O’Napoli ha fatto ridere i polli-95

Οι διάλογοι ovvero Racconti da tifosi da Bar – martedì 1 marzo 2011

Al Bar Sport è festa grande tra i milanisti dopo il successo sul Napoli nel big-match di San Siro.
Il tassista milanista Gianni è in brodo di giuggiole: “Se battiamo 3-0 la seconda, vuol dire che battiamo 4-0 la terza, 5-0 la quarta e così via – esagera – questo Milan è troppo forte!”
Il pittoresco idraulico partenopeo Salvatore Jacoviello detto Ciccio, che aveva promesso la sua presenza al bar anche in caso di sconfitta, è stato di parola: “O’ Napoli non ci stava a San Siro co’ la capa (il Napoli a San Siro non c’era con la testa, ndr)  – ammette delusissimo – ma ‘o rigore è nu scandalo bell’e bbuono (ma il rigore è un grosso scandalo, ndr). Il solito regalo alla squadra del Nord!”

E sul calcio di rigore che ha sbloccato la partita polemizzano anche gli interisti: “Il Berlusca con la storia degli arbitri di sinistra, come al solito, ha indirizzato il campionato a casa sua – attacca il pensionato Artemio – ma per lo scudetto dovete ancora fare i conti con l’Inter!”
Lo segue nel ragionamento il concessionario Walter: “Intanto ora siamo secondi – precisa – e dovreste aver imparato a vostre spese che l’Effecintenazionale mica è il Napoli, che ha fatto ridere anche quei polli del Milan! Ci vediamo al derby, cugini di campagna! Adesso vediamo cosa fate con la Juve, anche se su quelli non si può mai contare!”
Quelli su cui non si può mai contare sono gli juventini, che promettono però una prova d’orgoglio sabato prossimo contro il Milan, a cominciare dal carrozziere Ignazio: “Ormai a noi ci resta solo di fare gli arbitri dello scudetto di Milano – confessa – prendiamoci tre punti al Milan, come si è fatto con l’Inter!” Il parrucchiere Tonino però ci tiene a precisare la sua posizione: “A me mi sta più antipatica l’Inter  – confida – fosse per me lo scudetto lo darei subito al Milan”, anche se lo studente fuori-corso e collega di tifo Boris ricorda che la Juventus ha comunque l’obbligo morale di raggiungere un posto in Champions League.

Intanto l’ortolano milanista Gaetano rassicura il sempre prudente collega di tifo Donato : “Se non perdiamo il derby è fatta – assicura, ma l’elettricista interista Kevin, tecnico manutentore del videopoker, è già sul sentiero di guerra: “State tranquilli che se non vi danno il solito rigore farlocco il derby lo perdete” – replica stizzito.
L’anzianissimo pensionato Ambrogio, memoria storica del Bar Sport, si lancia infine nel solito impietoso giudizio sul campionato italiano: “Io avevo previsto lo 0-0 tra il Milan e il Napoli – ricorda – ma non potevo sapere che il primo gol lo avrebbe segnato l’arbitro. Era la sfida tra la prima contro la seconda del campionato e mi sono addormentato sentendo la radio. Pensate che spettacolo quando gioca la penultima contro la schif’ultima!” (95-continua, purtroppo…)

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili