Il campionato smentisce i soloni

Ogni volta spunta qualche solone che non vede l’ora di chiudere il campionato anzitempo. Al primo pareggio dell’Inter in rincorsa, anche dopo 11 vittorie in 13 partite, c’è sempre il fenomeno di turno pronto a urlare ‘via Moratti, via Leonardo’, senza capire quanto sarebbe utile per il genere umano calcistico che sparisse lui! In questi casi, la mia soddisfazione più grande è metterlo metaforicamente nel cestino virtuale della posta eliminata! Il campionato, piaccia o non piaccia, resta apertissimo e magari lo sarà fino alle ultime giornate, anche per il Napoli. Non potrebbe essere altrimenti quando l’Inter pareggia in trasferta con la penultima e il Milan fa pure peggio raccogliendo lo stesso risultato con l’ultima in classifica e per di più in casa. Ho provato a fidarmi di chi pontificava che al derby le milanesi sarebbero arrivate divise da 7 punti, ma nell’ultimo editoriale ammonivo a guardare alla statistica anche per il Milan, non solo per l’Inter. I più ridicoli sono poi quelli che, dopo essersi lamentati per il pareggio dell’Inter a Brescia, ora si lamentano per l’occasione persa per il pareggio del Milan col Bari, senza capire che il fascino imponderabile del calcio è proprio questo, con buona pace degli allenatori in poltrona, i teorici di canottiera, frittatona di cipolle e rutto libero, resi immortali da Paolo Villaggio nel suo Fantozzi.
L’unica certezza è che la squadra che ha già vinto le partite prima di giocarle non esiste e certo non può aspirare a esserlo il Milan di questi tempi. Sicuri poi che lo scudetto si assegni davvero nel derby quando poi ci saranno ancora sette partite? Meglio vivere alla giornata, possibilmente ignorando maghi, indovini, imbonitori e ciarlatani. Al momento non si capisce nemmeno chi stia meglio tra le milanesi. L’Inter domani va a Monaco decisa a rimanere l’unica italiana in Europa. Qualificarsi sarebbe bello, ma forse letale per il campionato dal punto di vista delle energie psico-fisiche. D’altronde, l’unica squadra italiana che ha fatto il Triplete non intende rinunciare al palcoscenico europeo, quello che il Milan ha perso malamente, fingendo pure che di non tenerci poi tanto!
Eppure ieri sera il Milan ha celebrato soprattutto i trionfi in Europa alla festa dei 25 anni di Berlusconi, guastata prima dall’eliminazione dall’Europa e poi dall’occasione persa di allungare in campionato. Ha fatto ridere a crepapelle l’ultima barzelletta del festeggiatissimo patron rossonero, secondo cui il Milan col Bari non ha vinto per colpa dell’arbitro. Ma il Milan non parla mai di arbitri, Galliani docet!
E come non bastasse, a Ibrahimovic, l’anti-Champions per definizione, è scattata l’ignoranza e si è beccato un inatteso cartellino rosso diretto e tre giornate di squalifica. Comunque sia, il campionato resta apertissimo, col Milan favorito per il fatto di essere davanti, ma con Inter e Napoli in corsa. So quanto sia banale il concetto, ma la verità è questa, non è certo quella propagandata ad arte da certi soloni. A proposito, al momento ho il cestino ancora vuoto!

22 Commenti su Il campionato smentisce i soloni

  1. Ciao Gian Luca,
    hai come sempre centrato il punto, ottimo commento.
    Mi chiedo se la squalifica di Ibra non possa alla fine giovare al Livornese ed al gioco del Milan…vedremo
    Un saluto. Diego

    • Beh, certo. Prima il problema era Ibra, ora non dovesse esserci è quasi meglio per il Milan. Non ce l’ho con te, sia chiaro, ma siete davvero incorreggibili!
      GLR

  2. Franco Interista // 14 marzo 2011 a 13:19 // Rispondi

    Caro GianLuca, in occasione della festa per il 25° della presidenza di Berlusconi, l’impareggiabile geometra Galliani ha detto che il Milan è la storia del calcio-semplicemente si è scordato, forse in preda all’euforia per il pareggio interno col Bari…, di ricordare Inter,Juventus,Real Madrid, Barcellona, Manchester Utd, ecc.ecc.- è chiaro che il mio è un commento ironico,però il nostro egregio Adriano vive questa sindorme di squadra più titolata al mondo in modo un tantinello ossessivo.Ciao a tutti Franco Interista.

    • A parte che da quando nel 2008 il Boca Junior ha vinto la Recopa il numero di titoli è lo stesso, ma credo sia giusto che nella festa del Milan, celebrino quel che gli pare. Come fa l’Inter nelle sue feste. C’è sempre l’abitudine di ficcare il naso negli affari altrui: fanno bene i tifosi, ma non dovrebbero farlo i dirigenti. A meno che non siano affari comuni, come il campionato.
      GLR

  3. dopo aver visto perdere campionati già vinti,a squadre più forti del milan,con margini superiori a 5 punti e in meno partite da giocare,penso si possa tranquillamente dire,come ho sempre detto,NULLA E’ IMPOSSIBILE.
    comunque,vada come vada,la squadra che ha tutto da perdere è il milan…..quelli che sono a secco di scudetti da 7 anni,quelli che hanno comprato 10 giocatori tutti in ottica vittoria del campionato (vedi i 5 acquisti a gennaio per far fronte agli infortuni,mai visto una cosa simile),quelli che non hanno dovuto fare a meno per mesi e mesi di metà del loro attacco e difesa titolare(milito e samuel),quelli che grazie alla rosa nettamente più lunga e costosa della serie A non hanno dovuto far giocare per un paio di mesi a turno 5 primavera più coutinho e biabiany,quelli che non hanno avuto problemi con l’allenatore,quelli che dopo aver parlato di arbitri comunisti hanno avuto qualche episodio dubbio a sfavore dopo 7 mesi ecc…se,nonostante tutto ciò,succede quel che tutti noi speriamo,beh…

  4. Paolo Sabiu // 14 marzo 2011 a 14:15 // Rispondi

    Ciao a tutti,
    vorrei riportare alla memoria degli amici nerazzurri cosa successe nel campionato 1999-2000, sperando che sia di buon auspicio: a sette gare dal termine, la Juve aveva ben 9 punti di vantaggio sulla Lazio. I laziali rosicchiarono gradualmente qualche punto ai bianconeri, fino a vincere lo scontro diretto a Torino 1-0 (gol di Simeone) e riportarsi a -1. All’ultima giornata la Lazio superò in classifica la Juve e vinse il campionato…
    Morale della storia: possiamo farcela!
    Paolo

  5. bob zaguri // 14 marzo 2011 a 15:36 // Rispondi

    E’ nella logica del goico, gli sprechi si pagano, anche se per mero infortunio, quattro palle gol….un colpo di testa suicida…un palo….un rigore regalato e bravamente parato….il tutto in una partita giocata bene, in certi momenti, decisamente bene dall’inter. Probabilmente era scritto che doveva essere una giornata sfavorevole alle Milanesi….Ha vinto il Napoli e il realUdinese……e pure il Bologna…incredibile !!!
    Fossi nelle milanesI… comincerei a preoccuparmi……ha visto mai ??!!!…….

    • Il Napoli fino a ieri era fuori dai giochi: per la serie ad ogni partita tutto può ancora si cambia idea. Il Napoli non è mai stato fuori dalla corsa come non è fuori l’Inter. Con 9 giornate e 27 punti a disposizione niente è impossibile
      GLR

      • Il bello, GLR, è che se non avesse fatto solo 1 punto nelle prime 5 giornate forse sarebbe in testa l’Udinese! Vero che l’ultimo scudetto di una “outsider” risale al 1991 (Samp), ma ora come ora la squadra di Guidolin gioca il miglior calcio, è in una forma strepitosa, segna gol a grappoli e ha gli scontri diretti con Milan e Napoil, dopo aver malmenato l’Inter. Bella favola, e mi piacerebbe il lieto fine… Se non ci fosse di mezzo l’Inter! :-)
        Le 3 giornate a Ibrahimovic mi sembrano giuste. Chivu (sempre malmenando il povero Rossi!) ne rimediò 4 e l’Inter non fece ricorso perché non c’era motivo alcuno per farlo, tanto era evidente la cosa.
        Il Milan invece ha annunciato che il ricorso ci sarà. No comment…
        Ciao, Roberto

        • Ciao Gian Luca, sono molto scontento della partita del Milan (sono milanista) soprattutto per il comportamento di Ibra e riguardo la squalifica non c’è nulla da dire anche se non credo sia uno scandalo che la società faccia ricorso, tanto non ci perde nulla e tentar non nuoce. Credo comunque che al massimo gli toglieranno una giornata ma sono più propenso per il mantenimento delle tre.
          Per quanto riguarda lo scudetto c’è da mangiarsi le mani per non aver allungato sull’Inter fatto sta che il distacco rimane invariato e c’è una partita in meno da giocare, la cosa che mi preoccupa ora è la ripercussione psicologica sui giocatori, si vedrà a Palermo se hanno mollato o se sono ancora carichi.
          Ci tenevo a fare un in bocca al lupo all’Inter per questa sera e spero sia una bella partita.
          Ti saluto ed ancora complimenti per il tuo sito ormai salvato nei preferiti. Ciao
          Francesco

          • Concordo su tutto e mi fa molto piacere avere anche te, come altri non interisti, tra i frequentatori di questo sito, in cui c’è volutamente molta ironia.
            GLR

  6. Ciao gianluca, la partita di venerdi è 1 stata 1 lezione per giocatori e leonardo. Hanno sprecato tanto e accontentarsi dell’1a 0 è 1 male xkè alla fine può arrivare sempre la beffa, leonardo invece ha sbagliato i cambi ma alla fine penso ke sia andata meglio cosi xkè sbagliando si impara. 1 cosa ke mi preoccupa è ke etò è diffidato e nn è ke per ricompensare l’assenza di ibra al derby, domenica lo ammonisco?? dico anche che se leonardo chiudesse la stagione con 0 titoli nn è 1 dramma xkè in primis sta facendo ottimo lavoro e poi xkè metà campionato è partito x colpa di benitez. da adesso se davvero puntiamo allo scudetto nn si può sbagliare più un colpo. Un saluto, sei simpaticissimo e vi seguo sempre!!
    Cristina

  7. ciocci-morello // 14 marzo 2011 a 15:59 // Rispondi

    Le vere insidie varranno dalle piccole e non dalle grandi bollite…(mi tocca autocitarmi per autocompiacermi, vedi mio commento settimana scorsa) roba da matti!
    Grande Gianlu, ” ad Ibra è scattata l’ignoranza…” hai frequentazioni sull’appennino emiliano?
    Certo che sto scudetto pare non lo voglia nessuno, appena si avvicina un match point, se pur virtuale, si fa di tutto per sbagliarlo…dal napoli-milan del potenziale aggancio in poi! Fatto sta ragazzi che se non approfittano dell’annata grigia dell’Inter ma quando lo rivincono milan napoli e…roma?

  8. Ciao Gianluca,
    quindi fammi capire… non ti sono girate le balle neanche un pò per aver buttato via due punti al Rigamonti di Brescia?
    A me sì e, dico di più, la frittatona di cipolle mi è rimasta sullo stomaco tutta la sera.
    Un saluto dal solone Franz.

    • Ormai dopo 23 anni di professione ne ho viste di tutti i colori e sono diventato piuttosto fatalista. Per farmi girare le balle occorre ben altro!
      GLR

  9. Silvio da Torino // 14 marzo 2011 a 17:22 // Rispondi

    Io allo scudetto ci credo eccome. Il Mmmmmilan plurititolato deve ancora andare a Udine, Roma, Palermo (che però deve migliorare) e giocarsi il derby con noi.
    Da parte nostra dobbiamo smetterla di gettare i primi tempi, tornare ad essere la squadra cinica degli ultimi anni e recuperare completamente il Principe Milito che nelle ultime 7/8 giornate ci deve dare una mano veramente decisiva. Non è poco, ma lasciare il tricolore ai cugini mi darebbe veramente fastidio.
    E adesso con il cuore tutti a Monaco. Forza ragazzi ed a presto.

  10. spero sinceramente che l’Inter passi il turno in champion, perchè se lottiamo su tutti i fronti siamo, per assurdo, più competitivi, vedi triplete. galliani voleva toglierci anche il triplete che a sentir lui dovrebbe essere fatto con la supercoppa europea…solo perchè non l’abbiamo vinta. avanti senza calcoli !

  11. dario garavaglia // 15 marzo 2011 a 07:37 // Rispondi

    ciao GLR
    dopo i 2 pareggi nulla è cambiato le speranze sono le stesse anche se dobbiamo sperare non solo sulle nostre forze, ma anche sulle disgrazie altrui. tornando allo scorso anno mi viene in mente la partita persa a Catania con 2 stupidaggini di Muntari e poi si è vinto a Londra, il fatto si è ripetuto a Brescia con 2 stupidaggini di Cordoba ( cosa mai successa negli 11 anni di Inter ) si sono buttati 2 punti e non si è perso solo grazie ad un miracolo di Giulione, se tanto mi dà tanto…………………………

    ciao

  12. bravo rossi, sei il migliore parole sacrosante
    vinciamo ancora non sò quale competizione ma sento che qualcosa vinciamo.
    io firmerei per lo scudetto con leo alla faccia di tutti i milanisti
    ciao forza INTER

  13. Ciao GL,
    devo confidarti di essere stracontento e strafelice che Ibra non ci sia, e anzi, spero proprio che il pizzaiolo questa estate riesca a piazzarlo in inghilterra o cmq al di fuori del campionato italiano.
    I Bilanisti non ricordano che la stessa squadra senza Ibra lo scorso anno era dietro che annaspava e ora sono dove sono grazie allo “zingaro” del pallone.
    Care cose a tutti e se non dovesse essere scudetto sarei contento di arrivare 2° dietro il Napoli e magari ancora in finale di Champions League.
    L.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili