La notte dei nostalgici

Tra Thohir e Taider, tra Wallace e Wellington, l’incrocio giusto per stanotte non comincia né per T né per doubleU ma per M. La M di Mazzarri e soprattutto di Mourinho. Ci mancava solo questo per i nostalgici degli anni del boom di soldi e di trofei, che poi era solo tre anni fa. Da quando lo Special One ha lasciato l’Inter onusto di gloria, con 2 scudetti 1 coppa Italia 1 supercoppa italiana 1 Champions League, il tutto sublimato nel leggendario Triplete 2010 gli interisti l’hanno solo rimpianto ma mai incrociato da avversario: è la prima volta, seppur per un’amichevole a Indianapolis tra Inter e Chelsea, e per i più inconsolabili stanotte è tempo fazzoletti. Ma al dà del comprensibile magone è avanti che bisogna guardare a questi tempi duri e all’Inter di Mazzarri che dopo l’Amburgo è attesa all’esame con un vero Top Club. Dopo le ruggini e gli auguri reciproci adesso i rapporti tra José Mourinho e Walter Mazzarri, grazie al tramite di Branca si sono schiariti e stanotte negli USA, uniti dall’Inter, non mancheranno di dimostrarlo.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili