Le soffiate dell’Ambrogio-1

Il pensionato Ambrogio Spiffero, classe 1925, lo avete già conosciuto come memoria storica del Betfair Bar Sport per una intera stagione. Adesso, abbandonato polemicamente il bar a causa dei ripetuti litigi con gli altri avventori, da lui considerati troppo ignoranti per parlare di calcio, l’Ambrogio ha deciso di offrire agli amici di Betfair la sua incredibile esperienza nelle cose di pallone. Soprannominato ‘Sentenza’ per l’innegabile efficacia delle sue affermazioni, l’Ambrogio più che un tifoso è da sempre un amante del bel calcio e ha  un incredibile fiuto nelle premonizioni sui risultati delle partite. Ad ogni vigilia, non perdetevi le sue soffiate, una guida irrinunciabile per ogni scommettitore!

Cari amici della Betfair, il vostro Ambrogio comincia questa collaborazione colla Serie A che finalmente ricomincia. Che barba quando ci sono le soste, perché della Nazionale non frega niente a nessuno fino a quando non ci sono Mondiali o Europei: io li ho visti tutti fin dal 1930, ma ve ne parlerò un’altra volta, sennò i giovani mi rimproverano perché parlo subito delle Guerre Puniche.

Per questo fine-settimana ecco tre dritte di quelle da non perdere. E guardate che io ci prendo sempre. E se non ci prendo, mica è colpa mia, ma delle squadre che, come i cavalli nelle corse, a volte non fanno il loro dovere.
In ordine di classifica, mi sbilancio su Juve-Palermo, Fiorentina-Milan e Inter-Cagliari.

Juve-Palermo. Vince la Juve.
Il presidente della Juve Agnelli in questo periodo ha pensato più ai tribunali che al campo e dopo che Moggi ha preso più di Ali Ağca ci mancava solo che diceva di non averlo mai conosciuto. Secondo me gli ha pure cambiato la targhetta del vecchio ufficio da L.Moggi a L.Goggi, come la cantante Loretta.
Agnelli ogni volta che fa un esposto o un ricorso si becca una pernacchia, come il sottoscritto quando va a domandare a chi di dovere sulla pensione! Ora torni a concentrarsi sul campo dove i suoi corrono come lippe. Coi panormiti è meno facile di quello che sembra ma un bel 2-1 lo porta a casa di sicuro.

Fiorentina-Milan. Vince la Fiorentina.
Avete letto bene. Confermo di essermi bevuto i miei soliti Aperol corretti grappa, ma non il cervello. Per tutti il Milan è sempre il favorito per lo scudetto, ma proprio per questo io vi dico che la Fiorentina sarà la sorpresa della giornata, anche perché ha cambiato allenatore e quando si cambia il manico, da che mondo è mondo, c’è sempre una bella scossa e stavolta la scossa la prende tutta il Milan. E’ vero che c’è sempre l’Ibra ma adesso che si è messo a scrivere rischia di non esserci con la testa.

Inter Cagliari. Vince l’Inter.
Stavolta quei cadaveri dell’Inter vincono di sicuro, perché c’hanno avuto parecchio tempo per rifiatare e noi anziani, quando siamo ben riposati, la nostra la diciamo sempre! Tra una briscola e una partita di bocce il Zanetti e il Cambiasso si saranno rinfrancati di sicuro! L’Inter c’ha 7 partite in 32 giorni, ma almeno le prime le faranno bene, anche perché c’hanno una classifica che fa ridere. Più facile che tirino le cuoia una volta per tutte a dicembre, quando a furia di giocare ogni tre giorni saranno più quelli in infermeria che in campo. Stavolta però vincono almeno 2 a 0.

Qui alla Betfair mi dicono che, se c’avete domande particolari, potete anche scrivermi via eternit (internet, ndr). Mi dicono di dirvi che il mio indirizzo è ambrogiobetfair@gianlucarossi.it
Dalla prossima volta risponderò anche a qualche pisquano, mettendomi a disposizione come enciclopedia del calcio. A gratis! Saluti!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili