaccioniana memoria, almeno l’anno scorso si era vinto di misura e quest’anno speravo perlomeno in una prova dignitosa.
Tra l’altro, a quanto mi risulta, la squadra sta cominciando seriamente a prendere le distanze dai metodi di allenamento di Walter Mazzarri e per questa partita pare che nessuno si sia dannato l’anima in rifinitura, ragion per cui occorre un intervento immediato da parte della società, prima che Mazzarri per il nervoso ci rimetta anche l’altra mano. Già non brilla per indicazioni dalla panchina, figuriamoci con entrambe le mani fasciate! Scherzi a parte, in altri tempi Moratti sarebbe intervenuto a gamba tesa, ma ora c’è un’altra proprietà. Occorrono provvedimenti immediati: se, come credo, l’allenatore non verrà toccato, bisogna mettere davanti alle proprie responsabilità chi ha preso a bighellonare per il campo. Non basta l’alibi dell’allenatore scarso per assolvere chi gioca con lo spirito della partitella di calcetto tra amici.
E il ‘meglio stia zitto’ di Mazzarri a fine partita è tutto un programma.
Ora, tanto per arrovellarsi all’infinito, oltre al decimo posto in classifica dopo 6 partite, c’è pure la sosta che dopo una sconfitta è sempre una  jattura.

Highlights
7’ 0-1 Babacar dalla distanza e palla nel sette
12’ Tiro di Icardi di poco a lato
19’ 0-2 Cuadrado dalla distanza e palla in rete
38’ Dodò impegna Neto
45’ Babacar destro respinco coi piedi da Handanovic
63’ Combinazione Babacar-Cuadrado para Handanovic
72’ Destro di Medel, para Neto
77’ 0-3 discesa a rete di Tomovic
84’ Punizione di Hernanes blocca Neto
85’ Tentativo di D’ambrosio Neto alza in corner
93’ Fiorentina pericolosissima con brillante, la difesa interista si salva in affanno

105 Commenti su 6C: Fiorentina-Inter 3-0

  1. Tanto tuonò (Cagliari) che piovve (Firenze). Mazzarri temo stia perdendo il controllo della squadra e ha certamente le sue colpe, tra cui una condizione fisica non ottimale della squadra. Però ci sono dei distinguo: 2.123 passaggi sbagliati – azioni insistite in dribbling e palle perse di conseguenza: c’entra Mazzarri? se si manifesta scollamento tra squadra e allenatore saranno dolori – Forse gli acquisti, giudicati inizialmente da tutti molto bene, non sono così centrati. Peccato.

    • Secondo me la squadra è stata costruita bene e ben assortita.Certamente l’organico non può competere con le prime squadre europee, in Italia posiamo farci rispettare. Ma, contro squadre come Palermo “neo promossa”, Atalanta “nonostante la vittoria” e Cagliari non credo che i giocatori dell’Inter non siano in grado di sviluppare una minima trama di gioco e poi contro la Fiorentina essere completamente fermi. Sembriamo un’orchestra alle prime prove che disconosce lo spartito.

  2. La squadra non lo segue più e onestamente non c’è gioco . Vederli stasera è stato penoso .

  3. Hai gia’ detto tutto tu. Squadra senza gioco e senza grinta. Mazzarri, da tenere fino alla fine del campionato, sembra non avere piu’ il polso della situazione.

  4. Alessandro // 5 ottobre 2014 a 23:17 // Rispondi

    Gestione Mazzarri: 44 partite di campionato, solo 17 vittorie…tutto il resto è noia!!!

  5. Dopo un inizio di stagione che sembrava ben promettere l’involuzione tecnica, tattica e fisica della nostra squadra è davvero preoccupante e non si capisce come può essere successo. Ausilio si è esposto in prima persona già due volte forse perché è lui il massimo responsabile del prolungamento del contratto a Mazzarri e se salta l’allenatore potrebbe saltare anche lui. Per il resto che dire: sembra sempre che si tocchi il fondo, ma la volta successiva si scava ancora un po’…

  6. Pasquale Somenzi // 5 ottobre 2014 a 23:39 // Rispondi

    Scommetto che nessuno di noi che scrive in questo forum ha vissuto l’ultima doppia sconfitta di campionato con 3 gol di scarto, tant’è vero che bisogna riandare al 22 marzo 1942 Fiorentina-Inter 4-1 seguito dal 29 marzo Livorno-Inter 3-0.
    Pasquale.

  7. Il campionato è iniziato da poco, ma l’Inter è già un malato terminale.

  8. Da quello che dici la mia sensazione che la squadra lo stia un po’ mollando è un qualcosa di reale. Purtroppo. A me, nonostante non piaccia, Mazzarri è sempre andato bene, non ci si divertiva a guardare l’Inter, ma avevamo una squadra solida, quadrata, dignitosa. Ora sta venendo meno anche questo e quindi forse è il caso di intervenire. Alcuni tifosi dicono che la rosa è scarsa, che sono tutti brocchi, ma x me questa squadra è valida, non da scudetto, ma nemmeno da buttare.

  9. Marco Ferrara // 5 ottobre 2014 a 23:49 // Rispondi

    Eppure il tanto vituperato Mazzarri una cosa giusta l’ha affermata: “stare in silenzio”; ecco, tutti dovrebbero seguire il suo consiglio. Meglio non averlo il famoso “uomo forte”, se ciò comporta ascoltare Ausilio dire con un certo imbarazzo le solite banalità, con il risultato di far innervosire ancora di più.
    Iniziare a parlare, al 5 ottobre, di stagione fallimentare (sarebbe la quarta consecutiva) è triste.

  10. Francesco from Melbourne // 5 ottobre 2014 a 23:53 // Rispondi

    UNBELIEVABLE!!!
    Sveglia alle 5.45 per vedere sta schifezza! Mi sembra proprio il caso di dirlo.
    Squadra molle senza ne capo ne coda. Sembrava non sapevano neanche dove fossero.
    Peccato perche’ secondo me questa squadra potrebbe lottare per il terzo posto.
    Qua tra poco c’e’ la Melbourne cup, una corsa di cavalli… :)

    • Francesco, pure io a Melbourne ma non mi alzo per questa inter. E quasi meglio vedersi la AFL….ed ho detto tutto! Amala comunque.

  11. Mazzarri sembra rassegnato ed esausto. Dopo un mese ha gia iniziato a lamentarsi della rosa. Abbiamo perso malamente con una squadra priva di rossi Gomez borja valero. All’Inter manca il carattere, la voglia di lottare quando si è in difficoltà, il gioco. Mazzarri ha fallito. La squadra è timorosa perché lui è il primo ad aver paura. Non ricordo un primo tempo in cui l’inter è entrata in campo x vincere. Ottimo allenatore se non gli dai obiettivi, all’Inter si deve vincere.

  12. Mazzarri deve dimettersi. Non vuole farlo? Thohir deve spendere. Non vuole spendere? Mazzarri deve cambiare TUTTO ciò che ha fatto finora. Basta difesa a tre, basta difenderci come la reggina. 4-3-1-2 con guarin mezzala dx, hernanes sx, kovacic trequartista, dodo e D’Ambrosio terzini. Chissenefrega dell’equilibrio (ammesso che ora ce l’abbiamo visto le 7 pere in 2 partite) e giochiamo all’attacco. Se Mazzarri nn è in grado di fare questo se ne vada. Ma pondrelli mica faceva correre i giocatori?

  13. camomilla91 // 6 ottobre 2014 a 00:15 // Rispondi

    Problemi Inter Mazzarri: non crea occasioni, nessuno si muove in campo, nessuna idea, condizione fisica agghiacciante, preparazione al match aberrante, primi tempi sempre regalati, puntare tutto il gioco sugli esterni che non fanno un cross giusto, mancanza di continuità anche quando si affrontano in casa le piccole, calendario semplice e presi solo 8pt, difficolta tattiche sconcertanti, mancanza di carattere, mancanza di fiducia, paura costante dell’avversario. Problemi risolvibili o cambiare WM

  14. Intervista sconcertante di Mazzarri, se nOn aveva nulla da dire meglio nn presentarsi. C’e un grande problema a mio parere, lui sembra rassegnato e non si fida della squadra, i tifosi non lo sopportano. L’inter è una cosa più grande di lui. Se ne vada. Voglio vedere in campo una squadra che non molli mai, con carattere, che giochi x vincere. Sono stufo di queste partite pietose senza gioco e senza creare occasioni da gol

  15. Ho criticato Mazzarri per quanto poco ha fatto in oltre un anno, ma stasera questi non sono proprio scesi in campo: senza grinta ne dignità per evitare l’ennesima debacle. Il terzo gol assurdo, in discesa solitaria tra 3-4 che lo guardavano, mi aveva insospettito, quello che scrivi sull’impegno profuso dalla squadra lo prova. E questo non è accettabile da dei professionisti. Salgano i dirigenti ad Appiano e li ribaltino. L’esonero è economicamente impraticabile e alternative valide non ne vedo.

  16. Meglio che stiamo zitti noi tifosi! Presi in giro bellamente da tutti i nostri avversari, che vincono anche con la complicità di arbitri da anonima alcolisti! Mazzarri ascolta chi ancora ti stima, vattene da questa Inter senza cervello e senz’anima,B che se fosse almeno bella…

  17. Torino, Sassuolo, Palermo, Atalanta, Cagliari, Fiorentina. 5 su 6 ci stanno dietro in classifica, punti raccolti 8. 2 V 2 S 2 P. Ribadisco che la rosa è buona (4 posto obbiettivo minimo) e ciò che abbiamo visto fino ad ora ha dello scandaloso, spero che a jakarta si facciano due conti, conviene pagare la penale al mazzarrone o non qualificarsi per le coppe?

    • Ma qui siete tutti convinti che cambiando allenatore si arrivi certamente terzi? Mah…
      GLR

      • pietrospen // 6 ottobre 2014 a 08:42 // Rispondi

        però anche un cieco ha capito che l’Inter (anche quella oggetivamente mediocre di oggi) è un qualcosa di troppo grande per lui. Vive nella perenne frustrazione di non avere la rosa che LUI pensa di meritarsi grazie alla sua folgorante cariera (?)
        è ormai 1 anno e mezzo che sputtana regolarmente la squadra nei postpartita (per la modica cifra di 3,5 mln annui)…chissà come mai i giocatori non lo seguono…
        mourinho dixit:”…se nasci ronzino non diventerai mai un cavallo da corsa…”

      • ormai non credo proprio,anche perchè la preparazione è stata sbagliata ed è difficile raddrizzarla ora. sarebbe più “facile” puntare la coppa per un posto champions.
        Purtroppo poi non ci sono in giro allenatori liberi degni,si dovrebbe prendere un traghettatore per poi cercare allenatori tipo simeone (sogno) a giugno

      • Ovviamente cambiando non c’è la certezza di arrivare terzi ma quantomeno si potrebbero evitare certe figure. È chiaro che mazzarri non ci sta capendo più nulla.

      • Siamo tutti d’accordo che la rosa dell’Inter non sia da terzo posto, anche con qualsiasi altro allenatore. Ma chiedo: è peccato pretendere che un allenatore sia in grado di far rendere i giocatori e il collettivo al meglio del proprio potenziale e riuscire a battere le squadre più scarse? O è normale perdere col Cagliari e rischiare altrettanto con Torino e Palermo?

      • Almeno lasciaci la speranza…con WM siamo sicuri della noia.

  18. analisi perfetta, la colpa non è solo dell’allenatore ma dei giocatori. purtroppo i giocatori sono questi e non vedo margini di miglioramento, Juan marca sempre all’esterno e mai verso la porta, i centrocampisti o hanno i piedi di marmo oppure vanno alla velocità di una lumaca e alle punte arrivano sempre palloni sporchi, kovacic gioca 10 minuti a partita. invito i soliti del ‘via Mazzarri’ ad andarsi a vedere le partite del Napoli, dove Cavani e Lavezzi erano i primi difensori.

  19. ubaldo nacci // 6 ottobre 2014 a 07:12 // Rispondi

    Credo che si attacchi troppo l’ allenatore e non i calciatori. Juan Jesus fa giocare l’ inter male in difesa e le sue riserve non sono all’altezza. L’ inter dovrebbe prendere dei difensori decenti visto che i campionati li vincono chi incassa meno

  20. Non sono di quelli che vorrebbero mandare via il mister sempre ma questa volta il 70% di questa sconfitta é suo! Sembra perso, confuso e senza idee! L’altro 30% lo do a tutte le primedonne in campo che quando gira bene si gonfiano il petto davanti alle telecamere e puntano il dito quando va male. In campo ci sono loro e fanno pena. Ridimensionatevi tutti che forse ne potrebbe uscire qualcosa di buono! E dire che quest’anno lo vedevo tranquillo con un quarto posto… Mi ridimensiono!

  21. francamente i proclami dell’estate con tanto di manifesto negli spogliatoi suonano ridicoli dopo certe esibizioni…anche la campagna trasferimenti ausiliana tanto decantata dagli addetti ai lavori sembra evaporata nel nulla…tutto centrifugato dal solito frullatore inter. La cosa più preoccupante del momento e secondo me la totale assenza di costruzione-gioco se poi entri in campo molle e senza gambe, ma e’ possibile che quasi tutti sono sempre più veloci e tonici di noi?

  22. Alessandro // 6 ottobre 2014 a 07:44 // Rispondi

    Dopo aver difeso a spada (più o meno) tratta Mazzarri, per più di un anno, devo mio malgrado cambiare idea. E’ vero, l’Inter ha una situazione economica difficile. E’ vero, eravamo stanchi dei prendi e molla di morattiana memoria. Ma l’Inter, allo stato attuale, deve cambiare guida tecnica. Perché i giocatori non ci sono più con la testa, e l’allenatore, credo, pure. Son soldi, lo capisco, ma così, ragazzi, si butta una stagione nel cesso. Non è che i giocatori non corrano, GLR. Corrono a vuoto.

    • Mazzarrissimo // 6 ottobre 2014 a 09:10 // Rispondi

      Ma chi corre? L’unico che corre e guarin, a vuoto. osvaldo è fermo, icardi è fermo medel è fermo, Vidic e impalato. Secondo voi con allenatore diverso correrebbero di piu? Coi piedi sono una frana, con la testa poi…almeno ci mettessero un po’ di fisico che tutto sommato è l’unica qualità che hanno

      • Alessandro // 6 ottobre 2014 a 13:16 // Rispondi

        Dissento. I giocatori, per quanto possibile, corrono. E’ che corrono male, senza costrutto. Il pressing viene fatto senza ragionare. Kovacic contro il Cagliari era sfiancato. Medel e Mvila è un’idea di gioco di ‘doppio mediano’ che dà frutti solo laddove i due vengano disciplinati bene. Lo stesso dicasi per i due terzini, che nella difesa a tre hanno un ruolo di prim’ordine, un doppio mandato, per così dire. E, ripeto, giunti a questo punto, dato il casino, ne faccio un problema tecnico.

  23. 5 ottobre. Stagione compromessa.
    Che schifo.

  24. la cosa che piu’ mi preoccupa e’ l’apatia in cui e’ caduto tutto l’ambiente: il progetto a lungo termine, tanto non ha senso cambiare l’allenatore, fra tre anni un top player, il marketing, i mercati asiatici. a tutti i soloni: Mazzarri fa schifo, i giocatori devono tirare fuori gli attributi, la curva deve iniziare a contestare seriamente, il presidente che non capisce nulla di calcio deve trovare un uomo forte che sappia cos’e’ l’Inter. Aspetto un prodotto decente.

  25. cambiando allenatore non si arriva certo terzi, ma non cambiando, che succede?
    Mazzarri è questo. Uno scarso e pavido. Ci speravo ma è evidente che è inadatto.
    Chiunque giochi con noi gioca meglio. Il Palermo dopo di noi ha preso 7 gol e con noi sembrava il Brasile. Nessun gioco dopo 50 partite.

  26. claudioeffedeejay // 6 ottobre 2014 a 08:17 // Rispondi

    All’Inter manca innanzitutto la società, che a dire il vero anche in passato c’è sempre stata poco. Ma può una squadra così essere guidata solo da un tecnico che quando va in conferenza stampa sembra appena uscito da un’enoteca? Ausilio da solo non basta, nonostante il cognome. A parte Mancini e Mou, che sono grandi manager, gli altri sono stati tutti stritolati. La rosa non sarà eccelsa, ma certe prestazioni, soprattutto a livello di approccio iniziale, sono inammissibili.

  27. sono un tifoso milanista. Non so se l’unico problema dell’inter sia l’allenatore, ma Mazzarri pur quando divideva le proprie tifoserie, aveva un pregio: la sue squadra, bella o brutta, aveva una fisionomia chiara e riconoscibile e soprattutto non “sbracava” mai. Questi 2 aspetti non riesco a vederli nell’inter attuale, e questo secondo me è un bel problema. Se le cose vanno avanti cosi ci aspetterà un bel derby.

  28. La società secondo me vorrebbe cambiare ma nn può farlo per ragioni economiche . Il problema e’ che la squadra lo ha mollato e lui nelle interviste dice cose che nn hanno senso ! Siamo in un vicolo cieco

    • Cambiare allenatore ha un costo economico, finire fuori dalle coppe o lottare per non retrocedere, pure.
      Dipende da come la si vede.
      La fortuna, ora, è che si sta fermi un giro.
      Se WM ha capito qualcosa (“meglio che io stia zitto”), agisca di conseguenza.

  29. Osvaldo (...di Lecce) // 6 ottobre 2014 a 08:21 // Rispondi

    Sic stantibus rebus (col senno di poi … ma era già chiaro ab initio) il danno economico è garantito in crescita. E non parlo … d’immagine. A dispetto dei soloni, esperti in consigli.

  30. foschettibruno // 6 ottobre 2014 a 08:23 // Rispondi

    Quo Vadis, INTER ?
    Non Ho piü`neppure la forza di arrabbiarmi!
    INGUARDABILI!!!!
    Bruno

  31. Tranne che per Benitez e Gasperini non sono mai stato per il cambio allenatore in corsa. Continuo a sostenere questa tesi anche con Mazzarri solo per la mancanza di alternative valide. Quindi società allenatore e giocatori facciano quadrato e trovino una soluzione per non mandare all’aria anche questa stagione. Io continuo a sperare nel terzo posto ed in una buona uefa tramite buone prestazioni a livello di gioco e carattere,se non sarà così a fine stagione Mazzarri svuoti l’armadietto e addio!

  32. Al di la di WM e dei giocatori (dei quali quelli di classe si contano sulle dita di una sola mano) la società sta scontando pressapochismo e umoralità della gestione post triplete. Se poi si aggiunge che WM pare non saper più che pesci pigliare, il quadro è completo.B Servirà tempo, molto tempo per risalire al posto che ci compete. Come sempre “spes ultima dea”!
    Forza Inter

  33. Mazzarrissimo // 6 ottobre 2014 a 09:01 // Rispondi

    Il problema e che di questa inter fai fatica a veder qualcosa di positivo..di migliorabile..sai già quale sono tutti i suoi limiti..mentre altra squadre come fiorentina o Milan…puoi ancora pensare a un salto di qualità..e non perché ci sono Inzaghi o Montella…ma perché ci sono giocatori come torres o cuadrado che in quest’inter sarebbero manna dal cielo..altro che icardi o guarin

  34. Alessandro // 6 ottobre 2014 a 09:06 // Rispondi

    Come da mio precedente post, il pronto soccorso inter arriva sempre in aiuto:
    Babacar,Cuadrado, non aveva ancora segnato Tomovic…Speriamo che dopo la sosta non si ringalluzziscano i vari Higuain & co.

  35. Mazzarrissimo // 6 ottobre 2014 a 09:06 // Rispondi

    Ero convinto che con mvila e medel l’Inter sarebbe stata più equilibrata..ma mi sbagliavo…mi ero dimenticato di dodo e icardi che sembrano sempre due stesi al sole sulla spiaggia che vanno a farsi una corsetta dopo mangiato..poi metti osvaldo che pensa solo a sfasciare lo spogliatoio e il solito juan jesus che non copre e non Riesce mai ad impostare…come pretendi che un allenatore possa caverne qualcosa di buono da un gruppo così? Personalità zero, primadonnismo dieci

  36. paolo luca // 6 ottobre 2014 a 09:06 // Rispondi

    la juve di Conte aveva gli 8 undicesimi della ridicola juve di Delneri: se hai in panca uno serio, i risultati si vedono o, per lo meno, eviti figuacce. Ergo, cambiare subito allenatore a condizione pero’ che si pigli uno davvero valido. Sennò tanto vale continuare e rendersi ridicoli con Mazzarri

  37. Ciao a tutti gli amici inc……avolati! Con questa squadra, nemmeno un redivivo H.H. 50enne farebbe meglio, ma la dignità umana dov’è! I giocatori corrono sul campo come se fossero braccati dalle api assassine, una corsa senza senso nè direzione precisa. Concedetemi una battuta: se anche a noi regalassero qualche rigore, magari qualche punto in più l’avremmo! (Sempre ammesso di segnarli, i rigori!)

  38. Mazzarri se va allenare la Juve vince lo scudetto ma se allegri viene al Inter il risultato è lo stesso di oggi.
    Questa squadra ha sempre il solito problema.
    Possiamo anche cambiare 4-5 allenatori ma il risultato è lo stesso.
    Ci vuole passione, grinta, voglia di giocare a calcio.Che non sia un attenuante, ma noi i rigori a favore mai, gli errori arbitrali a favore mai.

  39. Avete visto Handa sul terzo goal? Bastava allungare la gambetta sinistra come si fa quando giochi in porta sulla spiaggia contro la zia Teresa ed il Ragionier Filini. Se anche lui si dimentica i fondamentali, significa che oramai tutti hanno deposto le armi. E poi nessuna squadra al mondo ci mette dieci minuti per arrivare dalla difesa alla trequarti avversaria. Se non è incompetenza tecnica questa… Credo che sia meglio dare la squadra a Vecchi che sta spopolando con la Primavera.

    • …e perchè non Cauet o Bernazzani. Ma dài! Il caso Stramaccioni non ha insegnato proprio nulla? In Germania il Borussia fa più o meno i nostri risultati e nessuno sta crocefiggendo Klopp. Perché non proviamo a fare i conti alla fine? Tanto i soldi son questi quindi scordiamoci Mancini, Spalletti, ecc.

  40. Altra figuraccia in sette giorni. I giocatori sono cotti già alla sesta di campionato. Ma chi li prepara atleticamente? imbarazzante….auguriamoci di aver toccato il fondo.

  41. Ho 36 anni e quindi di campionati deludenti ne ho visti diversi, ma un’Inter così arrendevole già alla sesta giornata non lo avevo mai vista (forse con Gasperini/Ranieri), perchè di solito anche nelle stagioni più nefaste il crollo avveniva non prima del girone di ritorno…

  42. Sono sempre più convinto che siamo i bauscia non per nulla. Da noi i Mazzarri, i Gasperini, i Benitez, falliranno sempre. Noi abbiamo bisogno del Mancio, di Josè, a suo modo di Leonardo, di Sinisa, di un duo Strama-Deki, di gente che si faccia odiare da tutti e che sappia trascinare le folle, al di là del reale valore (modesto, nella fattispecie) della squadra. Non ho mai creduto a questa storia del DNA nerazzurro, ma ora inizio a crederci… Amala, sempre.

    • Si ma non mettiamo tutto insieme per favore. Un conto è Mourinho o Mancini, un altro Stramaccioni, un altro ancora Stankovic che ha appena cominciato
      GLR

      • Beh ovvio, lungi da me dal mescolare il Divino con il Blasfemo. Era solo un discorso generale per scindere chi può da chi non può sedere su quella panchina. E ripeto, tutto ciò al di là del tasso tecnico della squadra.

  43. Silvio da Torino // 6 ottobre 2014 a 09:42 // Rispondi

    E’ la prima volta, lo giuro, che non finisco di guardare una partita della mia Inter. Non riesco a capacitarmi di questa totale mancanza di voglia, di cuore, di amor proprio e di orgoglio. E due ore prima avevo visto la fame della tanto odiata Juve che, aiutini a parte, aveva messo sotto la fortissima Roma. Unica spiegazione che i giocatori abbiano scaricato WM e quindi bisognerà fare attenzione anche alla zona critica della classifica.

  44. A mio modo di vedere, il vero problema ora è cosa farà la società. Mi spiego, se credo (giustamente o meno non lo so e non mi interessa) non toccherà l’allenatore, chi si farà sentire per strigliare i ragazzi e far capire che la società sta con il mister e bisogna darsi da fare? Esiste (è una domanda per te GLR) una figura riconosciuta e autorevole (visto che abbiamo un presidente “pendolare”) che abbia il carisma per imporsi a questi “giocatori” e fargli sputare sangue sul campo?
    Ciao

  45. Giovedì gente con i crampi ieri sera sempre secondi sul pallone siamo alla 10 partita ufficiale e c’è già gente bollita arrivare a giugno può diventare una lunga agonia

  46. La verità impietosa è che sia che si giochi col doppio mediano (ieri), sia che si giochi con le 2 mezzali, sia che si giochi con 2 attaccanti o che sia uno solo con un “supporto”, non esiste una vera trama di gioco, se poi a questo si aggiunge la latitanza mentale delle ultime due partite (la testa fa tantissimo) i conti sono presto fatti.
    E non è questione di avere campioni in squadra, perchè ieri non abbiamo preso 3 gol dal Real Madrid.
    Ausilio e Zanetti, magari pure Moratti, due parole ??

  47. Ma perchè gli hanno rinnovato il contratto a WM.
    Non si puo’ nel calcio intelligente vedere prima i risultati e poi decidere?
    Adesso ci tocca pagarlo fino al 2016 (e profumatamente)
    Con quello che guadagna il mister, altro che la mano….
    Non ne posso piu’ del gioco inesistente di questa squadra.

  48. Un cambio di allenatore a stagione in corso avrebbe senso solo se si andasse a prendere qualcuno che potesse rimanere anche nelle stagioni successive. L’ennesimo “traghettatore” potrebbe fare addirittura peggio. Certo che parlare di traghettatori il 6 ottobre mette i brividi …

  49. 3 gol presi allo stesso modo,col difensore di turno che si scansa e lascia calciare l’avversario.Orrori individuali sommati ai limiti dell’allenatore.Non capisco il perché di un crollo così violento,perché non si può essere in riserva alla 10a partita stagionale,né essere così vulnerabili da chiunque si avvicini alla nostra area.Purtroppo non ci sarà l’esonero perché Thohir non può permettersi 2 allenatori con la morsa del fair play finanziario e del pool di banche a cui si è esposto.

  50. Questa volta non sono d’accordo con te la storia del calcio insegna che quando la squadra non segue l’allenatore è lui che va cambiato. Mazzarri mi ha profondamente deluso, non tanto per il gioco, comunque latitante, ma quanto per la condizione fisica che è veramente imbarazzante. Se decidiamo di tenerlo che cambi metodi: Conte un lunedi dopo che la Juve non aveva giocato come voleva lui ha fissato l’allenamento alle 8 del mattino annullando il riposo. Max

  51. Sogno questo comunicato: “Dopo le ormai croniche prestazioni indegne della squadra l’FC Internazionale comunica che ha sollevato Walter Mazzarri dalla carica di allenatore della prima squadra. Nel ringraziarlo per il suo onesto quanto infruttuoso operato gli offre una risoluzione consensuale del contratto con una buona uscita di 1mln, se dovesse rifiutare questa offerta più che generosa verrà trasferito fino alla fine del contratto in Indonesia a guadagnarsi il suo salario negli Inter Campus”

  52. Nelle interviste Mazzarri mi sembrava decisamente a dir poco confuso!

  53. a forza di gridare “via Mazzarri” per scherzo, ora quasi ci siamo! Sono curioso di vedere come reagirà Thohir: se ascolterà la piazza come fece – sbagliando – a gennaio, oppure se tirerà dritto per la sua strada. Nel frattempo, per fortuna, è cominciato il campionato di basket…

  54. Mauro Cozzi // 6 ottobre 2014 a 11:31 // Rispondi

    Vorrei tanto che mi passasse ogni volta la voglia di spegnere la tv dopo trenta minuti. Mi sbaglierò ma ho l’impressione che la squadra sia sfiduciata e non segua più il WM. In tutto questo abbiamo un presidente a 3000 km che parla di giovani indonesiani che potrebbero giocare in Italia. Tanti auguri.

  55. Sentite io sono qua in Indonesia … vado da Thohir e gli consiglio di cacciarlo a Mazzarri?
    Forza Inter sempre

  56. Ciao Glr seguo i tuoi commenti e li ritengo sempre obbiettivi. Vorrei aggiungere che aldilà’ di WM del quale abbiamo ormai compreso i limiti abbiamo una società’ assente: Thohir sembra un revisore di conti o un commercialista più’ che un presidente di calcio. Moratti si e’ giustamente fatto da parte. Fassone hai già detto tu è poco autorevole, lasciamo stare Zanetti che e’ li come bandiera…WM fa riflettere.

  57. elio55 Forlì // 6 ottobre 2014 a 13:33 // Rispondi

    Nel libro “anche le formiche nel loro piccolo s’incazzano”di Gino e Michele si dice che quando si tocca il fondo spesso si continua a scavare… poche parole per capire che siamo in questa situazione, la colpa è di Mazzarri ma non solo (giocatori ed anche dirigenti), entrano in 11 a giocare ma partecipano in pochi. questa è una orchestra con molti elementi ma nessuno suona o… nessuno sa suonare. … affidiamoci alla speranza, se ancora esiste.
    Basta scuse … non abbiamo l’osso al naso

  58. Guardando Mazzarri lo vedo assomigliare sempre più a Tardelli…

  59. Paolo Sabiu // 6 ottobre 2014 a 13:36 // Rispondi

    Spero che alla fine il polpo alla pignatta tu te lo sia mangiato con gusto, perché sai che spreco scagliarlo contro il TV per colpa di JJ!
    Ieri ho seguito la conferenza di WM a fine partita; se ti dico che non ci ho capito una mazza di quello che ha detto, mi credi? Beh, è già buono che stavolta non abbia addossato le colpe al gelataio della Pinetina…
    Già dai prossimi weekend l’interista potrà dedicarsi alle gite fuori porta, ché tanto ET guarda solo al bilancio e il tecnico non lo spedisce…

  60. la cosa che più mi preoccupa è che non credo che la squadra abbia mollato Mazzarri: a detta dell’allenatore c’è stato un patto con la squadra e poi ci sono molti volti nuovi, che interesse avrebbero a far andare la stagione a put…ne dopo 6 giornate? piuttosto mi sembra di rivedere l’inter di stramaccioni, senza idee, gioco ed un impronta di squadra e di questo è responsabile l’allenatore; comunque io non lo caccerei alla prima vera difficoltà da quando allena l’Inter.

  61. Che delusione, tutte le stagioni la solita solfa. Di solito sono positivo. Speravo davvero che, con la prima stagione completa di Erik Tohir Presidente, in Società si sarebbero decisi a nominare un Team Manager con le ‘palle cubiche’ in grado di tenere le relazioni dentro e fuori la Squadra, pronto a bastonare i giornalisti faziosi al 1° articolo tendenzioso e i giocatori al 1° allenamento scialbo e invece mi sembra rimasto tutto come prima. Siamo la squadra meno volenterosa della serie A.

  62. alberto speroni // 6 ottobre 2014 a 14:07 // Rispondi

    perche’ in italia non si dimette nessuno? CREDIMI fossi in mazzarri questa mattina avrei presentato le dimissioni. e’ palese che non e’ ben visto dall’ambiente, dai tifosi, e forse anche dai giocatori. la societa’ non lo caccia perche’ non puo’ economicamente. la parola DIGNITA’ esiste ancora?

    • Perdonami se nella tua domanda vedo una banalità sconcertante. Mazzarri è un professionista e non ha minacciato nessuno per avere contratto e ingaggio. Lavora per soldi, pure troppi, non per passione. Quindi perché mai dovrebbe dimettersi e rinunciare a più di 3 milioni di ingaggio all’anno? Come in tutte le cose di calcio, è alquanto discutibile poi se la colpa sia davvero tutta sua o se siano i giocatori a non capirlo. Se tu avessi sbagliato qualcosa nel tuo lavoro, ti dimetteresti rinunciando al tuo stipendio? No di certo, spero.
      Personalmente ho sempre detestato quelli bravi a fare i moralisti col culo degli altri.
      A Mazzarri, che non è un tifoso della Beneamata ma un professionista, non può essere chiesto di dimettersi alla sesta giornata, ripeto la SESTA GIORNATA, di un campionato. Se non lo si vuole più lo si licenzia.
      GLR

      • c’è una bella differenza tra noi comuni e mortali lavoratori e Mazzarri. Io faccio il CapoStazione e se sbaglio mi cacciano a calci nel posteriore anche se ho trentacinque anni di onorata carriera. Mazzarri è un libero professionista e sta dimostrando che le sue teorie all’Inter non trovano applicazione, quindi sarebbe più onorevole dimettersi che farsi cacciare! Non vedo un futuro roseo per l’Inter in questo campionato, finchè lui sarà l’allenatore!

        • Ma come si fa a paragonare il calcio alla vita reale? La professione di allenatore a quella di CapoStazione? Su, siamo seri. Un minimo di acume: nessuno si dimette per fare un favore ad altri, soprattutto se è un professionista e le sue responsabilità sono comunque da dividere con altri 20 che girano in campo. Per non avere più Mazzarri bisogna licenziarlo, non certo pretendere le due dimissioni. Non le danno persone con incarichi pubblici certificati al servizio della collettività , figuriamoci un professionista che opera in un mondo tanto opinabile qual è quello del calcio.
          GLR

  63. Avete una squadra che non vince da più partite? Un centravanti che non segna più? Qualcuno che non ha mai segnato in serie A? Niente paura? Prima o poi incontrerete l’Inter e queste strisce negative sono destinate a cessare!!!

    • Spot azzeccato, in effetti :)
      GLR

    • Paolo Sabiu // 6 ottobre 2014 a 17:32 // Rispondi

      È vero, l’Inter riesce nell’impresa di far resuscitare cani e porci! Per la cronaca, i tifosi viola sul 3-0 hanno ricantato la canzoncina, ovviamente cambiando il colore del pallone…

  64. Col passaggio da ThohIr a Moratti è cambiata la facciata, ma la sostanza è la stessa: una società che non esiste, senza programmi sul futuro.
    Costruire una squadra non vuol dire prendere un mediocre allenatore – aduso a un solo schema, che in Europa non segue quasi nessuno – e dirgli: “fai tu, hai carta bianca.”
    Mi ricorda Cuper, il gioco basato sugli esterni e la cessione del centrocampo agli avversari. Gli esterni sono dei somari? Pazienza, si perderanno tutte le partite. Che problema c’è?

  65. Osservatore // 6 ottobre 2014 a 15:20 // Rispondi

    non ho visto la partita perché ho salutato la mia convivente, ho preso le mie cose e me ne sono andato di casa. Come la mia Inter la amo ancora ma mi ha sfinito ed è completamente inaffidabile.
    Che domenica disgraziata!

  66. “i nazionali sono arrivati dopo” – “ho dei giocatori stranieri che non parlano ancora italiano” – “col Cagliari nel 2° tempo abbiamo contenuto bene il passivo” – “con le coppe non ho tempo per allenare i giocatori” – “questa squadra non puo’ reggere la difesa a 4″ – Io mi chiedo: ogni squadra che vedo giocare ha un gioco, nazionali, stranieri, difesa a 4, 3 punte etc…PERCHE’ solo lui non ne è capace? ma cosa dice nelle interviste?

  67. Penso che queste 2 MAZZATE in campionato siano molto utili per il futuro perché credo che sia in squadra che in società qualcuno si sia montato la TESTA! Mi riferisco in particolare ai “consigli tattici” arrivati dall’alto a Mazzarri nelle settimane precedenti. Possibile che non si capisca che il modulo non conta NIENTE e che se SALTA IL PROGETTO MAZZARRI SALTA TUTTA l’INTER!! Pensate con che spirito si potrebbe nuovamente ricominciare tutto da capo? con quali prospettive? con chi? con quali soldi?

  68. Ahhh…. come mi manca Moratti!!
    A questo punto ci avrebbe già pensato lui a porre fine a tanta sofferenza……….
    E pensare che ho appena letto che Thohir ha detto che ha ancora fiducia in Mazzarri!!!
    Ma dove vive questo, su Marte?

  69. Se e’ vero che non corrono perche’ atleticamente scarichi c’e’ da prendere il preparatore e sgozzarlo. Ad inizio ottobre stanchi? Non ci credo! Credo invece che la squadra non segua Mazzarri anche perche’ se si esprime come davanti alle telecamere chi lo capisce? Magari la rosa sara’ scarsa, ma non peggio di Empoli, Udinese e Samp che sono squadre dignitosissime

  70. Triste verificare, partita dopo partita il mio facile quanto infausto vaticinio. Il vero tragico errore è molto a monte. Mazzarri aveva già ampiamente dimostrato di non essere allenatore valido, almeno per l’Inter. Ma quando una Dirigenza gioca a fare Tafazzi e non solo conferma anzi prolunga di un anno il contratto dell’allenatore be’… qualche problema c’è! Un’altra stagione buttata perchè certamente anche quest’anno la zona Champions la vedremo con il binocolo. Tutto cambia, nulla cambia

  71. I nostri governanti (di qualsiasi colore e bandiera) sono lì da decine di anni con risultati a dir poco disastrosi e non si dimettono mai e noi pretendiamo che Mazzarri si dimetta dopo 2 sonore sconfitte? E gli asini che volano?

  72. Fabio Primo // 6 ottobre 2014 a 18:06 // Rispondi

    Il crollo fisico e psicologico improvviso è sconcertante, già a fine settembre.
    Si mettono già in dubbio le scelte di mercato, gli acquisti ma anche le cessioni come quelle di Cambiasso e Rolando, tra i migliori la scorsa stagione.

  73. Il morattismo e’ finitooooo! Nn si cambia allenatore ! I tifosi possono sfondare il muro a testate ma la realtà e’ questa. Cambiare allenatore dopo 6 partite nn porterebbe a nulla.

  74. Ho appena letto in rete: “Mazzarri: io non mollo”. Fa bene (è un suo pieno diritto) e va bene.
    E in quanto al “mollare” siamo a posto. In quanto al “barcollare”, però, mi pare che ci sia ancora qualcosina da sistemare… 😉

  75. Da quanto capisco, comprensibilmente, non c’è più nessuno o quasi ritenga opportuna la permanenza di Mazzarri su questa panchina. Ed il nome più richiesto per sostituirlo è quello di Mancini per quello che rappresenta ed ha rappresentato, ma c’è Zenga che gonfia il cuore di molti e l’aspetto economico lo mette in pole. Io proverei Zac l’orientale

  76. Finchè resta Mazzarri non guardero’ piu’ l’Inter. Proprio non lo reggo piu’

  77. Inter pessima. È da aprile che sostengo che Mazzarri vada cacciato. Esprimo anche seri dubbi sulle qualità di Ausilio, eccessivamente elogiato da tutti, ma che non ha ancora capito che il suo lavoro è quello di contribuire a far vincere l’Inter. E’ da mesi che dico che va cambiato modulo ma WM non cede al suo 3-5-2 o al suo 3-6-1. Thohir caccia la grana e prendine un altro: va bene anche il TRAP!!

    • Ecco uno che aveva capito tutto! Ora dopo Mazzarri, anche Ausilio non è capace! E Thohir che ha preso in mano concretamente l’Inter da tre mesi deve cacciare la grana, quando è stato spiegato anche ai sassi che si devono mettere a posto i conti. Ma c’è sempre chi sapeva tutto. Quelli che passano il tempo a dire “io l’avevo detto” mi han sempre fatto ridere, visto che nel calcio situazioni e sentimenti cambiano ad ogni partita. Quindi avevi anche detto che fino alla quarta giornata l’Inter avrebbe avuto il miglior attacco e la miglior difesa e che nelle due giornate successive sarebbe rotolata al sesto posto!
      Nostradamus!
      GLR

  78. Mazzarri avrà pure le sue colpe, ma è possibile che i giocatori non hanno un minimo di grinta, voglia, ambizione nel vincere le partite? Scendono sempre in capo svogliati e senza concentrazione e di tutto questo non può essere colpa solo dell’allenatore, i giocatori dovrebbero avere un po’ più di palle…Mazzarri probabilmente con un altro risultato negativo sarà esonerato, ma credo che per L’Inter cambierebbe poco, chiunque prenda il suo posto…

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili