2014-15 AndPloffEL: Stjarnan-Inter 0-3

MARCATORI: Icardi (I) al 41′ p.t.; Dodò (I) al 3′, D’Ambrosio (I) al 44′ s.t.
STJARNAN (4-2-3-1): Jonsson; Vemmelund, D.Laxdal, Rauschenberg, Arnason; A.Johannsson, Runarsson (dal 25′ s.t. Toft); Bjorgivnsson, Punyed, Finsen; Gunnarsson (dal 25′ s.t. G. Johannsson). (Johannesson, Ottesen Palsson, Aegisson, Blondal, J.Laxdal, Barddal). All.: Sigmundsson.
INTER (3-5-1-1): Handanovic; Ranocchia, Vidic, Juan Jesus; Jonathan (dal 30′ s.t. D’Ambrosio), Hernanes (dal 43′ s.t. Kuzmanovic), M’Vila, Kovacic, Dodò; Botta; (dal 16′ s.t. Osvaldo); Icardi. (Carrizo, Andreolli, Guarin, Obi). All.: Mazzarri.
ARBITRO: Strahonja (Croazia).
NOTE: serata fredda, terreno in perfette condizioni, spettatori 10mila circa. Ammonito Vidic per gioco scorretto. Angoli: 5-2 per l’Inter. Recupero: 0′ p.t.; 3′ s.t.

Poca cosa, francamente, il simpatico Stjarnan, al di là dei 15 risultati utili consecutivi dai quali veniva. L’Inter ha così aperto ufficialmente la sua stagione con un rotondo 3-0 che vale già l’accesso ai gironi di Europa League. Al di là dell’ormai consolidato mantra ‘via Mazzarri’, l’Inter, schierata con ben sei giocatori abituati a giocare davanti alla linea del pallone, ha fatto quel che doveva. Tra le note più positive: Dodò, bravissimo sul corridoio sinistro, Ranocchia, finalmente attento in chiusura e rilancio e M’Vila discreto metronomo davanti alla difesa.  A voler essere proprio critici, restano tremendi i piedoni di marmo di Juan Jesus, mentre Kovacic, autore di qualche spunto di classe, ha confermato di non avere nel tiro il suo punto di forza e questa non è certo una buona cosa. In compenso quando Botta ha lasciato il campo a Osvaldo, si è finalmente visto invece il vero attaccante di razza: bellissima l’azione personale con cui l’italo-argentino è andato al tiro, deviato sulla traversa. Buono anche l’impatto sulla partita di Danilo D’Ambrosio, autore del gran gol che ha calato definitivamente il sipario. In ogni caso contava chiudere il discorso qualificazione già all’andata e ridurre il retour-match ad amichevole. E lo si è fatto.

Highlights
24′ Colpo di testa di Ranocchia, Finsen salva sulla linea
41′ 0-1 di Icardi su assist di Dodo, a vuoto la difesa islandese
42′ Hernanes da lontano, para Jonsson
48′ 0-2 di Dodò di testa su assist di Jonathan
51′ Icardi spreca l’assist perfetto di Hernanes
73′ Juan Jesus salva davanti a Handanovic
84′ Handanovic salva su Finsen
87′ Traversa di Osvaldo dopo gran destro a giro
89′ 0-3 di D’Ambrosio su assist di Kuzmanovic

 
 
 
 

 

 

14 Commenti su 2014-15 AndPloffEL: Stjarnan-Inter 0-3

  1. sarà che questa sera con gli islandesi l’impegno non era proprio come a Madrid, ma con gli altri in studio mi avete fatto veramente ridere…Secondo me Dodò può fare molto bene…Osvaldo che piedi…Possiamo divertirci, almeno in Europa League!

  2. Pasquale Somenzi // 21 agosto 2014 a 00:35 // Rispondi

    Nell’inosservanza generale l’Inter ha applicato un nuovo schema, il 3-5-4 PALLA A TERRA,
    infatti dopo il 1 settembre scorso a Catania, grazie al fatto che Cagliari-Inter si giocò a Trieste e col Trapani in Coppa Italia non era previsto il ritorno, l’Inter ha giocato partite ufficiali per 354 giorni sulla TERRA…ferma.
    Pasquale.

  3. liscio come l’olio, ma non scontato. ottimo Dodo, si vedono giocatori buoni (Osvaldo). ma non voglio dimenticare la pochezza del primo tempo senza alcun tiro in porta. difesa chiusa ermeticamente, ma resto convinto che nel modulo Mazzarri debba osare qualcosa in piu’. Se vendessimo ameno uno tra Guarin, Kuz o Alvarez, arriverebbe un’altra punta e allora si…

  4. Partita che lascia il tempo che trova, tra l’altro era la mia “prima” stagionale. A naso….M’Vila mi sembra buono e nemmeno tanto grezzo (ma con tibie montate al contrario e i piedi piatti), Dodò si sa che è bravo, Osvaldo giocherà più di Palacio al fianco di Icardi (per lui un tiro un goal, ma ormai è la sua regola), il Divino ora è davvero un giocatore di calcio. Concordo con te sulla necessità di un attaccante, però ieri sera sembrava menassi sfiga con la storia degli infortuni!! :-)

  5. Peccato solo non aver fatto fare un gol agli islandesi per vedere le loro esultanze…fantastiche! Scherzi a parte aspettiamo fine mercato e test un po’ più duri. La sensazione è che una punta che salti l’uomo manchi per riuscire a far saltare il banco quando gli avversari, a san siro, si chiuderanno meglio dei simpatici islandesi. Kovacic ti lascia l’urlo in gola: sembra spaccare ma poi quasi sempre non completa la giocata. Va comunque fatto giocare con continuità per acquisire fiducia.

  6. Va bene tutto, ma ci mancava pure che non vincessero contro questi volenterosi (e poco più) islandesi! Ne segue che di questo edit la cosa che balza più all’occhio… è come l’hai impostato: ANDPLOFFEL. :-)
    Per un attimo ho pensato che tu stessi scrivendo in tedesco… 😀 😀
    Strano che il bravissimo (e dico sul serio) Walter Sabatini abbia lasciato andare via Dodò. A me pare non bravo, ma molto bravo.
    Ciao, Rob

  7. Paolo Sabiu // 21 agosto 2014 a 11:12 // Rispondi

    Pablo Daniel ha davvero una bella ‘minella'; speriamo che abbia più fortuna sui prossimi tentativi!
    Non male Dodò (da non confondere con Dudù…), come esterno sinistro. Vidic è una sicurezza!
    La pecca: ho visto troppa leziosità sotto porta; in altre gare bisognerà essere più decisi da quelle parti!
    A proposito: via Mazzarri, via Mazzarri, via Mazzarri!… 😉

  8. Ho sentito dire che M’Vila ha piedi grezzi: io gli ho visto fare 6/7 aperture di prima di 35 metri sui piedi, e quando c’e’ da sbrogliare, e’ sempre sul pezzo. e’ giovane, credo possa diventare un bel giocatore. e finalmente un bel terzino sinistro, mi ricorda Maxwell, piede vellutato e cross di prima a rientrare, ben tagliati, ottimo acquisto!

  9. Mazzarrissimo // 21 agosto 2014 a 13:34 // Rispondi

    Kovacic se avesse un pelo della classe di recoba (per citare uno al quale viene paragonato da chi non capisce niente di calcio) sarebbe un gran bel talento..io addirittura per esaltare la sua qualità maggiore (il dribling in velocità) proverei a farlo giocare seconda punta ” alla Lavezzi”…il problema e che poi vicino ci devi mettere osvaldo e non icardi che secondo me è più una seconda punta fisica che un vero e proprio centravanti d’area..

  10. Diciamo: ” discreta la prima”- Visto l’avversario, teniamo la temperatura bassa –
    Circa la mal disposizione di Kovacic al tiro, effettivamente stupisce che un giocatore dalle buone qualità tecniche esali dei tiruzzi che farei io, attempato tifoso che ha visto giocare Ghezzi e Lorenzi – Mi è piaciuto Dodò, e ho visto con piacere Vidic, parlare con aria autorevole ai suoi giovani compagni di reparto – Manca ancora una vera punta, perchè solo tre sono poche.

  11. Mauro Cozzi // 21 agosto 2014 a 22:56 // Rispondi

    Bene così, avevamo solo da perdere in questa partita. Se non vincevi partiva la rumba di interisti e non… Kovacic non tira in porta, vero, ma all’intervallo ha dovuto spiegare al divino la sua visione di calcio. Con Maicon di oggi, neanche quello di ieri, a fine primo tempo stavamo tre a zero….

  12. Il risultato non era in discussione contro una squadra di semi-professionisti. Sul piano del gioco ho rivisto i problemi messi in luce contro Eintracht e PAOK. Solo nel secondo tempo, a risultato acquisito, si è visto a tratti un discreto fraseggio con tocchi di prima e movimento senza palla.
    Rimane la sensazione che si vedrà che la coperta è corta quando si affronteranno situazioni difficili e partite bloccate.

  13. Mazzarrissimo // 22 agosto 2014 a 22:15 // Rispondi

    Per me mazzarri fa il calcio più simile al Barcellona di guardiola, con giro palla ossessivo e laterali che fanno gli attaccanti aggiunti…solo che se al posto di messi, Dani alves e iniesta hai quello che hai…in più gode di cattiva stampa e dà fastidio

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili