L’Inter chiude il mercato con Zarate

Alle 19 in punto si è chiusa la sessione estiva del calciomercato 2011-12, certamente il più povero da anni a questa parte, con una ‘creatività di formule’ nelle operazioni che la dice lunga sul momento economico del Paese, a cui il calcio ha dovuto giocoforza adeguarsi: per tutti è stato un florilegio di parametri zero, prestiti ma senza obbligo di riscatto, bonus legati non solo alle presenze, ma anche ai gol e addirittura agli assist. Insomma anche il pallone, come il mondo, ora gira a al risparmio.
Al di là delle chiacchiere degli imbonitori di parte non è arrivato in Italia un solo top-player. Anzi ci ha lasciato Samuel Eto’o, uno dei pochissimi giocatori che il resto del mondo ci invidiava. Già da qualche giorno la Saras, l’azienda della famiglia Moratti, ha cominciato a raffinare petrolio russo, ma i benefici economici non riguarderanno l’Inter. Né ora, né il prossimo anno. Più avanti, chissà…
L’Inter in questo difficile mercato ha fatto quel che poteva, prima ancora di quel che doveva, ma finalmente è finita e se non altro per qualche mese mi levo dai piedi quelli per cui ‘bastava prendere Bale e Robben’, quelli per cui ‘tanto tra un anno arriva Guardiola’ e tutti i gonzi che continuano a vivere in un’altra galassia.
Soprattutto dall’altra parte del Naviglio, dove incredibilmente (!) non sono arrivati Fabregas, Hamsik, Ganso e Schweinsteiger, non sono tornati Kakà e Balotelli, ma ci si può lustrare gli occhi con Aquilani, rimandato a calci dalla Juve a Liverpool, e con Nocerino, nazionale italiano preso sul filo di lana per un milione di lire, pardon euro! Per carità, il Milan resta favorito, con Mexes che porterà via subito il posto a Nesta e Taiwo che presto ricorderà Paolo Maldini, ma la formazione titolare teoricamente è quella dell’anno scorso. Sappiamo bene quindi quello che vale, ma ancora non sappiamo quanto possano competere l’Inter e la Juventus.
Alla fine il vero il vero Mister X rossonero rimane Eto’o, che ha lasciato l’Inter!
Almeno il vero colpo last-minute è dell’Inter, perché Mauro Zarate per gli addetti ai lavori è fior di attaccante, ma sull’erba deve ricordarsi che il pallone va passato anche ai compagni. Dall’Inter due attaccanti sono partiti, Eto’o e Pandev, e due sono arrivati Forlan e Zarate, in barba ai 3-4-3 disegnati dai giornali. Sneijder è rimasto solo per assenza di offerte congrue e non mi dispiace affatto. Il broncio gli passerà presto, soprattutto se Gasperini si ricorderà che prima dei moduli vengono gli uomini. Moratti gliel’ha già ricordato, nel modo peggiore, come gli capita sempre quando perde le staffe. Certamente Gasperini ha i giocatori per poter elaborare tatticcamente le idee più disparate.
Né Zarate, né Forlan, dal quale mi aspetto ben più di quel che sento, perché è uno che ci mette l’anima, potranno mai sostituire Eto’o, ma non è detto che grazie a loro non si sia ancora efficaci in zona-gol, miscelandoli al meglio con Pazzini e Milito, che magari sarà più quello di due anni fa che quello della scorsa stagione.
Kucka ha grandi prospettive, ma arriverà solo l’anno prossimo, mentre Poli accontenta i patrioti da bar, quelli per cui ‘l’Inter dev’essere a tutti i costi più italiana’. Vedremo come se la cava in una grande squadra. Non è mia abitudine bocciare nessuno prima di vederlo all’opera quando si fa sul serio: e questo vale soprattutto per Alvarez, prima ancora che per Jonathan. Castaignos è la quinta punta e magari il campo lo vedrà poco, così come Coutinho che, poverino, l’anno scorso avrebbe dovuto limitarsi a crescere giocando ad Appiano coi gormiti e invece, tra un infortunio e l’altro, si è ritrovato in campo, schiacciato da responsabilità più grandi di lui. Il mercato migliore lo ha fatto comunque la Juventus, anche perché era quella che aveva più necessità. Considero Pirlo e Vucinic due garanzie, ancor più di Vidal e del resto della compagnia. In attacco non sono riusciti a piazzare né Iacquinta, né Toni e manco Amauri, come l’Inter non è riuscita a spedire via Muntari: tutta gente che, se non succedono cataclismi, rischia di marcire tra panchina e tribuna, ma si consolerà incassando ogni mese lauti bonifici.
Per quanto riguarda le altre, il Napoli ha aggiunto Pandev, che non ho mai ritenuto un fuoriclasse ma nemmeno un appestato, come alcuni tifosi dell’Inter; con Klose e Cissè la Lazio è migliorata, mentre la Roma è il più grande mistero calcistico degli ultimi anni: con la tripletta di acquisti Pjanic, Kjaer e Gago magari ha davvero cambiato faccia, ma chi può dirlo a bocce ferme?
Adesso giochiamo, anche perché il mercato di riparazione fortunatamente non tornerà prima di gennaio 2012.E vinca il migliore!
Ma perché l’Inter non ha preso Bale, Robben o almeno De Rossi? So già che mi arriverà subito una mail come questa, in omaggio a tutto quello che ho scritto! Scherzi a parte, vi svelo un paio di retroscena. Ieri sera una telefonata a Roma l’Inter l’ha fatta, proprio per De Rossi. E stamattina ne ha fatta una il Milan al Barcellona per Maxwell, perché non si fidano di Taiwo. Devo dirvi come sono andate a finire?

51 Commenti su L’Inter chiude il mercato con Zarate

  1. Massimo Inter // 31 agosto 2011 a 16:00 // Rispondi

    Preso Zarate:benissimo!Sono contento, è un giocatore che mi è sempre piaciuto.Credo che per il gioco che ha in mente Gasperini ,Zarate (uno che corre,salta l’uomo,crossa, tiene palla ecc.) e Forlan con Milito e Pazzini centrali, vada molto bene.Vedo quindi un reparto offensivo sulla carta molto solido.C’è da capire se difesa e centrocampo reggeranno (la difesa a 3 sbanda e il centrocampo soffre un po’).Direi che con anche Poli (è molto promettenete e deve crescere ed è un ottimo investimento sopratutto italiano) l’ Inter abbia trovato la giusta strada.Aspettiamo a trionfare ma per il momento, brava Inter.

  2. teo nerviano // 31 agosto 2011 a 16:00 // Rispondi

    ciao gianluca,
    ora preso zarate mi sento un pò più tranquillo li davanti..nel senso che forlan e zarate sono due che saltano l’uomo e con nagatomo e maicon ad alternarsi con loro e sneijder nel mezzo a dettare i tempi pazzini/milito avranno le loro occasioni per buttarla dentro. dai ragazzi!!!

  3. luke, toronto // 31 agosto 2011 a 17:52 // Rispondi

    Bene, Zarate e buono. Credo che in una grande squadra con dei grandi giocatori sara piu maturo. Ha delle potenzialita incredibili se si mete a lavorare per la squadra sara un acquisto straordinario. Questo salta l’uomo con una facilita incredible ma il problema e che vuole driblare tutti, racatapalle compresi. A Gasperini il compito di transformare Zarate da una promessa a un campione utile per la squadra campione del mondo.

  4. Avevo detto che avrei aspettato il 31, e ora posso dire che sono veramente felice.
    Adesso i tifosi delle altre squadre stanno iniziando a dire che facciamo ridere, bene, significa che hanno paura. Il fatto è che tutti si aspettavano Palacio, ed è arrivato Zarate, sicuramente di un’altra categoria. Il Pazzo gradirà i suoi assist.
    Quindi, gran colpo Maurito ma anche gran colpo Poli, entrambi giovani e promettenti.

  5. Caro GLR…

    il mercato estivo di quest’anno mi pare migliore di quello della passata stagione. A fianco di giocatori ancora “oggetti misteriosi”, Forlan e Zarate potranno invece tornare molto utili. Sempre aspettando Coutinho e il risveglio di Milito…
    Eto’o è il più forte attaccante centrale al mondo ma se l’idea era di non utilizzarlo dove è letale, tanto è valso cederlo. Se proprio qualcuno doveva essere, meglio lui che Snejider. Il problema è però sempre il solito… L’allenatore ancora non ha trovato il bandolo e la difesa è in balia degli eventi: per ora (e l’hai scritto pure tu un paio di edit fa) l’Inter è davvero in sciopero di gioco!
    Ricordo però il Napoli del primo scudetto (1987): a inizio stagione vinceva se Maradona era in giornata, altrimenti era una squadra come tante, con alti e bassi. Poi, a campionato in corso arrivò Francesco Romano (non Zico…): l’uomo giusto al posto giusto, pur non essendo un top player. E il Napoli divenne un meccanismo perfetto, imbattibile o quasi.
    Speriamo che tra i vari acquisti sbuchi il Romano di turno, e se Gasperini riuscira a far giocare l’Inter come il suo Genoa dei bei tempi ci divertiremo. Altrimenti saranno dolori (credo che ne convenga pure tu), e se il gioco latiterà ancora a lungo… beh, con la scarsa pazienza che sembra avere Moratti di questi tempi, forse non dovremo parlare più di panettone ma di castagne!
    Ciao, Roberto

  6. Paolo Sabiu // 31 agosto 2011 a 18:46 // Rispondi

    Dal momento che il centrocampo andava assolutamente rinforzato, se fosse arrivato Kucka già nella sessione di mercato appena conclusa, mi sarei sentito di dare un 6,5 come voto alla dirigenza nerazzurra. Ceduto Mariga, a questo punto si spera nell’esplosione di Obi e in un recupero di Muntari, un incontrista le cui doti fanno sempre comodo in un campionato come quello nostrano. Le fasce restano un’incognita (Nagatomo saprà confermare le buone cose evidenziate l’anno scorso? Maicon tornerà ad essere determinante sulla destra?), come un’incognita rimangono la condizioine di Samuel in difesa, quelle di Cambiasso e Stankovic a centrocampo e l’atteggiamento di Zarate con il resto della squadra, dato che le qualità tecniche dell’ormai ex laziale le abbiamo già apprezzate. Dovremo aspettare pazientemente il giovane Alvarez e cercare di favorire il suo ambientamento in Italia.
    La cessione definitiva di Santon pareva ormai doverosa; quella in prestito di Pandev era forse più una speranza dei tifosi.
    Sono contento che non sia arrivato Palacio e che, almeno per ora, sia rimasto Viviano (potrebbe rivelarsi utile quando rientrerà dall’infortunio). Ovviamente non posso gioire della vendita di Eto’o, ma la mia speranza è che Milito ritorni ad essere implacabile davanti alla porta.
    Sneijder? Che sia rimasto dovrebbe essere un aspetto positivo… ma era quello lui che desiderava veramente? Avere in rosa un giocatore scontento, per quanto tecnicamente forte, sarebbe solo dannoso.
    Ora la palla passa a Gasperini, il quale dovrà saper trovare la famosa ‘amalgama’ alla squadra, che non vedo così inferiore ai cugini. Come si è capito dalla partenza di Mou, l’allenatore deve essere soprattutto un bravo psicologo e CURARE SAPIENTEMENTE LA FASE DIFENSIVA.
    Insomma, attualmente la situazione della nostra Inter è piena di punti di domanda. Diamo fiducia al Gasp, potrebbe regalarci qualche gioia inaspettata (spero)!
    Saluti nerazzurri!
    Paolo

  7. THEMADBLACK // 31 agosto 2011 a 19:34 // Rispondi

    Sono stufo di sentire questi pseudo tifosi interisti che dicono di essere delusi da chi,come il nostro Presidente, per anni ha sostenuto questa squadra nei momenti più neri.
    Questo vuole essere uno sfogo nei confronti di chi vuole salire sul carro dei vincitori solo nei momenti di gloria….imparate dalle tifoserie inglesi che nel bene e nel male supportano la propia squadra.
    Saluti

  8. Da quello che sento in giro sembrerà una bestemmia ma per me l’Inter non è peggiorata rispetto l’anno scorso ma anzi… È vero nessuno dei nuovi vale Eto’o ma credo che forlan e zarate siano meglio di Eto’o e Pandev senza contare che rispetto allo scorso giugno sono a disposizione anche Pazzini, (si spera un rinato) Milito e vari giovani sicuramente meglio di Biabiany. In difesa e a centrocampo considerando anche gennaio ci sono Ranocchia, Poli, Nagatomo, Jonathan, Alvarez, e Kucka in caso di necessità. Così i non più freschissimi titolari non dovranno giocare forzatamente mezzi zoppi e mezzi rotti e saranno al meglio per le partite chiave della stagione. Oltre tutto Gasperini non è uno sprovveduto, non fa dell’amore il proprio dogma calcistico e forse saprà dare all’Inter quel gioco che tanto è mancato l’anno scorso

  9. Ora che a bocce ferme conosciamo finalmente la composizione del parco giocatori, vorrei invitare i tifosi a manifestare con entusiamo la loro curiosità nel vedere all’opera la nuova squadra, criticando costruttivamente quando serve, senza lanciare pretestuose bordate velenose. L’Inter 2011/12 é questa. Non sarà certamente paragonabile al Barcellona, ma, se per questo, non lo era neppure due anni fa…

  10. Avrei preferito Kucka subito visto la mancanza di ossigeno li in mezzo, per il resto mi sembra una campagna acquisti interessante soprattutto in prospettiva, certo ci e’ scappato Nocerino ma non si puo’ avere tutto nella vita…..

  11. Sono soddisfatta…anche se avrei tentato di prendere subito kucka o un guarin a centrocampo.anche il presidente sembra contento…un buon mix tra giocatori giovani e di talento e bilancio….solo quest’anno l inter spendera’ 50 milioni di ingaggio lordi in meno…Ora si chiede a gasperini solidita’….Moratti con le sue interviste non vuole secondo me fare il fenomeno….ma chiede giustamente che l allenatore sappia dare solidita’..a partire dalla difesa e centrocampo

  12. ciao GLR,
    come dici giustamente tu, Eto’o è insostituibile, però l’attacco composto da Pazzini, Milito, Forlan e Zarate resta di ottimo livello. A me preoccupa però la difesa, soprattutto se dovessimo giocare a 3, poichè non abbiamo ricambi all’altezza ( Ranocchia non è da Inter).
    Detto questo, sulla carta il milan è la più forte, sempre sulla carta Gasperini non è un allenatore da grande squadra, ma fra un po’ dopo 3 mesi di chiacchiere estenuanti, si comincia finalmente a fare sul serio ( sciopero permettendo), la carta non conterà più niente e la parola passerà al campo, unico giudice supremo…

    • come si fa a dire che ranocchia non e’ da inter?
      a detta di tutti gli addetti ai lavori ranocchia e’ il difensore giovane piu’ forte d’italia ed e’ tra i primi in italia anche tra quelli meno giovani.
      poi questa parola non e’ da inter che significa?
      nemmeno cambiasso quando il real ce lo ha regalato era da inter, maicon era uno sconosciuto, sneijder ci e’ stato quasi regalato dal real, il barcellona ci svendette eto’o, eppure hai visto che e’ successo?
      come fa il difensore della nazionale italiana a non essere da inter?
      ciao e forza inter

      • Ranocchia e’ in nazionale perche’ di meglio in Italia purtroppo non c’e’.
        Onestamente Ranocchia mi ha lasciato piu’ volte perplesso, regala palle all’avversario che dovrebbero essere rinviate con maggior decisione, ha una buona tecnica, ma gigioneggia un po’ troppo, le palle regalate sono proprio dei rinvii non effettuati per fare giocate leziose.
        Quando rinvia, inoltre spesso si impapera.
        Poi, se tanti dicono che e’ il nuovo Nesta, facciano pure, per ora vedo solo un giocatore giovane che ha molto bisogno di crescere.
        Se poi e’ veramente il nuovo Nesta (io preferirei il nuovo Samuel o il nuovo Lucio) lo sapremo presto

  13. Ciao Gianluca, per prima cosa sono molto contento che Zarate sia arrivato all’inter, se giocherà come sa lui lo abbiamo fatto noi il vero colpo dell’estate, e sono contento anche di Poli e Forlan. Adesso tocca a Gasperini ricomporre una squadra vincente, e se lo farà sono certo che andremo molto avanti in tutte le competizioni.

  14. Nell’anno solare 2011, l’Inter ha acquistato 13 giocatori: Ranocchia, Nagatomo, Pazzini, Kargia, Castainos, Alborno, Viviano, Alvarez, Tassi (e vedrete), Jonathan, Poli, Forlan, Zarate (oltre al “gradito” ritorno di Muntari…).
    Ha venduto, prestato e/o dismesso 10 giocatori: Eto’o, Santon, Rivas, Kargia, Materazzi, Suazo, Pandev, Mariga, Biabiany, Alibec.
    Non si vede perché essere perplessi: è la rosa è migliore rispetto (udite udite) agli ultimi 5 anni.
    Una cosa infastidisce: perchè l’allenatore viene chiamato Gasp o Gasperson e Allegri non si riduce ad “all” ?

    • Adesso non esageriamo dall’altra parte: non è la rosa più forte degli ultimi cinque anni. Gasperson lo hanno ribattezzato i tifosi del Genoa in omaggio a Ferguson, mentre Gasp è giornalisticamente efficace. Allegri, quando giocava, ricordo lo si era ribattezzato agonìa, perché era magrissimo
      GLR

  15. io sarò pazzo ma io sono molto soddisfatto del mercato,
    la nuova filosofia dell’ inter, stipendi piu’ bassi, contratti piu’ corti, (prestiti e risca) se dimostri ti teniamo… e la cosa piu’ importante se non sei contento trova una squadra che porta i soldini e la porta è quella

  16. secondo me in Italia ce la giochiamo già l’anno scorso eravamo comunque i più forti, e rivedendo la stagione salta subito all’occhio come fra ottobre e dicembre abbiamo avuto una media da retrocessione, eppure…alla fine se non si sbaglia la formazione del derby, quello scudetto lo portiamo a casa…questo solo per dire che la “superiorità” presunta e sbandierata dei cugini, è solo fumo negli occhi…
    ci siamo indeboliti senza Eto’o? forse……ma alla fine la punta deve far gol, Pazzini sa fare questo lavoro, milito se torna il milito vero, e Forlan non può certo essere un giocatore che viene a prendere la pensione a Milano..
    l’importante è capire con quale schema si giocherà.
    io ero fiducioso prima della Supercoppa, ora lo sono anche di più..
    basta solo che tutti quelli che fino ad oggi hanno criticato, poi non salgano sul carro dei vincitori a maggio…..(alla fine vorrebbe dire che si è vinto..e ben vengano anche i gatti neri ehehe)
    sempre W l’Inter

  17. NINO da Lecco // 1 settembre 2011 a 08:59 // Rispondi

    Tutto sta ora nell’allenatore : sistemate le pedine (adesso ne ha tante a disposizione di buona qualità) per andare a dama = scudetto, europeo ecc..
    e non pensiamo più a Eto’o – i campioni arrivano, giocano e passano
    è successo all’Inter e a tante altre squadre
    Forza NERAZZURRI.

  18. Ciao GLR,
    io sono milanista e quindi può darsi che i miei giudizi risentano in parte del tifo, come del resto quelli di tutti. A mio parere l’inter è sensibilmente peggiorata e l’unica speranza che ha di competere davvero con il Milan in campionato è che Milito torni quello di due anni fa, con un gol ogni due palloni toccati. Mi è sembrato di vedere buoni segnali nelle amichevoli. Altra condizione è che Gasp torni a difendere a 4, ma credo che lo farà presto grazie ai “consigli” di Moratti. Comunque l’Inter è peggiorata. In conclusione una domanda: non provi vergogna per quei giornalisti che, probabilmente anche per obblighi editoriali (bisogna vendere), da qualche anno prendono bellamente in giro i tifosi per tutta estate? Il calcio italiano è in evidente declino e nessun campione in rampa di lancio viene più in Italia da anni, anzi scappano, e invece di sottolineare i problemi c’è gente che passa il tempo a inventarsi di Aguero, Tevez, Schweinsteiger, Robben, Benzema che vengono in italia.

  19. Ciao GLR,
    appoggio le scelte fatte dalla società nel mercato appena concluso, non solo nei i nomi ma anche per una certa lungimiranza che mi pare di intravedere.
    Gradirei solo che il nostro Presidente si esponga maggiormente nelle manifestazioni di fiducia nel nostro tecnico, sincere o meno.
    La recente storia dimostra che all’Inter serve un tecnico che sappia mettere in campo al meglio le scelte fatte dalla società, non uno che richieda pedine adatte alla sua “filosofia”.
    Gasp mi sembra tutto fuorchè uno sprovveduto integralista della tattica a lui cara, e sono molto fiducioso che saprà schierare i ragazzi al meglio.
    Sempre Forza Inter.

  20. …io sono contento così…date le circostanze non si poteva far meglio!
    Rimango un pò perplesso per quanto riguarda la fase difensiva.Vedremo!
    In attacco siamo ok nonostante la partenza di Etò.

  21. Ciao glr
    Il passaggio sul mercato dei cugini mi ha fatto sbellicare, bravo! Ti lascio immaginare la faccia del mio amico rossonero all’aperitivo, quando l’ho aggiornato sull’ultimo “colpo” di mercato del geometra Galliani. Da persona obbiettiva qual’e’ si e’ abbastanza incazzato…di favole ne hanno raccontate fin troppe!
    Capitolo Inter: poli mi e’ sempre piaciuto e fin da quando la Samp e’ ufficialmente retrocessa mi stupivo di come nessuno in serieA lo prendesse. Ci ha pensato branca: ottimo! Poi che non sia gerrard o xavi siamo tutti d’accordo, ma nessuno sano di mente si aspettava la fila di fenomeni a palazzo saras.
    Zarate lo preferisco di gran lunga a palacio, e’ un 87, veloce, tecnico e segna.
    Forlan a mio parere e’ un po’ vecchiotto ma e’ sempre meglio di nulla e non dimentico che chi puntava Giuseppe rossi e aguero si e’ ritrovato giaccherini e vidal!
    A me l’11 titolare non mi pare tanto male, non vinceremo la Champions ma in Italia ci siamo!
    Forza Inter!

  22. Ovviamente, l’Inter nel mercato ha fatto quel che ha potuto e, come ben sappiamo, le possibilità economiche, oggi, sono pochine, complice la grave crisi economica mondiale che colpisce l’Italia in particolar modo. Ritengo, comunque, abbia fatto una campagna acquisti non all’altezza. L’ingaggio di Gasperini mi lha lasciato, fin dall’inizio, freddino, in quanto non lo ritengo un mister da Inter. Aver preso Forlan, ottimo giocatore un po’ attempato, dimostra che in attacco si è indebolita. Da tempi non sospetti ho pronosticato una squadra da 5°-6° posto, comunque in grado di comptere per andare in Europa League.

  23. Ciao Gianluca,
    Io sono abbastanza soddisfatto del mercato della ns inter adesso è tutto nelle mani del GASP speriamo che faccia quadrare tutto al più presto e poi mi rivolgo ai tifosi interisti…diamogli un pò di tempo a Natale ne riparliamo.
    Spero di vedere giocare con continuità Obi e Faraoni mi hanno impressionato positivamente in questo precampionato.
    Angelo

  24. Ciao Gianluca,
    secondo me, Forlan è un Top Player… quindi in Italia.. l’unica squadra ad aver portato un Top Player è L’inter…
    Ricordiamo miglior giocatore dell’ultimo mondiale e vincitore dell’ultima coppa america…
    Tevez x quali vittorie lo ricordiamo? Sanchez è un Top Player?
    A livello Internzionale Forlan ha vinto molto più di Ibra… considerato Top Player…
    Forlan ha solo 2 anni in più di Ibra…

  25. Claudioeffedeejay // 1 settembre 2011 a 13:54 // Rispondi

    Caro GLR, magari mi sbaglio, ma a me l’Inter 2011/2012 piace. Partiti Eto’o e Pandev sono arrivati Forlan e Zarate senza dimenticare Poli, giovane innesto a centrocampo. Poi essendo il calcio uno sport di squadra le variabili che portano alla vittoria sono talmente tante che la certezza a prescindere forse ce l’ha solo il Barcellona. Quando si comincerà a giocare per i 3 punti capiremo fino a che punto la società è convinta del proprio allenatore, anche se a giudicare dalle prime schermaglie verbali penso che ne vedremo delle belle. L’educazione e la pacatezza del tecnico di Grugliasco non lo salveranno dalla graticola se dovessero arrivare delle sconfitte.

  26. Ciao GLR, alla fine sono arrivati Forlan, Zarate, Pioli, Alvarez, Jonathan. Insomma secondo me niente male!! Abbiamo perso praticamente il solo Eto’o, visto che Santon, Rivas, Karhjia, Materazzi, Suazo, Pandev e Mariga sono state comparse se non fantasmi l’anno scorso.
    L’unica preoccupazione è per Gasp che dovrà essere bravo e flessibile per far rendere al meglio tutta la rosa. Gli interrogativi più intriganti secondo me sono:
    1. La posizione di Snejider
    2. La staffetta Milito/Pazzini
    3. La sicurezza di Ranocchia (vorrei fosse più Samuel e meno Fresi…)
    4. I nostri vecchietti a centrocampo e i giovani che possono dar loro fiato (Poli, Alvarez, Obi)

  27. io penso che la societa’ avrebbe dovuto focalizzare di piu’ l’attenzione su centrocampisti incursori o comunque con facilita’ di corsa ed inserimento. Ci troviamo ad avere invece centrocampisti statici che chiedono la palla sul piede quindi con una circolazione lenta della palla. Ho seguito altresi’ tutte le partite del precampionato con un occhio di riguardo per Alvarez, le posizioni di campo da lui occupate ed i movimenti che faceva. Ovviamente e’ un parere del tutto personale, ma a mio avviso il giocatore non vale i milioni spesi in quanto non ha tenuta atletica considerando che arrivava dal campionato argentino in pieno svolgimento, non ha sprint ove lo si veda quando tenta un affondo che non riesce mai a finalizzare in quanto sopravanzato dagli avversari e non mi pare abbia una personalita’ spiccata. Da tutto questo io penso che scaldera’ molto la panchina, ma appunto resta il fatto che in periodi di vacche magre come questi avrei orientato la mia attenzione su altre figure di giocatore, magari lo stesso Nocerino arrivato al Milan per un milione (????!!!!!). Ma per favore non scherziamo o meglio non facciano trasparire assurdita’ del genere. Proprio Zamparini che paga mediamente tre allenatori a stagione glielo girava a 0,5 mil + un ragazzo della primavera di cui non si conosce proprio chi sia…mah…. misteri della comunicazione rossonera !
    Roberto

  28. Così a naso sarebbe l’inter perfetta per Leonardo, con 2 mastini a scelta davanti alla difesa e là davanti (ma nemmeno troppo…con la dinamite che hanno schnejder forlan zarate e deky nei piedi prevedo una caterva di gol dai 30 metri!) anarchia totale con i nuovi acquisti che tutto sono tranne che attaccanti di fascia con i piedi gravidi di cross per il capoccione del pazzo ma talentuose seconde punte destinate a schiacciarsi i piedi.
    Giorni fa Ti avevo scritto di conigli tirati su dal cilindro e ho l’impressione che il Maurito sia una bella scommessa di quelle…il degno sostituto di Super Mario destinato agli ultimi 30 minuti per soverchiare partite “messe male” ruolo nel quale il Balo è stato maestro e forte come pochi da Altafini in poi.
    Per il resto con i 30 mil di Etò credo che un buon centrocampista si potesse acquistare e saremmo stati a posto, anche perchè l’operazione kucha con il genoa non la capisco visto che avrebbe fatto comodissimo fin da ora.

    • Peccato solo che Leonardo non sia un allenatore e non voglia realmente farlo. Ora va bene tutto, ma pensare pure a Leonardo…Ovvio che Kucka sarebbe servito subito, ma sarebbe anche costato molto di più
      GLR

  29. scusa la divagazione Gianluca ma tra tutte ne ho letta una bellissima, spero ci sia spazio per una risata….
    Marotta: “con il nostro mercato gettiamo le basi per un nuovo ciclo”….
    …ma quale ciclo? la vecchia signora ormai è in menopausa…
    ciao
    Stefano

  30. Caro Gianluca,sono contento del mercato,ho ancora il cuore che piange per il centravanti più forte del mondo,ma penso che con Forlan e Zarate ce la possiamo giocare,soprattutto perchè al Milan molti giocatori devo confermarsi dopo un’annata a mio avviso fin troppo di grazia.Però una cosa non capisco:al di là dei vari nomi impossibili,a centrocampo escluso Poli nn si è fatto nulla,questo proprio non me lo spiego,dici che andiamo bene comunque?Per me uno anche di medio livello doveva essere preso…Speriamo che Stankovi e Cambiasso tornino ai loro livelli!
    Con stima, Andrea.

  31. ricordo che l’anno scorso abbiamo giocato tutto il girone di andata con coutinho e biabyani e l’immenso eto’ò. quest’anno partiamo con forlan (un grande,altrochè), milito, zarate, pazzini, oltre al giovane castaignos, direi che stiamo decisamente meglio.
    se poi wes non ha infortuni strani, siamo più forti dello scorso anno, dove eto’ò ha fatto meraviglie, ma da solo. se poi qualcuno si aspettava robben e tevez cambi sponda e tifi milan.
    da quelle parti la propaganda è sempre in tiro, poi certo,arriva nocerino al posto di kakà.
    saluti

  32. Con l’arrivo di Jonathan, Alvarez, Poli e il passaggio in prima squadra di Obi e Faraoni direi che il centrocampo è molto dotato e vario, così come l’attacco con Forlan, Zarate e Castaignos che si aggiungono agli ottimi Milito e Pazzini, con Coutinho come jolly.
    Ma… sia chiaro, è solo un dubbio, non una critica al mercato: non sono un pò pochini i difensori? A parte Ranocchia, Lucio e Samuel (probabili titolari), restano solo l’anziano Corboba e lo scostante e fragile Chivu… dando per scontato che l’utilizzo di Zanetti avverrebbe solo in extremis.

  33. stefano bergamo // 1 settembre 2011 a 17:21 // Rispondi

    ciao gianluca io son abbastanza soddisfatto del mercato…e secondo me saremo campioni per la 19ma volta…e lo dico ora…
    forza inter sempre.

  34. Con il doppio cambio di punte , Eto’o e Pandev per Forlan e Zarate , l’ Inter risparmierà non meno di 13 milioni annui sul monte ingaggi dei giocatori. Questo è un dato importantissimo , molto di più dei soldi incassati dalla società per la cessione dello stesso Eto’o. Abbiamo anche sbolognato due ingaggi pesantini come quelli di Suazo e Materazzi.
    Dal punto di vista tecnico sono arcicontento dell’ arrivo di Zarate , mille volte meglio di Palacio. Dobbiamo sperare che il trio castaignos alvarez e johnatan si rivelino giocatori da inter , per il momento lasciano perplessi. Secondo me il grande acquistone si rivelerà Faraoni , 20enne con una personalità già spiccata.

    Ciao

  35. Castaignos per me può diventare un giocatore vero, è uno che a 17 anni e mezzo ha segnato senza giocare tanto 15 gol nel campionato olandese non esattamente il migliore d’Europa ma a quell’età è notevole. Il mercato mi soddisfa abbastanza, se migliorerà la fase difensiva siamo da scudetto

  36. La squadra non mi pare malaccio, anzi… secondo me possiamo lottare per i vertici. Molti tifosi dell’Inter si lamentano della partenza di Eto’o, dicono che Forlan non è ai livelli di Eto’o, che l’Inter esce indebolita da questo mercato.
    Certo Eto’o ha segnato 37 reti, è fortissimo: ma l’anno scorso nei due derby dov’era Eto’o? Contro la Juve? Contro l’Udinese? Contro lo Schalke 04? In Supercoppa lo scorso 5 Agosto? Con questo non voglio dire che Eto’o è scarso, ci mancherebbe: dico solo che contro le big lo scorso anno Eto’o ha latitato.
    Io credo che Forlan darà del filo da torcere a molte difese avversarie quest’anno. E Zarate potrebbe fare il salto di qualità. Sono complessivamente soddisfatto di questo mercato e dò fiducia a Gasperini.
    Forza Inter! e un grande in bocca al lupo a Gasperson!!!!
    Ciao GLR!
    Fabrizio

  37. Guido Zagabria // 2 settembre 2011 a 07:14 // Rispondi

    Ritengo che l’Inter quest’anno non sfigurerà, almeno in Italia. Dopo tutto, i “cugini” hanno pareggiato con una squadra, il Malmoe, che tre giorni dopo ha preso quattro (4) pappine dalla Dinamo Zagabria, non dal Barcellona, e che dalla squadra croata è stata eliminata. Come (quasi) sempre, il campo deciderà. Ma non sarei così pessimista. Cari saluti da Zagabria

  38. Ciao Gianluca: solo un voto, 10/10, allo stipendiometro di Eto’o…
    Chissà che qualcuno nom capisca di cosa si sta parlando… (mi riferisco, nella media, a quelli che, citandoti, “bastavano Bale e Robben”…).
    Ciao e grazie,
    G.

  39. Io in linea di massima sono soddisfatta della campagna acquisti e, fatta salva la dolorosissima cessione del Re Leone, delle cessioni (anche se, ma non per motivi tecnici, avrei provato a vendere Thiago Motta). Quello che però ci manca è un centrocampista TITOLARE (scusate il maiuscolo), perchè, con tutto il rispetto per i nostri giovani di quel settore, penso che il loro inserimento nella rosa titolare venga fatto con gradualità.
    Speriamo che a Gennaio s’intervenga con decisione.
    Comunque vada, forza Inter!
    Lisa

  40. Io sono soddistatto una cessione importante credo fosse inevitabile e fra Eto’o e Snejder mi tengo il secondo, l’ anno del triplete Eto’o si è fatto apprezzare di più per il lavoro di copertura che per i 16 gol e lo stesso tipo di lavoro lo si può chiedere a Forlan mentre a Zarate gli si può chiedere qualcosa in più di Pandev.
    Contento perchè comincio a vedere i primi frutti di un vivaio che secondo me ci può regalare delle soddisfazioni, Obi e Faraoni mi sono piaciuti l’ importante è dargli fiducia.
    Alla società però chiederei un pò più di comunicazione nel momento in cui anche il giardiniere di Appiano se ne doveva andare un comunicato sarebbe stato gradito, anche se preferisco il silenzio ai beceri milanisti che annunciano Fabregas,Swainsteiger,Balotelli,Kaka e Maradona per poi chiudere con Nocerino.
    Ciao e forza Inter

  41. Io ho solo una domanda.
    Premesso che tra gli allenatori disponibili (Gasperini e Delio Rossi) c’era una sostanziale parità di livello e di carriere. Mi chiedo perchè? (perchè? perchè? perchè? – tanto per citare il grande Mou) tra i due scegliere quello che storicamente (da quando allena le giovanili) ha sempre giocato nell’unico modo in cui l’inter degli ultimi anni non ha mai giocato? Una squadra costruita (alla grande, secondo me) per giocare col rombo (non tutti hanno terzini come Maicon e Nagatomo, trequartisti come Wes e specialisti del centrocampo a tre come Cambiasso, Stankovic e Motta) è stata affidata con una scelta quanto meno “creativa” a un uomo che crede ciecamente nel 3-4-3. Perchè?
    Aggiungo che coloro che sperano che Gasperini cambi le sue idee, si augurano che l’allenatore della propria squadra del cuore rinneghi tutto il suo passato (per il quale si presume sia stato scelto). Mourinho le cambiò, dimostrandosi un uomo intelligente, ma nella sua carriera aveva dimostrato di saper fare più moduli. Gasperini no (a parte un 4-3-3 di necessità abbozzato quattro mesi a Genova).

    • Domanda pertinente, ma un po’ datata: sull’allenatore abbiamo discusso per un mese intero, a giugno. Ormai l’allenatore è questo, ma non è vero che sia così rigido. Prima di Genoa i moduli li cambiava spesso, anche nel corso della stessa partita. Ora vedremo fino a che punto arriva il suo integralismo
      GLR

  42. E’ morto il Re, viva il re!! E adesso si ricomincia,con affetto e gratitudine a Samuel,ma
    oggi l’Inter è una squadra diversa con le idee di Gasp che ci auguriamo tutte vincenti.
    Ora voglio vivere questa stagione giorno per giorno fino a Maggio e solo alla fine tirare somme e bilanci.
    Moratti ha dimostrato ancora passione infinita, Branca ed Ausilio hanno recepito i messaggi. Per vincere ci vogliono i
    campioni, i grandi condottieri ma poi è tutta la truppa che conta.
    tanti nemici molto onore.
    Gianni

  43. Carissimo Gian Luca,
    da quel che è emerso dalla vicenda Sneijder si è capito che, fosse arrivata un’offerta vera e sostanziosa, l’Inter si sarebbe liberata volentieri anche dell’olandese. A questo punto mi sorge un dubbio: discorso fair play finanziario (che entrerà in vigore solo fra qualche anno) a parte, tutta questa fretta da parte di Moratti di liberarsi quanto prima degli ingaggi più gravosi, potrebbe essere dovuta al fatto che già dall’anno prossimo farebbe il grande passo, cioè di passare la mano ad Angelomario le redini della società, volendogli lasciare quest’ultima con un bilancio sano? La scelta di Gasperini come ‘coach’, che piaceva tanto proprio al figlio del presidente, rafforzerebbe la mia personalissima convinzione…
    Saluti nerazzurri!
    Paolo

    • Non è uno scenario impossibile, anche se magari non proprio a giugno. Ma, alla fine, i soldi continuerà a tirarli fuori papà Massimo
      GLR

  44. Considerando che fino a metà agosto per la maggior parte dei tifosi il nostro mercato era la versione bis di quello della stagione passata, è stato un buon mercato.
    Presi dei giovani che possono far bene se usati con cura e pazienza, vedi John, Poli e Ricky, un discreto giocatore che può fare un ottimo salto di qualità (Zarate) e una seconda punta che se in forma ed in vena può far salire di 15-20 gol il suo bottino stagionale.
    Francamente ho sognato fino all’ultimo De Rossi e qualcosa mi dice che arriverà, prima o poi, fatto sta che a mio avviso la rosa è vincente quindi va ringiovanita e chissenefrega se i soliti beceri sono rimasti delusi per il mancato arrivo di Tevez & C., tanto quelli vanno e vengono.
    Saluti.

  45. Voglio spezzare una lancia a favore di Marco Branca: in un mercato dettato da Moratti (giustamente) al massimo risparmio, ha saputo cedere il giocatore più oneroso della rosa ad una cifra per un trentenne accettabile, oltre a Santon e con quel ricavo ha portato a casa oltre a Forlan, dei giovani che negli ultimi due anni hanno dimostrato delle qualità interessanti (Zarate, Poli, Alvarez) ma SOPRATTUTTO (e sbagliamo a non ricordarlo) nelle ultime stagioni ha portato dei giovani (Benedetti, Faraoni, Coutinho…e sicuramente me ne dimentico altri) che sono costati poco e che sì è vero sono delle scommesse ma non dimentichiamo che IL FUTURO DELLE SOCIETA’ ITALIANE deve avere un settore giovanile di primissimo livello per sfruttare le qualità dei nuovi talenti e purtroppo anche per fare cassa.
    un saluto neroazzurro

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili