Mazzarri frusta l’Inter

Nike2013-14L’era Mazzarri si è aperta col blackout totale: nessuna immagine, nessuna intervista, silenzio assoluto, forse la forma di rispetto migliore nei confronti di tifosi brontoloni ma appassionati, pronti a farsi l’abbonamento a scatola chiusa anche quest’anno: pare siano già 15.000 le tessere vendute.
Walter Mazzarri ha già brandito la frusta: chi non corre sta a casa è l’imperativo categorico e doppie sedute tutti i giorni per cercare di recuperare una condizione atletica generale evidentemente imbarazzate. E per i colloqui personalizzati, chi è stato chiamato meglio se si è presentato già sudato.
Il primo ad arrivare ad Appiano è stato Kovacic, l’ultimo Jonathan. A casa, nel senso che non andranno nemmeno a Pinzolo, Belec che ha pagato l’inesperienza ma è facile da piazzare, Schelotto che c’è rimasto malissimo e Silvestre che pensa sempre di Beckembauer visti i rifiuti a raffica per ogni destinazione: ben quattro, da gennaio a oggi. Il resto, al di là dei nuovi acquisti di qui al 2 settembre, si va pian piano componendo: Ruben Botta che attende lo status di comunitario si curerà i legamenti nelle strutture nerazzurre, mentre il colloquio più lungo di Mazzarri pare sia stato con Alvarez: Ricky Maravilla potrebbe anche rimanere. Forse non è solo un caso che compaia insieme a Kovacic, Palacio e Nagatomo in una delle foto che pubblicizzano le nuove maglie Nike, come potete vedere qui sopra.
Intanto qualche giorno fa ci ha salutato un grande: Dejan Stankovic. Dispiace a tutti, ma quest’anno lo si è visto per soli 124 minuti. Troppo pochi per farsi vincere ancora una volta dalla riconoscenza. Resterà sempre nei cuori nerazzurri e nel mio in particolare anche per certe sue frasi che ho avuto la fortuna di raccogliere, tipo “Qui all’Inter zanzara diventa sempre elefante!” Onore al Drago che lascia con un palmarés personale superiore a tantissimi club. Vicino all’addio e ve l’avevo anticipato già da settimane pare anche Cristian Chivu, assai meno popolare tra i tifosi, ma io l’ho sempre rispettato anche per aver giocato spesso e volentieri in ruoli difficili e lontani dal suo. Purtroppo il fisico fatica a reggere altre battaglie, ma resterà sempre un Tripletista, quindi un grandissimo.  
Ora però tutti zitti e al lavoro.

48 Commenti su Mazzarri frusta l’Inter

  1. Sopratutto zitti, a partire dalla società comunque vada la trattativa con Tohir

  2. Forse Silvestre e Schelotto dovrebbero riguardare le partite (o gli spezzoni) che hanno disputato. Magari capiranno la scelta di Mazzarri…
    Si parla comunque di accettare Parma, Torino o Sampdoria, non la Forti e Liberi (classico nome per tutte le stagioni presso i dilettanti). Gli conviene fare gli schizzinosi? Certo, la loro esclusione è stata forse un po’ brutale, ma è l’unica cosa certa al 9 luglio.
    Il resto è tutto da scrivere. Speriamo che quest’anno trovino gli endecasillabi giusti…

  3. Mario da Colonia // 9 luglio 2013 a 19:22 // Rispondi

    i giocatori di carattere come deki restano per sempre nel cuore dei tifosi
    e nella storia di una squadra.
    mazzarri? al circo inter un domatore e’sempre il benvenuto.

  4. Innanzitutto..onore ai tripletisti, bravi e meno bravi, vi ricorderemo sempre. Tornando all’inter di mazzarri e frustalupi (dicono si faccia sentire molto anche lui in allenamento), ritengo che il problema attuale sia quello degli esterni. Mazzarri ne vorrebbe 4. Probabilmente ci sarà un’altro acquisto in quel ruolo.

  5. Partire sottovoce è un gran bell’inizio spero si continui così anche se si dovesse acquistare un giocatore di richiamo! Adesso tutti sanno che chi non suda non gioca, chi non fa vita d’atleta va in tribuna!
    Lasciamo i proclami al geometra che riesce persino a dire che il Milan (con Zapata e Mexes) ha la difesa tra le più forti!

    • Cosa vuoi che ti dica, il geometra metterebbe anche una nuova patch sulla maglia: sempre sul podio. Lasciamolo parlare.

  6. Questa campagna acquisti, senza spendere troppo, mi sembra ben impostata e spero che continui su questi binari. Una ventata di gioventù (giovani forti) e un Mazzarri deciso a ridare un gioco efficace a questa squadra, mi rendono molto fiducioso sull’immediato futuro. Non vinceremo lo scudetto, ma son covinto che l’Inter crescerà molto. Un saluto a Dejan (pagina indelebile nella storia nerazzurra), ma anche a Chivu se dovesse partire

  7. Mauro Cozzi // 9 luglio 2013 a 22:05 // Rispondi

    Un grazie immenso a Deki, ed anche a Chivu che ha sempre fatto il suo… Salutarli un anno fa forse sarebbe stato meglio.. Resteranno sempre nel mio studio sullo sfondo della foto nella quale brandisco la coppa. A me Mazzarri sta proprio sulle balle come persona, ma almeno quest’anno l’allenatore ce l’abbiamo. È già qualcosa…..

  8. Andrea Ibiza // 10 luglio 2013 a 02:10 // Rispondi

    Grazie Deki, infaticabile guerriero nonché fiero portabandiera dei colori nobili di Milano. Con noi per sempre.

  9. Ora però tutti zitti e al lavoro…….a cominciare dal presidente!
    Tenere “slow-motion” Alvarez è d’obbligo, è l’ultimo giocatore che abbiamo che da del tu al pallone e che può essere utile inserire in quelle partite dove non riesci a scardinare le difese avversarie che si arroccano nella propria area per l’intera partita.
    Grazie Deki, negli ultimi 10 anni sei stato l’unico calciatore che ha saputo giocare senza palla.

  10. Grazie a Deki per quello che ha fatto per l’Inter: questo è il momento adatto per lasciare, gli vorrò sempre bene.
    Meno ne voglio a Schelotto e Silvestre, che dovrebbero avere l’onestà intellettuale di levarsi dalle palle dopo la scorsa stagione.
    Spero che con loro vada anche Alvarez, che non ho mai sopportato per il suo passo da bradipo e la sua inconcludenza, anche se per Mazzarri riuscire a farlo correre potrebbe essere la sfida professionale più esaltante della sua carriera

  11. Si e’ scoperto perche’ il colloquio individuale con Alvarez e’ durato piu’ degli altri: Appena e’ entrato nell’ufficio il mister gli ha chiesto di fare un giro di corsa.

  12. Paolo Sabiu // 10 luglio 2013 a 08:28 // Rispondi

    Questo ‘battesimo’ di stagione mi è piaciuto: con certi giocatori servirà probabilmente più il bastone che la carota.
    Mi permetto una digressione estetica, collegandomi all’immagine che hai pubblicato in questo edit: da un po’ di anni noto che per le nostre divise l’azzurro è ormai diventato blu. Non mi sento granché rappresentato da questi colori; sarà una mia fissazione, ma siamo in parecchi a pensarla così, fidati! Insomma, che fine hanno fatto i colori “del cielo e della notte”?!? Dimenticavo: un immenso grazie a Stankovic anche da parte mia. In bocca al lupo, ‘Deki’!
    Paolo, NO

  13. Massimo Inter // 10 luglio 2013 a 08:30 // Rispondi

    In effetti, di norma l’Inter ci ha abituato a ‘tappezzare’ e ‘riempire’ il sito con foto e interviste.Quest’anno nemmeno l’ombra, se non qualche immagine risicata.Vuol dire che anche a livello di gestione e comunicazione qualcosa è cambiato a favore del lavoro e serietà. Ritengo sia stata una mossa saggi.Deki:quanto è doloroso sapere di non vederlo più: uomo derby, temperamento, carattere, forza, gruppo, amore per la maglia…potrei elencare mille aggettivi per lui. Ciao amico, per sempre uno di noi!

  14. Alessandro // 10 luglio 2013 a 08:41 // Rispondi

    Non posso che fare un in bocca al lupo a Mazzarri. Sono d’accordo su come ha impostato il lavoro. Basta baci e abbracci, qua bisogna correre e trovare la concentrazione. Scelte chiare, popolari o impopolari che siano (ma credo che nessuno si strapperà i capelli per le esclusioni di Belec, Schelotto e Silvestre). Solo un appunto: se “correre” è una priorità per Alvarez la vedo dura.

  15. Quest’anno con l’arrivare sulla palla un decimo di secondo in anticipo all’avversario mi do per contento. Grazie grande Deki, sempre nei nostri cuori!

  16. anzitutto onore a deki e chivu grandi e indimenticabili eroi del triplete, assurdo parlare delle poche brutte partite dell’ultimo periodo e non delle tante grandi prestazioni da loro fatte per il resto penso che mazzarri possa essere l’uomo giusto per rimettere in piedi uno staff atletico-medico all’altezza che ci consenta di evitare la debacle fisica dello scorso anno, è il primissimo punto da cui ripartire e si puo’ fare senza stravolgimenti o investimenti folli.

  17. Enzo Persueder // 10 luglio 2013 a 09:43 // Rispondi

    Fiducia in WM e per ora anche nella società….la mia dimostrazione di attaccamento è quello di aver fatto l’abbonamento biennale…senza nessun tentennamento! anche perchè l’Inter non si discute si ama! 😉

  18. Per il Drago non ci sono aggettivi,è un pezzo di storia recente, indimenticabile. Grande rispetto anche per Chivu, odiato dai più(?) ma professionista serissimo. Ora speriamo di mettere su una buona squadra, per ora abbiam preso giovani di buone speranze, mi auguro che arrivi qualcosina di meglio, anche se non è il momento di sognare troppo. Comunque Moratti ha già fatto un’ottima cosa cambiando allenatore, mai cambio è stato più apprezzato! L’Inter può anche non vincere, ma non sbracare come con Strama..

  19. Grande Deki ma grande anche Chivu, hanno fatto la nostra storia, entrambi. Certo, ricordare i derby del Drago fa venire una stretta al cuore. Adesso sotto con la nuova stagione e che ci sia una preparazione atletica di questo tipo la dice gia’ lunga su come sara questo campionato, anche se allo stato attuale delle cose il terzo posto sarebbe un successone

  20. Paolo Assandri // 10 luglio 2013 a 10:30 // Rispondi

    Mazzarri usa la 3 dietro quindi quest’anno sarà fondamentale Samuel, che è l’unico centrale di una 3 che abbiamo in rosa. Credi che il preparatore mago ridurrà i suoi acciacchi? Senza problemi è ancora il n. 1 in serie A. Ha un fisico impressionante e una cattiveria che Ranocchia e Ogbonna si sognano di notte. Inoltre se prendiamo Dragovic (farà il 3° a sinistra) e con a destra Campagnaro (e Andreolli, media voto tra le più alte in serie A) forse posso sperare che Jesus stia in panca, a pensare.

  21. C’è una foto sul sito della Beneamata con Jonathan piegato sulle ginocchia esausto. Questo oltre a non essere un calciatore non è nemmeno un’atleta, e prende 1,2 mln all’anno di stipendio (Fonte: il tuo sito). Vai Mazzarri, fai sputare sangue a sta banda di scappati di casa.

  22. Prima di tutto un grazie immenso a Chivu, troppi problemi a quel piede per continuare con l’Inter e soprattutto con questa Inter che farà della condizione fisica e della corsa le sue armi migliori, ma soprattutto al Drago…ci mancherai ma sai anche tu che è giusto così Deki!
    Parlando invece del presente…mercato che è partito bene e speriamo di continuare meglio, anche in uscita! Mazzarri come uomo mi dovrà conquistare quest’anno, come ha fatto Mou, ma come allenatore non gli si può dir nulla

  23. Un GRANDE GRAZIE A DEKI, giocatore perfetto per tecnica, rabbia e “bastardaggine” calcistica. Per la stagione che verrà sono fiducioso, forza INTER.

  24. Mi piace come stanno operando quest’anno, un allenatore serio e preparato, giocatori utili, se arrivassero Dragovic, Isla, Nainggolan sarei contento, arrivasse tipo Kolarov sulla fascia sinistra sarebbe il massimo! Mi sembra che l’inter stia davvero iniziando un progetto!

  25. grandissimo Deki, uno vero, ne ho visti pochi all’Inter come lui (Matthaus, Ince, Simeone), gente che dava l’anima, interisti veri. Per quest’anno, avendo solo il campionato, con una buona preparazione fisica, penso che un centrocampo con Kovacic Cambiasso Guarin sia perfetto. Se arrivasse un big…sarebbe meglio :) Ranocchia sarei prudente a darlo via a cuor leggero, se ben preparato e coperto dal centrocampo, per me e’ ottimo

  26. Vuoi vedere che quest’anno i nostri riescono anche a correre una volta in campo ? Non vedo l’ora di constatare questo progresso. Vai Mazzarri e non guardare nessuno in faccia, giustamente chi da’ le garanzie migliori gioca, gli altri stanno fuori. Musica per le mie orecchie.

  27. condizione atletica imbarazzante, termine appropriato. Io non voglio sparare sulla croce rossa (Strama) anche perchè ce lo siamo già dimenticati e non è il caso di infierire. Però lasciatemi dire che strama, anche a ottobre intendiamoci, mi dava l’idea di quei manager di oggi, tutto fumo e niente arrosto, tutto marketing e buone relazioni. Peraltro bravi a paracularsi, visto l’ingaggino in Rai. Spero che i danni che ci ha fatto questo signore siano recuperabili da un mister serio e meno parolaio

    • Che abbia fatto il commentatore in RAI non c’entra proprio niente, però
      GLR

    • Che Strama abbia fatto danni e fosse un abile ruffiano e poco altro è fuori discussione, ma ho come la sensazione che gli allenamenti blandi, alcune scelte di formazione e tante altre cose venissero imposte da giocatori molto influenti all’interno della società, che ormai non ne hanno più e che l’ultima corsetta seria se la sono fatta nel 2010!
      Con un allenatore con il pedigree, la grinta e il carattere di Mazzarri questo non potrà più succedere, almeno spero

  28. un grazie a deki e chivu, onore a entrambi, ci hanno fatto sognare, veramente. anche a me mazzarri sta antipatico,ma avere escluso silvestre e, soprattutto, schelotto me lo rende più sopportabile, chissà perchè. benissimo il silenzio, poche chiacchiere e tanta corsa, speriamo se ne ricordi anche il presidente.

    • L’allenatore simpatico o meno a te o a qualcun altro è l’ultimo dei problemi
      GLR

      • Alessandro // 11 luglio 2013 a 09:02 // Rispondi

        Gian Luca, per piacere, evita di dare queste risposte : sono qua in ufficio che rido come un matto e i colleghi si chiedono perché 😉

  29. Silvio da Torino // 10 luglio 2013 a 17:15 // Rispondi

    Giustissimo partire a fari spenti e senza proclami. Dall’altra parte hanno già detto che sono da scudetto e secondo calcoli sempre molto particolareggiati occupano sempre la prima posizione. E i bauscioni saremmo noi. Mah. Onore e gloria sempiterna al nostro Drago. Parole poche ma tantissimi fatti e sempre in campo nelle vittorie più importanti. Nel nostro cuore anche Chivu che ha dovuto spesso giocare fuori ruolo e per l’Inter ci ha lasciato anche il capoccione. Attendiamo ancora qualche colpo.

  30. si vedrà. il mercato è ai livelli degli ultimi due anni. l’unico colpo è veramente mazzarri. all’inter ottengono buoni risultati gli stronzi, e mazzarri lo è quel tanto che basta per ottenere dei risultati.

  31. Vedi GLuca, quando sento certe geremiadi dei nostri confratelli bauscioni non posso che concordare con certe tue valutazioni. poi, alla prova dei fatti, senza grandi certezze (per ora un eccellente allenatore e dei giovani promettenti) ed un futuro societario non chiarissimo, 15.000 bauscioni sono quelli che:” mi, intant me aboni….se sa mai , magari, quest’ann… ” credo comprensibile anche agli amici non… longobardi – anche per questo amerò sempre l’Inter.

    • Lo so bene. E anche per questo che in fondo adoro i tifosi interisti, malgrado nolti siano sempre così contradditori. E alcuni hanno un senso dell’ironia straordinario: quello che mi ha scritto di aver diviso il costo dell’abbonamento biennale per il numero di partite interne scoprendo che spendere 10 euro per fischiarli tutte le domeniche è un affare mi ha fatto impazzire!!!
      GLR

  32. Christian Segneri // 10 luglio 2013 a 23:13 // Rispondi

    Molti interisti non la pensano come me ma l’Inter che sta nascendo non mi dispiace. Mazzarri è ok. Naingolan mi auguro che sia acquistato, per me è un ottimo giocatore. Conosce già il campionato italiano e i costi tra cartellino e ingaggio possono rientrare negli std nerazzurri. Icardi e Belfodil sono ottimi rincalzi. MI auguro che prima della fine del mercato si acquisti un altro attaccante (Osvaldo), poi 1 tra Isla o Basta e se poi Ranocchia resta, può essere 19° Scudo.
    LASCIATEMI SOGNARE

  33. Masarri, met sota i fanigutùn a laurà!

  34. Dopo averli visti trotterellare per una stagione ben venga chi anche con il silenzio e la “frusta” li fa correre a rotta di collo.Basta figure di menta. Un bacione a Deki che come tutti i triplettisti resterà nel mio cuore.ciao.

  35. Presidente: pazienza. Ci vogliono tre anni per costruire un ciclo vincente (Bersellini, Trap, Mancini).

  36. Mauro Cozzi // 12 luglio 2013 a 22:07 // Rispondi

    Il suo vice Frusta-Lupi… Pessima lo so…

  37. milanista82 // 15 luglio 2013 a 12:20 // Rispondi

    Una cosa che mi ha un po’ incuriosito….Mazzarri disse che probabilmente avrebbe puntato piu’ sui giocatori d’esperienza, alcuni di questi ceduti altri hanno dato l’addio…In questi giorni si pone l’accento sul “lavoro duro” fatto fare dal mister ma l’anno scorso non usci’ una polemica sul fatto che i carichi di lavoro tarati sui senatori impedivano ai giocatori piu’ esplosivi di emergere?

    • Io ricordo invece che si faceva polemica ogni giorno sulla squadra che non correva. Io ero il primo a farla.
      GLR

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili