Aspettando Kovacic

Sono bastate un paio di panchine per far deflagrare il caso Kovacic all’Inter. Secondo qualche ‘mercataro’, il giovane croato nato a Linz si sta intristendo e potrebbe lasciare l’Inter già a gennaio. Al di là dei frequenti attestati di stima di Walter Mazzarri, Mateo Kovacic non è titolare dal 29 ottobre scorso contro l’Atalanta. Finora di partite intere ne ha giocate solo due, quella con l’Atalanta appunto e quella col Cagliari. Il suo agente però ha smentito con inaudita violenza: “ quante stronzate arrivano dai giornalisti italiani” – ha tuonato Nikki Vuksan – Kovacic all’Inter sta benissimo, è un patrimonio del club e non c’è alcuna possibilità che venga ceduto a gennaio, nemmeno in prestito! Come tutti, vorrebbe giocare di più, ma arriverà il suo momento e con Mazzarri non ha alcun problema”. Che il procuratore si sia affrettato a spegnere il principio d’incendio giornalistico è ovvio, ma al di là dei suoi19 anni, la crescita di Kovacic quest’anno è stata rallentata subito dal fastidioso infortunio durante la preparazione fin da Pinzolo. In ogni caso, dopo le metamorfosi di Jonathan e Alvarez, di cederlo all’Inter non ci pensano davvero.
D’altronde, tutti a parlare di giovani, ma se non si ha pazienza con uno che i 20 anni li farà solo il prossimo maggio!

22 Commenti su Aspettando Kovacic

  1. La pazienza è d’obbligo con un 19enne, ma anche la volontà di fare giocare i giovani talentuosi sarebbe auspicabile, cosa che Mazzarri non ha nelle sue corde. Se oltretutto lo si fa giocare sempre fuori ruolo, la resa non potrà mai essere eccelsa come vista in partite della sua nazionale. Un buon allenatore (Mou) è colui che rivede i propri dogmi in base ai giocatori a disposizione per sfruttarne al meglio le potenzialità, speriamo che Kovacic non diventi l’ennesimo caso di “equivoco tattico”.

  2. Paolo Sabiu // 4 dicembre 2013 a 09:21 // Rispondi

    Scusa, ma chi è che lo vorrebbe dare via?? Sarebbe un folle!

  3. D’accordo con te. Parliamo di giovani e poi vendiamo un talento ancora inespresso come Kavacic che ha appena 19 anni? Sarebbe un controsenso. Bisogna saperlo aspettare, perché ha già dimostrato di avere delle grandi doti.
    D’altronde l’esempio più lampante lo teniamo in casa, Alvarez!

  4. Io sono uno che da sempre ha sostenuto che Kovacic non stesse facendo vedere granchè. Tutti si sperticavano in elogi solo perchè il ragazzo tocca bene la palla…ma tutto li. Non ha ancora fatto vedere nulla per giustificare le previsioni di campione futuro. Da qui a cederlo ce ne passa….sono del tutto d’accordo sul fatto che se non si ha pazienza con uno di 19 anni allora poi non lamentiamoci che Zanetti e Cambiasso non hanno ricambi all’altezza e devono giocare sempre. ciao

  5. Sono pienamente d’accordo con te, Kovacic è un potenziale fenomeno e non va ceduto. Certo lascia perplessi vederlo in panca, soprattutto quando titolari ci sono Guarin (basta per favore) e Taider (mediocre).Tohir dice che vuole la finale CL 2016, qualcuno gli spieghi che con un tetto ingaggi di 2,5 ml non è possibile!

  6. Mi ricorda il giudizio espresso a suo tempo su Andrea Pirlo, scarso in fase difensiva, poco attaccante non è da Inter……

  7. Quello che c’era da dire lo ha detto il suo agente e lo hai ribadito tu. Detto fra noi, non è che il suo sostituto (Taider, ndr) stia facendo sfracelli. Kovacic è un giocatore dal potenziale enorme: ha velocità, visione di gioco, dribbling non eccelso ma serrato, intuito e buona volontà. E’ solo maledettamente grezzo ma non dimentichiamoci che nel suo ruolo, che è nevralgico e delicato, i giocatori sbocciano e si definiscono intorno ai 23/25 anni.

  8. Marco Ferrara // 4 dicembre 2013 a 12:18 // Rispondi

    Le ultime tre righe dell’editoriale sono perfette! Credo davvero molto in Kovacic, lui però deve iniziare ad aiutarsi…

  9. A dire il vero, a parte il sontuoso assist di Udine io ho ancora di ricordare una mezza azione degna di nota di questo ragazzo. Ma, appunto, ho scritto “ragazzo”.
    I miracoli a 17 anni li han fatti Pelè, Maradona, Messi.. Ma di gente così ne nasce uno ogni 20 anni. Crujyff “esplose” a 23 anni, Platini a 27 (con l’Avvocato che stava per rispedirlo oltralpe, vista la prima metà della stagione)…
    GLR, sempre equilibrato, ha scritto cose sensate: leggere le sue ultime 7 righe, please. E aspettiamo.

  10. A non aver pazienza con Kovacic è probabilmente lo stesso Mazzarri, che gli preferisce Guarin e Taider (anche se hanno ruolo diverso) e non importa se a quest’ultimi gli è concesso di sbagliare una partita si e una no (di + a Guarin)!
    Personalmente una squadra andrebbe costruita intorno a giocatori alla Kovacic.
    Se non sai come utilizzare un giocatore, facendo panchina, alla fine o viene venduto o dato in prestito (la cosa sarebbe grave).

    • Una volta forse. Oggi i casi di JOnathan e Alvarez dimostrano proprio che aver pazienza è diventata una necessità
      GLR

  11. Giovanni di rovigo // 4 dicembre 2013 a 15:25 // Rispondi

    Il talento c’è tutto. da decidere se darlo in prestito per farlo giocare o tenerlo.
    certamente ora non è pronto per la serie A. Non difende assolutamente ed è leggerissimo nei contrasti sia quando ha la palla sia quandi dovrebbe recuperarla.

  12. Queste sono notizie che lasciano il tempo che trovano, abbiamo un buon “prospect” cui bisogna dare fiducia, minuti e consigli tattici (specie nella fase difensiva). Armiamoci di pazienza per un giovane con futuro. Perché non abbiamo mai pazienza con i giovani talenti?

  13. questo era l’anno della ricostruzione, mase non utilizziamo i nostri giovani per quanto moooooolto giovani, quando sapremo mai se sono da Inter o no?

  14. Il ragazzo è sicuramente un campione, ci siamo già a malincuore dovuti liberare di Coutinho

  15. Silvio da Torino // 4 dicembre 2013 a 17:38 // Rispondi

    Mi sembra una bufala talmente grande che è ovvio che sia inutile dilungarsi.
    E adesso sotto con il Trapani in Coppa Italia.
    Ciao a tutti e sempre FORZA INTER.

  16. Io non ho ancora capito qual’è il ruolo di Kovacic e al posto di chi degli attuali “titolari” ma anche dei prossimi quando, io spero, giocheremo con due punte, dovrebbe giocare o dovrebbe esserne una alternativa. Di Alvarez, di Guarin, di Taider, di chi?
    Una squadra con due punte, Alvarez , Guarin e Kovacic non la vedo proprio.
    Buon lavoro a Mazzarri .
    -:)

  17. Fabio Primo // 4 dicembre 2013 a 20:16 // Rispondi

    Kovacic lo presterei a gennaio per farlo giocare di più. Guarin invece lo venderei subito al primo offerente.

  18. Non credo che verrà ceduto, ma nel caso a qualcuno in dirigenza passasse solo per l’anticamera del cervello l’insana idea di venderlo, gli ricorderei un giocatore che da giovanissimo fece intravedere grandi doti ma che non riuscì ad affermarsi con la nostra maglia: Pirlo.
    Kovacic ha già fatto vedere di avere le qualità giuste, bisogna solo dargli fiducia e il tempo necessario per crescere ed affermarsi.
    Quest’anno tra l’altro a parer mio gioca fuori ruolo, è un regista non una mezzala.

  19. ClaudioeffeDeejay // 5 dicembre 2013 a 10:38 // Rispondi

    In italia, per giocare in mezzo al campo, bisogna possedere corsa e fisicità importanti. Se uno come Pirlo, che coi piedi fa quello che vuole, per essere quello che é oggi deve ringraziare Ancelotti che lo ha arretrato di 30 mt collocandolo davanti alla difesa, non ci si deve stupire se Kovacic stenta nel campionato italiano. Pogba, costato ZERO, é il prototipo del centrocampista che serve nella nostra serie A.

  20. Un classico del tifoso interista, prendere subito di mira un giocatore…Per me Kovacic è un ottimo giocatore con due problemi per la stagione in corso. Infatti per infortunio è saltata la preparazione estiva (per quelli con poca memoria vedere Alvarez lo scorso anno), che provoca conseguenze notevoli. Poi scusa ma intorno a lui dilaga il nulla! Lui gira sempre palla al piede a testa alta ma intorno vede facce perse ed immobili!

  21. Per kovacic si può fare il paragone con Alvarez, lo vedevi giocare e se capivi qlcsina di pallone era palese che c’era fuoco sotto la brace. A parer mio Kovacic è molto avanti rispetto all’argentino, c’è personalità fosforo e gamba che unite all’età ed all’investimento ne fanno un intoccabile assoluto (per me!) Crescere all’ombra di Cambiasso per sostituirlo come centrale con 2 mastini al fianco sarebbe il percorso ideale sperando che il chuchu non gli tolga luce ed ossigeno.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili