8iAndUEL: Tottenham-Inter 3-0

MARCATORI: Bale al 6’, Sigurdsson al 18’ p.t; Vertonghen all’8’ s.t.
TOTTENHAM (4-2-3-1): Friedel; Walker, Gallas, Vertonghen, Assou-Ekotto; Parker, Dembelé (dal 19’ s.t. Livermore); Lennon (dal 36’ s.t. Naughton), Bale, Sigurdsson (dal 25’ s.t. Holtby); Defoe (Lloris, Dawson, Caulker, Carroll). All. Villas Boas.
INTER (4-2-3-1): Handanovic; Zanetti, Ranocchia, Chivu, Juan (dal 1’ s.t. Palacio); Gargano, Cambiasso; Alvarez (dal 21’ s.t. Jonathan), Kovacic (dall’11’ s.t Guarin), A. Pereira; Cassano (Belec, Pasa, Mbaye, Benassi, Guarin). All. Stramaccioni.
ARBITRO: Mateu Lahoz (Spa). Ass: Cebrian Devis-Rodriguez. Add: Gomez-Del Cerro. IV: Perez del Palomar.
NOTE- Ammoniti Bale e Guarin per simulazione, Pereira per gioco scorretto. Spettatori: 34.353. Recuperi: 1’ p.t.; 3’ s.t.

Che potesse finire male, era abbastanza scontato guardando la comitiva nerazzurra in gita a Londra. Prima di incazzarvi come portuali con le vene al collo gonfie come tubi, rileggetevi l’Inter a White Hart Lane. Cito alla rinfusa: Ranocchia e Cambiasso con un solo ginocchio buono a testa, Chivu col solito piede in plexiglass, Guarin impossibilitato a giocare più di un tempo, Cassano in versione post-cenone di Capodanno, Gargano ai 90 minuti per la terza volta di fila, Palacio alla 14.a gara su 14 nel 2013, Jonathan, Pereira e Alvarez fin troppo sani e in panchina un manipolo di primavera timorato da uno stadio-bolgia. Nella Nazionale Calcio Tv il nostro mister Vittorio Fagioli di solito ha più scelta di Stramaccioni a Londra. Con tutto questo, mi sono inversato io stesso già prima della partita: che gli inglesi siano fisicamente temibili lo si sa dai tempi in cui Giulio Cesare e le sue legioni esportarono il calcio in Britannia col nome di arpastum per poi riaverlo indietro secoli dopo codificato come ‘football’. Ciò nonostante Stramaccioni ha pensato bene di schierare tutti insieme tre giocatori tecnici come Alvarez, Cassano e Kovacic, che non hanno certo nella fisicità né tantomeno nel pressing il loro punto di forza. Almeno lì si poteva cominciare con Benassi in luogo di uno dei tre.
Inoltre, da dieci giorni si riflette su quanto possa essere devastante Bale e poi lo si affida al più ‘ragioniere’ dei nostri, Cambiasso, che non l’avrebbe preso manco in motoretta, figuratevi in condizioni fisiche menomate! Insomma la rosa faceva piangere, a causa dei soliti infortuni e dei soliti errori di mercato sui quali rimuginiamo da mesi e, per una volta, non sarebbe stato un delitto, chiudersi da primo istante su due linee Maginot davanti a Handanovic Ovviamente a nulla è servito il presunto recupero di autostima dopo la rimonta di Catania, visto che in meno di venti minuti il Tottenham stava già sul 2-0, grazie alle reti di Bale, di testa tra le belle statuine, e di Sigurdsson, più reattivo di tutti a capitalizzare in gol la parata di Handanovic su tiro di Defoe. Peccato che qui a sbagliare sia stato Ranocchia, colpevole due volte: per aver regalato il pallone a Lennon e per essersi poi fatto uccellare da Defoe. E ad inizio ripresa ecco pure il terzo gol con Vertonghen, un difensore, libero di saltare a bucare ancora Handanovic. Da parte nostra solo Cassano che, dopo una settimana da protagonista negativo, ha messo davanti alla porta Alvarez e per di più sul suo piede migliore, il sinistro, ma il bandolero stanco, manco ha inquadrato la porta. Nella ripresa, la seconda e ultima occasione nerazzurra, da una punizione battuta svelta da Cambiasso, ma lì Palacio ha trovato il piedone di Friedel. Per il resto zero assoluto. Anzi, come da copione, tanto Handanovic su Bale, Parker, Defoe, Lennon e poi ho pure perso il conto. Ad un certo punto mi aspettavo pure che il portierone sloveno prendesse il pallone e se ne andasse negli spogliatoi per protesta. Quando poi ho visto la faccia di Stramaccioni, tornato subito sulla graticola, costretto a far entrare Jonathan, che intanto masticava una gomma in accordo al ritmo lento delle sue gambe, ho davvero pensato solo al Bologna. Per l’Inter l’Europa League finisce qui, anche se Stramaccioni non è stato proprio un genio quando alla vigilia è caduto nel trappolone di mettere in fila gli obiettivi, subordinando la Coppa al terzo posto in campionato: mai dare alibi ai giocatori. Comunque l’Europa League l’Inter, finché ha potuto, l’ha onorata, mentre André Villas-Boas l’ha già vinta col Porto due anni fa e con questo Tottenham ora può fare il bis.
Gale, ammonito per simulazione già al quarto d’ora, a San Siro non ci sarà. Poco male per gli Spurs che, dopo il coro ‘taxi for Maicon’ di due anni fa, stavolta hanno cantato beffardi ‘What time is your Easyjet?’ ai nostri. Oddio, meno di tre anni fa io con Easy jet stavo a Madrid per la finale di Champions! Sic transit gloria mundi!

140 Commenti su 8iAndUEL: Tottenham-Inter 3-0

  1. non ho parole per la pochezza di questa squadra: fisica, mentale e caratteriale

  2. luke, toronto // 8 marzo 2013 a 02:36 // Rispondi

    Siamo sicuri che sia solo colpa di Strama. Sono cambiati 3 allenatori in 2 anni e questi non corrono, fisicamente siamo sempre in affanno. Non e che i giocatori hanno tropo potere? Poi se Cambiasso e Chivu si addormentano nel primo e secondo gol che colpa ha Strama?

    • Che Cambiasso stecchi una partita ci sta, ma ciò che non comprendo è la continua riproposta di Alvarez e Pereira che non aiutano affatto il centrocampo e questa difesa ne risente parecchio

  3. pasquale somenzi // 8 marzo 2013 a 03:15 // Rispondi

    Guardando le trasferte europee dell’Inter in questa stagione a parte Vaslui-Inter 0-2 c’e’ sempre stata una delle 2 squadre che segna 3 gol ed era quasi impensabile che stavolta tra le due a segnarli fosse l’Inter.
    L’ultimo gol segnato al Tottenham da una squadra italiana e’ stato di Eto’o e dopo
    allora il Tottenham ha affrontato 2 volte il Milan e 2 volte la Lazio.

  4. Inter poco squadra, Chivu centrale e’ da dimenticare. Eliminazione molto probabile e meritata. Ora, nervi saldi.

  5. Parliamo anche di una squadra che si è ritrovata suo malgrado con una rosa ridotta ai minimi termini. Troppo, ai minimi termini, per pensare di competere su tre fronti. E molti di quelli che hanno giocato ieri sera domenica sera torneranno ad esserci. Avrà pure le sue colpe Stramaccioni ma chiediamoci anche: quale allenatore, nella situazione contingente dell’attuale Inter, saprebbe fare meglio o allo stesso modo di Stramaccioni?

  6. Finchè l’organico ha retto abbiamo fatto i fenomeni, ma questo 2013 è solo da cancellare e da riscrivere da Giugno, operando una vera e seria rifondazione.

  7. paolo tranchina // 8 marzo 2013 a 06:47 // Rispondi

    Che senso ha che Stramaccioni dica: “teniamo più al terzo posto … ho fatto un po di turno over”. Allora cosa ci siamo arrivati a fare agli ottavi? potevamo farci eliminare ad agosto e risparmiavamo energie e qualche infortunio (Milito). Lasciare in panca Palacio che è il miglior giocatore oggi a disposizione è veramente inconcepibile. Mi sembra quando c’era Cuper e abbiamo mandato a ramengo una semifinale di uefa per poi perdere anche il campionato. Va beh … ne abbiamo viste di peggio!

  8. Mauro Cozzi // 8 marzo 2013 a 07:18 // Rispondi

    A questi ritmi e livelli noi non ci siamo. Pensiamo al Bologna!

  9. Mai capitato di andare a una festa controvoglia? Metti la giacca elegante comunque, perché sei sempre tu, ma poi si vede che non vorresti stare lì. Abbiamo indossato il 4-2-3-1 ma non volevamo giocare, e prima di scendere in campo abbiamo detto chiaramente che il nostro obbiettivo è il campionato. La Juve fece lo stesso l’anno scorso, il Napoli idem quest’anno. Pur nel poco che siamo, Stramaccioni non è questo e l’Inter non è questa. Quando scendi in campo per uscire, può finire anche 8 a 0.

  10. alessandro // 8 marzo 2013 a 07:24 // Rispondi

    Più che presunzione direi evidente incapacità. Forse allenando tutti i giorni un mix di ex giocatori (a questo livello) insieme ad altri con evidenti limiti tecnico tattici non si rende più conto del differenziale con qualunque avversario. Non tutte le volte trovi squadre che nel secondo tempo si fermano come il catania

  11. Prima o poi i nodi vengono al pettine e continuare a trovare giustificazioni al comportamento dei giocatori, società ed allenatore, fa solo perdere il senso delle cose.
    Mi spiace, ma la realtà è questa e se Milan e Catania non erano riusciti ad “affondare” il colpo, gli Spurs, con una facilità disarmante non si sono fatti sfuggire l’occasione.
    Parlare degli errori dei giocatori, di formazione ecc. è storia trita e ritrita. speriamo di non “bruciare” quel poco di buono che c’è in questo gruppo.

  12. Sono mesi che l’Inter sta andando male e ogni partita prendiamo almeno due gol. é impossibile pensare di poter ottenere qualunque piazzamento con una fase difensiva così scadente.
    Io sono convinto che questa squadra, nonostante tutto, possa fare molto molto meglio di così. Magari organizzandosi meglio in fase difensiva.

  13. faccino 82 // 8 marzo 2013 a 08:07 // Rispondi

    Non sopporto più l’arroganza e la presunzione di Stramaccioni, ha il coraggio di dire che abbiamo avuto occasioni dopo figuracce come ieri sera, Firenze, Udine, Siena. Non ne posso più! Cambiare in corsa non è mai positivo, ma essere presi in giro è anche peggio.
    Luca

  14. viviana berghella // 8 marzo 2013 a 08:14 // Rispondi

    Fuori di sicuro dalla EL, non siamo squadra da remuntada, avanti col campionato e Coppa Italia. Bisogna guardare avanti sperando che il portierone non si stanchi di fare l’orso del Luna Park. Bacioni mamma Viviana

  15. Quello che mi ha impressionato di più è la condizione fisica della squadra: possibile che alla Pinetina non se ne rendano conto? Comunque sempre FORZA INTER!

  16. CTre anni fa se mi avessero detto che all’Inter sarebbero arrivati ‘certi’ calciatori, l’avrei preso per uno scherzo. Invece vediamo formazioni che contro la mia derelitta Pro Vercelli, farebbe fatica a vincere. E poi Strama, dopo l’entusiasmo iniziale (aveva dato ottimi segnali di capacità tecnico-tattiche..), si stà dimostrando, ahimè, inesperto. Ora occorre pensare al prossimo anno da subito.

  17. Strama e’ il meno colpevole. Ripartira’ il solito ritornello dell’allenatore che sbaglia formazione e approccio alla partita ma la realta’ e’ che non aveva scelta a meno che per qualcuno con Jonathan e Benassi dall’inizio sarebbe cambiato tutto. Stiamo ricostruendo la squadra senza i soldi di un tempo.
    E quei pochi che abbiamo li abbiamo spesi male. A panchine invertite il risultato sarebbe stato lo stesso.

  18. film gia’ visto a firenze, siena, udine e svariati primi tempi. e’chiaro ormai che il mister non ha la consistenza o non e’ ancora pronto per noi…incomprensibili anche le dichiarazioni a fine gara: molta teoria, poca pratica…quando sento dire che ha studiato la partita nei minimi particolari, allibisco.

  19. Enzo Persueder // 8 marzo 2013 a 08:55 // Rispondi

    Ennesima formazione sbagliata dal mister che inizia ad indispettirmi per il suo modo di approcciare le partite, ma come si fa a dire in conferenza stampa che a lui interessa di più il terzo posto? e la formazione di Catania? non aveva detto di aver risparmiato Palacio per EL?

  20. Alessandro // 8 marzo 2013 a 08:55 // Rispondi

    Non discuto le scelte di Strama. Avesse optato per giocatori più da battaglia, magari gli avrei lamentato scarso coraggio. Ci sono momenti, come quello contingente, nel quale è palese che la tenuta atletica è deficitaria (Chivu,Ranocchia,Guarin), il tasso tecnico limitato (Jonathan,Pereira), i ruoli in campo poco chiari (Kovacic, Gargano). Sono i casi in cui un buon tecnico dovrebbe trasmettere quella ferocia, quella sicurezza (vedi Conte) che ti permette di vincere certe battaglie. Ma Strama qui difetta.

  21. Jack Berga // 8 marzo 2013 a 09:00 // Rispondi

    Con i giocatori che abbiamo e per lo stato fisico in cui si trovano, servirebbe un sistema di gioco ben strutturato e rodato. Stramaccioni, un po’ causa infortuni un po’ sue scelte, ha continuato a modificare il modulo e questo è il risultato: gente che sembra correre a casaccio, brutte figure a nastro, quasi tutti insufficienti in pagella.
    Per questo, secondo me, è anche inutile commentare le prove dei singoli…Anzi, su Alvarez, qualcosa avrei da dire, ma è meglio tacere…
    J.B.

  22. Handanovic; Zanetti, Ranocchia, Chivu, Juan (dal 1’ s.t. Palacio); Gargano, Cambiasso; Alvarez (dal 21’ s.t. Jonathan), Kovacic (dall’11’ s.t Guarin), A. Pereira; Cassano (Belec, Pasa, Mbaye, Benassi, Guarin).
    Tolto handanovic, dove sono i campioni? in nome del FFP abbiamo smobilitato l’inter più forte della storia e ci ritroviamo ancora con un bel -60milioni a bilancio. in un’azienda normale i dirigenti sarebbero già a casa a calci nel sedere.

  23. Franco 47 // 8 marzo 2013 a 09:13 // Rispondi

    Bambola totale, gioco assente, gol da polli, difesa mai protetta, Strama in confusione.
    abbiamo sempre dileggiato Jonathan ma alcuni che giocano spesso non sono molto meglio.
    cerchiamo pure di essere positivi ma anche il terzo posto sembra proibitivo.

  24. Credo che quella di ieri sia stata la peggior partita della stagione: non solo i gol subiti hanno evidenziato per l’ennesima volta la mancanza di attenzione della nostra difesa (anche se Strama continua a negare l’evidenza), ma in generale la squadra è apparsa statica e imprecisa.
    Una domanda: Kovaicic non era stato presentato come mezzala o come regista avanzato? Ieri era davanti alla difesa per lasciare spazio alle meravigliose qualità di Alvarez o solo perchè Gargano si sentiva solo?

  25. Gianpa the bandit // 8 marzo 2013 a 09:19 // Rispondi

    E Alvarez? Qualcuno per fargli uno scherzo aveva detto a Vilas Boas che era il nostro Messi o il nostro Bale perchè altrimenti non si spiega la triplice marcatura su di lui, quando il nostro si marca da solo. Ma il Carnevale finisce male (come cantava la Caselli) e siamo in piena Quares(i)ma.

  26. Dispiace che Stramaccioni continui a schierare Kovacic nelle partite più difficili…così si rischia di bruciarlo! Poi lo si é preso per costruire gioco davanti alla difesa e poi lo schiera da trequartista…certe volte le scelte di questo mister non le capisco…

  27. Il volto di Strama durante la gara trasmetteva tutto il senso di impotenza suo e degli atleti. Mi chiedo come difendiamo sulle palle inattive. Kovacic: ha tentato un dribbling davanti alla difesa che alla scuola di calcio avrebbero segnato con matita rossa. Momentaccio!!

  28. Ciao :-( … Io non sono una che spara sempre su tutti. Al contrario, sono tifosa nel bene e sopratutto nel male! Ma ora sono veramente delusa. A settembre ero molto positiva per il Progetto di Moratti che puntava a pescare nel serbatoio giovanile e creare una nuova squadra con Stramaccioni. Un progetto richiede tempo! Fa niente se non si vince! Peró ora sono tutti quanti imbarrazzanti! Io sono orgogliosa di essere interista, ma lo dovrebbero essere anche loro!

  29. vergognoso l’atteggiamento della squadra, sembrano rincoglioniti! non è che invece di integratori salini bevano del Tavor in quantità industriale? Bel modo di festeggiare il compleanno della Beneamata.

  30. umiliati….ancora una volta. Ma dico io che senso ha andare a londra senza nessuna voglia di lottare. provare a dire: noi siamo l’INTER, se dobbiamo perdere ( perchè in questo momento ci battono tutti ma proprio tutti, figuriamoci un tottenham così ) almeno facciamolo alla fine di una partita dove tutti hanno sputato il sangue per i nostri colori. Invece niente solo 11 o più amebe, completamente alla mercè fisica e tattica degli avversari. Senza orgoglio senza attributi. Sono finiti i caratteri

  31. giancarlo // 8 marzo 2013 a 09:31 // Rispondi

    E’ mai possibile che tutte le squadre incontrate vanno sempre a doppia velocità rispetto ai nerazzurri?
    Poi per come prendiamo i gol lasciamo perdere, comunque forza Inter e che in Società mi auguro pensino seriamente al futuro.

  32. il problema di fondo di questa squadra è che non ti puoi permettere di giocare in 7 contro 11 contro chiunque. Zanetti, Cambiasso, Chivu e Cassano non devono essere più i titolari di questa squadra. Li ringraziamo per tutto quello che hanno dato e fatto vincere all’Inter, ma ora si facciano da parte. Sono delle riserve fortissime, che però possono entrare solo negli ultimi 20 minuti di una partita. E’ ora che Strama, se vuole salvare il posto, prenda delle decisioni coraggiose.

  33. Marco Ferrara // 8 marzo 2013 a 09:35 // Rispondi

    Ciao Gian Luca, provo a sdrammatizzare, Pereira (avessi detto…) nel dopopartita: “Al ritorno possiamo ribaltare il risultato!”, si aggiungo io, magari quelli del Tottenham sbagliano orario e non si presentano!! Tu critichi alcune scelte, ma in Europa League (purtroppo), questi sono gli uomini, con le loro caratteristiche; magari si poteva optare per un Benassi dall’inizio, ma non credo sarebbe cambiato poi molto. Un abbraccio e…..sempre forza Inter! Marco

  34. Pensate agli errori che fa Strama quando gli interessa una partita ecco ora rapportateli al fatto che questa gli interessava meno…il risultato torna
    Giusto togliere Kovacic: parla un altra lingua, ad una altra velocità e spero in futuro non in un altra squadra.
    Mou dopo 2 giornate non difendeva piu a Zona sui corner!

  35. La prestazione è incommentabile, le critiche sarebbero le solite via la dirigenza calci nel sedere ai giocatori e strama senza esperienza, quindi saltiamo questa parte. Se Kovacic fosse un campione in prospettiva si sarebbe dovuto già vedere qualcosa, qualche giocata importante. Forse è colpa mia che mi aspetto troppo ma al momento delude

  36. doctorjay // 8 marzo 2013 a 09:56 // Rispondi

    Secondo me, il vero scoop della gazza non consiste tanto nel litigio tra l’unico giocatore in grado di accendere la lampadina in questa squadra costruita da dilettanti e il povero Strama (la prossima vittima sacrificale), bensì che il tutto sia avvenuto al termine dell’allenamento. Quindi, la notizia ufficiale è che ad Appiano Gentile ci si allena! Strano, a vederli in campo, non sembrerebbe visto che gli avversari corrono almeno più del doppio…

  37. Ennesima conferma che abbiamo una rosa inadeguata e un allenatore incapace,presuntuoso e cafone(vedi Oriali ieri sera).son stati cacciati tecnici per molto meno.detto questo,fino a fine stagione ormai mi terrei Strafalcioni,poi si deve cambiare.5gol dal Siena,5 dalla Fiorentina,3 (per ora) dal Tottenham…non se ne puoi più! la peggiore Inter dal 2004. Purtroppo ci vogliono giocatori e allenatore dai 4-5 milioni di Euro di ingaggio…spero che Moratti trovi in fretta dei soci, altrimenti…

  38. Che dire …………. togliete Kovacic a Stramaccioni, lo sta distruggendo!

  39. la disorganizzazione difensiva di questa squadra è imbarazzante…l’estrema facilità con cui gli inglesi costruivano palle gol a ripetizione deve far riflettere il buon strama…il terzo gol poi è la ciliegina sulla torta…bisognerebbe spiegare che difendere a zona sulle palle inattive non vuol dire lasciare completamente liberi gli avversari a 2 metri dalla porta…

  40. Niente da dire, superiori in tutto. Più che le scelte tattiche io a Strama dico che se stai ricostruendo, è inutile puntare su gente come Chivu (e Mudyngai, Rocchi, ecc. prima) che praticamente di testa non ne prende una (vedi Catania): non sono giovani, per cui non hanno mercato, sono in fase calante, sono mediocri, per cui non capisco la logica. Meglio far fare esperienza ad un giovane che può tornare utile più avanti. I giovani in prestito spesso non giocano, allora tanto vale tenerli qui

  41. Tralasciando l’inadeguatezza di tanti nostri giocatori, e la difficoltà di affrontare un avversario forte come il Tottenham, mi piacerebbe tanto che un giorno qualcuno ci spiegasse perchè i nostri camminano per il campo mentre gli altri gli sfrecciano affianco! Ma come si allenano? Chi decide e gestisce i carichi di lavoro? Ormai sono mesi che questi si trascinano per il campo.

  42. la mia speranza è che arrivi in fretta giugno, tanto siamo salvi, che arrivino dei soci con i soldi e che investano in 2 dirigenti, 1 allenatore e 4 giocatori, da INTER.
    Strama necessita di esperienza, l’Inter non si può permettere di essere un cantiere per i prossimi 10 anni.
    Moratti se non ce la fai più vendi.
    Ora evitiamo di prenderci 5-6 contropiedi nella partita di ritorno.

  43. Profeta Jose // 8 marzo 2013 a 10:24 // Rispondi

    La squadra ha dei limiti evidenti, ma ormai Stramaccioni in ogni partita ci mette del suo…Inoltre bisogna tener conto che quest’anno ci sono state molte sconfitte e tutte nette con almeno 2 gol di scarto e sempre presi a pallate.Puntualmente Handanovic è sempre il migliore in campo anche quando si perde 3-0…. A me sembra che il giovanotto abbia una lingua lunga , si atteggia alla Mou , ma alla fine è solo aria fritta. By by Strama il tuo tempo è finito.

  44. Francesco '39 // 8 marzo 2013 a 10:28 // Rispondi

    è da un po’ che mi chiedo se valga la pena di andare a cercare gloria (?) e denari senza tener conto degli effetti collaterali che questa strategia provoca. E’ un fatto che una notevole percentuale degli infortuni dei nostri giocatori si è verificata durante le partite di EL (Chivu e Milito sono solo i più clamorosi). Vedendo come la Juventus è riuscita a venir fuori alla grande stando fuori dall’Europa e dedicandosi alla ricostruzione del suo organico ed alla realizzazione dello stadio di proprietà, meglio seguire il suo esempio e fare una programmazione low profile di 3/4 anni

  45. ziopetros // 8 marzo 2013 a 10:31 // Rispondi

    Credo che alla fine tutti dovranno fare le loro valutazioni, per quanto ci sia stima per Stramaccioni penso che la società debba comunque trarre delle conclusioni. La colpa come al solito non è circoscrivibile ad un solo elemento o fattore, no solo tecnico, no solo società, no solo giocatori ma, meglio se la società tiri una riga e riparta perchè vista la partita di ieri se si prendono quel genere di goal non si va lontani ne in Italia ne in europa.

  46. io tifosotto qualunque provo rabbia non per la partita di ieri, ma perché non vedo futuro.

  47. in tutti gli sport c’é chi vince e c’é chi perde (solo nel calcio si pareggia), ma perdere così da coglioni!
    Quello che fa più incazzare é aver bruciato tutta la preparazione estiva per cominciare a giocare il 6 di agosto e poi fare una figura di cacca planetaria come quella di ieri sera.
    Andiamo avanti come sempre a tifare la Beneamata, a fine stagione si tireranno le somme.
    SEMPRE FORZA INTER

  48. primo tempo regalato, perché inserire Cassano prima punta in quelle condizioni? manca una formazione base stramaccioni tende a spostarli ogni partita vedi guarin e kovacic, prendiamo goal da palle alte con difensori come chivu che non marcano, cambiasso e Zanetti se giocano un tempo possono fare la differenza, 90 minuti non li reggono, la cosa più triste e il cambio alvarez-jonathan, terzo posto con questo gioco quasi impossibile, la Lazio con una rosa minore gioca meglio ed è più organizzata

  49. Stramaccioni troppo spesso commette errori tattici macroscopici. Mancini al primo anno di Inter partì con le idee confuse ma fu poi capace di ovviare ai suoi errori, divenendo uno dei grandi della storia nerazzurra. Strama non ha a disposizione una rosa minimamente paragonabile a quella del Mancio, e questa è sicuramente un’attenuante, ma anche la pasta dei due non mi sembra la stessa. Fossi Moratti mi guarderei in giro

  50. Non abbiamo prime punte di riserva, lo si sapeva ad agosto e anche a gennaio, ditemi se esistono squadre e non parlo di juve, milan, ma anche di serie inferiori che siano nelle nostre condizioni. La società cerca finanziatori o il 3° posto (?) per avere liquidità, altrimenti austerità.
    il gioco non si vede, la preparazione atletica inadeguata. Puntiamo sui giovani che abbiamo per gettare le basi x il futuro.

  51. Frasi come “What time is your Easyjet?” o “taxi for Inter” descrivono senza troppe parole la serata dell’Inter di ieri sera. Ennesima formazione sbagliata da strama che rinuncia a Palacio ovvero l’unico che poteva tener palla e far salire la squadra. Ho come l’impressione che Strama piaccia ai giocatori dell’Inter perchè in tal modo si gestiscono come vogliono e lo reputano un loro “amico”. Vero l’alibi degli infortuni ma se sbagli formazione anche con quelli che hai a disposizione…

  52. Una squadra in campo che corra e l’altra con giocatori di scarsa qualità, eterni incompiuti, senza attributi, bolliti o vecchietti incerottati…
    Stramaccioni può fare quello che può ma se gli ingredienti sono scaduti o di seconda/terza scelta c’è poco da fare… Usque tandem abutere Branca, patientia nostra?… Ora puntiamo al terzo posto, pancia a terra e lavorare !

  53. Sarebbe stata utopia la rosa attuale arrivare in fondo a tutte e tre le competizioni. Concentriamoci sul 3° posto e vediamo se riusciamo a guadagnarci l’acceso in finale di Tim Cup!

  54. Stefano B. // 8 marzo 2013 a 11:40 // Rispondi

    Francamente non mi meraviglio del risultato, visto l’esito delle partite giocate in trasferta, a parte Catania, negli ultimi 4 mesi. Quello che lascia sbigottiti è come si riesca a prendere puntualmente gol di testa con a disposizione giocatori di 195 cm. (Ranocchia). E’ così umiliante marcare ad uomo, vetusto sistema di difesa, ma forse più efficace della “elegante” zona, specialmente sui calci da fermo? Giocare più da “provinciale” fuori casa, in questo periodo, non mi sembra poi da scartare.

  55. A me “spaventa” lo strapotere fisico che ogni volta dimostrano i nostri avversari…cioè, arriviamo sempre per secondi sulla palla, e se arrivamo insieme perdiamo i contrasti. Vecchi? Fisicamente inferiori? Scarsi? Abbiamo preparatori incapaci? Gli altri sono dopati? Gli altri sono marziani?

  56. Eppure voglio essere positivo. Voglio pensare che questa società abbia un protetto, un’idea, un programma. Certo é difficile pensare che i ceduti (in ordine sparso) Santon, Balotelli, Livaja, Biabiany, abbiano qualcosa meno degli attuali nomi in rosa ma capisco che in quei momenti – magari – non si é potuto fare diversamente.
    Piuttosto Stramaccioni mi sembra un uomo solo al comando (ma comanda?). E nessuno in società, per onestà, credo possa rimproverargli molto.

  57. purtroppo inguardabili! non ci si può guardare..

  58. Gli inglesi corrono come pazzi, onorano ogni partita, giocano 3 volte la settimana senza scene, anche nelle feste. Da ammirare i tifosi inglesi che spingono le loro squadre fino alla fine anche quando perdono, non come i nostri che al primo passaggio sbagliato fanno venire giù lo stadio, così il secondo lo sbagli di certo. E che differenza di atteggiamento tra AVB e AS nelle dichiarazioni. Ok che la squadra è quella che è, ma autocritica e un po’ di modestia mai?

  59. Francesco // 8 marzo 2013 a 12:02 // Rispondi

    Villas Boas così commenta la squalifica di Bale: “non avesse preso il giallo, gli avrei chiesto io di farlo, così da evitare squalifiche nella fase finale”. Che dire? Io fossi un giocatore con un minimo di orgoglio, difronte a dichiarazioni così, cercherei al ritorno di sputare sangue e cercare di fargli rimangiare queste parole…ma purtroppo né l’ambiente, né la squadra sono quelle di 3 anni fa.

  60. vailati pierantonio // 8 marzo 2013 a 12:04 // Rispondi

    strama all’inizio aveva entusiasmato ma nelle ultime partite pare che si sia montato la testa. Partendo con Palacio guarin e cassano avrebbe certamente affievolito la pressione del Tottenham e rischiato di far dei gol lasciando la porta aperta per il ritorno. Cosi’ facendo pare si voglia scavare la fossa da solo. Peccato…

  61. Il bello è l’aver parlato di Bale x due settimane come il pericolo numero uno ed averlo fatto segnare dopo appena 5 minuti. La difesa è stata ridicola e se imbarchi tanti gol con facilità non è solo un problema individuale, è un problema tattico. Non parliamo di altre scelte incomprensibili, come Pereira attaccante improvvisato(!), Jesus terzino sinistro ed Alvarez esterno destro. Che qualcuno, allenatore incluso, cominci a dare segni di vita. Quanti altri Tottehham dovremo subire fino a fine stagione?

  62. Concordo quasi su tutta la tua analisi, l’unica cosa è che non bisogna dimenticare che anche la qualità dei giocatori era differente… e’ una formula matematica, magari non subito ma prima o poi chi ha qualità eccelle e nel nostro caso specifico… è con i campioni o con “i piu’ bravi” che si vincono le partite… Ci rifaremo presto !!!!

    • Siamo andati in serie difficoltà incontrando squadre come Atalanta, Bologna, Torino, Catania, Siena, Chievo… non ritengo che l’organico dell’Inter sia inferiore.
      Anche il Barcelona del supereroi in mano all’allenatore in 3ª sta attraversando un periodo negativo. La spiegazione é sufficientemente chiara.
      Saluti

  63. Mettiamo da parte l’ennesima delusione cocente alla quale ero preparato, ma purtroppo bisogna solo rendersi conto del come siamo arrivati ad affrontare una partita del genere in assoluta emergenza di giocatori e di scarsa condizione psicofisica. Non si può tutte le volte tentare di giocare le partite dal secondo tempo perchè non ce la facciamo a reggere i 90 minuti e di conseguenza giocando al piccolo trotto il primo tempo di ogni partita va a finire SEMPRE che al 20′ siamo sotto 2 a 0.

  64. Massimo Inter // 8 marzo 2013 a 12:45 // Rispondi

    Quando M.Shumacher esordì in Ferrari,si ritirò dopo metà gara e dichiarò: “Non dobbiamo puntare a vincere il Mondiale o i GP.Le gare, prima dobbiamo imparare a finirle, non a vincerle” L’Inter sta lavorando per il futuro e dopo lo smantellamento avuto con pochi rimasti e comprati meritevoli della prima squadra, è normale che contro squadre più forti ci si aspettino dure lezioni da digerire. L’Inter si sta ricostruendo, ci vuole molta pazienza. Se poi si vuole vincere ogni partita, si tifi Barca o Real.

  65. Che l’Europa League non fosse una competizione adatta alla stolta mentalità sportiva dei club italiani lo si sapeva anche prima di iniziare questa competizione e ieri sera ne abbiamo avuto la riprova. Arrivati a marzo si fanno dichiarazioni pre partita sulla maggior importanza del terzo posto.
    Ed allora mi chiedo il perchè si sia partiti presto questa estate con la preparazione, il perchè si sia “sacrificato” Milito contro l’insignificante Cluji ecc.

  66. e dopo il pallone è quello giallo ieri sera ci cantavano “What time is your Easyjet?”
    A che ora è il vostro volo (low cost)…Pazzesco solo 2 anni e mezzo fa…Un’altra era

  67. Salvatore // 8 marzo 2013 a 12:56 // Rispondi

    Stramaccione presuntuoso, per l’ennesima volta ha sbagliato la formazione. Capisco che è giovane e inesperto però all’Inter forse serve qualcuno con più esperienza, anche perchè, credo che la rosa dell’inter non sia del tutto da buttare, come hai sempre detto anche tu!
    A mio avviso credo che l’inter accusi una mancanza di gioco, ma soprattuto di organizzazione difensiva. Non si possono subire tanti gol contro qualsiasi avversario che sia il Tottenham o il Siena!

  68. non ci sono parole

  69. Christian // 8 marzo 2013 a 12:57 // Rispondi

    L’inter ha avuto la fortuna di affrontare il milan post barcellona ed un catania che ha giocato la partita senza l’obbligo del risultato e così ha fatto 4 punti. Poi con tutto rispetto il tottenham ha un grande giocatore e gli altri sono buoni giocatori e niente più… Si poteva fare di più!

  70. Una disamina perfetta la Tua. A chi sta in società ed in squadra dico una sola parola: vergogna! Noi, non meritiamo questo.
    Marco

  71. che vergogna! e la vergogna ancora più grande è sentire il nostro “allenatore” dilettante allo sbaraglio che recrimina per i gol sbagliati di alvarez e palacio.
    si dimentica che il tottenham ne poteva fare 15? è snervante vedere questa non squadra. BASTA!

  72. C’è proprio sintonia tra le facce in campo e quella dell’allenatore: a chi la passo, stagione sfortunata, si salvi chi può, speriamo di non prenderle, noi ci proviamo, in caso ci rifacciamo alla prossima.
    Non ci si crede, zero palle, zero cattiveria, tutti con l’orologio in mano.
    Almeno un paio di falli da ammonizione su un irritante Bale avrei voluto vederli ieri sera.
    Palacio è l’unico contento di andare in campo.

  73. Giusto rimanga sulla graticola uno che non ha mai dato una parvenza di gioco alla squadra in 60 partite disputate. Tu dici “presuntuoso” ?! Sei troppo generoso. Per dirla alla Geometra: inadeguato!
    Hai ragione, i londinesi sono più forti, ma c’è modo e modo di perdere le partite, soprattutto in Europa. Detto questo in campo vanno i giocatori , ho detto giocatori e non mezze figure . Mi riferisco a moviola Alvarez, a Pereira ad Antonio Cassano nettamente soprappeso e almeno altri tre ex.
    Tristess

  74. Qualche “immaginario” titolo di giornale. Immaginario, ma in tema… 😉
    1. “Rottura di Bale…”
    2. “Al ritorno, Tottenham senza Bale. Speriamo le abbia l’Inter…”
    3. “Stra-mazzata. Stramazzati. Stramaccioni?”
    4. “Mercato: l’Inter vuole Botta. Quella di ieri non è bastata?”
    5. “L’Inter su Botta? No. Botta sull’Inter!”
    Ciao, Roberto 😉

  75. Qual è il senso di iniziare la stagione coi preliminari a luglio e poi quando arriviamo verso il clou della competizione dichiarare che la coppa non interessa e si punta solo al 3 posto? Esci ai gironi allora ! Perchè dobbiamo partire 2-0 al 20′ in 2 partite di fila (con il derby sarebbero state 3 senza Handa)? Perchè bradipo Alvarez sta continuando a giocare titolare? Perchè Palacio solo nel secondo tempo? Perchè allora non Benassi visto il senso della coppa? Rispetto x il tifoso in trasferta !

  76. bruno foschetti // 8 marzo 2013 a 13:38 // Rispondi

    Giustamente adesso è il massacro, non si salva nessuno, mandiamoli a lavorare ecc. ecc. Io ti do ragione qando dici che Strama è stato presuntuoso, ma mettiamo che per caso vanno dentro le 2 occasioni (limpide) allora i giudizi sarebbero diversi, bravo Strama, ha messo la squadra in modo perfetto. Lo so che con i se e i ma non si va da nessuna parte, pero`non si puo`accettare tutti i commenti, che fai pure tu (con tutto il rispetto). Allora dovresti essere più obiettivo.
    Saluti B. Fos

  77. Salvatore // 8 marzo 2013 a 13:46 // Rispondi

    Prima dell’inizio della partita ho letto i nomi dei componenti della panchina (Pasa, Mbaye, Benassi, Jonathan, Guarin, Palacio), ho pensato che Ranocchia e Cambiasso erano stati recuperati all’ultimo istante e mi sono detto: siamo proprio ridotti ai minimi termini! Con i giocatori contati, dopo il dispendioso recupero di Catania e di fronte ad un ottimo Tottenham solo i più ottimisti potevano aspettarsi una grande prestazione. Eppure potevamo fare tranquillamente due gol…Sempre Forza Inter

  78. l+anfranco // 8 marzo 2013 a 13:49 // Rispondi

    Come si fa a mettere in campo tutti insieme Kovacic, Cassano e Alvarez (Come dice bene GLUCA)? Può una società e un Presidente distruggere così la gloriosa squadra nerazzurra, acquistare tanti brocchi (con relativo esborso di denaro). Saluti

  79. L’Inter non poteva trovare avversario peggiore, il Tottenham non poteva trovare avversario migliore. Sovrastati per 90′, 3 gol presi da polli, 2 occasioni d’oro sprecate ignobilmente, allenatore un po’ inesperto e un po’ presuntuoso (comunque inadeguato)… Male, male. A.A.A. società cercasi!

  80. era nell’aria. non sempre ti puo andare bene vedi milan e catania. alvarez il piu pericoloso, ma inguadabile nella sua lentezza. cassano, l’unico che ha classe, corre come un…non vorrei offendere nessuno. i tre gol presi in zona cambiasso. kovacic praticamente nullo. l’unico nei suoi limiti che ha dato tutto come al solito è gargano al quale non si puo chiedere di più. è solo colpa di stramaccioni? certo non si vede una squadra ma un insieme di giocatori
    speriamo bene.

  81. Ferruccio Galli // 8 marzo 2013 a 14:22 // Rispondi

    alla faccia di tutti i soloni che… le partite prima bisogna giocarle: non abbiamo gioco, Strama forse e’ capace ma per tenere il posto fa quello che dicono gli argentini, Cambiasso cammina, Jonathan-Alvarez-Gargano-Pereira sono scarsi, Cassano cammina e rompe pure, fenomeni in squadra come in societa non ce ne sono. il gioco questo sconosciuto. Ma la speranza e’ che Moratti forse riesce a vendere, mi sembra di capire che ci stia provando seriamente…

  82. Fuori dall’ europa league? Va beh capita…”The Project” continua…Niente paura. Tanto noi abbiamo in organigramma il “direttore artistico”! Le altre società invece non ce l’hanno. Poveracci!!!!

  83. Cassano unica punta che lancia se stesso lascia sgomenti: Branca, Moratti e chi altri, di fatto corresponsabili della situazione paradossale in cui siamo finiti, nulla possono credo comunque di fronte a certe catastrofi tattiche evidenti pure a noi ignoranti. Domanda: ma Stramaccioni fa lui la formazione (ci è e quindi non è + all’altezza) o no (ci fa e quindi a cosa serve )?

  84. l’errore principale è stato pretendere che Pereira facesse nel primo tempo l’attaccante esterno nel 4-2-3-1. Con un po’ più di fortuna (niente infortunio di Milito) avrebbe potuto essere un’ottimo anno. Rispetto all’anno scorso dove hanno sbagliato tutto con Jonathan Forlan Zarate Palombo, quest’anno delle cose buone sono state fatte con Handanovic Juan Jesus Cassano Palacio Gargano, ricredere in Ranocchia. Vietato fare processi prima di giugno perché si può ancora arrivare terzi e vincere la tim cup.

  85. Una prova a dir poco imbarrazzante. A parte il portiere non si salva nessuno. Strama è rimasto rinchiuso all’interno della panchina per praticamente tutta la partita e penso che chi era in campo avrebbe preferito stare accanto a lui. Quello che non capisco è come non si riuscisse a fare più di 2 passaggi. Perderci ci sta ma non in questo modo, purtroppo manca in campo un leader che alzi la voce e risvegli i compagni.

  86. Una proposta: anziché giocare l’inutile partita di ritorno, un bel viaggio a Lourdes per tutti, giocatori, tecnici, dirigenti. Forse un miracolo potrà trasformarli in una squadra di calcio.

  87. Senza palle, testa e gambe;ci vuole corraggio a presentarsi sul campo del tottenham in queste condizioni.Che la finiscano di prenderci per il culo! Già sulla carta la squadra è abbastanza scarsa,poi i giocatori non danno quello che possono ed ecco servita la figura di merda! continuo a sperare nel 3° posto, ma il mio ottimismo sta man mano scemando!non vedo la voglia e cattiveria agonistica che occorre in questa situazione. Manca qualcuno in società che li responsabilizzi a dovere! società ci sei?

  88. Sulla partita meglio non dire niente, spero solo che il presidente non ci propini le solite idiozie!!

  89. Prova imbarazzante, come hai detto giustamente tu, cambiare in corsa è spesso un errore ma continuare a perdere malamente facendo figuracce e perdere terreno in classifica nel campionato è peggio.
    Dopo la partita con il Siena si era capito che Strama aveva perso il bandolo della matassa, naufragando miseramente a Firenze. Il pareggio con il Milan e la vittoria a Catania non devono illudere, la squadra è scarsa e serve subito un allenatore esperto altrimenti perderemo il treno CL.
    Max

  90. alla fine è quasi inutile discutere…la controprova non c’è mai…ognuno,compreso me stesso sia chiaro, ha in fondo i suoi pregiudizi o per essere polically correct le sue convinzioni…..mettiamola così se stramaccioni non arriva al 3° posto per me va sostituito…einstein diceva che è più facile spezzare un atomo che un pregiudizio

  91. per essere chiaro io stramaccioni senza esperienza non lo avrei mai preso ma capisco che Moratti, avendolo scelto, ora lo difenda anche davanti all’evidenza

  92. piercarlo // 8 marzo 2013 a 15:39 // Rispondi

    L’Inter di ieri è un motore spompato.
    l’albero motore c’è: l’ossatura della squadra, non per competere su tre manifestazioni ovvio.
    Fra i pistoni, le bielle e i cilindri non c’è unione: la squadra non accompagna e non ci sono portatori di palla con piedi decenti ( Gargano su tutti ). Le fasce sono logore. Il carburante è finito e di qualità infima, non c’è corsa e la preparazione è nulla ( mai primi sulla palla ). Il proprietario ha finito i soldi e i meccanici sono inermi ed in confusione.
    ciao

  93. I limiti di squadra, allenatore e società sono stati tante volte sottolineati, che dire di più? vedere Jonathan 7-8 kg in sovrappeso quando uno staff tecnico è pagato per tener in forma una rosa tra le più mediocri degli ultimi 20 anni aggiunge al dramma anche la farsa. Se davvero arriveremo terzi vorrà dire che del campionato italiano non è rimasto che il ricordo. In attesa di uno stadio nuovo e di capitali stranieri tutti da verificare il futuro è nebuloso, e il presente fa cagare!

  94. Un anno molto sfortunato fino adesso speriamo seriamente che qualche investitore si presenti e dia un po’ di liquidità alla società…perché errori come Pereira o Jonathan si fanno perché non hai 20-30 milioni di euro da spendere per un campione quindi prendi 2 mezzi giocatori…a noi uno come Verratti serviva come il pane
    mattia da pavia

  95. Ormai è da molte partite che Stramaccioni mette in campo delle formazioni che fanno pensare subito a primi tempi che preannunciano valanghe di gol (senza aver frequentato Coverciano….)
    E che senso ha prendere in giro i tifosi dicendo che l’obiettivo è il terzo posto in campionato snobbando l’Europa League, competizione dove eravamo una delle squadre favorite?

  96. Io non ho mai visto l’Inter entrare in campo con la stessa formazione per più di due partite. Avere quantomeno una formazione TITOLARE sarebbe già un inizio…

  97. Pierfranco // 8 marzo 2013 a 17:04 // Rispondi

    Pensavamo che l’inferno fosse quello della passata stagione, mentre ci ritroviamo con pochi argomenti positivi e tanti dubbi.
    Spero ancora in una storica rimonta, magari guidata da Zanetti.
    La cosa che più delude è l’atteggiamento passivo, unito alla fragilità caratteriale.

  98. ormai non vale neanche più la pena prendersela (con chi poi ?)…va così speriamo che il supplizio finisca presto, anche se devo dire che il futuro mi spaventa molto di più del presente, spero che il nostro presidente non ci abbandoni e che finalmente faccia piazza pulita intorno a sé.

  99. Oltre ad alcuni calciatori una cosa che non si riesce più a vedere é quella maglia rossa.
    Se raggiungiamo il 3° posto è un miracolo…confidiamo in Sant’Ambrogio.

  100. Il livello del campionato italiano non è così elevato da giustificare il netto allontanamento dal vertice. Qualcuno ha evidentemente sbagliato qualcosa nella programmazione e in alcune scelte di mercato (vedi Pereiera, Alvarez, Jonathan, etc). In qualsiasi azienda, dopo due anni di risultati pessimi, quel qualcuno avrebbe già pagato. Sempre e cmq forza inter

  101. Sicuramente ci sono giocatori non all’altezza ma ho avuto l’impressione che la squadra fosse più distratta e molle del consueto. Forse non hanno aiutato le dichiarazioni di Strama prima della partita, quando ha detto che il terzo posto è obiettivo numero 1. Ma è ovvio che gli obiettivi si raggiungono proprio quando non si fanno discorsi di questo genere. Quando su 14 giocatori se ne salva uno solo (il portiere) credo che non sia un problema di singoli. Un appello: cerchiamo di salvare Kovacic.

  102. Bruce Germania // 8 marzo 2013 a 18:04 // Rispondi

    È sempre la solita storia. Pascoliamo per il campo simili, anche come flemma, ad un gregge di pecore in attesa di essere sbranati dal branco di lupi che per l´occasione passa da quelle parti. Derby e Catania, senza Handanovic, sarebbero finite analogamente. Devo confessarti che ieri ho dovuto rincuorare mio padre, solitamente un inguaribile ottimista. Naturalmente facendogli qualche battuta su Alvarez e Jonathan, gente che non vorrei in squadra neanche al calcetto del martedì sera :-)

  103. Fabio Primo // 8 marzo 2013 a 18:13 // Rispondi

    Se non c’era Handanovic serviva veramente l’abaco o il pallottoliere….
    Tottenham con mente e corsa troppo più veloce rispetto a noi….ma è successo anche con avversari meno forti.
    Kovacic allo sbaraglio : troppo acerbo , anche agonisticamente , per queste partite.
    Chivu è ormai un ex: con lui a centro difesa sono gol sicuri.
    Cassano indisponente tanto è pigro e scazzato.
    Degli acquisti inadeguati ieri in campo inutile ripetersi.

  104. Silvio da Torino // 8 marzo 2013 a 18:18 // Rispondi

    Come sempre ogni volta che prendiamo una scoppola scrivono veramente tutti e di più vomitando sentenze e spargendo litanie contro uno e contro l’altro. Domenica a Catania avevamo già il terzo posto sicuro in tasca, oggi rischiamo la retrocessione e siamo tutti da rottamare. Io resto con Strama e con la dirigenza. Si sapeva che sarebbe stato un anno difficile e quindi ci vuole tranquillità nei giudizi. Forse per troppo amore gli interisti sono troppo instabili. Ciao GLR ed a presto a tutti.

  105. Tutti a briglia sciolta eh?

  106. E anche l’ultima foglia di fico è caduta, contro una squadra che ha corso per più di 70′ si è visto come le condizioni fisiche dei nostri siano ormai ben oltre la spia rossa della riserva, adesso più che del ritorno dovremo pensare a centrare in qualche modo 3° posto (non so a spese di chi però) e finale di coppa Italia ma sopratutto Moratti e i dirigenti visti i -60 di passivo dovranno dirci di che morte dobbiamo morire nei prossimi 2/3 anni….

  107. alessandro // 8 marzo 2013 a 18:38 // Rispondi

    Domenica scorsa si è vista l’utilità di Cambiasso negli ultimi 20 minuti. La verità è che Zanetti Cambiasso Chivu e Cassano non possono giocare a questi livelli 90 minuti e comunque mai piu’ di una partita ogni 10 / 15 gg, potrebbero essere utili, molto, a partita in corso. A volte. Se poi il resto è quello che abbiamo ora, basta cambiargli un po’ la maglia e chiamarla Atalanta e allora ci siamo. Il livello ns ora è questo. Forse.

  108. Il calcio non è uno sport ma un business, niente di nuovo ed ingenuo chi pensa il contrario con storie di maglie baciate, slinguate ecc. L’EL porta pochissimi soldi ed oltretutto subito, per cui, conti alla mano, ad una squadra zoppa come l’Inter, continuare nel torneo sarebbe stato paradossalmente deleterio. La butto lì: disposizioni societarie per uscire dalla coppa e concentrare le (poche) risorse sul terzo posto. Io credo a questo. La partita di ieri me la spiego così. Purtroppo.

  109. guardando la partita, l’immagine che ha riassunto meglio la serata è stata quando hanno inquadrato la Sagrada Familia, attonita. Ma cosa si aspettavano di più?

    • Quella sagrada famiglia ha speso una fortuna per arrivare al triplete. Un po’ di riconoscenza da parte dei tifosi, no, vero?

  110. Mario da Colonia // 8 marzo 2013 a 21:06 // Rispondi

    drammatica mancanza di forza fisica e intensita’. quando vinceva l inter ha avuto sempre grandi mediani. adesso ha gargano che per giunta fa il regista e su bale che corre ci va il prof cuchu che dovrebbe fare quello qualitativo. erano forti di testa e kivu di testa ha paura e si sa e resta in campo ed esce juan. le punte non hanno forza fisica per far salire la squadra e la palla torna a mo’ di boomerang. firmavo per un 3-1 e’andata peggio. pazienza.
    saluti da colonia

  111. Un’accozzaglia di pagliacci e saltimbanchi. Questo è ciò che è diventata l’Inter in soli 3 anni. Io mi aspetto (ma da mesi lo aspetto) che la curva si ribelli e prenda una posizione netta e forte. Ieri in campo c’era una NON squadra, guidata da un NON allenatore, entrambi messi lì da una NON società che in nome dei soldi si è venduta pure i colori (vedi maglia rossa) per farsi gabbare per di più. Non posso più tifare per questo porcilaio; perchè ci siano tifosi occorre una squadra e ora non c’è.

    • Beh, puoi sempre smettere di tifare: invece sei qui a vomitare di tutto ogni volta. Più scemi loro o te? Si può essere tifosi anche solo quando le cose vanno bene, come al 2005 al 2011 e poi sparire per ritornare quando fa comodo. Sia chiaro, condivido tutto, sono i toni da angiporto che fanno ridere.
      GLR

      • Sarò senz’altro scemo io, ma che devo farci. La mia fede calcistica dice “Inter” e davanti a questo scempio l’unica cosa che mi resta è incazzarmi un po’. Per i toni, mi scuso se non sono adeguati, anche se mi sembra di aver letto di peggio.

        • Ma ci mancherebbe…Si fa per dire. Ma leggo cose da sciogliere immediatamente il sodalizio FC Internazionale. Poi c’è chi va ad Appiano ad applaudirli. Forse gli interisti che ad ongi sconfitta vorrebbero fucilare la squadra ce li ho tutti io…
          GLR

          • i tifosi dell’Inter sono dei critici cronici, si sa! chi lo è meno, in questo periodo, lo diventa: vede il futuro in ottica presente. Il tifoso capisce il progetto, solo i matti non lo capirebbero,
            ma nota che questo non si concretizza. Si parla di terzo posto vitale e si fa fatica in EL o con il Siena, di ffp e si sperperano soldi, si parla di giovani e di stadio e per mille ragioni giocano i senatori e i cinesi spariscono. Insomma Gian Luca, si è un po’ preoccupati….

  112. I 2 gol sbagliati…i nostri saltati come birilli…la velocità loro…e poi un ricordo di fine gara: il capitano che se ne scarta un paio e poi passa a Jonathan che si è allargato sulla fascia però in fuorigioco…zoomata sulla faccia del brasiliano e lui che mastica una cicca alla John Travolta in Grease…vabbè. Nonostante la figuraccia ricordiamoci che sulla carta siamo ancora in corsa per terzo posto e coppa Italia. A fine stagione tiriamo le somme. Tifare ancora e di più!

  113. Antonella 59 // 8 marzo 2013 a 21:48 // Rispondi

    È il momento di abdicare? Che tristezza…Ma abbiamo fatto gli acquisti giusti?
    In fondo Stramaccioni potrebbe essere l’allenatore giusto x ricominciare, chi gli sta vicino deve capire se è da Inter o no. Io vorrei un interista al 100%

  114. cristiano 74(GENOVA) // 9 marzo 2013 a 00:46 // Rispondi

    Ascoltare Stramaccioni dolersi per i gol mancati da Palacio e Alvarez è stato come sentire100 gessetti stridere su altrettante lavagne.

  115. Mettere un suonatore di piffero a dirigere l’Orchestra Filarmonica della Scala a mio avviso é un azzardo. Un carissimo saluto.

    • Credo che tra formazione e panchina se vai a rileggerli solo Handanovic e Palacio suonerebbero alla Scala. Forse Guarin, il triangolo però…
      GLR

      • Caro Rossi,
        a mio avviso l’Inter é assimilabile alla O.F. della Scala. Sono signori professionisti che potrebbero rappresentare il meglio del calcio italiano. Tanto per intenderci, la Juve di Ferrara, Ranieri, Del Neri prendeva goals a vagonate, la stessa difesa é diventata quasi inviolabile solo perché non c’é più un pifferaio a dirigere la musica. Sarò monotono, ma se si imponessero le triangolazioni vinceremmo il campionato a mani basse.
        Un sincero saluto.

        • Triangolazioni a gente che a piedi fatti nel marmo di Carrara?! Mah. Il calcio è bello perché si può dire tutto
          GLR

          • Lei ha perfettamente ragione, allora diventerebbe inutile cercare i CR7, Messi, Rooney e compagnia cantante, basterebbe prendere uomini dal Torino, Bologna, Cagliari, Catania, Siena, Fiorentina, Atalanta, Udinese, Chievo etc. A vedere come giocano si direbbe che quanto meno i piedi non sono fatti di marmo.

          • Comunque. Conoscevo un tizio che suonava il triangolo. UNa volta doveva fare un concerto con l’orchestra di cui faceva parte. E doveva toccare il triangolo tre volte. Ecco. La prima di queste ciccò il triangolo. Tanto per dire: piano con gli entusiasmi. Eh eh eh !!!!

  116. Tottenham-Inter 2011. Formazione (molto rimaneggiata):
    Castell. Maicon Lúcio Samuel Chivu Munta Biabiany Sneijder Pandev Eto’o. Perse 3-1 male ma era 3 volte più forte di questa. Tolto Handa, dimmi 1 titolare di ieri che sarebbe partito titolare allora. Dov’è il progetto? Non c’è un’idea di calcio. Hai 5 titolari da trovare davanti alla difesa, e compri Kovacic che gioca nell’unico ruolo coperto. Non discuto Kovacic, ma non vedo programmazione: altrimenti avremmo una punta under 31 in rosa.

  117. Stefano il "Cipe" // 9 marzo 2013 a 08:14 // Rispondi

    Sono STRA-contento della partita col Tottenham perchè ho la certezza che, se non ci siamo già arrivati, stamo per toccare il fondo del barile. Spero solo che a qualcuno non venga in mente di andare a comprare dei badili…..per cominciare a scavare.
    AMA la PAZZA.

  118. Preso da scoramento e frustrazione nel vedere la beneamata (non) giocare a calcio mi sono sforzato per ricordare un’inter che giocasse peggio di questa… è stata durissima ma ho “ritrovato” la rosa che con Giampiero Marini nel 94 vinse la uefa e rischiò di retrocedere: Zenga, A.Paganin, D.Fontolan, Jonk, Bergomi, Orlando, Manicone, Berti, Bergkamp, Sosa, Bianchi, Dell’Anno, Ferri, M.Paganin, A.Rossi, Schillaci, Shalimov, Tramezzani.

    • Averla oggi gente come Ferri, Manicone, Berti, Sosa, Jonk e Begkamp!
      GLR

    • Paolo Sabiu // 11 marzo 2013 a 12:30 // Rispondi

      Sì, ma, appunto, vinse la UEFA. In più, Pellegrini aveva compiuto l’ultimo grande sacrificio, svenandosi, per regalare ai tifosi dell’Inter uno dei giocatori potenzialmente più forti al mondo, cioè Bergkamp, il quale, tutto sommato, i suoi 8 gol da protagonista in Coppa li segnò e ci portò in finale… Quasi quasi, dei bei ricordi…

  119. Riconosco che il piano di ringiovanimento del Milan è nettamente superiore a quello che stiamo facendo noi ed è scaturito da un intelligente affiancamento dei giovani ai più esperti. Così nasce un futuro e non buttando nella mischia un ragazzo di 18 anni che alla fine del primo tempo viene sostituito…

  120. alessandro // 9 marzo 2013 a 18:13 // Rispondi

    Stramaccioni: Cassano sovrappeso? Dai nostri test non risulta. Ecco forse sono tarate male le macchinette di Appiano, anche quelle sui test atletici in generale. Forse sono tarati per i campionati over

  121. È un vero peccato, da sognatore mi sarebbe piaciuto arrivare almeno ai quarti o meglio ancora in semifinale. Lo confesso quando è entrato Jonathan ho cambiato canale, poi sono tornato sui miei passi. Io non sono mai stato contro Branca,ricordiamoci il 2010, ma se penso che per questi giocatori: Silvestre, Pereira, Alvarez, Forlan, Zarate, Jonathan, Gargano e Rocchi (per arrotondare la cifra) sono stati spesi 31 milioni di euro, 55 se consideriamo gli ingaggi….
    Sempre e comunque Forza Inter

  122. Una cosa e’ certa…se non si vince domani non si potra’ dare la colpa alla partita infrasettimanale mio caro Strama visto che non è stata giocata…

  123. Purtroppo dobbiamo cercare di capire che non ci sono più i soldi di 5/10 anni fa e che i bilanci diventano sempre più importanti (in ottica FPF). Il tottenham è più forte di noi sotto tutti i punti di vista e in più abbiamo pagato numerose assenze/giocatori fuori forma.

  124. si è capito chiaramente che noi in europa league ci siamo stati fin che abbiamo potuto,ma senza sprecarsi troppo. solo il fatto di tenere fuori palacio la dice lunga. il presidente lo dice ad ogni occasione che l’unica cosa che conta è la champions per cui non farei troppi drammi.
    in italia, diversamente da altri paesi, è troppo importante arrivare in champions per i conti economici, è quasi l’unica fonte di introiti non avendo stadi di proprietà ecc

  125. concordo quando dici che il tifoso interista è spesso un gatto nero..ma stavolta si sta giocando con la pazienza dei tifosi. I senatori che devono giocare x forza per fare i record…un allenatore che non azzecca una formazione neanche x sbaglio…una dirigenza “latitante” ora che si fanno figuracce… Moratti che continua tutti i giorni (per via del suo ego) a farsi intervistare sotto la Saras…
    La RIVOLUZIONE deve partire dalle scrivanie…riconoscenza post triplete esaurita!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili