7C: Inter-Roma 0-3

MARCATORI: Totti al 18’ e al 40’ su rigore, Florenzi al 44’ p.t.
INTER (3-5-1-1): Handanovic; Rolando, Ranocchia, Juan Jesus; Nagatomo, Guarin (dal 25’ s.t. Milito), Cambiasso, Taider (dal 12’ s.t. Kovacic), Pereira (dal 1’ s.t. Icardi); Alvarez; Palacio (Castellazzi, Carrizo, Andreolli, Belfodil, Mudingayi, Kuzmanovic, Wallace, Samuel). All. Mazzarri.
ROMA (4-3-3): De Sanctis; Torosidis, Benatia, Castan, Balzaretti; Pjanic (dal 12’ s.t. Taddei), De Rossi, Strootman; Gervinho, Totti (dal 35’ s.t. Dodò), Florenzi (dal 31’ s.t. Marquinho) (Skorupski, Lobont, Ljajic, Caprari, Burdisso, Jedvaj, Borriello, Ricci). All. Garcia.
ARBITRO: Tagliavento (Terni).
NOTE: espulso Balzaretti al 35’ s.t. per somma di ammonizioni. Ammoniti: Pjanic, Benatia, Castan, Juan Jesus, Pereira, Taddei per gioco scorretto, De Sactis per proteste. Recuperi 1’ p.t.; 3’ s.t.

La Roma ci ha fatto un mazzo così e con il 7° successo in 7 partite entra di diritto tra le pretendenti allo scudetto accanto a Juventus e Napoli. L’Inter non credo esca ridimensionata: personalmente non ho mai pensato che questa rosa fosse da scudetto. Al massimo da terzo posto, anzi da quarto ora se la Roma dovesse continuare così. Totti a San Siro  è stato semplicemente immenso, i suoi compagni, dal duo difensivo Benatia-Castan  a Gervinho e De Rossi, tutti in grande spolvero. I nostri invece sono ancora giocatori normali e nel primo tempo se la sono giocata alla pari, poi nella ripresa si sono disuniti, ma sotto di tre pere sarebbe stata dura per chiunque. L’Inter tornerà a dare di più quando si tornerà ad aspettarsi di meno da una squadra che, è bene ricordarlo, non ha più i fuoriclasse di una volta. Certo gli episodi a San Siro sono stati tutti a sfavore dei nerazzurri e la buona sorte si è presto vestita di giallorosso, fin dall’erroraccio di Ranocchia che, spaurito senza Campagnaro al suo fianco, ha di fatto consentito a Gervinho di apparecchiare il tracciante vincente di Totti dopo nemmeno venti minuti. Sotto al primo tiro avversario, l’Inter ha reagito con una missile terra-aria di Guarin fermato dal palo e con un colpo di testa di Alvarez bloccato a terra da De Sanctis. Ma solo questo, perché Nagatomo è incappato nella prima brutta serata della stagione e peggio di lui ha fatto Pereira quando, lasciato solo da Juan Jesus, altro mezzo disastro, ha falciato senza pietà Gervinho appena fuori area. Peccato che l’addizionale Guida e l’arbitro Tagliavento il fallo dell’uruguagio l’abbiano traslato in area: quindi rigore e altro gol di Totti su rigore.
Da lì l’Inter ha un po’ perso la sua fisionomia e si è spinta in avanti anche con i difensori, finendo punita sulla ripartenza di Florenzi con un diagonale perfetto a chiudere la discesa di Strootman. Contropiede avviato, manco a dirlo, dal solito, grandioso Totti, in forma Mundial.
Per tutta la ripresa, con Kovacic e Icardi e poi pure con Milito, l’Inter ha provato assalti all’arma bianca in serie, rischiando un paio di volte l’osso del collo sulle ripartenze di Florenzi e di Gervinho sul quale si è immolato Handanovic evitando il poker. Dall’altra parte invece l’addizionale Guida ci ha punito l’irruenza di Ranocchia che ha caricato De Santis costringendolo all’autogol. L’espulsione di Balzaretti è arrivata troppo tardi per essere sfruttata e anche l’Inter ha chiuso in dieci per un inforunio ad Alvarez. Ora che l’imbattibilità stagionale è andata, torniamo a pensare alla nostra realtà, che continua ad essere nella miglliore delle ipotesi l’ambizione al terzo posto, sempre ammessa che una delle tre, Juve, Napoli o Roma precipiti a sorpresa.  Non penso però che altre squadre possano riuscire a segnare tre gol all’Inter in 45 minuti. Questa Roma è stata un ciclone, ma è passata.

 

106 Commenti su 7C: Inter-Roma 0-3

  1. cristiano 74(GENOVA) // 6 ottobre 2013 a 01:29 // Rispondi

    L’inter resta una buona squadra. Con un buon allenatore. Con grossi limiti negli uomini a disposizione. Ti prego, dimmi che non sei tra coloro che sostengono da sempre la bontà di ranocchia. Un giocatore mediocre con punte di totale inettitudine, come ha palesato stasera. Io sono un suo grandissimo detrattore. E mi chiedo come ancora si possa reputarlo giocatore da A e da Nazionale. Misteri di Eupalla!

  2. Andrea Ibiza // 6 ottobre 2013 a 01:45 // Rispondi

    Risultato magari un po’ troppo rotondo, ma credo che la distanza che ci sia ad oggi tra Inter e Roma sia proprio questa. Inutile parlare degli assenti che per retorica, si sa, hanno sempre ragione e nemmeno dei singoli, sebbene qualcuno verrebbe proprio voglia di prenderlo a calci in culo, non per i limiti tecnici (porelli non è colpa loro), ma per un’indisciplina tattica improponibile in serie A. Partita equilibrata fino alla disattenzione difensiva che regala al Pupone l’ennesimo gol gioiello a San Siro e che dilagherà poi in una prestazione da far perdere il sonno a Prandelli; da lì un paio di sussulti nostri e poi Roma superiore tecnicamente, tatticamente e atleticamente in ogni zona del campo, tanto da chiudere la partita già nel primo tempo anche grazie ad un rigore che a velocità normale ha ingannato pure me. Secondo tempo utile solo a ricordarci che tra i pali abbiamo un fuoriclasse. Vista così parrebbe che quello fatto sino ad oggi sia tutto da buttare, ma per me la strada intrapresa è quella giusta e se non si perde la concentrazione, si fanno 2 o anche 3 innesti di livello e si continua a lavorare duro sotto la regia di Mister Mazzarri, in un paio di annetti si torna ad insidiare le prime posizioni.

  3. L’inter non meritava assolutamente la sconfitta..per 3 0 poi..abbiamo concesso il primo e il secondo gol veramente da stupidi..la differenza tra Roma e inter l’hanno fatta i centimetri..episodi fortunati..purtroppo sono due giornate che raccogliamo meno di quanto meritiamo

  4. Purtroppo senza una punta di ruolo non si vincono queste partite..mi dispiace ma palacio non è cavani..spero tanto che mazzarri dalla prossima inizi a schierare un 4-3-3..inutile avere in campo Pereira..meglio un attaccante in più ICARDI perché è l’unico uomo d’area che abbiamo..e nel primo tempo serviva tanto!!

  5. Marco da Montreal // 6 ottobre 2013 a 02:41 // Rispondi

    L’Inter nel primo tempo non ha affatto giocato male ma la Roma è semplicemente più forte. Il problema non è il fallo fuori aerea perchè per 25cm l’errore ci può stare (appena visto ho pensato anch’io che fosse rigore) ma il fallo stesso che è stupido farlo li, così come i dribling improponibili e le svirgolate di Ranocchia sintomi di poca concentrazione e supponenza. La sconfitta ci sta. Basta proseguire nel lavoro svolto, anche sotto la squadra non è andata in barca, e vedere dove si arriva

  6. La Roma ha giocato un’ ottima partita, comunque a mio parere non e’ ancora da scudetto. A noi e’ mancato clamorosamente il gioco in mezzo al campo: Taider purtroppo non sembra all’ altezza di queste partite e Cambiasso ormai gioca in un fazzoletto. Di Pereira preferisco non parlare, potrei essere offensivo. Ma mi domando dove e’ finito Wallace? L’avrei provato a destra con Nagatomo a sinistra.

  7. Ecco il vero volto di un’Inter che ha giocato (1 mese) sull’esaltazione della novità Mazzarri, sulla buona prestazione del33enne Campagnaro, ieri assente e su di un anticipato top della forma atletica che è in calando da Cagliari-Inter. Volto di un’Inter svenduta da Moratti dai giocatori alla società dal2011in poi. Il rigore? Si sa che i campionati (e i soldi) sono decisi a palazzo con gli arbitri, è sotto gli occhi ma ci sono altri 2 gol da spiegare, gratis!

    • Se credi davvero che tutto sia già deciso a tavolino, mi pari un fesso a seguire il calcio: vai a fare altro!
      GLR

      • Guido da Samobor, Croazia // 9 ottobre 2013 a 09:10 // Rispondi

        Ho già scritto in passato, parafrasando Isaac Asimov, che “lamentarsi degli arbitri è l’ultimo rifugio degli incapaci”. In termini generali, il sistema calcio è arretrato rispetto ai tempi che viviamo. L’errore dell’arbitro non è uguale a quello dell’attaccante, poiché l’arbitro non deve influire sul risultato. In altri sport vi è già la possibilità di verificare le decisioni prese con l’aiuto della tecnica. Deve avvenire anche nel calcio. Siamo nel 2013, non nel 1950.

  8. Marco Ferrara // 6 ottobre 2013 a 06:40 // Rispondi

    Classica gara che riporta tutti alla realtà; la strada intrapresa rimane quella giusta, mi auguro solo che per tornare davvero competitivi non debba passare per forza una eternità…..

  9. E al settimo giorno…A parte palo e rigore inesistente ( gli addizionali fanno più danni che
    altro) pur con l’impegno messo dai nostri, ci sono state evidenti differenze tra le 2 squadre.
    Sono d’accordo con Mazzarri che, oltre ad ingenuità, qualcuno è un po’ mancato. Samir H.
    ha salvato altri 2 goal. In effetti per ambire a posizioni di alta classifica mancano 2-3
    uomini di maggir classe ( esterni e centro.campo) Il tecnico è ottimo, vada avanti col
    suo programma. La ricostruzione prosegua

  10. una sconfitta contro una squadra più forte ci sta non facciamo drammi o proclami di mandare via l’ allenatore, hanno vinto e se lo sono meritato. L’Inter e’ da quinto posto e con un buon mister come WM credo ci arrivera’. Certo che Pereira !!!

  11. meglio se sto zitto… scrivo che Mazzarri è fortunato e arriva l’autogol…. Scrivo che con li arbitri finora è andata bne e arriva il rigore tarocco…. Mi limito a far notare che Handanovic non ha ancora parato un rigore con la maglia dell’Inter: viaggetto a Lourdes?

    • ArchAndrea // 7 ottobre 2013 a 11:02 // Rispondi

      Veramente da quando veste neroazzurro ne ha parato uno, in Europa League contro il Rubin Kazan lo scorso anno

  12. il problema arbitrale in italia è molto serio.
    con arbitri come tagliavento per noi non c’è possibilità di scamparla. se non si risolve questo problema, sarà dura visto che non abbiamo più la squadra di mou. la juve e il milan arraffano punti alla grande e noi mai un “errore” a favore. capisci bene che così è difficile.

  13. Non voglio parlare dell’Inter, della quale confermo il mio ottimo giudizio. Garcia: catenacciaro o stratega? Secondo me Mazzarri e’ stato un po’ ‘pollo’ nell’attaccarlo, sarebbe stato meglio riproporre l’attendismo visto contro la Juve. Mi spiego: meglio uno zero a zero scialbo che una scoppola che rischia di avere ripercussioni.

  14. Pasquale Somenzi // 6 ottobre 2013 a 08:50 // Rispondi

    Innanzitutto il dato più incredibile: nelle ultime 18 partite disputate a Milano
    tra Inter e Roma (campionato, coppa Italia e Supercoppa) solo Gasperini è
    riuscito a non subire reti dai giallorossi (0-0 il 17 settembre 2011).
    L’ultima volta che l’Inter aveva iniziato il campionato senza subire reti nei
    primi tempi nelle prime 6 giornate era stato nel 1972/73 ed anche allora i
    primi gol subiti furono alla settima giornata, quando andò sotto 0-3 con
    il Milan (0-2 nel primo tempo) poi però concluse sconfitta per 2-3.
    Poi nella giornata seguente arrivò una vittoria casalinga contro il Torino
    per 2-0. Chissà se alla ripresa col Torino ci sarà lo stesso risultato, di certo
    è che la partita non sarà casalinga.
    Pasquale.

  15. Siamo tutti d’accordo che i moduli l’allenamento e la mentalità del tecnico siano importanti, e la squadra gioca senz’altro meglio dell’anno scorso,ma alla fine contano gli uomini e se hai Ranocchia (serie C ad essere generosi) e Pereira (questo ha sbagliato mestiere) c’é poco da fare anche per Mazzarri. Questa squadra è Campagnaro dipendente.

    • attenti a denigrare Ranocchia. Non vedo giocatori di altro livello nelle altre squadre. Se giochi con accanto Rolando e Juan Jesus o sei Thiago Silva oppure è veramente dura.
      Forse non ha ancora la personalità e non riesce a tenere a bada il reparto, ma rimane un ottimo giocatore per me.
      Diverso avviso per Pereira, Jonathan e appunto Rolando.
      Ma questo è quanto ci possiamo permettere ora.

  16. l’assenza di Campagnaro ha dimostrato, per l’ennesima volta, che Ranocchia non ha la personalità ed il carattere sufficienti a guidare una difesa come quella dell’Inter. Lo guardi in faccia e sembra dire: ‘e adesso! Devo risolvermi i problemi da solo…Per non parlare di Jesus. Credo comunque che Mazzarri stia facendo un ottimo lavoro, bisogna dargli il tempo di capire la squadra e fare delle valutazioni sui singoli a fine anno.

  17. Silvio da Torino // 6 ottobre 2013 a 09:28 // Rispondi

    La Roma mi è veramente piaciuta molto, è veramente forte, per di più in ogni reparto. Ma se si guarda il risultato non si può non incazzarsi per come sono andate le cose nel primo tempo, anche perchè il secondo è stata pura accademia con l’Inter, squadra da contropiede, che deve attaccare una Roma (squadra da contropiede) avanti di tre goal. Credo di poter dire che la nostra Inter nel primo tempo abbia giocato molto bene ed ha subito goal al primo tiro. Poi il palo di Guarin, il rigore e amen.

  18. Una sconfitta che fa male ma può essere salutare, la Roma ha giocato meglio, è stata cinica e ben organizzata, hanno meritato la vittoria, null’altro da aggiungere. Hanno un ottimo centrocampo, sono molto coesi e i più accreditati per la vittoria finale. Noi dobbiamo proseguire nel nostro cammino, Mazzarri sta costruendo la squadra, non facciamo i soli “tifosi interisti che sanno tutto e vogliono tutto e subito”, il nostro obiettivo è ben altro, facciamo tesoro delle sconfitte e cresceremo

  19. mamma Viviana // 6 ottobre 2013 a 09:41 // Rispondi

    Una volta il dilemma era chi siamo dove andiamo e xkè gioca Cirillo ora xkè gioca Pereira fa niente la Roma è forte fanno anche tanti falli io ho visto molte partite della roma e posso dire che non fanno ragionare l’avversario si chiudono e ripartono e quando parti tu sei per terra i cartellini lo dimostrano e forse pjanic poteva essere fuori nel primo tempo,va bene l’Inter non è da scudetto ieri la squadra almeno ci ha provato Yuto a sinistra x favore è ilsuo habitat,non molliamo mammaViviana

    • ArchAndrea // 7 ottobre 2013 a 15:12 // Rispondi

      Concordo che la Roma tra le qualità messe in campo si è servita molto dei suoi “fabbri” per soffocare ogni nostro tentativo di contropiede o ripartenza!

  20. Mi aspettavo una partita difficile, la Roma e’ sicuramente per ora piu’ forte, peccato x quel rigore generoso, ma è la prima sconfitta e non contro l ultima in classifica, non farei drammi siamo solo all inizio, non vorrei però che con l assenza di qualche titolare la squadra perdesse punti di riferimento. Ciao.

  21. Partita degli episodi, e tutti per la Roma. Totti “ce prova e ce coje”, Guarin no (palo); poi, rigore regalato e partita finita. Pochi ricambi, Pereira assolutamente inadeguato.
    La Roma non mi è parsa poi tanto più forte: ha approfittato di una serata-no… Quel che temevo (postato nel tuo editoriale scorso) si è verificato: Mazzarri ha avuto paura di osare e ha perso. Spero che la lezione serva anzitutto a lui: se si ostina a giocare senza le due punte non vincerà uno scontro diretto che uno.

  22. Sono almeno due anni , che in una situazione dubbia, non vedo fischiare a favore
    dell’inter, alla juve , al milan e alla roma succede tutte le settimane.

  23. Se solo qualcuno mi avesse detto che avremmo mai potuto rimpiangere in campo l’assenza di Jonathan lo avrei invitato a darsi al curling, invece. Al di là delle assenze che con la rosa dell’Inter di quest’anno contano, al di là della sfiga come detto questione di cm, c’è da fare i complimenti alla Roma che nata sotto la maledizione dei propri tifosi a Luglio-Agosto, dimostra quanto nel calcio contino i risultati. Oggi di qui contestatori non ne trovereste uno.
    Animo e coraggio, la strada è lunga.

  24. Ma Wallace é davvero peggio di pereira?

  25. La squadra c’e’ , il gioco anche , servono 2 acquisti giusti a gennaio ( e thoir e moratti li devono fare ), nel ns.campionato non militano bayern, barca, il mio united e altre squadre top percio’ tutto e’ possibile, avanti cosi’…………

  26. La sconfitta brucia perché già dai primi di ottobre, salvo piacevolissime disgrazie altrui, siamo costretti a partecipare al campionato dei comprimari che va dal quarto al sesto posto. La Roma di Garcia è il calcio: cura maniacale delle distanze, aggressione degli spazi, qualità dei titolari e Totti da convocare ai mondiali. Solo la panchina è scarsa. Mazzarri ci ha ridato una squadra atleticamente valida, ma contro la banda del buco (gli emuli di Sorondo e Gresko) c’è poco da fare…

  27. Prandelli insisterà a lasciare a casa Totti e a portare Giovinco in Nazionale? Da interista devo ammettere che il Pupone è il miglior giocatore italiano degli ultimi 20 anni e uno dei più grandi di sempre. Avesse giocato nel Real o nel Barca avrebbe fatto collezione di palloni d’oro.

  28. Proprio perchè perdere questa partita non avrebbe comportato drammi, si potevano “osare” 2 punte, anche perchè impensierire la miglior difesa del torneo con una sola seconda punta leggerina non è possibile. Detto ciò, la differenza tecnica tra le due squadre la dice il fatto che da noi le punizioni le tirava Taider. Non so se mi spiego. Comunque, di nuovo, niente drammi, solo fastidio rettale per l’entità del passivo, che tutti speravano di non veder più in queste proporzioni dopo lo scorso anno

  29. Francamente tutta questa lezione di gioco della Roma non l’ho vista. Sono d’accordissimo con tutto quanto detto dal grande Mazzarri. La Roma ha meritato, per carità. L’Inter non mi è affatto dispiaciuta ed anche sul 3-0 ero fiducioso, poi è andata come andata ma a me l’Inter piace. Unico appunto ma lo scrivo ogni volta: Guarin è troppo ignorante tatticamente e Pereira è da serie B. Per il resto continuiamo così, mi fido di Mazzarri.

  30. siamo tornati sulla terra..dobbiamo rimpiangere non solo campagnaro (che è un ottimo difensore) ma persino….jonathan (a proposito ranocchia imbarazzante, a volte sembra deconcentrato)
    . Poi c’è sempre l’aiutino a perdere gentilmente concessoci dagli arbitri; juve e milan si ritrovano partite regalate e impacchettate dalle terne arbitrali,con l’inter non succede mai ( è imbarazzante un fermo immagine con il guardialinee perfettamente in linea). Comunque ,W l’inter e mazzarri.

  31. Palleggio,fantasia,velocità la Roma ne ha da vendere! poi minimo 2 uomini per limitare Gervinho(fermarlo è impossibile) ed eccoci coi poveri Palacio e Alvarez soli a cercar di dribblar difese intere.Icardi sarà utilissimo per tirar zuccate sui cross ma chiedergli di tener palla per 5sec.e far salire la squadra è dura.Evitiamo patetici alibi tipo Campagnaro,Jonathan, rigore fantasma per 10cm, gol annullato per carica inesistente. Spero di sbagliar ma Roma,Juve,Napoli…il trio Champions è andato!

  32. Non vorrei sottolineare gli episodi, visto che comunque poteva cambiare il risultato ma solo nella quantita’ delle reti subite, ma evidenziare come questa partita ha messo a nudo le nostre carenze di organico. Non siamo in grado di rinunciare agli 11 titolari e quando dobbiamo farlo squadre meglio attrezzate ci presentano il conto… La Roma ha giocatori di spessore mentre noi, al momento, siamo sicuramente deficitari sotto questo aspetto e il coraggio non basta. Poi noi abbiamo Pereira……..

  33. Eccoli là tutti pronti, sia i “nemici” con i fucili già spianati, sia i nostri, ammalati di “bartalite” (l’è tutto sbagliato, tutto da rifare): e dopo 7 giornate possono ridare sfogo alle loro critiche.
    Certo, quando si perde 3 a 0 in casa, non ci sono giustificazione.
    Tuttavia, nel primo tempo la nostra squadra, non mi era affatto dispiaciuta e, paradossalmente, giocato anche meglio della Roma.
    La Roma ha vinto, viva la Roma.
    Ma l’Inter, a mio avviso, c’è e piano piano sta crescendo.

  34. Partita strana , risultato che non ci sta. La Roma in gol tre volte su altrettanti tiri. L’Inter non puó uscirne ridimensionata, anzi..Forse la Roma è più forte ma ieri è stata anche decisamente fortunata. Ranocchia e Pereira sono già degli ex calciatori. Difficile giocare meglio in 9 contro 13. Si perché i due fenomeni anzi citati giocavano per Totti e c. W Inter

  35. Anche ieri sera ho visto un’inter in linea con le buone prestazioni delle precedenti partite, al netto dei pregi e dei difetti, che tutti più o meno sappiamo o crediamo di sapere, mi sembra chiaro che abbiamo agevolato la a prestazione di una Roma brava e spietata a capitalizzare i nostri errori.
    Sul rigore l’assistente è piazzato bene ma non riesce a cogliere correttamente ciò che avviene a meno di 5 metri dal suo punto di osservazione.
    Errori Inter ed episodi sfavorevoli hanno chiuso la gara

  36. E’ 3 anni che esprimo i miei dubbi sulla tenuta fisica di ranocchia in una squadra divertice ma non è cambiato nulla. A certi livelli gli errori dei singoli ( e quelli arbitrali) si pagano e si perde la partita. Per il resto solita inter di mazzarri che ha espresso anche buoncalcio a tratti. Solito copione per handa, quando non si butta la palla entra. Wm deve continuare così, con quei giocatori sta rendendo al massimo. Possiamo ancora dire la nostra. Forse manchiamo in velocità in alcuni.

  37. Fabio Primo // 6 ottobre 2013 a 10:48 // Rispondi

    Purtroppo ci ha tradito Ranocchia , che dovrebbe essere il top player della difesa. Prima del primo gol della Roma , aveva già fatto due errori pericolosissimi. Speriamo che si riprenda , in passato ha purtroppo dimostrato di essere molto fragile psicologicamente.
    Sulle fasce ci vorrebbe altro , troppo mediocri gli attuali. Sto sperando che rientri presto il vecchio Xavier , anche a 40 anni certe cappellate non le fa !!

  38. Troppo superiore l’organico giallorosso rispetto al nostro,basta guardare la differenza abissale fra i due centrocampo.Mazzari sta lavorando benissimo con un organico discreto,era una cosa risaputa e oggi ne abbiamo avuto la conferma.Sulla carta siamo sempre stati da 4°-5° posto,poi se riuscissimo ad arrivare terzi sarebbe come aver vinto lo scudetto.Ora ricominciamo a far punti con le piccole e pensiamo positivo!

  39. Risultato forse troppo punitivo per l’Inter ma ammettiamo che ad oggi la rosa è inferiore a quella di Juve, Napoli, Fiorentina, della stessa Roma (che ha sicuramente saputo fare mercato molto meglio dell’Inter nonostante la cessione di Lamela) e forse anche del Milan. Io comunque ho visto una squadra che ha giocato, che ha cercato di rimettere in piedi una partita ormai compromessa e questo mi è piaciuto. Mazzarri sta già facendo un ottimo lavoro, ma non può fare miracoli con i giocatori che ha.

    • Ma hai visto almeno una partita del Milan per dire ciò? Quel poco di buono che hanno raccolto fin ora è frutto di botte di culo, reazioni d’orgoglio-rabbia-disperazione nei finali di partita e dall’indiscutibile talento del “negretto di famiglia” (cit. Troppo velocemente dimenticata). Non c’è minimamente un’idea di gioco. Hanno avuto 2 scontri diretti di cui uno casa=0 punti e Verona, Torino, Bologna, Cagliari e Sampdoria = 8 punti. In casa Inter si sarebbe chiesta la testa di mazzarri,per dire

  40. Poche chiacchere. la nostra reazione nelle prossime partite diranno se l’Inter quest’anno è una grande squadra o meno. Piangersi addosso non ha mai portato nulla di buono. Confidiamo nell’esperienza (e se permettete — nelle palle) di Mazzarri.

  41. pietrospen // 6 ottobre 2013 a 11:30 // Rispondi

    Sull’ottimo lavoro di Mazzarri sono completamente d’accordo, sul fatto che l’Inter sia un ottima squadra nutro quialche dubbio. Al netto di Taider e Rolando ieri sera c’era la squadra che negli ultimi 2 anni si è fatta schiaffeggiare ripetutamente senza pietà nei campi di mezza Italia (san siro compreso)…

  42. Ranocchia non riesce proprio a fare il salto di qualità.

  43. Secondo me ieri sera abbiamo merito di perdere per via di errori evitabili ma va anche detto che siamo stati puniti oltre la norma (in ogni partita le squadre commettono leggerezze ma quasi mai le pagano tutte e duramente). Continuò a ritenere l’Inter da scudetto e i prossimi due mesi consentiranno di capire s siamo in grado di tenere un passo da vertice. Per chiudere con ieri sera, se entra il tiro di guarin cambia la partita e la vinciamo ma, si sa!, con i se e con i ma… Cmq complimenti Roma

  44. Palo e rigore inventato sul 1 a 0! Roma ha comunque meritato ma noi che sfortuna! Credo dopo questa partita Mazzarri rinuncerà a tentare il recupero di Pereira! Inguardabile! Resto comunque fiducioso, a gennaio Naingollan e un esterno e possiamo puntare al terzo posto!

  45. Il primo tempo è stato giocato alla pari della Roma con l’unica (si fa per dire) differenza che loro hanno costruito i loro gol su errori (orrori) clamorosi dei nostri difensori. Ranocchia che svirgola una palla facile da rinviare, sul primo, mentre il rigore è nato da un errore di Juan Jesus che pensa di essere il nuovo Beckenbauer. Penso che fino al rigore la squadra non stava giocando male. Comunque sono d’accordo con te, questa squadra con questi calciatori non è da scudetto.

  46. Mi piacerebbe un pò di chiarezza su Kovacic. Quest’estate erano TUTTI d’accordo che la rifondazione dell’Inter sarebbe partita da lui. Ora, dopo 7 giornate, mi pare chiaro che l’alibi dell’infortunio estivo non regge più, e che Mazzarri (al momento) non lo vede titolare. Peraltro il ragazzo, quando è entrato, ha fatto vedere solo sprazzi delle grandi qualità mostrate l’anno scorso (non parlo di ieri sera, nel secondo tempo avrebbe giocato male anche Messi…). Cos’è che non va?

  47. Francesco da Melbourne // 6 ottobre 2013 a 12:32 // Rispondi

    La nostra attuale difesa in fase di difesa non e’ all’altezza di una grande squadra che mira in alto. Le vittorie, credo, si costruiscono dalle grandi difese capaci di non far prendere gol alla squadra. E’ da contro la juve che commettiamo ingenuita’ o arriviamo tardi a chiudere, alla lunga si paga. Se il rigore sarebbe stato dato contro la juve chissa’ quante polemiche e invece noi non alziamo mai la voce..mi sembra. W la moviola in campo.
    Saluti Aussi
    Francesco

  48. Col senno di…prima,d’inizio campionato,,,questa è una squadra con un organico da quinto forse quarto posto. Però ha un allenatore che sta lavorando…ci sta provando a fare meglio. E sperare in…qualcosina di più non è vietato. Alcuni giocatori però NON sono da Inter. La sconfitta, il Sig. Guida, il palo? L’Inter deve pensare a trovare qualche utile rimedio…già da gennaio. Se lo aspettano i tifosi,se lo merita Mr.Mazzarri.

  49. Ciao Gianluca, l’assenza di Campagnaro si è fatta sentire tanto perché è lui che da la sicurezza a tutto il pacchetto difensivo…purtroppo Ranocchia non è un leader e ieri sera si è visto…e poi, voglio andare controcorrente, questo secondo me sarebbe il momento giusto x puntare tutto su Kovacic, quindi a discapito di Cambiasso con tutto il bene che voglio a El Cuchu ma quel ruolo davanti alla difesa (come la Juve con Pirlo) ha bisogno di un giocatore con grandi quali
    tà…cmq Forza Inter

  50. mario colonia // 6 ottobre 2013 a 13:22 // Rispondi

    cosa mi fa paura delle sconfitte prima delle soste? noi stessi.
    2 punti di media non sono male dopo 3 scontri diretti e catania e cagliari
    credo che qualcuno si era illuso e molti non riescono a girare la chiavetta
    dagli anni d’oro e danno ricette di cosa manca.ok ma poi servono soldi.
    questa e’ una prima fase di ricostruzione che ha bisogno del suo tempo
    e di capire pregi e difetti dei giocatori per formare una squadra.
    per sapere che cosa ci aspetta bisogna capire il piano industriale dei nuovi.

  51. Non era difficile prevedere, in una settimana dove mancava solo l’intervista del magazziniere al giornale di como (scherzi a parte ho perso il conto delle interviste dei nostri giocatori negli ultimi 7 giorni), un inevitabile calo di tensione. Evidentemente la rosa non ha recepito gli input mazzarriani e morattiani che invitavano all’umiltà. Anche da li si capisce la cifra qualitativa della rosa, nel nostro caso veramente scarsa. Una bella doccia fredda che servirà senz’altro. Vero ranocchia?

  52. Mauro Cozzi // 6 ottobre 2013 a 14:12 // Rispondi

    Complimenti alla Roma e a Totti immenso a 37 anni. Pagati due errori con palla in uscita di Frog e JJ, si crede Thiago Silva e non lo è. Loro ha fatto gol al ns primo errore e hanno messo la partita come volevano, prima alla pari. Si chiudono e poi ripartono con giocatori di gran qualità che noi non abbiamo. Risultato troppo largo. Campagnaro per noi fondamentale, senza perdono sicurezza dietro. Ora sotto con i tifosi occasionali che diranno che WM l’è bun no…

  53. Luca Conti // 6 ottobre 2013 a 14:53 // Rispondi

    Palo clamoroso di Guarin e poi entra in scena la coppia Guida-Pereira.. niente da dire, cmq il lavoro di WM è di livello.. certo che dietro abbiamo gente che gioca con troppa leggerezza..

  54. noto con piacere che l’isteria, attributo endemico dell’interista è poco presente in questi commenti, segno che c’è volontà di aspettare questa squadra e consapevolezza nel fatto che siamo da quarto/quinto posto al momento, con un paio di acquisti di buona caratura e uno sperabile crollo di qualcuno, possiamo ambire alla terza piazza….
    Mi accodo a Glr, se pensate che sia tutto deciso nel weekend c’è tanto altro da fare e da vedere che non è stato deciso a tavolino

  55. Grande Roma 7 vittorie consecutive in avvio campionato non si fanno per caso.
    Fastidiosa la telecronaca di Sky ed in particolare di Marcheggiani intento a pontificare sulla prestazione della Lupa dimenticando un po’ di oggettività nel valutare la partita dell’Inter.
    Il tabellino della gara, sono numeri non dimentichiamolo, dice che anche noi abbiamo fatto la nostra partita, due episodi sfavorevoli e limiti tecnici esprimono un risultato bugiardo.
    Roma più pronta e assistita dalla buona sorte

  56. Caro GLR, premetto che ieri ha vinto la squadra attualmente migliore e l’unica, per altro, che avesse in campo un vero e proprio top-player, Totti! Però a me la prestazione di ieri non è dispiaciuta considerando che l’ampio margine è stata determinato da analoghi episodi che a loro sono andati bene e a noi no (tiro di Totti gol-tiro di Guarin palo, fallo su Alvarez ravvisato fuori area-fallo su Gervinho ravvisato in area). Poi sbilanciandoci in avanti e con Totti così ispirato hanno legittimato.

  57. In questo momento ritengo che questa sconfitta sia SALUTARE perché si iniziava a credere di aver risolto tutti i problemi dell’anno scorso e questo non è vero!
    Penso che il campionato dell’Inter INIZI VERAMENTE dopo la sosta, quando affronteremo in successione 8 squadre di MEDIO LIVELLO, in cui Mazzarri e i giocatori dovranno dimostrare di essere da Inter, perché i punti in palio saranno fondamentali per dare alla squadra le certezze necessarie a fare anche un ottimo girone di ritorno.

  58. Per episodi…. e per centimetri… loro forti, si ma…. quel palo e quel rigore!
    Gira storto, ma è una sana sconfitta, rispetto al casuale filotto dello scorso anno.
    Comunque riflettiamo sugli arbitri SCARSI che ne combinano di tutti i colori, 7 arbitri e in ogni partita un’arcobaleno diverso.

  59. Distrutti da errori individuali, scarsa qualità complessiva e da un avversario che al momento in Italia ha pochi rivali. Se l’isteria dell’ambiente eternamente provinciale della capitale non ci metterà lo zampino i giallorossi quest’anno sono da titolo. Quanto a noi che dire…da 3 anni si tira a campare con una strategia ben definita del “facciamo a caso e sperem”. I bilanci sono lontani dall’essere sanati e Moratti ora che sta per vendere ha i dubbi amletici. Cosa vogliamo dal povero Mazzarri??

  60. Sconfitta pesante in chiave terzo posto.
    Niente da rimproverare ai ragazzi, la partita è stata abbastanza atipica e decisa da episodi:
    – Gol tirato fuori dal cilindro da un immenso Totti su regalo di Ranocchia vs Palo tirato fuori dal cilindro da Guarin
    – Rigore tirato fuori dal cilindro da Tagliavento su regalo di Cambiasso + Pereira
    – Contropiedone perfetto della Roma
    Nessun ridimensionamento, stiamo facendo bene ma oggettivamente con questa Roma il terzo posto diventa difficile da raggiungere

  61. Il k.o. è arrivato al momento giusto per riportare tutti con i piedi per terra. WM deve continuare il suo lavoro, e di lavoro da fare ne abbiamo in abbondanza. Servono 3/4 innesti di classe, che non sono arrivati per le note ragioni. Speriamo, in attesa di qualche novità finanziaria(sic), di poter recuperare almeno Milito, per poter dare una mano a Palacio.

  62. Avevo scritto che la Roma sarebbe stato il vero banco di prova. Se lo 0-3 è un po’ bugiardo, la nostra squadra non è ancora da scudetto. Poco male: l’obbiettivo resta quello di costruire la squadra del futuro e speriamo che l’arrivo dei capitali di Thoir consenta alla società di acquisire un paio di top player. Una nota tattica: credo che a questo punto Mazzarri dovrebbe rischiare le due punte fin dal primo minuto altrimenti l’impressione è di una certa poca incisività.

  63. questa sconfitta non mi deprime per nulla, siamo una buona squadra la Roma in questo momento è meglio di noi non è un dramma, veniamo da un nono posto siamo migliorati non abbattiamoci, solo una cosa mi lascia molto perplesso Mateo Kovacic con la sua classe dovrebbe partire sempre titolare…non molliamo

  64. Se noi siamo un’ottima squadra o no lo dobbiamo vedere dalla prossima partita in poi se torneremo a fare punti o crolleremo come negli ultimi due anni, mentre se la Roma è da scudetto probabilmente sì, ma la cosa non mi consola affatto, dato che anche loro vengono da due stagioni disastrose e, senza strafare nel mercato, si ritrovano per ora in vetta a punteggio pieno.

    • Senza strafare sul mercato???(la Roma)
      È stata la regina del mercato in Italia, hanno venduto bene e comprato ancora meglio, strootman lo volevano tutti per dire, eccezion fatta per la punta centrale hanno soddisfatto garcia in ogni richiesta! Tu immagina questa Inter così messa magnificamente in campo con un centrale difensivo degno di questo nome, un regista di livello e 2 esterni veri, poi dimmi tu dove saremmo.
      Colleghiamo il cervello prima di giudicare…

  65. La sconfitta ci ha riportato coi piedi per terra, il grande obbiettivo é tornare in Champions, sarà dura però non dobbiamo mollare. Una sconfitta con questa Roma ci puó stare.
    Mi scoccia sentir continuamente parlare di Nainggolan e le cifre che si sparano per lui. Non credo sia esattamente il giocatore di cui abbiamo bisogno. Invece un po’ di fosforo in piú a centrocampo non farebbe male, basta veder la Roma.

  66. Se in squadra hai contemporaneamente Pereira, Ranocchia e Guarin non aspettarti nulla.
    Mazzarri e’ bravo, ma se uno non ha neuroni, uno e’ mollo e non sa fare un rinvio senza mandare la palla a piu’ di 2 metri o buttarla su un compagno ed il terzo col calcio non c’entra nulla, non puo’ farci nulla.
    Mi domando solo Wallace e’ cosi’ peggio di Pereira? ed Abdreolli cosi’ peggio di Ranocchia?
    La Roma e’ piu’ forte ed ha meritato e non ha nessuno come quei 3 in squadra

  67. Non facciamo drammi per la prima sconfitta della stagione, a me non siamo dispiaciuti,ci è girato tutto storto ed il risultato e’ un po’ eccessivo. Complimenti alla Roma sicuramente in questo momento superiore a noi soprattutto tecnicamente in particolare a centrocampo. Totti inossidabile e strootman grande acquisto che forse faceva comodo a noi…sempre forza inter

  68. alessandro // 6 ottobre 2013 a 22:43 // Rispondi

    Quello che hai scritto mi trova concorde. Aggiungo solo che non possiamo però giocare con il centrale di centrocampo che si nasconde quando si deve impostare il gioco e costringe i difensori a lanci lunghi o peggio a portare palla. O taider o kova centrali e cambiasso entri nei secondi tempi.

  69. La partita con la Roma non inficia minimamente il lavoro di Mazzarri ; cercare scuse a questa sconfitta non serve a nulla.Si volta pagina e si pensa alle prossime ,il campionato è appena cominciato e cercare di capire adesso chi vincerà lo scudetto è roba da cartomanti.
    Complimenti a Garcia ed alla Roma, per il momento sono sicuramente i più forti.
    Gianni.

  70. Ho davvero l’amaro in bocca perché una sconfitta cosí pesante é esagerata ed immeritata. Corsa, impegno e un gioco a tratti discreto non sono mancati, abbiamo pagato episodi ed errori arbitrali. Purtroppo i gol della Roma sono arrivati tutti su errori individuali abbastanza marchiani ma anche assolutamente evitabili con un minimo di concentrazione in piú. Peccato. A Mazzarri – ottimo in ogni caso – rimprovero solo una formazione iniziale forse non proprio ideale (ma col senno di poi…)

  71. Jack Berga // 7 ottobre 2013 a 07:42 // Rispondi

    Ciao GL, forse penso e parlo da tifoso stupido, ma…: 1) dopo un tempo giocato alla pari e profondamente segnato da un rigore inesistente, la Roma ha fatto catenaccio. 5 fermi in area di rigore, 4 due metri fuori e uno che corre veloce (e bene) in ripartenza. Quando lo fa l’Inter, è cinica e sparagnina, la Roma, invece è magnifica 2) pare di essere tornati ai tempi cupi: non appena l’Inter arriva un po’ su in classifica, ogni episodio dubbio ci viene fischiato contro. Anno scorso docet. J.B.

  72. Alessandro // 7 ottobre 2013 a 07:46 // Rispondi

    Sono d’accordo con la tua disamina. Questa è la squadra dell’anno scorso : per fruttuoso e sagace che sia il lavoro di WM, è difficile che possa d’incanto trasformarsi in un’armata invincibile. Personalmente ritengo da tempo Ranocchia e Pereira assolutamente non all’altezza di una squadra che punti già solo al terzo posto. Soprattutto il primo : in quasi tre anni di permanenza ricordo solo mezzi disastri. Non occorre essere catastrofici, consiglierei però di provare un altro centrale in mezzo.

  73. Questa partita evidenzia, e ce n’era bisogno, i limiti della difesa, che non può essere dipendente da Campagnaro: il primo gol è una papera di Ranocchia, il secondo di Juan Jesus e sul terzo non è accettabile lasciare correre per tutto il campo un avversario con la palla al piede senza fare nulla per contrastarlo
    Detto questo, mi fido di Mazzarri: ha già dimostrato di essere esperto e capace, e non è certo per una sconfitta che va messo in dubbio il suo lavoro. Speriamo di rifarci al ritorno!

  74. Io sono convinto che un ruolo l’abbia avuta la fortuna.
    Totti azzecca l’angolino e segna, Guarin colpisce il palo, viene concesso un “non- rigore” e la partita è finita lì. Grosso dominio non ne ho visto ma solo contropiedi.
    Però mi chiedo: arriva Garcia e la Roma ha già assimilato i concetti e si esprime in maniera suprema mentre noi abbiamo bisogno di “crescere” perchè l’allenatore è nuovo.
    Vediamo quanto dura la Roma.

    • La Roma ha cominciato un progetto 2 anni fa ed ora sta raccogliendo i frutti.
      Basti guardare il loro centrocampo Strootman, De Rossi, Pijanic a confronto del nostro
      Taider, Cambiasso, Guarin, inoltre noi in rosa abbiamo si e no 5 giocatori capaci di dare del tu al pallone ed 1 di questi giace in panchina..per cui è anche difficile costruire qualcosa di decente.

  75. Gli episodi ci hanno sfavorito, ma mi lascia perplesso la gestione della partita. Non è concepibile che sotto di un un nel 1°tempo la squadra si sia esposta al contropiede della roma. Non è da mazzarri, c’era tutto tutto un 2° tempo da giocare.
    Pazienza, non siamo da scudetto e ce la giocheremo x il 3/4 posto.
    E poi Pereira, per carità! sul 1° e 2° gol uno sciagurato, sul 3° si è fatto uccellare da un mostruoso Totti.

  76. Massimo Inter // 7 ottobre 2013 a 08:56 // Rispondi

    Nello sport si può perdere, a patto lo si faccia lottando. Tutto sommato, l’Inter lo ha fatto contro una grande Roma. Concordo che l’Inter navigherà sotto i primi 3 posti, ma se proprio dobbiamo criticare, noto che la Roma è venuta a Milano con 3 punte, noi con mezza(Palacio). L’assenza di Campagnaro si è fatta sentire e mi auguro si dia molto spazio a Kovacic, l’unico che non perde palla in mezzo al campo. Ma lo spirito è quello giusto: a mio avviso, bisogna osare molto di più in avanti (Icardi?).

  77. disamina perfetta, tanta sfiga, serata no di ranocchia e sciagurati nel lasciare campo alla roma, potevamo stare belli coperti e tenerci uno 0-0. ma fammi essere polemico: juventus +4 punti rubacchiati, a noi gia’ 2 rigori semi fasulli in casa con fiorentina e roma…ora di fine anno finiamo ancora a 20 punti dalle prime con questi arbitri cecati

  78. La mancanza di ricambi sugli esterni è la riproposizione degli erroi di mercato da quando non c’è più Mou (accontentato pure con Quaresma, dico Quaresma).
    Successe con Benitez (che io rimpiango), successe con Gasperini, successe nel mercato di Gennaio con Ranieri. Mazzarri punta sul gioco sugli esterni e non viene accontentato, anzi gli si chiede il doppio miracolo, riuscendogliene uno.
    Unico neo, una punta in più aiuterebbe il povero Trenza.

  79. Concordo con tuo giudizio sull’Inter. Roma superiore anche se le è girato tutto a favore (due tiri tre gol in 45 minuti e se entrava palo guarin la partita cambiava). Mi rimangono perplessità su formazione (come a Cagliari):
    1. Occorrono due punte (Icardi e Palacio, con Milito dopo x Icardi)
    2. Kovacic subito per Cambiasso con centrocampo Roma veloce e tecnico
    3. Samuel al posto di Rolando. Serve infatti un leader a Ranocchia e Jesus. Avrei anche provato a 4: Naga-Samuel-Ranocchia-Jesus.

  80. la roma è forte, ha giocato bene e ha meritato la vittoria …. ma gli è anche girato tutto bene, a noi tutto male.
    comunque ns primo tempo dignitoso. andiamo avanti!

  81. la roma è più forte, poi gli è andato tutto bene ed ecco il 3-0.Però non capisco perchè in questa squadra non c’è posto per Kovacic.Ranocchia impresentabile, Pereira non è nemmeno da prima divisione.In ogni caso il lavoro di Mazzarri è egregio,la squadra ha una identità precisa.Mi piacerebbe vederi Icardi dal 1° minuto e Kovacic titolare fisso.Spero in ogni caso che a gennaio si provveda per un esterno destro e un difensore centrale.

  82. Un risultato magari esagerato nelle dimensioni ma fondamentalmente giusto. La Roma è più forte: gente come Totti e De Rossi noi ce li sogniamo. Ritengo inoltre che sia stata sbagliata strategia: il centrocampo tecnico della Roma e la velocità di Gervinho hanno fatto a pezzi i nostri tentativi di fare la partita con pressing alto e riconquista veloce della palla.
    Ridimensioniamoci e torniamo a giocare da provinciali col coltello tra i denti. Confido in Mazzarri

  83. A me francamente il rigore non é sembrato uno scandalo, il fallo c’é, la dinamica di gioco lo porta sulla linea dell’area.
    Leggo tanti commenti sul rigore, ma sulla partita di ieri solo dobbiamo fare i complimenti alla Roma. Arriveranno anche i momenti dove dovremo protestare qualche decisione arbitrale, peró quella di sabato proprio no. Facciamo tesoro degli errori commessi e ripartiamo. Abbiamo un buon calendario, portiamo punti a casa ed a Natale ci prepariamo il panettone con Napoli e MILAN

  84. senza fare del vittimismo cosmico tipico del bauscia “piagnone”, cosa ne pensi dell’errore commesso dal giudice di linea? L’errore arbitrale sul rigore ai giallorossi lo avrei tollerato se, come fino a due anni fa, ci fossero stati solo l’arbitro e il guardalinee. Uno che è nella posizione in cui era Guida con un “fatto” che gli succede a due metri non può nè deve sbagliare, altrimenti è meglio togliere questi spettatori non paganti e torniamo a poter tollerare questi errori

    • Sono d’accordo. Sarà anche difficile vedere in 50 cm ma se non lo vede, che ci sta a fare?
      GLR

      • claudio milan // 9 ottobre 2013 a 09:10 // Rispondi

        Aggiungerei che l’intervento sanzionatorio, rigore, fuorigioco (sono sempre decretati per punire un’infrazione) deve avvenire solo se vi è CERTEZZA. Io capisco che l’assistente possa non essere stato sicuro del punto esatto dove è stato commesso il fallo. Non era oggettivamente facile vedere bene, neppure da quella posizione. Ragione di più per ASTENERSI dal decretare qualcosa di cui non si ha certezza.

  85. Ero allo stadio e porto 3 considerazioni:
    1) Avevamo già acciuffato la Viola con l’orgoglio, il pareggio di Trieste e la Roma ci collocano al giusto posto. C’è da lavorare, ma almeno la condizione c’è.
    2) Siamo l’Inter, non il Livorno: con una prima punta almeno in casa dovremmo sempre giocare, altrimenti si torna alla coperta corta di Ranieri. Basta per favore.
    3) Totti è il solo giocatore in A che ancora vale da solo il prezzo del biglietto.

  86. Paolo Sabiu // 7 ottobre 2013 a 16:47 // Rispondi

    Che scoppola, ragazzi! Lo 0-3 è però fin troppo severo: abbiamo pagato a caro prezzo ogni errore commesso, mentre, da parte nostra, abbiamo mancato di cattiveria sotto porta nelle occasioni capitate a inizio gara (a parte la jella su quel palo pazzesco di Guarin!).
    Se dico che insistere nel lasciare Palacio da solo a lottare contro un’intera difesa, dico un’eresia? Ma, soprattutto, qual è quel mistero che per una sera mi ha spinto al punto di rimpiangere Jonathan?…
    Paolo, NO

  87. spillo1960 // 7 ottobre 2013 a 16:48 // Rispondi

    sempre col senno di poi che è sempre facile, ma contro una squadra che ha un finto centravanti (Totti) e ha 2 attaccanti esterni veloci che ti puntano 1 contro 1, era necessario giocare col la difesa a 3? Giocando col 4-4-2 con gli stessi giocatori, pur conoscendo la scarsità di qualcuno (Naga-Rolando-Ranocchia-JJ-Guarin-Taider-Cuchu-Pereira) non si copriva meglio difesa e centrocampo?bPoi Palacio prima punta a me sembra una bestemmia calcistica

    • Certo che a volte scrivete di quelle robe…Se secondo te ne abbiamo 8 scarsi, dico 8 perché tu ne nomini 8, essendo una squadra composta da 11 e quindi salvandone 3 di cui uno è il portiere, secondo te è un problema di modulo? Suvvia…
      GLR

      • Ma forse non si è neanche accorto che dopo il primo gol si è giocato con la difesa a 4… rolando, ranocchia, juan e pereira. Nagatomo faceva l’ala destra! Purtroppo noi interisti siamo così…

        • spillo1960 // 9 ottobre 2013 a 10:57 // Rispondi

          La lista era solo per dire come io avrei schierato dall’inizio gli stessi giocatori mandati in campo, i primi 4 come dfensori ed i secondi 4 come centrocampisti

    • E’ vero che nel calcio c’è poco di oggettivo e quasi tutto è opinabile, ma inserire tra i (presunti) scarsi Cambiasso mi sembra davvero una posizione difficile da sostenere.Quando ne troveranno uno migliore sarà il benvenuto, ma nel mentre teniamocelo ben stretto.

      • Angelo Montrasio // 12 ottobre 2013 a 23:49 // Rispondi

        Appunto perchè non possiamo permetterci di meglio dobbiamo far crescere un giovane, Cambiasso non è più in grado di reggere una partita intera e dopo venti minuti vaga per il centrocampo cercando di intercettare palloni, che una volta rubava regolarmente, senza arrivarci… Possiamo anche giocare in 10, ma con Pereira siamo in 9, con Jesus e Ranocchia in 8 …se poi davanti stiamo cercando ancora un vice-Milito cosa pretendiamo? Diego E’ STATO un grande, ma deve recuperare a 35 anni…

  88. Paolo Assandri // 8 ottobre 2013 a 08:44 // Rispondi

    Il paradosso è che in questo paese arrivare quarti è peggio che arrivare ottavi, l’EL impedisce di essere competitivi l’anno seguente. Lo dice la storia, nessuna squadra (a meno di una rosa competitiva di 40 giocatori) riesce a far bene le due competizioni. Guardiamo la Fiorentina quanti punti sta perdendo, guardiamo la Lazio o noi l’anno scorso (e la stessa Lazio). De Laurentis proponeva di fare una sola grande competizioni a cui si qualificano 6 squadre: credo che sia l’unica soluzione.

  89. sempre più deluso dal nostro paesello. Minuto di silenzio per le vittime a Lampedusa con tanto di lutto nazionale commossi per la tragedia, peccato che se non fosse accaduta ci sarebbe un’incazzatura generale per lo sbarco di questa povera gente. e poi la decisione di far giocare il Milan a porte chiuse per aver insultato i napoletani.Nemmeno il significato di razzismo abbiamo in mente!Scusa ma sono troppo incazzato per questo periodo che stiamo vivendo governati da incompetenti

  90. ottava giornata Stramaccioni 18 punti.ottava giornata Mazzarri 15 punti. Meno 9 dalla Roma e meno 4 da Juve e Napoli. Sesto posto in classifica….Davvero l’anno della rinascita. E adesso insultami pure, me lo aspetto…Io ti stimo lo stesso, ma voglio dire la mia, se c’e’ liberta’ di pensiero in Italia (e non offendo nessuno e non uso toni volgari e offensivi). Grazie

    • Ma figurati se insulto per così poco. Lascio che altri ridano a crepapelle. In effetti il campionato è finito e Stramaccioni ha fatto più punti di Mazzarri. Questi confronti non si fanno mai a maggio, si fanno a metà ottobre. E’ giustissimo quello che scrivi. Sono onorato di avere tanto acume tra i miei utenti. Pensa che a oggi Stramaccioni è praticamente a livello di Conte e Benitez come punti. Anch’io stimo chi riesce in poche righe a far ridere la gente. Vorrei riuscirci anch’io: ci provo, ma non sempre ci riesco.
      GLR

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili