Tra Triplete e allenatori

Chi fa il nostro mestieraccio è per natura portato a pensar male. Quando Benitez rifiutò la Juve forse già sapeva che di lì a poco panchine prestigiose si sarebbero liberate, Inter e Real Madrid, come poi è successo. Chi lavora nel calcio sa che Mourinho era già in real rampa da marzo, ancor prima dei tre tituli. Ora Benitez ha mandato un altro segnale all’Inter piantando o facendosi piantare dal Liverpool e ha già dichiarato che il suo staff di nove persone può tranquillamente ridursi di un terzo. Messaggi chiari come il sole della Sardegna in cui il tecnico di Madrid attende impaziente la chiamata giusta, quella di Massimo Moratti, che però prende tempo, forse perché non è ancora detta l’ultima parola né con Hiddink né con Guardiola. Non è che Benitez non piaccia, anche perché tatticamente sarebbe il più adatto per proseguire il lavoro di Mourinho, ma Moratti vuole essere assolutamente sicuro della sua scelta: nel frattempo Hiddink si sta rileggendo per bene il contratto con la Nazionale Turca, alla ricerca di scappatoie non particolarmente onerose, mentre tra gli addetti ai lavori c’è chi dice che la storia con Capello è tutt’altro che chiusa. Intanto per molti, tra cui il sottoscritto, prosegue l’onda lunga del triplete come vedete nella divertente vignetta che qui pubblico grazie al simpatico lettore Pippo, che ringrazio. Ah, quand’eravamo giovani! Intanto su Ebay le maglie dei Campioni d’Europa hanno incassato 52.000 euro a favore della fondazione Pupi di Javier Zanetti. Pensate che perfino la maglia di Quaresma è stata venduta a oltre 1.000 euro

48 Commenti su Tra Triplete e allenatori

  1. Chi pensa che la vittoria in Champion sia meno gradita perché Mou se n’é andato é completamente fuori strada, più passano i giorni e più me la godo. Per quanto riguarda Mou: arrivederci amore ciao…Buena suerte.
    L’amore per la maglia: si ama chi vince, non chi perde o chi é scarso. Silenzio per un allenatore sconfitto o per chi non sa cosa fare della palla sulla sinistra. Via tra i fischi della curva. Quelli scarsi, anche se amano la maglia, non se li ricorda nessuno e la società li vende. Coppa: non si vince col professionismo, ci vuole anima. Muo ha illuso i giocatori di averne una. Una magia. Ma noi che andiamo a Madrid in macchina, che mangiamo panini fuori dallo stadio, che piangiamo davvero, noi chi siamo? Siamo l’INTER.

  2. marco ferrara // 4 giugno 2010 a 21:27 // Rispondi

    Ciao Gian Luca, la vignetta è bellissima, mi ha fatto sbellicare dalle risate!! Tornando a cose più serie (si fa per dire), siamo ancora alle prese con il rebus allenatore! Sarò noioso su questo tema lo ammetto, ma Benitez, che ora, sembra essere il candidato numero uno a sedersi sulla nostra panchina in questo alternarsi di nomi e ipotesi non mi convince affatto. So bene che il mio parere conta zero, ma ho l’impressione che neanche in società siano all’unanimità decisi a puntare su di lui!! Io sarei più per Capello o Hiddink anche se riconosco che prenderli non è affatto semplice, ma proprio per questo non vorrei che l’allenatore spagnolo venisse scelto per mancanza di alternative, non si partirebbe benissimo con il nuovo corso e io sono dell’idea che l’allenatore conta, altrochè, quindi bisogna prendere quello giusto per tutti!! E’ vero anche che siamo solo al 4 di giugno, ma una scelta deve essere fatta al più presto (a meno che non si sia in attesa di determinati eventi), perchè il mercato incombe e con la stagione che ci attende (piena di impegni) non dobbiamo assolutamente farci trovare impreparati, ora poi che stiamo finalmente entrando nell’elite del calcio europeo!! Un abbraccio e….SEMPRE FORZA INTER!! Marco

  3. Alessia Cattaneo // 4 giugno 2010 a 21:34 // Rispondi

    Tutto OK. MI FIDO CECAMENTE dopo le scelte azzecate e vincenti del Mancio e del Mou (forever in my heart).
    Domanda:
    sono rimasta impressionata della preparazione attletica dei ragazzi che quest’anno hanno corso fino all’ultima partita senza praticamente infortuni (guardando poi Milan e Juve…);
    il nuovo tecnico e il suo preparatore, potrebbero decidere di seguire le metodiche di lavoro di Mou (90′ con la palla, nessuana inutile doppia seduta), oppure ogni tecnico porta obbligatoriamente le suo metodo di allenamento?
    Ciao,
    Alessia

    • Ognuno ha i suoi metodi, ma quelli di Benitez, se davvero arriverà lui, non sono poi molto diversi da quelli di Mourinho
      GLR

  4. Ciao Gianluca volevo per prima cosa farti i complimenti vivissimi per la tua simpatia che trasmetti io sono vice presidente di un inter club di Alassio e tutti i giorni ti seguiamo e mi fa piacere la tua schiettezza sul parlare di tutto l’unica cosa che non hai azzeccato e la nostra vittoria in champions dicendo che non passavamo gli ottavi come sempre ma se potessi indovinare tutto non saresti qui!! Volevo un tuo giudizio su quale seconde te potrebbe essere l’allenatore ideale per la nostra Inter!! Mio modesto parere metterei al primo posto Guardiola e al secondo posto Capello seguito da Benitez ma vorrei sapere il tuo parere e hai ragione Bonucci lo prende l’Inter anche secondo me!! Grazie e arrivederci

  5. vedi gianluca? anche il Pomata serve a qualcosa di buono……. è proprio un anno magico!

  6. Fabrizio74 // 5 giugno 2010 a 00:15 // Rispondi

    ma allora è vero che i maschi italiani pensano solo al pallone e alla…..va bè lasciamo perdere..
    a parte la bellissima vignetta…ribadisco che capello è il migliore in assoluto e con lui siamo sicuri di rivincere il campionato nei prossimi anni…con gli altri non lo so..soprattutto con benitez che verrebbe qua a milano anche a piedi attraversando la Manica a nuoto

  7. Leggendo i forum dei tifosi del liverpool non e’ che la prospettiva di benitez mi esalti. Tatticamente non sara’ l’ultimo arrivati ma gli si accusa l’incapacita’ assoluta di scegliere i giocatori.
    I migliori: spalletti e hiddink
    La scommessa che farei: gasperini
    Non prenderei capello (troppo presto, fra un paio d’anni magari)
    La provocazione: lippi (lo so sembra folle, ma a pensarci bene un sacco di elementi combaciano bene: esperienza, status, disponibilita’ tra 2/3 settimane al massimo, voglia di rifarsi della precedente esperienza, possibilita’ di togliersi di dosso l’etichetta di juventino, colpo di teatro di moratti)

    • Ciao Gianluca, sono il segretario dell’Inter Club “Angelo Moratti” Varese Città, ti seguo sempre in tv e sul tuo sito e vorrei innanzitutto farti i complimenti per la tua obiettività, ma anche per la tua “tenacia” nel crederci sempre, anche nei momenti più duri. Su Benitez (che ormai sembra cosa fatta), nonostante tatticamente sia il più simile a Mourinho, non mi convince il fatto che in campionato non ha mai pienamente convinto. Avrà anche vinto a Valencia 2 campionati (molti anni fa), ma in Inghilterra ha “fallito” in Premier, e poi in Champions la sua vittoria con i cuginastri è arrivata anche con un po’ di fortuna (oltre che per il suicidio rossonero…). Secondo te può andar bene per un campionato come quello italiano? Non sarebbe meglio affiancarlo con Baresi?
      Ciao e grazie.
      Nikos

      • La mia non era tenacia, ma fiducia razionale nella forza della squadra. Nemmeno io però pensavo potesse vincere la Champions già quest’anno. L’allenatore si giudica in base ai risultati. Se si comincia a storcere il naso ancora prima che arrivi, si ricade sempre nel mio vecchio discorso per cui l’Inter è cresciuta ben più in fretta dei suoi tifosi, che sono rimasti quelli di cinque anni fa. Baresi? Con tutto il rispetto per l’amico, in una grande squadra il secondo in panchina può farlo anche Sbirulino.
        GLR

  8. Grande Gianluca… è sempre un piacere leggere i tuoi articoli. Vorrei chiederti un paio di cose: De Rossi,qualche giorno fa si è parlato di un suo possibile arrivo poi subito insabbiato. Già lo pensavo per aver letto alcune sue dichiarazioni verso la fine del campionato,i rapporti Moratti-Sensi,l’Italpetroli che affonda,tutto mi fa pensare che possa arrivare. Questione allenatore:non pensi che la società possa stupire tutti e dal cilindro estragga un nome alternativo? Sparo un Simeone che oltre ad aver fatto bene da quando ha iniziato, sarebbe anche gradito da tutto il popolo nerazzurro, ma non escluderei altri visto che Branca sa scavare molto bene ma sopratutto non sa farsi sgamare

    • Non credo che De Rossi sia cedibile all’Inter, forse all’estero. Non credo nemmeno a sorprese in panchina
      GLR

  9. Va beh, chi si chiama Benito non credo sia costretto a nascondersi.
    GLR

  10. Bah, Benitez ha vinto una champions per grazia divina e soprattutto in campionato arriva sempre a 20 punti dalla prima. Vedremo…..

  11. Harry Hole // 5 giugno 2010 a 15:01 // Rispondi

    siccome al momento non c’è ancora nulla di ufficiale e personalmente sono ancora in fase “godimento/orgasmo” post tre tituli, mi limito a dire….
    spettacolare l’immagine dell’editoriale :)

  12. Ma le tre tizie ? grande gianluca. . Bella foto .

  13. A me piace questa nuova avventura con Benitez…mi piacerebbe anche l’arrivo di Kuyt meno quello di Mascherano….Kuyt potrebbe ricoprire quel ruolo che ha fatto Pandev quest’anno e a mio avviso lo fa molto meglio del macedone…gusti..Mascherano proprio non mi va giu…con i piedi è peggio del miglior Gattuso…ed è molto irascibile…
    Forza Inter…Sempre e Comunque

  14. Beh dai Benitez mi pare una buona scelta, sembra un buon allenatore, quindi se dovesse essere lui, ben venga. E poi ha battuto il milan in una finale storica di Champions quindi è ancora più bene accetto!!
    Ps La maglia di Quaresma a mille euro è un insulto alla crisi 😀

  15. Alessandro B. // 6 giugno 2010 a 13:16 // Rispondi

    come avevo scritto qualche giorno fa su un altro post secondo me l allenatore perfetto e’ Benitez! e cosi e’ stato!
    saluti da Shaoxing, China
    Alessandro

  16. Se lo dovesse seguire Kuyt, il reparto avanzato è completo.
    Se lo dovesse seguire Mascherano, Zanetti va terzino sinistro e finalmente Chivu può tornare a fare il centrale di riserva. Con la diga argentina dai piedi buoni (cui si può aggiungere Motta quando è in forma) si risolverebbe il problema relativo alla poca affidabilità fisica di Motta. Io Maicon non lo venderei ancora, ha un rendimento talmente elevato che, in quel ruolo, è insostituibile. Da vendere c’è solo Muntari.
    Benitez è un preparatore di partite, vince una uefa col Valenzia, col Liverppoll vince una Champions e una la perde in finale non vince un solo scudetto in dieci anni almeno di alto livello. Scelte. Con noi esploderà.

  17. Benitez? IO preferivo G H …. ma adesso prendiamo qualche italiano Io prenderei Colombi dall’Atalanta per poi lanciarlo entro 2 anni al posto di JC Viviano non mi convince BALOTELLI vuole andar Via? Bale più 20 Milioni …. e poi lamciamo SANTON BONUCCI CALDIROLA se non vogliamo aprire una pensione e giocare sempre con SAMUEL LUCIO MATERAZZI CORDOBA …… tutti in la con gli anni …. bisogna cominciare ad inserire giovani possibilmente italiani ….. IO VORREI max 4 stranieri titolari

    • Con ‘sta cosa degli italiani avete davvero rotto: non ce n’è uno che giocherebbe titolare nell’Inter. Tifate la Carrarese, lì sono tutti italiani. Siamo nel terzo millennio e ancora distinguiamo per nazionalità, tanto più in una società che si chiama Internazionale ed è nata proprio per aprirsi agli stranieri. Magari leggetevi lo Statuto del 1908. Pensa te: la squadra Campione d’Europa che si presenta con Colombi!
      GLR

      • Non solo, Gian Luca…
        Ma per un italiano “normale” ti senti sparare cifre da capogiro (e se interessano all’Inter… maggiorazione del 20%!), quando con la stessa cifra all’estero comperi dei campioni. Abbiamo circa la stessa età: te la ricordi, vero, la pubblicità ” E che… c’ho scritto Jo Condor?”. Ecco, appunto: se la ricorderà anche Moratti che ha vent’anni più di noi…
        E poi, scusa, ma che importa se nella rosa sono italiani tutti, la metà o nessuno? Quel che conta è che nell’Albo d’Oro (della competizione che ti pare) ci sia scritto: INTER.
        O no? E per quest’anno abbiam fatto il pieno!
        Il prossimo, con Benitez, ho i miei dubbi. Ma magari (magari!!!) verrò smentito dal buon Rafa che rivincerà la Champions… :-)
        Un caro saluto
        Roberto

      • ….
        caspita !! Che strano tu abbia citato la mitica Carrarese che è proprio la mia seconda squadra …
        Magari porterà buono , speriamo. Ola

      • Ma veramente è ora di finirla con sta storia degli italiani.
        Al momento non c’è nulla in giro che sia in grado di giocare nella squadra campione d’Europa.
        Mi sento di dire che l’anno prossimo sarà doveroso dare delle chance a Santon e se possibile valorizzare qualche giocatore della primavera, ma sempre nell’interesse della squadra.
        Sul mercato non vedo nulla di particolarmente interessante se non Ranocchia del Bari che però viene da un brutto infortunio.

      • hai ragione gianluca, noi siamo l’Internazionale, siamo fratelli del mondo (ma non abbiamo cugini).
        saluti tripletisti.
        mario

      • CIao GLR,
        condivido con te che il discorso degli italiani lascia il tempo che trova.
        Impariamo che siamo nel terzo millennio e che solo grazie alla nostra vecchia classe politica non simao in linea con gli altri paesi europei in termini di conoscenza delle lingue e visione cosmopolita.
        Quest’anno abbiamo portato a casa la “triplete” e alla faccia dei cugini e juventini siamo stati in grado di creare un gruppo eterogeneo e unito.
        PS: Sei il migliore commentatore obiettivo e sincero…..un vero esempio da imitare
        Ciao giorgio

      • Harry Hole // 7 giugno 2010 a 17:18 // Rispondi

        la nazionalità dei calciatori nel 2010 conta come gli scudetti della juve, e dico di più a mio avviso non vale neanche la pena “affezionarsi” ai calciatori, contano solo i colori della maglia. almeno per me è così, le emozioni me le regala l’Inter non il singolo giocatore, certo vedere le magie di Ibra o di Ronaldo, da sole valevano il biglietto dello stadio, però questi son casi limite (e poi si è visto come son finiti). gli uomini cambiano la maglia resta

    • Fabio Primo // 7 giugno 2010 a 10:19 // Rispondi

      I casi sono 2 : o non sei interista….oppure sei un nerazzurro kamikaze , nostalgico degli anni di sconfitte a raffica !!
      Ciao

    • archandrea // 7 giugno 2010 a 10:26 // Rispondi

      Ma mi faccia il piacere!!! con tutto il rispetto per Colombi, ma come diceva il nostro ex allenatore, di colombi conosco solo quelli che volano ed in questo momento non ne abbiamo proprio bisogno all’Inter visto che Voliamo Splendidamente!
      Complimenti GLR per la tua personale Triplete!

  18. Ciao GLR,
    Ma non è che la maglia di Quaresma l’hai comprata proprio te per andare nei campetti ed esibirti in qualche “trivela”?
    Naturalmente era una battuta e riprendendo una frase dell’editoriale in cui dicevi che si è abituati a pensar male (e non solo nel mondo del calcio aggiungo io) allora ti dico che secondo me è stato Quaresma stesso a comprarla la maglia.
    Tra l’altro visto come si è comportato con quelli di striscia la notizia devo dire che non mi pare uno dei più simpatici anzi..

    • No, tranquillo. Di solito 1.000 euro li investo in un viaggio, mai in una maglia…le maglie me le disegno da solo!
      GLR

  19. roberto s. // 7 giugno 2010 a 10:55 // Rispondi

    Intanto grazie agli stranieri interisti l’Italia potrà presentare 4 squadre in Champions per altre due stagioni!
    Se aspettavamo Candreva, Cannavaro, Pirlo and C. stavamo freschi!

    • Ragionamento un po’ limitato.
      Che contributo ha dato l’Inter degli stranieri in Europa gli anni scorsi?
      Se l’Italia conserva per ora i posti nell’Europa che conta è pure merito di Milan e Juventus e delle altre squadre che hanno giocato in Europa.
      (Purtroppo faremo fatica a mantenerli a meno di miracoli..)
      Visto l’argomento sui calciatori italiani credo che (facendo fantamercato per un attimo) Buffon, Chiellini, Nesta e De Rossi non hanno nulla da invidiare ai rispettivi titolari dell’Inter campione d’Europa.Un saluto.

  20. Anche solo per il fatto che ci ha dato una soddisfazione impagabile a Istambul possiamo
    dire ” Benitez sia Benvenuto !!! “

  21. “ci chiameremo internazionale perche noi siamo i fratelli del mondo”

  22. Andrea(il melanzana) // 7 giugno 2010 a 11:48 // Rispondi

    Caro GLR, potremo stare qui a parlare quanto volete del nuovo mister e nuova campagna acquisti. La sola cosa che che mi fa’ godere tanto in questo momento, sono le ultime vittorie e di come e’ passato il tempo, ricordandomi dei salti di gioia per l’acquisto di Ciccio dell’Anno, oppure dell’accoppiata olandese Bergkamp-jonk, per non parlare poi dell’entusiasmo che ci coglieva, quando vedevamo galoppare sulla fascia il mitico Angelo Orlando……..Onore a mister Mou, ma l’inter siamo noi……

  23. Caro GLR
    effettivamente l’onda lunga del triplete durerà tutta l’estate e più passa il tempo più il sapore è gustoso… parlare con gli amici bianco-rosso-neri dall’alto del triplete è soddisfazione allo stato puro, entrare per un caffe, guardali e sorridere con la faccia un po da culo non ha prezzo e li manda sovente in bestia…..

    • archandrea // 7 giugno 2010 a 15:24 // Rispondi

      Effettivamente più passa il tempo e più si assapora e ci si rende conto della grande impresa… ovviamente continuo a godermi l’inevitabile stato di grazia raggiunto. Certo per la “beatificazione” magari aspettiamo di diventare campioni del mondo! Sarebbe un nuovo ed importante “titulo”

  24. Caro Gianluca buongiorno. Non mi par vero di essere in totale sintonia con te riguardo a questa storia degli stranieri dell’Inter. Che palle!! Ormai non sanno piu’ cosa dire e ci attaccano anche su questo. Ma a parte Buffon e DeRossi (incedibile tra l’altro) mi spiegate quale azzurro potrebbe giocare titolare nell’Inter? Su siamo seri. Dobbiamo forse rimpiangere l’Inter dei vari Ferrari, Brocchi, Colonnese e Milanese? La nostra è una squadra di assoluto valore mondiale. Ritengo poi che la presenza di giocatori stranieri di alto livello aiuti anche gli italiani a migliorare. Un conto è misurarsi, con tutto il rispetto per carità, con Maccarone o Borriello, altra cosa è dover affrontare Milito, Ibrahimovic o Pato. Poi francamente quando penso a Zanetti o a Cambiasso non penso a loro in quanto argentini o Stankovic in quanto serbo. Preferisco considerarli cittadini del mondo, come mi sento io e come dovremmo sentirci tutti. Finchè non si uscirà dalla logica del “cortile” non si andrà da nessuna parte.Poi, detto questo, dal 14 giugno Forza Azzurri per carità!! Ma se si esce dal mondiale in malo modo non si dica che è colpa dell’Inter e dei suoi stranieri.

  25. A parte tutto, qualcuno di voi dimentica le norme UEFA per la composizione della rosa di giocatori schierabili in coppa…qualche italiano in più sicuramente andrà inserito. Concordo con tutti quelli che dicono che in giro c’è poco e quel poco ha prezzi impressionanti (pensate solo a i 12 mln per Pepe: folli!!!) ma un “pezzo” all’anno, magari giovane, andrà preso per forza di cose. Quest’anno credo sarà la volta di Ranocchia: mica male.

  26. Pierfranco // 8 giugno 2010 a 12:25 // Rispondi

    Benitez porterà Mascherano e ci consentirà di rafforzare il centrocampo; spero che Maicon rimanga e Balotelli parta titolare.
    Dobbiamo vendere Muntari e Quaresma, magari anche Chivu.

  27. Gianluca una sola parola: Sei semplicemente Fantastico!!IL vero giornalista che ogni tifoso Obbiettivo e onesto vuole sempre leggere e gustare!! ciao Saluti e Buone Vacanze

  28. Franco Interista // 8 giugno 2010 a 14:25 // Rispondi

    Caro Gianluca, intanto complimenti per il terzetto…che ti circonda nella foto sopra il tuo editoriale – quello si che è un vero…triplete! – circa il tormentone allenatore come previsto arriva Benitez. Sicuramente qualcuno senza conoscere nulla dell’uomo e dell’allenatore, e non parlo solo dei nostri numerosi detrattori, comincerà a fargli le pulci prima del primo allenamento.
    Il mio pensiero è fiducia e sostegno a Benitez che con questa squadra, e magari qualche ritocchino per avere panchina adeguata e un po ringiovanita, non può che fare bene.
    Salutoni interisti a tutti Franco Interista

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili