16C: Inter-Lazio 2-2

MARCATORI: F. Anderson (L) al 2’ e al 37’ p.t.; Kovacic (I) al 21’, Palacio (I) al 37’ s.t.
INTER (4-1-4-1): Handanovic; D’Ambrosio (dal 45’ s.t. Campagnaro), Ranocchia, Juan Jesus, Dodò (dal 45’ p.t. Medel); Kuzmanovic; Palacio, Guarin (dal 30’ s.t. Bonazzoli), Kovacic, Nagatomo; Icardi (Carrizo, Berni, Andreolli, Vidic, Obi, Mbaye, Krhin, Hernanes) All. Mancini
LAZIO (4-3-3): Marchetti; Basta, De Vrij, Cana, Radu; Parolo, Ledesma (dal 37’ s.t. Gonzalez), Lulic (dal 19’ s.t. Onazi); Felipe Anderson, Klose (dall’11’ s.t. Djordjevic) , Mauri (Berisha, Strakosha, Konko, Keita, Cataldi, Cavanda, Novaretti) All. Pioli
ARBITRO: Tagliavento.
NOTE: ammoniti F. Anderson, Lulic, Klose, D’Ambrosio per gioco scorretto. Recuperi: 1’ p.t.; 3’ s.t.

Purtroppo anche l’ultima partita del 2014 ha evidenziato i limiti, per non dire, i cedimenti strutturali di questa Inter. E come con l’Udinese e, parzialmente con il Chievo, anche la solita partita a due facce.
Agghiacciante il primo tempo, con una serie di errori che manco a farlo apposta e con un doppio svantaggio, gagliarda la ripresa fino alla rimonta di cuore e di nervi.
La formazione iniziale di Mancini ha certamente destato dubbi, con la continua inversione sul binario sinistro di Nagatomo e Dodò, ma non fino al punto di finire acqua alla gola per la doppietta di Felipe Anderson che nelle precedenti 26 partite aveva segnato un solo gol in campionato!
La musica è sempre la stessa: andatevi a rivedere gli errori di posizione, al di là del centrocampo che è quello che è, dei soliti noti Ranocchia e Juan Jesus, che internet ha già impietosamente presentato in ironica riedizione Fantozzi e Filini.
Nella ripresa, con Medel al posto di Dodò e del sempre più fischiato Guarin per Bonazzoli, mossa che uno come Mazzarri non avrebbe fatto manco sotto tortura, l’Inter è risorta. Prima le occasioni Icardi e Kuzmanovic, poi l’assalto all’arma bianca, come una vera squadra, non quella sconsolatamente undicesima in classifica.
E allora Kovacic, miglior partita interista di sempre, si è inventato uno dei gol più belli degli ultimi anni: benedetto ragazzo, ma perché questa è stata solo la prima volta in due anni che hai calciato in porta al volo così forte, così teso e così preciso? Mateo, quando puoi, tira, cazzo, tira!
Poi riecco il Palacio goleador: non la metteva dentro proprio dall’ultima gara dello scorso campionato, proprio con la Lazio! E alla fine l’Inter ha provato anche a vincere con un colpo di testa dopo mischia in area di Kovacic, alzato sopra la traversa da Marchetti. E se oltre a Guarin, Icardi fosse sceso in campo sul serio o ci fosse stato Osvaldo, in permesso anticipato per via di un lutto, magari ci sarebbe riuscita.
Il 2014 ci saluta con un terzetto sul gradino più basso per la Champions League, Lazio, Napoli e Sampdoria. E con gli altri a ridosso che possono ancora sperare, Inter compresa. Ma senza rinforzi azzeccati, auguri sinceri. E non solo di Natale.

Highlights
2’ 0-1 Radu per Anderson e diagonale vincente
6’ Anderson pescato davanti a Handanovic calcia alto
31’ Tiro di Guarin fuori di poco
37’ 0-2 azione personale di Anderson
60’ Tiro di Kuzamanovic deviato Marchetti ci arriva
66’ 1-2 Potente tiro al volo di Kovacic
81’ 2-2 Torre di D’Ambrosio per Palacio che insacca
84’ Colpo di testa di Kovacic, Marchetti devia

61 Commenti su 16C: Inter-Lazio 2-2

  1. Pasquale Somenzi // 22 dicembre 2014 a 04:15 // Rispondi

    Sta diventando una costante prendere almeno 2 gol in casa nelle partite
    di campionato essendo la terva volta consecutiva (Verona, Udinese, Lazio)
    e andando a ritroso è già la quinta volta nelle ultime 6, infatti a parte l’1-0
    con la Sampdoria in precedenza ci furono il 2-2 col Napoli e la sconfitta col
    Cagliari il cui risultato è indimenticabile.
    Per trovare 3 partite in casa di campionato con almeno 2 gol subiti basta
    però risalire di 2 anni e mezzo, precisamente al derby del 6 maggio 2012
    vinto 4-2 a cui han seguito le prime due casalinghe 2012/13, ossia Inter-Roma 1-3
    del 2/9/12 e Inter-Siena 0-2 del 23/9/12.
    C’era finora un solo precedente finito 2-2, precisamente il 6 dicembre 1936 con
    l’Inter che si era portata sul 2-0 con Bisigato e Ferraris II e nel secondo tempo
    la Lazio pareggiò con Camolese e Piola, ma da notare che 4 giornate dopo la
    Lazio chiuse il girone d’andata al primo posto mentre l’Inter al decimo.
    Pasquale.

  2. Roberto Scibetta // 22 dicembre 2014 a 04:33 // Rispondi

    Udite udite, ABBIAMO UNA SQUADRA!

  3. Ranocchia e Guarin: per favore, BASTA, BASTA, BASTA!
    Se esiste un’entità superiore del calcio, faccia in modo di spedirli al Milan

  4. Penso che per i primi 44 minuti qualche colpa ce l’abbia pure il Mancio. Naga e Dodò così non si possono vedere e senza Medel manca filtro. Sta provando cose nuove ma molti giocatori non rispondono essendo scarsottoi.Poi i soliti errori dietro. Però si prova a giocare a calcio, i centrali difensivi hanno giocato nella metà campo avversaria, non sono Nesta e Maldini e quindi… Però alla fine avremmo anche meritato e la partita la guardo con gusto. Così 5/6 posto e aspettiamo Thohir.

  5. Partita raddrizzata col cuore, come giustamente dici.
    Però non si può giocare solo un tempo.
    In più come dici tu, certi giocatori sono veramente imbarazzanti e ricordano il peggior Gresko.
    Nagatomo va bene solo per il marketing. Mai un cross decente… e poi Icardi, mai una volta che faccia un movimento a tagliare sul primo palo (dove arrivano i pochi cross che si riescono a fare).
    Per ora almeno si è vista una grande reazione, ma non credo basterà per una stagione almeno dignitosa.

  6. Rispetto all’era-Mazzarri, fatta di lentezza e passaggi in orizzontale (oltre le abituali oscenità), questa Inter mi piace: dinamica, rapida, aggressiva.
    Rimane invariata una buone dose di sfortuna, errori che paghiamo sempre a caro prezzo (due tiri-due gol, copione già visto) ed i tiri in piccionaia di Guarin (da vendere, possibilmente non alla Juve, che poi sicuro che diventa un fenomeno).
    Il pubblico di San Siro dovrebbe sostenere la squadra con più calore, visto l’impegno che mette in campo.

  7. forse a gennaio arriverà qualcuno, ennesima occasione buttata. Ha ragione MM per una volta, licenziarli tutti, lui compreso che li ha portati qui, forse si salvano 3 o 4.
    Ogni volta che uno si illude, la partita dopo ti riportano sulla terra. Ho solo un dubbio, ma perché non mette Vidic? Vorrei vederlo, peggio di questi non potrà certo fare.

  8. claudioeffedeejay // 22 dicembre 2014 a 08:21 // Rispondi

    Ranocchia non è da serie A ed è il primo grande equivoco di questa squadra. Ognuno con lui diventa un fenomeno. Juan Jesus pieno di marmo le gioca tutte, con qualsiasi allenatore, perché è l’unico ad essere veloce. Magari a fianco ad un grande può diventare pure bravo, piedi a parte (non che Samuel avesse chissà che tecnica). Cominciamo a prendere un difensore normale, vedrete che tutta la squadra ne gioverà.

  9. Negativo:
    i soliti errori in difesa, forse formazione/modulo sbagliato, ma è giusto provare, Guarin che mi è simpatico, si impegna, ma…
    Positivo
    la reazione, per la prima volta dopo tante partite non abbiamo sofferto fisicamente.

  10. L’atteggiamento è stato giusto, per il resto il Mancio è stato chiaro: non è questione di moduli ma di qualità delle giocate. Sono d’accordo, finché schieriamo certe persone al centro della difesa sarà sempre così. Sono stanco ormai di dirlo, abbiamo giocatori che farebbero la panca in squadre minori a cui noi diamo la fascia sul braccio.

  11. Al di là dei commenti tecnici…magari Guarin lo stanno facendo giocare, e ad ogni intervista ne proclamano l’importanza, nella speranza di non svalutarlo e che a gennaio qualche boccalone se lo pigli

  12. Riusciamo sempre a portare all’onore delle cronache calciatori spesso mediocri, però delle altre squadre.
    DeCeglie, Ekdal, Anderson…tutti a prenderci a pallate e segnare financo doppiette.
    I nostri, di mediocri, non riescono nelle stesse imprese.
    Questo spiega la nostra classifica.
    Consigli per gli acquisti: meglio un buon giocatore che 4 scarponi che fanno numero, preferisco i primavera.

  13. Andrea Matteo Amato // 22 dicembre 2014 a 09:26 // Rispondi

    Purtroppo continuiamo a pagare madornali errori individuali!!! Concordo sul rotolamento all’indietro se non si correrà ai ripari con qualche giocatore più…adeguato al gioco del calcio. La zona “europea” della classifica è sempre a tiro, davanti non ci sono squadre fenomenali. Sono convinto che Mancini riuscirà a darci un impianto di gioco e inoltre sa come far crescere i talenti. Ce ne fossero di più…

  14. Di sicuro è sparita l’orribile Inter che ha concesso al Parma il 50% dei suoi punti in classifica. Ma in ottica EL, sui 180′, è auspicabile che la vera Inter sia quella che nel s.t. ha annichilito (spero siate d’accordo) la Lazio. Poi coi pareggi si fa poca strada, è vero, e anche la prima Inter di Mancini ’04-’05 pareggiava sempre. Ma vinse la CI; e dopo… 😉
    Dici bene però: ci vorrà un mercato decente. E con due ali come si deve l’Inter del s.t. in Coppa andrà lontano.

  15. L’idea del Mancio prevedeva uno sfogo a sx con Naga (che, per l’ennesima partita, non ha imbroccato un cross. Meno male che non c’era Osvaldo il bestemmiatore) e Kuz, e uno a destra, a mio avviso poco sfruttato, con l’ottimo D’ambro ed il Guaro pasticcione, con Kovacic libero di favorire/integrare entrambe le fasi. Molto male la difesa, in particolar modo Ranocchia, che si farebbe scherzare in area pure dal Gabibbo. In ripresa Palacio che come sempre si sfianca e cattura consensi. Serve Mvila.

  16. Marco Ferrara // 22 dicembre 2014 a 10:09 // Rispondi

    Solita squadraccia con un pò di carattere in più. Adesso il mercato, ma se il massimo è rappresentato dai vari Cerci, Lucas Leiva ecc (ennesimi mezzi giocatori), non cambierà molto, e il terzo posto resterà una chimera.

  17. Io ieri non ho visto per nulla una brutta Inter. Anche nel primo tempo, e contro una Lazio che nelle ultime settimane è decisamente in palla. Trovo rimarchevole il fatto che finalmente corriamo, e sicuramente meritavamo di vincere.
    Se tornano a livelli umani Vidic, Hernanes e Osvaldo siamo da 5° posto. Per la CL ci vuole altro. Buono che si sia sbloccato Palacio e godiamoci le partite-sì di Kovacic perché se ne imbrocca 10 da qui a maggio, a giugno lo salutiamo.

  18. Che dire, quando si gioca stabilmente con 5/6 giocatori nulli, quando non deleteri, è difficile pensare di andare da qualche parte. Dal mercato servirebbero almeno 3 acquisti, uno per reparto, trovando fondi da qualche cessione “eccellente”, ma è più verosimile che si vadano a tappare i buchi sulle fasce e in attacco con altri modesti mestieranti. Continuo a sottolineare le prestazioni di Kuz, che si sta ritagliando un ruolo da leader in campo facendone un giocatore cardine in questo periodo.

  19. Non è questione di modulo, è vero, ma ci vogliono gli uomini giusti. Mancini non conosce ancora i suoi polli (Nagamoto, Dodo, Guarin) quando li conoscerà meglio si guarderà bene dal metterli in campo, non dico contemporaneamente, ma proprio metterli in campo tout court.

  20. Maurizio Ibiza // 22 dicembre 2014 a 10:42 // Rispondi

    Io sono soddisfatto di questa, ricordiamoci che arriviamo da un anno e mezzo cura Piangina. Ora la squadra ha una idea di gioco, ci prova e scende in campo per controllare il gioco, chiaramente ci riesce ancora poco perché la rosa ha dei limiti evidenti però sono fiducioso che con un 2 o 3 acquisti scelti da Mancini ( che di calciatori ne capisce eccome ) si possa risalire la china in campionato e porre veramente le basi per avere una buona squadra l’anno prossimo.

  21. Mi fa piacere per Palacio, una persona seria che ha sempre tirato la carretta senza dire una parola e senza atteggiamenti e gossip alla Icardi per intenderci. Speriamo che il 2015 gli ridia una caviglia sana a lui e a noi i suoi gol.

  22. ormai assodato che sono giocatori scarsi e senza mentalita’ vincente…e senza questi elementi (mentalita’ vincente e qualita’ tecniche almeno decenti) nel calcio di oggi non fai strada.

  23. Si dice che Mancini e Vidic non si sopportino: chi se ne frega, chiunque è meglio dei difensori centrali attuali. Lo slavo stava in campo costretto alla difesa a tre, per lui non abituale e adesso in quella a 4 perché non gioca?

  24. Mancini fa un gioco troppo presuntuoso per la qualità e la personalità dei giocatori a disposizione. Così si rischiano goleade contro le squadre più forti e di perdere anche con quelle sulla carta inferiori. Lasciamo perdere terzo posto ed Europa League , obiettivi decisamente fuori portata

  25. La tua disamina e’ perfetta. Partita raddrizzata col cuore. Non ricordo una rosa più scarsa di questa. Se non facciamo un mercato decente dobbiamo guardarci le spalle. A tal proposito, siamo sicuri che ci servono punte ed esterni? Io guardando il centrocampo e i difensori direi che sarebbe meglio intervenire li. Perche’ Cerci quando abbiamo Bonazzoli e Puscas? Urgono un centrale di difesa, un centrocampista al posto di Guarin ed un terzino degno di giocare in serie A

  26. se proprio non si riesce a vincere meglio pareggiare in rimonta con le modalità viste ieri sera, almeno si vede il bicchiere mezzo pieno e non mezzo vuoto! Tornando seri, la qualità della squadra è quella per cui, a parte il lavoro da fare sui movimenti in campo e sull’atteggiamento, nessuno potrebbe farla rendere meglio.
    Con gli “scarponi” non esiste lavoro individuale che tenga!

  27. Fossi in Mazzarri arrossirei dalla vergogna. Piedi e svarioni sono sempre quelli, ma questa sembra un’altra squadra! e poi dicono che l’allenatore non incide. Sarei curioso di vedere in panca Ranocchia (lo aggirano sempre come un palo della luce) e Vidic o Andreolli o chicchessia in campo. E magari fuori anche Guarin e dentro MVila

  28. noi non vediamo tutti i giorni i giocatori…ma davvero Vidic è peggio di Ranocchia?
    Ranocchia non è un giocatore da serie A, vederlo addirittura con la fascia di capitano è un insulto ai nostri colori.

  29. Partiti malissimo, l’abbiamo raddrizzata e, addirittura potevamo vincerla. Nel primo tempo difesa allucinante. Prendiamo sempre gol troppo presto, e poi si fatica a rimontare non avendo un attacco esattamente atomico. Credo che la nostra beneamata detenga il record di passaggi sbagliati e passaggi indietro.
    Guarin ormai è incommentabile, Kuzmanovic, volonteroso faticatore del centro-campo NON deve battere corner e punizioni. Urgono rinforzi…

  30. Primo tempo moolto deludente, non pensavo si riuscisse a pareggiare in una partita iniziata così male. Gran gol di Kovacic contenta x Palacio bene Bonazzoli, ma solo un buon mercato può far risalire questa squadra.

  31. Dispiace dirlo, ma la fascia a Ranocchia riflette la poca personalità di tutta la squadra! Voglio un capitano cattivo. Voglio una squadra cattiva! Amala!

  32. il problema dell’inter sono i nomi!! Riflettiamo:
    RANOCCHIA non salta, JESUS non fa miracoli, I CARDI non pungono, MANCINI non ha un DESTRO
    e’ una rosa contradditoria, dove vogliamo andare?

  33. Con Ranocchia Nagatomo Juan e Dodo’ non si va lontano. Non che gli altri, Kovacic a parte, siano dei fenomeni.
    Per Guarin credo che sia giusto esaltarlo e farlo giocare per una semplice legge di mercato, così a gennaio ce ne liberiamo e prendiamo qualche soldino in più.
    Max

    • Giriamola come vogliamo, ma una volta sbaglia uno, una volta sbaglia l’altro. Nella ripresa sono andati meglio, anche perché la Lazio, fortunatamente, è stata aggredita sul serio e ha smesso di attaccare in massa
      GLR

    • Certo, perché gli altri non hanno consulenti e osservatori di mercato e hanno bisogno di veder giocare Guarin per prenderlo. Fosse vero, c’è da augurarsi che all’estero non guardino in Tv le partite dell’Inter, ma purtroppo Guarin ormai lo conoscono al di là di come gioca
      GLR

  34. a me e sembrato che nonostante tutto, Ranocchia abbia fatto una gran partita assieme a Juan soprattutto quando nel secondo tempo doveva portare la linea di difesa a centrocampo, stando alto per recuperare i palloni nella trequarti avversaria. Il primo goal è un errore di reparto. Andrea si trova praticamente a fronteggiare Anderson e Parolo che esercita un blocco su di lui. Sbaglia Juan a stare troppo lontano da Parolo.

  35. Quello che mi lascia perplesso è l’approccio alle partite e la cosa con il Mancio purtroppo non è migliorata.
    Mourinho ci insegna che uno dei fattori determinanti è la mentalità ed è questo che dobbiamo cercare nei prossimi giocatori

  36. Parafrasando un vecchio e celeberrimo claim pubblicitario di un altrettanto celeberrimo dolce ovoidale con sorpresa, auspico: + Bonazzoli – Guarin.
    Come sempre scusate la boutade, ma occorre sorriderci un po’sul pallone.

  37. La mia impressione è che la Lazio sul 2-0 abbia smesso di giocare, ingigantendo i ns meriti, tanto che dieci secondi dopo il pareggio abbiamo rischiato di prendere il terzo. I ns meriti comunque ci sono, anche se sono limitati a un po’ di cuore e un po’ di buona volontà, ma con il capitale umano di cui disponiamo, forse va già bene così.
    Guarin… lasciamo stare, sarebbe come sparare sulla Croce Rossa.
    Claudio – Parma

  38. Inter non solo cuore. Con Mancini più idee e qualche rischio di più (ancora troppi per la verità) in difesa. Ranocchia a me non piace, io sarei più tranquillo con Vidic (nonostante gli errori iniziali), ma Mancini credo che neanche lo veda. Comunque prendiamo gol con troppa facilità e negli uno contro uno Juan si fa preferire (non di molto) al capitano.

  39. Squadra costruita per Mazzarri, mancano giocatori all’altezza. Ma si sapeva. Ora, con quasi 30 milioni di euro lordi per gli stipendi di due allenatori, Mr. Ausilio dovra’ fare super miracoli.

  40. dai siamo onesti con la storia di far capitano quel pippone di Ranocchia ci siamo rovinati…Nagatomo sarà anche scarso ma ha cuore e piedi migliori. Juan giocatore di medio livello, nulla più…D’Ambrosio è il migliore per ora della difesa. A centrocampo secondo me serve solo un uomo ma forte. In attacco si può stare così.

  41. Qui si parla sempre di punte esterne tra le esiegenze più impellenti: bene, ma la nostra difesa è imbarazzante. E non mi si parli di moduli: i gol subiti ieri sono esempi concreti di pochezza tecnica. Mi verrebbe quasi da dire che è questo il reparto su cui bisognerebbe lavorare in sede di mercato. Ranocchia e JJ sono oggettivamente inguardabili.

  42. Se un allenatore sviluppa un gioco che si adatti ai suoi giocatori, cercando di nasconderne i difetti, guadagnare tempo e risparmiare soldi, è un PERDENTE.
    Se invece impone un tipo di gioco che snatura e rende ancora più evidente le mancanze degli stessi, peggiorando i risultati, allora è un VINCENTE, ma gli mancano i giocatori!
    Inoltre prima non si correva ma si giocava 2 partite a settimana, ora che si corre molto di più è ancora più grave non vincere!
    Rischiamo di bruciarci anche il Mancio!

  43. Liquiderei in un amen Guarin, Icardi e Ranocchia. Raggranellati i ca. 35 mln che ne potrebbero derivare, farei tornare Rolando, acquisterei Cerci o Lavezzi e poi andrei in Bundesliga a scovare un centrocampista. Con quei quattrini qualcosa si fa. Osvaldo punta centrale con Bonazzoli primo rincalzo. La rosa migliorerebbe (non ci vuole molto). Certo io scrivo dalla poltrona…tutto molto difficile.
    W Inter

  44. Premetto a me Mancini piace molto, ma se quella formazione iniziale l’avesse fatta Mazzarri oggi sarebbe criticato da tutti giornalisti compresi.

    • Ma l’ha corretta con Bonazzoli al posto di Guarin, mossa che Mazzarri non avrebbe fatto – ribadisco – nemmeno sotto tortura. E il tifoso interista negativo racconta solo quello che è sbagliato
      GLR

  45. Ke dire …. ranocchia juan jesus… rimpiango di brutto i fratelli massimo e antonio paganin… mancio ok la fiducia ok la perseveranza ma secondo me sono battaglie perse, provare vidic andreolli no ?

  46. Fiducia al Mancio. Sbagliando si impara (si spera!)

  47. Ranocchia ti ho sempre difeso, perché il centrocampo non ti faceva filtro, ma tu non puoi far stoppare in area un giocatore da un traversone

  48. Massimiliano // 22 dicembre 2014 a 23:26 // Rispondi

    Se fossero tutti intellettualmente onesti come te, il giornalismo italiano sarebbe migliore. Passando alla NS Beneamata, è la solita storia: senza i vari Zanetti e co, dobbiamo aspettare sperando in tempi migliori
    p.s. Se rispondi a questa mia, faresti contento mio figlio Jacopo

  49. ma è possibile che un allenatore intelligente non faccia giocare un calciatore perchè gli sta antipatico o perchè forse in passato hanno avuto dei problemi? E d’altra parte è possibile che vidic sia peggio di ranocchia? E come pensiamo di vendere qualcuno di ‘sti brocchi se non c’è nessuno che li voglia neanche regalati? E perchè pensano tutti agli attaccanti senza capire che prima di tutto i gol non si devono prendere? E come è possibile arrivare terzi e guadagnare se prima non si spende? Mah

  50. Vorrei ricordare che nella coppia centrale del Bari, Ranocchia era il leader e Bonucci appoggio. Nella Juve ante Conte, Chiellini – Bonucci e Barzagli erano spernacchiati dai loro tifosi come e più di Ranocchia e C. E’ mancato un pelo che Chiellini se ne andasse altrove. Ultima questione qualcuno mi sa dire quanti km percorrono durante una partita? Sono in media con le altre squadre? Visto che non sono fenomeni dovrebbero essere sopra media!

  51. Ma un altro Cordoba, in giro per il mondo non c’è?

  52. Silvio da Torino // 23 dicembre 2014 a 23:08 // Rispondi

    Un’ora di gioco impresentabile, due schiaffoni poi la miracolosa resurrezione e quasi quasi tre punti in saccoccia. Forse sarebbe stato troppo, ma l’ultima mezz’ora è stata entusiasmante visto il periodo gramo. Veniamo ai giocatori. Guarin è diventato addirittura dannoso, neanche inutile. Fa gli errori che fa da quando è arrivato ed alla sua età non migliorerà più. Ranocchia e JJ se l’azione è veloce sono sempre in difficoltà e Icardi deve imparare a fare reparto.

  53. mario colonia // 24 dicembre 2014 a 18:07 // Rispondi

    propongo dei surrogati. d’ambrosio fa il maicon, ranocchia il lucio e medel fa lo zanetti sul centro destra e coprendoli un po’ ne riduce i danni jj lo impiegherei alla kivu (li farebbe meno danni) e da babbo natale vorrei un surrogato di samuel in difesa e del cuchu davanti alla difesa. il tutto per avere una squadra decente in cui kov potrebbe crescere. mi contento di poco ma quel poco e’il pane. li regge gli esterni offensivi l’impianto generale?
    allora caro RM rispolvera il rombo.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili