4C: Inter-Siena 0-2

MARCATORI : 28’ s.t. Vergassola; 47’ Valiani
INTER (4-3-1-2): Handanovic; Nagatomo, Ranocchia, Juan Jesus, Pereira; Cambiasso, Gargano (dal 35′ s.t. Coutinho), Guarin (dal 10′ s.t. Alvarez); Sneijder; Cassano (dal 40′ st Livaja), Milito. (Castellazzi, Belec, Zanetti, Silvestre,Samuel, Chivu, Duncan, Jonathan, Bianchetti). All: Stramaccioni.
SIENA (3-4-2-1): Pegolo; Neto, Paci, Felipe; Angelo; Vergassola, D’Agostino (dal 9′ s.t. Rodriguez), Del Grosso; Rosina (dal 42′ s.t. Sestu), Zé Eduardo (dal 33′ s.t. Valiani); Calaiò. (Farelli, Marini, Valiani, Paolucci, Dellafiore, Verre, Rodriguez, Rubin, Martinez, Bogdani). All: Cosmi.
ARBITRO: Massa
NOTE – Spettatori 40.357. Ammoniti Rosina, Juan Jesus, Angelo per gioco scorretto, Calaiò, Pegolo per c.n.r.. Recuperi: 2’ p.t.; 4’ s.t.

Forse gli unici ad essere contenti saranno quelli che non vedevano l’ora di spedire capitan Zanetti in panchina, evento che non si registrava da Inter-Catania 2-1 del 13 settembre 2008, quando Pupi entrò nella ripresa. Come ora avranno capito anche i più lenti di comprendonio, visto lo 0-2 patito a San Siro dall’ultima in classifica, la questione è un po’ più ampia della libidine idiota di sbattere in panchina per sempre Zanetti e Cambiasso, a sua volta partito da riserva con la Roma. I veri problemi sono altri e Stramaccioni per ora è bravissimo a spiegarli in sala-stampa, ma non ancora a risolverli.
Quella col Siena è la quinta gara casalinga, tra campionato ed Europa League, senza vincere. Stavolta però è grave, per non dire gravissimo, visto che a maramaldeggiare a San Siro è stato il fanalino di coda della Serie A. Il 2-0 per la squadra di Cosmi, frutto di due soli contropiedi letali, vale assai più del prodotto made in Inter in fatto di conclusioni: 7, 13 o 28, scegliete come alla roulette il numero che più vi aggrada. A che serve cotanto tourbillon offensivo, esaltante per il portiere Pegolo, se poi bastano due ripartenze avversarie a far dubitare di tutto e di tutti? Ad esempio Juan Jesus, fino al vantaggio di Vergassola, sembrava essersi conquistato sul campo una maglia da titolare e se l’era cavata bene su Angelo: secondo gerarchie divine è ovvio che Jesus abbia la meglio su Angelo, poi però il giovane brasiliano si è ritrovato in croce su entrambi i gol senesi. Poi è giunto giàù il momento di interrogarsi sul reale valore del trio Guarin, Gargano e Pereira, che avrebbero dovuto migliorare il centrocampo interista e, soprattutto, far dimenticare una fase difensiva da oratorio.
Quando si perde con l’ultima in classifica ovviamente ci sta tutto, ma i più razionali capiranno che il primo pensiero su questa nuova Inter, ora legittimamente distruttivo, può anche non essere quello giusto. Non è possibile, per dirla con parole semplici, che tutti, vecchi e nuovi, siano tanto inadeguati.
Eppure in casa Inter l’attenzione alla fase difensiva continua ad essere pari alla mia quando arrivo alla lettura del centesimo post sempre uguale da due anni a questa parte, del tipo “via subito l’allenatore”, “via subito il presidente”, “bisognava tenere Maicon ed Eto’o”, insomma i soliti concetti profondi e, naturalmente, fuori tempo, visto che anche alle elementari hanno capito che manco Mandrake saprebbe coniugare in poco tempo la cancellazione del rosso di bilancio con una squadra di caratura internazionale.
Ma c’è un limite. Mai cadere con l’ultima in classifica, poco importa se in casa o fuori, anche se il Siena gioca effettivamente meglio delle concorrenti per la salvezza. Non è tollerabile che Vergassola e Calaiò triangolino davanti ad Handanovic tra morti viventi, così come Sestu, nomen omen, visto il piazzamento dell’Inter in classifica, si sciroppi 50 metri di campo in solitudine prima di  servire a Valiani la zuccata del raddoppio, con i nostri già sotto la doccia.
Il riparo immediato è semplicissimo: tre giocatori offensivi come Sneijder, irritato dai fischi, Milito, stavolta più spettatore che attaccante e Cassano, tutto sommato il meno peggio, unitamente a due esterni Nagatomo e Pereira, programmati più per attaccare che per difendere, al momento e, ribadisco, al momento, l’Inter non li può supportare né sopportare. Non certo per 90 minuti! Ora tutti alla sbarra, come è giusto che sia, con la dura consapevolezza, si spera non definitiva, che l’Inter attuale sia molto più vicina al Milan che alla Juventus.

88 Commenti su 4C: Inter-Siena 0-2

  1. Mancano n. 17 partite in trasferta…51 punti assicurati + i 6 che abbiamo arriviamo a 57…uno in meno dell’anno scorso…dai almeno un paio di pareggi per superare il record negativo 2011/2012!!

  2. Marco dal Canada // 23 settembre 2012 a 18:04 // Rispondi

    We’re in trouble.
    Questa squadra ha bisogno di credere in se stessa, abbiamo abbastanza giocatori di classe, ma non riusciamo a essere un gruppo.
    Wishing them good luck (They really need it)
    Hoping for a victory on the next game

  3. Cesare dagli Orzi // 23 settembre 2012 a 18:09 // Rispondi

    Non mi convincono ancora le fasce per il continuo cambio di interpreti. Infine, per ora, o Wes o Antonio, non entrambi. Per ora dico.
    Ciao a tutti gli interisti che non fischiano al primo passaggio sbagliato. Agli altri cippa.

  4. Caro Gianluca molti si erano illusi che con Stramaccioni e la linea giovane saremmo tornati competitivi,purtroppo non è così per alcune considerazioni elementari:
    1 la squadra è stata costruita male, troppi trequartisti offensivi poche punte pochi centrocampisti di qualità.
    2 Strama è un allenatore giovane e probabilmente di talento ma è già la seconda volta (Roma e Siena) che per recuperare lo svantaggio sbilancia la squadra ed affonda.
    3 l’unica soluzione adesso è rinforzare il centrocampo passando ad un 442 sacrificando,purtroppo qualche testa eccellente.
    Max

  5. Stramaccioni mi piace. Forse è troppo “cerebrale” e rischia di parlare sempre di un progetto che se non sostenuto dai risultati non potrà poi, mai, portare a compimento. Ha dimostrato a Torino di capire il momento e di leggere molto bene la situazione, non può pensare di cambiare ogni settimana e dovrebbe insistere, a discapito del gioco, su quella strada fino a che non avrà una serie di risultati che permettano di sostenere anche nella testa nuove idee. In questa fase non si può’ fare a meno di crederci (anni fa Guidolin alla quinta giornata a Udine aveva punto). Non spenderei invece parole sui giocatori acquistati in estate perché la lista di errori e sopravvalutazioni al momento sarebbe lunga. ma dobbiamo dare un po’ di tempo a tutti. Un po’, non troppo.

  6. pasquale somenzi // 23 settembre 2012 a 18:40 // Rispondi

    Trovare un’Inter che perde le prime 2 partite casalinghe del campionato e’ una
    cosa che potranno confermare solo gli abbonati della stagione 1936/37 che
    videro alla prima in casa Inter-Triestina 1-2 ( e chi di loro puo’ essersi
    dimenticato dei gol di Chizzo e Busidoni?) e poi alla seconda in casa la
    sconfitta 0-1 contro il Bologna con il gol di Reguzzoni
    Da quando Stramaccioni allena l’Inter, le sconfitte sono sempre con 2 gol
    di scarto, ossia 0-2 oppure 1-3. Difatti, in queste 2 ultime partite (Rubin e
    Siena) siccome al 90mo minuto l’Inter era sotto di un gol (ma non sia mai
    perdere con un gol di scarto!) ecco che arrivano i gol a conferma di quanto
    ho scritto.
    E come segnalavo giovedi’ scorso, quest’anno in casa la frase” l’Inter e’ in
    vantaggio” non e’ ancora stata pronunciata.
    Pasquale.

  7. Quando ti chiami Inter non ti puoi permettere allenatori acerbi seguendo solo la moda del guardiolismo, così non si va da nessuna parte e si rischia di avere buttato un’altra stagione, come l’anno scorso.

  8. Insiste il ragazzo !! dopo 5 risultati negativi in casa e troppi gol presi sarebbe ora quantomeno di togliere uno del tridente d’attacco e aggiungere un centrocampista.
    L’ avere poi il solo Milito in rosa come prima punta aggrava i problemi.
    Vado controcorrente: il “bidone” più grande dell’ ultima campagna è Guarin , discontinuo e troppo spesso assente in campo. Poi tanti altri inadeguati.

  9. Dietro alterniamo cose buone a clamorose ingenuita’. Pereira da l’impressione di essere un equivoco: non e’ un terzino, non e’ un esterno offensivo. Si si sperava di aver trovato un nuovo maicon (peraltro a quasi il triplo del prezzo speso ai tempi per il colosso…) temo ci si sia sbagliati.
    In mezzo siamo scarsi. Tolto guarin – un gran giocatore, ma ovviamente ancora discontinuo dopo il lungo stop – gargano e’ un mediocre tendente allo scarso, mentre cambiasso non puo’ fare fase difensiva ed offensiva assieme. In generale ci manca dinamismo e non vedo grandi giocatori in rosa in grado di darne. Davanti, in attesa di palacio – oggi ci avrebbe fatto un gran comodo col suo movimento – snajider non da grandi segnali di ritorno, milito viene servito poco e male, mentre cassano sta crescendo ma non e’ un finalizzatore. Se le alternative sono cou e livaja, meglio metterci il cuore in pace.
    Capitolo strama: e’ sicuramente presto per esprimere un giudizio su di lui; di sicuro sono bastate due vecchie volpi come zeman e cosmi (!) ad imbrigliarlo. Oggi non ho visto grandi capacita’ nell’attuare mosse tattiche in corsa e anche nei cambi non mi e’ parso super reattivo…ma seduti sul divano e’ molto facile :) di sicuro mi e’ sembra un pulcino bagnato in panchina…lui e’ stato il primo a risentire della botta pscicologica e questo un po’ mi ha dato da pensare.
    Cmq e’ lunga! E poi alla peggiore ci divertiremo a lottare coi cugini per la salvezza. Lo scorso anno abbiamo scucito loro di dosso lo scudetto… Quest’anno col derby potremmo decretare la nostra salvezza e la loro retrocessione…quasi uno scudo, no? :)

  10. Secondo me devono giocare sempre gli stessi undici in modo che possAno correre e far fiato, mettere minuti nelle gambe ed imparare a conoscersi meglio in campo anche perche’ siamo ad inizio stagione ed i giocatori non possono essere gia’ bolliti.
    Ho apprezzato per tutta l’estate la campagna acquisti e il progetto di questa nuova inter e continuo a farlo; mi auguro che nel giro di poche partite i risultati comincino a migliorare.
    forza inter!!!

  11. Ma come si fa? Dovevano essere tre punti facili. La squadra non può giocare con quei tre davanti, soffre troppo le ripartenze avversarie. Stramaccioni si affretti a trovare una soluzione

  12. Nulla di grave a mio avviso anche se questo inizio di stagione conferma che l’Inter è incompleta a livello di rosa e che Stramaccioni seppur bravo necessita di tanta gavetta.
    Per me va bene così a patto che tutto l’ambiente sia consapevole che l’obiettivo per quest’anno è quello di entrare in Europa League senza passare dai preliminari. Di più non si può sperare.
    Poi il prossimo anno si interverrà a livello di mercato cedendo quei giocatori che non sono palesemente da Inter (Jonahtan?? ecc..) sostituendoli che giocatori di livello.
    Penso che un progetto come quello che ha deciso di far partire l’Inter necessiti un anno di assestamento ed è quello che sta avvenendo.

  13. In questo momento la cosa più triste è la sensazione di non avere la forza e le qualitá per fare meglio di così.

  14. Perdere (sempre in casa!) con la Roma…e meritatamente non fa piacere. Perdere contro Mezza-roma…sempre meritatamente….brucia. Aspettiamo la prossima con l’augurio che al peggio si è già arrivati….con la 2a sconfitta in Campionato.

    • 11 tiri in porta contro 2…non abbiamo giocato benissimo ma da qui a dire che abbiamo perso meritatamente ce ne passa!

  15. Pur essendo conscio delle molte manchevolezze e limiti della nostra Beneamata, credo che nei momenti di difficoltà si abbia bisogno di concentrarsi su quello di buono che si è realizzato, e partire da questo.
    L’allenatore sarà (ancora) non bravo a risolvere i problemi, ma sai meglio di tutti che poi i giocatori devono tradurre in realtà quello che è stato loro impartito durante gli allenamenti, e se non lo fanno l’allenatore può ben poco. Dunque tenendo conto del momento storico della società — oltre che del calcio italiano in generale — e tenendo conto che si è ancora agli inizi, confidiamo nell’intelligenza della vecchia guardia e della dirigenza e sosteniamo la squadra! Fra qualche tempo si vedrà. Per adesso non buttiamo via il bambino con l’acqua sporca.
    ciao.

  16. Claudio Milan // 23 settembre 2012 a 19:55 // Rispondi

    Non sarà che avete perso apposta per farci trovare anche il Siena nella bagarre salvezza? Lo dico dopo la quarta: inter squadra da 70-75 punti. Milan da 35-45 punti (speriamo la seconda).

  17. gianluca, i troppi gol presi sn x la mancata copertura del centrocampo, i due difensori ranocchia e juan sn bravi ma nn sono coperti dai centrocampisti.. gargano come regista nn va bene e cmq cambiasso lo vedo meglio regista e nn mezz’ala anche perchè in quel ruolo devi correre e nn mi sembra uno che corre x tutta la partita ma cmq nel centrocampo cuchu rimane fondamentale!! probabilmente strama deve trovare ancora la formazione giusta da schierare, in queste partite sta pagando la sua inesperienza come successo oggi quando ha tolto due centrocampisti x mettere 2 trequartisti ma cmq gli va dato tempo.. è giovane e ha 1 squadra nuova!! serve pazienza… io cmq palacio lo farei giocare sempre è la spalla ideale x milito !!!

  18. Se il Milan è parzialmente giustificato perché la squadra è stata distrutta, l’Inter non ha giustificazioni. Il mercato l’ha fatto, eccome… E, nuovi o non nuovi, è mai possibile che dopo quasi tre mesi non ci sia uno straccio di gioco? Ero sinceramente convinto che l'”annus horribilis” fosse alle spalle, e invece prosegue…

  19. luke, toronto // 23 settembre 2012 a 20:47 // Rispondi

    Caro Gianluca, Zanetti e Cambiasso sono parte del problema, non la soluzione. Se aspettiamo un 40 enne di risolvere i problemi dell Inter in campo, vuol dire che siamo messi proprio male. Intanto proviamo a partire una partita in 11 (Cambiasso in panca), lasciamo l’allenatore di fare quello che vuole e poi parliamone. E da 2 anni che facciamo schiffo, sono stati cambiati 4 allenatori e tra poco Strama sara il quinto, e il signor Cambiasso e sempre li come un palo a non fare niente tutta la partita. Stranamente non si compra nessuno in quell zona del campo e piu stranamente vengono venduti quelli che li possono prendere il posto.

  20. credo che l’Inter essendo un cantiere aperto, si doveva aprire nel 2010 forse oggi avremmo una squadra decente,sia soggetta a questo tipo di risultati che non definirei altalenanti ma costantemente di livello tendente al basso.
    Tutti responsabili, va bene,ma a mio parere uno dei problemi più grossi è Sneijder ultimo dei top player rimasti in nerazzurro. Il ragazzo dovrebbe prendere per mano la squadra nei momenti di difficoltà invece sono oramai anni 2 che non ne abbiamo notizia.

  21. Gian Luca GLM // 23 settembre 2012 a 21:01 // Rispondi

    Ancora stordito dalla gara di oggi, non riesco proprio a (ri) abituarmi a vedere una Inter così. Speravo tanto che la scorsa annata calcistica fosse una partentesi, temo non sarà così.
    Facile parlare adesso ma dico che questo sofferto inizio di Campionato e di Europa League viene da lontano, leggi campagna acquisti.
    Lacune della rosa, in ordine di gravità:
    1-mancanza di alternative alla punta centrale, che in ogni caso ha 34 anni, oltre al giovane e bravo Livaja;
    2-fasce con uomini di qualità medio-bassa, Capitano a parte;
    3-Presenza in rosa di pseudocalciatori. Mi riferisco a Jonathan, a Ricky (o Alvarez possiamo scegliere) ed a Castellazzi.
    Da buon Nerazzurro dopo la gara di oggi sono pessimista oltre il 100%. Come si dice la mia è una critica costruttiva.

    • curioso notare come il principe, a seconda di quanti gol segni, diventa ogni volta più giovane o più vecchio. era un 79 quando ha segnato 3 gol al milan e 4 al palermo pochi mesi fa, e rimane un 79 dopo un inter siena persa sicuramente non per colpa sua. non ne aveva 25 prima e non vedo perché debba averne 34 questa mattina.

  22. Senza parole.. bisogna credere nel progetto, ma per l’ennesima volta disattenzioni inconcepibili.. a Gargano hanno detto che si può anche tirare per la maglia un avversario che se ne sta andando in contropiede? a Stramaccioni è noto che l’unica squadra che poteva entrare in porta col pallone era ed è il Barcellona?

  23. Che dire, speriamo solo di non avvitarci nelle classiche spirali negative che rischiano di mandare all’aria quello che si era pensato di fare. Un fatto è anche che a Milano il “lusso” di certi risultati non ce lo si può concedere. Animo e coraggio e andiamo avanti.

  24. Ciao GLR,forse e’ la volta buona che tutti aprano gli occhi.la squadra e’ sempre lunghissima,e’ talmente evidente che mi sembra strano che nessuno l’abbia fatto notare,anche quando si e’ vinto in trasferta,non si e’ MAI vista la squadra corta,con le giuste distanze tra i reparti….probabilmente Stramaccioni essendo stato scelto da Moratti ha avuto dalla sua una critica benevola,complice anche i disastri dei cugini che hanno catalizzato l’attenzione di tutti.tuttavia,fermo restando che la squadra non e’ eccezionale,ma non e’ neppure da buttare,mi aspetto che il tecnico si schiarisca un po’ le idee,perche’ ad oggi non e’ ancora ben chiaro il modulo,i ruoli di alcuni giocatori e soprattutto il perche’ Milito e’ sempre li’ davanti solo soletto come un povero Cristo.nonostante tutto forse e’ un bene aver toccato il fondo nelle prime partite,possiamo(spero!) solo migliorare.ciao e Forza Inter nonostante tutto.

    • Squadra lunga: questo è il vero problema irrisolto dell’Inter del dopo Mou. Cambiano gli allenatori, cambiano i moduli, quest’anno sono cambiati persino alcuni interpretri; ma, incredibilmente, la condizione atletica generale rimane alquanto scadente. Se non si corre, la squadra irrimediabilmente gioca sfilacciata, la difesa va in tilt al primo spiffero, la manovra a centrocampo rimane lentissima e gli attaccanti girano a vuoto. La juve ha percorso ben 119 km contro il Chelsea perchè tutti pressano da matti: l’Inter , è stato rilevato dai più, non potrebbe permettersi di averne ben tre che non coprono. Ma il problema, lo abbiamo già sperimentato con Ranieri, è che per fare un 4-4-2 efficace bisognerebbe disporre di un play (quando c’era filotto di vittorie, dopo squadra orrenda e perdente). Viene persino balenata una difesa a tre con Chivu che da tempo non ne azzecca più una, salvatore della patria… Mi sa proprio che l’unica vera ricetta da consigliare a Strama (che io apprezzo) è: meno parole, meno esperimenti e più sudore negli allenamenti e i risultani verranno…

  25. AngeloCurvaNord // 23 settembre 2012 a 21:52 // Rispondi

    Siena non mi ricorda le sconfitte contro il Novara. Ma se facciamo gioco e poi non va dentro.. Mi piacerebbe pero’ che Milito non facesse sempre la sponda, ma girarsi e tirare. Si rifara’. Io questa sconfitta non la capisco. Forse a un certo punto serviva un’altra punta, ma con un’altra punta togli Snejder o Cassano?

  26. Purtroppo quando manchi le occasioni che ti permettono di andare in rete, è facile che la paghi : così è stato. La squadra è stata rinnovata : alcuni inserimenti tipo Juan Jesus, Palacio stanno convincendo. Altri ancora non troppo . Ho visto un Guarin lento in una manovra d’attacco che sa sfornare tanti cross, spesso infruttuosi. Mi è piaciuta la fantasia calcistica di Cassano che si fermava a una decina di metri dalla porta avversaria. Non ho visto però la solidità di una squadra,sopratutto in difesa, che pretende di ambire ad alti livelli. Non sono convinto che Stramaccioni abbia capito come intervenire tatticamente e che volto definitivo dare a questa squadra ancora in rodaggio. Noi tifosi dobbiamo avere pazienza . Ci vorrà un pò di tempo per diventare competitivi.Sono d’accordo con te Gianluca : oggi siamo più vicini al Milan che alla Juve.
    Del resto : mal comune mezzo gaudio. Per chi si accontenta !

  27. POCO ALTRO da aggiungere…siamo una squadra al momento mediocre e che per come è strutturata non può reggere 3 giocatori offensivi che non tornano…ma allora togliendone uno si ritornerebbe all’inter di Ranieri,ed ecco qui che con un anno di ritardo i vecchi problemi non sono stati risolti…prendiamo goal sempre alla stessa maniera,sembra di rivedere i replay delle partite precedenti a ogni nuova partita…non è possibile!!!

  28. Contro il Siena ha funzionato poco tutta la squadra -brevi notazioni:
    1- Milito, solo, la davanti, non può funzionare – speriamo nel rientro di Palacio
    2- forse Wesley e Cassano insieme, ora, sono un lusso che non possiamo permetterci
    3- Pereira – sono perplesso – è potente ma non salta l’uomo e circa i cross……insomma..
    4- Guarin non può essere quello visto col Siena….sarà stata una giornata storta
    5- Il gioco deve essere velocizzato – troppi passaggi laterali – gli avversari rientrano facile
    6- Anche Strama dovrebbe rivedere un po’ di cose – sta facendo alcuni errori:
    un esempio: Milito-Livaja-Coutinho-Sneijder insieme, per la serie: speriamo nel gol……..
    7- dopo le lagne ,una nota positiva, almeno per me: Juan Jesus un po’ naif, ma efficace
    Da vecchio irriducibile interista credo sempre che si debba e si possa migliorare, speriamo solo che il nostro cosiddetto “cantiere” non raggiunga i tempi delle opere pubbliche italiane.
    Concludo, osservando che, quando si rimpiangono gli assenti, tranello in cui cado talvolta
    anch’io, la squadra non è messa benissimo- comunque sempre uno stentoreo:
    Forza Inter – saluti da un vecchio interista

  29. Lasciando perdere la disamina della partita mi sembra che al momento uno tra Cassano e Snejider non siano proprio aderenti (tatticamente parlando) al progetto e in mezzo Milito è lasciato troppo solo, infatti nel 1° tempo Pereira (perché a destra Nagatomo ha cominciato ad affacciarsi solo nella ripresa) arrivava sul fondo e puntualmente doveva aspettare o passare la palla all’indietro…….

  30. Dario Garavaglia // 24 settembre 2012 a 07:00 // Rispondi

    Purtroppo le ultime partite hanno evidenziato ancore di più che questo sarà un campionato transitorio per la rosa composta di buoni giocatori, ma senza fuoriclasse dove attualmente il solo Cassano fà la differenza per un’ora.
    Wes scompare e riappare dal gioco in continuazione, Milito è troppo solo in area e a centrocampo abbiamo ottimi cursori ma nessuno che ragioni e la difesa ha quelle amnesie che ti costano sempre il gol. Come sempre condivido la tua idea, l’Inter attuale è molto più simile al Milan che alla Juve, che può vincere o perdere con tutti. in conclusione senza grandissimi giocatori neanche Mourinho o il mago Zurlì vincono trofei.

  31. mamma Viviana // 24 settembre 2012 a 07:22 // Rispondi

    le punte non sanno tenere, il centrocampo non filtra (Deki xké non hai 20 anni?), la difesa è molle come la panna. Ranocchia porta un numero sulle spalle simbolo di forza tenacia grinta, ha invece paura della sua ombra, se fa spalla contro spalla perde tutti i contrasti, è un disastro altrochè bravo. saluti mamma Viviana sigh!

  32. Un allenatore giovane e con poca esperienza gli errori ci stanno,ma Stramaccioni ultimamente mi sembra un po recidivo.Non pensavo che avremmo perso 2 a 0 con il Siena.ciao.

  33. Mannaggia, una sconfitta dall’ultima in classifica proprio non ci voleva. Perlomeno per quanto concerne i risvolti psicologici. Credo in Stramaccioni e nel “Progetto”. Non mi interessano i risultati adesso, per poi vedere una squadra che rimane mediocre e spera, come una qualsiasi provinciale, di arrivare alla Champions.
    Dall’alto della mia ignoranza calcistica :-), credo che Stramaccioni dovrebbe andarci un po’ più piano con i cambi senza stravolgere ogni volta la squadra. Già è in costruzione, se cambi idea in corsa fai solo pasticci.
    Sarò forse troppo fiducioso ma ricordo sempre cosa fece Ferguson con il Manchester. Ci vollero 5 anni perchè diventasse quello che è ora.
    Forza Inter!

  34. Ma non siamo forse alla quarta di campionato? La tua analisi della partita con il Siena mi puo’ andare bene, ma analizziamola veramente; i numeri dicono 16 tiri in porta, e quattro occasioni da gol nitide, e questo non giocando bene, anzi decisamente male. Basta parlare di bicchieri pieni e vuoti, dal mio punto di vista si stanno esaltando squadre come la Juve che ha un impianto di squadra collaudato e che nelle prime quattro ha giocato contro squadre che lottano o lotteranno piu’ avanti per non retrocedere. Napoli e Lazio hanno pagato la presunzione e le fatiche di coppa. Vero noi abbiamo giocato contro l’ultima in classifica, ma anche contro una squadra che per fare punti non ti affronta, giustamente a viso aperto, ma si chiude a riccio e riparte con il piu’ italiano dei contropiedi. Ecco quello che va aggiustato è questo, quando attacchiamo prendiamo delle infilate paurose, è successo in tutte le partite casalinghe, non accade fuori casa perchè li la tendenza si inverte a nostro favore. Non accetto certo che Stramaccioni cerchi di vendere la partita di ieri per una prova positiva, gli occhi li abbiamo tutti ed abbiamo visto come Guarin fosse a mezzo servizio e andava sostituito con Zanetti o Mudingay. Gargano ha lasciato buchi paurosi, che era difficile tappare con Ranocchia e Jesus da soli.
    Saluti Gianni

  35. Ciao a tutti io sono convinto di quello che ho scritto la settimana scorsa che questa squadra avra’ purtroppo alti e bassi nell’arco della stagione .
    E’ una squadra a mio parere troppo bassa in centimetri non si puo’ fare affidamento solo su milito in attacco non c’e’ la fa’, o per lo meno chi sta dietro deve essere Piu’ incisivo cross dalle fasce pochi e quelli che ho visto ieri chi li prendeva solo milito in area e in alcuni casi neanche lui perche’ faceva lui stesso il cross, abbiamo la banda bassotti che gioca,io capisco che il mister ha’ idee interessanti modulo a una sola punta ma chi sta dietro deve avere i cosidetti ….. per supportarla e aiutarlo con gli inserimenti.
    Speriamo sia solo una giornata storta e che e’ mancato solo il gol come dicono vedremo.

  36. Stramaccioni ha fatto lo stesso errore con la roma li sul 2 a 1 ha fatto entrare coutihno sbilanciando la squadra e la stessa cosa ha fatto ieri. aveva timore di non riuscire a segnare e a messo dentro Avarez per Guarin. Alvarez ormai, non lo dico solo per ieri, ma nel campionato italiano non può circolare. capitolo snejder se fai caso sull’azione del gol l’inter perde palla lui ha la testa bassa e una mano in viso…nn guarda nemmeno. in ogni partita cerca di segnare da trenta metri ieri davanti al portiere da solo passa la palla. è l’unico campione rimasto e da lui mi aspetto di più. Ma come dici tu in poltrona con il birrone siamo tutti più bravi.

  37. gravi errori di stramaccioni: squadra squilibrata. nel secondo tempo fuori pereira e dentro zanetti, fuori cassano, stanco, dentro livaja. guarin inguardabile, ma era pur sempre un palo della luce di 1.90 da superare, invece togliendolo abbiamo lasciato praterie in mezzo.
    giocatori mediocri, come silvestre, gargano e pereira, o doppioni, come wes e cassano.
    in attesa almeno di palacio, che secondo me potrebbe far giocare meglio anche milito.
    stramaccioni è un finto umile….sono quelli che fanno i disastri peggiori…

  38. C’entreranno sicuramente gli schemi e le finezze tattiche, ma a me sembra soltanto una banale questione di generale mediocrità nel livello dei giocatori. L’Inter ha subito un ridimensionamente mostruoso negli ultimissimi anni, e se confrontiamo la rosa di adesso con quella di 2-3 anni fa (ma anche con l’Inter di Mancini) tutto si spiega banalmente! Siamo ormai una squadra di nani (moralmente e fisicamente!) destinata a faticare un po’ ovunque. E l’argenteria ormai l’abbiamo venduta tutta. E’ vero che nel calcio le cose cambiano velocemente (vedi Juve), ma per questa stagione mi sa che c’aspetta pane e cipolla a colazione, pranzo e cena! saluti

  39. Sembra siano tornati gli anni 70, all’ Inter di Fraizzoli e al Milan Buticchi e Duina.
    Brutta storia,non si vinceva mai.

  40. A leggere certi commenti si capisce che ieri il Siena ha dominato a Milano contro l’Inter..critiche ad ogni giocatore e soprattutto al progetto Inter mercato compreso.
    Niente di nuovo quando l’Inter perde basta pensare ai fischi a fine partita ieri ma avete visto la partita anche voi?
    Non avete notato che l’Inter ieri ha totalizzato 23 tiri di cui 11 nello specchio?..abbiamo avuto il 60% del possesso palla e prima del gol subito non abbiamo sofferto praticamente nulla se si esclude l’autogol sfiorato da Ranocchia.
    Se avessimo vinto 4-0 ieri saremmo stati tutti pronti ad osannare l’Inter Stramaccioni e compagnia bella..Branca compreso.
    L’Inter paga un equilibrio stravolto per la seconda volta (la prima volta con la Roma) e anche in questo caso per cercare di osare di piu.
    Ne abbiamo di problemi è evidente ma da qui a parlare già di stagione compromessa a fare conti mi sembra davvero esagerato.
    Vorrei vedere chi in Italia può schierare gente come Milito Cassano Sneijder e Palacio in attacco.
    Forza Inter…Sempre e Comunque

  41. Quest’anno la parola d’ordine da utilizzare maggiormente sara “pazienza”…Stramaccioni va lasciato lavorare in santa pace, siamo a 2 mesi dall’inizio di un nuovo progetto con giocatori nuovi ecc. ecc. ieri ha fatto la sua tredicesima panchina di serie A…. ha dimostrato personalità prendendo la decisione “terribile” di mettere in panchina Zanetti…
    Io sono e resto convinto che Stramaccioni riuscirà a trovare la soluzione e anche quest’anno avremo le nostre belle soddisfazioni…

  42. Ero stato facile profeta nel sostenere che la Beneamata, attualmente, è una squadra da trasferta. Quando è pressata gioca un poco meglio. Ha i giocatori per “far male” all’avversario. Però credo anche che una squadra che si propone per certi livelli deve, comunque, essere in grado di comandare ed imporre il suo gioco in trasferta e in casa.
    Detto questo, non capisco l’affollarsi trequartisti in attacco, non capisco cosa possa servire Coutinho all’Inter (non era meglio lasciarlo in prestito ancora un anno?) non capisco l’acquisto di Cassano (che secondo me si pesta i piedi con Sneijder). Speriamo nel veloce rientro di Palacio, a sostegno di Milito. Speriamo bene, anche se qualche brivido mi corre lungo la schiena!

  43. Tanta gente che vuole la palla sui piedi e poco dinamismo. Aggiungiamoci poche individualità di spicco – anche Snejder sembra quello che il Real Madrid decise di cedere – ed il risultato è logico.
    Anche ieri si poteva vincere se Snejder avesse tirato nell’unica azione decente del primo tempo. Ciò non toglie che la squadra non ha la qualità e forza fisica per fare la differenza e per larghi tratti della gara subisce il gioco degli avversari: è praticamente accaduto in tutte le gare ufficiali di quest’anno!
    GLR, perchè non dedichi un articolo al tanto abusato “Progetto Inter”? Onestamente, taglio costi a parte che condivido in pieno, dal punto di vista tecnico proprio non lo comprendo.
    Grazie! Robbie

    • Beniteso, non ce l’ho con te. Non ho tempo da perdere per scrivere cose che poi la massa non capisce: coniugare bilancio in attivo e grande squadra è una cosa che non si può fare nel giro di un anno o due nemmeno con Mandrake. Di anni ne occorrono cinque, come minimo. Non c’è un progetto Inter, come non ci può essere un progetto Milan o di chi vuoi tu: vediamo a fine anno il rosso di bilancio della Juve e vedremo come rientreranno la prossima estate. L’unico progetto possibile in Italia è quello che ti fa vincere subito, ma non si può più fare. L’Inter il suo progetto lo sta portando aventi, tra i dubbi e le perplessità tipiche dei tifosi: un giorno Guarin è un fenomeno, un altro è un bidone. Difficile ragionare con la stessa testa per almeno sei mesi. E queste incertezze, puntualmente, arrivano anche ai dirigenti.
      GLR

      • sono anch’io un tifoso dell’inter amareggiato per la sconfitta di ieri, è vero che in casa ancora non abbiamo vinto ma la squadra non è mediocre anzi,calmiamoci un attimo sembra che tutti da casa sappiano la soluzione. Difesa a 3 o a 4 non importa, l’ importante è contrastare i contropiedi subiti perchè se il mister vuole imporre il gioco come si è visto con un possesso di palla sempre oltre il 60%.
        chi perde palla la davanti deve rincorrere l’ avversario e non può esserci un avversario che partendo dalla difesa si fa 50 metri da solo senza essere pressato . Comunque vedrete che Strama troverà una soluzione perchè è un allenatore capace anche se giovane, dobbiamo avere un pò di pazienza e i risultati arriveranno.
        P.S.:Però non faccia più giocare Jonathan vi prego
        Tanti saluti e forza inter sempre…

  44. Verratti vale da solo Alvarez, Guarin,Jonhatan,Coutinho, Alvaro Pereira, Mudingay, Gargano, Juan Jesus e Ranocchia. Era sul mercato a 15 milioni. Questo non significa che con Verratti saremmo andati meglio ma che almeno ne avremmo avuto uno buono.
    Inutile cercare il colpevole: quanto a Strama…la primavera era, nella sua categoria, un dream team e vinceva questo è un Nightmare Team…

  45. Poche giustificazioni, non siamo rapidi, la manovra è prevedibile, Milito è solo, totalmente solo (in campo e anche nella rosa), l’olandese ha esaurito i colpi.
    Cassano bene, ma solo a sprazzi. Pereira è un modestissimo giocatore, se mi sbaglierò sarò pronto ad ammetterlo.
    Dario

  46. Secondo me Cambiasso tra i migliori. Se gioca + avanti è un valore aggiunto visto che gli altri centrocampisti non si inseriscono senza palla manco a pregarli!
    Nagatomo bravo da metà campo in su, mediocre in difesa! Pereira mi era piaciuto all’esordio con la Roma, adesso boh! Sperem!

  47. Non vorrei essere troppo ottimista ma se ieri c’era una squadra che meritava la vittoria non era certo il Siena!
    Highlights e statistiche dicono questo.
    Due gravissime pippate della difesa, finita lì.
    La cosa che mi più mi preoccupa e che tutte le squadre che ho visto corrono di più e più velocemente.
    Certo se parliamo di risultati c’è da essere amareggiati.
    Resto comunque fiducioso.

  48. Ok, mettiamo pure che gli ultratrentenni Zanetti e Cambiasso siano stati prematuramente bocciati dai soliti tifosi interisti disfattisti. Resta il fatto che, alla loro età, più che il meglio sono il “meno peggio”, e qui veniamo al punto: come tu stesso hai ipotizzato, pur scartando a priori l’idea, la realtà è proprio che sia i vecchi (per ragioni anagrafiche), sia i nuovi (per pura broccaggine) sono inadeguati, quantomeno ai livelli a cui l’Inter dovrebbe ambire.
    Poi Stramaccioni avrà pure le sue colpe nell’affrontare le partite con uno schieramento troppo offensivo, però non è che a ‘sto povero cristo possiamo chiedere di fare le nozze coi fichi secchi.

  49. La cosa strana delle partite casalinghe dell’Inter è che vedo sempre che, quando noi attacchiamo, subiamo il pressing degli avversari che 1 volta su due ci rubano palla già a centrocampo. Quando ripartiamo noi, gli spazi si chiudono tutti e i centrocampisti avversari riescono sempre a far correre i laterali che hanno a disposizione svariati metri di campo, anche quando non giocano in contropiede e si vede subito che la nostra difesa è troppo larga. Guarin è troppo lento e Gargano non ha la classe necessaria per illuminare il gioco. Il primo non riesce a smarcare gli attaccanti e, se lo tenta, sbaglia la misura del passaggio (generalmente sempre troppo lungo)…il secondo corre, corre ma, non riesce a vedere il gioco.
    Guarin deve smetterla di fare il “campione” tendando sempre il tiro impossibile e mettersi al servizio del centrocampo.
    Sarà dura risolvere strutturalmente queste caratteristiche negative.

  50. Non si può solo e sempre criticare, ovvio che i risultati fin qui non siano dei migliori ma va detto che la squadra ieri ci ha provato a vincere fino alla fine. In questo momento Sneijder e Cassano non possono giocare insieme anche perchè manca la seconda punta da affiancare a Milito ed entrambi sono trequartisti. Vedremo con l’inserimento di Palacio se le cose cambiano. Sono anche dell’idea che Cambiasso e Zanetti debbano stare sempre in campo e a loro affiancare di volta in volta i giocatori più in forma, Detto ciò chi ha giocato la Champions (Juve a parte) e l’Europa League ha fatto fatica se non schifo in campionato.
    Ciao a tutti e SEMPRE FORZA INTER.
    L.

  51. Il principale motivo di queste prestazioni non esaltanti in casa è una scarsa condizione atletica. e’ vero che non abbiamo uno squadrone ma nemmeno delle schiappone e ieri,come in altre partite casalinghe dove sei tu che devi fare la partita, c’erano 100 mt tra i difensori e le punte e i centrocampisti non possono coprire cosi tanto campo. forse il pur bravo stramasccioni non ha la giusta cattiveria per essere l’uomo da cui ripartire in una piazza da sempre molto pesante anche per chi nel calcio aveva o ha dimostrato di saperci fare e pure bene
    forza inter

  52. Mi pare che i problemi che evidenziava Ranieri siano gli stessi di oggi; la famosa coperta corta ….

  53. Massimiliano SIGONA // 24 settembre 2012 a 11:59 // Rispondi

    Questa squadra ha l’organico più forte in serie A! (Provate a fare il raffronto reparto per reparto e per singolo giocatore per esempio con la Juve …). Manca l’allenatore. Non per essere retorici o catastrofisti davanti ad una sconfitta casalinga ma si vede chiaramente, nel corso delle ultime partite che mancano sia assetto tattico sia idee risolutive. Bravo Stramaccioni si ma non basta. Ci vuole un allenatore di esperienza e polso di livello internazionale per forgiare questa squadra con mentalità e personalità di alto livello.

    • Quindi, mercato perfetto e società che ha lavorato bene. Si cambia Stramaccioni e si vince tutto. Finalmente uno con le idee chiare e originali!
      GLR

  54. Ritengo Stramaccioni un allenatore di livello che sappia leggere le partite, capire i problemi e vedere di trovare uomini e soluzioni adatte per risolverli
    detto questo i cambi con Siena sono sconcertanti e inconcepibili..come se stesse guardando un’altra partita o non ci stesse capendo niente: togliere un centrocampista puro ed inserire un trequartista..non abituato a rincorrere gli avversari (eravamo ancora 0-0) è stato un suicidio..una follia che puntualmente abbiamo pagato. il secondo cambio è forse peggio del primo… cou per gargano mi ha ricordato quando mourinho inseriva (il più delle volte inutilmente) 5 punte per tentare di segnare…

    • Prima di Mourinho lo faceva Mancini ma con ben altri giocatori. Inutile fare confronti che al giorno d’oggi non possono esistere
      GLR

  55. La cosa che mi preoccupa davvero e’ la scarsa reazione dei ns.ragazzi al gol del vantaggio del Siena!! Poca rabbia ed una certa sensazione di smarrimento. Salvo Jesus che ha le caratteristiche del potenziale campione ed il nuovo portiere che rimane fortissimo!! Cassano giocoliere da calcio a 5!!!

    • E’ vero. Come ho aggiunto celiando nell’editoriale, Jesus l’ho visto bene solo un paio di volte su Angelo, cosa d’altronde ovvia secondo certe gerarchie!
      GLR

  56. Credo sia arrivato il momento di dire basta a questi tifosi che vivono nella convinzione che l’Inter debba sempre e comunque vincere, o al massimo pareggiare.
    Bisogna invece guardare la cosa da calciofili (ossia persone che di calcio provano, magari sbagliando, a masticarne): l’Inter di quest’anno è un cantiere aperto, apertissimo, dove ancora tutto non fila evidentemente alla perfezione.
    L’allenatore è giovane, la squadra pure (tranne i “soliti” Cambiasso e Zanetti), bisogna dare il tempo di amalgamare le varie anime presenti in questa squadra e tentare di ottenere un risultato accettabile.
    Al momento tale risultato ancora non si vede, ma alcune cose buone sì, altre brutte pure! Basti vedere i gol che prendiamo, tutti in contropiede…cosa che a Torino non è successa…che sia il 4-4-1-1 la soluzione? Può essere, almeno fin quando non ci sarà una difesa registrata per sostenere il peso di un attacco che ieri era fondamentalmente composto da 5 elementi nel finale del match, a quel punto diventa ovvio sbilanciarsi…
    La quadratura del cerchio è lontana, ai tifosi, di qualsiasi estrazione siano, vorrei chiedere se la loro casa è stata costruita in 1 mese…probabilmente no..

  57. Sono tifoso juventino e ti ammiro per l’obbiettività che ti contraddistingue. Penso che a Stramaccioni sia stata data fin troppo presto l’etichetta di grande allenatore, pensiero dato più dal guardiolismo serpeggiante che dal reale valore delle prestazioni sul campo dell’Inter nell’ultimo scorcio di stagione dell’anno passato. Giudicando ottimo il mercato nerazzurri, soprattutto per il rapporto qualità prezzo dei giocatori, penso che ci sia qualcosa da imputare all’allenatore,la fase difensiva è davvero da registrare, soprattutto in casa dove l’Inter dovendo fare gioco si scopre e la difesa altissima si fa cogliere troppo spesso in fallo da ripartenze veloci da parte degli avversari, essendo i 2 centrali lenti e macchinosi. Ritengo che un passaggio alla difesa a 3 e qualche uomo offensivo in meno (possono giocare alternativamente Cassano e Snejder, non entrambi) sia un passaggio obbligato. Altrimenti si dovrà rispolverare Chivu terzino di zona, (un centrale che resta a difendere) con Pereira interno o esterno di centrocampo, ma non terzino. Così qualcosa non va e l’allenatore dovrebbe tenerne conto smettendo di perseverare (per quanto riguarda almeno le partite casalinghe) negli stessi errori. Cosa ne pensi?

    • Penso che, come spesso accade, chi non è tifoso della squadra di cui parla, è capace di analisi lucide ed obiettive. Penso però che chi ha accostato Stramaccioni a Guardiola, mettendo a confronto la carriera dei due, avesse bevuto. Io non l’ho mai fatto, forse perché bevo di rado.
      GLR

  58. ragazzi diamoci una svegliata: non lo avete ancora capito che questa inter è ridimensionata e se la gioca tutta sulla crescita/esplosione di allenatore, difesa, centrocampo. Attacco no perché con milito sneijder, cassano e palacio un buon campionato di reparto si può fare.
    se queste sono le premesse bisogna abituarsi a vedere l’inter perdere spesso per errori, sviste, poco gioco o naufragi impietosi. si spera che la squadra (gruppo) cresca nel tempo e pienamente supportata da TUTTI (TIFOSI E SOCIETA’), migliori il gioco, nei mesi o anni ci siano inserimenti azzeccati o giocatori finalmente maturi.
    Le critiche adesso sono inopportune e non hanno senso. O in agosto si andava tutti sotto la Saras a rompere oppure adesso si tace e si sostiene chi è sulla barca (che comunque non è così scarso).

    • Beato te che avresti avuto il tempo di andare a ‘rompere’ in Saras. Il supporto dei tifosi conta e serve a poco: supportano solo quando si vince o si fa il Triplete. Qui, al secondo anno di Mourinho, dopo il pareggio casalingo col Bari, c’era gente che voleva cambiare allenatore. Pensa te, quanto può contare il supporto dei tifosi…L’importante è la società, che non deve cambiare idea ogni sei mesi, come fanno appunto i tifosi ogni 90 minuti.
      GLR

  59. Condivido ampiamente la sensazione di essere più vicini al bbilan che agli altri.. La squadra è probabilmente sovrastimata, mi riferisco soprattutto alla zona centrocampo. Il reparto è costituito esclusivamente da onesti operai cursori e pugnaci (poco per la verità) e privo di una testa pensante che sappia dare un minimo di geometria al “giuoco”.. Guarin, Gargano e in parte Perreira risultano allo stato attuale giocatori di fascia normale e non mi riferisco solo alla gara di ieri. Vidal, Marchisio e Pirlo a centrocampo sono esattamente la differenza tra noi e loro. Purtroppo!
    W Inter

  60. Sinceramente non pensavo ad un inizio così in salita, si, la squadra è nuova, ma anche se i calciatori non sono di gran livello, con il Siena si poteva ma soprattutto si doveva vincere. La cosa più preoccupante è la condizione fisica, mi sembrano poco brillanti ed è strano visto che abbiamo iniziato prima degli altri boh!…… Comunque credo, serenamente, che si debba pensare ad obiettivi realistici che sono l’ottavo-decimo posto e soprattutto che umilmente si pensi ad adottare un sano… difesa e contropiede come una qualsiasi provinciale!!

  61. Ciao Gianluca. Secondo me, non essendo ancora un sistema di gioco rodato (in nessuna fase), dipende ancora troppo dallo stato di grazia dei singoli. Io, però, non vedo grosse alternative al fatto di avere pazienza e dare fiducia al mister e, quindi, a chi fa e farà giocare.
    Al di là di questa ovvietà, continuo a pensare, come ho pensato alla chiusura del mercato estivo, che pagheremo l’assenza di una “punta boa” alta e forte fisicamente che, in partite come quelle di ieri, resti inchiodato al centro della loro area, almeno l’ultima mezz’ora (io, ieri, a una certa, avrei fatto entrare Samuel, a fare quel lavoro…).
    Tant’è.
    Ciao Gianluca, grazie,
    J.B.

    • La cosa che mi ha veramente lasciato perplesso ieri e’ stata la condizione atletica, la squadra non corre e’ bolsa e per questo poi si allunga lasciando vuoti a centrocampo.
      Guarin non certo entusiasmante nelle ultime gare, irritante la sua ostinazione ad effettuare tiri senza speranza od a sbagliare passaggi elementari, comunque e’ lo stesso giocatore che aveva bene impressionato nel finale di stagione scorso specie nel derby e con l’Udinese.
      Forse la preparazione prevede un calo in questa fase perche’ se guardo le ultime partite l’imbrocchimento e’ generale.
      Concordo con Luca ad oggi il trio Guarin Gargano e Pereira non sembra all’altezza, ma ripeto almeno per Gargano e Guarin, l’anno scorso abbiamo visto due giocatori diversi.

  62. Per me il problema resta nella lentezza del gioco ,troppi tic e toc, quando arrivi davanti all’area la squadra avversaria è già ben schierata e trovare varchi diventa difficile.
    40 anni fa non si parlava di schemi, trequartisti, interni, centrali … si giocava con 4 difensori 4 centrocampisti e 2 attaccanti con caratteristiche diverse, il calcio è cambiato ma penso che il classico 4-4-2 resta lo schema migliore!
    Stramaccioni non deve inventare nulla, se non hai i fenomeni del Barcellona non puoi cercare di giocare come loro!

  63. Estrapolo il tuo passaggio “I veri problemi sono altri e Stramaccioni per ora è bravissimo a spiegarli in sala-stampa, ma non ancora a risolverli”.
    Bellissimo! Detto questo trovo che un minimo-comun-denominatore tra l’Inter di quest’anno e quella dell’anno scorso ci sia; la condizione atletica!
    Forse mi sbaglio ma a me i nostri sembrano già stanchi, spompi. Caspita, siamo a settembre!!! Su su un poco di pappareale.
    Forza INTERRRRRRR

  64. Lo scorso anno non correvano i vecchietti, quest’anno non corrono i giovanotti…e invece dei raddoppi dei difensori sull’attaccante si assiste al raddoppio degli attaccanti sul difensore con il buon ranocchia che ovviamente va in bambola e giù a giudicarlo una pippa!
    In attesa di nuovi polmoni difesa a tre ma con cambiasso alla derossi, chivu a impostare l’azione proprio non lo vedo…cassano in panca a seminare alla bisogna negli ultimi 30′ con 3-5-1-1 con pochi riferimenti e tanti inserimenti.

    • Magari prima di parlare della difesa a tre, vediamola. I pù superficiali osservano che questa fu negata a Gasperini, mentre la si permetterebbe a Stramaccioni. In attesa di vederla in campo, non ci vuole un genio per capire che con Lucio e Maicon, per la loro propensione offensiva, la difesa a tre era una follia, mentre oggi con Chivu, Zanetti o Nagatomo a proteggerla potrebbe pure funzionare. Ma prima vediamo se mai ci sarà. Nel calcio si cambia idea tre volte al giorno.
      GLR

  65. molto semplicemente ci vuole calma e sangue freddo. diamo tempo a tutti ,giocatori e allenatore di migliorare. se una appunto si può fare è che tre punte non siamo in grado di sopportarle per il momento. forse sarebbe meglio essere un po’ più prudenti magari portando anche a casa un pareggio.
    a quelli che criticano squadra società e allenatore dopo alcune partite, come successo ieri al bar, dico solo una cosa: cambiate squadra.
    saluti

  66. Massimo Inter // 24 settembre 2012 a 15:27 // Rispondi

    Purtroppo la sconfitta brucia e fa male e, a caldo,è facile giungere alle più strane conclusioni. Bisogna anche però dire che l’Inter, i tiri in porta li ha fatti e Pegolo era in giornata favorevole. E sistematicamente, il Siena aveva 8 giocatori in area quando si attaccava. Ho visto un ‘Inter volitiva bloccata mentalmente però dal dramma di vincere in casa. Di Strama, critico l’ingresso di Alvarez sullo 0 a 0. Uno che ha i piedi buoni ma non ha mai dimostrato di dare quel qualcosa in più alla squadra. Avrei lasciato Guarin.
    Per il resto, lo 0 a 1, ha fatto risprofondare l’Inter nel dramma che piano piano ha mollato.
    E’ vero manca un po’ di cattiveria, ma anche la fortuna. Sono fiducioso. Alla squadra serve buttarla dentro per prima e portare a casa la vittoria.Speriamo in un pronto riscatto, ma cambiare….non ha alcun senso.

  67. Schifo… Tifosotti che il lunedì diventano allenatori, esperti di tattica e schemi..
    Gian Luca potresti fare una sezione Pre-partita? Così tutti i vari Sacchi Capello Mourinho frustrati del lunedì possono buttare giù la loro formazione ideale con spiegazioni tecniche e tattiche e magari anche le sostituzioni da fare durante la partita… Troppo facile parlare dopo…
    Attaccare un allenatore quando perde. come si dice dalle mie parti, l’è come trar en tera un che caga (è come far cadere uno che sta…sulla turca) troppo facile….
    Un saluto e Forza Inter

  68. La difesa a 3 può essere una buona soluzione al problema della tenuta difensiva: Pereira e Nagatomo sulle fasce si adatterebbero alla perfezione e il piede di Chivu permette l’impostazione già dal reparto arretrato. Però penso a una soluzione provvisoria, visto che il rumeno non ha la stessa tenuta fisica di Zanetti e spesso sarà assente…gli altri difensori non mi sembrano idonei per questo tipo di assetto. Detto questo, è doloroso constatare che l’Inter non si possa permettere Milito più due giocatori offensivi…Ah quanto è dura scoprirsi provinciali

  69. Ciao Gianluca, è successo ma …stiamo calmi e non facciamoci del male ! Poteva andare molto, molto meglio ma aprire i “processi popolari sulla pubblica piazza” o inziare con “dagli all’untore” sarebbe l’errore più grave: Molto meccanismi sono da rivedere, come pure l’assetto ma Stramaccioni, persona intelligente li sta trovando e poco alla volta verranno introdotti i miglioramenti… Io li sento già quelli del “l’allenatore non ha capito nulla”, a parole sono tutti bravi, hanno la soluzioen già pronta per tutte le stagioni…
    Roma non è stata costruita in un solo giorno, l’Uomo di Setubal ha raccolto i suoi frutti anche grazie al lavoro di Mancini… Lasciamo lavorare Stramaccioni, il ragazzo sa il fatto suo e faremo le prime considerazioni dopo il derby…Ferguson guida, ripeto guida, lo United da 24 anni e l’hannos empre lasciato lavorare… Qui vogliamo la moglie ubriaca e la botte piena, di allenatori da Subbuteo o da Bar Sport non ne vogliamo sapere. Vogliamo i giovani, d’accordo ma poi non lamentiamoci delle cavolate

  70. inter più vicina al milan che alla juve… non esageriamo.
    diciamo che se fossi un tifoso dell’inter mi incazzerei, come tifoso del milan l’unico sentimento possibile è la depressione.
    se la sana incazzatura è comunque accettabile quando si guarda una partita di calcio, la depressione non lo è, di conseguenza per quest’anno, passo. il prossimo si vedrà.
    l’inter ha un organico di buona qualità, palacio e milito quando riusciranno a giocare assieme faranno ottime cose, questa è la mia impressione. ci sono, è vero, alcuni giocatori come ranocchia che forse sono stati sopravvalutati, tipo ranocchia, ma via, non esageriamo.
    ranocchia nel milan avrebbe la fascia di capitano.

    • Purtroppo questo dice la classifica: i 6 punti dell’Inter sono più vicini ai 3 del Milan che ai 12 della Juventus. E non solo i punti.
      GLR

  71. Silvio da Torino // 24 settembre 2012 a 17:07 // Rispondi

    Con il Siena ho rivisto la partita Lecce-Inter (1a 0) dello scorso campionato con Serse Cosmi che alla fine è l’unico a esultare. Tanti tiri, pochi in realtà pericolosi, ma tutti adatti a far fare bella figura ad un portiere.
    In questo momento il trio CaMiSn non ce lo possiamo permettere e dei quattro centrali difensivi che abbiamo, nessuno garantisce la velocità necessaria a rimediare agli errori degli altri. Sembra incredibile ma siamo qui a sperare che il Sig. Mudingayi sia pronto al più presto per poter dare una mano lì in mezzo al campo. Inoltre l’attacco è leggero e preghiamo che Milito (peraltro ieri inguardabile) non si faccia male.
    Resto fiducioso, ma credo che la nostra classifica alla fine sarà tra il terzo ed il quinto posto. A presto a tutti e sempre Forza Inter.

  72. non condivido le osservazioni sull’Inter fatte dai piu’…a mio parere non c’entrano moduli, numeri e posizioni in campo…questa squadra NON CORRE! e’ lenta, imballata e ferma! avete visto napoli, juve e qualche squadra inglese? a mio parere siamo partiti con una preparazione leggera per i preliminari, giocavamo veloci e correvamo, dopo la sosta devono aver caricato moltissimo, perche’ vedo giocatori come guarin che sembrano i fratelli stupidi di quelli di un mese fa…

  73. Rimaniamo troppo sbilanciati, specialmente sugli esterni. In fase di ripartenza avversaria quasi nessuno torna rapidamente (non so se per mancanza di fiato, di senso della posizione o perché non abbiamo un centrocampo con tali caratteristiche) a coprire i buchi difensivi. Gargano fa quel che può, ma uno solo che ‘porta le borracce’ non può fare granché se gli altri non gli danno una mano a fare filtro. E allora azzardo un’ipotesi: visto che il modulo che adotta Strama risulta, per ora, essere efficace solo in trasferta, non sarebbe il caso di mantenere un più cauto e classico 4-4-2 nelle gare che giochiamo al “Meazza”? almeno, dico io, fino a quando i meccanismi di gioco non saranno un po’ più affinati, e a costo di sacrificare uno tra Cassano, Sneijder, Coutinho e Alvarez?
    Concludo con una battutina: se questo è l’effetto di San Siro, allora i cinesi si sbrighino a costruirci il nuovo stadio…
    Saluti nerazzurri!
    Paolo – Novara

  74. Mi aspetto che si cominci a vedere qualche errore in meno, sia di tipo individuale sia di assetto (e tattica). Insomma, il segnale che si prova almeno ad imparare dagli errori.
    Ieri si è giocato davvero male. Giro palla lento, scarse idee,, giocatori poco mobili, deficit di personalità. Direi un doppio passo indietro perché nelle precedenti partite la fase offensiva aveva funzionato decisamente meglio e il problema principale era apparso quello della fase difensiva nel suo complesso..
    Soprattutto non mi spiego perché questa squadra sembra sempre che ne abbia meno degli altri sul piano della condizione. Eppure ha cominciato la preparazione in anticipo.
    Henryk, Roma

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili