26C: Inter-Milan 1-1

MARCATORI: El Shaarawy (M) al 20’ p.t; Schelotto (I) al 26’ s.t.
INTER (4-4-2): Handanovic; Nagatomo (dal 32’ Chivu), Ranocchia, Juan Jesus, Zanetti; Guarin, Gargano, Cambiasso (dal 23’ s.t. Schelotto), Alvarez (dal 29’ s.t. Kuzmanovic); Palacio, Cassano. (Belec, Carrizo, Stankovic, Kovacic, Rocchi, Benassi, Pasa, Mbaye, Jonathan). All. Stramaccioni.
MILAN (4-3-3): Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, De Sciglio; Nocerino, Montolivo, Muntari (dal 45’ s.t. Ambrosini); Boateng (dal 36’ s.t Niang), Balotelli, El Shaarawy (dal 42’ s.t. Bojan). (Amelia, Gabriel, Pazzini, Traoré, Salamon, Bojan, Ambrosini, Yepes, Antonini, Zaccardo). All. Allegri.
ARBITRO: Mazzoleni (Bergamo).
NOTE – Ammoniti Mexes, Muntari, Ranocchia, Juan, Montolivo per gioco scorretto. Espulso Tassotti al 32’ s.t. per proteste. Spettatori 79.341, incasso 2.715.315 euro. Recuperi 0’ p.t; 4’ s.t.

Alla fine a sorridere è stata l’Inter, arrivata al derby n.281 rabberciata come mai negli ultimi anni. Giocare senza Samuel (10 derby su 10 vinti in campionato) e Milito (6 gol in 4 derby) e con Ranocchia senza un ginocchio è stata dura. Il Milan, com’era nelle previsioni, è partito forte, con l’Inter subito in trincea e sotto di un gol dopo poco più di venti minuti, quando Cassano si è fatto uccellare a centrocampo da Zapata e Boateng ha consegnato a El Shaarawi la passa del vantaggio.
Da lì pareva l’inizio del diluvio, paventato dai chiacchieroni per tutta la settimana, ma il ruolo dei ‘bauscia’ storicamente è sempre venuto meglio a noi. Per loro quando ci provano, finisce sempre male.
In tutto il primo tempo l’Inter ha prodotto una conclusione di Palacio finita in rimessa laterale e una mozzarella di Cassano nelle mani di Abbiati. L’eroe però è quello in porta e mi verrebbe voglia di strozzare con le mie mani chi tanto per fare l’intellettuale da strapazzo, nel casino generale di quest’Inter ha messo in dubbio pure le qualità di Handanovic. Se l’Inter avesse undici Handanovic giocherebbe per lo scudetto e non per il terzo posto.
Tutti ad aspettare Balotelli, ma a far male è stato invece El Shaarawy: lui sì, ahinoi, è fuoriclasse vero! L’altro è ancora tanto fumo, questo invece è ottimo arrosto. Mentre Marione prima scivolava goffamente, poi non riusciva a superare Handanovic per due volte da pochi passi, il Faraone ha fatto centro alla prima palla utile. Dopo il vantaggio rossonero però, solo gloria per il nostro Hanacondanovic, soprattutto per la prodigiosa respinta sul colpo di testa di Balotelli da un metro: roba da sigla Tv, una delle più belle parate di sempre.
Lo stizzito ex ha reagito prendendo a calci il palo: goduria pura per chi ne ha fatto un bersaglio, ma rispetto a Ronaldo, Ibahimovic e Vieri, ripresentatisi negli anni in maglia rossonera, c’è ancora un abisso.
Tanto più che nella ripresa, Marione, ritrovatosi ad operare sotto la curva interista, si è fatto piccolo piccolo ed è sparito dalla partita, a parte un tentativo in scivolata in cui l’unica cosa che ha centrato è stato il capoccione di Handanovic.
Altra musica da El Shaarawi e meno male che Allegri lo ha tolto poco prima della fine, risparmiandomi almeno qualche minuto di sofferenza.
Intanto il buon Stramaccioni, dal canto suo, aveva cannato praticamente l’intero primo tempo invertendo Zanetti e Nagatomo sulle fasce e mettendo Alverez e Guarin sugli esterni, col risultato che De Sciglio a tratti è sembrato Maicon. L’argentino in compenso si è presentato col solito scartamento ridotto e il colombiano si è praticamente sottratto ai compiti di contenimento. Nella ripresa, tornato ognuno al posto suo, l’Inter ha avuto subito un lampo con Guarin assistito da Palacio, ma Abbiati è stato bravo quasi come Handanovic.
Poi la mossa tattica per tornare a fare calcio sugli esterni, con Ezequiel Schelotto nel suo ruolo. Ed è toccato proprio al contestatissimo italo-argentino il ruolo di l’uomo della Provvidenza. Poco prima della mezz’ora su un cross dalla tre quarti di Nagatomo, Mexes è saltato meno degli spettatori sui gradoni quando Schelotto ha capitalizzato di testa nell’angolo più lontano da Abbiati, riprendendo il derby proprio per i capelli.
E nel finale il Milan si è progressivamente sciolto, a parte una sortita del subentrato Niang, e l’Inter, malgrado le 24 ore di riposo in meno, si è eccitata come un adolescente degli anni ’70 davanti ad una foto di Edwige Fenech, provando timidamente anche a vincere la partita proprio con Schelotto, il cui nome è già entrato nella galleria delle stracittadine goduriose di casa Inter, al pari di Peppe Minaudo e Gigi De Agostini.
Al di là dell’inatteso pareggio, i problemi di casa Inter restano tutto ma, almeno tecnicamente, resta lì anche il terzo posto finale e si è ancora in corsa per tutti gli obiettivi stagionali. Stramaccioni, che ha sbagliato tanto ma ha azzeccato l’uomo-derby, resta imbattuto nelle stracittadine, come l’Inter da quattro edizioni a questa parte. Per tutto il resto, qui non c’è Mastercard, ma solo tanta speranza.

93 Commenti su 26C: Inter-Milan 1-1

  1. pasquale somenzi // 25 febbraio 2013 a 02:18 // Rispondi

    Come avevo segnalato recentemente l’Inter si conferma la squadra di serie A
    che tra campionato e coppe non perde in casa da piu’ tempo ed in tema di
    partite casalinghe dopo lo 0-2 col Siena ha sempre segnato. Tra l’altro dopo
    il derby d’andata in tutte le partite di campionato (19 giornate) giocate
    dall’Inter la squadra che giocava in casa ha sempre segnato.
    Le ultime 3 volte che Inter-Milan e’ finita 1-1 era successo in 3 competizioni
    diverse, ossia il 13/05/2003 Champions (Shevchenko, Martins), il 27/01/2000
    coppa Italia (Shevchenko, Baggio) ed infine il 29/10/1995 Campionato
    (Paganin, Savicevic) ed anche stavolta c’e’ stato un marcatore che inizia
    con la lettera S, evidentemente.

  2. ottima serata, discreto pareggio, ottimo pubblico, grande coreografia della Nord. Peccato per il primo tempo regalato ai due volte retrocessi. A tratti imbarazzante il centrocampo, stoico Ranocchia, bene Schelotto finalmente anche se mi sembra ancora indietro a livello fisico, discreto Fantantonio. Ah dimenticavo…Balotelli chi???
    MRC

  3. Marco da Montreal // 25 febbraio 2013 a 03:59 // Rispondi

    Adesso mi aspetto che Schelotto diventi il nuovo idolo della Nord, Stramaccioni un grande intenditore di calciatori, cha vede lontano, dopo che i due sono stasti sbertucciati da molti…Però sono contento per Schelotto. Considerato da tutti una pippa e massacrato dopo la prima partita, chissà che peso si è tolto quando ha segnato. Spero che questo gol possa sbloccarlo e che possa dare il suo onesto contributo alla squadra. Forza Inter e GLR

    • A mio avviso Schelotto andava solo aspettato! Non è certo un fuoriclasse, ma dispone di corsa, prestanza fisica e capacità di coprire tutta la fascia dx!

  4. Ad essere onesti mi sembra che la settimana sia trascorsa parlando di Milan Barcellona ed è stato il risultato di questo match a dare il pronostico di favorito al Milan nel derby. Detto questo il Barcellona è superiore al Milan così come i cugini rossoneri hanno più gioco e futuro dell’Inter. Poi nel calcio non sempre vincono i più forti e non lo scopro certo io. I problemi dell’Inter in trasferta sono evidenti e già a Catania sarà un bel banco di prova. Detto questo ottimo punto nel derby!

    • Non è proprio così: da che mondo è mondo, tecnicamente il favorito di una partita è sempre colui che ci arriva avanti in classifica e col Mlan al completo, l’Inter senza Samuel (10 derby vinti su 10 in campionato) e Milito (6 gol in 4 derby) non era certo alla pari
      GLR

  5. ….tutto un tempo per capire che Nagatomo e Guarin erano posizionati molto male.
    Purtroppo temo che Stramaccioni non sia poi così adeguato!!

  6. Partita di grande cuore e orgoglio. Più di così in questo momento non si può chiedere.
    Primo tempo buttato via e tenuto in piedi da Batman, la parata su Balo è da sigla tv. Strama un po’ letargico a correggere la squadra, De Sciglio mi ha ricordato Serginho in un famoso derby. Ma questa è una squadra in formazione, allenatore compreso. Andiamo avanti e speriamo che la dirigenza non butti a mare tutto a fine stagione

  7. Nel primo tempo abbiamo rischiato di affondare come a Firenze. Nel secondo, risistemata la squadra tatticamente e negli uomini, siamo andati decisamente meglio. Domanda: non si poteva partire subito così? perchè tutte le partite occorre rivoluzionare schemi e uomini? Teniamoci pure il ragazzo fino a giugno, poi un ripensamento mi pare d’obbligo. Sempre forza Inter!

  8. Tu dici “La più rabberciata Inter degli ultimi anni”, concordo, ma al Milan ruberei solo El Shaarawy.
    Strama la prego, basta Riky Alvarez, basta esperimenti, troviamo un’identità!

  9. Siamo ancora vivi! E come sono contento che il gol lo abbia segnato proprio il ‘Levriero’, alla faccia di chi giudica un giocatore dopo una-due gare! Il ragazzo, notando il suo sfogo dopo la marcatura, deve aver risentito parecchio delle aspre critiche dei tifosi nei suoi confronti.
    Non so se questo risultato ci darà nuova linfa per le prossime partite, ma una sconfitta contro una squadra (i ragazzi di periferia) che si rafforza prendendo proprio i nostri ‘scarti’ non l’avrei affatto digerita!

  10. Avrei messo Chivu fin dall’inizio perchè può ricoprire diversi ruoli tra difesa e centrocampo. E anche Stankovic, uomo-derby per eccellenza ! Bene ha fatto a non bruciare Kovacic e ha inserire Schelotto che anche io non amo ma bisogna dargli del tempo magari viene fuori un bel giocatore. Peccato per il giallo a Ranocchia. Danilo

    • A voi allenatori in poltrona, non viene mai in mente che se qualcuno non gioca o lo fa per un minutaggio limitato è forse perché non Può dare di più per problemi fisici?
      GLR

  11. Non abbiamo perso e questo è già qualcosa. Certe dichiarazioni di Stramaccioni (Guarin doveva occuparsi di De Sciglio) e i continui errori di formazione denotano uno stato confusionale da parte del tecnico. Speriamo riesca a resettare e ripartire con idee chiare sui ruoli dei giocatori e sui moduli da adottare, ne va anche della sua riconferma.

  12. Il derby è sempre il derby e per noi è una mezza vittoria alla faccia di chi dava l’asfaltatura per certa. Sempre grande Handanovic e felice per Schelotto un bel riscatto dopo tante critiche. Balotelli, qualcuno l’ha visto? hi hi hi.

  13. viviana berghella // 25 febbraio 2013 a 08:36 // Rispondi

    che portiere Handa! Secondo me il buon Strama ci ha messo troppo a cambiare di posto il Capitano e Yuto, era da fare subito, certo col senno del poi tutti sono maestri, ma il nostro Nippo rende di più a sinistra. Visto che dovevamo usare il pallottoliere per contare i gol…quelli incazzati sono comunque loro…bacioni mamma Viviana

  14. il nostro allenatore comoncia a sbagliare un pò troppo, 70′ minuti per Avarez sono tanti anche per il più paziente dei tifosi, le stagioni si muovono più veloci!!! Sempre forza Inter

  15. dopo il solito primo tempo regalato, improponibili i terzini invertiti, strama si ravvede e presenta un inter piu’logica che infatti fa decisamente meglio. al di là della partita non credo che palacio e cassano durino per molto in tre competizioni, inter forse sola squadra al mondo a non avere ricambi in attacco, imperdonabile errore dal punto di vista di gestione della rosa.

  16. c’è ancora qualcuno che ha voglia di dire che era meglio tenersi julio cesar invece che prendere handanovic?
    l’unico vero errore di qeusta stagione è la totale assenza di centravanti dopo il ko del principe. nessuna squadra può giocare mezza stagione con due seconde punte. questo è l’unico grave errore a mio parere. su tutto il resto si può discutere all’infinito.

  17. Si sono gasati per la vittoria in coppa ma un conto e vincere di ripartenza un conto e vincere facendo la partita nn sono stati capaci

  18. La fotografia di quest’anno e’ nel primo gol Juve. È chiaro che, oltre a essere uno squadrone, le gira tutto bene. O Eupalla le fa scontare dituttodipiù da qui alla fine (ma non ci credo) oppure non ce n’è per nessuno. Per il terzo posto troppa concorrenza e troppi errori sul mercato: se ce la facessimo, ci sarebbe da ubriacarsi. Ora sotto col Catania che va a mille: speriamo in una battuta d’arresto, se non altro per la legge delle probabilità.

  19. A bocce ferme mi sento di dire che il Milan avrebbe meritato la vittoria. Nel primo tempo, dopo un inizio alla pari, ci hanno messo sotto così come la Fiorentina domenica scorsa : Handanovic, con una prestazione maiuscola, ha fatto sì che il match rimanesse aperto. Nel secondo tempo, Gian Luca, non ricordo un’Inter propriamente bersagliera. Il Milan ha mollato un pò il colpo, e abbiamo creato due occasioni delle quali una (bravo Ezequiel) concretizzata. Non faccio drammi, ma ancora non ci siamo.

  20. Andrea Rossignoli // 25 febbraio 2013 a 09:06 // Rispondi

    pareggio giusto,ma facciamo una statua a Samir, guardo la loro età media (solo il portiere ultratrentenne) e vedo un progetto. Guardo la nostra e mi chiedo dove sia.

    • Beh sì effettivamente Abbiati, Mexes (o anche Yepes), Ambrosini, Montolivo, Muntari…tutti di primo pelo….noi in panca con 4 ’94 di cui 2 già inseriti e con i due centrali titolari di difesa un ’89 e un ’93……ah ok contiamo solo De Sciglio (titolare in assenza di udite udite CONSTANT) Balotelli, El Sharawy e il centometrista Niang oppure il panchinaro Salomon o anche il futuro fenomeno Saponara….Ok, l’abbaglio è giusto!

  21. ok a questo pareggio. Ciò non toglie che questa inter resta veramente indecifrabile e il buon Stramaccioni non mi convince con queste scelte.

  22. Ciao a tutti a me quello che preoccupa dell’inter quanto durerà questa squadra a livello fisico, non vorrei che la partita di ieri tra cose belle e cose brutte sia un fuoco di paglia già’ domenica avremo un banco di prova interessante il catania di maran super gasato.
    Zanetti e Cambiasso insieme non vanno bene a livello fisico, fanno fatica, meglio o uno o l’altro, a partita in corso darebbero molto di più

  23. è un piacere pensare che quest’Inter sia più cinica e forte (forse esagero…) del sublime Barca…un gol al poderoso milan noi lo abbiamo segnato…:-)

  24. Abbiamo proprio fatto il botto: grazie…Ezequiel Schelotto!
    Dopo un discreto inizio partita, l’inerzia della gara è cambiata per un errore in mezzo al campo di Cassano, con pronta ripartenza della “faraona”! Poi SuperSaracinescaSamir per i venti minuti di sbandamento…Finalmente l’intervallo e Strama è interventuto con la mossa vincente del cambio di posizione di Nagatomo e poi con l’inserimento di Ezequiel.

  25. Massimo Inter // 25 febbraio 2013 a 09:33 // Rispondi

    Un tempo per uno. Ma a dir la verità, l’Inter il primo tempo non l’ha giocato malissimo, tranne Alvarez che ha perso un fracco di palloni e non è mai andato incontro alla palla quando gliela passavano. A inizio ripresa avevo fiducia, non era giusto che finisse così. E ci ha pensato Schelotto! E ci ha pure provato una seconda volta su cross di Palacio! Tutto sommato ho visto un’Inter molto concentrata e ben poco disposta a lasciarsi sopraffare. Brava Inter! Che gioia non vederli festeggiare MAI! :-)

  26. Lo ammetto: quando è entrato Schelotto ho imprecato. Felicissimo di essermi sbagliato!!! In fondo, dai, anche il Milan è una squadraccia (tolti Balotelli – nonostante l’emozione traditrice – ed El Shaarawi). Noi abbiamo gente che a turno non gira proprio (Nagatomo, pur con l’assist, Alvarez, inguardabile, Cuchu e Gargano… sob!) ed un gioco latitante. Difesa imbarazzante nel primo tempo. Eppure… non dispero. Con tutte le condizioni avverse siamo ancora lì! E Handanovic è quasi ‘irreale’.

  27. Francesco Alessandro // 25 febbraio 2013 a 10:12 // Rispondi

    Non sono più in grado di giudicare una partita: su Schelotto non ci avrei scommesso nemmeno un calzino rammendato…non capisco più nulla di calcio…è che Strama cambia così in fretta le carte che non ci capisco più nulla…il pareggio? sono molto contento ma credo sia stato il risultato più giusto.

  28. Pur messi male sia dal punto di vista atletico, mentale e tecnico quasi quasi vinciamo; a ritmo basso siamo imbattibili (e infatti quando il Bilan è calato noi siamo saliti in cattedra)
    Anche per quest’anno zero caramelle per i parenti … :-)

  29. Schelotto come Peppe Minaudo…

  30. Bella partita con i Nostri che hanno messo più cuore che costrutto. il gioco è sempre una chimera ma con tanta rabbia siamo riusciti a portare a casa un buon risultato. Due parole sul tecnico, anche oggi errori madornali da parte di Strama, la nostra fascia destra è stata imbarazzante, manco ci fossero dall’altra parte Garrincha o Maicon. abbiam dato del Sancho Panza a Benitez e dell’incapace a Gasp e Ranieri. Onestamente a fine stagione fossi in Moratti penserei seriamente in un cambio di tecnico.

  31. Pareggio di goduria, visto il primo tempo a dir poco osceno dei nostri, con Strama che ancora una volta appare in stato confusionale e fa scelte che definire cervellotiche è dir poco. Rimangono però i limiti di una rosa col fiato corto che molto difficilmente potrà centrare il terzo posto. Il milan nonostante pecchi in difesa si è assicurato in attacco per i prossimi 10 anni, mentre noi non abbiamo nemmeno un centravanti. Handanovic migliore al mondo

  32. Ci è andata bene. Raccogliamo questo punto prezioso ma, reazione a parte, credo che il gioco (?) dell’Inter non sia piaciuto a nessuno. E’ tutto un tirare a campare, alla ricerca che qualcuno s’inventi qualcosa. Schelotto eroe della domenica, schierato nel ruolo che gli compete, rende di più. Vero Strama?

  33. Cercasi disperatamente supporters che si sveglino da questo torpore di mediocrità e si ricordino che sostengono l’INTER. Non ci si può accontentare degli avanzi e sperare in tempi migliori. Continuo a ritenere l’organico dell’Inter superiore a quello dei 5/6 dei club di seria A. Se siamo così imbarazzanti sul piano dell’organizzazione della manovra, una ragione c’è ed é evidente. Basterebbe imporre le triangolazioni e si vincerebbe il campionato.

  34. considerate le premesse aver negato ai cugini un successo che sembrava scontato è una bella soddisfazione con addirittura gol del bistrattato schelotto. mi sembra che la formazione iniziale del nostro STRAMaccioni fosse un tantino STRAMpalata infatti nel secondo tempo dopo aggiustamenti siamo andati molto meglio.

  35. Giorgio da Olgiate // 25 febbraio 2013 a 10:52 // Rispondi

    Ma i bauscia non eravamo noi? ai cugini non viene molto bene..che presunzione i “più titolati”.
    Speriamo di infilare un pò di buoni risultati consecutivi. Grande Gian Luca una spanna sopra tutti

  36. brava l’inter tanto cuore l’avevo detto che saremmo dovuti scendere dalla nuvoletta per giocarci il derby. Anche quest’anno la supremazia cittadina, considerata l’andata, va all’inter. Non ho però visto 2 squadre da terzo posto; inguardabile (ma forse sono troppo di parte) il primo tempo dell’inter e OSCENA la difesa del milan, complimenti comunque all’inter

  37. Partendo del risultato che è l’unica cosa che conta (prima dell’inizio avrei firmato per il pari): Handa e fortuna lo hanno portato a casa. Il milan (come mezza serie A) negli ultimi 2 mesi ha fatto il doppio dei nostri punti, speriamo che nei prossimi due mesi ne risentano. Ci sarà comunque tempo per conferme sul perseverante Strama, la rosa scarsa e la dirigenza incapace oggi il sosia di 100fanti è stato un campione, ha fatto del suo mister uno stratega e della dirigenza dei competenti.

  38. Nonostante tutta la pretattica del caso, palesemente sbagliate le posizioni iniziali. Strama però, nell’intervallo, non ha solo posto rimedio tatticamente ad una gara che senza Sandanovic poteva chiudersi nei primi 45′, ma anche a livello mentale e di ritmo la squadra è rientrata molto più convinta, complici forse le tossine catalane dei cugini. Un pareggio che, visti i pronostici della vigilia, può rilanciare mentalmente l’Inter ed appannare l’ego dei rossoneri. Ne sapremo di più a Catania!

  39. un pareggio che va più bene a noi che a loro per come si era messa, ringraziamo un super handanovic, ammetto che quando ho visto il cambio schelotto per cambiasso avrei voluto strangolare stramaccioni per poi abbracciarlo due minuti dopo, nagatomo da peggiore in campo ad assist-man, il bello del calcio, palacio e Cassano stremati dubito che possano giocare campionato ed Europa league, peccato per livaya bella doppietta. speriamo di riuscire a trovare un po’ di continuità con le cosiddette piccole

  40. Super handanovic. all’inter non sbagliano mai l’acquisto del portiere! zenga pagliuca peruzzi toldo cesar … che dire, non so chi li sceglie ma è proprio bravo! purtroppo non si può dire la stessa per il resto della squadra. Magari riuscissero altrettanto nel comprare tre / quattro giocatori all’anno.

    • L’hanno preso all’insaputa di Branca. Lui voleva riportare Lido Vieri
      GLR

    • Eppure in tanti avevano avuto il coraggio di scrivere che il problema era proprio il portiere… pazzesco!
      Ora la stessa flotta di interisti ‘irrequieti’ vorrebbe cacciare ‘Strama’. Ok, ma chi al suo posto? Guidolin?… Montella?… Zeman?… Bielsa? Forse direbbero Capello, Hiddink, Villas Boas. Grazie tante, e come li paghi? Anche con uno di loro in panca, con questa rosa a disposizione l’Inter sarebbe lo stesso quarta o quinta. Certi si meriterebbero ancora Orrico, Tardelli, Cuper, Gasperini!

  41. Il risultato è buono soprattutto per il morale della squadra. Mi è piaciuto molto Jesus e anche Ranocchia ha fatto bene. Contentissimo per Schelotto che mi ha commosso per le lacrime dopo il gol: se entra in forma può essere un’ottima alternativa nel 4-4-2 classico.

  42. Il massacro di cui parli però si stava verificando, ti dico anche che si poteva addirittura vincere se ci fossero stati più minuti, nulla toglie però che schelotto rimane una pippa, Stramaccioni peggiora sempre di più (non si può invertire i due terzini entrambi di ruolo e farlo solo nel secondo tempo) e Guarin è troppo egoista.

    • Lo so, lo so.. è tutta una merda, governo ladro! Cambierà, un giorno, cambierà. Pensa se avessimo perso…
      GLR

      • Anche se avessimo vinto la mia analisi sarebbe la stessa, perchè il più delle volte partite del genere le perdi… se poi non le perdi contro il Milan c’è di buono che il risultato fa morale e ti fa continuare a lottare!!!
        Godo anch’io per il risultato…ma permettimi per il resto no, ma non vuol dire che voglio mandare via l’allenatore e Guarin!!!

  43. Il pareggio non serve quasi a niente per la classifica, ma sicuramente c’è un pizzico di soddisfazione, perchè nel secondo tempo finalmente ci abbiamo messo il cuore e per poco non vincevamo pure la partita!

  44. Frenerei gli entusiasmi. Pareggio preso per i capelli, gioco inesistente, formazione assurda, rischio concreto di perdere un’altra posizione (Fiorentina) e veder allontanarsi il terzo posto (Lazio). Settimana prossima scontro diretto a Catania e rischio di ulteriore sorpasso. Qui si continua ad allungare il brodino, a nascondere i guai sotto al tappeto. Beati voi che riuscite a godere di questo pareggio. Vi invidio.

    • Si gode per l’esisto della partita, mica per il resto. Grazie di ricordarci che dobbiamo morire, ma siamo molti ad averlo già capito da soli. Sghignazzare un po’ per un derby che doveva entrare nella galleria dei massacri calcistici e che invece è finito 1-1 non credo sia un delitto, almeno per un giorno. Poi sappiamo come te che da domani torniamo ai preparativi per il solito funerale. Portaci anche la bara, già che ci sei
      GLR

  45. Non ho proprio capito l’utilizzo di Alvarez per tutto quel tempo, forse, come dici tu, altri non avevano più minuti nelle gambe ma insomma, forse Kuz sarebbe stato più utile.
    Stramaccioni lo vedo un po’ troppo confuso (vedi Nagatomo, Zanetti) e se continua così dubito possa confermarsi l’anno prossimo alla guida dell’Inter

  46. Teniamoci stretto il pareggio ma guardiamo la realta’ in faccia e conveniamo che sia noi che i cugini siamo al momento veramente poca roba. Loro forse hanno qualche giocatore con piu’ talento noi tolto il fenomeno che para dobbiamo rivedere molte cose in organico.
    Urge trovare al piu’ presto 2 esterni bassi che aiutino i centrali che vengono sempre presi d’infilata ed un uomo d’area dove siamo totalmente assenti. Poi se compri Kovacic e non lo fai giocare…….

  47. EH EH, NON SI PUO’ SEMPRE TROVARE DAVANTI IL BARCELLONA CARI CUGINETTI… A parte la battuta credo che il buon Stramaccioni, che ricordiamo dispone di pochissimo materiale umano e nemmeno tanto qualitativo, debba essere un po’ più cosciente di essere sulla panchina dell’Inter ed essere un po’ più coraggioso e non sempre preoccuparsi dell’ultimo panchinaro della squadra avversaria.

  48. Un pareggio che vale come una vittoria per noi e una sconfitta per loro. Una vagonata di mentine ai cugini per toglier loro l’amaro dalla bocca: non faccio critiche ma il confronto tra le due panchine parla da solo. Samir Santo subito!

  49. “….L’indipendenza te la conquisti con la credibilità assoluta e la credibilità assoluta te la conquisti con i successi, cosa impossibile a 36 anni….”
    Caro GLR,speriamo che Strama la credibilità se la conquisti subito per la gioia di noi tifosi.Ieri sono stato allo Stadio,e personalmente dal vivo è tutto un altro vedere…Ottimo il 2 tempo!!Tante cose da correggere…..Aspetto le tue riflesioni.
    un abbraccio
    Leo

  50. vailati pierantonio // 25 febbraio 2013 a 13:02 // Rispondi

    ho finito di divertirmi leggendo il mitico Brera..per fortuna ho ricominciato con Lei.

  51. Senza troppe analisi tecnico-tattiche, grossi complimenti al Milan perchè El Shaarawy è veramente un futuro (presente) campione.
    Ma quando ha segnato Centofanti quante ce ne sono tornate in mente, altro che
    De Agostini, ho rivisto Vampeta e Pancev!!!
    Forza Inter

  52. Potevamo essere randellati nel primo tempo, abbiamo paraggiato e forse nel finale..chissà..
    Guarin e Alvarez sulla fascia assolutamete inguardabili – la difesa rilancia sempre nel vuoto
    e il centro-campo in difficoltà a riproporre l’azione ad un attacco inconsistente – però nella ripresa, sistemata la squadra, visto carattere e orgoglio – abbiamo portiere fenomeno –
    cerchiamo da fare tesoro di timidi segni di ripresa – io credo sempre nel terzo posto – sono
    un vecchio sognatore !

  53. Nella notte degli Oscar un sola nota: Oscar al miglior protagonista assoluto, miglior acquisto qualità prezzo: S. Handanovic. Vorrei riflettere su una notizia che forse noi tifosi distrattu dal derby c’è sfuggita: basta uno sceicco che gira in Yaris tra Perugia e Roma, ora multi milionario per una eredità sbloccata dopo vent’anni, dice di investire 100 ml. nell’AS Roma e le azioni si impennano +15%. Sarà vero?

    • La vera domanda è un’altra: gli italo-americani la Roma l’hanno appena presa e già sono ansiosi di cederne la metà?
      GLR

  54. il calcio e’ proprio strano, nel giorno in cui livaja segna due gol a bergamo ed eravamo gia’ pronti a criticare moratti branca e tutti gli uomini di mercato dell’inter nel derby segna schellotto in campo da soli due minuti…
    Glr solo una domanda: stramaccioni non poteva correggere già nel primo tempo le posizioni di zanetti e nagatomo senza aspettare l’intervallo? col senno di poi forse avremmo concesso meno…ciao forza inter!

  55. Francesco Di Tacchio da Sydney // 25 febbraio 2013 a 13:56 // Rispondi

    Quanti negativi e disfattisti, una cosa e’ certa: un tempo per uno e sono daccordo ma a me sembra che piu’ che a noi e’ andata bene a loro, guardatevi allegri che dalla panchina, nel secondo tempo dopo il il pareggio di schelotto, continuava a strillare ai suoi…..CALMA con tanto di gesti.
    La verita’ e che ancora una volta avevano paura di perdere.
    Io vedo che abbiamo perso l’occasione di riagganciarli e gli abbiamo regalato un punto.
    Bye from Sydney. Forza Inter non molliamo niente AVANTI

  56. Ieri pomeriggio alle 17 tutti a rimpiangere il buon Livaja,sacrificato per portare a Milano quel brocco di Schelotto,bruciato fin da Siena per colpa di quell’incompetente di Strama.Ieri sera al minuto 68 tutti a maledire l’incapacità di Strama che mette in campo Schelotto,cosa potrà mai fare nel derby quello?Ma al minuto 71 Schelotto segna e diventa così l’ala di cui avevamo bisogno da anni,Strama lo stratega che cambia le partite in corsa e Livaja…ma chi era Livaja?Il bello del calcio……

  57. Buon pareggio Sono contento di come abbiamo approcciato nel 2o tempo Forse l’unico grande problema dell’Inter e’ la mentalità, ma è solo come la vedo io…

  58. Come giustamente sottolineato, i Milito ed i Samuel, non si regalano a nessuno.
    Stramaccioni se n’è inventata un’altra delle sue ed iniziano ad essere troppe; con l’impostazione iniziale ed il potenziale 0-3 oggi credo si potesse meritare l’esonero.
    Accorgersi che Cambiasso non possa più fare l’interno di centrocampo per 250′ consecutivi non è particolarmente difficile.
    Resto comunque fiducioso in prospettiva, avanti con il mister anche anno prox indipendentemente dal 3° posto!
    Avanti Mia Amata

  59. “Se l’Inter avesse undici Handanovic giocherebbe per lo scudetto e non per il terzo posto”: santa verità!

  60. Considerazioni sparse:
    1) Schelotto è già diventato fenomeno x quelli che insultavano Branca. Beata coerenza
    2) il Milan, a inizio anno più debole di noi, è ora più forte è più giovane dell’Inter
    3) pochezza tecnica sui due lati, pochezza tattica bilatera (Strama ci ha messo un tempo a capirci qualcosa, Allegri un altro a capire che era cambiato quel qualcosa)
    4) El Sha ha segnato un gol all’Adriano in Inter-Porto 3-1 di CL. Giocatore vero
    5) Mario: non ha toccato palla per 60′. Mezzo giocatore

  61. Anch’io ero un po’ depresso ieri a vedere l’inter giocare come una selezione della bocciofila Brugherio, però mi viene anche da dire che ci si poteva facilmente apettare tempi medio-lunghi per la ricostruzione da zero del ciclo “triplete”. Non sono neanche così arrabbiato per le campagne acquisti e per i bersagli acquisiti. Mi pare solo che invece di usare fucili di precisione si tenda ad usare spingarde a pallettoni: questo spiega come mai “regolarmente” su 3 acquisti se ne azzecchi al massimo 2

  62. Andrea Ibiza // 25 febbraio 2013 a 15:29 // Rispondi

    Come ormai spesso accade, l’inter regala il primo tempo all’avversario e solo grazie al solito super Handanovic (parata su Balotelli entra di diritto nella top 10 delle parate di sempre), riesce a rientrare in campo e almeno questa volta, a riacciuffare un pareggio su di un milan che dal 46 risente evidentemente delle fatiche del mercoledì da leoni. Non sono solito criticare gli allenatori, ma è il caso che il mister inizi a dare un’identità a questa squadra troppo confusa e confusionaria anche per i continui cambi di modulo e ruoli che non giovano a nessuno (cosa ha combinato ieri con Pupi, Nagatomo e Guarin non l’ho proprio capito e probabilmente nemmeno loro).

  63. PAZZA INTER AMALA
    NAIF INTER AMALA
    SVOGLIATA INTER AMALA
    ANARCHICA INTER AMALA

  64. Fabio Parabiago // 25 febbraio 2013 a 16:50 // Rispondi

    mi piace pensare che il mister debba fare esperienza, ma forse io sono l’interista piu’ ottimista che esiste! puo’ essere che io sia cosi inguaribile?
    Handa e’ tra i migliori n.1 nerazzurri di sempre. I giovani: JJ e Ranocchia sono bravi, e di prospettiva (e ieri li ho visti predisposti al sacarificio), Kovacic ha qualita’ tecniche e magari le sfruttera’. Kuzmanovic non e’ scarso, Palacio e’ forte va solo affiancato ad un centravanti di ruolo. Alvarez e’ cosi inguardabile? Guarin e’ una furia

  65. Ragazzi che partita, dalle stalle…. almeno alla luna con il pareggio.
    Ricordiamo che loro hanno riposato un giorno in più senza trasferte e l’Inter è veramente metà in infermeria e metà incerottata: questo pareggio è oro. Almeno io la vedo così e sono contento. Posso farlo, da “buon” interista, un appunto anche se magari ti incazzi? Quanto ci avrebbe fatto comodo Livaja (doppietta) non tanto titolare ma portaborracce di Cassano e Palacio che si fanno il mazzo tanto. Con il senno di poi…

  66. questo pareggio vale oro vista la situazione in cui siamo!
    volevo ringraziare i nostri 3 TOP PLAYER: grande Handanovic (che io ho sempre difeso qui!!), grande Guarin (che tutti criticano, ma se non ci fosse lui a dare la spinta!!!) e grande Palacio (che corre e si sacrifica per due riuscendo ad essere sempre pericoloso!).

  67. “Errare humanum est, perseverare autem diabolicum” dicevano i latini !!
    Dopo le asfaltate sulla nostra corsia destra contro udinese siena e fiorentina, Strama ripete la follia: guarin sulla fascia con nagatomo a fronteggiare il faraone e desciglio.Fioccano da lì tante occasioni per il milan e grazie al nostro portiere il primo tempo è finito solo 0-1. Nel secondo tempo il calo atletico del milan ci ha permesso di rimediare.

  68. Silvio da Torino // 25 febbraio 2013 a 18:26 // Rispondi

    Formazione del primo tempo cannata in pieno perchè il buon Strama a volte Mourineggia un pochino e cerca di far giocare i ragazzi un pò fuori ruolo. Secondo tempo con correzioni e gioco decisamente migliore fino al pareggio di Schelotto che non sarà Garrincha, ma è un esterno di ruolo e corre per novanta minuti. Poi con il goal di ieri è già entrato nei cuori nerazzurri. Secondo me patiamo un pochino se giochiamo con Zanetti e Cambiasso insieme in campo. Avanti con Strama e Forza Inter sempre.

  69. Mario da Colonia // 25 febbraio 2013 a 18:42 // Rispondi

    il mister ne ha fatte piu di bertoldo ma vai a capire se facendo le cose logiche non prendeva l’imbarcata. certo che guaro all’ala e naga dietro e il ritorno di gargano in regia…e ce l’hanno con gli argentini e non capiscono che la loro “garra” è preziosa. chissà se dopo questo gol i tifosi della maleamata salveranno schelotto.
    samuel-milito-cambiasso: per vari motivi è saltata la spina dorsale.

  70. salvate il soldato Strama!!!
    cosa sta succedendo al Mister? nelle ultime partite ha inanellato una serie di topiche tattiche che non si vedevano da anni. L’impressione è che il giovane de noartri sia stato completamente sconquassato dalla centrifuga Inter e che la società, tanto per cambiare, non gli fornisca alcun sostegno.

  71. pareggio di lussssssso ! stimo tanto strama, ma e’ da qualche domenica che pare aver perso la bussola…la formazione di ieri con naga a dx con guarin non si poteva vedere, idem alvare, mancino, messo a sinistra dove ne doveva sempre saltare 3 per creare qualcosa…45 minuti per capirlo mi sembra siano il sintomo di poca lucidita’. sperem !

  72. Anch’io temevo il massacro, felice di aver sbagliato. i problemi rimangono ma la faccia dei cugini non ha prezzo. La considerazione sulla Fenech è fantastica….io appartengo al popolo che si eccitava… gran donna.
    Alessandro

  73. Una mancata sconfitta che fa bene all’autostima.
    L’Inter non ha manovra, ma della spina dorsale di una squadra (portiere, centrale, regista, centravanti) il centrale e il centravanti li abbiamo persi per infortunio, il regista con c’è mai stato, resta – per fortuna – il portiere (e che portiere!)
    Dobbiamo avere fiducia nel futuro. Bastano due o tre giocatori azzeccati, magari per buona sorte più che per competenza, ed una squadra può cambiare faccia.
    Il calcio è misterioso.

  74. Un tempo per correggere errori tecnico tattici e’ troppo. A questi livelli. Senza handa commentavamo altra debacle. Spiace ma o impara in fretta o strama non può restare. Schelotto a parte il gol sembra uno che ha smesso di giocare da un po’.

  75. Tra i mitici marcatori del passato segnalo paganin di ginocchio in mischia : era la seconda metà’ degli anni 90 e anche quella volta fino’ 1-1
    A parte ciò, complimenti ad el shaarawi e de sciglio, davvero ottimi giovani. Noi solo gran portiere e buona sorte. A differenza tua Gian Luca, io non riesco nemmeno a sperare con questa rosa “decadente” e decaduta

  76. E se Handanovic e se Balotelli. Non possiamo dire di avere giocato un gran derby, ma possiamo dire di avere un portiere straordinario, e di avere miniaturizzato un giocatore che non è e non sarà mai un grande. Siamo vivi, questo si, Firenze mi aveva atterrito; ma già a Catania dovremo dimostrare qualcosa in più, altrimenti finisce come a Firenze.

  77. Ciao Gian Luca, anch’io sono molto contento per il risultato. Ok. Faccio 3 considerazioni: 1) la squadra non è composta da grandissimi giocatori ed è già molto essere dove siamo 2) la squadra non ha ancora una identità precisa di gioco 3) la squadra fa fatica a pressare nella metà campo degli avversari (o meglio, non pressa proprio); mi piacerebbe vedere una squadra più aggressiva (senza Cassano? una prova?) che recuperi qualche pallone in più e riparta con velocità.

  78. una curiosità, noto che quando l’ inter perde i commenti superano il centinaio, quando vince sono molto meno.
    Ora, viste le premesse che c’erano prima del derby ed il gioco/risultato del primo tempo considero questo pareggio come una vittoria (e sarebbe potuta anche finire così tra l’altro). I commenti sono comunque meno rispetto a quelli dopo una salutare sconfitta. Domanda: diamo la colpa al tuo webmaster o la libido scaturita da una sconfitta è ineguagliabile?

    • La seconda che hai detto. Certi tifosi interisti vanno in erezione ad ogni sconfitta. Misteri del masochismo! Per il Triplete ho pubblicato poco più di 100 messaggi, per le sconfitte di Siena e Firenze sono di più!
      GLR

      • fedegalli // 1 marzo 2013 a 12:07 // Rispondi

        Credo sia una cosa psicologica.
        Si tende a godersi le vittorie nell’intimità personale.
        Nelle sconfitte invece si ha il bisogno di essere consolati, si ha voglia di sfogarsi e tutti i forum / blog / siti internet calzano a pennello.

        • Credo più psichiatrica che psicologica. Io invece sono tutto l’opposto: godo come un riccio quando vinco e non ho alcuna voglia di essere consolato quando perdo. Non siamo tutti uguali.
          GLR

  79. Chi mette in dubbio un portiere come Handanovic, lo inviterei a interessarsi di altro, che so, ippica o gioco delle carte.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili