2UCL: Inter-Werder Brema 4-0

Stagione da incubo con la panchina più corta del mondo, Coutinho e Biabiany acerbi, Snejider stanco e distratto dalle voci di mercato, uno spogliatoio in rivolta che Benitez è incapace di governare e quanta nostalgia per Balotelli, anche se non sta giocando. Avessi dovuto dar credito alle cretinate che girano attorno all’Inter, soprattutto da parte di alcuni dei suoi tifosi, Inter-Werder Brema avrei dovuto inquadrarla così. E invece eccovi servite altre 4 belle pere dopo quelle di campionato col Bari, con la prima tripletta interista di Samuel Eto’o e con la dimostrazione pratica che Biabiany e Coutinho, titolari dal primo minuto, in quest’Inter ci possono stare eccome, quando ce ne sarà bisogno. Ma non voglio far altre polemiche, perché l’argomento in realtà non merita tanta attenzione che di solito si decida alle cose serie. L’Inter ha travolto il Werder ben oltre le rispettive emergenze, e giocando pure alla grande: conta questo! Un rischio in avvio per un pallonetto di Almeida su Julio Cesar in uscita con la difesa distratta e poco altro da parte dei tedeschi. Per il resto è uno show interista, a conferma della ormai acquisita personalità europea di una squadra che non per niente, è Campione d’Europa. Benitez ha dimostrato di avere le palle a gettare subito nella mischia Biabiany e Coutinho che l’hanno subito ripagato con un’azione in cui il primo ha crossato deliziosamente sui riccioli del secondo, che ha girato a lato. Ma i due hanno fatto anche tante altre belle cose ed è la notizia migliore della serata. Perché i gol del mostruoso Eto’o, addirittura tre, non fanno più notizia: e con lui siamo già a quota 11 in 9 partite! Il Re Leone colpisce due volte nel giro di sei minuti già prima della mezz’ora: sul pressing di Cambiasso prima s’invola e trafigge Wiese sotto le gambe, poi sfrutta un sontuoso lancio di Lucio da metà campo e capitalizza di potenza. Non contento arretra a dieci minuti dall’intervallo per offrire a Sneijder la palla del 3-0. E nella ripresa, con la gara ormai agli ultimi giri d’orologio, l’olandese ha ricambiato il favore mandandolo in porta per la terza volta e per il 4-0 finale. E in quest’ultima azione è entrato anche un altro giovane, Obi, subentrato da appena un minuto a Stankovic e bravissimo a rubar palla per avviare l’ennesima letale ripartenza nerazzurra. Ci sono anche le note negative purtroppo, soprattutto per Lucio, costretto a lasciare il campo per infortunio al quarto d’ora della ripresa, dopo che Julio Cesar è rimasto negli spogliatoi nell’ intervallo più che altro per precauzione, consentendo al vice Castellazzi di partecipare alla festa con un paio di puntuali interventi. Se non altro l’infortunio di Lucio, con l’arbitro spagnolo Alberto Undiano Mallenco che ad un certo punto ha sollecitato l’ingresso della barella, ha permesso di rivedere all’opera Davide Santon dopo la piccola ripresa a Palermo. Ancora troppo poco per capire se il ragazzo è finalmente a posto: mal che vada con la Juve si comincerà con Samuel e Cordoba al centro e il solito Chivu a sinistra. Lucio di sicuro non ci sarà e la speranza è che il suo infortunio non sia poi così grave. Proprio le assenze di Milito e Pandev, comunque pronti per il derby d’Italia, hanno permesso di rendersi conto che il tecnico Coutinho e il velocissimo Biabiany non sono solo due turisti nell’Inter Campione d’Europa, con buona pace dei saputelli di turno. Tra le grandi di Champions l’Inter in questo turno è stata la migliore, pur priva di cinque titolari del calibro di Milito, Pandev, Zanetti, Samuel e Thiago Motta, ma scommettiamo che c’è già chi è pronto a tirar fuori al volo qualche altro problema?

50 Commenti su 2UCL: Inter-Werder Brema 4-0

  1. pasquale somenzi // 30 settembre 2010 a 02:55 // Rispondi

    Non e’ abitudine “italiana” vedere l’Inter segnare 3 gol nel primo tempo
    in un incontro di champions league. In questo millennio era successo
    2 volte in Inghilterra : 17/09/03 Arsenal –Inter 0-3( cruz, van der meyde
    e martins) ed il 27/11/02 Newcastle-Inter 1-4 (morfeo, almeyda, crespo)
    mentre in Italia era capitato l’ultima volta nel Preliminare del 12/08/98
    Inter-Skonto Riga 4-0 (zamorano,simeone,ventola in soli 20 minuti)
    partita disputata a Pisa.
    L’ultima tripletta nerazzurra di champions invece e’ stata di Adriano
    il 23/11/05 in Inter –Artmedia 4-0 (primo tempo 2-0 figo, adriano)
    partita disputata a porte chiuse.
    Nelle ultime 15 partite tra il Werder e le squadre italiane avevano sempre
    segnato sia le italiane che i tedeschi. L’ultima volta che il Brema era
    restato a secco di gol successe il 14 settembre 2004 Inter-Werder 2-0
    doppietta di Adriano.
    Riguardo alla tua domanda conclusiva, il problema deve porselo il
    calcio italiano in generale: 2 giornate di Champions, 86 gol complessivi
    unica marcatura italiana:Borriello. Tra l’altro ieri han segnato un peruviano
    un messicano ed un equadoreno. Nell’ Inter c’erano piu’ italiani in
    campo che italiani nella classifica marcatori.
    ciao. pasquale.

  2. Paolo Longoni // 30 settembre 2010 a 06:18 // Rispondi

    Condovido in pieno ogni parola è un mese che riesco a litigare con tutti su sta cosa…e ma il Coutinho è fragile il Biabiany non è da Inter, dopo che prima di questa partita avevano giocato 5 minuti a testa, e altre assurdità sul carattere della squadra con mourinho…finalmente giochiamo a calcio, ed è un piacere andare a San Siro dopo anni due di catenaccio e contropiede!

    • Beh , per me (abbonato) era un piacere andarci anche l’anno scorso e due anni fa.
      38 partite e zero, dico zero sconfitte.
      Se poi vogliamo andare indietro di altri due anni in altre 38 partite due sole sconfitte una nel 2006-07 con la Roma (1-3) fastidiosa ma assolutamente ininfluente (avremmo vinto il campionato la domenica successiva) e una nel 2007-08 con la Juve (1-2) questa si parecchissimo (neologismo) fastidiosa e perchè era la Juve e perchè veniva dopo un pari con il Genoa e avrebbe preceduto un altro pari con la Lazio contribuendo alla rimonta della Roma nell’anno dello scudetto all’ultima giornata a Parma.
      Totale 76 partite due, dico due sconfitte
      Io ci metterei la firma a non divertirmi per altre 38/76 partite.
      Ciao
      Giovanni
      Ciao

  3. matteo da Siena // 30 settembre 2010 a 06:52 // Rispondi

    Ciao Gianluca,
    ci voleva proprio questa vittoria per farci uscire dalla gravissima crisi nella quale eravamo caduti dopo una sconfitta arrivata a tempo scaduto al termine di una partita nella quale eravamo riusciti a contare appena quindici conclusioni verso la porta della Roma. Ironia a parte io ricordo che anche nel recente passato non sempre l’Inter riusciva a vincere e convincere contro avversari di cabotaggio decisamente inferiore. Avanti così!
    A presto
    Matteo

  4. Massimo Barberis // 30 settembre 2010 a 07:07 // Rispondi

    Ciao Gian Luca, rinnovo i miei complimenti per la tua obbiettivita’ che prevale sempre sul ruolo di parte che vi compete nelle varie trasmissioni, a smentire le numerose tavanate che si sentono e si leggono ecco la dimostrazione di forza di un gruppo che non solo è vivo ma che se permetti gioca un calcio davvero piacevole, prestissimo per dire se questo sarà l’ennesimo anno di trionfi, e credo che dopo la grande abbuffata dello scorso anno sia del tutto normale concedere cali di concentrazione.
    Ciao e grazie

  5. Ciao Gianluca, veramente una buona partita, al livello di quella contro il Bari, ma giocare così in Champions è molto più significativo. A mio modo di vedere comunque la partita con il Werder conferma che, in questo momento, forse è meglio lasciare e’to al centro. Molto bene Cordoba e Chivu e questa forse è la nota maggiormente positiva viste le assenze in difesa..
    Un abbraccio

  6. Vincenzo Asta // 30 settembre 2010 a 07:39 // Rispondi

    Caro GLR, ad avvalorare l’incipit del tuo commento ti dico solo che ieri sera dopo 3 minuti l’ottimo Coutinho ha perso un pallone a metà campo e puntuale dietro di me allo stadio si è alzato lo sfigato di turno che ha cominciato a sbraitare chiedendo la pena di morte per il talentino verdeoro e per Rafa. Tristezza!!!!
    Passando alla partita, concordo con te. La squadra ha un approccio diverso alla competizione e questa oltre al titolo in bacheca è la migliore eredità che il Divino ci ha lasciato. E domenica sotto con i “revocati”…..
    Forza Inter

  7. Ciao GLR, che dire…grande Inter, alla faccia dei soliti gufi sia interisti che non…
    Vorrei dire solo una cosa a chi sostiene che quest’anno non abbiamo una panchina all’altezza: se si infortuna metà squadra contemporaneamente cosa deve fare il buon Rafa?Provate ad immaginare la squadra di ieri sera con tutti gli infortunati attuali (e sono tanti, il buon Mou non ha mai dovuto convivere con questo problema…) messi tutti in panca, e poi ne riparliamo.
    Ciao e sempre FORZA INTER.

  8. marco ferrara // 30 settembre 2010 a 08:57 // Rispondi

    Ciao Gian Luca, allora é proprio come dico io, la squadra sembra fare sempre grandi partite quando é sotto-pressione!! Se davvero fosse così che si faccia uscire volontariamente un “caso” al giorno, vuoi vedere che si rivince tutto!?! Scherzi a parte, il werder forse non é più quella squadra pericolosa di alcuni anni fa, ma noi abbiamo vinto agevolmente e soprattutto riprendendo a giocare molto bene dopo la sfortunata parentesi romana. Dopo il bari secondo 4 a 0 consecutivo tra le mura amiche, speriamo che non si avveri il dato del bravissimo pasquale, vorrebbe dire sconfitta molto probabile contro la juve anche se forse la sua statistica vale più per il campionato!! Ieri bene ovviamente tutti, su coutinho e biabiany conviene ancora aspettare prima di dare un giudizio definitivo; certo che non dimenticando milito, eto’o centravanti puro é una forza della natura!! Siamo primi seppure con un’altra squadra sia in campionato che in champions (con tanti infortunati fondamentali), il re leone é al momento il capocannoniere di entrambe le competizioni (in italia con cavani), EVVIVA LA “CRISI”!! Un abbraccio e…..SEMPRE FORZA INTER!! Ciao, marco

  9. GLR posso fare il tifoso mai contento?
    Non mi è piaciuta la pettinatura di Coutinho… :-)
    Bella inter, mi sono proprio divertito!

    • Poi con quella zazzera non colpisce bene di testa, come Cambiasso che è senza gommini e la palla gli scivola sulla pelata. Coutinho si può risolvere al Paradiso del Cucciolo, per Cambiasso è più dura
      GLR

  10. Grande inter,grandi ragazzi e grande Eto’oooooo…Pazzesco !!!
    Cmq è cambiata molto la mentalità della squadra,ora gioca sempre senza paura e imponendo il propio gioco, tutto questo è anche merito del mago mourinho…
    Ciao GLR sei il migliore

  11. L’Inter gioca il miglior calcio della Serie A…ma siamo in crisi! L’Inter ha miglior classifica, miglior attacco,miglior difesa, miglior possesso palla di tutta la serie A e in tuta la champions…ma siamo in crisi! Abbiamo ceduto Balotelli (che lo scorso hanno è stato decisivo in 4..dico 4..partite in tutta la stagione) per prendere Couthinio (classe pura) + Biabiany (velocità pura)…ma ci siamo indeboliti!

  12. ….Santon ha bisogno di giocare. Non capisco tutte le perplessità su di lui. Anche ieri sera ha dimostrato di avere molta personalità (anche in eccesso a volte). Per cui. se ha superato i problemi al ginocchio operato, altro che Antonelli, Antonini (che è dell’82..non proprio un bambino) e compagnia Antonante! Saluti by Lucien

  13. ciao glr, post praticamente perfetto, come l’inter ieri sera! fortunatamente dagli errori si può solo imparare e credo che oramai solo i ciechi non abbiano capito che allo stato attuale di forma, schierare milito da solo al centro dell’attacco con conseguente allargamento a sinistra di eto’o è un lusso che non possiamo concederci. lo stesso pandev fin ora ha gocato praticamente da mediano, tanto vale schierare un centrocampista di ruolo in più, lasciando agire wesley più avanzato come ieri sera, dietro la coppia eto’o-milito. (a patto che il principe sia pimpante tanto quanto il re leone altrimenti perfetto l’assetto di ieri sera).doppiamo convincerci tutti che siamo fortissimi! diamo tempo a benitez e riponiamo mourinho in un pezzo di cuore come un fantastico ricordo e non come un atroce rimpianto.

  14. “Stagione da incubo con la panchina più corta del mondo, Coutinho e Biabiany acerbi, Snejider stanco e distratto dalle voci di mercato, uno spogliatoio in rivolta che Benitez è incapace di governare e quanta nostalgia per Balotelli, anche se non sta giocando. Avessi dovuto dar credito alle cretinate che girano attorno all’Inter, soprattutto da parte di alcuni dei suoi tifosi, Inter-Werder Brema avrei dovuto inquadrarla così.”
    MAI PIU’ STATO D’ACCORDO!!!!
    ecco fugati tutti i dubbi di chi già ci vedeva in crisi…. dalle stalle alle stelle in 3 giorni….
    quanta ipocrisia…
    la cosa che preoccupa davvero sono gli infortuni a catena… ma i “vecchi leoni” come cordoba o come stankovic sanno ancora ruggire…
    e ora aspettiamo al varco la Juve.. forte (!!!) solo dei proclami della nuova dirigenza che come al solito pensa più a recuperare credibilità nelle aule della lega, piuttosto che allestire una squadra degna della sua storia.
    ciao GLR

  15. Che bella Inter!!!
    Non appena pigia sull’acceleratore dà l’impressione di essere un rullo compressore, anche giocando con due “rincalzi”. E sono proprio loro, frettolosamente giudicati acerbi, che ci fanno divertire di più, oltre ovviamente all’immenso Re Leone.
    Buona anche la prova dei sostituti della ripresa, soprattutto Castellazzi, per niente timoroso di aver preso il posto di un mostro sacro come Giulione.
    Sono sempre più convinto che quest’anno ne vedremo delle belle.
    Saluti
    C23 – Parma

  16. I nuovi ieri sono stati bravi, ma aspettiamo test più probanti. Il “problema” è proprio questa alternanza di risultati e di prestazioni, dalla svagatezza di roma, alla determinazione e applicazione massima di ieri. Ma sicuramente lavorando troveremo anche la continuità di gioco e risultato

  17. Claudioeffedeejay // 30 settembre 2010 a 10:50 // Rispondi

    Caro Gianluca hai già detto tutto tu, c’è poco da aggiungere se non che per quanto riguarda Coutinho, bravo quando punta la porta palla al piede, si dimostra poco avvezzo alla protezione della palla perdendo spesso e volentieri la sfera di gioco, soprattutto da un punto di vista fisica, ma proprio come atteggiamento posturale, il ragazzo mi sembra francamente poco preparato: gente come Felipe Melo e Chiellini se lo mangiano.
    Biabiany mi sembra invece più pronto e devo dire che la coppia Maicon (quello vero) + il francese potrebbe essere un esperimento da ripetere perchè il BiaBia è veramente un fulmine e andando in sovrapposizione sul colosso puo’ veramente far male a chiunque.
    Riguardo alle statistiche emerge che: l’Inter in 5 giornate di campionato ha collezionato 3 vittorie, 1 pareggio e una sconfitta. Ha segnato 8 gol e ne ha subiti 4 raccogliendo 10 punti che per ora garantiscono il primato in classifica in coabitazione con la sempre più sorprendente Lazio. Delle 8 reti segnate 5 portano la firma di Samuel Eto’o che se aggiunte all’assist a Milito nell’ 1 a 0 col Bari ci dicono che l’attaccante Camerunese ha costruito ben 8 punti sui 10 fini qui raccolti e soprattutto ci raccontano di un Inter che fin qui, se non porta El Mamba al gol, come contro Bologna e Roma non riesce a vincere.
    La Champion’s ci vede in testa al girone con 4 punti insieme al Tottenham, unico avversario credibile del nostro girone. 6 gol fatti e 2 subiti, un pareggio in trasferta e una vittoria in casa. Delle 6 reti all’attivo 4 manco a dirlo portano la firma del nostro attaccante camerunese e 2 hanno paternità olandese con Sneijder già a quota 2 in Champion’s league. Detto che ieri sera Eto’o ha collezionato 3 reti e un assist non è una bestemmia dire che tutti i 4 punti europei sono sicuramente figli delle sue gesta.
    Ora io non so dire se questa incidenza statistica possa essere un punto di forza o una debolezza. Ripetuto che senza le sue reti l’Inter ha perso con l’A. Madrid e Roma e pareggiato a Bologna, va anche detto, che senza Milito e con l’accentramento dell’attaccante africano, la manovra offensiva è migliorata e tutta la squadra ne ha giovato raggiungendo anche un migliore equilibrio. La stupenda doppietta di Palermo, e i minuti finali di Roma, dove con l’uscita del Principe del Bernal il nostro camerunese è andato ripetutamente al tiro, ci raccontano di un’Inter più pericolosa e meno prevedibile.
    Al di là dei problemi contingenti di Diego Milito ritengo che Rafa Benitez, facendo fare all’Inter più possesso palla, costringa gli attaccanti a correre meno per raggiungere la porta ma ad avere anche meno spazi. In finale di coppa Italia e in finale di Champion’s l’attaccante argentino fece 3 gol in contropiede sfruttando le praterie che il gioco di Mou regalava ai delanteros nerazzurri. Quest’ano le cose sono cambiate, come ripetuto ieri da Eto’o ai microfoni di Sky e lui, più rapido e tecnico del compare argentino, ovviamente è più contento. La stagione scorsa il triplete vinto da protagonista ha consacrato un giocatore che era sempre stato considerato un buon attaccante ma non un fuoriclasse. Quella in corsa ci sta restituendo un “fenomeno” che fuoriclasse lo è sempre stato e che, per il bene della causa nerazzurra, ha dovuto fare il terzino.
    Secondo me è proprio qui che si gioca la partita: Milito non può fare la spalla ad Eto’o, non ne ha le caratteristiche tecniche e il camerunese, una volta riassaporato il sangue delle sue vittime, difficilmente vorrà tornare a fare l’ala. Toccherà quindi al tecnico spagnolo trovare una soluzione tattica che metta i 2 punteros in condizione di poter giocare al meglio, soluzione che a mio avviso andrà ricercata abbandonando il 4 2 3 1.
    Una chiosa sul povero Chivu. Leggo un pò ovunque, sia da tifosi che giornalisti, di un giocatore ormai finito, responsabile di ogni problema interista e totalmente inadeguato al ruolo di terzino sx. Vorrei ricordare a codesti signori che il sig. Christian Chivu ha vinto la Champion’s giocando contro Messi, che spesso andava a puntarlo, e un certo Robben, proprio nella finale di Madrid. Ebbene ì, il Barca ha fatto 1 gol a Milano, sul lato di Maicon, e 1 a Barcellona, sempre sul lato di Maicon. Il Bayern, a parte una imbucata centrale a inizio ripresa e un paio di tiri da fuori, non ha mai creato grossi grattacapi.
    Il giocatore rumeno, autentico jolly a tutto campo, è uno degli uomini più preziosi a disposizione di Benitez. Puo’ fare il terzino, il centrale, centrocampista davanti alla difesa e centrocampista esterno di sinistra, tutti ruoli che puo’ ricoprire con eccellenti risultati.
    E’ evidente a tutti che non sia nato per fare il sosia di Paolo Maldini, ma un atleta così, se non lo fai giocare sempre, lo perdi. E allora teniamoci stretti il nostro Christian che al pari di Zanetti e Cambiasso possiede una duttilità tattica e tecnica tale da non potervici rinunciare tanto a cuor leggero. Se poi qualcuno ha visto in giro un nuovo Roberto Carlos e io non me ne sono accorto chiedo scusa a tutti.
    Grazie per lo spazio che concedi sempre a noi tutti e buon lavoro.

    • Cazzo, per fortuna che avevo già detto tutto io! Un commento stringato il tuo, ma sei stato fortunato. Ne avevo appena cassati cinque di fila prima del tuo, che però, lo confesso, non ho letto fino in fondo. Spero però che gli altri lo facciano.
      GLR

  18. ma non era crisi inter?????????
    a leggere i giornali questi giorni sembrava che l’inter fosse ultima in classifica a 0 punti:-)
    ottima prova della baby inter,coutinho ha bisogno solo di mettere su un po’ di chili di muscoli e magari di crescere altri 5 cm e poi sarà pronto per diventare un grandissimo giocatore;quanto a eto’o è superfluo ogni ulteriore commento…11 goal in 9 partite…15 in 11 partite se si conta la nazionale…insomma se continua cosi a quota 25 ci arriva a novembre:-)
    p.s:ieri è stata la mia prima a san siro…che spettacolo!

  19. ciao Gianluca
    non so se sei d’accordo ma mi pare che l’inter di quest’anno abbia qualche difficolta’ in difesa, dovute soprattutto alla posizione piu’ alta, ma che faccia piu’ gol (o comunque arrivi piu’ facilmente in porta).
    Gli attaccanti sono piu’ vicini alla porta e gli scambi con i centrocampisti sono piu’ frequenti.
    Mi pare ad esempio che Stankovic arrivi piu’ facilmente al tiro anche giocando davanti alla difesa.
    Trovo il gioco dell’inter tra i migliori in italia.
    I problemini in difesa dovrebbero con il tempo e l’abitudine alle nuove consegne, quantomeno diminuire.
    Inoltre il gioco dell’inter mi sembra piu’ “europeo” cioe’ piu’ concentrato sulla fase offensiva, sulla manovra anche sulle fasce,
    Non dico che siamo piu’ forti dell’anno scorso, ma i pessimisti dovrebbero per una volta amminare le bandiere.
    Grazie

  20. va bene non seguire i gatti neri, ma neanche chiudere gli occhi sul livello del werder……neanche in eccellenza si vede una difesa del genere, un centrocampo inesistente, una squadra imbarazzante come quella di ieri sera.
    detto questo gran divertimento ieri sera, sembrava proprio una partitella del giovedì dove facevano quello che volevano. molto bene stankovic e cambiasso, bene cordoba e chivu, bene biabiany e coutinho, eto’o devastante.
    però equilibrio glr…come non bisogna essere pessimisti per una serata sottotono non bisogna far finta di aver dato 4 gol al barcellona e invece era solo il werder brema, che probabilmente senza 3 titolari è molto peggio del solito.
    bravo benitez. una perplessità sugli infortuni, troppi e tutti muscolari, non va bene.

    • Si, va bene. Stai calmo che poi ti passa…Siamo qui per salvarci, mica per vincere, ok? In effetti Auxerre e Ajax sono squadre di notissimi campioni rispetto al Werder
      GLR

      • claudio milan // 30 settembre 2010 a 16:49 // Rispondi

        Ciao GLR, Mourinho mi ha incaricato di scriverti di non far troppo lo spirtoso… sul ns girone.
        Che dire, Werder o non Werder l’Inter è ormai squadra di straordinaria caratura. Non ha subito gol (chiedere a Sampdoria, Milan, Tottenham 0-2 2-2, quanto è facile prendere gol decisivi dal Werder) e ha dilagato oltre ogni previsione.
        Ciao.

    • peccato che il barca è andato a pareggiare a kazan e guardandosi indietro ancora ricordo i patemi di 2 anni fà con il panatinaicos e i ciprioti e ancora quel famoso preliminare perso con i boscaioli (credo l’elsinborg ma forse sbaglio)…la champions è sempre la champions e un 4-0 giocando benissimo va giustamente sottolineato pur mantenendo i piedi ben piantati a terra

  21. Eh si, gran bella serata. Più di una volta ho detto ad alcuni fratelli interisti di non credere a tutte le news che uscivano su di noi pe rnon parlare della presunta crisi. Vorrei vedere quante squadre prime in classifica osino parlare di CRISI. Comunque, della partita di ieri, oltre all’estremo compiacimento per i gol di Eto’o e del grande Sneijder, sono rimasta davvero colpita dai tanti sorrisi che ho visto in campo. La più bella ‘crisi’ mai vista!

  22. Caro GLR,
    Benitez ci fa giocare davvero bene. Si balla un po’ dietro, ma davanti siamo proprio bellini.
    Spero che il buon Somenzi non smorzi gli entusiasmi con statistiche negative dopo i 4-0 di coppa, ma credo che raramente dacché mi ricordi ho visto una squadra così spumeggiante. Certo, i tedeschi ci hanno messo del loro con una difesa imbarazzante, ma vedere zampettare eto’o, biabiany, coutinho e sneijder a velocità supersonica è stato davvero divertente. In fondo è questo lo scopo ultimo del gioco del calcio, no? E poi, chiudere una partita di champions con Castellazzi, Santon (due italiani!), Obi e Biabiany, ovvero 4 prodotti del vivaio, più Coutinho mi fa pensare a cosa mai potrebbero inventarsi i soliti detrattori! Ti dico la verità, quando giochiamo così il risultato per me passa in secondo piano. Poi, sia chiaro, meglio vincere (e non è che capiti di rado anche con Benitez), ma almeno così pago il biglietto con maggiore piacere.
    A presto!
    Lucione

  23. Pur essendo ancora in fase di assestamento e mancando di diversi titolari, ieri sera la nostra squadra ha fatto un’ottima prestazione, anche se onestamente la difesa del Werder è apparsa imbarazzante. Dopo la sconfitta di Roma avevo scritto (scripta manent) che non vedo rivali ala nostra altezza in Italia: mi sa che anche in Europa non è che siamo messi malissimo! Sono straconvinto che ci divertiremo anche quest’anno perché l’Inter può solo crescere e il recupero dopo la sosta di elementi importanti faciliterà le cose.
    Personalmente mi sono piaciuti moltissimo Stankovic e Cambiasso: due veri martelli in mezzo al campo. I tre ragazzini poi non sono niente male. Insomma direi che si può guardare al futuro con un “certo” ottimismo.
    Saluti a tutti.

  24. Ottima prestazione della squadra e di qualche singolo in particolare…
    Dispiace per parecchi, media in particolare ma la squadra non mi sembra in crisi e Roma penso si trattasse del classico incidente di percorso (vedi Samp Inter 6°andata dello scorso anno) dovuto alle diverse partte da sostenere in un periodo dove la forma è quello che è!
    Considerate le assenze che abbiamo non posso che essere fiducioso per il prossimo proseguio.
    Quanto ai ragazzi, sono contentissimo che Benitez li inserisca piano piano in modo che quando ce ne sarà bisogno per cause di forza maggiore questi siano già rodati per affrontare tali situazioni.
    Io sono tra i pochi (??) che ha condiviso le scelte societarie dell’estate nel senso che se ok rinforzare la squadra ma se ne vale veramente la pena…Inler?? non credo avrebbe fatto più minuti di Mariga ad oggi…Kuyt?? a quel prezzo mi tengo 100 volte Biabiany… Forlan subitissimo, ma sarebbe venuto a fare la 3/4° punta???
    Guardate il Barça con Mascherano, 25mln per giocare fino ad ora quanto??…e cn Xavi/Iniesta/Busquets non la vedo rosea per il capitano dell’Argentina…e da noi con Cambiasso, Stankovic (ottimo rendimento finora), Zanetti e Motta la vedevo parecchio dura anche qua…
    Ora sotto con il prossimo impegno, assolutamente da non sottovalutare specie per l’agonismo che mettono sempre contro di noi anche se inferiori a livello di squadra…
    FORZA INTER e Grande GL!

  25. Angelo Paterlini // 30 settembre 2010 a 12:48 // Rispondi

    Il vero problema è che abbiamo vinto 4-0 e se ha ragione Somenzi la prossima partita la si perde… (però ha fatto la statistica con le partite di serie A)…

  26. Ciao GLR,
    eh, sì… E’ crisi (Eto’o), è crisi (Eto’o), è crisi (Snejider), è crisi (Eto’o)…
    Fossero tutte così, le crisi! E se son bastati 6 titolari in campo e qualche giocata di Snejider ed Eto’o per annichilire i tedeschi, immaginiamoci un po’ quando sarà tutto “registrato” a puntino… Dopo lo svarione iniziale non c’è stata storia, ed Eto’o non è in uno stato di grazia: è semplicemente il vero Eto’o, quello micidiale visto al Barça. E come si vede, le sue rimostranze per giocare in mezzo erano giustificate: sarà dura toglierlo da lì, adesso.
    Io sono tendenzialmente realista (né ottimista, né “gatto nero”) e credo che pure Benitez guardi alla realtà delle cose… Realisticamente, quindi, accetto la tua scommessa all’ultima riga e dico che ci sarà qualche problema con Milito.
    A parte la scarsa forma, da un po’ ho l’impressione che soffra questo straripante Eto’o sentendosi, in un certo modo, spodestato. Eto’o lo scorso anno (grazie al “fascino” esercitato da Mou) si è snaturato per Milito macinando km sulle fasce, ma adesso segna gol a grappoli mentre l’argentino è assai indietro. Ci vuole qualcuno che segni, Eto’o lo sta facendo alla grande e Milito rischia di “perdere il treno”.
    La gratitudine per il Re di Roma, Siena e Madrid è una cosa, la realtà un’altra: non vi è chi non veda che l’Inter non è già più quella di Mou, e sempre meno lo sarà. Quanto bisogno avrà Benitez di Milito in mezzo, avendo un Eto’o così? E non credo che dopo 11 reti Eto’o accetti supino di tornare a sgobbare di lato, visto che anche in mezzo torna spesso a metà campo a coprire correndo fino al 90’… Togliere Eto’o da dov’è ora sarebbe da scriteriati: il buon Rafa avrà ben considerato la cosa, e non penso proprio che lo farà.
    Un bel rebus, e in questo “salvare capra e cavoli” o giocheranno una gara per uno o a qualcuno toccheranno i cavoli (amari). Se per caso nel “redde rationem” (mi scuso per il latino, ma non trovo altro termine) i cavoli toccheranno a Milito, dovremo aspettarci che a gennaio chieda di andare da Mou?
    Ciao, Roberto
    P.S.: un’ ultima cosa: ovviamente Mou su Arnautovic aveva visto giusto. E probabilmente ha visto giusto anche su Balotelli …

    • Milito? Sicuro. Ho visto quanti giocatori del Chelsea ha portato all’Inter e quanti dell’Inter ha portato al Real. Il problema è che voi parlate di Mourinho ma non lo conoscete proprio. Io in due anni lo conosco un po’ più di voi e Milito resterà qui.
      GLR

  27. ciao gianluca tu dici che vinciamo il campionato io dico che vinciamo il mondiale e di nuovo la champions vediamo chi vince ? sono sicurissimo che uno dei due vincerà o tutti e due certo non gufo la mia inter in campionato sia chiaro ciao grande

    • Io dico solo che abbiamo discrete possibilità di rivincere il campionato e se, dopo la Supercoppa Italiana, arriva pure il Mondiale per Club, firmerei subito. Se poi arriva altro, cambio vita, paese e mi dedico alla pesca d’altura. Lo farei davvero ma, purtroppo, senza la pagnotta, non si vive!
      GLR

  28. Caro GLR,
    devo correggere un tuo grave errore. Per la precisione la prima tripletta di Eto’o è stata quella senza reti ma realizzata a maggio…
    Complimenti a Benitez che prosegue con il suo lavoro e cerca di far giocare con molto possesso palla, ripartenze, copertura anche delle punte… forse neppure lui è un pirla!!!
    Ora trasferiamoci tutti a Lourdes per completare la preparazione, altrimenti tra qualche settimana ci saranno molti della primavera in campo

  29. Io non sono ottimista come te Gianluca ma vedo comunque un bel progetto e sono contento; Rafa non cambia lo schema perché crede nella crescita della squadra e nella possibilità che i bambini possano sostituire in corso d’opera i più esperti (e verosimilmente fragili) uomini del Triplete e questo mi piace molto.
    Rimango dell’idea che la rosa sia inferiore a quella dell’anno scorso per un fatto prima di tutto numerico ma anche parzialmente qualitativo; per me Biabiany vale meno del nostro ex Martins a livello tecnico ma per sua fortuna può appoggiarsi ad una squadra di ben altro livello (al tempo non c’era Wesley a dargli la palla col contagiri) e questo per far maturare un ragazzino conta eccome. Coutinho prima di un paio d’anni non penso potrà essere un titolare ma ha le stimmate del fenomeno. Se però la mia squadra va sotto e mancano 15 minuti alla fine della partita non vedo in panca un solo giocatore che abbia le carte in regola per girare il match; il 6° uomo del basket, quello che l’anno scorso era Mario (che comunque abbiamo fatto bene a cedere viste le manfrine Raiola-style) ma che non è stato sostituito adeguatamente.
    Una cosa mi preme segnalare: non ho mai visto giocare così godibilmente a calcio la mia squadra (e non vale solo per la partita di ieri). In tutta franchezza la cosa non mi interessa particolarmente (penso che i risultati siano l’unico indicatore di quanto si è fatto in campo) ma mostrare un gioco arioso e frizzante di fronte alle platee di tutta Europa potrebbe aiutarci a raccattare qualche tifoso fuori dall’Italia e sappiamo quanto questo conti in tempo di fair play finanziario. Alla fine l’Arsenal, pur all’ombra di squadre ben più forti e vincenti, ha costruito una visibilità internazionale sulla capacità di fare tanti gol e far divertire gli spettatori.
    Siamo finalmente una grande d’Europa, incutiamo rispetto e timore; andiamone fieri. Grazie Mou, avanti Rafa.

  30. Benissimo Inter, avanti così anche Domenica sera ma attenzione alla Juventus che davanti è ben più pericolosa del Werder.
    Per quel che riguarda la gara di ieri sono molto contento della prestazione di Biabiany che,secondo me, può essere veramente un’arma in più in molte partite esterne.
    Prima gara completa di Coutinho e conferma di piedi buoni ed ottimo inserimento nel gruppo. Con 5 o 6 chili in più sarà ancora più forte.
    Sembra che gli infortuni di Lucio e Julio Cesar non siano preoccupanti. In caso di loro forfait Samuel e Cordoba sono una coppia collaudata e Chivu ormai è un terzino sinistro.
    Mi sembra che a Santon manchi solamente il ritmo partita.
    Lasciamo parlare i gufi di tutti i colori (anche nerazzurri) e continuiamo così.
    A presto a tutti.
    Suerte Inter.

  31. ciao gianluca,
    anche a me capita di litigare con tifosi interisti che criticano continuamente questa squadra: e non c’è più mou, e balotelli, e la panchina corta e un anno in più,ecc.ecc.
    peraltro le stesse cose che dicevano l’anno scorso di mou.
    ma ti pare possibile?
    io dico che la società ha dimostrato ampiamente di fare delle ottime scelte. benitez è bravo ed esperto. abbiamo i giovani e i campioni,una grande squadra ,che si vuole di più?
    ovvio che non abbiamo la propaganda delle reti mediset come ce l’ha il mialn, ma in campo non ci vanno le tv.
    ps: ma veramente ci hanno dato eto’o più 50 milioni per ibra?
    siamo sicuri che prima o poi non ci chiedano indietro i soldi quelli del barca?
    saluti e viva l’inter

  32. Ciao Gianluca,
    stiamo vedendo un gioco spettacolare, creiamo palle gol a raffica, ma mi da fastidio sentir dire che finalmente giochiamo a calcio, dopo 2 anni di catenaccio, ricordando ingiustamente solo la semifinale di ritorno…Per quanto riguarda Coutinho e Biabiany, mi ritengo ancora il saputello di turno, come dici tu, cioè che per me non sono da Inter, sperando però di essere smentito dai fatti e sputtanato ogni partita…

  33. Partita in discesa con una difesa avversaria a dir poco imbarazzante….meglio così! speriamo invece in un match intensissimo e snervante tra juve e m.c. questa sera !!
    Julio Cesar sostituito per infortunio muscolare o….mentale ??, vista l’ uscita folle nei primi minuti e altre amnesie minori…..
    Biabany ok , mentre Cou lo presterei a gennaio in serie A per farsi le ossa e sopratutto…i muscoli in palestra !!
    Maicon sempre in fase down…speriamo si riprenda presto
    Santon finalmente , Obi ha potenzialità enormi , purtroppo le occasioni per lui saranno poche
    Unico vero neo , l’ infortunio a Lucio : ma se rientra samuel , in coppia con l’ottimo cordoba , non sono preoccupato per domenica sera…….
    Gli juventini(anche i giocatori) parlano già di sfida delle sfide , per loro è la partita + importante dell’ anno (insieme alla gara di ritorno ovviamente) . L’ anno scorso, dopo juve-inter 2-1 a dicembre , festeggiarono in campo e dopo come se avessero vinto la champions e fu l’inizio….della loro fine !!
    Ciao

  34. Caro Gianluca non riesco proprio a comprendere la tua lotta quotidiana contro i diffidenti e i pessimisti, i tuoi editoriali, sempre di grande spessore giornalistico, spesso iniziano con strascichi polemici nei confronti di chi non crede in questa societa’ e in questa inter.
    Mi auguro che tu alla fine abbia ragione, ma se alla fine dell’anno cosi’ non fosse?
    un tuo grande ammiratore….
    ciao

    • E se alla fine così non fosse? Sono quattro anni che ad ogni inizio stagione sento che l’Inter ha già perso tutto e sono quattro anni che sbagliano. Nel calcio non si vince all’infinito, prima o poi, avranno ragione. Non credo mica che l’Inter possa vincere per i prossimi dieci anni filati. Intanto, però, vince da cinque ed è una bella soddisfazione che solo chi ha un approccio sempre negativo non riesce a godersi. Chi si sveglia ogni giorno dicendo che prima o poi ti va male, alla fine c’azzecca, ma il primo a vivere male è lui. Io sono ben conscio che il calcio è fatto di cicli ma mi diverte troppo il tiro al pessimista cronico! Spero che tu comprenda che nella vita le vittorie che contano sono ben altre rispetto a quelle di una squadra di calcio, ma già si capisce il suo carattere dal giudizio ovviamente negativo dopo nemmeno un mese di calcio vero.
      GLR

  35. Caro GLR,
    andiamo avanti con i giovani, proviamo anche Nwanko e teniamo bene gli occhi aperti sugli altri, potremmo, tra qualche stagione, avere una grande squadra fatta dai giovani del nostro vivaio o pescati in giro al momento giusto. Avanti Inter!

  36. Io trovo divertente lo stupore che si prova anche da parte di noi tifosi su questa squadra che appena 4 mesi fa vinceva tutto…è come se nemmeno noi avessimo mai creduto alle potenzialità di questo gruppo e ci siamo lasciati fregare da chi parla di vittoria solo grazie ad errori arbitrali…
    Io di questa Inter non mi stupisco perchè sono consapevole che siamo uno squadrone…noi siamo i campioni d’Europa in carica non dimentichamolo mai..sono gli altri che ci devono temere e non viceversa…l’unica vera difficoltà è “oscurare” Mourinho…il resto poi verrà da se…
    Spero che il capitano torni in campo al piu presto…che effetto strano vedere la squadra senza il trattore..
    Forza Inter…Sempre e Comunque…

  37. Pierfranco // 1 ottobre 2010 a 12:30 // Rispondi

    Da queste prime partite della stagione, tra vittorie sonanti e sconfitte un pò deludenti, ritengo si possa trarre una considerazione: l’Inter di Mourinho vinceva o recuperava il risultato anche in qualche giornata in cui il gioco era latitante, mentre l’impostazione di Benitez, seppur con gli stessi uomini o quasi, è tale che un calo di qualità o di concentrazione provoca un risultato negativo, vedi Atletico Madrid e Roma, mentre le partite con la squadra che gira come un orologio sono un successo sicuro, anche con i nuovi innesti.
    Esprimo un parere personale e da profano, s’intende.

  38. Gian Luca,ribadisco,gran soddisfazione nel veder la squadra giocare come sa,gran soddisfazione e felicita’ veder Benitez dare la sua impronta e ricevere consensi all’interno dello spogliatoio,grande fiducia in questa squadra(quella del triplete)e nei nostri giovani,MA RIBADISCO,secondo me in societa’ han compiuto COMUNQUE un atto di leggerezza nel non inserire un attaccante nuovo di livello.Alla lunga,tra infortuni e squalifiche,potrebbe pesare,ma OVVIAMENTE,speriamo di no !!
    Son certo che siam sempre forti,ma anche certo che bisogna sempre stare in campana (in senso POSITIVO,non negativo di certo),non abbattersi se si perde un match ma nemmeno esaltarsi quando ne si vince uno e nemmeno caricare troppo di responsabilita’ i nostri ragazzini che certamente hanno un gran futuro.Ma a Gennaio serve la punta i prima fascia,anche se saremo primi in campionato e nel girone di Champions.
    Ciao

    • sorge spontanea la domanda: la paghi tu la punta di prima fascia, visto che la società ha deciso di darsi al Fair play ? Comunque acquistare una punta di grosso livello per aggiungerla ai vari Milito, Eto’o, Pandev, Biabiany e Couthino (non mi si venga a dire che è un trequartista, se no vi chiedo in quali partite ha giocato in quel ruolo, se non nelle giovanili che sono un’altra cosa) e ci aggiungerei anche Wesley, non mi sembra una grande idea visto che già ora si incomincia a “pompare” il “dualismo” Milito – Eto’o (dimenticandosi che il re leone anche quest’anno ha segnato, a parte mercoledì, anche in presenza del principe), e tra un po’ si dirà che sono incompatibili (?!?). Abbiamo i due attaccanti migliori del mondo, chiunque verrà, farà la riserva !

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili