Un brodino per la Juve-75

Οι διάλογοι ovvero Racconti da tifosi da Bar – venerdì 14 gennaio 2011

Tornano a respirare gli juventini al Bar Sport proprio nell’ultimo giorno della settimana prima della chiusura per il week-end. Il 2-0 in Coppa Italia sul Catania per lo studente fuori-corso juventino Boris “è un brodino”, ma almeno anche la pattuglia bianconera torna a parlare di calcio, con il carrozziere Ignazio che si consola con i suoi veri idoli: Gigi Buffon, tornato tra i pali a sette mesi  dall’operazione alla schiena e Alex Del Piero, autore di una prestazione maiuscola. “A tirarci fuori dalla spazzatura a noi c’è sempre la vecchia guardia – commenta con ritrovato orgoglio – vinciamo la Coppitalia che almeno tiro fuori la bandiera che c’ho in magazzino. Dopo tanti anni, se la saranno mangiata i ragni!” Al parrucchiere juventino Tonino il ‘brodino’ della Coppa Italia non basta, ma è inviperito per l’infortunio a Luca Toni: “C’abbiamo proprio scritto in fronte Giocondor per andarci a comprare uno ch’era già vecchio quando giocava in Germania – tuona – adesso ci comperano pure Anastasi!”

Interisti e milanisti sono invece impegnati nel solito derby a distanza in campionato. L’Inter anticipa a San Siro col Bologna, mentre al Milan in posticipo rende visita al Lecce. E, naturalmente, si litiga anche su chi sia atteso dall’impegno più facile, con il pensionato interista Artemio a precisare che il fattore-campo non conta più come una volta: “Tre punti a tutte e due – prevede – date retta a me, anche perché lo scudetto mica si gioca in queste partite!” E mentre il tassista milanista Gianni ricorda ironicamente il pareggio dell’Inter a Lecce, il concessionario interista Walter replica che in ogni caso a San Siro l’Inter con l’Udinese ha vinto, mentre il Milan ci ha pareggiato, senza contare che “quella zavorra di Benitez adesso non c’è più!”

L’ortolano milanista Gaetano sta invece spiegando al postino Donato, suo compagno di tifo, perché il derby tra Inter e Milan riguarderà il campionato e nient’altro: “La Champions quest’anno torna in Spagna  – profetizza – mentre la Coppa Italia la fanno vincere alla Roma perché è l’anniversario dell’Unità d’Italia” ma l’anzianissimo pensionato interista Ambrogio, memoria storica del Bar Sport, anche su questo argomento, ha la sua puntuale e tagliente sentenza: “L’Unità d’Italia è stata la vera disgrazia della storia – afferma convinto – perché se io sono qui a sentire tutti voi è proprio per colpa di quel presuntoso del Garibaldi! E meno male che la settimana è finita e che fino a lunedì non vi vedo!” (75-continua, purtroppo…)

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili