Prima il campo, poi il mercato

Per Claudio Ranieri Wesley Sneijder nel 2012 sarà il ritrovato condottiero dell’Inter da rimonta. Per altri Wesley Sneijder sarà invece l’uomo mercato dell’Inter in uscita. Lui intanto twitta contando i giorni che lo separano all’atteso rientro in campo, nell’Inter naturalmente.
A caldeggiare scenari a sorpresa sono però arrivati i no comment a raffica di Soren Lerby, l’agente del trequartista olandese, circa un incontro con Massimo Moratti in cui si sarebbe parlato di divorzio, previa congrua offerta inglese.
Da Manchester, sponda United, però nulla è cambiato: vorrebbero Sneijder come lo volevano l’estate scorsa, ma non hanno i 30 milioni di euro per prenderlo. Sull’altra sponda di Manchester, quella City, tutto tace, anche se c’è chi continua ad immaginare un incastro favolistico con Carlitos Tevez nerazzurro in extremis. Certo il riserbo di Soren Lerby non esclude che possa ripartire un tormentone Sneijder che si chiuderà solo alle 19 del 31 gennaio. Come? Con la permanenza dell’olandese almeno fino a giugno, a meno che improvvisamente tra Inghilterra e Italia si smetta si fare il mercato delle figurine e si ricominci a farlo con i soldi veri, quelli che da alcuni mesi nessuno sembra più avere.
Intanto Branca in Inghilterra potrebbe parlare non solo di Sneijder e di Tevez, perché con i due Manchester fuori dalla Champions non è escluso che ci possano essere nuove idee.  Il battage mediatico sul ritorno di fiamma interista per Tevez continua ad essere ben orchestrato da Roberto Mancini che, da manager dei Citizens, fa gli interessi del suo club cercando qualcuno disposto a pagare Tevez tutto e subito: prima è toccato al PSG, ora è il turno dell’Inter. Certamente la vicenda inquieta il Milan che potrebbe trovarsi costretto a ritoccare verso l’alto la sua offerta per il riscatto definitivo di Tevez.
Il punto di forza rossonero resta sempre la volontà del giocatore e l’Inter, tirata in mezzo, al momento è solo spettatrice. Non farà piacere ai tifosi sapere che in società, prima di muoversi sul mercato di gennaio, vogliano aspettare il derby e la partita con la Lazio. E, detto tra noi, legare le modalità di intervento sul mercato agli effimeri risultati di due partite non è certo prova di grande pianificazione. In più sta effettivamente per essere riaperta la campagna abbonamenti con pacchetti speciali (!). Per alcuni questo è proprio il segnale di un botto di mercato imminente, per altri il solito stratagemma per raschiare il barile dell’incrollabile passione nerazzurra. Vorrei tanto dirvi che hanno ragione gli alcuni e non gli altri,  ma di prendervi per il culo su un sito che porta il mio nome proprio non mi riesce. Spero tanto di sbagliarmi, perché sbaglio spesso anch’io. Vedremo! Certo che se uno corre a fare l’abbonamento per Juan Jesus, è proprio un miracolo! Ecco perché si chiama così…

19 Commenti su Prima il campo, poi il mercato

  1. Non esiste la squadra che vince all’infinito, dobbiamo essere contenti dei 15 trofei vinti negli ultimi 7 anni!
    Speriamo che Juan Jesus non sia un’altro Jonathan, ma secondo me prima o poi un brasiliano forte lo troveremo, dopo Coutinho e Jonathan adesso siamo al terzo, non possiamo pretendere che sia già un campione, dobbiamo almeno prenderne altri 5 o 6 per avere più probabilità!

  2. La preferenza di Tevez al milan è stata data dopo una cena tra il milan e il suo agente. Mi pare anche normale. Tevez stesso passò dallo united al city tranquillamente (anche se la situazione fu diversa). Resta il fatto che se il MCity ha detto a Branca di prendere l’aereo per andare a Londra anzichè farsi una telefonata è perchè qualche spiraglio c’è di fronte ai soldi. Poi magari parleranno anche d’altro. Ma nel caso Tevez vestisse i nostri colori, sarebbe l’ennesimo regalo del Presidente che non ringrazierò mai abbastanza.

  3. Ad oggi l’INTER si muove da “provinciale di lusso” niente di più.
    La franchezza riportata in questo sito rende onore a chi lo gestisce, perchè credimi di tifosi Moratti (non l’inter) ne sta perdendo parecchi da agosto, dove finalmente si è rivelato nella sua piena essenza. Così anche l’abbonato d’ora in poi sarà felicemente lubrificato!
    Dimitri

  4. Antonello Vasi // 5 gennaio 2012 a 15:59 // Rispondi

    Caro Gianluca,
    le volte che si è vinto era perchè c’erano due allenatori manager e un certo Lele Oriali. Ora che non ci sono più si è tornati a poche idee, ma ben confuse. E fintanto che ci saranno questo presidente e questo direttore sarà tanto se ci qualificheremo per la Europa League. Son dei fenomeni!!!

    • Bello scrivere sempre guardando ad un metro dal naso. Quando però Oriali prendeva Gresko e Farinos o cedeva Pirlo e Seedorf gratis, ero solo io a difenderlo in Tv. La verità è che con pochi soldi il mercato o lo azzecchi con un po’ di fortuna o fai la figura del cretino, al di là di chiamarti Branca o Oriali. Quanto ai due allenatori-manager sarebbe da ricordare che hanno voluto anche Suazo e Quaresma
      GLR

  5. Moratti in 20 anni non è riuscito a costriuirsi un minimo di credibilità e non mi dite che 5 anni dove abbiamo vinto tutto hanno ricompensato 15 anni di figuracce. Io francamente lo metto a livello di Zamparini.
    Ciao

  6. Io francamente non posso credere che l’inter aspetti il derby e la partita con la Lazio per decidere ae intervenire.
    Non può essere vero.

  7. Fabio Primo // 5 gennaio 2012 a 18:31 // Rispondi

    Secondo me Tevez è strablindato dal Milan e il giocatore ormai vuole solo andare dai cuginastri. A me Tevez non entusiasma , per cui non piango….
    L’ idea di aspettare le prossime 3 di campionato per decidere non è sbagliata. Nel miracoloso caso di 3 vittorie con giocatori rigenerati nel fisico e nella testa, sarebbe assurdo intervenire adesso sul mercato…Comunque almeno un medianone che corre e picchia lo prenderei comunque…anche nel caso di un 3-0 ai cuginastri (non sono ubriaco…)
    ciao

  8. Lo schema di mercato dell’Inter sembra ormai roba da psicanalista più che da dirigenti. Si punta un giocatore, senza la minima convinzione, si aspetta che intervengano altre squadre che mettono in piedi trattative serie e poi si spedisce Branca su un pedalò a cercare manovre di disturbo quando la frittata è fatta. E soprattutto non si interviene a cercare di migliorare i settori dove imbarchiamo acqua (vedi centrocampo). Io non penso che Tevez o Vargas ci avrebbero fatto vincere la Champions, intendiamoci, ma guardo con sempre più insofferenza e fastidio i tentennamenti della nostra dirigenza…bei tempi quando per prendere Snejider bastavano gli sms di Mourinho.

  9. Che ridere leggere: se si vince le prossime tre partite Moratti compra Lucas. Allora mettiamoci pure se vinciamo la champions Moratti compra Messi. Moratti non ha piu voglia di spendere, la societa’ secondo me e’ indebitata molto di piu’ di quanto si possa immaginare e ci aspettano anni di mediocrita’ e sofferenza, del resto ci siamo abituati.

  10. davvero non capisco chi paragona Moratti a Zamparini o Branca all’ultimo degli stupidi, per questi tifosi ci vorrebbe davvero Zamparini alla guida dell’Inter….
    se non ci sono i soldi o se il presidente ha deciso di non spenderne più come in passato bisogna accettarlo Se non lo si fa dopo cinque anni di vittorie ininterrotte quando lo si dovrebbe fare?

    • Sai, sulla pubblicazione del post Moratti come Zamparini in effetti c’è un motivo. Cancello tonnellate di messaggi, ma una coglionata ogni tanto va la pena di pubblicarla anche per rendersi conto che anche l’Inter, come altre squadre, ha parecchi tifosi dei quali si farebbe volentieri a meno. Io lo dico sempre: tra milioni di tifosi così e poche decine di migliaia in grado di attivare il cervello prima delle dita preferisco sempre i secondi
      GLR

  11. Alessandro // 6 gennaio 2012 a 20:16 // Rispondi

    Caro Gianluca, il vero errore è stato non prendere Edu Vargas, che è fenomeno cristallino, e non riuscire a cedere Muntari in agosto.
    Lucas del Sao Paulo è Coutinho meno timido e con meno visione di gioco. Mi tengo il Cou sempre e aspetto che esploda (ha 19 anni il bambino).
    Per il resto io non comprerei nessuno tanto per comprare, solo un ottimo centrocampista, tenendo fede all’impegno di svecchiare la squadra

  12. Ciao Gian Luca , non dimentichiamoci dei giovani della primavera…oggi Caldirola ha fatto un’ottimo esordio da titolare a Brescia,,, e Faraoni ha fatto bene per ora…considerando che non siamo più nel periodo nero del “vincere subito e per forza” che per anni ci ha fatto patire con acquisti e cessioni che poi si sono rivelate fallimentari…spero che qualche azzardo si possa fare con i giovani del vivaio nelle prossime stagioni

  13. Silvio da Torino // 7 gennaio 2012 a 10:03 // Rispondi

    Io mi chiedo se tutti quelli che scrivono su questo splendido sito sono veramente dei tifosi interisti. Si può certamente non essere d’accordo su qualche decisione della società, ma arrivare a discutere Moratti e Branca solo perchè quest’anno le cose non vanno benissimo mi sembra demenziale. Ricordiamoci che nel 2010 e nel 2011 abbiamo portato a casa due triplette che poche squadre possono vantare.
    Un caro saluto ai veri tifosi della nostra Inter.

  14. gianluca sinceramente la cosa dell’abbonamento per il ritorno e dei minipacchetti famiglia mi sembra una bellissima cosa, utilissima per cercare di portar un pò più di gente allo stadio, e penso che sia proprio quest’ultimo il motivo per cui è stata pensata, non saranno certo le qualche decina di migliaia di euro che potrà portare nelle casse che posson fare la differenza. da abbonato egoisticamente non mi piace solo che costi solo la metà rispetto all’abbonamento annuale contando che comprende anche il derby

  15. rimango convinto che il mercato é stato sbagliato a luglio ed ora é difficile sistemare le cose.La società ha vinto per cinque anni ora lavori con calma e bene senza comprare tanto per farlo, meglio comprare un campione che quattro mezze figure.
    Sempre forza Inter e ciao a tutti.

  16. tevez è un gran bel giocatore, ma di sicuro chi lo prende lo deve rimettere in piedi. non gioca da 4 mesi e in questi 4 mesi sembra che non si sia allenato. Piuttosto mi chiedo se con questi soldi e con l’ingaggio da corrispondere a Tevez , non sia meglio investire su un centrocampista di altissimo livello(vedi schweinsteiger o de rossi).
    le critiche a moratti e branca lasciano il tempo che trovano, cio’ che conta e che ora o a giugno si rendano conto che la squadra è da rifare o quantomeno, moratti parli chiaro con tutti , specificando che per un po’ di anni non saremo competitivi nè in Italia ne in Europa. Cmq prendere Tevez è un gran colpo, se poi lo si strappa ai buffoni di via turati è una proprio na bella goduria.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili