2C: Catania-Inter 0-3

MARCATORI Palacio al 19’ del p.t.; Nagatomo all’11’ e Alvarez al 35’ del s.t.
CATANIA (4-3-3) Andujar; Alvarez (dal 17’ s.t. Rolin), Legrottaglie, Spolli, Monzon; Izco (dal 42’ p.t. Maxi Lopez), Tachtsidis, Almiron; Leto (dal 22’ s.t. Doukara), Bergessio, Castro. (Panchina: Frison, Ficara, Cabalceta, Gyomber, Freire, K. Boateng, Petkovic). All. Maran.
INTER (3-5-1-1) Handanovic; Campagnaro, Ranocchia, Juan Jesus; Jonathan (dal 38’ s.t. Wallace), Guarin (dal 23’ s.t. Belfodil), Cambiasso, Kovacic (dal 44’ p.t. Taider), Nagatomo; Alvarez; Palacio. (Panchina: Carrizo e Castellazzi, Andreolli, Rolando, Samuel, Pereira, Kuzmanovic, Olsen, Icardi). All. Mazzarri.
ARBITRO Damato di Barletta
NOTE: Spettatori 18.821, incasso di 276.425,90 euro (abbonati inclusi). Ammoniti: Spolli e Doukara (C) e Nagatomo (I) per g.s., Andujar per c.n.r. Angoli: 5-4. Recuperi: 2’-3’.

Stento a credere a­­ q­­­­­­uello che ho visto, ossia l’Inter di Mazzarri strapazzare il Catania 3-0 a casa sua, su un campo tradizionalmente difficile per tutti. Un risultato che avrebbe anche potuto essere più largo e ancora una volta senza subire gol per la terza gara consecutiva, considerando anche il preliminare di Coppa Italia. Ogni giudizio è assolutamente prematuro, sia chiaro, ma due vittorie in avvio di stagione era roba non si era vista nemmeno negli anni d’oro di Mancini e di Mourinho e per ritrovarle bisogna risalire ai tempi di Cuper. A differenza della gara d’esordio col Genoa, questa volta l’Inter ha osato anche nel primo tempo e, dopo aver rischiato subito in avvio su un conclusione ravvicinata di Leto, ha trovato il vantaggio dopo nemmeno venti minuti  su un’azione finalizzata da Palacio, al quarto centro in tre partite, su assist di Jonathan, ancora una volta tra i migliori in campo. Ed è proprio nella trasformazione di quest’ultimo, come in quella di Alvarez, che bisogna apprezzare il lavoro di Mazzarri. Il brasiliano ora presidia tutta la fascia con grande applicazione ed è diventato un costante pericolo per gli altri, non per noi, com’era sempre stato. Quando prende l’iniziativa arriva anche a concludere a rete con pericolosità, come ha fatto poco prima del vantaggio nerazzurro piegando le mani ad Andujar prima di replicare sull’esterno della rete. Alvarez dal canto suo sta finalmente facendo quello che per due anni non gli era quasi mai riuscito: ossia coniugare la sua indiscussa tecnica con una velocità finalmente proporzionale al nostro campionato e, se perde il pallone, non si rassegna a ciondolare in attesa della prossima occasione, ma va lui stesso a contrastare e, se necessario, ad abbattere l’avversario che lo ha uccellato. Per non parlare del gol, straordinario, che ha chiuso la partita poco prima del quarto d’ora della ripresa dopo un’azione personale da fuoriclasse, poco dopo che Palacio aveva messo sulla testa di Nagatomo la palla del raddoppio. Ed insieme a Palacio, al quale tra l’altro non è stato fischiato da Damato nella ripresa un rigore grande come una casa, è proprio il piccolo giapponese il cannoniere dell’Inter di quest’avvio di stagione. Fantastico il suo secondo tempo per disciplina e dedizione. Nel finale Belfodil, subentrato ad Alvarez, è andato due volte ala conclusione: la prima in rete ma in fuorigioco, la seconda a lato. Con lui si è rivisto anche Taider, giocatore espressamente richiesto da da Mazzarri e spedito a sostituire Kovacic, bloccato dal mal di schiena già prima dell’intervallo. Meglio dell’ultima volta anche Guarin e Cambiasso. Insomma è tutto vero, ma è presto, come ben sappiamo per trarre indicazioni: certamente la fase difensiva ora è degna di una squadra di Serie A e non solo per l’arrivo dell’ottimo Campagnaro, ma per tutto il resto bisogna aspettare. Non c’era da buttarsi giù dopo qualche brutto risultato ad agosto, non c’è da esaltarsi ora. Però di giocare Inter-Juve dopo la sosta a punteggio pieno come la Vecchia Signora proprio non me l’aspettavo. Peccato che sul mercato al 99,9% non si potrà fare più nulla: chiedono tutti troppi soldi e prima di gennaio non ci saranno altre novità. Accontentiamoci di quello che abbiamo visto, sperando che Mazzarri sappia cavare dai nuovi il meglio, come sta facendo coi vecchi.

85 Commenti su 2C: Catania-Inter 0-3

  1. Pasquale Somenzi // 2 settembre 2013 a 02:21 // Rispondi

    La stagione e’ iniziata con 3 vittorie senza reti subite nelle prime 3
    partite ufficiali, circostanza che non si verificava da quando era allenatore
    Cuper. Ecco il dettaglio:
    31/08/2003 Inter- Modena 2-0
    14/09/2003 Siena – Inter 0-1
    17/09/2003 Arsenal – Inter 0-3
    Poi pero’ seguirono due 0-0 in campionato in casa con la Sampdoria
    e ad Udine, prima del primo gol subito nel 2-1 sulla Dinamo Kiev.
    Il Catania negli ultimi 2 campionati non aveva mai perso in casa con 3 gol
    di scarto, infatti l’ultimo risultato interno con questo scarto risaliva al
    17/04/2011 Catania –Lazio 1-4 con gol siciliano di Schelotto.
    E guardando le prime 2 giornate questo e’ il bilancio:
    Inter batte Genoa-Catania 5-0
    Fiorentina batte Genoa-Catania 7-3
    Stavolta lo score di gol in stile Stramaccioni non lo ha fatto l’Inter.
    Pasquale.

  2. Andrea Ibiza // 2 settembre 2013 a 03:09 // Rispondi

    E bravo il Mazzarri, che prosegue e persegue di partita in partita e senza distrazione alcuna, il progetto di rianimare elementi invisi da tutti (me compreso) solo pochi mesi fa e continua a lavorare perché la sua idea di squadra, che è ancora in evidente stato embrionale, diventi al più presto certezza. Pensare che tutto sia risolto alla seconda di campionato sarebbe da folli, anche perché già alla prossima, gli eroi del Massimino al cospetto dei titani di bianconero vestiti, corrono anche il rischio di tornare le macchiette della passata stagione. La sensazione però è quella che il timoniere quest’anno, abbia in pugno la ciurma e la stia guidando lentamente verso acque più tranquille.

  3. secondo me è fuorviante farsi condizionare da queste partite.servivano un esterno e un gran centrocampista.ma avendo vinto le prime due di campionato non prenderanno nessuno.è utopia pensare che jonathan sia questo e che cambiasso possa fare il titolare.spero di vincerle tutte ma non la vedo bene.sarebbe bastato un isla e un fernando per rafforzarsi in modo netto.

  4. Però poi dicono che l’allenatore non conta. Certo che se giochi con undici fenomeni deve solo gestire il gruppo, altrimenti conta eccome. La mano di WM si vede già alla grande, giocatori dati per persi che sembrano rinati, gioco sulle fasce e tanta corsa. L’Inter corre più degli avversari e questa è una notizia da tre anni a questa parte. Unico dubbio la convivenza tra Kovacic e Guarin se il terzo rimane Cambiasso. Se poi la società regala qualcosa si fa interessante. L’Inter è squadra,mica poco

  5. Nicolo dallla Finlandia // 2 settembre 2013 a 06:51 // Rispondi

    siamo sicuri che sia Jonathan quello? Non é che hanno fatto il contrario di Eriberto-Luciano, stesso nome ma persona diversa?!

  6. sta succedendo che abbiamo un Campagnaro in più, Mazzarri con la concretezza di un carpentiere ed uno Stramaccioni in meno; che con il senno di poi considero sempre più un imbonitore con lo stile di un venditore porta a porta.

  7. anche io non mi azzardo minimamente a fare previsioni future limitandomi alla partita di ieri: ho visto una bella inter solida e determinata che ha concesso poco (sembra questa la vera novità rispetto alla scorsa annata) e poteva vincere ancora piu’ rotondo. complimenti a mazzarri per aver finalmente tolto le pantofole e messo le scarpe a jonathan e alvarez.alla prossima.

  8. Un passo avanti rispetto all’esordio con il Genoa. La squadra ha offeso molto di più, il Catania ha evitato il cappotto per la bravura di Andujar. Speriamo di continuare così !

  9. Vedere Alvarez e Jonathan correre fare assist e segnare è sicuramente un bel cambiamento. Sarà solo l inizio ma dopo quello che abbiamo visto fino a soli tre mesi fa, non prendere gol è incoraggiante. Un bel test sarà la partita la contro la juve. Lavorare lavorare lavorare.

  10. A dire il vero l’anno scorso alla seconda venimmo castigati in casa dalla Roma, altro che buoni risultati in fila! Già allora si capiva che qualcosa scricchiolava dietro.

  11. Indubbiamente, il primo test veramente attendibile lo avremo contro la juve. Ma nelle prime 3 uscite ufficiali sono risultati palesi una condizione atletica accettabile (dopo almeno un triennio di sole camminate e palle lunghe) e l’esatta collocazione tattica dei calciatori. E’ sotto gli occhi di tutti che Jonathan spostato 20 metri più avanti in un centrocampo a 5 rende molto di più rispetto ad una difesa a 4 e che Alvarez le cose migliori le fa da mezzala (così ha sempre giocato in patria)…

  12. Hai ragione, andiamo con i piedi di piombo. Ieri 10/11 erano gli stessi giocatori della stagione passata, peró in difesa non si é sofferto come l’anno scorso.
    Vedremo quello che succede nelle prossime 5 partite e probabilmente potremmo farci una idea di quello che ci attende quest’anno.
    La prossima partita non fa testo, la Juve credo giocherá un “altro campionato”, ma l’Inter é pazza, quindi una piccola speranza manteniamola…. Sognare non costa molto.

  13. Ciò che più mi ha sorpreso (perchè ammettiamolo che nessuno si sarebbe aspettato un inizio così) è l’intensità di corsa e la giusta cattiveria necessaria per vincere, nonostante il tasso tecnico rimane non eccelso. Le prime 3 partite ufficiali hanno dato segnali di continua e costante crescita sia sul gioco che a livello fisico. Ora, se non succederà un disastro contro i Gobbi, si potrà guardare al futuro con più ottimismo.
    BRAVO MAZZARRI.

  14. Caro GLR, la differenza vera rispetto allo scorso anno? Semplice, l’arrivo dei fratelli dai piedi buoni di Jonathan e Alvarez!
    Viva Cicero!!!

  15. Sebbene dopo due giornate sia deleterio tirare i bilanci,l’evidenza e’un’idea di gioco definita.
    E,parlando di singoli, Cicero e Ricky non li abbiamo visti cosi’nemmeno con le modifiche alka playstation. Che sia merito dell’allenamento Mazzarriano o una logica loro sbocciatura non so,di fatto abbiamo due frecce in piu’nella nostra faretra!

  16. lati positivi: più aggressività, gioco sulle fasce, rispartenze con 5/6 giocatori. Lati negativi: kovacic (se non gioca centrale è incompatibile con Alvarez ma tra i due continuo a preferire kovacic), jesus (ma arriva samuel). Comunque incredibile: non sappiamo come andrà la stagione, è troippo presto, ma se qualcuno mi dice ancora che l’allenatore non conta……..

  17. Ciao Gian Luca, ho visto quasi tutte le partite e devo constatare, da profano, che il gioco migliora piano piano, anche se alcune amnesie difensive, come lo scorso anno, restano, vedi Genoa (Bertolacci) e Catania (Leto) i vari Tevez, Balotelli, Gomez, ecc… non perdoneranno. Comunque secondo me, per ora, CORRONO BENE PERCHE’ MESSI BENE IN CAMPO, il vero acquisto è MAZZARRI!
    AMALA!

  18. Meglio di qualsiasi previsione, senza dubbio. All’inizio il Catania ha spinto e prodotto alcuni pericoli per la nostra difesa, ma rispetto al recente passato c’è più compattezza e la palla non entra al primo tiro in porta.
    Kovacic è un pò in ritardo, mentre Alvarez sembra aver cambiato pelle. Guarin non si esprime ancora al top e perde troppi palloni. Cambiasso corre come ai tempi di Mou e Palacio dimostra tutta la classe di cui è dotato.
    Bene Jonathan e Nagatomo, come vuole Mazzarri.

  19. Mi sa che dovrai ricrederti su jonathan… o è una rondine sola? :)

  20. Avevo espresso riserve sulla tenuta fisica di Jonny e Ranocchia e mi hanno smentito, disputando una partita attenta e tonica.Su Alvarez non avevo dubbi, chi lo riteneva lento errava poiché, palla al piede, é uno dei più veloci in circolazione e comunque da il meglio di se come mezzala(vedi 2° tempo), partendo con la porta davanti e non alle spalle.Viceversa é ancora molto “macchinoso” Belfodil, pur facendo buone giocate.Non sono riuscito a valutare Wallace.Ottimo Campagnaro, ha anche piedi buoni

  21. Partita certamente più probante delle prime due. Speriamo di continuare così

  22. La mano di Mazzari si incomincia a vedere anche se un test importante sarà contro la Juve, mi è piaciuto Campagnaro, handanovic solita garanzia, nagatomo a parte il goal ogni tanto liscia vedi azione di Leto, guarin il solito anarchico qualcuno gli spiegasse che si gioca in 11, su jonathan e alvarez sono contento dei progressi però aspetterei ad osannarli, due partite non fanno primavera, spero nel terzo posto chissà che l ultimo giorno di mercato riservi piacevoli sorprese

  23. Ciao GL, l’impressione che si ha (per adesso riscontrata con avversari non di “prima fascia”) è che ci sia ordine, che i nostri si muovano, e muovano la palla, sapendo come farlo. Mi pare che sia (finalmente) diventato secondario l’aspetto “emotivo”, cioè il fatto di riuscire a fare risultato “solo” con la grinta e l’entusiasmo, certamente importanti ma corresponsabili dell’eccessiva volubilità della squadra (di Stramaccioni, per esempio…).
    Staremo a vedere.
    Ciao e grazie,
    G.

  24. Anche io non volerei troppo con la fantasia anche perchè tra 14 giorni c’è la vera prova del nove contro la Juve e, secondo me, è una sfortuna che sia capitata così presto.
    Il lavoro del mister si vede, l’autorevolezza (e pure autorità) non gli manca, i meccanismi cominciano e vedersi (ed è la cosa più importante);
    spero solo rimangano coi piedi per terra e con la testa sempre lucida.
    speriamo

  25. Grande Glr,
    L’Importante ora è reggere dignitosamente con la Juventus, ovvero, capire quanta distanza c’è dai Campioni d’Italia e dove correggere a gennaio.
    Ora chi esalta Jonathan ieri lo fischiava!
    Ah quanti campioni andati via dall’Internazionale nel passato per colpa di chi mai ha avuto pazienza di aspettare sugli spalti e in Società!
    Saluti
    kalle

    • d’accordo con la tua serena prudenza nell’esaminare quanto la squadra ha fatto fino ad ora. Certi “tifosi” hanno demolito fior di giocatori che poi, cambiando platea sono andati bene. sono riusciti a fischiare e a fare perdere le staffe a uno come Ibra

  26. Ciao Gianluca, prima dei commenti sulla partita un grazie per la dritta sul libro “Febbre a 90″ di cui non conoscevo l’esistenza e che mi sto leggendo di gusto. L’autore è veramente brillante, mi sembra una specie di “Gaber tifoso”, da non perdere. Quanto alla partita di Catania:
    1) vorrei sottolineare la prova di Ranocchia che sembra aver acquisito quella dose di sana aggressività indispensabile per un difensore
    2) Campagnaro, azzardo: in quale big europea non giocherebbe titolare oggi?

  27. A parte i primi 10/15 minuti iniziali, dove la difesa sembrava non capirci molto, è stata una buonissima partita. Con piccole ma continue conferme sia di solidità che di qualche giocatore che forse prematuramente avevamo giudicato come non adatto all’Italia (vedi Alvarez)
    E’ molto presto per trarre giudizi, in ogni caso teniamoci i 6 punti, strameritati. A criticare per farci il sangue amaro c’è sempre tempo, neòla speranza che non avvenga già tra 2 settimane…
    Forza Ragazzi

  28. Lamentarsi quando si vince? mai! un po’ di scetticismo? forse…vedremo all’esame Juve. Jonathan è diventato un fenomeno giocando trenta metri più avanti. Lo stesso dicasi di Nagatomo goleador…per ora il modulo ci grazia con un grande Campagnaro e con gli attacchi avversari asfittici.

  29. L’anno scorso ho sempre sostenuto due cose: scarsissima preparazione fisica (perdi con chiunque se non corri) e allenamenti blandi (bastava vedere le foto o il programma di allenamenti sul sito Inter.it). Quello che si vede in campo e’ quello che si prapara in settimana…. Questa squadra invece e’ atleticamente ben preparata e gli allenamenti sono intensissimi durante la settimana. Lo dimostrano i due giocatori piu’ scarsi dell’anno scorso, Gionatàn e Ricky Altrovez

  30. Buona anche la seconda – sempre piedi per terra ma fiducia nel lavoro di Mazzarri che
    si vede: maggior attenzione difensiva, pressing,lavoro sulle fasce-Jonathan e Alvarez
    sempre bene- Yuto Samurai addirittura bomber ! – noto solo che Guarin non riesce ancora
    ad esprimere il suo potenziale: azioni solitarie e mancanza di precisione nei passaggi-
    breve O.T. – ho scoperto che, per una squadra, la prima di campionato si è giocata ieri-
    siamo sempre alla teoria del ” segmento”….

  31. Certo è presto per fare considerazioni del tipo “si vede la mano di Mazzarri” o cose simili, certo che c’era bisogno di un pò di fiducia e 2 vittorie con 0 goal al passivo non sono male.
    Solo una considerazione che credo faranno in molti, ho visto alcuni giocatori, al di là del rendimento, veramente tirati a lucido, magrissimi, il che mi fa pensare che veramente la preparazione atletica di Mazzarri li ha messi sotto seriamente che nel calcio moderno già avere la forza di correre non è male.

  32. Considerando quanto è sempre stato ostico (ed anche “agnostico”, disse un famoso allenatore… :-D) il Catania in casa, ieri è stato un bel banco di prova. Pressing, ripartenze, attacchi corali, tre bei gol e nessuno preso. Bello, bello…
    Dopo la solita dannata e stramaledetta sosta (che nel 2011 ci costò scudetto e Champions con lo Schalke), però, arriva non un banco di prova ma tutta la cattedra. Lì “si parrà nostra nobilitate”.
    Alvarez e Jonathan irriconoscibili (per fortuna): bravo WM!!!

  33. Beh moderatamente soddisfatto di come sta iniziando la squadra. Vedo con piacere che alcuni giocatori che prima erano infamati ora stanno facendo bene, segno che proprio cessi non sono. Guai a esaltarsi ma intanto godiamoci queste 2 settimane; poi vedremo. Se perdessimo con la Juve sarà sempre tutto da rifare e da rottamare… tipico tafazismo neroazzurro.
    Ciao
    PS a prop bella vacanza aspettavo il tuo rientro.

  34. mario colonia // 2 settembre 2013 a 13:40 // Rispondi

    non so se saremo una grande squadra ma almeno siamo una squadra.
    su alva ci potevo credere,su jonni non svegliatemi.
    taider e’un profilo che serviva e puo rendersi molto utile.
    belfagor ha dei numeri,se ha testa diventa buono.
    gli ultimi 15 min ho visto una freccetta nera.speriamo di rubarlo al chelsea.
    ho previste molte panchine per il supponente bulletto guaro.
    ma come siamo 2-0 e dobbiamo gestire e tu vai a sbattere contro
    contro il muro perdendo palloni pericolosi?
    seconde te ce’o ci fa?

  35. Dopo un biennio in cui si è visto “masturbare” calcio, finalmente ieri al Massimino si è rivista l’Inter giocare a calcio, con giocatori messi bene in campo e che sopratutto sapevano tutti molto bene cosa fare. Un tecnico finalmente all’altezza della situazione, che nel recente passato ha riportato il Napoli ai vertici che le competevano, sembra aver ritonificato una squadra che pareva spenta. Si sono visti giocare bene Jonathan (che ho sempre ritenuto un mezzo brocco) e Alvarez…e meno male !

  36. la sorpresa piu’ grande e’ stata vedere Alvarez e Jonathan giocare in quel modo. come si allenavano lo scorso anno? se si allenavano… ritengo la squadra comunque ancora troppo debole, condivido la politica dei giovani, da taider fino a Belfodil, ma se davvero vogliamo andare in Champions per il mercato di gennaio Thohir deve allargare i cordoni della borsa: serve sempre un centrocampista di livello ed un esterno. e poi a me Juan Jesus dietro mette una paura…

  37. Ciao GLR, aspettiamo ancora qualche partita, il mercato a dir poco squallido presi i centravanti della sampdoria e del parma (spesso panchina) e il centrocampista del bologna (in comproprietà), sicuramente l’unico buono è campagnaro a parametro zero…forza mazzari tieni duro chissà cosa ti avevano promesso…credo campagnaro?!

  38. complimenti all’inter!!!Soprattutto per essersi dimostrata quadrata e solida,la mano di Mazzarri,fin qui, si vede molto piu’ di quanto pensassi,soprattutto per aver rigenerato alcuni giocatori, che media e tifosi avevano prematuramente bocciato.

  39. Hai ragione nel dire di volare basso con la fantasia. Però un 3-0 praticamente in scioltezza, occasionissima per il Catania a parte all’inizio, penso che non se lo aspettasse proprio nessuno, come credo nessuno si aspettasse che Alvarez e il ‘gabbiano nero’ Jonathan risultassero decisivi per due gare di fila. E forse, con un pizzico di cattiveria in più sotto porta, nel finale si potevano segnare altre due marcature, anche se sarebbe onestamente stato troppo. Speriamo che il trend positivo duri.

  40. Sono il primo a volare basso perché siamo solo all’inizio, ma se il buongiorno si vede dal mattino sono fiducioso. La squadra mi pare solida e finalmente non si prendono più clamorose imbarcate come nelle ultime due stagioni. Ora però c’è la Juve e sarà un banco di prova importante per vedere qual è il vero potenziale di questa squadra.

  41. Mark dal Canada // 2 settembre 2013 a 15:41 // Rispondi

    Quest’anno sempra che la musica e’ cambiata, abbiamo un ottimo conduttore a dirigere l’orchestra.
    Keep it up, we’ll be there at the end of the season

  42. Silvio da Torino // 2 settembre 2013 a 16:39 // Rispondi

    Direi bene anche se sullo 0 a 0 abbiamo lasciato una palla goal sanguinosa sui piedi di Leto che, non aspettandosela, ha calciato in modo sciagurato. Poi solo Inter con alcuni giocatori che si stenta a credere che siano gli stessi dell’anno scorso da gennaio in avanti. Quello che senz’altro colpisce di più è la corsa e quindi la condizione atletica e l’impegno quasi feroce di tutti. Ma come dice GLR, manteniamo la calma perchè dopo la sosta ci sarà già l’impegno più gravoso e che sentiamo di più

  43. L’Inter di ieri sera era, per 10/11, la stessa squadra di Stramaccioni. Lo stesso è accaduto anche nella prima giornata con il Genoa. Ora, io mi auguro che si continui cosí all’infinito, ma dopo essere arrivati noni, io mi sarei aspettato un mercato ben diverso. L’unico titolare arrivato, peraltro, è l’ottimo Campagnaro (33enne). In definitiva: bella vittoria e buon inizio, ma questa squadra è obiettivamente da quinto o sesto posto, non mettiamole troppa pressione!

  44. Una “sottile” differenza con l’anno scorso c’è:con l’altro allenatore la squadra era sempre lunghissima,si dava la palla ai tre davanti che fin quando hanno retto ci hanno fatto vincere molte partite.Ora c’è un’organizzazione di gioco precisa,la manovra è corale sia a livello difensivo sia a livello offensivo.Con compiti ben precisi anche giocatori che sembravano pippe son diventati utilissimi(Ricki e Jonathan !!).Non mi esalto perchè gli altri hanno rose superiori a noi,ma noi cresciamo bene…

  45. 20.51, Branca ha appena dichiarato che il mercato dell’Inter è chiuso. Ma perchè, si era aperto? Scusate, non me n’ero accorto!

  46. Se il Milan é kakacentrico, noi , che abbiamo avuto Figo, considerando la moglie, cosa siamo?

  47. cristiano 74(GENOVA) // 2 settembre 2013 a 23:54 // Rispondi

    Come direbbe Costanzo:”Bbbboni! Stamo bbboniiii!”. Buona partita ma ripensiamo bene a quegi 3/4 svarioni difensivi che hanno permesso al Catania di arrivare in porta o di tirare. Così come non bisogna sperare che altre difese permettano a “passofelpato”Alvarez di scartare 3 uomini e segnare. Gianluca non tacciarmi di negativismo! Sono stra felice per la partenza ottima! Ma STAMO BBONIIII! E poi…c’è già la Giuve..ahinoi.

  48. Capirò poco di calcio, ma con questa squadra sarà dura arrivare terzi…speravo in qualche colpo non tanto da rinforzare, ma di ricambio (abbiamo troppi punti interrogativi..)…però tanto arriva Thohir che ci frega dei soldi della Champions…!! va bhe spero che a fine campionato verrò smentito e quindi verrà dimostrato che non ci capisco proprio nulla di calcio…

  49. Il calciomercato è finalmente terminato. Per fortuna non sono arrivati i soliti colpi (colpi???) degli anni passati (Zarate, Forlan & co).
    Una cosa però va detta: Mazzarri aveva chiesto un esterno, un centrocampista ed una punta già affermati. Praticamente i sostituti di Zanetti, Cambiasso e Milito. E, come volevasi dimostrare, non è arrivato nessuno….. E poi dicono che il club dell’asado non esiste… :-)

    • La solita cretinata da bar, vecchia di anni, di uno che non ha mai visto un allenamento in vita sua. Nel club ci sono anche Campagnaro, Alvarez e Palacio, ossia i migliori: il dramma vero? Non riuscire a cedere te ad altri club.
      GLR

      • beh, club dell’asado o no, ciò che dice Marco è un dato di fatto. Anche in questo mercato le richieste dell’allenatore sono state bellamente disattese e non è che Mazzarri avesse chiesto Bale o Falcao. La squadra titolare è per 10/11 la stessa dell’anno scorso e l’unico nuovo innesto ha 33 anni eppure siamo la squadra che ha accumulato di gran lunga il più grande passivo in questo mercato. La tanto attesa rifondazione si è tradotta nello sperare che Mazzarri continui a fare i miracoli.

        • Non hai capito nulla. Marco dice che non si fa mercato perché lo impediscono i vecchi argentini. Il mercato non si è fatto perché non ci sono soldi, mica per gli argentini. Poi è chiaro che nel calcio e in politica più è grossa la scemata, più si trova chi la condivide.
          GLR

          • I soldi bisogna saperli spendere oltre ad averceli. L’Inter ha speso molto ma molto di più di tutte le altre squadre di Serie A in questa sessione di mercato eppure la squadra titolare è praticamente la stessa e la rosa ha le stesse lacune che aveva l’anno scorso. Vero che non ci sono più i soldi per prendere i grandi nomi però diverse squadre in Italia hanno dimostrato come si possa allestire una bella squadra vendendo bene e comparando meglio cose che a noi proprio sembrano non riuscire.

            • Ma che all’Inter a volte lavorino da cane mi pare acclarato. Coi giocatori però è diverso: occorre anche un po’ di fortuna e, a volte, di pazienza, come nei casi Alvarez e Jonathan
              GLR

    • ma dove sta il problema se ci fosse un gruppo argentino … scusa con la conquista del triplete non ti sei lamentato di questo? E poi l’asado è fantastica forse te in Argentina nn ci sei mai stato…

      • No ma qui il discorso è diverso: di malafede ancor prima che di irriconoscenza. Sappiamo tutti che Milito, Zanetti e Cambiasso sono verso la fine della corsa, ma dire che non ci sia posti il problema, perché loro detterebbero legge…con Mazzarri, poi … Per preparare la successione dei tre si sono presi nell’ordine Palacio, Belfodil e Icardi per Milito, Taider per Cambiasso dopo averle provate tutte per prendere Nainggolan così come si è tentato fino all’ultimo minuto di mercato l’aggancio a Isla. Senza contare la vendita della società, per cui il probelma ‘argentini’ non credo rientri tra i tra le prime cento priorità del momento. Ma come fai a discutere con uno che vive di preconcetti suoi? Una sedia dà più soddisfazione. Poi quando se ne andranno, piangerà, come si è appena visto con Stankovic.
        GLR

  50. Impressioni positive ma troppe poche giornate e soprattutto ad inizio stagione la preparazione delle diverse squadre non permette di dare giudizi certi (ad es. con il Genoa abbiamo vinto negli ultimi 15 minuti e la fiorentina ne ha fatti 3 nei primi 30 minuti). Si vede comunque impronta allenatore che sa cosa vuole e come ottenerlo. Un errore non aver preso un centrocampista in piu’, qui siamo secondo me scoperti come qualità, il solo Taider è poco visto che Alzarez gioca da seconda punta.

  51. Pur nella ristrettezza qualitativa ormai arcinota, Abbiamo un modulo base, un 11 titolare e 2-3 rincalzi pari ai titolari e una condizione atletica da professionisti h24. Tutte cose impensabili fino a 3 mesi e di queste cose i meriti sono solo di mazzarri e dello staff. Peccato non avergli dato 2 esterni di valore ma se sarà bravo a rivalutare il roster nessuno vieta a gennaio di plusvalere e reinvestire.
    3 partite al netto della scarsità degli avversari veramente convincenti, ora sotto con Juve

  52. Roberto Scibetta // 3 settembre 2013 a 08:41 // Rispondi

    Direi a questo punto che è meglio parlare solo di risultati (stupefacenti) e di gioco sul rettangolo verde.
    Eviterei di parlare di mercato: con tutto ciò che di negativo sta succedendo nel Nostro Paese, non ho voglia di intristirmi ancora di più …
    R

  53. mamma Viviana // 3 settembre 2013 a 08:54 // Rispondi

    Ciao Gl,tutto ok mi piace la ressurrezione di Alvarez e soprattutto quella di Jhonny incredibile,almeno per ora è miracolosa.Non giochiamo male,a tratti molto bene,non si subisce gol,ma io resto sempre dell’avviso che il nostro punto debole sia la difesa e domenica non abbiamo preso gol per l’inconsistenza dell’attacco del Catania,altra”gente”avrebbe segnato la prima verifica sabato,voglio essere,anzi,bisogna essere fiduciosi e speriamo sia una bella partita,bacioni mamma Viviana

  54. Aspettiamo test più duri. La squadra sembra atleticamente e tatticamente più pronta ma in ogni caso gli svarioni difensivi ci sono sempre e contro attaccanti migliori potrebbero costare caro.
    Giocatori mediocri – e molti dell’inter lo sono – non possono improvvisamente diventare fenomeni. Dal mercato mi sembra che almeno quest’anno vecchi bidoni mr Branca non ne abbia presi ma è incredibile come non riesca a cedere (per soldi) praticamente nessun esubero. Ds (o dt fate voi) mediocre.

  55. Bravo bravo Mazzarri, artigiano della panchina senza fronzoli nè velleità da profeta. Ha capito che deve lavorare con quello che ha, e ha iniziato a rigenerare giocatori in totale sfacelo psicofisico con risultati impensabili per gli ottusi tifosi da salotto. Certo siamo appena all’inizio, e sulla carta almeno 4 squadre ci sono nettamente superiori, ma almeno la dignità da Inter persa nella scorsa stagione dovremmo recuperarla, in attesa delle sirene asiatiche (ma non mi aspetto miracoli…)

  56. Bella vittoria, bella prestazione, ma soprattutto chi si aspettava Jonathan e Alvarez così?
    Speriamo non sia solo un episodio e che giochino con continuità come ieri sera.
    Il mercato che si chiude però dimostra che neanche Mazzarri è stato minimamente accontentato dalla società, basti vedere che dei neoacquisti solo uno è titolare, Campagnaro,
    speriamo che Mazzarri sia più forte anche di questo!

  57. Massimo Inter // 3 settembre 2013 a 13:16 // Rispondi

    Non mi aspettavo di vincere 3 a 0 a Catania.Possiamo essere contenti ma attenzione, ha ragione Mazzarri:nei primi minuti abbiamo corso dei rischi.Gradite sorprese Jonathan e Alvarez ma anche qui…aspettiamo altre partite.Per il momento…bravissima Inter.Ora arriva la Juve.un test molto importante per capire su che Inter puntare.Forza Inter!

  58. Anch’io positivamente sorpreso, però il Genoa mi è sembrato al livello del Cittadella ed alcune squadre come Catania, Udinese, Parma ecc. sono decisamente lontane da essere al momento all’altezza degli ultimi campionati. Resta però una goleada a Catania e poche occasioni concesse ed ancora non abbiamo Kovacic che potrebbe essere il salto di qualità.
    Sperem…..!

  59. Bravi! La tempra di squadra e societa’ si vedra’ tuttavia per come sapranno gestire i momenti difficili.

  60. sono soddisfatto delle prestazioni fin qui fornite dai ragazzi ma, nonostante gli zero gol incassati, epidermicamente avverto ancora una certa insicurezza in difesa; se non ci fosse quel gran portierone che abbiamo, forse qualche gol l’avremmo preso…comunque spero tanto di sbagliarmi

    • Ti sei già sbagliato: poi è chiaro che i gol li prenderai, a cominciare con la Juve che è almeno due spanne sopra l’Inter E visto che non c’è la difesa del Triplete l’insicurezza è di default!
      GLR

  61. Il rigore al Milan lo davano, anche se adesso gli arbitri sembrano essersi finalmente calmati con i rigori regalati ogni volta che scivolava un attaccante…Infatti mi sembra strano che Kakà dopo essere atterrato a Milano non gli abbiano dato il rigore…Comunque sia, se dovessimo mantenere questa intensità arriveremo in alta classifica, sicuramente sopra al Milan, vista la sua difesa impenetrabile.
    Articolo completo, bravo.

  62. Claudioeffedeejay // 3 settembre 2013 a 23:26 // Rispondi

    Porca miseria, finalmente una squadra: non credevo ai miei occhi. È sono due domeniche che al posto di Handa potrei giocare pure io. Mi preoccupa solo la rosa un po’ striminzita. Se a Palacio viene il raffreddore…

  63. Davvero niente male.
    Quanto conseguito nelle prime tre partite ufficiali é assolutamente inaspettato.
    Mi permetto di dire che l’allenatore giusto per l’Inter deve avere la faccia da st…. ed essere anche un po’ bastardo.
    Benitez, Leonardo, Ranieri e Stramaccioni hanno una fisionomia fin troppo simpatica o ingenua o gentile.
    Con Mazzarri, personalmente righerei dritto e basta!
    E mi sembra che sia ció che acccade oggi, al di lá delle innegabili capacitá come tecnico. Speriamo che continui cosí.

  64. Per questioni di numeri citi il vecchio Cuper ma in effetti, dottrine tattiche a parte, è quello che,rovistando nel passato, Mazzarri mi ricorda maggiormente. Catania è stata un bel banco di prova in attesa della juve, l’esame di maturità a metà settembre…roba da matti. Che Alvarez avesse qualità era evidente, su Jonathan è stato fatto mezzo miracolo, ma ora più ancora che Icardi, mi aspetto una pari crescita di Ranocchia e Guarin, a quel punto sì che ci si potrebbe divertire!!!

  65. non capisco la delusione sul fatto di non avere ceduto “esuberi”. con il campionato fatto l’anno scorso chi di loro avrebbe mai avuto mercato? adesso abbiamo almeno la sensazione che con un progetto di gioco si possono limitare i difetti ed esaltare i pregi. nota di merito a mazzarri per l’organizzazione difensiva: ho visto i tre centrali non aprirsi mai a ventaglio sui contropiede avversari. Per il resto, la partita con la Juve è storia a sé. Abbiamo perso giocando e battuti senza gioco.

  66. Finalmente vediamo una squadra che gioca a calcio. Verranno giornate no ma, vivaddio, anche le sconfitte verranno da partite giocate. Quello che non capisco è l’ottimismo del Presidente. Pur con tutto il rispetto e la gratitudine dovuta sarebbe meglio tacesse, dopo che l’anno scorso ha consegnato la squadra nelle mani di un inesperto giovanotto. Si, sarebbe meglio che tacesse.

  67. Noto dai commenti contentezza e prudenza,sono d’accordo. Realisticamente ci sono almeno 5-6 squadre meglio di noi soprattutto a centrocampo-attacco (Juve Napoli Roma Fiorentina sicuramente,forse anche Milan e Lazio).Non vedo difese di fenomeni,quella della Juve a parte,soprattutto se a Chiellini permettono di fare tutto in area. Mazzarri farà anche la differenza ma se non mettiamo un pò di qualità in mezzo il 3′ posto è una chimera…..forse anche i posti per EL. Voliamo bassi…Saluti a tutti

  68. Sono solo 2 partite dove Jonny e Alvarez giocano proprio bene, se avessimo preso Isla e Nainggolan di cosa staremmo a parlare? per fortuna non sono arrivati (anche se sarebbero serviti come il pane) altrimenti quel poco di buono che hanno fatto non lo avremmo visto. sorpreso di come la vittoria sia stata ottenuta!

  69. L’unico che non comprendo è Guarin, sembra sempre così dissociato dalla logica più elementare…riesce a combinare guai anche da palloni innocui e giocate elementari.

  70. Paolo Assandri // 5 settembre 2013 a 09:10 // Rispondi

    L’anno scorso eravamo 2i in classifica a Novembre (non dopo 2 giornate), a 1 punto dalla Juve. Questo vuol dire che la squadra c’è e se c’era con un dilettante, c’è con uno dei migliori allenatori in assoluto. Per cercare di capire dove possiamo arrivare dobbiamo tener presente 2 cose: 1, l’Inter è arrivata 9a a causa degli infortuni (se no poteva arrivare 3a o 2a) colpa di una non preparazione; 2, Fiorentina, Milan e Roma si sono rinforzate. Arrivare terzi sarà il nostro scudetto, ma si può.

  71. Mi ricordo benissimo che il Sig. Moggi (che, a parte l’aspetto morale, di calcio se ne intende) quando L’Inter acquisto’ Jonathan, disse che aveva fatto un ottimo acquisto.
    Penso che il giocatore per due anni sia stato condizionato dal terrore di sbagliare, infatti dopo qualche passaggio sbagliato, il pubblico lo contestava ferocemente, togliendogli sicurezza e voglia di prendere iniziative.
    Penso che sia bravo e, con Mazzarri che gli ha ridato fiducia, diventerà il miglior “acquisto”

  72. Leggo molte lamentele perché non si riescono a cedere gli esuberi PER SOLDI ma solo in prestito. Eppure da Spagna e Inghilterra c’è stata qualche offerta, ma è stata (dai giocatori stessi) respinta schizzinosamente. Ahò, manco fossero Pelè…WM li parcheggi in tribuna “nunc et semper”: vedrai come a gennaio tolgono in fretta sia i propri effetti dall’armadietto che

  73. Mi sembrava strano che l’attentissimo ufficio comunicazione dell’Inter non mettesse qualche “bastone tra le ruote” all’ottimo inizio di WM ed ecco che puntuale come una cartella esattoriale spunta un’intervista di Zanetti ad un giornale belga (!!!) in cui si dice certo di un ritorno all’Inter di mourinho. Ora io dico, capisco che il 25 dicembre (giorno della sua nascita in una grotta di setubal) si avvicina, ma anche basta no?!
    Glr te lo ripeto: vogliamo te capo-comunicazione neroazzurra!

    • Va beh, ma non credo sposti nulla. Nel 2020 Mourinho potrà anche tornare. Quanto all’Ufficio Comunicazione, credimi non è nelle mie corde né tantomeno nelle mie aspirazioni
      GLR

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili