13C: Bologna-Inter 1-1

MARCATORI Kone (B) al 12’ p.t.; Jonathan (I) al 6’ s.t.
BOLOGNA (3-4-2-1): Curci; Sorensen, Natali, Antonsson; Garics (dal 23’ s.t. Crespo), Perez (dal 31’ s.t. Pazienza), Krhin, Morleo; Kone, Diamanti; Cristaldo (dal 1’ s.t. R. Bianchi). (Agliardi, Stojanovic, Radakovic, Cech, Della Rocca, Laxalt, Christodoupoulos, Acquafresca, Moscardelli). All. Pioli
INTER (3-5-1-1) Handanovic; Campagnaro (dal 41’ s.t. Belfodil), Rolando, Juan Jesus; Jonathan, Taider (dal 12′ s.t. Kovacic), Cambiasso, R. Alvarez, Nagatomo (dal 25’ p.t. Pereira); Guarin; Palacio. (Carrizo, Castellazzi, Andreolli, Donkor, Wallace,Zanetti, Mudingay, Olsen, Kovacic, Belfodil, Puscas). All. Mazzarri.
ARBITRO Banti di Livorno
NOTE Ammoniti Diamanti, Curci per proteste, Morleo, Kone per gioco scorretto; Taider per gioco scorretto . Paganti 23.191, incasso di 310.550; abbonati 13.295, quota di 124.954. In fuorigioco 1-0. Angoli 2-14. Recuperi: 1’ p.t., 2’ s.t.

A Bologna all’Inter è mancato l’aggancio al Napoli e al terzo posto.
Il pareggio al Dall’Ara ci sta più che stretto per il numero di occasioni create e sull’unico vero contropiede l’Inter è finita subito sotto: un gol da Gialappa’s – ha detto Mazzarri –  e in effetti, come dargli torto? Con Taider, tra l’altro ammonito dopo nemmeno due minuti per un’entrata troppo vigorosa e Guarin intenti a chiedere all’arbitro Banti una punizione a favore degli avversari (!), mentre Juan Jesus, finito a dormire in area bolognese sugli sviluppi di un corner precedente, ha fatto perfino tenerezza nel suo ingobbirsi per rientrare a tutta velocità con la palla ormai alle spalle di Handanovic. Eppure la ripartenza sull’asse Diamanti-Cristaldo col l’assist a Kone è stata l’unica parentesi da Inter ‘stramaccioniana’. Per il resto i padroni di casa in 90 minuti hanno costruito solo una punizione velenosa dello stesso Diamanti e un tiro da lontano di Rolando Bianchi deviato da Handanovic. Il resto è stato tutto nerazzurro col festival delle occasioni sprecate: ne ho contate due di Palacio, due di Guarin, una di Taider, una di Cambiasso, una di Rolando, oltre alla traversa su punizione di Guarin e quella a tempo scaduto di Juan Jesus. Ma il gol del pareggio interista è arrivato a inizio ripresa forse nel modo più inatteso, col solito tiro cross velenoso di Jonathan, deviato da Sorensen. Il brasiliano, massacrato da due anni da tutti, col sottoscritto in testa, è fortunato, visto che non è la prima volta che va a segno con la collaborazione degli avversari, ma a Bologna è stato comunque il migliore in campo anche per gli assist sprecati da Palacio e Guarin. Un cambio di marcia  e di prrstazioni che ha del prodigioso, a differenza di Pereira che ha rilevato Nagatomo, ko per infortunio dopo nemmeno mezz’ora, ma che purtroppo continua ad essere quello di sempre. Nel finale Mazzarri ha spedito in campo anche Kovacic e Belfodil ma i due non hanno inciso.
Il pareggio lascia l’amaro in bocca, ma chi parla di occasioni sprecate dovrebbe ricordarsi che ci stanno nel processo comunque graduale di rinascita. Se l’Inter avesse vinto a Cagliari, a Torino e a Bologna,  sarebbe da scudetto e invece sappiamo bene che al momento non lo è. Ricordatevi bene da dove si partita, ossia dal nono posto e dalla peggior difesa, Pescara retrocesso escluso, con 57 gol al passivo dello scorso campionato. Invece la squadra c’è, lotta e ha l’umiltà giusta per continuare a restare attaccata al terno dei primi tre posti. Poi non si sa mai. A volte occorre anche un po’ di fortuna e quella che ha avuto Jonathan nel gol è stata ampiamente compensata dalla traversa di Juan Jesus nel finale: se fossimo davvero fortunati quell’ultimo pallone sarebbe rimbalzato oltre la linea di porta e non a fondo campo! Poi ci sarebbe anche da chiedere a Banti  come siano possibili solo due miseri minuti di recupero in una gara in bilico e se sul sandwich in area su Guarin non potesse starci un rigore. Ma quello dei rigori a favore continua ad essere un tabù in casa Inter.

 

46 Commenti su 13C: Bologna-Inter 1-1

  1. Pasquale Somenzi // 25 novembre 2013 a 04:04 // Rispondi

    Bologna-Inter non è certo una partita da 1-1 infatti questo risultato non usciva
    dal 3 settembre 1986 (Coppa Italia) e dal 17 dicembre 1950 per quanto concerne
    il campionato.
    E se dopo 6 trasferte l’Inter aveva segnato 18 gol, risultato che non otteneva dal
    1920/21 quando ne segnò 24, con il gol a Bologna sale a 19 in 7 partite restando
    sempre a 6 gol di differenza dal precedente record, infatti anche nel 1920/21
    alla settima trasferta fece 1-1 (e pure perdeva 0-1 alla fine del primo tempo) ed
    in quella circostanza l’avversario fu il Milan (purtroppo nella sezione STADIO
    STUDIO non ci sono gli highlights di questa partita).
    Ecco il riassunto:
    31 ottobre 1920 Ausonia Gorla – Inter 0-9
    14 novembre 1920 Casteggio-Inter 3-4
    5 dicembre 1920 GC Legnanesi – Inter 2-3
    12 dicembre 1920 Saronno-Inter 0-4
    9 gennaio 1921 Legnano – Inter 1-1
    16 gennaio 1921 Trevigliese – Inter 1-3
    30 gennaio 1921 Milan – Inter 1-1
    Questo era il calendario dell’Inter, se invece il Milan affrontava il Barcaronno o
    la Real Trevigliese per sentirsi nel suo habitat non mi è dato confermarlo.
    Pasquale.

  2. Davvero peccato,ma la squadra ha un gioco ed una sua personalità.Abbiamo recuperato un punto al Napoli dovendo giocare gli scontri diretti.Ci manca un finalizzatore da affiancare a
    Palacio. Icardi deve crescere,Belfodil lo vorrei vedere da punta centrale e per più di cinque minuti,ma se si prende a Gennaio un attaccante non può essere una mezza figura(Vedi Rocchi).Il terzo posto non è un miraggio,facciamo qualcosa per andarcelo a prendere.
    Ciao Gianni Novara

  3. Un vero peccato. Si poteva agganciare il Napoli al terzo posto e invece malgrado tutte le occasioni e le due traverse, solo un pari. La testa e la volglia quest’ anno e quella giusta , Mazzarri sta facendo un buon lavoro. Ieri sera meritavano di vincere.

  4. Due punti persi per una grossa ingenuità di Taider partito troppo nervoso contro la sua ex squadra. La squadra ha giocato sia prima che dopo. Fortuna sul gol e tanta sfiga in altre occasioni. A me l’inter è piaciuta. Solo un appunto. Quando WM deve fare dei cambi, il livello generale cala, vedi Pereira una sciagura o Belfodil. Ma questa è la rosa aspettando Gennaio. Se fino a Natale rimaniamo vicini al terzo posto c’è lo possiamo giocare.

  5. Mi hai proprio tolto le parole di bocca; questa era una partita da vincere! Certo, da un lato, soppesando anche la mancata espulsione di Taider, ci è andata pure bene, ma nel complesso avremmo avuto il ‘diritto’ di portarci a casa i 3 punti. Ho visto un Palacio un po’ stanco, e quando ‘El Trenza’ non vede la porta, come è successo ieri, per l’Inter là davanti sono purtroppo dolori.
    Saluti!

  6. Tanto gioco, ma non trovavano la porta neanche a mettergli la maniglia in mano! Fortuna che c’è Jonathan, ormai specializzato nel far fare autoreti! 😀
    D’altronde, di che ci meravigliamo, GLR… C’era la sosta, no? E’ già tanto che non abbiano perso! :-) Il Napoli comunque è ancora lì, e le Coppe alla lunga stancano. Bisogna crederci!

  7. Caspiterina, ci è mancata la zampata vincente. Che nervoso sulla traversa di JJ all’ultimo secondo. Ma anche su quella di Guarin: non starà giocando da Dio ma, mannaggia, non gliene va bene una.

  8. Un’occasione gettata al vento con un campionato ancora agli inizi, con squadre che inevitabilmente incapperanno in altre giornate storte ci obbliga a non ripetere il solito atteggiamento tafazziano. Alcune considerazioni: Guarin deve capire che giocare a calcio e a pallone sono due cose differenti, Pereira è da rispedire come pacco e poi Belfodil manca di mordente. Purtroppo a parte Palacio non abbiamo nessuno in attacco e Milito lo vedo più come una chimera. Non molliamo e possiamo farcela

  9. Occasione sprecata, comunque ho visto una buona Inter.
    Sui singoli penso che Guarin continua a non essere incisivo come dovrebbe, mentre mi aspettavo qualcosa in più da Kovacic, che quest’anno mi sembra un po troppo timido in campo. Pereira improponibile e inguardabile per una squadra come l’Inter. Per lui non bastano i miracoli di Mazzarri! (sportivamente parlando).

  10. Le squadre “mature” queste partite le vincono, noi come sappiamo, siamo ancora convalescenti e dobbiamo aspettarci certi risvolti. Occasione buttata alle ortiche per recuperare punti, specie per i prossimi scontri diretti, vedi Napoli.

  11. Roberto Scibetta // 25 novembre 2013 a 09:31 // Rispondi

    Bella prestazione dei nostri! Alcuni commenti in ordine sparso:
    – incredibile vedere Jonhatan così in palla
    – Alvarez dispensa sempre tanta classe
    – Taider può ancora crescere parecchio, ma come personalità e ruolo non mi dispiace
    – ho passato mezza partita a domandarmi perchè VM non toglieva Guarin (meno dannoso del solito, ma sempre inutile) per Kovacic. Poi ha messo Kovacic e ho capito …
    – Pereira meno deleterio del solito, ma pur sempre inadeguato
    – Palacio TOP PLAYER, ma ieri era stanco

  12. il problema è che i punti persi cominciano ad essere un po’ troppi.
    Che ricordo sono almeno 6 quelli sperperati tra Cagliari, Torino e Bologna, sarà dura riuscire a recuperarli. Dopo l’ottimo avvio di campionato sembra che la squadra abbia perso la concentrazione e quella cattiveria agonistica che ci aveva contraddistinto nel mese di settembre. Auguriamoci di essere capaci di fare 6 punti nelle prossime 2 partite in casa e di affossare il Bilan nel derby.
    Sempre forza Inter

  13. I conti non tornano,giochiamo bene e produciamo diverse palle gol ma non riusciamo a vincere partite come questa dove subiamo al massimo 2 tiri in porta. Eppure siamo il miglior attacco del campionato. Noi tifosi possiamo disperarci per i punti persi, l’importante però è che la squadra e la società guardino avanti continuando e migliorando quanto di buono fatto fino ad oggi. Fidiamoci di WM
    PS: il gol subito mi ha ricordato vagamente la fase difensiva dello scorso anno e il 2-0 della roma a milano

  14. Marco Ferrara // 25 novembre 2013 a 09:44 // Rispondi

    Molte occasioni sprecate, qualcuna pure clamorosa, però nel complesso, così come contro il Livorno, la squadra non mi è piaciuta, è mancata l’intensità e di fatto sono stati persi altri punti che iniziano a diventare importanti. La zona Champions è vicina, ma certe opportunità bisogna imparare a sfruttarle onde evitare di mangiarsi le mani in futuro….

  15. Di occasioni sì, stare in scia à già tanto, anche una certa convinzione affiora…..ma finchè restiamo senza peso davanti (sono quasi 2 anni ormai !!!) partite come queste, Cagliari o Torino, sei destinato a non vincerle mai.

  16. Hai proprio ragione! Preoccupante sarebbe non creare occasioni…
    Sbattere contro portiere e pali o fallire di pochissimo dei gol, a volte per troppa foga, è già un risultato molto importante.
    Malgrado amnesie varie, questa squadra gioca bene e su questa base, inserendo un paio di giocatori di classe che siano funzionali al gruppo attuale, potremmo continuare la ricostruzione per tornare a competere ai più alti livelli.
    Sempre forza Inter!

  17. Per questa partita potremmo quasi riciclare i nostri pensieri post Cagliari Inter e Atalanta Inter e perchè no, Torino Inter.
    Partite generalmente dominate (esclusa la trasferta di Torino) ma che alla fine lasciano l’amaro in bocca per quello che poteva essere ed invece non è.
    Continua a non convicermi la scelta di un indisponente Guarin perennemente in campo in una squadra senza attacco.
    Di occasioni ce e saranno tante, è vero, ma con congiunture così favorevoli ?

  18. Squadra distratta ed imprecisa,tanti errori in difesa e nella costruzione del gioco. Eppure,anche in una serata storta, abbiamo creato 7 palle gol colossali buttate al vento.Palacio stavolta ha fatto il Matri della situazione e Guarin ha imitato Balotelli, sbagliando un rigore (in movimento). Non ho capito l’entrata tardiva di Belfodil che, a mio parere, sarebbe stato utile x scardinare una difesa chiusa come quella del Bologna.
    Il Napoli è a soli 2 punti ma noi non siamo ancora da terzo posto.

  19. Effettivamente se valutiamo l’andamento generale, possiamo dire che forse alla classifica mancano almeno 4 punti, fortunati con la Fiorentina, sfortunati con Bologna, Cagliari e Torino. Peró se si mantiene questa media a fine stagione possiamo chiudere tra i 75 e gli 80 punti, in lizza per la Champions. E´ indubbio che notiamo la mancanza di ricambi lí davanti quando Rodrigo non é in giornata. Indecente la prestazione di Pereira.

  20. Andrea Ibiza // 25 novembre 2013 a 11:50 // Rispondi

    Vero Gianluca, un errore ma (quasi) fatale che, considerate anche le innumerevoli occasioni create, farebbe pensare ad altri 2 punti persi. Ma se poi ci aggiungiamo quelli di Trieste, Torino e Bergamo, allora vien da dire che non si tratti solo di episodi isolati, ma di meccanismi ancora da perfezionare e soprattutto di limiti tecnici e comportamentali di qualche nostro giocatore. Non mi sento nemmeno di condannare Mazzarri per aver inserito Belfodil all’85, visto che si è dovuto bruciare 2 sostituzioni causa infortunio di Naga, Taider ad alto rischio rosso e un Campagnaro da monitorare dopo 2 mesi ai box. Per me il mister sta facendo oltre ogni più rosea aspettativa, ma se si vuol veramente puntare in alto (e le premesse ci sarebbero) servono un paio di giocatori di qualità ed esperienza e un centravanti che se non può più essere Milito, deve essere per forza qualcuno in grado di sostituirlo. Altrimenti, con quello che abbiamo adesso, sarà già un impresa mantenere questa posizione in classifica.

  21. AngeloCurvaNord // 25 novembre 2013 a 12:05 // Rispondi

    Secondo me la squadra si è comportata bene, creando occasioni da gol. Mi chiedo solo se con Alvarez vicino a Palacio non potremmo essere più concreti in fase realizzativa. A me Guarin piace più a centrocampo.

  22. Due punti a partita è media champions: avanti così!
    Ma… abbiamo Puscas in panchina e non lo facciamo giocare?

  23. Direi soddisfacente prova della squadra forse non tutti sono all’altezza sempre ma nel complesso va bene cosi, si poteva vincere ma tra una sconfitta magari non meritata e un pareggio stretto preferisco quest’ultimo, in 13 partite 7 vittorie 5 pareggi e 1 sconfitta non è male sopratutto per l’ultima voce, parafrasando una frase di un nostro grande ex allenatore:”l’importante è non prenderle” (G.Trapattoni) su cui sono concorde.

  24. D’accordo sempre su tutto “a prescindere” per dirla alla Totò. Solo un desiderio (e credo di essere in ottima compagnia): quando finalmente potremmo vedere Guarin in panchina? E’ detestabile. Saluti.

  25. Occasione persa sono d’accordo, meno sulla conclusione (amen ) alla fine queste partite peseranno. Mazzarri sta facendo bene ma mi chiedo: cosa aspetta a relegare in panca l’inutile Guarin?Taider dopo il secondo fallo è sparito per la paura, non era meglio cambiare subito? Non possiamo pensare che Kovacic entri dal secondo tempo e ci risolva sempre tutto!
    Max

  26. Come successo col Cagliari, occasione per i 3 punti sicuramente perduta. L’impegno non
    è mancato, un po’ di sfortuna (2 traverse) ed errori di mira hanno fatto la loro parte. Sul
    gol di Kone fase difensiva decisamente ” bizzarra”. La squadra mi piace, la mano di
    Mazzarri si vede, ma manca sicuramente un po’ di qualità, soprattutto a centro-campo.
    Dietro, Juan Jesus che ha notevoli mezzi fisici, ogni tanto va in bambola, mentre Rolando
    non mi è dispiaciuto. Stiamo al pezzo e non molliamo.

  27. se non altro e’ chiaro a tutti cosa serve a questa squadra, che comunque come gioco e temperamento si sta ben comportando: un grande attaccante e un mediocampista di qualita’, da inserire subito o a partita in corso e un esterno sinistro, pereira e’ obiettivamente INGUARDABILE

  28. Io son preoccupato perché i segnali vanno tutti verso la stessa direzione: il ritorno dei vecchi metodi precalciopoli. Ieri ho visto la juve e non mi spiego i mancati cartellini a chiellini e asamoha. Con noi invece giallo a taider dopo un minuto… E che dire dei due ridicolissimi minuti di recupero concessi a bologna? Sulla presenza nelle trasmissioni sportive di figure che speravo fossero sparite come renga & soci stenderei un velo pietoso. Ma nessuno fa presente a renga il suo passato????

  29. mario colonia // 25 novembre 2013 a 14:34 // Rispondi

    peccato, 8 punti buttati con 4 partite simili in trasferta.
    per me sono conseguenze inevitabili quando sei in ricostruzione,
    la sola cosa che mi fa inc. e per la prima volta in vita mia mi fa venire voglia
    di non guardare le partite dell inter e’ guarin. gli ultimi minuti quando la palla
    deve scorrere, lui fa il toro nell’arena. giocatore osceno…giocatore? parola grossa….

  30. In effetti anche se avremmo dovuto vincere sembra che quest’anno ci siamo.
    Non vinceremo ma se continuiamo bene e se non lasciamo soffrire di solitudine Palacio là davanti potremmo ambire a qualsiasi posizione tra il 5° e il 3° posto.
    Mazzarri non piacerà a molti ma credo metta una sicurezza che non so questi giocatori dove troverebbero (vedi Rolando, Jesus, Jonathan, Pereira e soci che di certo hanno bisogno di tanti stimoli e attenzioni).
    Ciao
    Luca

  31. Peccato, altri due punti buttati, ma almeno la squadra gioca, crea tanto e si spera di avere più fortuna nelle prossime partite. Quella di ieri, così come quella col Cagliari, è la tipica partita che la vinci solo se hai Ibra o Eto’o, quindi ci si augura che a Gennaio arrivi qualcuno in attacco a dar man forte a Palacio e non solo…

  32. Finalmente siamo una squadra…..con dei limiti ma siamo squadra…….peccato per la mancanza di milito o di Icardi ( anche se mi sembre stia uscendo dai binari…lasciamo a Balotelli questo onore..)…..altrimenti a 32 punti ….ci saremmo stati noi….

  33. Belle parole di comprensione da parte tua GLR. che in parte condivido. Sono però rimasto perplesso che WM non abbia capito che la parte finale della gara doveva essere giocata sulla dx dove l’Airone era quasi sempre solo e inoperoso ma che invece provenivano i pericoli maggiori per il Bologna? Invece no, da quando è entrato “confusione”, tutto il gioco si è spostato sulla sx. con i risultati arcinoti. Non vorrei che questo fosse un segnale di poca lucidità da parte di WM e il suo staff. Grazie.

  34. Questa volta non mi va assolutamente di parlare di delusione: è vero che con una vittoria saremmo stati già terzi con la possibilità di fare ancora meglio, ma penso che in questo caso bisogna essere veramente soddisfatti sia della partita che della stagione ed ammettere che non c’è paragone tra l’Inter di quest’anno e quella degli ultimi 2 anni.
    Molto bravo Mazzarri che ha confermato ancora una volta di sapere tutto su come si ricostruisce una squadra e su come si collabora con una Non-società.

  35. Silvio da Torino // 25 novembre 2013 a 17:31 // Rispondi

    E nell’occasione del goal del Bologna, poteva anche andarci peggio con l’espulsione di Taider. L’anno scorso senz’altro sarebbe scattato il rosso. Il problema di questo periodo è che se molla Palacio per ovvia stanchezza siamo veramente nei guai e trovare chi la butta dentro diventa un grosso handicap. Comunque, nonostante i punti buttati, siamo ancora in zona interessante e speriamo che ET sganci qualche euro a Gennaio per poter combattere fino a fine campionato. Ciao a tutti e forza Inter.

  36. Stiamo migliorando molto, manca solo un po’ di fortuna, che alcune squadrate hanno, vedi Juve ieri 2 contropiedi fatti dal Livorno molto simili a quello preso da noi ma vanificati con errori banali!

  37. Ieri sera ci ha tradito Palacio, che solitamente certi gol non li sbaglia mai !!
    Taider con i nervi a fior di pelle fin dall’inizio, ha rischiato di compromettere la partita in 5 minuti (il gol preso è colpa sua , graziato dall’arbitro per la mancata espulsione).
    Metterei sempre la seconda punta al posto di neuro-guarin, assurdo fino all’autolesionismo nelle sue giocate.

  38. Errore da oratorio nel gol subito (sono d’accordo con Gian Luca), risultato deludente, ma continuo a dire che la squadra c’è e pure l’allenatore. Ritengo solo che sia incappata in una giornata molto sfortunata.

  39. Finora abbiamo ottenuto:
    7 vittorie (meritate).
    1sconfitta (meritatissima)
    5 pareggi (di cui almeno 4 gridano vendetta)
    Il tutto ,senza calci di rigore all’ attivo…

  40. sicuramente due punti persi, ma secondo me bisogna essere fiduciosi per il gioco espresso. mi sono divertito. due considerazioni: forse era il caso di mettere il capitano e non Pereira, Belfodil andava messo 20 minuti prima.

  41. Una squadra che ha fame ieri avrebbe asfaltato i fantasmi del Bologna. Non c’è stato il minimo sindacale di cattiveria. D’altronde anche un allenatore che non “osa” la seconda punta fino all’86’, giocando contro il nulla, in una giornata in cui tutte le dirimpettaie hanno perso, dimostra a suo modo di non avere fame di vittoria. Di occasioni ce ne saranno altre? Qualcuno un tempo scrisse: “Carpe diem”.

  42. Troppi punti buttati per puntare a qualcosa di veramente importante (la Champions). D’altra parte la squadra gioca abbastanza bene, pur commettendo parecchie ingenuità, e sicuramente Mazzarri la sta facendo rendere ben oltre le aspettative.

  43. Massimo Inter // 26 novembre 2013 a 10:51 // Rispondi

    Sinceramente, anche dopo l’ 1 a 0 del Bologna, non ho mai pensato alla sconfitta perchè l’Inter sin dal primo al decimo minuto ha giocato discretamente e imposto il gioco. Poi ha creato e spinto tanto. Quanto sta facendo WM è incredibile rispetto a quanto ci si attendeva. Si deve proteggere di più Handanovic e lavorare sulla cattiveria sottoporta. Ritengo l’Inter la vera mina vagante del campionato. Rigori? perchè, è una regola che vale anche per noi? Pensavo l’avessero abolita!! :-)

  44. Ragazzi ma Guarin così è veramente insopportabile…tira sempre….anche da 60/65 metri e la palla volava da San Lazzaro a Borgo Panigale, mi chiedo come mai cambiasso o chi per lui non lo riprendano in campo; quando ha tirato Alvarez (tra l’altro andando molto più vicino del Guaro al bersaglio) è stato subito redarguito. Altra prestazione grigia di Kovacic, mi chiedo ancora come mai tutti lo diano per campione in erba… raramente lascia il segno.

  45. Mazzarri da Napoli si è portato anche quella fifa che ti viene ogni volta che ti giochi un obbiettivo se pur piccolo come un aggancio al terzo posto. Non facciamo passare scusanti tipo sfortuna o recuperi, per una squadra come l’inter il bologna dovrebbe essere la vittima sacrificale, se si esce con 1 punto in saccoccia con generale mediocre prestazione dei singoli qualche domanda bisogna porsela, specie su quali potranno essere gli obbiettivi prossimi.

    • a napoli (e io sono e ci vivo) anche se non lo dicono, presidente in testa, rimpiangono Mazzarri! Abbiamo dominato 90 minuti, non capisco cosa si possa addebitare a Mazzarri se non l’aver trasformato dei brocchi (jonatahan,alvarez,) in giocatori su cui far affidamento e di aver dato un gioco alla squadra, che non si perde mai, anche in svantaggio o gioca una partita in 10 per 90 minuti!! Certo rimane l’amaro in bocca per i punti lasciati a bologna ,torino e cagliari, ma la strada è quella giusta

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili