FinaleCI: Inter-Roma 1-0. All’Inter la Coppa Italia 2009-10

Primo titulo! All’Olimpico l’Inter supera di misura una Roma tutta nervi con un gran gol di Milito in chiusura di primo tempo e si aggiudica la sesta Coppa Italia della sua storia. Da storico  fan della coccarda sono ebbro di gioia, anche perché l’Operazione Triplete è partita col piede giusto! El Principe, ispirato da un’apertura d’esterno di Thiago Motta, ha realizzato il suo 26° gol stagionale, ma tutta l’Inter è stata straordinaria, soprattutto nel mantenere la calma in un ambiente incendiato ad arte da provocazioni a raffica, prima e durante tutta la partita. L’anno prossimo occorre ripensare seriamente alla formula con la finale unica a Roma, intesa come capitale. Non siamo maturi per scimmiottare inglesi e francesi, che fanno giocare la finale della Coppa Nazionale nella capitale, ma in uno stadio appositamente neutrale. Che all’Olimpico si giocasse in trasferta si è invece capito, prima ancora che dal pubblico, praticamente quasi tutto giallorosso, dall’ascolto dell’inno romanista prima del fischio d’inizio, cosa che ha giustamente mandato su tutte le furie Mourinho. Complimenti alla Lega Calcio, incapace di organizzare come Dio comanda anche l’evento più semplice! Durante la partita si è visto chiaramente che l’arbitro Rizzoli ha drammaticamente risentito dell’ambiente circostante: si fosse giocato in un’altra città, uno tra Perrotta, Taddei e Mexes, che nel primo tempo ha rifilato un pugno al fianco di Materazzi, avrebbe certamente beccato un cartellino rosso prima di  Totti. Invece il primo espulso è stato Lele Oriali per proteste, dopo che in avvio Burdisso aveva già impresso i suoi tacchetti sulla gamba di Sneijder, costretto ad uscire, sostituito da Balotelli. Prima del riposo, l’Inter ha perso pure Cordoba per infortunio, rimpiazzato da Samuel. In ogni caso Totti stavolta l’ha fatta più grossa del solito,  rifilando un calcione proditorio a Balotelli ad una manciata di minuti dalla fine: avrà pure perso la brocca per frustrazione o per provocazione, come ha raccontato a fine gara, ma un Campione del Mondo certe cose non deve proprio farle! Buon per lui che alla premiazione degli interisti ha avuto almeno l’accortezza di stringere la mano a qualcuno di loro. Nella partitaccia di Totti ci sono stati pure un’inutile ancata a Milito con palla lontana e due calcetti alle terte di Thiago Motta e di Balotelli inermi a terra: insomma un bel campionario di gesti anti-sportivi! In realtà a nulla sono serviti gli appelli alla calma, tra cui quello di Ranieri ai suoi, invitati a giocare a calcio e a non metterla sulla rissa, perché sarebbe stato letale, come si è infatti poi visto. Bravi i nerazzurri a mostrare la calma dei più forti, senza mai cadere nelle trappole dei nervi tese dagli avversari, al di là di qualche reazione comunque contenuta. In campo è successo di tutto tra proteste, insulti, zuffe, intimidazioni, calci e pugni a gioco fermo, fino all’invasione di campo nel finale da parte di un facinoroso che, in altri Paesi, vi assicuro che non sarebbe uscito dal campo con le sue gambe. Meno male che tra tanta tensione, Mourinho è stato protagonista di un episodio divertente, quando poco prima della metà del primo tempo è corso a sbirciare sul monitor la moviola di un gol giustamente annullato a Milito per fuori gioco, con l’addetto che ha cercato di impedirgli la visione. Parevano due bambini che litigano per guardare un programma in TV! In ogni caso, l’Inter ha strameritato il suo primo titulo e, malgrado giochi da settimane ogni tre giorni  e abbia riposato 24 ore meno degli avversari, si è dimostrata sull’esempio di Zanetti, fresca come una rosa e più forte a prescindere, con buona pace di Rosella Sensi e di tutti coloro che hanno preparato questa finale secondo la strategia della tensione, clima in cui Mourinho è maestro. Ora con la Coppa Italia lo Special One ha vinto tutte le competizioni nazionali portoghesi, inglesi e italiane. Straordinario il suo messaggio a fine gara: “ora interisti, non venite all’Aeroporto – ha scherzato – “perché abbiamo bisogno di riposo!” A Barcellona aveva chiamato i tifosi all’arrivo per fare una battuta ma non si aspettava poi di trovarsi 6.000 persone a Malpensa! In ogni caso questa Coppa  è anche uno schiaffo ai gatti neri e alle loro insopportabili paranoie sulla maledizione del 5 maggio. Capitolo Balotelli: mi è piaciuto, anche perché ha fatto pure pressing. Se però pensate che mi accontenti di una partita all’altezza del suo talento, vi sbagliate di grosso. Da lui, dopo tutto quello che ha combinato, di partite ottime me ne aspetto molte altre!
Ultima nota statistica: con questo successo il bilancio delle finali di Coppa Italia con la Roma si è volto a nostro favore: 3-2. E da stasera ecco anche il sorpasso sui cugini nell’Albo D’oro del trofeo della coccarda tricolore dei cugini: 6 a 5! Ora sotto con gli altri tituli.

68 Commenti su FinaleCI: Inter-Roma 1-0. All’Inter la Coppa Italia 2009-10

  1. pasquale somenzi // 6 maggio 2010 a 00:26 // Rispondi

    Delle 6 coppe Italia vinta dall’ Inter questa e’ la prima ottenuta con tutte vittorie.
    La formula attuale ha permesso di poterci arrivare con solo 5 partite in cui
    l’Inter ha ottenuto 4 vittorie per 1-0 ed una per 2-1, ma soprattutto, in una
    FINALE IN GARA UNICA, e’ tornata a vincere senza ricorrere ai supplementari
    cosa che non succedeva dalla coppa Uefa di Simoni. Era il 6 maggio 1998.
    ciao. pasquale.

  2. Come direbbe Totti: Vi abbiamo purgato ancora! Ancora 3 vittorie e poi sia quel che sia…

  3. Caro GLR,
    il primo titulo glel’abbiamo vinto “in faccia”, a casa loro!!! Doppia goduria… :-)
    L’Inter ha fatto una partita maschia, ma la Roma ha picchiato con cattiveria e premeditazione: sapeva a chi far male e c’è riuscita dopo nemmeno un minuto. Beh, Burdisso ad Appiano dovrà pur tornare: immagino lo aspettino con ansia…Totti ha anche dato un calcio in testa a Balotelli ancora a terra, dopo che l’aveva fatto anche in precedenza con T. Motta (mi pare…). Si vergogni per questo, la Sensi, e non per Lazio-Inter!
    Ora sotto con lo scudetto, che questi antisportivi non meritano di certo: sono a due punti perchè hanno avuto un fattore “C” grosso come il didietro dell’elefante in GLR Viaggi (Kenya – Kilimanjiaro), null’altro. Stasera l’Inter ha vinto ancora contro tutto e tutti, come da abitudine: ormai è consapevole di essere la più forte. Già da un mesetto l’Inter dà la sensazione di essere granitica ma stasera, presa a calci e pugni (chiedere a Matrix) in un ambiente ostile al massimo, mi ha fatto quasi paura. Mai vista così, e la seguo dal campionato ’70-‘71… Questi vogliono davvero tutto e con che rabbia! Sono gasatissimi e la vedo dura per gli altri, si chiamino Chievo, Siena o Bayern Monaco (bloccato Robben, bloccato molto…).
    Se non intervengono fattori “esterni” (eufemismo) questa Inter ha davvero molte probabilità di centrare la tripletta. E giuro che sto scrivendo con tutte e due le mani sulla tastiera, che è di plastica.. 😀
    Ciao
    Roberto

    • Ciao Roberto e GLR,
      capisco l’euforia del tifo ma leggendo il tuo commento penso proprio che tu soffra di quella sindrome di accerchiamento che ha colpito qualche dirigente interista e non solo.
      Ne hai proprio per tutti!!!
      Addirittura affermi che la Roma è a 2punti solo per CULO e che son tutti contro l’Inter! Se ritieni opportuno fai un po’ di esempi a tal riguardo e magari se non ti è troppo difficile prova a pensare se a volte qualcosa è andata anche bene per L’Inter quest’anno.
      La verità è che la squadra più forte alla fine vince sempre!!!
      Prova a leggere la rosa attuale dell’Inter e confrontala con quella degli anni passati in cui si diceva Adriano e Martins per 10anni siamo a posto, ripensa poi a Recoba, a quando si era entusiasti per le ali di Cuper Luciano e Van der Meyde e mi fermo qua..
      Capisci perché oltre ai meriti di MOU oggi si arriva in fondo e si può vincere pure in Europa?
      Un saluto

  4. Ecco il primo,
    bello dominando una accozzaglia di picchiatori, se avessero potuto ci avrebbero azzoppato mezza squadra.
    Ma ora chi dovrebbe vergognarsi di una condotta cosi’ antisportiva come quella della Roma di stasera????
    E’ bello vederli rosicare ah come e’ bello
    ciao a tutti i fedelissimi

  5. Grande Inter sotto tutti i punti di vista!!!!! GRAZIE RAGAZZI!!!!! E ora riconciliamoci tutti con Balotelli, lui ha bisogno di noi, noi e la squadra abbiamo bisogno di lui..Stasera ha giocato una gran partita, vedi cartellini presi dagli avversari per i falli su di lui….Giocasse sempre così….Ora ci attendono 3 partite dove non si può sbagliare e c’ è bisogno di tutti!!!! Io nel mese di maggio non ho mai festeggiato 2 trofei nerazzurri, e meno che mai 3!!!!!Stasera poi abbiamo esorcizzato il 5 maggio, data spesso rinfacciata da chi in questo mese ci guarda con 2 gufi in spalla, uno con la maglia della Roma, l’ altra con quella del Bayern…Questi signori almeno per stasera sono serviti!!!!!!
    E ORA CARICA RAGAZZI!!!!!!!
    Giulio

  6. …almeno la tua amata coccarda puoi metterla 😉

  7. Roberto Scib // 6 maggio 2010 a 06:34 // Rispondi

    Vincere è sempre bello.
    E’ bello perchè da soddisfazione. Appaga. Rende giustizia per le fatiche sopportate per arrivare a quel traguardo.
    Ma è anche bello perchè superi un avversario, che nella fattispecie ha dimostrato di meritare di perdere, in casa, davanti al proprio pubblico, umiliato nella sua impossibilità di superare il muro invalicabile della Fortezza Nerazzurra.
    Hai ragione GLR, vincere e vedere negli altri (avversari veri e aspiranti avversari) l’odio sportivo (?), l’invidia e la frustrazione è una sensazione eccitante ed inebriante.
    Io ci ho preso gusto, e ora non voglio piu’ smettere ….
    Roberto

  8. Ciao GL, ciao popolo interista.. speriamo che il capitano non si stiri le braccia a furia di alzare.. (toccatevi naturalmente..).
    Vi scirvo oltre che per gioire di questi meritati successi, per chiedervi e chiedere a GL di iniziare una campagna per Javier Zanetti.. Se tutto andrà come noi tutti vorremmo, questo giocatore è da pallone d’oro e mi stupisce che nessuno lo dica.. ditemi voi se avete mai visto un giocatore così prepotente, così efficace, pulito.. una cosa incredibile.. in tutti questi anni è sempre stato il migliore, gli sono mancati solo i grandi successi..
    Un vero Calciatore come li intendo io, cuore, abnegazione e tanta passione per lo sport, ma soprattutto da parte sua tanta passione per l’Inter e questo noi lo vediamo..
    Complimenti a tutti gli interisti e andiamo avanti così.
    DR

  9. Ma se ci hanno lasciato vincere !!!!!
    Poi i falli dei romanisti sono giustificati da quella volta che………

  10. SETUBAL capitale del mondo!
    Ragazzi, con Chelsea e Barcellona allenatore e squadra hanno dimostrato di avere le palle d’acciaio. Ieri hanno dimostrato di avere anche i nervi d’acciaio.
    Finalmente una squadra di veri uomini prima che di grandi giocatori di pallone.
    Merito di Moratti, cha dal 2006 si è finalmente un po’ “incattivito”. Non solo simpatici contro antipatici ma anche “figlio di…., vaffa….,B.. di m…”
    Merito di Mancini che ci a riportato ad assaporare le vittorie.
    Merito di Mourihno che ha creato un gruppo al titanio. Vedere Eto’o che rincorre i terzini avversari mi fa commuovere. Se recupera Balo, come ieri sembrerebbe aver fatto, sarà il suo capolavoro.
    Se come penso andrà via a fine stagione non riesco ad immaginare un suo sostituto. Forse solo Fabio Capello sarebbe in grado di sostituirlo in maniera degna.
    Domenica vinciamo il campionato (Mi sto’ toccando….fatto!)
    Poi 15 giorni durante i quali ci vorranno revocare di tutto, anche la coppa Uefa del 98, e poi Madrid… Il sogno, come dice Sua Maestà Mourihno, e sarà “TRIPLETTA” (altra toccatina…fatto!)
    In bocca al lupo cara Inter.
    Ciao Gianluca
    Antonio

  11. Massimo VC // 6 maggio 2010 a 07:18 // Rispondi

    COMPLIMENTI ALL’INTER NON SOLO PER LA VITTORIA MA ANCHE PER LA PADRONANZA DEI NERVI CEH IN ALTRE OCCASIONI CI HA PENALIZZATO.
    BRAVI-BRAVI E ANCORA BRAVI.

  12. Il primo traguardo è stato raggiunto e la Coppa Italia è già in bella mostra nella ns. gloriosa bacheca.
    …..chissà che lo scudetto non si possa già festeggiare domenica pomeriggio….chissà…chissà….. ;-D
    Grazie Inter, grazie mamma e grazie papà di avermi fatto interista.
    Care cose a tutti gli interisti e un’abbraccio a te caro GL.
    FORZA INTER SEMPRE

  13. Anche quest’anno ZERUTITULI appannaggio di altri club perchè…INTER CAPOCCIA. E nell’Arena dei capoccioni. Altre TRE finali con lo mismo impegno e “sarà quel che sarà”! Vincere contro tutto (gossip-insinuazioni-volgarità-fango a gogò) e contro tutti (e Totti!). Opinionisti,politici,moralisti,gufi delusi…quanta verbosità gratuita e senza riscontri…a dimostrare.
    Dopo l’inaspettata sconfitta con la Samp un giornalista direttore di tg, visibilmente contrariato, si lasciava andare…: “è possibile a questo punto che l’Inter vinca lo scudetto, ma non sarà per merito (sic!) perchè la squadra più bella e più forte è la Roma…che vincerà il 5 maggio la Coppa Italia…a riprova….APPUNTO!!!!
    Ma anche il bravo Melli ieri sera, come tributo alla sua romanità , s’è lasciato andare ad una …insostenibile difesa della Roma e di Totti…adombrando sgambetti/torti subiti e ricordando (ma che c’entrava?) che l’Inter col Valencia… ORA noi con Mou…non ripeteremo più certe…impazienze. La Roma invece sì…davanti alla Sensi ed a Gasparri. Abbiamo ORA 11 campioni-operai che lottano all’unisono (ieri super Mario ha cantato anche lui…col coro:finalmente!) ORCHESTRATI da un fuoriclasse-operaio (non è nato in una culla d’oro) a cui va il nostro continuo GRAZIE! Adelantes …

  14. Alessia Cattaneo // 6 maggio 2010 a 08:11 // Rispondi

    FRATELLI D’ITALIA,
    L’INTER S’E’ DESTA
    LA COPPA E’ LA SESTA!
    Se Maradona non porta Milito ai Mondiali, mentre Lippi porta Totti, non so chi dei due capisce meno di calcio!
    Grande,
    Alessia

  15. giusto finale di una settimana trascorsa ad allenarsi con la bocca da parte dei romanisti
    evidente superiorità dell’inter: tecnico, tattica, mentale e fisica
    – siamo riusciti ad andare avanti a macinare il nostro gioco malgrado le continue provocazioni e falli dei giallorossi (come già successo a barcellona): un evidente segno di maturità acquisita dai nostri
    – un evidente strapotere fisico malgrado molte più partite nelle gambe rispetto ai romani
    in tutto questo grande merito al mister anche per una preparazione mirata ad arrivare a questo punto della stagione con ancora birra nelle gambe (è vero che se uscivi prima sia dalla coppa italia che dalla champions non sarebbe servito a nulla)
    ci si spiega forse il perchè del periodaccio in campionato quando abbiamo dilapidato tutti quei punti
    ma anche oggi la nostra classe politica si lamenterà di inter-roma: non è che i giallorossi abbiano fatto molto più della lazio…
    una curiosità: come mai era l’inter in casa? miglior piazzamento in campionato?

  16. Ottimo risultato anche perchè credo che nelle priorità della squadra questa fosse all’ultimo posto. Credo che se al posto della Roma ci fosse stata un’altra squadra forse avremmo perso. MA di questo non avremo mai la controprova.
    Ora mi auguro che primi noi tifosi poi anche tutti gli altri “intellettuali” e “soloni” dell’ultima ora si rendano conto che non c’è nessun favoritismo ma che vinciamo perchè siamo forti e basta.
    A parti inverse la partita sarebbe finita 4-0 (parlo di espulsi….. :-) )
    Permettimi un’ultima annotazione su Toni. E’ un giocatore straordinario e mi è sempre piaciuto ma sentirlo ieri sera dire che “sempre quando NOI (??) giochiamo contro l’Inter certi episodi sono sempre a aloro favore..” mi ha fatto sclerare.
    Primo Toni ha giocato in tutta la sua carriera 2 partite con la Roma contro l’Inter, secondo spero che oggi abbia un paio d’ore di tempo x ri-guardare la partita. Vedrà se l’arbitro è stato tollerante o meno con loro….
    Ma dico e poi parliamo di abbassare i toni???? Va là.. va….
    Esco dal coro e dico “brava” Lega che alla fine ha messo anche il “Pazza Inter” che ci ha fatto ancora più godere perchè suonato all’Olimpico…..
    W la F

  17. franco banear // 6 maggio 2010 a 08:30 // Rispondi

    GL, lasciami citare Totti Francesco, talento di Porta Metronia – 1
    Pollice recto.
    Per Mou e la squadra. E’ ora di finirla con i luoghi comuni della squadra fisica, ieri la Roma è stata strabattuta sul piano tecnico-tattico.
    Per i tifosi in curva. Alle 00.30 li tenevano ancora lì.
    Per l’organizzazione della gara: “core de ‘sta città”, tifosi che cercano di picchiare Cambiasso, insomma uno spot alla sportività.
    Per Balotelli. Si è capito ancora che se si dedica alla cosa che sa fare meglio, giocare per e con la squadra, il valore aggiunto è immenso. Ma di strada ne deve ancora fare…
    A Montali e DeRossi. Il primo ha ammesso che ha vinto il più forte, senza se e senza ma. Il secondo ha zittito le dichiarazioni di Toni sull’arbitraggio e le vaccate sulla gara di domenica sera, “di partite così se ne sono viste ‘a mijardi”. Bravi, veramente.

  18. Il primo titulo di quest’anno è già chiuso in bacheca, insieme alle inique argomentazioni della sponda giallorossa, più preoccupata di offendere che di vincere la finale. Spicca il calcione del “modello positivo” al nostro SuperMario come esempio di quell’eleganza e di quel rispetto che i nostri avversari probabilmente non conoscono. E adesso cosa tirerà fuori la bisbetica Rosella?
    Mourinho ha detto bene: l’Inter ormai ha fatto il salto di qualità, è su un altro livello, è la squadra del momento. Spero solo che questo momento duri il più a lungo possibile… con Mou in panca. Concordo da sempre con il pensiero di GLR: ci accorgeremo, noi e gli avversari, di quanto è bravo e fondamentale Mourinho solo quando se ne sarà andato. Spero fra anni.

  19. franco banear // 6 maggio 2010 a 08:40 // Rispondi

    GL, lasciami ri-citare Totti Francesco, talento di Porta Metronia – 2
    Pollice verso.
    A Ranieri. Ieri sera ha parlato da frustrato allenatore della Roma, non dal gentleman che è sempre stato. Pareva ritornato il terzino picchiatore umiliato da Zico nel 1983. Quando si dovesse rivedere se ne vergognerebbe un po’.
    A Luca Toni. Se Lippi lo convocasse tiferei Camerun ai mondiali. Un paracarro. Il rigore ci poteva forse stare, ma per il resto della sua gara ha fatto solo brutta figura. Persa la chance di tacere.
    Alla difesa della Roma. I commentatori giallorossi hanno obiettato che “si vedeva che la Lazio non ha giocato al massimo domenica sera perché Thiago Motta ha segnato da solo contro 5 difensori”. Ieri sera Milito ha segnato uno contro SEI. Devo arguire che anche la Roma non voleva vincere??
    Al Pupone. Frustrazione un ca**o, e il calcetto in testa? Comunque degna di una carriera costellata di calci, pugni e sputi.
    Dulcis in fundo, allo sportivone che ha invaso il campo. Uno così andrebbe depilato, cosparso di pece e piume (tranne il volto), e mandato in giro dalle Alpi alle piramidi con un cartello recitante “mi chiamo XY e sono un povero coglione”.
    Grazie per avere vendicato l’immeritata eliminazione della mia Udinese in semi.

  20. Francesco RA // 6 maggio 2010 a 08:41 // Rispondi

    PRIMO TITULO!!!
    Ricordatevi le parole del Capitano: “NON MOLLIAMO NULLA”
    sono daccordo con Roberto; questi vogliono tutto!
    la roma che pesta lo si sapeva, gli illusi tornano a rosicare: goduria assurda esultargli in casa!
    archiviamo un attimo la coccarda tricolor e pensiamo all’altro tricolor, se tutto va bene penso che domenica 23 maggio a san siro sfoggiamo tutto(goduria sorpassare i cugini nell’albo, mamma come godo)
    FORZA RAGAZZI REALIZZIAMO IL SOGNO: ENTRIAMO NELLA STORIA!
    fRA

  21. Evvai con il primo Titulo!!!!!! Partita mai messa in discussione nonostante il vantaggio risicato. Loro sono sulle gambe, e domenica giocano in casa contro il figlio di Bruno Conti, buon per loro. Ma bando alle ciance, lo sapevo che sarebbe stata una caccia all’uomo, bravi gli interisti a non cadere nella trappola. Per il resto mancano 3 partite all’apoteosi, domenica pomeriggio vado a ringraziare i ragazzi a prescindere, una stagione così esaltante non l’avevo mai vissuta, meglio tardi che mai. GRAZIE INTER!!!!!
    P.S. Su Totti meglio stendere UN VELO PIETOSO.

  22. Ciao Gian Luca,
    il titulo che mi viene per primo in testa per definire questa squadra è: “GLI SPIETATI” preso in prestito dal film di Clint Eastwood, è impressionante la “ferocia” agonistica che questi ragazzi mettono in campo, non importa l’ avversario malcapitato di turno, non fa differenza; in questo momento non molleremmo neanche il torneo sulla spiaggia del bagno Stella Marina di Viserbella…. ormai penso che sia una sfida contro loro stessi, come ripeto non conta più’ l’ avversario che si trovano di fronte, vogliono solo vedere dove riescono ad arrivare.
    Ciao Gian Luca, con molta stima.
    Livio

  23. forza Inter!
    eppure GLR, spiace ancora una volta dover constatare che fuori dallo stadio ci sia stato un altro accoltellato e che , con tutta probabilità, finirà nell’impunità più totale come le volte precedenti.(a differenza di altri “campi” non Romani.)
    Eppure di politici che parlano (se così si può dire) di calcio ne abbiamo a bizzeffe, ma forse, come nel loro “lavoro”, sono più bravi a fomentare polemiche che a trovare soluzioni.
    Un saluto e sempre forza Inter!!!

  24. E Unoooooooooooooo …………………..

  25. Max della Rocca // 6 maggio 2010 a 08:56 // Rispondi

    Grandissima prova di carattere e forza! Quanto di meglio ci si potesse aspettare in un ambiente del genere. E poi c’è stato anche chi ha avuto il coraggio di dire che i provocatori siamo stati noi…………Roba de mat….
    La ciliegina l’hanno messa i commentatori RAI durante la partita e gli pseudogiornalisti del dopopartita, schierati come non mai, con domande strumentali a far trasparire una realtà diversa. Una vera vergogna. E noi di questo godiamo ulteriormente.
    UN TITULO!! GRAZIE RAGAZZI!

  26. FrancescoT // 6 maggio 2010 a 09:02 // Rispondi

    Che squadra, che cuore, un Inter con una forma fisica fantastica. Non voglio commentare quello che ha fatto la roma e i commenti post partita.

    P.s.
    Sono anch’io un fan della coccarda!!

  27. Alessandro B. // 6 maggio 2010 a 09:10 // Rispondi

    primo trofeo conquistato! grande Inter!
    zanetti epico, milito allucinante, ottimo Mario (per farsi perdonare al 100% deve giocare altre 50 partite cosi)
    beh che dire di Mourinho? e’ troppo un grande. Uso un termine sentito a radio24: e’ un ALLENATTORE. La scena della tv mi ha spaccato dalle risate. E’ la stessa cosa che ho detto al mio socio Juventino: 2 bambini che litigano! Grandissimo.
    che stagione emozionante! il sogno continua!

  28. Caro Gianluca,
    Ieri sera ero allo stadio e non posso che condividere il tuo editoriale. Purtroppo in questo paese non si è in grado di organizzare nemmeno una finale in campo neutro e la Roma ha a tutti gli effetti giocato la partita in casa.
    Allo stadio siamo tutti scoppiati di rabbia sulle note dell’inno della Roma, veramente una vergogna!
    L’arbitraggio è stato pessimo perché abbiamo seriamente rischiato di perdere qualche giocatore per un brutto infortunio.
    Ora concentrati perché da domenica si deve subito dare una ulteriore dimostrazione di forza.

  29. marco ferrara // 6 maggio 2010 a 09:15 // Rispondi

    Ciao Gian Luca, il primo-TITULO-é conquistato, d’accordo magari non sarà quello più importante, ma é pur sempre un trofeo al quale come te e come hanno dimostrato ieri i ragazzi, tenevo molto!! É stata un’altra grande partita dei nostri “eroi” contro una squadra di “picchiatori”!! La roma avrebbe dovuto finire l’incontro non solo senza totti (ennessima figuraccia la sua), ma anche senza burdisso (dovrà tornare prima o poi e i giallorossi possono scordarsi di averlo per pochi euro), mexes (come sempre odioso oltre che scarso), perrotta e taddei, insomma senza mezza squadra!! A tal proposito trovo a dir poco vergognose le dichiarazioni dei giocatori della roma che hanno avuto il coraggio di prendersela con l’arbitraggio di un imbarazzante rizzoli!! Va bene che bisogna portare sempre l’acqua al proprio mulino, ma qui si é superato alla grande il senso del pudore!! Verso altri successi (sappiamo quali….) ti abbraccio e……SEMPRE FORZA INTER!! Ciao, marco

  30. semplicemente fantastici

  31. Giulia Bassi // 6 maggio 2010 a 09:36 // Rispondi

    Caro Gianluca, vorrei dire alcune cose su Francesco Totti, che è stato espulso solo per l’ultimo brutto gesto: prima, infatti, si era reso protagonista di una spallata a Miito a palla lontanissina e di un calcetto sulla testa di Motta mentre questo era a terra. Bisognerebbe ricordare al Pupone de Roma che il suo è un mestiere pieno di pregi e bellezze, in cui è strapagato per fare quello che tutti i ragazzi della sua età possono solo sognare, per cui viene osannato e coccolato ad ogni colpo di tacco o pallonetto, per cui è già nella storia del calcio italiano oltre che della sua squadra del cuore (cosa non da poco). Esiste un unica cosa chiesta in cambio: la correttezza e l’esemplarità, proprio perchè è un modello adorato e imitato da molti. E in questo lui ha quasi sempre fallito. E, soprattutto, non ha quasi mai chiesto scusa. Addirittura ieri sera ha cercato un’imbarazzante giustificazione alla sua imbarazzante espulsione dicendo: “Balotelli ha infangato me, un’intera città e un’intero popolo”. Tradotto, il nostro attaccante gli avrà detto qualcosa sulla sua romanità (del tipo “romano di m…”) ma se contiamo tutte le volte in cui Mario si é sentito dire “qualcosa” sulla sua pelle nera…e poi questa è una storia vecchia come il mondiale 2006:un conto sono le parole (e sappiamo che in campo ne volano di ogni) un altro sono i gesti e le reazioni violente.
    Concludo dicendo che Francesco coi suoi gesti plateali e sempre al limite della correttezza sportiva (vedi anche i famosi pollici versi) non aiuta di certo a placare gli animi della sua, già di per sè calda, tifoseria. Un capitano e un campione vero dovrebbero servire anche a questo. Un applauso in questo senso va a De Rossi, che ha mostrato di meritare la fascia: il primo a cercare di calmare il tifoso invasore e il primo ad andare a stringere la mano agli interisti. Sono anche e soprattutto certi gesti in campo (soprattutto se fatti da certi campioni) a creare quel clima di tensione e nervosismo anzitutto tra i tifosi. E scusami se mi permetto di pensare che ultimamente ad ogni gesto discusso del Pupone core giallorosso (pollici nel derby e fallacci ieri sera) sono curiosamente seguiti altrettanti incidenti e scontri fuori dallo stadio con protagonisti gli ultras romanisti. Quando sei un modello amato e imitato devi esserlo soprattutto sul piano della correttezza e della sportività. In fondo è l’unico prezzo da pagare per fare il mestiere più bello e invidiato del mondo.
    FORZA INTER SIAMO A TRE PARTITE DAL SOGNO! Un abbraccio, Giulia Bassi

  32. Pierfranco // 6 maggio 2010 a 09:43 // Rispondi

    Una bella vittoria per rafforzare il legame tra i giocatori e l’allenatore, una prova di maturità che in altri tempi ci saremmo solo sognati. La Roma non ha lo spessore per contrastare l’inter in uno scontro diretto, lo aveva già dimostrato in campionato quando si era trovata a subire l’impostazione razionale del gioco neroazzurro ed aveva trovato due jolly.
    Le botte, le carognate e gli atteggiamenti da bulletti di quartiere sono parte integrante di una squadra abituata ad avere la stampa dalla propria parte e a piangere ed istigare allo stesso tempo. Totti è l’orgoglio della Sensi, un vero esempio per i giovani.
    De Rossi è stato l’unico a dire cose sensate alla giornalista della RAI che cercava in tutti i modi, riuscendoci con quel bufalo imbolsito di Toni, di alimentare la polemica sulla partita con la Lazio. De Rossi non è caduto nella trappola ed è stato lucido nel definire i termini della partita e della sconfitta della Roma: bravo.

  33. foschetti bruno // 6 maggio 2010 a 09:57 // Rispondi

    Ciao a tutti,naturalmente sono felicissimo di questa vittoria, ma sono molto triste dello spettacolo che abbiamo offerto a chi ci guardava dal`Estero,abbiamo offerto una squallida fotocopia del nostro Paese,Politicamente Sportivamente,Culturalmente.
    Neppure nel piu`oscuro angolo della Terra si vedono certe brutture.Non siamo capaci di
    essere sereni, l`odio e piu forte di tutto,non c`e`rispetto per l`avversario,spero che non
    ci assegnino l`Europeo,almeno ci risparmiano l`ennesima figuraccia.
    Detto questo,finalmente anche Balo sembra che siamo riusciti a reintegrarlo,sarei molto
    contento per lui,speriamo che Schnejder non sia grave,benche abbiamo dimostrato
    ieri sera che ce la caviamo anche se manca.
    Adesso sotto con il Campionato che sarebbe la seconda ciliegina,poi la Finalissima.
    Saluti a tutti gli INTERISTI, Bruno

  34. inter4ever60 // 6 maggio 2010 a 10:24 // Rispondi

    ciao Gianluca,
    contentissimo per come è stata vinta, schifatissimo per come i “puri” abbiano menato come fabbri. Come si fa a non espellere uno come Taddei che ha menato e fatto saltare per aria un sacco di giocatori nostri ? E Mexes che rifila un pugno?
    Ero fuori casa e me la sono vista in differita a mezzanotte, spero che almeno in TV tu e qualche giornalista “non fazioso” abbia fatto notare che razza di feccia abbiamo incontrato!
    Grande Inter, IMMENSO Mou!

  35. Prima di tutto SIAMO GRANDISSIMI !!!
    Ora voglio vedere quante giornate daranno a Totti (solitamente sono almeno 3 ma sarà una e basta) e cosa faranno (niente) con l’Olimpico visto che c’è scappato l’accoltellato anche stavolta (+ invasione di campo)!
    E questa dovrebbe essere sempre la sede della finale ?!?
    Meglio il Rigamonti di Brescia !!!!

  36. Franco Interista // 6 maggio 2010 a 10:39 // Rispondi

    Caro Gian Luca, anch’io ho sempre tenuto molto al “circolino tricolore” e grazie ai ns. LEONI e al ns. MAGO è arrivato!!!!!
    Grande gioia!
    Complimenti ai “raffinati” Burdisso Mexes Perrotta Taddei e soprattuto al signor Ilary Blasi Totti !!!
    Pensavano di essere ad un torneo di Boxe tailandese
    E nonstante le brutture agonistiche di questi gentiluomini ,che andavano espulsi, ho sentito qualche causidico della critica che ,rosicando ,diceva ” si ma forse c’era il rigore di Samuel su Toni..” Come diceva il grande Totò “alla faccia del bicarbonato di sodio!..”
    Saluti interisti a tutti gli amici della Beneamata!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  37. UN BUONGIORNO NERAZZURRO A TUTTI!!!
    Godiamoci questa prima grande vittoria alla faccia di tutti e rituffiamoci nel campionato.
    Condivido in toto il tuo editoriale Gianluca, a cominciare dal discorso sulla finale da giocare a Roma,ieri non era per niente un campo neutro, io, come tanti altri interisti sarei andato volentieri all’Olimpico, ma come è evidente, avrei rischiato la mia incolumità;
    durante l’inno nazionale si sentivano solo i cori dei romanisti, quindi, come dici tu, è inutile scimmiottare gli inglesi.
    Per quanto riguarda i vari perrotta, taddei, totti etc, purtroppo si sapeva già che avrebbero cercato di azzopparci i nostri giocatori, in vista della finale di Champions, che loro si sognano, e sapevano già che mezza Italia è con loro e che quindi nessuno avrebbe gridato allo scandalo.
    Concludo dicendo che Ranieri è troppo un signore, merita palcoscenici molto più prestigiosi della panchina della Roma, non so sei d’accordo con me…
    ciao e FORZA INTER

  38. ma vogliamo parlare del ridicolo (sportivamente e dopo ieri sera anche persolmente parlando) luca toni che sulla partita di ieri sera altro non ha saputo dire se non “ci sono stati episodi favorevoli all’inter..è sempre così?!?!?” ahahahha grosse risate ragazzi questi sono alla canna del gas! frustrati! e il vostro capitano ne è la palese dimostrazione! dovevano finire la partiti in 8 ma questo è un lusso che solo a noi è concesso

  39. Stefano Airoldi // 6 maggio 2010 a 11:11 // Rispondi

    aho’ pupone quanto te rosica !!! Che goduria vincere a casa loro. Complimenti alla
    Banda Mourinho, Mario incluso. Inno della roma all’inizio fuori luogo e gusto ma che
    calcio dove sai tu deve essere stato per loro sentire Pazza Inter e Urlando contro il Cielo all fine. Goduria massima !!!

  40. Vorrei tanto sapere cosa pensa la dottoressa Sensi, che tanto si è scandalizzata della non sportività di Lazio – Inter, del comportamento dei suoi giocatori e della società dopo la partita di ieri sera.
    Vorrei sapere cosa pensa dell’inno della Roma che è partito assieme all’inno nazionale come se la Roma giocasse in casa una partita di campionato e non su un campo che almeno ieri sera doveva essere “istituzionale”.
    Vorrei sapere cosa pensa del gioco violento di Burdisso, Mexes, Perrotta, Totti e Taddei (tutti meritevoli di espulsione)
    Vorrei sapere cosa pensa dei Buuuuu a Balotelli
    Vorrei sapere cosa pensa degli oggetti lanciati in campo a Balotelli
    Vorrei sapere cosa pensa della caccia all’uomo di Totti e del vigliacco calcetto culla testa con l’uomo a terra.
    E infine vorrei sapere cosa pensa delle dichiarazioni di Toni che dice “contro l’inter non possiamo pensare che fischino qualcosa contro”
    Caro Toni, forse il rigore su di te c’era ma era anche rigore il pugno di Mexes a Materazzi in area.
    Caro Toni perché non ammettere che siete stati annichiliti sul piano del gioco, della fisicità e della determinazione.
    Vorrei sapere cosa pensa delle giustificazioni di Totti!
    E la cosa più drammatica è che sui forum romanisti si inneggia al capitano e ci si lamenta per il furto.

  41. Ciao Gianluca, sono strafelice per la vittoria come ogni singolo tifoso interista.Ma sono ancora più felice per il comportamento della squadra:non hanno ceduto alle intimidazioni della Roma e ,mantenendo la calma, gli hanno dimostrato di essere decisamente più forti.Come a dire:”da settimane sbandierate che volete lo scudetto.Bene,siamo qui,nel vostro stadio e partiamo da 0 a 0.Batteteci!” Credo che ieri la nostra Inter ha dato una grandissima lezione di calcio a 360° e non solo ai Romanisti, a tutti.Mi sa che la Sensi e i giocatori non dichiareranno alla stampa che l’Inter è prima per la partita con la Lazio.
    Ci vuole UMILTA’ per essere i migliori e ieri l’Inter lo ha insegnato.Ciao!

  42. Caro GLR,
    quest’anno abbiamo la straordinaria possibilità sia di poter vincere sul campo sia di poter dimostrare di essere superiori a tutti su altri piani.
    Con il Barcellona abbiamo dimostrato non solo di poter battere la “squadra più forte del mondo”, ma anche di essergli superiori mentalmente. Non siamo caduti nei giochetti della maglietta, nelle provocazioni durante la partita, ma anzi prima li abbiamo umiliati a San Siro con un netto 3-1 e poi li abbiamo fatti ammattire al Nou Camp non facendogli capire da quale parte potessero tirare.
    Con la Roma stesso discorso, le hanno provate tutte in campo e fuori. Ma gli 11 uomini, anzi Uomini (sportivamente parlando) di Mourinho, hanno mantenuto la calma e alla fine si sono dati la zappa sui piedi da soli. Hanno creato un clima di tensione che non sono stati in grado di sopportare.
    Ora Toni, Totti, e compagnia cantando, vogliono fare i piagnina? Beh che lo facciano, in questo momento non abbiamo bisogno di denigrare gli avversari fuori dal campo, li battiamo, senza mezze misure sul campo.
    Per cui, apriamo la bacheca, mettiamoci dentro la Coppa Italia, iniziamo a mettere la coccarda sulla maglietta dell’anno prossimo… e aspettiamo sia a chiudere la bacheca che a dare l’ordine definitivo in “sartoria”.
    Infine GLR, credo che quest’anno Zanetti abbia superato ogni limite umano. Lui si che è un vero Capitano e un vero Campione. Non so cosa ne pensi, ma credo che questa sia la sua stagione migliore.

  43. belluco alberto // 6 maggio 2010 a 12:32 // Rispondi

    grande inter e complimenti alla squadra piu forte d’italia la roma!!!!!!!!!!!!!!!

  44. Ciao GLR, che bello vincere a Roma con la Roma dopo tutte le chiacchiere di questi giorni. Entro anch’io nel club degli amanti della coccarda.
    Una sola nota triste: Nicolas Burdisso, un giocatore di 29 anni (quindi relativamente giovane) amato da molti tifosi e che ha ricevuto dalla società fc internazionale tanto affetto (basti pensare le problematiche derivanti dalla malattia della figlia) e che da quando è alla Roma mostra un’odio profondo per i suoi ex compagni e soprattuto per il suo ex allenatore. Mi riecheggiano nelle orecchi le parole del Mou nella conferenza stampa prepartita relative agli ex giocatori…magari sarò un inguaribile romantico ma essere avvarsari non deve per forza significare essere nemici. Dopo ieri comunque mi sorprenderebbe moltissimo un suo reintegro nella nostra rosa del prossimo anno.
    Un saluto gioioso a tutti i tifosi dell’inter

  45. Ciao Gianluca, sono molto contento per la sesta Coppa Italia.
    Vorrei mettere in evidenza che ieri sera, malgrado un giorno di riposo in meno rispetto alla Roma, l’Inter fisicamente è stata superiore e correva di più, inoltre vedendo le ultime partite dei giallorossi mi sembra che la nostra condizione fisica sia migliore.
    Sulla poca sportività di giocatori ed ambiente romano è già stato detto tutto nei post precedenti.
    Una precisazione sugli inni: è stato detto ad Inter Channel che il cerimoniale della Lega prevede che dopo la premiazione viene messo l’inno della squadra vincitrice (è accaduto anche a San Siro con la Roma per la Coppa Italia 2007 e Supercoppa 2008).
    Saluti e sempre FORZA INTER

  46. Al di la di ogni considerazione sulla partita di karate di ieri sera, quello che veramente impressiona della nostra squadra è la sensazione di solidità: da un paio di mesi sembra un blocco di granito! Se il discorso scudetto non è ancora chiuso è solo perché per arrivare a questo stato di autostima abbiamo pagato qualcosa dopo la sosta. Spero è credo che questo sarà sufficiente a vincere le due competizioni rimaste. Nel frattempo il primo titulo è arrivato alla faccia di tutti gli antisportivi e rosiconi!
    Vorrei solo aggiungere, caro Gianluca, che sono pienamente d’accordo con la linea editoriale del blog: ho provato qualche volta a postare qualcosa su forum di testate anche famose, ma è impossibile. Tra insulti incrociati e amenità varie, dopo un po’ non si capisce nemmeno più l’oggetto del contendere: è proprio vero che sembra quasi non si pensi ad altro nella vita che al calcio, che dovrebbe essere solo una delle tante passioni, se vogliamo un po’ infantile, della nostra esistenza. Continua così!

  47. Eusepio da Ispra // 6 maggio 2010 a 14:08 // Rispondi

    ciao GLR
    saro pazzo ma io pensavo che quella di ieri fosse ll titulo piu’ difficile da conquistare per diverse ragioni (si giocava in casa della Roma, giocatori dell’Inter sicuramente meno motivati rispetto alle altre prospettive di vittoria e la Roma dopo la pagliacciata di sabato abbastanza caricata..etc.) comunque, visto che pensi giustamente positivo, ti offro un altro motivo per esserlo in funzione Madrid.
    Te ne sarai forse gia’ accorto ma la nostra Champions assomiglia di brutto a quella del Milan 89 : semifinale contro il Real e tutta Barcellona tifava per il Milan perche’ non avrebbe sopportato che il Real avesse alzato il trofeo a Barcellona dove era la finale, noi l’esatto contrario, semifinale contro il Barca finale a Madrid e madrileni in festa per la nostra vittoria, in piu’ il Milan non vinceva da 20 anni noi da 45 …..quindi che dire!!! penso positivo
    ciao
    Eusepio

  48. La goduria maggiore? “Pazza Inter” cantata all’ Olimpico di Roma dopo la premiazione.
    Non ha eguali.

  49. emanuele72 // 6 maggio 2010 a 14:43 // Rispondi

    Grandissimi ragazzi
    grande mou, non sbaglia un colpo.
    Unico neo , la rometta sempre piu’ rometta….imbarazzante il loro vittimismo sempre comunque e anche davanti all’evidenza,
    peggio per loro
    vivere il calcio cosi’ significa viverlo male , ma male male male

  50. Ale il boss // 6 maggio 2010 a 14:54 // Rispondi

    UN GRAZIE SPECIALE A TUTTI I TIFOSI DELL’INTER CHE IN QUESTA STAGIONE PIù CHE MAI SONO STATI VICINI ALLA SQUADRA!!!! JOSè MOURINHO è UN UOMO CHE NON POSSIAMO PERMETTERCI DI PERDERE. COMUNQUE VADA IN CAMPIONATO E IN CHAMPIONS GRAZIE RAGAZZI!!!! STIAMO SCRIVENDO LA STORIA!!!! CONTINIUAMO A SCRIVERLA INSIEME! FORZA INTER!!!! CIAO MITICO GIANLUCA!!!! SEMPRE A TESTA ALTA!!!!

  51. Diario di bordo: -3 alla fine e +1 in bacheca!
    Una grande squadra si vede sempre nelle partite in cui l’avversario cerca di metterla sul piano della rissa. In queste condizioni, infatti, le grandi squadre danno dimostrazione di personalità ignorando le continue provocazioni e continuando a giocare.
    In termini di sportività non ci sono parole. Abbiamo visto tutti come i giocatori della Roma abbiano dato retta ai propri tifosi mirando alle gambe dei nostri campioni.
    Tant’è dovranno rassegnarsi all’idea che è servito a poco…
    Che Inter! E che dire di Eto’o… se avesse fatto gol su quell’incredibile contropiede sarebbe venuto giù il Colosseo!
    P.S. – penso che dopo i risultati ottenuti da Barcellona e Roma i tifosi avversari si guarderanno bene dall’organizzare ulteriori rumorosi sit-in notturni…

  52. ciao gianluca onore a de rossi e ranieri no a toni che forse stava giocando con la play station dopo la sostituzione e commentava la sua partita virtuale evidentemente anche quella persa

  53. Avanti avanti avanti verso il sogno di tutti gli interisti

  54. scandaloso il comportamento della roma da “caccia all’uomo” fin dall’inizio della partita. ma ancora più scandalose le giustificazioni del “mondo” romanista al comportamento di totti e compagni. non sanno perdere ! non mi ricordo perchè è passato tanto tempo…, ma noi, quando perdevamo, non eravamo così …

  55. e avanti col primo titulo!!!!partita senza storia…fosse stato un incontro di pugilato avrebbe vinto facilmente la roma per ko tecnico…ma fortunatamente si trattava di una partita di calcio…e milito ha estratto un altro capolavoro dal suo cilindro…partita brutta resa ancor più brutta dalla caccia all’uomo dei giocatori della roma….le dichiarazioni di ranieri che dice:”siamo caduti nella loro trappola”sono imbarazzanti,perchè vorrei ricordargli che il primo fallaccio della gara è di burdisso su sneijder costretto a uscire per infortunio….quanto al calcio di totti stendiamo un velopietoso…solo una cosa vorrei dire al capitano della roma:se hai giustificato quel calcione con presunte provocazioni di mario balotelli,nn mi verrai anche a dire che il pestone a milito a palla lontana è dovuto a provocazioni dell’argentino(una tra le persone + corrette nel calcio di oggi)….

  56. Solo due cose, la prima è ma, che goal ha fatto “El Principe”?
    Un attaccante veramente formidabile, uno che riesce a segnare da quella posizione con tutta la difesa della Roma a chiuderlo è veramente un FE-NO-ME-NO!!!
    La seconda è che non credo questa vittoria basterà a tappare la bocca a i gufi di tutti i colori (giallo-rossi-neri-bianchi) ma, a noi non ce ne fotte una ca…volo!!!! Forza Inter!

  57. Lazio – INTER vinta per il clima allo stadio ?? A Barcellona tutti contro l’ INTER e si va in finale, ieri il tifo era tutto contro l’ INTER e, caso strano, ha vinto ancora, SE NE FACCIANO UNA RAGIONE……..SONO I PIU’ FORTI !!!!!!!!
    riguardo a Balotelli si può anche fare in quattro, ma ha buttato la maglia della squadra per cui gioca pochi giorni dopo aver messo quella del m…., ha preso un pseudo procuratoe come Rajola, indifendibile, se ne vada!

  58. Gianluca,
    da Balotelli vuoi di +, giustamente, ma se ti fa alla grande le prossime 3 partitre per me può bastare. Con pandev in condizioni fisiche non ottimali, Milito ed Etò in questo trittioco di trasfgerte Barcellna e 2 volte Roma, quanto si sono sacrificati anche in copertura, con la squadra che ha trovato una fisionomia impegando spesso le 3 punte, Balotelli serve come il pane..
    Capitolo strategia della tensione: quando i nostri avversari la applicano, credo ci suonino la carica, l’ Inter è solo + tranquilla e + forte, il nervosismo sta altrove..
    In questa strategia è compreso anche il non far dormire l’ avversario prima della partita..forse avranno guardato il film 2Il colore della vittoria”, relativo ai mondiali del 1934, giocati in Italia. Prima di Italia-Spagna i tifosi avevano usato questa tattica; così il film documenta.
    Un saluto e FORZA INTER!!!!
    Giulio

  59. …e soprattutto guardando i trofei dei cugini, con questa vittoria l’Inter è a 27 titoli italiani (17 scudetti, 6 Coppe Italia e 4 supercoppe Italiane) raggiungendo cosi il Milan anche lui a 27 titoli (17 scudetti 5 coppe Italia e 5 Supercoppe….).Dobbiamo contare la Mitropa? :)… comunque vinciamo questo Scudetto e li passiamo perlomeno in Italia (senza contare che ad agosto avremo un’altra Supercoppa da giocare)….. per l’Europa possiamo cominciare ad accorciare…..:)

  60. Perdonami solo uno sfogo: ma se Totti si è sentito in diritto di fare quel che ha fatto perché Balotelli è un provocatore, cosa dovrebbero fare a lui al prossimo Lazio-Roma? Forse è meglio che se ne stia a casa a parlare con Lippi con lo smartphone.

  61. Franco Interista // 7 maggio 2010 a 09:28 // Rispondi

    Caro Gian Luca,
    a seguito dei commenti non sempre sereni dopo Roma Inter di Mercoledi sera sono colto dal dubbio di avere visto un’altra partita, data la mia veneranda età ed una miopia congenita ,forse ho sbagliato canale TV.
    Infatti ho sentito dire, non solo da esponenti o trombettieri vari della Roma, ma anche da opinionisti cosiddetti “super-partes” che la Roma avrebbe giocato in modo così duro,(eufemismo), vedi i vari Totti, Burdisso, Mexes,Perrotta, Taddei ,
    per rispondere alle “provocazioni” degli Interisti !!
    Mi piacerebbe molto sapere quali sono state le provocazioni.
    Anche Ranieri, definito sempre da tutti allenatore “molto signorile e sportivo” ha detto che la Roma è caduta nella trappola preparata dall’Inter.
    Mi piacerebbe sapere quale sia stata la trappola.
    Ho visto che è sceso in campo a difendere Totti ed attaccare Balotelli e l’Inter anche
    il “pensionato”, detto senza ironia,
    Carlo Mazzone che, da allenatore, ricordo era esempio di stile sobrio e moderazione……..
    Saluti Interisti a tutti gli amici del blog.

    • Per la verità, Mazzone fece una corsa verso la curva dell’Atalanta vomitando ogni genere di insulti. Proprio sobrio non lo ricordo. Vi dimenticate troppo in fretta di certe cose.
      GLR

  62. Dopo Inter Lazio i giornalisti anti-inter si sono scatenati alla grande “..è stata scritta la pagina nera dello sport..” e via discorrendo.
    Ma cosa poteva fare la povera Lazio contro la squadra che sta dominando in Europa ?
    ci dimentichiamo le partite della lazio con catania,chievo,roma dove le batterie finivano gia nel primo tempo ? ..quindi abbassiamo i toni e non diciamo assurdità ! ( ho sentito perfino dire che la roma avrebbe perso perchè sconcertata dal comportamento della Lazio!)
    …gulp !!!

  63. acetunisia // 7 maggio 2010 a 11:03 // Rispondi

    Ciao GLR,
    A questo punto Moratti si deve di rinnovare il contratto dello special One per altri dieci anni passando da 12 a 15/16 millioni cosi continueremo a godere le sue prodezze in panchina e sopratutto in conferenza stampa
    RDV a MADRID
    PS: sono in attesa di questi momenti dalla rete di Jair nel 66
    Da un vecchio e nostalgico tifoso nerazzuro FORZA INTER e non dimentica di toccare ferro (i capelli di pompillio loooooooooooooooooooooool)
    Abbracci da tunisi

  64. Beh Fabio belle prospettive future cambiare un allenatore, VINCENTE, che ha meno di 50 anni con uno che ne ha 63!!!!
    Senza nulla togliere a Capello, grande allenatore che ha vinto ovunque, per fare sto mestiere servono stimoli e mentalità diverse da solamente 10 anni fa.
    Sono convinto, che se Lippi tronerà a fare il mister a tempo pieno non otterrà gli stessi successi ma farà molta fatica.
    il calcio cambia e in fretta.

  65. Caro G.L. io non ci capisco più nulla, ma come, i romanisti hanno adombrato pastrocchi per intere settimane su Lazio Inter senza che la federcalcio non avesse nulla da ridire, mentre appena Josè a detto che chissà se la Roma risparmiando sul premio partita per la C.I. poteva sovvenzionare il Signor Mezzaroma per aiutarlo a pagare quanto egli stesso ha promesso ai suoi giocatori. Questo mondo mi sembra sembra più pazzo Booooo………

  66. Harry Hole // 8 maggio 2010 a 09:48 // Rispondi

    l’altra sera ero all’Olimpico, anche se per “problemi” di viaggio siamo entrati solo al secondo tempo (abbiamo recuperato uscendo all’una passata).
    Milano Roma, Roma Milano.. 20 ore
    Biglietto finale coppa Italia.. Per vedere solo il secondo tempo.. 15 euro
    Sentire Pazza Inter all’Olimpico… Non ha Prezzo!
    Ancora tre partite e questa splendida stagione potrebbe entrare nella storia del calcio Italiano più di quanto abbia mai fatto qualsiasi altra squadra!
    Avanti Effeci

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili