Il solito fondoschiena dell’Inter-103

Οι διάλογοι ovvero Racconti da tifosi da Bar – venerdì 18 marzo 2011

Dopo il giovedì di festa per i 150 anni dell’Unità d’Italia, al bar si erano dati tutti appuntamento dopo mezzogiorno per commentare il sorteggio di Champions League dell’Inter. Ad annunciare gli accoppiamenti è il barman Pinuccio, rimasto attaccato alla radio.
Inter fortunatissima, che ha pescato l’avversario più morbido, lo Schalke 04. “Il solito fondoschiena dell’Inter – impreca il carrozziere juventino Ignazio – speravo che si prendevano il Barcellona e se ne andavano a casa ‘sti maledetti !” Lo studente fuori-corso Boris, suo collega di tifo, spiega q tutti gli altri dettagli: “L’Inter lo Schalke se lo mangia già all’andata a San Siro – prevede – e poi è pure finita nella parte più facile del tabellone per la semifinale, con le squadre inglesi Chelsea e Manchester!”
La notizia fa quasi stramazzare al suolo un altro feroce anti-interista, il parrucchiere juventino Tonino: “Questo vuol dire che Barcellona o Real se lo trovano solo in finale  – si agita – mi sa che ci tocca un altro anno terribile!”

Abbattuto anche l’ortolano milanista Gaetano: “C’hanno un culo che fa schifo – commenta col solito garbo –poi se la finale è col Real tanto vale che Mourinho e Leonardo si mettono sulla stessa panchina! Noi vediamo di vincere in fretta il campionato perché se l’Inter vince tutto anche quest’anno io non credo di farcela!”
Prova a risollevare il morale degli anti-interisti il tassista milanista Gianni: “Niente panico, ragazzi – reagisce – in campionato non ci prenderanno mai e poi voglio proprio vedere se c’arrivano alla finale di Champions League! I tedeschi li fanno fuori ma poi voglio vederli con gli inglesi!”
Il postino milanista Donato mette però un altro bel peso sul morale del gruppo anti-Inter : “I tedeschi in campionato stanno a metà classifica – ricorda – e hanno pure cacciato l’allenatore, senza contare che il nostro ex Huntelaar è infortunato. Possono pure giocarsi il derby al massimo, senza preoccuparsi della Champions tre giorni dopo! Se domani non vinciamo col Palermo, per noi la vedo male in campionato, altro che storie!”

E gli interisti? Si divertono un mondo ad ascoltare i patemi dei rivali. Il concessionario Walter è il ritratto della felicità: “Calmi che adesso vine il meglio – ride di gusto – perché se va come penso il Barcellona in una finale secca è tutt’altro che imbattibile! E vi annuncio già da ora il sorpasso nel derby, cugini della malora!”
E mentre il pensionato Artemio ammonisce tutti ricordando che anche negli anni ’60 l’Inter aveva vinto due Coppe dei Campioni di fila, l’elettricista Kevin, tecnico manutentore del videopoker, persevera nel terrorismo psicologico sui rivali: “Inter in rimonta in campionato e con la strada spianata in Champions – enumera – domani a Palermo il Milan non vince e noi battiamo il Lecce. Poi nel derby a noi ci rientra Milito, mentre voi l’Ibra ormai ve lo siete giocato! A voler essere generosi potremmo lasciare a voi milanisti la Coppa Italia, ma meglio prenderci pure quella! Poi l’anno prossimo vi arriva quel pazzo del Balotelli che ha appena preso a calci uno in Inghilterra e vedrete lo spogliatoio vi scoppia come uno scaldabagno!”
A frenare i bollenti spiriti provvede però l’anzianissimo pensionato Ambrogio, memoria storica del Bar Sport: “Date tutti per vinte partite ancora da giocare – ammonisce – guardate che il calcio giocato è diverso da quello parlato” (103-continua, purtroppo…)

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili