1UEL: Dnipro-Inter 0-1

MARCATORE: D’Ambrosio al 26′ s.t.
DNIPRO (4-2-3-1): Boyko; Fedetskiy, Mazuch, Douglas, Strinic; Kankava, Rotan; Bruno Gama, Kravhcenko (dal 22′ s.t. Shakhov, dal 29′ s.t. Lukchevych), Konoplyanka; Zozulya (dal 34′ s.t. Kalinic). (Lastuvka, Cheberyachko, Mihunov, Politylo). All. Markevich.
INTER (3-5-1-1): Handanovic; Campagnaro, Vidic, Juan Jesus; D’Ambrosio, Hernanes (dal 31′ s.t. Jonathan), M’Vila, Kuzmanovic (dal 17′ s.t. Osvaldo), Dodò; Guarin; Icardi. (Carrizo, Andreolli, Ranocchia, Obi, Palacio). All. Mazzarri.
ARBITRO: Zwayer (Germania)
NOTE – Ammoniti Zozulya (D), Kuzmanovic (I), Strinic (D). Espulso Rotan (D) al 22′ s.t. per doppia ammonizione

Immagino che dopo la goleada al Sassuolo, qualsiasi persona di buon senso sia in grado di capire che questa era una partita ben diversa, in trasferta a Kiev e contro il Dnipro, ovvero a prima vista la rivale più attrezzata del girone F, quello dell’Inter. In queste partite, nel bel mezzo dell’avvio di campionato, l’esigenza di fare spettacolo è assolutamente secondaria rispetto a quella di fare subito risultato per archiviare la più presto la qualificazione alla seconda fase dell’Europa League. E, sinceramente, sapendo che l’Inter di Mazzarri, raramente gioca un calcio spumeggiante, è andato tutto come mi aspettavo. Buon turn-over e massimo risultato col minimo sforzo. Mazzarri l’ha giocata come l’aveva pensata: lavoro ai fianchi dell’avversario usando una sola punta, Icardi assecondato da Guarin e seconda punta, Osvaldo, nella ripresa con rapidi assalti dalle fasce. E proprio da uno di questi è arrivato il bel gol-partita di Danilo D’Ambrosio, forse il migliore in campo. Ad aiutare Mazzarri c’è stata l’espulsione di Rotan proprio pochi minuti prima del vantaggio interista. Tutto come previsto, insomma e con il pareggio a reti bianche tra St.Etienne e Qarabağ, l’Interè già sola in vetta al girone.
In più è proseguita l’operazione per il totale recupero di Fredy Guarin alla causa nerazzurra, almeno fino a gennaio, poi si vedrà. Il colombiano, incoraggiato dalla fascia di Capitano, ha risposto con l’assist vincente per D’Ambrosio, il secondo dopo quello ad Osvaldo col Sassuolo, dove aveva anche segnato. Insomma, missione compiuta e difesa imbattuta per la quinta partita consecutiva. La sola presenzadi Vidic, per altro, dà sicurezza a tutto il reparto.

Highlights
1′ Tiro di Konoplyanka respinto da Handanovic
50′ Testa di Guarin da posizione ravvicinata, palla sul fondo
58′ Doppio miracolo di Boyko prima su D’Ambrosio e poi su Icardi
61′ Tiro a giro di Konoplyanka fuori di poco
71′ 0-1 Assist di Guarin per D’Aambrosio, dribbling e palla tra le gambe di Boyko

24 Commenti su 1UEL: Dnipro-Inter 0-1

  1. La squadra dà l’impressione di essere molto più solida dello scorso anno e questo è l’aspetto più rilevante. Tra l’altro il gruppo sembra coeso e Guarin capitano ne è l’esempio. Solite critiche per la storia delle due punte, ma credo che Mazzarri non possa rischiare di perderne magari una per infortunio avendone solo tre in rosa e con Palacio non ancora pronto. Ad ogni modo credo che vedremo un’Inter di “governo” con avversari abbordabili e un’altra di “lotta” (due mediani) con quelli ostici.

  2. Prestazione da squadra matura.

  3. Vidic e’ veramente un gigante, dà sicurezza al reparto guidando i compagni. Dovremmo cercare di migliorare l’impostazione del gioco da dietro perché nn posso avere la tachicardia ogni volta che Juan tocca palla. Comunque buona partita con una buona rotazione dei giocatori. Avanti Così e via Mazzarri sempre

  4. Nella partita casalinga contro lo Stjarnan rilevavo lo scarso apporto di D’ambrosio, quasi stranito nella fase offensiva. Sono contento di ritrovarmelo decisivo e pimpante in quel di Kiev (aveva sfiorato il gol poco prima con un bell’inserimento). E’ un investimento che l’Inter ha fatto per rinforzare le fasce ed è giusto valorizzarlo. Credo che con lui, Dodò, Nagatomo ed il ‘Divino’, senza tralasciare Mbaye, abbiamo un buon pacchetto di terzini. Bene Guarin, bene Vidic. così così Hernanes.

  5. Questo è proprio quello che mi aspetto dall’Inter di Mazzarri quest’anno: vincere quelle partite che l’anno scorso si sarebbe fatto fatica a pareggiare! Credo che così potremmo veramente arrivare in fondo su tutti e 3 i fronti anche se gli obiettivi MINIMI penso siano: 4° posto in campionato, semifinali di Coppa Italia e quarti di Europa League.
    E’ ovvio che il VERO obiettivo sia in tutti e 3 i casi un PASSO IN PIU’!!!
    A proposito l’Italia ha sorpassato il Portogallo nel Ranking Uefa: ora è 4°!

  6. Sì, però diciamo le cose come stanno, l’espulsione era assolutamente ingiustificata. Il Dnipro è stato molto penalizzato da questo evento perché Rotan dava molta quantità al centrocampo ucraino. Così come ci lamentiamo sempre per i torti subiti, questa volta dovremmo ammettere che l’arbitro ha preso un granchio a nostro favore…
    Per il resto non c’è male.

    • Rotan è stato richiamato per tre volte tra il primo e il secondo tempo. Per due volte ha avuto una ramanzina sul fatto di tenere i gomiti a posto. Poi, l’han cacciato al fallo meno evidente. Ma succede…
      GLR

    • in europa la gomitata che ha preso MVila viene sempre sanzionata col rosso, e c’era un rigore solare per noi…quindi aiutati, direi proprio di no, Rotan doveva uscire molto prima per i ripetuti falli precedenti

  7. caro GL, stavolta l’hai detta grossa :) il migliore in campo D’Ambrosio ? mamma mia ! da quando e’ all’Inter non gli ho visto fare una partita decente. Ieri tolto il gol, ha ciccato l’impossibile, dai passaggi ai cross. E con lui ieri, ci metto anche Hernanes, pessimo

    • Va beh, dipende sempre da cosa si aspetta uno. Nel gol e nell’altra vera occasione da gol è stato protagonista. Poi, ovvio che abbia i suoi limiti come tanti altri, ma stavolta questi non si sono visti
      GLR

  8. Via Mazzarri…ha sbagliato formazione e chissenefrega se domenica c’è il Palermo…via Mazzarri…ha giocato con una punta sola…e chissenefrega se ne ha solo tre e due di queste non ancora a posto…via Mazzarri…via Mazzarri
    P.S….ho capito perchè ci abbiamo messo due mesi a prendere M’Vila…a kazan non finivano più di ridere (onestamente però nel secondo tempo è stato meno pietoso)
    Ciao

    • Mazzarrissimo // 19 settembre 2014 a 15:45 // Rispondi

      Lo sto dicendo da tempo..quando caleranno sia lui che medel..l’Inter farà fatica a reggere hernanes e kovacic insieme..si sta facendo l’errore di sopravvalutare gli acquisti perché in questo momento le gambe dei giocatori girano bene..ma è una squadra con qualità modesta e presto verranno allo scoperto i limiti..ma sarà ovviamente colpa di mazzarri

  9. OK per i 3 punti e anche buone fasi di gioco – a quelli che: L’Inter di Mazzarri gioca male” consiglio lettura del sommo Gianni Brera circa i suoi concetti di bel gioco – Molto bene D’Ambrosio e Dodò, positiva azione recupero Guarin, mentre Osvaldo quando entra crea sempre utile movimento in attacco. Noto con piacere Vidic dialogare spesso coi compagni di difesa. Purtroppo Hernanes in ombra, visto perdere anche diversi palloni.. Jonathan (abusivo) interno di centrocampo, anche no, grazie.

  10. Innanzitutto sono davvero contento che tutte le squadre italiche abbiano fatto ottime figure nelle Coppe, finora. Questa è la cosa che mi preme maggiormente! Parlando della partita col Dnipro, nella fattispecie, mi ha fatto piacere vedere salire sugli scudi D’Ambroeus, il quale è partito come piccolo pedone, è avanzato sempre più fino ad arrivare dall’altra parte della “scacchiera verde”… e si è ritrovato promosso a Regina con un gol davvero formidabile… se mi passi la metafora. Avanti così!

  11. Mazzarrissimo // 19 settembre 2014 a 15:52 // Rispondi

    La mano di mazzarri si vede..gli esterni segnano e si gioca palla a terra con fraseggi corti e si fanno le ripartenze veloci nella metà campo avversaria con difesa alta..tutto questo reggerà ovviamente fin quando la condizione permetterà l’atteggiamento offensivo in campo..appena ci sarà un calo..mazzarri dovrà ridisegnere la squadra per non rischiare di fare partite come quella di Torino contro la Juve o a Roma contro la Lazio dove fisicamente la squadra non remava più come inizio campionato

  12. una volta di piu’ si e’ dimostrato al mister che deve giocare con due punte. lo capira’ mai? sono fiducioso: squadra solida destinata a migliorare. purtroppo anche i cugini…

  13. Devo dire che è un piacere leggere i post sul tuo sito perché sono commenti ragionati e ragionevoli. Non sono beceri o fine a sé stessi come spessissimo avviene con gran parte dei tifosi di di calcio.
    È un blog di qualità, e sono contento di averlo scoperto.

  14. A me Mazzarri non fa impazzire, pero’ anche lui deve fare il salto di qualità per dimostrare di essere un grande allenatore, quindi sosteniamolo poi se a fine giochi non arriva nulla, penso che lui stesso si farà da parte

  15. Nel complesso buona partita ma non penso che D’Ambrosio sia questo fenomeno, ok ha segnato il gol vittoria ma mi sembra che un esterno debba fare sia la fase difensiva oltre a quella offensiva, per me Mototopo a vita e forse anche M’baye è meglio. Detto questo difesa ok a centrocampo Hernanes latitante come con il Sassuolo, M’Vila ancora fuori forma. Guarin buona prova, bene responsabilizzarlo con la fascia, attaccanti bene per le palle che hanno avuto. Sufficienza piena anche al Mister

  16. Partita noiosa… A Palermo WM deve osare di più, servono 3 punti.
    Rotan? Dopo un po’ di falli ripetuti, in Europa può anche starci che ti caccino. Certo però che vedere incolonnate Dnipro, St. Etienne e Qarabağ non è proprio come leggere Bayern Monaco, Real Madrid e Arsenal, ma pazienza… “Per aspera ad astra”, dicevano i latini: speriamo che quest’anno di purgatorio serva come incentivo per tornare in Champions il prossimo.
    In fondo, mi pare ci sia qualcuno che non disputa nemmeno l’EL… ;-

  17. Aspettiamo a criticare Mazzarri anche lui è chiamato quest’anno a dimostrare che allenatore e’.quindi fiducia e forza inter

  18. Han fatto ciò che dovevano senza rischiare quasi nulla. Girone già in discesa. Cosa si voleva di più? Il 10 loro mica male.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili