14C: Inter-Sampdoria 1-1

Marcatori: 18 p.t.Guarin, 44′ s.t.Renan
Inter: 1 Handanovic; 14 Campagnaro, 35 Rolando, 5 Juan Jesus; 2 Jonathan, 21 Taider (62′ Kovacic), 19 Cambiasso, 11 Alvarez, 4 Zanetti; 13 Guarin; 8 Palacio.
A disposizione: 30 Carrizo, 12 Castellazzi, 6 Andreolli, 7 Belfodil, 10 Kovacic, 16 Mudingayi, 18 Wallace, 23 Ranocchia, 28 Puscas, 31 Pereira, 54 Donkor, 90 Olsen
Allenatore: Walter Mazzarri
Sampdoria: 1 Da Costa, 3 Costa, 8 Mustafi, 9 Pozzi (72′ Sansone), 11 Gabbiadini, 14 Obiang (85′ Renan), 17 Palombo, 21 Soriano, 23 Eder, 28 Gastaldello (43′ Regini), 29 De Silvestri.
A disposizione: 30 Fiorillo, 5 Renan, 6 Rodriguez, 7 Castellini, 12 Sansone, 15 Wszolek, 19 Regini, 22 Bjarnason, 25 Maresca, 27 Eramo, 37 Petagna, 44 Fornasier
Allenatore: Sinisa Mihajlovic
Arbitro: Russo
Ammoniti: Alvarez (I), Gabbiadini (S), Costa (S), Eder (S), Campagnaro (I), Guarin (I).
Note – Spettatori: 43.706 per un incasso di 1.233.319. Recupero: 2′ e 4′.

 

La gara pareggiata in extremis con la Sampdoria non è stata molto diversa da quella vinta lo scorso 9 novembre col Livorno. Là l’Inter nel finale aveva raddoppiato, stavolta ha preso gol. Personalmente sono altri i pareggi che fanno innervosire, tipo quello di settimana scorsa a Bologna, dove si è costruito di tutto e di più, sprecandolo.  L’obiettivo terzo posto può essere credibile solo se il Napoli dovesse rivelarsi al di sotto dei soldi spesi da De Laurentiis per rinforzarlo. Anche ci fossimo trovati al terzo posto ora, la certezza di mantenerlo fino alla fine non ci sarebbe comunque. Il valore reale dell’Inter è più o meno quello del suo attuale quarto posto in classifica, a meno di rinforzi importanti a gennaio.
Con la Sampdoria però l’Inter ha giocato davvero male, in particolare nella ripresa, dopo un primo tempo più che discreto. Al fianco di Massimo Moratti, c’era Erick Thohir, salutato dalla sfilata di 54 ex nerazzurri, ma al di là del disappunto per non aver visto l’Inter vincere, non credo che il tycoon ragioni come il tifoso medio, noto per cambiare idea ad ogni partita. La necessità di rinforzi per competere per un posto in Champions resta evidente e lo era anche prima del gol nel finale dell’italo-brasiliano Renan, ovviamente al suo primo centro in Serie A. Anche se con la Sampdoria l’Inter avesse vinto 3-0, le attese sul mercato di gennaio non sarebbero mutate di una virgola. Perché, onestamente, non ci si è mai messi nelle condizioni ideali per ammazzare la gara dopo il gol di Guarin propiziato da una magia di Alvarez, spentosi a sua volta nella ripresa dopo un primo tempo da inusitato podista. A parte un palo esterno di Guarin, poca Inter, al punto che Mazzarri in sala stampa l’ha bollata come la peggiore della stagione. Forse il tecnico non avrebbe dovuto inserire Kovacic privando il centrocampo dell’apporto anche muscolare di Taider. Questa mossa non a caso è stata poi compensata dal rientro di Mudingayi per Guarin e proprio lo ‘spaccamontagne’ avrebbe potuto e dovuto contrastare meglio Renan al momento del tiro che è valso ai blucerchiati il pareggio. E anche Belfodil, subentrato solo negli ultimi minuti ad Alvarez, avrebbe potuto avere più spazio, ma Mazzarri i suoi li vede tutti i giorni, noi solo in campo.

 

 

 

 

68 Commenti su 14C: Inter-Sampdoria 1-1

  1. Paolo Assandri // 2 dicembre 2013 a 01:24 // Rispondi

    Queste partite vanno portate a casa, se no sarà inutile anche il mercato. Mi sembra si sia persa un po’ di rabbia e che Palacio sia un po’ appannato (d’altra parte ha il peso dell’attacco tutto sulla sua trenza). Credo che un investimento importante in avanti vada fatto, anche perchè smetteranno quasi 7 milioni di euro netti la prossima estate: Samuel e Diego. Poi Edin ed Edison sono nomi simili…

  2. Oggi wm ha sbagliato si. Con tutto il rispetto, Zanetti non aveva nelle gambe la forza per farsi la fascia, non permettendoci di attaccare come si fa con nagatomo. Era meglio cambiare modulo. Sono già tre le partite in cui veniamo raggiunti poco prima del 90…. Per gennaio..All’Inter serve una cosa: una punta straordinaria! Da quando seguo l’inter (1997) abbiamo sempre avuto grandi punte: Ronaldo, Zamorano, vieri, adriano, crespo, Cruz, Ibrahimovic, milito, eto’o. Thohir continua la tradizione

  3. Pasquale Somenzi // 2 dicembre 2013 a 03:40 // Rispondi

    L’ultimo precedente per 1-1 in Inter-Sampdoria era del 24/10/2010 ed essendo
    il giorno 24 del mese segnarono Guberti (gol numero 5 in serie A) ed Eto’o
    (gol numero 19 in serie A) ed infatti 5+19=24.
    Oggi essendo il giorno 1 del mese era impossibile che la somma di 2 numeri
    positivi facesse UNO quindi nel rispetto del calendario, essendo il 01/12 hanno
    segnato Renan il primo gol con la maglia della Sampdoria e Guarin il gol
    numero 12 con la maglia dell’Inter.
    E la matematica con i risultati di oggi ci comunica un dato ufficiale: è ormai
    certo che anche se non è partito da –8 il Milan non raggiungerà l’Inter prima
    di Natale.
    Pasquale.

  4. Mauro Cozzi // 2 dicembre 2013 a 07:26 // Rispondi

    Pari giusto anche se prendere gol al novantesimo fa rabbia. Sta calando Palacio e cala tutta l’Inter. Si perdono punti per la mancanza di cambi di livello che impediscono di gestire la partita a livello tattico. Ad esempio non c’è una punta di peso che tiene palla e fa risalire la squadra prendendo falli oppure che consenta il lancio lungo. Possiamo giocare solo in un modo. Da qua a Natale sarà dura speriamo di rimanere in scia senza perdere troppi punti in vista del mercato.

  5. mamma Viviana // 2 dicembre 2013 a 07:40 // Rispondi

    la pareggite è una malattia che abbiamo già sconfitto anni fa lo faremo anche adesso le cure grinta forza fisica e mentale e consapevolezza di essere squadra bacioni mamma Viviana

  6. brutta partita. risultato giusto. l’Inter attuale e’ questa. dobbiamo aspettare il mercato per ambire a qualcosa di piu’. Mazzarri e’ un ottimo allenatore, tra i due-tre migliori in Italia (tra cui non considero Conte) ma anche ieri Belfodil andava messo prima. facevamo fatica, e’ vero, ma cosi dava un segnale psicologico alla squadra. ce n’era uno solo che ragionava cosi… ah, gia’ e’ quello che ha vinto tutto

  7. D’accordo con te. Per ora l’inter e’ (solo) questa. In ogni caso nel processo di crescita le frenatine sono obbligate.
    w inter

  8. Al netto di ogni accorgimento tattico, la squadra ha giocato male, punto. Non è indolenza (i tanti cartellini gialli stanno a dimostrare che la grinta non manca) ma, probabilmente, la reale consistenza di una squadra buona ma non eccelsa, quadrata ma non sempre pratica. L’unico appunto che faccio a Mazzarri è che forse, nelle partite in casa relativamente abbordabili, sarebbe il caso di preferire un secondo attaccante al pur volenteroso Taider.

  9. Partita giocata con troppe distrazioni troppe palle perse e alla fine troppi punti lasciati andare. Senza una vera punta e un centro campo più aggressivo resteremo una squadra mediocre ma questo Thohir penso che lo sappia già. Se andasse in porto l’arrivo di Osvasdo sarebbe già un buon acquisto.

  10. Se qualcuno vi dovesse chiedere come mai la Juve ha 10 punti più di noi, basterà fargli vedere Vidal e poi Guarin: se capisce un minimo di calcio, non ci sarà bisogno di altre spiegazioni…

  11. mario roggi // 2 dicembre 2013 a 09:14 // Rispondi

    Ieri è stata sicuramente la peggiore Inter di quest’anno, come ha detto Walterino di San Vincenzo, ma andiamo avanti senza tragedie; personalmente sono molto fiducioso per il futuro; mi dispiace per Thohir, che mi sembra un “bravo ragazzo”.

  12. Il lavoro di Mazzarri c’è e si vede,anche in partite come queste. vaga riminiscenza di certi cali della passata stagione. Un brutto secondo tempo,g ambe molli e reattività zero, ma ci sta in una squadra che ancora deve crescere e rinnovarsi. Adesso e fino alla sosta natalizia tre partite toste, vedremo come sapremo esprimerci e che risultato portiamo a casa. Ma l’obiettivo non era vincere il campionato, ricordiamocene!
    Saluti Gianni

  13. Non si possono gettare alle ortiche due punti partita dopo partita, Zanetti non può giocare 90 minuti, il gioco mi è sembrato sparagnino e si è smarrito un poco di quel furore che aveva contraddistinto la prima parte di stagione. ET avrà preso appunti, analizzato e impostato la ricostruzione, il nostro obiettivo lo conosciamo tutti ma non dobbiamo essere troppo indulgenti con questi errori che poi si pagheranno a maggio. Occorre lavorare duro e sudare

  14. Se guardo il disastro dello scorso campionato (9° posto e 57 gol subiti) passa subito la delusione per i pareggi con Cagliari Bologna Samp. Mazzarri sta facendo un grande lavoro.
    Speriamo che questo lavoro non sia, in parte, vanificato dalla mancanza di una punta che possa affiancare Palacio. Perchè con qualche gol in più……….. A gennaio qualche arrivo? “Spes ultima dea”!!
    Forza Inter

  15. Altra prova da squadra immatura ed incompleta. Speriamo che la storia del miglior attacco non diventi come la litania della “squadra più titolata al mondo”, forse WM potrebbe anche discostarsi dalle sue attuali convinzioni e visto che Palacio sta rifiatando, pensare alle 2 punte e dar fiducia a Belfodil, se è l’unica punta disponibile, usiamola.

  16. Mazzarri meglio di Benitez? Magari in una gara al ciapa no se la possono giocare…ma non c’è storia, al paffuto don Rafae gli han comprato strapagati giocatori da mezzo globo o no?!
    Se parallelismo si vuol fare si faccia con Stramaccioni, e li son dolori, l’uno avrà rimesso in sesto mezzo jhonatan ma l’altro si girava mezza europa con i Livaja probabilmente senza tutta la liberta di cui gode il Mazza con staff tutto suo.

  17. Quando non disponi di artiglieria di ricambio tutto si fa piú complicato, é successo a Bologna e ieri ne abbiamo avuto la conferma. Anche quando si gioca male, se lí davanti c’é il bomber giusto si portano a casa i 3 punti. Avete visto ieri Fernando Llorente?

    • Fernando Llorente? Quello che quasi tutti i critici bollavano come acquisto insulso su questo sito e altrove? L’ho visto bene Llorente. Lo consigliavo l’anno scorso quando facevo le telecronache della Liga e lui giocava poco per mobbing. q2uando giocava però segnava sempre. Bello seguire il calcio cambiando idea ogni venti minuti
      GLR

      • Spero non sia indirizzato a me il commento sul cambio di opinioni. Io, vivendo in Spagna da tanti anni conosco perfettamente le qualità di Fernando, per altro comprato dalla Juve a parametro “0”. Uno spagnolo buono per l’Inter? Io prenderei ad occhi chiusi Koke del Atletico Madrid. Centrocampista classe 92, destinato ad essere un grande anche nella loro nazionale.

  18. Marco, da Torino // 2 dicembre 2013 a 10:48 // Rispondi

    Va bene che c’è tempo e non sarà l’ultima occasione, ma questa era proprio ghiotta… con il pareggio della roma si poteva mettere un po di pressione al napoli stasera. Incredibile la continuità di prestazioni che stanno fornendo alvarez e jonathan, non ci avrei scommesso un euro ad inizio anno. Ieri era necessario un giocatore capace lì davanti di tener su la squadra e purtroppo ad oggi non c’è in rosa.
    Milito e forse icardi sono fondamentali per questa inter e non si può farne proprio a meno!

  19. L’Inter avrebbe bisogno di ricambi per provare nuove soluzioni tattiche,ma l’organico è quel che è. Con il Livorno avevamo già notato un calo che si è progressivamente manifestato fino al modesto pareggio con la Samp. Mi auguro che Thohir possa da subito aiutare Mazzarri nel rafforzare il gruppo, specie a centrocampo dove mancano esterni di qualità ed un playmaker. Osvaldo potrebbe non essere una priorità, visto il ritorno di Milito e di Icardi.

  20. La mia idea è sempre la stessa: la squadra è mediocre come dimostrato nelle ultime due stagioni. Questa stessa stagione è stata deinita “di transizione”. Sta a noi utilizzarla per valutare potenziali giocatori per il futuro e quindi per costruire, oppure sprecarla cercando di capire quanta benzina hanno ancora i vari samuel, zanetti, milito, cambiasso e chivu

  21. La massima del “dimmi come attacchi e ti dirò che allenatore sei” è sempre valida e non lo scopriamo certo adesso chi è WM con tutti i suoi pregi e difetti. Il problema serio, però, è ben altro. Al Bayern, le competenze tecniche sono in mano a Rummenigge, Beckenbauer, Sammer e Breitner. All’Inter, ad oggi, se ne occupano Thohir, i Moratti, Branca, Ausilio… Avessimo almeno un Sabatini e un allenatore moderno come Garcia forse non vinceremmo lo stesso ma un minimo di spettacolo ce lo godremmo…

  22. E’ un peccato, ormai il rammarico a fine partita, per punti persi su disattenzioni o sfortune, sta avvenendo troppo spesso, con qualche punticino in più sarebbe vicina alla vetta, assieme al tanto osannato Napoli, ma l’Inter di quest’anno dobbiamo prenderla così …. spero che un terzo posto e magari una coppa Italia (incrocio le dita), possa essere di buon auspicio, per ripartire con un nuovo presidente!!!!!!Spero inoltre che Belfodil giochi un po’ di più prima di bruciarlo …. cmq Forza Inter

  23. Ciao. Poco reattivo Mazzarri a non capire le difficoltà del nostro centrocampo…risultato ineccepibile. Strano che alcuni nostri giocatori, giovani e senza Coppe siano sfiatati dopo 45 minuti. Rivedibili…..

  24. Dopo aver sofferto l’anno scorso, a me questa Inter di Mazzari piace! Piace anche Thohir! Ha dichiarato di volere rinforzare la squadra… Ben venga se lo fa ma sono pronta ad aspettare questi due/tre anni per rivedere la mia squadra al top! Chi non ha pazienza guardi pure dall’altra parte del naviglio chi se la passa meglio… 😉

  25. Abbiamo fatto la stessa gara bruttina che avevamo fatto col Livorno, soltanto che lì al 90-esimo abbiamo fatto il 2-0 invece ieri abbiamo preso il pareggio!
    Sinceramente in settimana avevo pensato che avremmo perso, quindi per me è un punto guadagnato che conferma ulteriormente i progressi fatti grazie a Mazzarri rispetto agli ultimi 2 anni.
    Semplicemente quando vi è una settimana libera da impegni la squadra viene “caricata” molta dal punto di vista atletico, così la Domenica è poco reattiva..

  26. Secondo me andava molto meglio con Alvarez libero da compiti a supporto di Palacio.
    Guarin troppo anarchico.
    Per far giocare Kovacic bisognerebbe cambiare modulo. Largo a sx non serve proprio.

  27. questa squadra per fare risultato deve giocare sempre al limite. contro chiunque. la gestione del risultato in surplace non è tecnicamente nelle nostre corde anche per la mancanza di un centroavanti vero in grado di far alzare la squadra. a sinistra si è sentita la mancanza degli inserimenti di Nagatomo. speriamo di non dover rimpiangere qualche pareggio di troppo, a fine anno.

  28. Ieri abbiamo giocato un secondo tempo pessimo e la Samp ha meritato il pareggio.
    Per quanto riguarda il resto, se questo gruppo fosse capace di sfruttare tutte le occasioni che le si prospettano, non staremmo qui a parlare di ricostruzione o della necessità di rinforzi di qualità.
    Questa squadra (ricordiamoci che, a parte pochi nuovi innesti, è praticamente quella dell’anno scorso…) ha bisogno di giocare sempre al massimo per poter restare in alto.
    Le grandi squadre no! Ad maiora!

  29. Peccato per la mancata vittoria. Nel secondo tempo gioco bruttarello. La squadra, sin qui
    condotta ottimamente da Mazzarri, in certe situazioni denuncia limiti di qualità. Siamo
    ancora in zona coppe, ma, credo, siano indispensabili 2-3 innesti ragionati per puntare
    decisamente al posto in Champions. A centro campo si nota sempre il solo Cambiasso
    a fare da argine agli attacchi avversari, e davati,Palacio, si sfianca a far reparto da solo.
    Kovacic ancora non incide, e Guarin, tranne il gol…..

  30. Roberto Scibetta // 2 dicembre 2013 a 13:23 // Rispondi

    Scusami, ma qua il buon WM non c’entra nulla.
    Ieri la squadra era “spompa”. Correva poco e male (a parte il R. Maravilla), e Palacio non può reggere sempre la baracca sulle sue spalle.
    Poi se il Palo di Guarin fosse stato spostato qualche centimetro più in la ….
    comunque avanti così, noi abbiamo un organico RIDICOLO rispetto al Napoli, e siamo a pochi punti di distanza.
    A settembre ci davano dietro alla Fiorentina, e per ora siamo davanti
    Dobbiamo crederci, fino in fondo. WM spesso fa miracoli

  31. Concordo sul fatto che la classifica rispecchi a pieno le potenzialità della squadra, che si sta comportando più che dignitosamente. Dispiace constatare come, nelle ultime partite, ci sia stata una sorta d’involuzione nell’atteggiamento e (non capisco se questo ne sia la causa o l’effetto), come siano tornate a pesare le individualità. Ah, e servirebbe un clone di Cambiasso… A volte, ho la sensazione che alcuni giri a vuoto della squadra si verifichino quando lui rifiata un po’. J.B.

  32. Sfortuna tanta ma oggi la squadra non ha giocato bene concordo con l’allenatore in pieno è un peccato ma per entrare in Champions credo ci vogliano degli aggiustamenti importanti, comunque dopo l’annata disastro dell’anno scorso: 7 vittorie 6 pareggi e 1 sola sconfitta, non è così male, qualche merito sicuramente l’allenatore ce l’ha!

  33. Giovanni di rovigo // 2 dicembre 2013 a 13:37 // Rispondi

    la squadra è buona negli 11 titolari, mancano i rincalzi. ieri abbiamo finito con kovacic (ancora troppo giovane e acerbo per l’inter) e mudingaiy (buono per il bologna,forse).
    chiaro che se qualcuno non è al meglio non hai alternative, pena l’abbassamento notevole del livello della squadra.
    A me sembra che prima che in attacco bisognerebbe intervenire a centrocampo con un regista dai piedi buoni e uno con corsa e fisico.
    poi chiaro che per gli arbitri siamo peggio del sassuolo

  34. Andrea Ibiza // 2 dicembre 2013 a 13:51 // Rispondi

    Non si può parlare di altra occasione persa. Mazzarri con il materiale a disposizione sta facendo miracoli. Il suo progetto è ancora troppo fresco e soffriamo l’andamento altalenante tipico di una squadra immatura e oltretutto povera di qualità e di valide alternative offensive. In bocca al lupo Mr. Thohir, che dopo le prime 3 da presidente (ci metto anche lo 0-1 col Chiasso), avrà ben chiaro che dovrà lavorare molto duramente (ed investire), prima di poter solamente sognare i modelli di Man U e Bayern.

  35. Condivido le tue parole equilibrate e realistiche. Certo non capisco perchè con squadre di media-bassa classifica (Bologna e Samp) non giochi con Belfodil, che mi sembra si muova bene e cmq meno anarchico di Guarin. Da quando ha messo Guarin avanti anche Palacio lo vedo in difficoltà nei movimenti. Taider e Kovacic non danno molta solidità al centrocampo. Certo sono giovani e qualche passaggio a vuoto è preventivabile. Mah non è facile per Mazzarri, secondo me la rosa non è ben assortita.

  36. dovessimo arrivare quinti a fine anno (dietro Juve, Napoli, Roma e Fiorentina) per me sarebbe stata un’ottima stagione visto il mercato fatto a giugno scorso. Ciao

  37. Altro treno perso dopo Cagliari, Bergamo e Bologna con la rosa attuale primo e secondo posto sono un’utopia ma se si continua a pareggiare con le cosidette “piccole” anche il terzo lo diventerà a medio termine…..

  38. ma è mai possibile che già si parla di crisi e scarsa condizione atletica. E’ vero è stata la peggiore Inter della stagione, ma in fondo ci può stare di sbagliare una partita.
    Il rammarico rimane perché davanti a noi la Roma e iI Napoli hanno rallentato e noi dovevamo e potevamo approfittarne.
    Secondo me l’uomo che veramente ho visto in grande difficoltà nelle ultime due partite è Palacio, che sembra essere stanchissimo.

  39. Paolo Sabiu // 2 dicembre 2013 a 15:48 // Rispondi

    Ho notato che i ragazzi, specie nei momenti in cui serve loro rifiatare, non appaiono in grado di gestire il possesso palla. No ho capito se si tratta solo di una questione di insicurezza, o se bisogna che lavorino di più sotto questo aspetto. In fondo, non ci saranno più i ‘piedi eccellenti’, ma quelli buoni non mancano. Così, come accade puntualmente, il vantaggio di misura non è sufficiente per portare a casa i 3 punti. Vittoria sfumata all’ultimo e festa rovinata, peccato!

  40. Marco da Montreal // 2 dicembre 2013 a 16:04 // Rispondi

    Brutta partita. Almeno Mazzarri ha avuto l’onesta di ammettere che la squadra ha giocato male senza barcamenare scuse o affermare il contrario (come accadeva in passato con altri tecnici).

  41. Nicolò Muratore // 2 dicembre 2013 a 16:05 // Rispondi

    Zanetti non può fare quel ruolo, non ha il passo. Ieri spesso la manovra si bloccava nello scivolamento da destra verso sinistra perchè il capitano era troppo basso e spesso non era pronto sui cambi di campo. Pereira avrà i piedi storti ma arriva sempre al tempo giusto, oltre ad essere mancino naturale: giocavamo sbilanciati a destra. A mio avviso Mazzarri ha sbagliato il cambio Mudingay – Guarin. Avrei inserito Pereira e spostato Zanetti a fare la mezz’ala, non spostando il Cuchu.

  42. Un secondo tempo con la tremarella alle gambe! Paura di prendere un gol invece che
    cercare di farne un altro. manca personalità e grinta! servono 2 difensori, 2 centrocampisti
    2 attaccanti con mentalità da top. il ns portiere non può prendere un gol da 25 metri così!
    Speriamo se ne sia accorto anche Thohir!! e si scateni x gennaio!

  43. Purtroppo stanno emergendo alcune lacune già note a Settembre. Per ora siamo in una posizione di classifica anche migliroe rispetto all’orgnico della squadra per cui a mio avviso non si può recriminare più di tanto. Vediamo a Gennaio ma non mi farei illusioni di fanta acquisiti.
    Il purgatorio in cui siamo nasce da anni di gestione tecnica e finanziaria molto poco forward looking. Qui si che spero in un cambio di rotta abreve per poi raccogliere i frutti tra qualche anno.

  44. è evidente che a questa squadra mancano un difensore, un esterno e un attaccante. Viste le ristrettezze economiche (l’indonesiano ha fatto capire che non si faranno follie) i cosiddetti top player (dzeko,lavezzi etc) non verranno mai, quindi occorre aspettare che davanti tornino milito e icardi e magari in difesa un centrale che dia maggiori certezze a tutto il reparto. Firmerei per avere a gennaio, Vrsaljko, Naingolann e Paletta. Grande Alvarez, un altro giocatore , grazie a Mazzarri

  45. Ok la squadra è questa ma credo che con soli due cambi eccellenti a centrocampo (aspettando i rientri di Icardi e Milito), possa diventare una buonissima squadra, almeno per arrivare nei primi tre (escluso il primo ovviamente…).
    Poi non capisco tutto sto clamore per la ‘trovata’ bianconera di occupare le curve con bambini e accompagnatori adulti. Ma l’Inter sono anni che ha un settore del primo anello per le scuole calcio e non ne parla nessuno. Scusa lo sfogo.

    • Se i bambini e gli accompagnatori sono come quelli visti e sentiti a Torino forse è meglio che stiano a casa
      GLR

      • Si infatti il paradosso è che la curva è stata chiusa per cori razzisti, dentro i bambini che in questo caso non fanno “oooo” ma insultano il portiere dell’udinese = 5000 € di multa… complimenti!

  46. Fabio Primo // 2 dicembre 2013 a 18:07 // Rispondi

    Taider e Kovacic stanno dimostrando di essere ancora troppo acerbi per giocare nell’ Inter
    Su Guarin abbiamo già detto fin troppe volte. Il vecchio Cambiasso è ancora il centrocampista più affidabile. Sì è sentita l’assenza di Nagatomo, questo per dire il livello della squadra. Così restanti un quarto posto è da lottare, non è per niente scontato. Spero che siano veritiere le voci su Lavezzi all’inter a gennaio!

  47. Dei 6 pareggi, almeno 4 erano vittorie ‘facili’ con un minimo di attenzione (o di fortuna… che mi pare fin ora abbia guardato altrove). Peccato, certo, ma no vedo il motivo per essere disfattisti, trovo anzi molto di positivo in questa squadra senza nomi altisonanti e in piena costruzione.
    Adesso però è necessario tornare subito a vincere, col Parma.

  48. Forse si poteva cambiare modulo anche per presidiare meglio le fasce, ma per me l’errore importante di Mazzarri ieri é stato togliere Taider dopo 15 minuti del secondo tempo. Il ragazzo corre e lotta a differenza di altri. Zanetti terzino nullo in fase offensiva e perennemente in ritardo in fase difensiva, ma in panca c’era solo il deleterio Pereira. Per il resto hai detto bene tu, la classifica, purtroppo, rispecchia il valore della squadra. Si spera sempre in pantalone Thohir

  49. L’immobilismo tattico di Mazzarri è frustrante: voglio dire, l’avversario non si sorprende solo con le piroette di Alvarez, ma anche con mosse tattiche e cambi di modulo. E poi la cattiveria, cavoli. Non sembriamo una squadra arrivata nona l’anno scorso, ma una squadra appagata che porta a casa quello che arriva e grazie tante. PS: Chi critica Zanetti al rientro dal 1′, sulla fascia sx, che soffre nulla per 90′, sapendo che in panca c’è l’uomo coi ferri da stiro ai piedi (Pereira), è un pirla.

  50. Per una volta che Guarin trova la porta anzichè la tribuna… 😀
    Certo, con in più gli 8 punti buttati… Ma leggo troppi commenti da tifoso “gnè-gnè” : ricordiamoci l’Inter tra gennaio e giugno 2013. Roba da sprofondare in B, a ripetere un’annata simile!
    Io ho passato i 50, GLR, e sto rivivendo l’annata ’78-’79. Come allora tanti, troppi pareggi ingenui, in extremis e (si può dire) scudetto buttato. Ma l’anno dopo, con un paio di acquisti giusti al posto giusto si vinse. Ora tocca a Thohir.

  51. Partnership con il D.C. United? Ottimo! Come prima mossa suggerirei di mandare lì Guarin a “farsi le ossa”, come si dice…

  52. mazzarri sarà quello che ricostruisce ma difficilmente quello che ci riporterà a vincere qualche cosa. Se entri con la Samp con il 3 6 1 (e l’1 è una seconda punta) la vedo dura, alla lunga come mentalità. Rimango poi dell’idea dello scorso anno che questa squadra – più o meno è la stessa – non si puo’ permettere insieme e per 90 minuti zanetti e cambiasso. E ogni tanto cambiasso dovrebbe rifiatare. E zanetti invece entrare solo verso la fine.

  53. Pur non giocando contro l’attacco del Barcellona, mi sembra che Rolando si sia comportato bene in quella posizione..Mi è sembrato concentrato, pulito e preciso.

  54. Che ridere leggere le critiche a mazzarri, quando finora ha semplicemente fatto i miracoli! Pensate che la massima aspirazione di un allenatore sia quella di giocare a San Siro contro la Samp, schierando 6 centrocampisti e come unico attaccante una seconda punta di movimento? La rosa ha indiscutibilmente dei limiti, il 4o posto con vista podio attuale ha del miracoloso, o ci siamo già scordati di dove eravamo pochi mesi fa?

  55. mario colonia // 2 dicembre 2013 a 23:30 // Rispondi

    un mio amico ha fatto un parallelo tra i tripletari e questi e mi ha detto
    che ci sarebbero almeno 25 punti di differenza tra le 2 squadre.
    gli ho risposto che e’ verissimo ma che ce’anche una differenza di stipendi.
    questo e’ il vero grande problema. la verita’e’che l’adorabile “folle”
    ci ha fatti vivere oltre la dimensione reale e anche un thohir in gamba
    e impegnato ha bisogno di tempo e di aumentare gli introiti.
    vedo invece che i tifosi viziati continuano a ordinare come ai
    bei tempi passati.

  56. ora rientrano samuel chivu e milito, con cambiasso e zanetti poi abbiamo la metà della squadra del triplete e ci rifacciamo…a parte gli scherzi continuando a insistere con i quarantenni non solo si arriva a mezza classifica, ma si gioca anche da schifo

  57. D’accordo al 110% con te. Io da due partite, mi addormento a veder giocare l’Inter in casa, seduto sugli spalti. Siamo dei poveracci sportivamente parlando. Coraggio.

  58. Leggo molta delusione e ci sta. la paura che certi fantasmi recenti aleggino ancora è comprensibile. Ma non esiste un confronto, tra questa e l’INTER di Stramaccioni e la partita di domenica ne è un esempio. Ovvio che ci vorrebbero dei rinforzi per ambire al terzo posto, ma guardiamo la classifica, i distacchi non sono siderali, nemmeno da una Juve a cui per il momento và tutto più che bene e che gioca discretamente bene.
    Gianni

  59. Molti problemi che WM non può mascherare tutti. Palacio largo palla al piede senza nessuno in area cui dare la palla dovrebbe far capire molto, non sempre gli esterni e gli interni salgono al momento opportuno.Lavorare molto in settimana con Belfodil a fianco del Trenza potrebbe servire? Schiantare fisicamente Ricky, paga? Insistere con Guarin, paga?
    Non so, non vorrei che questo anno di transizione, fosse il terzo consecutivo.
    Spendere a Gennaio potrebbe servire a spendere meno a giugno.

  60. Leggo che WM avrebbe chiesto Lavezzi, non proprio uno che di goal ne faceva parecchi, sarebbe sicuramente un ottimo elemento, aumenterebbe il tasso tecnico e migliorerebbe il gioco offensivo, ma non è certo lui il “puntero” da molti goal in grado, inoltre, di tenere alta la squadra.

  61. scusate, ma criticare mazzarri…ci si rende conto che l’INTER da due anni (DUE) gioca quasi sempre con Palacio unica punta ? l’anno scorso prendemmo Rocchi (!!!) a gennaio. Imparata la lezione…quest’anno giochiamo con Palacio unica punta.

    • le ultime prodezze societarie in termini di calciomercato sono state deleterie e confuse, dettate dall’unico vincolo: non sforare coi denari.
      Il dopo Mou è stato devastante! Un errore via l’altro ed una perseveranza diabolica nel commetterne altri, con toppe peggiori del buco.
      Benitez maltrattato, Gasperini non aiutato per il 343, Ranieri non aiutato per il 442. Attacco malaticcio negli ultimi anni e nessun intervento mirato.
      Imperdonabile.

  62. Sul sito Calcio&Finanza.it appare un’indiscrezione interessante legata alle clausole del contratto di cessione della maggioranza dell’Inter da Massimo Moratti al gruppo indonesiano di Erick Thohir: “Nella City milanese da giorni circola insistentemente una voce, che se dovesse corrispondere a realtà, getterebbe una nuova luce sulla lunga trattativa che ha portato il magnate indonesiano al comando del club nerazzurro e soprattutto sui legami contrattuali che legano il tycoon asiatico alle sorti futuri della Beneamata. Nei circoli finanziari meneghini si vocifera infatti che, nelle pieghe dell’accordo di investimento (subscription agreement), che ha consentito a Thohir e ai suoi soci di rilevare il 70% dell’Inter, l’uomo d’affari indonesiano avrebbe ottenuto una clausola (in gergo finanziario opzione put) che gli consentirebbe di rivendere il pacchetto di maggioranza del club a Moratti qualora, nel tempo, non dovessero quadrare alcune situazioni”.

  63. Io credo che Mazzarri stia facendo un ottimo lavoro con i giocatori di cui dispone, ma con la Samp, secondo me, ha fatto i primi due grossi errori di valutazione della stagione: il primo è stato il tenere in campo Zanetti per 90 minuti (era da togliere invece di Taider, che i 90 minuti nelle gambe li ha) e il secondo è stato inserire Kovacic, non adatto a una partita fisica e tesa come quella.
    Va comunque detto che la Samp ha giocato bene e che il risultato finale è giusto.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili