23C: Bari-Inter 0-3

Chi non visto nulla potrebbe pensare che il 3-0 a Bari sia la fotografia di una bella partita dell’Inter. Niente di più sbagliato. L’Inter al San Nicola ha giocato ampiamente al di sotto delle sue possibilità forse per l’idea che non ci volesse poi molto per prendersi l’intera posta, in vista di due gare assai più impegnative, con Roma e Juventus.
Leonardo ha ricominciato come aveva chiuso con il Palermo, col tridente pesante Pazzini-Milito-Eto’o e con El Principe a fare da punta centrale, ma il modulo funziona poco, anche perché dietro Ranocchia e, soprattutto, Materazzi non salgono abbastanza per accorciare la squadra verso l’attacco. Per tutto il primo tempo ci prova solo Maicon con un paio di tiri senza troppe pretese e la vera palla-gol è del Bari dopo nemmeno dieci minuti con una punizione di Almiron che Julio Cesar vola a deviare in angolo. Dopo una sortita in dribbling di Samuel Eto’o in avvio di ripresa, il protagonista in negativo al quarto d’ora diventa Chivu, più che discreto fino a quel momento. Colto da incomprensibile raptus, il romeno colpisce con un destro al volto Marco Rossi in area barese a palla lontana. Rossi va al tappeto, ma l’arbitro Romeo e i suoi collaboratori non si accorgono di nulla. Ovviamente scatterà la prova televisiva e Chivu resterà giustamente ai box per almeno tre giornate, proprio nel momento meno opportuno per la difesa interista.
Dal punto di vista del gioco ci si è annoiati fino a mezz’ora dalla fine, quando si è rivisto Sneijder, al posto di Milito. Col ritorno al rombo, Kharja e Thiago Motta si sono mossi più liberamente  e il franco-marocchino ha trovato finalmente il gol del vantaggio e il suo primo centro in nerazzurro. Il Bari poi ha reagito mettendo un po’ di pressione alla difesa interista, finché sulle ultime due ripartenze, in pieno recupero, l’Inter ha raddoppiato con Pazzini, al terzo gol in due partite, e addirittura triplicato con Sneijder, assistito dal solito Kharja con una sponda di petto.
Nel dopo-partita Chivu si è scusato con Rossi scoppiando in lacrime: “Ho perso lucidità – ha detto – sono un uomo di merda, chiedo scusa a Rossi, a tutti quelli che guardano il calcio e soprattutto alle mie due bambine, che potrebbero vedere quello che ho fatto!”
Mai sentito nessuno chiedere scusa con tanto coraggio, ma è sacrosanto che Chivu venga punito da chi è lì apposta, non certo dai forcaioli del calcio parlato che non daranno il giusto peso alle scuse sincere tra un commento sferzante e l’altro. Nell’occasione è stato bravo anche Materazzi, che ha calmato Marco Rossi ricordandogli la prova TV e impedendogli una reazione che sarebbe costata cara anche a lui.
In ogni caso, questa 23.a giornata spalmata su tre giorni resta favorevole all’Inter, visto che le altre hanno tutte frenato, ma la strada resta lunga e tortuosa. Per quel che riguarda il tridente di partenza, col Bari ci può pure stare che Leonardo l’abbia voluto provare, anche per dare un messaggio concreto di assoluta eguaglianza, almeno per ora, ai tre attaccanti nerazzurri. Poi, dopo aver saggiamente dosato le energie di Sneijder e Cambiasso, Leo ha cambiato vincendo l’ottava partita nelle ultime nove della sua gestione. Ma le gare che contano davvero devono ancora arrivare, a cominciare dallo scontro diretto di domenica sera a San Siro con la Roma, dove per Betfair il successo dell’Inter è dato a 1,95: guarda le quote.

29 Commenti su 23C: Bari-Inter 0-3

  1. pasquale somenzi // 4 febbraio 2011 a 03:15 // Rispondi

    Io sottolinerei che l’Inter e’ tornata ad essere il miglior attacco del campionato
    e con una partita in meno dell’altra squadra con 39 gol fatti.
    Adesso la serie A propone 14 partite consecutive in cui l’Inter giochera’ sempre
    in nord Italia infatti prima dell’ultima trasferta di Napoli, le partite fuori casa
    saranno Juve, Fiorentina, Sampdoria,Brescia, Milan, Parma e Cesena, in
    pratica se non ci fosse l’embargo televisivo probabilmente avresti commentato
    14 partite di campionato consecutive da stadio e zero da studio,
    quindi giocando spesso, ma dovendo affrontare lunghe trasferte solo in champions
    (piu’ Roma in coppa Italia ma fra piu’ di due mesi) penso sia una cosa positiva
    ciao. Pasquale.

  2. Chivu ha commesso un grande errore, proprio nel momento dove siamo messi male in difesa, abbiamo Samuel, Lucio e Cordoba fuori per infortuni, ma che c**** gli e’ passato per la testa, poteva costarci cara la partita se l’arbitro avesse visto il pugno rifilato a Marco Rossi.

  3. Ciao Gian Luca,
    Francamente non mi dispiace affatto guardare la classifica pensando a quanto questa squadra possa ancora migliorare nel gioco e nelle finalizzazioni. Mi piace molto l’atteggiamento di Kharja, il quale contrariamente all’ultimo Muntari sembra avere preso molto a cuore la sua permanenza all’Inter e sopratutto, non è un giocatore sprovveduto dal punto di vista tecnico, come dimostra il goal a Bari, ma sopratutto l’assist con uno stop a seguire interessante per la terza pera di Wensley.Ma sopratutto mi piace l’idea di vedere Pazzini sbattersi come di questa Inter fosse uno storico leader, e non uno arrivato da Genova non più tardi di 8 giorni fa. Se Milito torna a fare Milito, credo potremo davvero giocarcela sino all’ultimo e chissà proprio a Napoli, dove il Bilan conquistò l’unico scudetto dell’era Sacchi, magari cucirci al petto il sesto della serie, tanto per gradire.
    Ciao
    Mrc

  4. Ciao Gianluca…e’ vero non abbiam giocato una gran partita e il risultato e’ un po’ bugiardo ma ho visto un inter molto cinica come dovrebbe esser sempre…Spiace che adesso la vittoria col bari e la rincorsa sul Milan passi in secondo luogo per il brutto gesto di Chivu,questa squadra in un modo o nell’altro si complica sempre la vita…e da sempre modo agli altri per parlarne male!!!ma cosa gli e’ passato per la testa???un rapsus senza senso…da interista spero gli diano 5-6 giornate e che gli servan da lezione non ha piu’ 20 anni ormai ha la maturita’ giusta per non commettere piu’ errori del genere perche’ episodi come questi non fanno bene ne’ a lui,ne’ alla squadra ,ne’ al calcio…pero’ dall’altra parte ho sentito delle scuse davvero sincere,e’ vero che e’ un gesto da censurare assolutamente e mi sembra che l’abbiam fatto tutti ma almeno si e’ preso le sue responsabilità

  5. Roberto Scibe // 4 febbraio 2011 a 06:55 // Rispondi

    Sono positivo sul futuro (parlo di “bagatelle” ovviamente, ovvero di INTER)
    Da sempre, a parte rari casi di strapotere (a noi abituali di recente), i campionati li vince la squadra migliore, ma anche quella che nell’arco della stagione dimostra di essere assistita dalla Dea Bendata. Ricordate il Milan di Zaccheroni?
    Bhe,è innegabile che un po’ di cu…riosa fortuna ci abbia aiutato contro il Palermo e – alla luce del gancio sinistro di Chivu – anche ieri sera (giocando così male non so se avremmo vinto anche in 10, dubito).
    Quindi: la squadra è forte, infortuni a parte la Dea Bendata per ora ci assiste, dobbiamo solo … ANDARLI A PRENDERE!!!!
    Pazzi per il Pazzo
    R

  6. Il pugno di Chivu:
    Io sostengo sempre per esperienza diretta come praticante e allenatore di sport giovanili AGONISTICI, che non si possono disputare 3 (TRE) partite a SETTIMANA a quei livelli, senza aiuti farmacologici. (Come correva il Napoli ai supplementari!!!!! )
    L’aggressività, la perdita del controllo improvviso sono spesso attribuibili a effetti collaterali di certe sostanze. Altro che “TRANS AGONISTICA”….
    Più pudicamente lo chiamo sovraccarico da “STRESS” più o meno indotto dall’esterno.
    GUARDIAMO GLI OCCHI DI CHIVU IMMEDIATAMENTE DOPO IL FATTO.
    Alcuni soggetti sono più facili già normalmente a perdere la testa seppoi vengono “caricati”, figuriamoci.
    Il PIANTO DI CHIVU dopo, a bocce ferme, mi da la conferma di qualcosa di non volontariamente voluto o che non è stato possibile controllare.
    Perciò non giudichiamo facilmente e non scandalizziamoci ma riflettiamo… TUTTI.
    Farà le giuste giornate di squalifica ma… lasciamo stare i facili moralismi bigotti.
    Dimitri

  7. ho visto il filmato di chivu…errare è, purtroppo, umano, ma un grande uomo sa riconoscerlo e sa chiedere scusa… non so cosa sia passato per la testa di christian, e la sua follia (come è stato per quella di eto’o) probabilmente ci costerà cara, ma avete mai sentito qualcun’altro (per esempio Totti… o Zidane…) prendersi il peso delle proprie responsabilità e scusarsi così, pubblicamente, tra le lacrime? non ti preoccupare christian…le tue bambine capiranno… e ti ameranno, come noi, ancora di più!!!
    forza inter!!!

  8. L’inter ha giocato male ieri sera ma, secondo me la cosa più bella di ieri sera è stata quella di vedere un uomo veramente dispiaciuto di quello che ha fatto e chiedere scusa davanti a tutti. Sicuramente Chivu ha fatto una caxxata ma trovo molto + bello ed edificante per un uomo il saper chiedere scusa in maniera così sincera e quasi toccante. Non avrà dato un buon esempio alle sue figlie sferrando un pugno ad un’altra persona, ma sicuramente ha compensato il tutto dando l’esempio alle proprie figlie di come un uomo possa rendersi “piccolo” e vulnerabile chiedendo scusa (e come sappiamo, non è sempre facile chiedere scusa soprattutto x una categoria che non è abituata ad avere un “low profile”).

  9. Caro GLR, volevo parlare del nostro portiere. Ai tempi del dualismo con Toldo non mi piaceva molto, ma devo ammettere che è cresciuto tantissimo.Ora è fondamentale per gli equilibri difensivi e per la tranquillità del reparto. Tra Bari e Palemo credo che i suoi interventi siano stati fondamentali più dei gol fatti. Non si tratta di errore dal dischetto di Pastore ma di una gran parata! Ieri poi un capolavoro sulla punizione di Almiron… Grande Julio!!!
    Altra nota per il tridente offensivo. Sono convinto che ieri mancasse il supporto del centrocampo. Quindi non potevano rendere al massimo. In futuro sarà una soluzione valida, ma credo che domenica avremo Milito in panchina,visto il momento del Pazzo!

  10. Caro GLR, solo una nota sul tuo editoriale. Nel finale dici che le gare che contano devono ancora arrivare! In parte è vero, perchè bisogna sempre guardare alla prossima partita. Però credo che ogni partita sia importante e fondamentale, pensa lo scorso anno senza un paio di banali e pallidi pareggi…avremmo perso il campionato!!! Quindi ogni partita ed ogni punto diventano fondamentali nel cammino del campionato.

  11. Partita brutta, giocata con l’atteggiamento di chi sa che al primo affondo si sarebbe andati in vantaggio. Mi ricorda alcune sgambate mourinhiane (e.g., livorno-inter 0-2 dello scorso anno), con però un’aggravante: tu dici che era la partita giusta per il tridente. Io dico che non esisteva partita più sbagliata, visto che il tridente non ha ancora affiatamento e se giochi contro una squadra chiusa intasare l’area è la peggiore delle mosse, e può creare ansietà nella squadra che non trova sbocchi (vero, Chivu?), così come minore predisposizione al modulo in futuro da parte degli attori (vedi uscita di Eto’o intristito con giallo e Milito abulico). Meglio testarlo contro una squadra un po’ più aperta (guarda caso, con il Palermo ha girato alla grande) per non rischiare brutte sorprese (se ieri avessere voluto, l’avrebbero chiusa in 20 minuti nel primo tempo con Sneijder, e poi potevano fare tutta l’accademia che volevano). Mi piace Leo come persona, ma lo ripeterò sempre: non è un (grande) allenatore. L’anno scorso si è trovato di fronte 2 volte l’Altissimo in campionato e si è pigliato 4 e 2 pere, non capendo un benemerito della partita. Se poi pensi all’imbarcata di Manchester…
    Mi auguro che concluda con successo l’operazione entusiasmo di quest’anno e torni presto dietro alla scrivania. Se resta troppo in panca, prima o poi scazza col capo, e ci perdiamo un fuoriclasse di dirigente.
    Saluti
    Lucione

  12. Ciao grande GLR
    non hai anche tu l’impressione che Leo metta in campo la squadra peggiore per ribaltare la partita con 20/30 minuti di gioco nel secondo tempo? Ragazzi potrebbe essere anche questa una tattica per accendere la lampadina della motivazione, una specie di arrivano i nostri con assalto al fortino nell’esigenza di trovare motivazione e sopratutto concentrazione in un periodo (che per Noi è iniziato dal 4 gennaio!) di recuperi infrasettimanali che vede le nostre + o – dirette antagoniste (napoli roma milan) patire la situazione ottenendo risultati altalenanti.
    Non è facile, se non ti chiami Pupi Zanetti (ma qui stiamo parlando di un extraterrestre) trovare motivazioni per 3 partite in una settimana…
    FORZA RAGAZZI

  13. Ciao GLR
    Spero per la nostra immagine malgrado ché la difesa sara dimezzata, ché non ci sara ricorso per la squalifica pesante di christian.
    Sempre forza INTER aspettando il derby :):):)

  14. marco ferrara // 4 febbraio 2011 a 10:09 // Rispondi

    Ciao Gian Luca, vittoria importante con un risultato forse troppo penalizzante per il bari! Partita con alcune cose buone (prima rete in maglia nerazzurra per kharja, la terza per pazzini, e confortante ritorno in campo di snejider con annessa realizzazione), ed altre meno (chivu ha sbagliato e giustamente pagherà, il tridente “pesante” é molto meglio schierarlo solo in situazioni critiche come contro il palermo). Ora però come tu stesso affermi arriva il difficile, dopo le gare contro roma, juve e fiorentina capiremo quale sarà il nostro reale obiettivo, quindi, massima concentrazione se, si vuole continuare a lottare per qualcosa di davvero importante! Un abbraccio e….SEMPRE FORZA INTER!! Ciao, marco

  15. Ciao GLR, volevo porti una semplice domanda: come avresti reagito se nella famosa finale mondiale Zidane non fosse stato espulso e magari la Francia avesse vinto la coppa? Avresti detto tanto c’è la prova tv e giustamente prenderà almeno 3 giornate?
    Credo proprio di no, così come credo che ai tifosi del Bari importi poco di Chivu e delle sue scuse (pur sincere) ma avrebbereo preferito sullo 0 a 0 giocare in superiorità numerica.
    Stavolta è andata di lusso all’Inter.
    Questo dovrebbe far riflettere certi interisti che vedono sempre complotti o arbitraggi scandalosi pro Milan o pro Roma o pro qualsiasi altra squadra.
    Un saluto.

  16. Il gesto di Chivu si commenta da solo ed è superfluo persino analizzarlo. Verrà giustamente squalificato e l’Inter si dovrà affidare praticamente al solo Ranocchia, vista la moria di difensori che ci sta colpendo. Comunque venendo alla gara, credo che Leo abbia cercato di fare un po’ troppo lo psicologo, che per carità va benissimo, ma non fino al punto di snaturare le caratteristiche dei giocatori. Intendo dire che per non togliere dalla formazione iniziale Milito, che è quello che è più in difficoltà (ormai da un po’ di tempo a questa parte) ha pensato bene di schierare il tridente pesante. Adesso c’è un trittico-verità molto temibile.
    France

  17. ho visto la partita.
    abbiamo ottenuto il massimo spendendo il minimo.
    comunque abbiamo ricompensato le partite contro samp , brescia e lecce dove avevamo giocato bene ma eravamo stati sfortunati.
    Viva Inter !!

  18. Non sono un estimatore di Chivu come giocatore, però mi tolgo il cappello davanti all’uomo che senza se e senza ma, davanti alle telecamere, senza accampare alcuna motivazione per il folle gesto chiede scusa sinceramente e dice quelle parole commoventi che tutti abbiamo sentito. E’ vero anche il comportamento di Materazzi è stato esemplare in campo quando ha calmato l’incazzato Rossi, con ciò riportando la partita alla normalità. Un grazie anche alla Società che si è scusata per l’episodio che ha avuto per protagonista negativo un proprio giocatore. Fiero di essere tifoso dell’Inter in questo paese dove nessuno ha colpa di niente…

  19. Bene per i tre punti, per il resto, squadra, gioco, Milito, e sopratutto Chivu, meglio dimenticare in fretta. Per quanto riguarda Chivu ho pensato e poi sperato ci fosse stato un contatto prima, qualche parola di troppo, invece non saprei proprio cosa gli sia passato in quel momento dal cervello, e forse non lo sa neppure lui. Avevo già preventivato Chivu e Ranocchia centrali con Nagatomo in fascia, invece ci toccherà giocare con Matrix e non la vedo bene per niente la cosa, perchè gli attacchi di Roma, Juve e Fiorentina sono ben altra cosa rispetto al Bari. Giocare queste tre partite senza Samuel, Lucio e Cordoba vuol dire rischiare e molto, ma non abbiamo alternative. Pazienza, speriamo in bene e FORZA INTER!!!!!

  20. Un’altra partita non dominata ma sicuramente vinta giustamente, almeno dal mio modo di vedere.
    Certo il gesto di Chivu ci penalizzerà non da poco nel proseguo del campionato, che siano 3/4/5 giornate ( giuste ), visto che il giocatore è una buona alternativa per giocare al centro della difesa dato la penuria di difensori causa infortuni e calcolando che Materazzi ( ieri ammonito ingiustamente dal mio punto di vista ) mi sembra sempre un po’ appannato e in affanno.
    Benissimo Sneijder e anche i nuovi che mi stanno piacendo molto.
    Curioso di vedere il furetto dagli occhi a mandorla e super super ottimista per la partita con la Roma

  21. Scusate, ma nessuno si è accorto che Samuel Eto’o è stato ammonito per perdita di tempo quando è uscito ed era stato ammonito anche contro il Palermo perchè si era tolto la maglietta… questo vuol dire Roma Inter senza Eto’o… siamo un po’ nella cacca, o sbaglio?

  22. 100.000 € di multa a Chivu per ogni giornata che prenderà da devolvere alla Fundacion Pupi ! Inspiegabile ed orribile il suo gesto !!!!
    Giovanna

  23. partita giudicabile seriamente dall’uscita di milito e conseguente ingresso di sneijder in quanto il tridente con pazzini esterno è improponibile…e in quella mezz’ora la partita dice 3 a 0 con netta superiorità dell’inter…con la roma penso proprio che il principe si accomoderà in panca e si ritornerà al rombo con sneijder trequartista.Quanto a chivu gesto ovviamente incomprensibile e da censurare ma splendide le scuse in diretta del giocatore(ricordo Totti dopo il fallo su balotelli non scusarsi minimamente e il giorno dopo scrivere sul suo blog che il calcio era giustificato dal fatto che mario aveva offeso la città di Roma).Ora arrivano 2 partite cruciali che ci diranno di più sulla possibilità di vincere questo scudetto…partite da non sbagliare!forza inter!

  24. Tridente a dir poco anomalo….Eto’o può giocare largo ma nè il Principe nè tantomeno il Pazzo possono farlo, al massimo l’unico potrebbe essere Darko Pandev…
    Ovviamente in tal caso Milito e Pazzini sarebbe in ballottaggio per il posto da punta centrale.
    Spero che Leo abbia capito che è un modulo non consone alla caratteristiche dei nostri giocatori e soprattutto non sfrutta la superiorità tecnica e di inserimento di alcuni nostri centrocampisti.
    Ranocchia si vede che in prospettiva diventerà un grande centrale ma al suo fianco ha bisogno di un centrale rapido e scattante e non di suoi “simili” come Lucio e Matrix
    (grazie di cuore davvero per tutto quello che hai fatto ma…a quando la partita d’addio al calcio?).
    Un caro saluto Gianluca!

  25. Ciao glr e’ vero non abbiamo giocato molto bene sopratutto nel primo tempo pero’ in altri tempi avremmo perso la partita invece adesso le vinciamo anche soffrendo e’ questa la differenza.
    Adesso sara’ inportante passare indenni roma,juve.fiorentina,poi ne riparliamo e speriamo bene,io sono del parere che a noi manca il vero milito come vedi eto’si sta spremendo come un limone ogni partita e quindi alterna belle partite a partite anonime,invece avendo anche milito che gira sarebbe tutta un altra cosa comunque adesso c’e’ anche il pazzo e io sono fiducioso.

  26. Brutta partita, concordo.Ma come diceva Josè dopo Siena-Inter….è in queste partite che ti giochi il campionato.E poi, a giocare ogni tre giorni , una flessione ci sta, ci mancherebbe.
    Assolutamente ottimi Ranocchia e Pazzini.Sono felicissimo per Snejder:è la nostra ‘luce’ nel campo ed è un ragazzo umile e si impegna come un matto sfidando anche la cattiva sorte.Ci mancava tanto, con lui saremo ancora più forti.
    Chivu:meglio glissare.Alle scuse post-partite ci ho sempre creduto poco ma comprendo che nella tensione della partita può partire l’embolo.Ma quello che ha fatto è un gesto ignobile, antisportivo, cattivo e un pessimo esempio.Quello che dicevamo di gente come Montero (ricordate ad esempio il pugno a Gigione Di Biagio?) vale anche per lui.
    Noi siamo l’Inter:certe cose, non ci devono appartenere.Mi aspetto una punizione esemplare in primis dalla società.

  27. Alcune osservazioni.
    1) Lo schema a tre punte non ha senso, soprattutto con Milito in queste condizioni. Si perde il controllo del centrocampo e le equidistanze (non si tratta di una razza di cavalli :-) ) come diceva il vecchio Brera.
    2) Ottimi i nuovi acquisti: la lucidità di Kharja nel primo gol e nell’assist a Sneijder è da buon giocatore.
    3) Chivu ha sicuramente sbagliato, ma a chi non è mai capitato una volta nella vita di farne una grossa?! Commovente l’atto di contrizione davanti alle telecamere: mai visto fare da altri. Forse sarebbero bastate 3 giornate di squalifica.
    4) Si gioca troppo e male. Tutte le squadre sono falcidiate da infortuni a catena: sarebbe ora che la Federazione e la Lega ripropongano il campionato a 18 squadre, ma temo non avverrà. Troppi interessi economici in ballo.
    A questo proposito credo che il titolo lo vincerà chi recupererà più campioni nella fase topica del torneo.
    Saluti a tutti.

  28. Buono solo il risultato, ma non ne farei un dramma.
    Chivu mi sembra un ottimo ragazzo, non ricordo sue giocate violente o comportamenti al di fuori delle righe. Ha avuto un raptus improvviso ed ha commesso, come molti, una sciocchezza. Ha chiesto scusa con molto coraggio, non tutti lo fanno, e adesso pagherà il giusto. Chiudiamola qui. Noi dell’Inter siamo speciali (i tifosi). Invece che festeggiare una vittoria andiamo sempre a cercare i problemi che non esistono.
    Tridente senz’altro da rivedere. Adesso che è tornato Wes, Pazzini deve dare respiro a Milito e ad Eto’o in campionato. Al posto di Chivu il buon Nagatomo e fiducia a Ranocchia al centro della difesa.
    Forza Inter e avanti così.

  29. Ciao Gianluca e ciao colleghi di “sofferenze amorose”.
    Io vorrei dire che il problema a Bari a mio avviso non è stato (solo) un problema tattico o di quantità di punte, ma un problema di ritmo.
    Quindi a mio avviso il problema è stato di brillantezza e di gamba che dopo un mese dove si è giocato partite sempre intense ogni 3 giorni ci sta che possa mancare.
    Comunque continuiamo la RINCORSA fiduciosi perchè l’attuale capolista, è davvero una squadra di una mediocrità estrema.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili