rec11C: Genoa-Inter 0-1

I giapponesi, se non li avessero fermati con le cattive, sarebbero ancora annidati nelle giungle del Pacifico in piena Seconda Guerra Mondiale. Quello nipponico è un popolo che ha fatto della disciplina una ragione di vita, quasi come quello brasiliano insomma (battutaccia!)
Yuto Nagatomo, fiero rappresentante dell’Impero del Sol Levante, è stato educato a credere che, se ci si impegna alla morte, niente è impossibile, neppure segnare di testa quando non si arriva al metro e 70 manco con le magiche scarpe di Berlusconi.
E da una sua zuccata vincente ecco giungere da Genova la quarta vittoria dell’Inter nelle ultime cinque partite. E ora la classifica ha una faccia decisamente migliore per i nerazzurri che sono saliti fino al sesto posto in classifica, appena dietro il Napoli, a ‘soli’ 8 punti dalla zona Champions e a 10 dalla vetta, proprio come un anno fa, quando si pensava già al Mondiale per Club.A Marassi, nel recupero della gara rinviata il 6 novembre scorso per le vittime dell’alluvione, Ranieri ha confermato l’assetto 4-4-2 con l’attacco Milito-Pazzini davanti a Faraoni a destra e ad Andrea Poli a sinistra, finalmente al debutto, anche se in un ruolo non suo. Fino all’intervallo l’Inter ha sprecato tutto: sfortunato Pazzini, in lista per Lourdes Milito, che si è mangiato un altro gol incredibile sparando da un metro in bocca a Frey appena superatosi da campione su Samuel. Al Principe non ne va dritta una: un attimo dopo, lanciato a rete, è stato spinto a terra da Granqvist, ma l’arbitro Banti ha sorvolato sia sulla punizione, sia sull’espulsione da ultimo uomo dello svedese. A Milito è rimasta solo la consolazione dell’omaggio dei suoi ex tifosi quando nella ripresa è stato sostituito da Forlan.
L’Inter complessivamente è sembrata più sicura e veloce del solito, seppur in momenti sempre troppo brevi.
Nella ripresa Alvarez, subentrato a Faraoni, ha sbagliato tutto, fino al cross vincente per Nagatomo, che ha cambiato anche la sua partita.
Da una punizione di Veloso lo svedese Granqvist ha incornato in rete, ma il guardalinee De Luca, uno con la vista da falco, ha annullato per fuorigioco centimetrico.
Dopo venti minuti di ripresa, ecco il gol di Nagatomo, che aveva appena timbrato con un rimpallo sulla coscia la Fiorentina.
L’assist ha dato fiducia anche ad Alvarez che ha giocato più libero di testa, colpendo il palo con un potente sinistro dalla distanza.
Poi fuori Poli, che alla prima non ha comunque sfigurato e dentro Obi e nel finale dentro anche Forlan al posto di Milito: l’uruguaiano nel suo cercare subito la porta ha dimostrato di essere giocatore vero, oltre che spalla ideale  di Milito e Pazzini, che nel finale si è mangiato un altro gol fatto. Il Genoa si è invece visto solo nel finale per una botta di Veloso sulla quale si è esaltato Julio Cesar, con Nagatomo, sempre lui, capace nella stessa azione di mettere in cassaforte i tre punti d’oro dell’Inter.

37 Commenti su rec11C: Genoa-Inter 0-1

  1. valerio zanchetta // 14 dicembre 2011 a 08:42 // Rispondi

    penso alla canzone: eppure ho la sensazione che brace bruci sotto il carbone…..

  2. Và bene così, a piccoli passi come le formichine stiamo risalendo. Quello che veramente mi dispiace è vedere Milito che non riesce più e segnare neanche a due metri dalla porta. Comunque per quanto ne dicano che lui è tranquillo io ci credo poco,si legge tutto lo sconforto che prova. AAA cercasi principessa disposta a baciare ranocchio nerazzurro per farlo tornare il “PRINCIPE” di prima!!!!

  3. Paolo Assandri // 14 dicembre 2011 a 09:00 // Rispondi

    Alla 14° (già molto avanti) siamo a 8 dalla retrocessione e a 10 dallo scudetto. Questo è indice di un campionato equilibrato, e sempre più scadente. Infatti ogni giorno si sente un giocatore europeo denigrare la Serie A come un campionato inguardabile, non interessante. Quest’anno può succedere davvero di tutto. Nell’anno solare l’Udinese ha fatto un solo punto in meno del Milan (e solo 6 più dell’Inter, nonostante i disastri di inizio stagione).
    A Paolillo e al FFP dico che abbassare il monte ingaggi è giusto, ma che spendere per il cartellino dei giocatori è inevitabile. Paradossalmente spendere 25 milioni per un giocatore e dargli un ingaggio di 2 mln per 3 anni (37 milioni) è meglio che prenderlo a 0 e dargliene 4 per 5 anni (40 milioni), è qui che sta il nocciolo della questione.

  4. Disastroso Milito (penso che l’Inter sia l’unica squadra al mondo capace di riproporre titolare all’infinito un giocatore che si merita 4 in pagella ripetutamente, altrove sarebbe finito già in tribuna).
    Detto questo, Ottimo Poli, Ottimo Alvarez, Fantastico Yuto!!!!!!!!!!!!!!
    3 Punti fondamentali. Grande vittoria, FORZA INTER!

  5. Claudioeffedeejay // 14 dicembre 2011 a 09:44 // Rispondi

    In periodi come questi anche un 1 a 0 stiracchiato come quello di Genova va accolto a braccia aperte. Ora la classifica comincia ad essere meno comica e siamo ad un solo punto dall’ Euro-Napoli.
    La partita di ieri però ha certificato una cosa: oltre agli innesti a centrocampo e in difesa, l’Inter ha assolutamente bisogno di almeno un attaccante. Pazzini è un uomo d’area e va servito con palloni dal fondo e tornerà utile quando la squadra tornerà ad avere un minimo di gioco offensivo. Il resto è il nulla cosmico. L’unico che salta l’uomo, Zarate, viene fatto giocare troppo lontano dalla porta. Possiamo criticarlo quanto vogliamo, ma il primo difensore lo salta sempre.

  6. Piano piano veniamo fuori dal tunnel!! Buona prova dei ragazzi e ancora una volta 0 gol subiti! Sembrano lontani i tempi dove prendevamo di media 1-2 gol a partita!
    Ciao GLR

  7. Da incorniciare gli applausi del Pubblico Genoano (che stava perdendo) a Milito al momento della sostituzione. Un bel raffronto con quello di altre parti sempre pronti a dare del “Traditore”. Quando si entra nel cuore della Gente…Vero IBRA ?
    Dimitri

  8. sesta è e sesta sarà alla fine se tutto va bene, visto che le 5 davanti sono quest’anno più forti. va bene così, anche perchè con quello arrivato per caso saremmo retrocessi.

  9. credo che ci sia ancora molto da fare,anche perchè abbiamo perso con tutte le squadre che ci precedono,aspettiamo partite con lazio e milan.le prossime 2 sembrano facili ma potrebbero nascondere insidie.finalmente ha debuttato poli!?quanto durerà?naturalmente vedremo mercato di gennaio,anche se non mi aspetto niente di ecclatante.buona giornata

  10. Il risultato positivo può alzare il morale della truppa. L’obiettivo rimane quello di recuperare la condizione psico-atletica di qualche giocatore fondamentale, di ritrovare una certa continuità di prestazioni e di rimanere in una posizione di classifica (che è ancora molto corta) più consona al blasone nerazzurro (sperando di non rovinare di nuovo tutto subito a Cesena…).
    Credo infine che alla squadra manchi un fattore che possa ridarle coraggio: una vittoria contro una “big”.
    Saluti nerazzurri!
    Paolo – Novara

  11. Ovviamente il tutto è positivo. Importante era ritornare nella classifica più consona all’Inter. Io penso che con qualche innesto, anche giovane, numeri punti giusti e il recupero di qualche infortunato di lungo corso, possiamo arrivare ancora al terzo posto. Ci credo.

  12. antonella bartolini // 14 dicembre 2011 a 11:58 // Rispondi

    Cominciamo a tirare la testa fuori dall’acqua e a respirare di nuovo… Incredibile. Pazza Inter facci sognare (e speriamo che comincino ad acciaccarsi gli altri). Giovani e vecchi tutti insieme nella squadra per tornare sul tetto del mondo!

  13. viviana berghella // 14 dicembre 2011 a 11:59 // Rispondi

    Che piagnone Malesani, potevano pordere 3 a 0, forse anche di più, ma siamo sotto Natale e siamo buoni, ci siamo limitati a fare un gol così tanto per non infierire! Mamma mia tra pali e gol mancati di un soffio avremmo vinto qualche partita in più sicuramente. Non fai un fan club del nostro nippo come avevi fatto quello per Emre? Bacioni mamma Viviana da Voghera

    • I nanetti mi hanno sempre ispirato simpatia…solo che dopo aver visto com’è finito Emre, meglio non far nulla per Nagatomo!
      GLR

  14. Non è una vittoria su uno sconquassato Genoa, allenato tatticamente molto male a farmi ricredere. E non lo sarà nemmeno una vittoria sul Cesena, che, dovrebbe (sottolineo il condizionale) essere normale.
    Ma di questi tempi dobbiamo essere felici: siamo un punto sotto il grandissimo Napoli, che ogni cosa che fa pare O’ Miracolo. In tutta onestà, continuo a sperare e credere in un posto nell’Europa che conta.
    Andrea

  15. Ridendo e scherzando siamo alla quarta vittoria in cinque partite!!!

  16. Finalmente continuità di risultati! 4 vittorie (Cagliari, Siena, Fiorentina e Genoa) in 5 partite… e considerando che l’Udinese è in testa ed ha la miglior difesa del torneo (appena 7 reti subite) direi che quel ko di misura con i friulani ci può stare eccome.
    La difesa pare stia migliorando (2 reti subite nelle ultime 4 partite di campionato).
    L’unico neo è che gli attaccanti segnano col contagocce… e non possiamo sempre fare affidamento su Yuto. Speriamo che Forlan possa fare al più presto tutti i 90 minuti , con qualche innesto a Gennaio un posto in Champions possiamo guadagnarcelo per la prossima stagione.
    Sempre forza Inter!!
    ciao!!!

  17. Si risale, proprio come la Roma di Ranieri nel 2009-10. Il livello del nostro campionato-pizzeria è talmente mediocre che rimettendosi in sesto può succedere ancora di tutto. Ranieri è un maestro. Basta lasciarlo lavorare in pace… 😉
    Ciao, Roberto

  18. pasquale somenzi // 14 dicembre 2011 a 13:19 // Rispondi

    Per il quarto campionato consecutivo vittoria in casa del Genoa senza subire reti per
    l’Inter che resta l’unica squadra che in questo campionato ha sempre segnato in trasferta.
    L’ultima striscia di CAMPIONATO e’ sicuramente positiva con 4 vittorie nelle ultime 5 ed
    un sol gol subito (isla) nelle ultime 4. Comunque per trovare l’inter in gol in tutte le prime
    7 trasferte di campionato bisogna tornare al 1987/88 quando segno’ nelle prime 10.
    Pensare di avvicinarsi alla prima della classifica personalmente la vedo un po’ difficile
    non per pessimismo ma oggettivamente perche’ nel girone di ritorno bisogna affrontare
    Roma, Napoli, Juventus, Udinese, Fiorentina e Lazio tutte in trasferta.
    Per chiudere una curiosita': prendiamo le trasferte a Bologna e Genoa: bilancio Inter
    1 rigore a favore e 1 contro, totale 6 punti. Bilancio Milan 2 rigori a favore, totale 4 punti.
    ciao. pasquale.

  19. Silvio da Torino // 14 dicembre 2011 a 14:05 // Rispondi

    Goal di testa del più piccolo. Anche questa è l’Inter.

  20. Spero che dopo attento rodaggio di Poli e Faraoni si possano a”pensionare” Zanetti e Cambiasso o quantomeno ridurne l’impegno.

  21. Risultato giusto rispetto al numero di azioni pericolose costruite dalle due squadre. Buone notizie da alcuni “vecchi” e dal generoso Yuto, in crescita nelle due ultime prove, qualche segnale confortante è pure venuto dai lampi di talento del pur, a tratti, irritante Alvarez, dal rientrante Forlan e dall’oggetto misterioso Poli. Pensando al fatto che Wesley e Maicon erano fuori dal campo, si vedono le potenzialità per una stagione dignitosa, senza abbandonarsi ovviamente a voli pindarici. Trovo che sia giusto usare a commento della situazione attuale dell’Inter la frase di Ranieri: “Zitti e pedalare”.

  22. Trovarsi sesti quando si era quindici giorni fa penultimi fa sorridere.
    Comunque Milito a parte, caso veramente per ufologi, ed un Thiago Motta ancor più lento del solito, sono contento di questa inter un pò più italiana e giovane!

  23. Mi pare che si cominci a vedere finalmente una squadra che combatte, corre e con un minimo di senso logico. Darei merito a Ranieri, ai rientri dagli infortuni, dal contributo di qualche giovane e dalla ritrovata forma fisica di qualche senatore: in questo senso mi sa che abbiamo pagato più degli altri la Coppa America, oltre che all’errata scelta dell’allenatore a inizio stagione. Mr. Ranieri è un maestro dei recuperi impensabili (vedi la sua Roma): il problema è che arriva sempre secondo, roba da leccarsi i gomiti ora come ora! Una nota di merito a Poli, Nagatomo (ma come fa a correre e a saltare così per tutta la partita?) e ad Alvarez. Spero in tre innesti non troppo esoterici per gennaio in modo da poter concludere la stagione in modo onorevole e preparare al nel miglior modo possibile il prossimo campionato.

  24. Prima o poi dovevamo abbandonare i bassifondi della classifica e così è stato….ora non ci resta che proseguire sulla retta via senza farci troppe illusioni.

  25. pensieri a caso:
    forlan farà un gran girone di ritorno.
    a pazzini manca una spalla valida (con forlan lo vedo benone) ma appena può tira in porta ed è sempre molto pericoloso, porta via minimo 2 difensori e crea spazi ai compagni.
    poli molto bene.
    faraoni mi piace sempre più, anche se il mister l’ha tolto dopo un tempo.
    cambiasso e thiago motta, supportati da due giovani con grande corsa e piedi gentili, hanno dimostrato di essere ancora 2 metronomi con i controattributi.
    julio cesar è una star nel suo ruolo.
    a me pare di vedere il bicchiere sempre mezzo pieno, magari sbaglio. l’unica nota dolente, e lo dico veramente con dispiacere, è milito.

  26. Involuzione di Faraoni rispetto alla partita di sabato, bene Poli all’esordio, Milito ormai da centro psicoterapico, Alvarez va bene solo negli ultimi 20 minuti, quando il ritmo cala.
    Il punto debole resta sempre la lentezza del duo centrale di centrocampo.

  27. Finalmente un po’ di respiro e un po’ di sicurezza in piu’. La difesa sta ritornando, i giovani crescono e spero ci sia sempre piu’ fiducia.
    Ciao!

  28. Andatevi a vedere la classifica dello scorso anno alla 15^ giornata.
    Siamo praticamente nella stessa situazione di un anno fa.
    Credo che anche questo anno possiamo toglierci delle soddisfazioni considerando che fino adesso abbiamo giocato senza Maicon, Sneijder, Forlan e la coppia Samuel-Lucio l’abbiamo ritrovata solo adesso.
    Ciao.

  29. Si è vista una buona Inter, anche ieri sera, per la seconda partita di fila; la squadra corre di più, la difesa sembra tornata abbastanza solida, mancano purtroppo i gol degli attaccanti, speriamo che si sblocchi qualcuno o che a Gennaio ci sia qualche bella sorpresa dal mercato, intanto però cerchiamo di continuare con questa striscia di vittorie

  30. Beh…tutto sommato?!
    La squadra non si può dire brillante ma il vissuto Ranieri da stanford bridge, che i conti della serva li sa fare, sta cercando di quadrarla con un 4-4-2 e già la difesa ne sta giovando.
    La squadra del triplete non c’è più, nel senso che quella squadra benchè in apnea ha giocato la cavalcata finale per 3 mesi con formazione fissa, è una questione di cartelle cliniche, non di anagrafe (benchè collegate) o di stimoli.
    Con i guizzi di Etò e le discese del colosso saremmo appolaiati lassù!

  31. La nostra amata Inter si sta riprendendo e credo che … Se solo riuscissimo a mettere in fila 3 vittorie da qui al derby potremmo pure mettere paura ai cuginetti…Magari a fine stagione la tanto contestata campagna acquisti si rivelerà molto meglio del previsto: Alvarez non è affatto male. E vedrete che anche Poli e Castagnois non sono così male!

  32. Poli sarà utilissimo a centrocampo, non vedevo l’ora che debuttasse, in futuro potrà anche giocare da centrocampista centrale e far rifiatare Cambiasso.
    Forlan in attacco potrà risolvere tanti problemi. Gian Luca troppo severo con Zarate! Se l’Inter ha passato il girone in Champions League è merito suo!

  33. pasquale somenzi // 15 dicembre 2011 a 23:27 // Rispondi

    Finiti i gironi di Europa League, l’Inter unica italiana su 5 ad essere
    arrivata prima nel girone.

  34. Incredibili i goals falliti…Pazzini non può essere il centravanti dell’ Inter. Milito ( con la morte nel cuore) ormai dimostra di essere un ex giocatore di serie A. In ogni caso necessitiamo di un grande attaccante perché pare che un grande portiere sia tornato. Le grandissime squadre secondo me hanno un fenomeno in porta e un fenomeno in attacco… Ecco, certamente manca quest’ultimo….basterebbe un acquisto la davanti e col Cantante in panca , i suoi metodi elementari ma decisamente efficaci, potremmo dire la ns. fino alla fine.. Triste vedere la Juve lassù . W Inter

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili