Fortis

Alberto Fortis, nato a Domodossola, in provincia a Verbania, il 3 giugno 1955, è un musicista italiano.
Autore dei testi, spesso criptici e delle musiche delle sue canzoni, Fortis tra gli italiani è stato uno miti, l’altro resta Eugenio Finardi, della mia adolescenza musicale.
La sua discografia comprende registrazioni effettuate in Italia e all’estero: Los Angeles, New York e Londra e tre suoi album sono stati premiati con il disco d’oro.
Celebre negli anni ’80, grazie ad una raffica di brani di alto livello, tra cui Milano e Vincenzo (dedicata al produttore Vincenzo Micocci), A voi romani, La sedia di Lillà, il Duomo di Notte, Settembre e la struggente Fragole infinite ha poi vissuto almeno in Italia un lungo periodo di oblio, prima di essere riscoperto da un pubblico d’élite. Tre suoi album sono stati premiati con il disco d’oro, ma il mio preferito resta quella sorta di concept album che è Tra demonio e Santità (1980), stupendo nella sua incomprensibilità.
Foto scattata il 9 novembre 2012 a Milano negli studi di Telelombardia

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili