Nagatomo chiude il mercato

Ecco il primo giapponese nella storia dell’Inter: è il laterale ambidestro Yuto Nagatomo (長友 佑都), classe 1986, che arriva nello scambio di prestiti con Davide Santon. L’Inter per il piccolo e velocissimo giapponese, alto m 1.70 per 65 kg di peso, ha versato al Cesena 2 milioni di euro per il prestito e potrà scegliere se riscattarlo  a giugno al prezzo già fissato di 4 milioni di euro. All’Inter avrà la maglia numero 55.
Nel 2007 Nagatomo ha esordito in J-League con l’FC Tokyo e nel luglio 2010 si è trasferito in prestito al Cesena, che ne ha poi acquistato il cartellino per 1,7 milioni di euro.
E’ un punto fermo della Nazionale Giapponese fin dal 2008, quando prese parte ai Giochi Olimpici di Pechino. Dopo i Mondiali in Sudafrica, ha  appena vinto la Coppa d’Asia 2011, con Zaccheroni allenatore: suo il cross per il gol decisivo di Tadanari Lee nella finale contro l’Australia. In internet è già scoppiata la Nagatomania e alla presentazione di venerdì prossimo ad Appiano Gentile sono attesi decine di cronisti giapponesi. Fisiologico quindi che per gli sponsor giapponesi l’interesse per l’Inter cresca ulteriormente. Tecnicamente,  il ragazzo dev’essere comunque interessante, visto che tra i club interessati a lui c’erano pure Barcellona e Chelsea. Personalmente adoro il Giappone, tra le mie mete turistiche preferite e la sua cultura, dai film di Takeshi Kitano alle musiche di Joe Hisaishi e di Ryuichi Sakamoto, dal karate che pratico da anni ai capolavori dell’architetto Kenzo Tange e ho sempre desiderato di vedere un nippon in maglia nerazzurra, ma questo conta poco, se non per quel che riuscirò ad inventarmi tra i miei ormai celebri capi d’abbigliamento a tema interista! Se poi il nostro Yuto sarà ‘Nagatomico’ o ‘Nagacomico’, con le mille prevedibili ironie tra Holly e Benji e manga vari, lo vedremo presto.
Nagatomo, dopo Ranocchia, Pazzini e Kharja, chiude l’ottimo mercato invernale nerazzurro. Da registrare anche il riacquisto per 2,5 milioni di euro della comproprietà di Marco Andreolli, attualmente al Chievo: cederlo a titolo definitivo alla Roma nell’estate del 2008 fu un errore che fece imbufalire anche José Mourinho. Tra i giovani acquistati ci sono anche l’attaccante franco-olandese Luc Castaignos, classe 1992, prelevato dal Feyenoord per 3 milioni di euro, che resterà però in Olanda fino a giugno e i talentini austriaci Christoph Knasmüllner, trequartista del ’92 che ha deciso di non rinnovare col Bayern Monaco e Lukas Spendlhofer, centrocampista del ’93 da dirottare alla primavera di Fulvio Pea.
Agli eventuali parenti di Benitez, rispuntati all’improvviso, val la pena di far notare che i nuovi acquisti dell’Inter non sono certo quelli da lui insistentemente e pubblicamente richiesti, soprattutto nei momenti meno opportuni, come Mascherano, pagato 22 milioni di euro dal Barcellona per scaldare la panchina più che per il campo. Leonardo, che è più furbo, non ha mai formulato alcuna pubblica richiesta e  ha capito al volo ciò che al suo predecessore era stato spiegato perfino nella lingua di Nagatomo e cioè che fino al 31 dicembre 2010, in coincidenza con la chiusura dell’ultimo esercizio di bilancio, si era programmato di non fare ulteriori investimenti , eccetto Andrea Ranocchia, bloccato subito dopo l’infortunio di Walter Samuel in Inter-Brescia del 6 novembre.
Tra le operazioni in uscita dell’ultima ora vi sono le comproprietà col Parma dei nigeriani Nwankwo e Obi, che resta comunque in forza all’Inter, mentre il truce Nelson Rivas va in Ucraina, al Dnipro Dnipropetrovsk, con la formula del prestito.
Intanto, come si dice in Giappone per salutarsi, Konichiwa Yuto Nagatomo!


29 Commenti su Nagatomo chiude il mercato

  1. MOOOLTO BENE…
    2 piccioni con una fava, il bambino a diventar grande in provincia per il dopo Maicon e un furetto pronto a brandire la katana e menar fendenti per la capoccia del pazzo e soci e a far impennare il merchandising (?) verso i paesi del sol levante.
    Con chivu al centro difesa e/o a dar manforte al filtro di centrocampo (solo alla bisogna…con il leo aspettiamo i fraseggi a base di fosforo e piedi buoni,validi anche per l’europa) visto che sulle fasce così a naso da oggi si vola!!!!
    Grazie a Biabiany goleador mundial e a Santon un arrivederci…

  2. Mah, non so che dire, ormai è dai tempi di Andreas Brehme (genuflessione) che l’inter sulla fascia sinistra è scoperta (r.carlos in nerazzurro è stata una meteora quindi non lo considero).
    Magari questo funziona anche perchè dopo le ultime uscite di Santon (irriconoscibile) urgeva un sostituto di Chivu in quel ruolo. Non possiamo sempre aggrapparci all’inossidabile Capitano per tappare i buchi.

  3. Ciao GRL, non ho capito la mossa delle comproprietà di Obi e Nwankwo. Se il secondo va a fasi le ossa a parma perchè vendere la metà di Obi? Arigato!

    • Perché ci credono a metà, ma il secondo ritengono sia più utile qui. A me Obi piace molto, ma non trovo grandi consensi in ambito Inter.
      GLR

  4. Francesco CANNIZZARO // 1 febbraio 2011 a 12:52 // Rispondi

    Ciao Gian Luca,
    2 parole per dirti grazie per come sei e per quello che fai, sicuramente per te, ma anche per noi. Sei un frullato di simpatia, cultura, sana pazzia e spirito di Ulisse.
    Grazie dunque e, poichè è senz’ altro una cosa carina (il mio giapponese zoppica),
    Konichiwa, Gian Luca, Francesco

  5. Mi sembra che la campagna acquisti/cessioni sia stata ottima e abbondante! Non vorrei sembrare presuntuoso, ma nel mio penultimo post avevo “suggerito” di mandare Santon in prestito da qualche parte per verificare se può diventare un calciatore da grande squadra o se è destinato ad un malinconico tramonto precoce in provincia: in bocca al lupo. La Beneamata ora mi sembra completa per terminare la stagione alla grande, anche se rivincere non sarà semplice. Mi sia concessa una battuta. A quando un giocatore cinese: sono 1.300.000.000: ce ne sarà uno buono?! :-)

    • Non facciamo confusione tra giapponesi e cinesi, per piacere: i primi sono i tedeschi dell’Asia, gli altri sono…gli italiani!
      GLR

  6. marco ferrara // 1 febbraio 2011 a 15:15 // Rispondi

    Ciao Gian Luca, con l’arrivo da cesena del giapponese nagatomo in cambio di santon si é chiuso il mercato di riparazione della nostra inter, e se volessimo dare un voto, credo possa essere un bel 7.5! Curiosità mista a provocazione: ma il fair play finanziario vale solo per l’italia? A barcellona e real che ogni estate spendono e spandono, si sono infatti aggiunte da qualche anno la new entry manchester city e praticamente da ieri, nuovamente chelsea e liverpool!! Potrei capirlo se i bilanci di queste società fossero ottimi, ma secondo quando si legge sui giornali, sono ancora peggiori di quelli nostri; platini interverrà? Sinceramente a questo punto ho tanti dubbi….mah!! Ti abbraccio e….SEMPRE FORZA INTER!! Ciao, marco

    • I club inglesi hanno bel altri patrimoni societari, intesi come garanzie, a cominciare dagli stadi di proprietà. Per non parlare dei numeri del loro merchandising: in Inghilterra nessuno oserebbe mai comprare una maglia della propria sqaudra del cuore non originale. Piuttosto non mangiano, ma la maglia la comprano originale, tanto per fare un piccolo esempio.
      GLR

  7. interista83 // 1 febbraio 2011 a 16:57 // Rispondi

    …e benvenuto pure al primo giapponese nerazzurro della storia! Chissà se farà bene!? Di certo farà bene a Santon una piazza tranquilla come Cesena dove potrà riacquistare un po’ di quella tranquillità e continuità che all’inter ha mostrato solamente agli esordi!
    In bocca al lupo a Yuto e Davide!

  8. NINO da Lecco // 1 febbraio 2011 a 18:54 // Rispondi

    Caro Gianluca, mi dispiace per Santon – ero orgoglioso vedere un giovane dell’Inter far parte della nazionale – Speriamo di riaverlo il prossimo anno efficiente come qualche tempo fa –
    Per ora W il Sol Levante a strisce nerazzurre – Ciao.

  9. Silvio da Torino // 1 febbraio 2011 a 19:00 // Rispondi

    170 centimetri per 65 chili ed una velocità, dicono, incredibile.
    Speriamo che la nemesi della fascia mancina dell’Inter non colpisca anche lui.
    Comunque benvenuto Yuto, ci darai senz’altro una mano per riportare a casa lo scudetto che quest’anno sono in tanti a volerselo mettere in saccoccia.
    Non so cosa vuole dire ma copio GLR : Konichiwa Yuto.

  10. La vera e straordinaria notizia è che nel mercato di gennaio l’Inter è intervenuta in tutti i ruoli che meritavano di essere puntellati abbinando l’aspetto tecnico con il gusto dell’affare (che sta diventando sempre di più il marchio di fabbrica del binomio Moratti-Branca). Già le divise attuali (bruttarelle per noi tradizionalisti) erano spiccatamente orientate al proficuo mercato orientale, con l’acquisto di Nagatomo chissà cos’altro si inventerà lo stilista della Nike? Facendo outing, anche a me, tutto sommato, i giapponesi (e soprattutto le giapponesi) mi stanno simpatici/che e confesso che ho un televisore Sharp e uno stereo e una videocamera Panasonic. Quando portavo i calzoni corti adoravo Goldrake. Nagatomo, invece, mi piace perchè è ambidestro ed ha molta forza esplosiva.

  11. Claudioeffedeejay // 1 febbraio 2011 a 21:49 // Rispondi

    Editoriale perfetto, come sempre. Spererei solo, in caso di gol di Yoto con prestazione monstre, non venissero usati titoli tipo “Nagatomico”, non fosse altro per quanto già patito dai nipponici nel ’45; sarebbe quantomeno indelicato. Riguardo al Karate da te pratcato, ti consiglio vivamente di passare al Jeet Kune Do, a meno che tu non abbia una particolare avversione per la Cina.
    Ah..dimenticavo: la mia Myla, femmina di Akita Inu, potrà finalmente tifare Inter. Fino a ieri era una accanita tifosa dello Jubilo Iwata.
    Forza Inter

  12. Gianluca,
    un solo appunto…invece che Konichiwa forse e’ meglio dire Yokoso (Benvenuto). Comunque io sono contento, visto che ho la stessa visione e ammirazione verso il Giappone che hai tu ( anche se poi quando ci vivi, capisci cose che a prima vista non vedi…ma quello si sa’ accade ovunque) e ci mancava un giocatore Nipponico nell’ INTERNAZIONALE. In un mondo globalizzato, lo e’ anche il calcio e lo e’ soprattutto una rosa come la nostra (alla faccia di chi critica), che permettimi di dire, e’ L’UNICA Italiana che si ritaglia ampio spazio sulle varie riviste specializzate in Giappone.

  13. Ho molta fiducia in Yuto anche se non lo conosco bene…ma ho letto che oltre all’agilita’ e all’incredibile colpo di testa nonostante 1.70 cm e bravo tatticamente e impara molto velocemente….un giapponese quasi sfrontato…insomma un terzino sinistro ci voleva proprio con un Lucio poi fuori 20 gg si profila un una nuova coppia centrale Ranocchia Chivu per qualche settimana…cmq mi chiedo se ha influito sull’acquisto del Giapponese l’infortunio di Lucio ( e la poca fiducia su Materazzi)??!!!

  14. Caro GLR,
    banzai! :-)
    Un benveYuto a Nagatomo (sperando che possa diventare Nag-atomico e non Naga-comico!) che va a coprire un annoso buco a sinistra, e se lo farà come si deve Chivu potrà tornare in mezzo alla difesa nel suo ruolo naturale. Di questi tempi, con Samuel, Lucio e Cordoba fuori gioco e con Materazzi che non offre più le dovute garanzie (eterna gratitudine, ma…), anche la coppia Ranocchia-Chivu non è poi da disprezzare considerando che il rumeno mi sembra più concentrato e “in palla” che non con Benitez.
    Dopo il pareggio di stasera di un Milan sempre più dipendente da Ibra, poi, prevedo una lunga volata a quattro per lo scudetto (e nelle ultime tre giornate il Milan ha fuori casa Roma e Udinese!). Sì, a quattro: sarò pazzo, ma per me questo Napoli ha tante possibilità quante ne hanno Milan (se Ibra regge), Inter e Roma. Mi piacerebbe sapere la tua opinione in merito…
    Grazie e ciao!
    Roberto

  15. Moratti? Giusto criticarlo: ci ha solo fatto vincere qualche scudetto, una coppettina dei campioni, un mondiale per club e qualche coppa italia e supercoppa di lega.
    In più ha mentito: ha detto che dopo Bentez avrebbe preso ben 5 giocatori. E invece con un terzino nipponico (cercato anche dal Barcellona…) sono 6 i nuovi acquisti.
    Ragazzi, ma di che parliamo? Chiaro che tutti ci teniamo allo scudetto (quello dei record) ma sbaglio o manca quasi tutto un girone? Sbaglio o siamo ancora in corsa in champions? Sbaglio o siamo ancora in corsa persino per la coppa Italia?
    Caro Gianluca, scusa lo sfogo ma ho sentito e letto troppi commenti di critica aprioristica.
    Ti seguo sempre con immutato interesse

  16. già ti immagino in telecronaca con bandana a strisce biancorosse, stile kamikaze.
    😀

  17. L’estate di kikujiro, veramente da brivido, bellissima.
    Ma dal prestito di santon non si è ricavato nulla ?
    CIAO!

  18. Buongiorno GL,
    credo sia d’obbligo fare i complimenti alla società Inter per il mercato in entrata e soprattutto per quello in uscita.
    Biabiany non è un giocatore da grande squadra, mentre i vari Rivas, Nwanko, Mancini e Muntari forse non lo sono neanche da piccola.
    Rinnovo i complimenti a te e FORZA INTER SEMPRE
    L.

  19. E’ arrivato un intrepido samurai, so per sicuro che il nonno kamikaze abbattè due portaerei usa contemporaneamente, una direttamente e l’altra di rimbalzo.

  20. Alessia 442 // 2 febbraio 2011 a 21:10 // Rispondi

    Gian Luca,
    sul Giappone ho la tua stessa idea. Credo sia una terra fantastica, con gente molto educata e ottimo cibo. Non ci sono ancora stata ma conto di farlo presto. Per quanto riguarda il karate, beh, preferisco il tennis (e sono pure brava). Su Nagatomo…mah, quella credo sia una scommessa. A.

  21. Ciao GLR,
    Concordo con te quando dici che il nostro mercato è in prospettiva mentre quello degli altri è stato improntato sul tutto subito.
    Inoltre tolto Ranocchia tutti gli altri sono entrati a fronte di una uscita, quindi la rosa è rimasta inalterata come numero, mentre gli altri hanno ulteriormente appesantito rosa ed ingaggi.
    Certo se ascoltiamo i tromboni altrui loro sempre tutto gratis noi i soliti spendaccioni…. ma va bene così!!!
    W la F

  22. Sarebbe “Konnichiwa Nagatomo Yuto-san”. In giapponese si usa la formula cognome-nome, più “san” che è l’onorifico standard.
    Ad ogni modo, al mio prossimo viaggio in Giappone mi sa che andrò con la maglia di Nagatomo!
    p.s. Gianluca, nelle foto del tuo viaggio in Giappone a un certo punto sei assieme a quello che definisci “un figurante di Star Wars”. Si trattava in realtà di Danny Choo, figlio dello stilista Jimmy Choo, che da anni vive in Giappone promuovendo la cultura manga.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili