Stop a Capello

Capello ci aveva messo almeno due settimane ad avvicinarsi all’Inter fino a sfiorarla. Tronchetti Provera stavolta aveva convinto Massimo Moratti ad abbandonare la linea di un tecnico giovane per prendere l’allenatore più esperto e vincente per il dopo Mourinho. Perfino il revisionismo unilaterale su Calciopoli veniva dopo un ciclo vincente da proseguire. In un baleno però Capello è tornato più lontano di quando si è cominciato a trattare. E’ successo qualcosa ma sulla sponda Inter. Domenica in Versilia Moratti e Branca stavano a un centinaio di metri di spiaggia, ma non si è parlato di lavoro. Lo si è fatto ieri a pranzo e improvvisamente è cambiato tutto. Probabilmente Branca, dopo aver incassato i complimenti di Moratti per l’ottimo lavoro svolto sul mercato ha fatto chiaramente presente di non gradire al suo fianco Baldini, da qualche anno lunga ombra di Don Fabio. In un attimo la pista Capello si è raffreddata e don Fabio giocoforza è tornato a in sintonia col Club England. Intendiamoci, il calcio di oggi vive di sorprese e colpi di scena, ma la trattativa con Capello al momento è in stallo, mentre Hiddink e Benitez sono tornati protagonisti del tam-tam mediatico. Certo che se quel giovane Guardiola riuscisse davvero a divincolarsi dal Barca, non avrebbe concorrenti, ma la telenovela, ancora per qualche giorno, continua…

68 Commenti su Stop a Capello

  1. Meno male…
    Baldini è quel signore che coinvolse Oriali nella storia del passaporto di Recoba…
    Teniamo lontani questi signori dai nostri colori. L’Inter agli interisti. Il mascella quadrata lasciamolo a bere il the a Londra. Ad Appiano si beve meglio e si vince di più!
    Io sono per Guardiola e alla fine sarà lui…
    ciao
    Mrc

    • Si, ci sono solo un paio di questioni da risolvere: Guardiola ha chiesto Ibra e gli han preso Ibra, ha chiesto Villa e gli han preso Villa. Andarsene ora non è facile. Poi c’è da ricorstruire il rapporto con Eto’o, ma quest’ultimo non è così irrisolvibile
      GLR

      • Ma Guardiola è un fenomeno? Ha la squadra più forte del mondo ma contro di noi sia a Milano sia a Barcellona non ha cavato un ragno dal buco. Il gioco del Barca, per quanto altamente spettacolare, è assolutamente monocorde e molto legato agli interpreti. Non puoi avere l’80% di possesso palla se non hai buoni palleggiatori!
        Per il nuovo allenatore dell’Inter il problema più grosso sarà quello di motivare dei campioni che hanno vinto tutto quando ci sarà da andare in trasferta notturna a Gennaio contro una qualsiasi provinciale. La scelta del nuovo allenatore deve essere legata a questo aspetto.
        Saluti,
        forza inter sempre e comunque

  2. … hiddink accasato, benitez accasato, .. ma con c’è un c***o di tecnico a cui non faccia così schifo giocarsi due supercoppe + un mondiale per club???

    • Vogliono venire tutti, a cominciare da Capello. E’ l’Inter che vuone scegliere ed è l’Inter che dice no o prende tempo
      GLR

      • Salute GLR.
        Niente da fare………. non riesco a congedarmi da quest’anno storico, mitico, trionfale, supremo, per congedarmi verso la meritata estate di estasi da sempre aspettata da tutti gli aficionados nerazzurri.
        Purtroppo l’argomento mi risucchia. Soprattutto ora che è ufficialmente tramontata la successione di Capello sul trono dello Special One.
        Mi dichiaro sconfitto. Non pensavo che potesse fallire l’acquisizione del miglior Head Coach sulla piazza calcistica mondiale, post Mourinho, perché il suddetto non può fare a meno di essere “consigliato” dall’illustre Franco Baldini.
        Qui c’è di mezzo qualcosa che proprio non capisco. Eppure l’età delle favole è passata da un pezzo, visto che a Babbo Natale ho smesso di credere quando avevo 6 anni e non guardo più Heidi da allora perché le caprette non mi hanno mai fatto ciao.
        Dico questo perché, ovviamente, delle passate militanze di Mascella d’Acciaio non me ne può fregare di meno.
        E’ questo il problema? Cosa c…o deve Capello a Baldini, tanto da intimare la defenestrazione di Branca, o il nulla di fatto?
        GLR, per pietà, cosa dicono i tuoi “Agenti all’Avana”?

        • Nessuno ha intimato niente a nessuno. A volte sono ragioni di opportunità a far prendere le decisioni. Se uno ha lavorato benissimo può non gradire qualcun altro al suo fianco. E Capello a sua volta è liberissimo di sentirsi più protetto con un dirigente come Baldini al suo fianco. Poco male. Queste cose succedono ogni giorno nel mondo del lavoro e il calcio non fa eccezione
          GLR

  3. non cantiamo vittoria troppo presto!!!

  4. Caro Gianluca,
    Ma questo Hiddink fa cosi’ schifo???? A me pace tantissimo …forse piu’ di Capello, piu, di Benitez e piu’ di Guardiola che senza il suo centrocampo stellare del Barcellona credo fara’ un po di fatica all’inter..Hiddink e’ un mago: fa benissimo con squadre mediocri, non arriva alla finale di Champions solo per colpa di una scandalosa direzione arbitrale….ha un esperienza internazionale incredibile, sa valorizzare in modo incredibile i suoi giocatori, tatticamente e’ come Mouriho,,,,magari anche di piu….Eppure leggendo i giornali si dice che Hiddink non e’ una strada percorribile…c’e’ qualcosa che non capisco ..che non viene detto,,,,Non sara’ forse un po di pretattica???…Ho letto che Hiddink si potrebbe liberare dalla Turchia con una clausula di 5 milioni di Euro..ti risulta???

    • 4 milioni, mentre quella di Capello è di 3 milioni. Il problema di Hiddink è che ama lavorare part-time, in un club e in una Nazionale contemporaneamente. Basta fargli capire che all’Inter non è il caso. L’Inter ha bisogno di dedizione assoluta.
      GLR

  5. Anch’io tifo per Guardiola è l’unico giovane sul quale punterei e se lo vuole anche Eto’o che l’anno scorso sembrava fosse stato sacrificato proprio dal Pep vuol dire che è un grande ! Poi serve un personaggio all’antitesi di Mou che ringrazierò sempre per quel che ha fatto, ma che sinceramente un po’ m’infastidiva quando attaccava pesantemente soprattutto i colleghi !

  6. roberto scib // 1 giugno 2010 a 21:04 // Rispondi

    Gianluca
    E’ ovvio che qui si va nel campo delle opinioni iper-soggettive, delle simpatie e dei desiderata.
    Personalmente non sono dispiaciuto dell’allontanamento di “don fabio”.
    E’ vero, e’ uno vincente, ma…Coppe internazionali non mi risulta ne abbia vinte un granché…
    I primi anni con il grande Milan si e’ dimostrato un grande allenatore, pero’ (a memoria) in squadra aveva Baresi, Maldini, Costacurta, Tassotti, Savichevich, ecc. Non proprio come vinchere la Champions col Porto…
    Con la Roma e’ stato un grande, poi ha disintegrato la squadra.
    Col Real e’ stato Grande 2 volte, ha vinto la liga sempre. Mai la Champions. Entrambe le volte lo hanno allontanato perche’ il suo gioco era brutto e aveva spaccato lo spogliatoio.
    Alla Juve, stando all’albo d’oro, non mi risulta che abbia vinto nulla, ne in Italia ne in Europa. E lui sostiene il contrario…
    Mi domando: prima di vincere col Porto, Mou non era una star, eppure qualcuno ha creduto in Lui. E idem con Sacchi, Capello, Guardiola, Mancini… Prima di essere Vincenti erano giovani di belle speranze.
    Perche’ Noi dobbiamo puntare solo su dei BARONI?
    Io apprezzo la “tesi” del presidente
    Chi vivra’ vedra’
    RS

    • sergio_maurizio // 3 giugno 2010 a 00:24 // Rispondi

      Finora l’unico allenatore ad avere legato indissolubilmente ilsuo nome all’Inter è il mitico don Helenio; a quando il secondo?
      Se proprio dobbiamo andare sull'”usato sicuro”, Hiddink è il più grande e di parecchie spanne, anche part-time.

  7. alessandro // 1 giugno 2010 a 21:41 // Rispondi

    io sono d’accordo sul fatto che si debba scegliere bene. Pero’ non puo’ neanche passare troppo tempo perchè in questo caso passerebbe l’idea che non si riesca a prendere quello che si vuole e chiunque arrivi venga visto a quel punto come un ripiego con tutte le conseguenze del caso. Penso che il fatto che Mou volesse andare non fosse sconosciuto in società e quindi riteogo che ci si srà ben mossi per tempo. Anche perchè il mercato si fa ora e la stagione prossima deve essere già ben programmata dati gli impegni di agosto e lo deve fare necessariamente il nuovo allenatore.

  8. Se davvero Capello resterà lontano dall’Inter ne sarò solo felice.
    Lo so che a te non frega niente dell’attaccamento alla maglia e altre amenità del genere legate a un calcio romantico che non esiste più, e riconosco altresì che stiamo parlando sicuramente di un ottimo allenatore (come lo era anche Lippi del resto), ma chiunque abbia alle spalle esperienze sulle panchine di Milan e Juventus resta per sempre un avversario. Per una volta, una soltanto, dovremmo prendere esempio dal Milan dando la priorità alle persone legate in qualche modo al mondo nerazzurro. In giro ce ne sono, e non mi riferisco solo ai “soliti” Zenga e Bergomi. Penso ad esempio a Mandorlini, fresco di doppietta (campionato e Coppa di Romania) alla guida del Cluji; perchè non dargli una possibilità di affermarsi ad alti livelli? Dopo tutto nè Guardiola nè Arrigo Sacchi, prima di stupire gli appassionati con Barcellona e Milan, avevano esperienza in una grande squadra.

    • Lo so. Tu sei l’unico al mondo al quale il triplete ha fatto schifo e che ha deciso di non festeggiare più le vittorie dell’Inter, perché perdere in fondo era bello. L’Inter che non vinceva mai aveva il suo fascino. Magari anche Gegia per qualcuno è più sexy della Bellucci! A me fregherebbe moltissimo dell’attaccamento alla maglia, ma ho preso atto di vivere nel 2010 e non nel 1970. Mandorlini? Allora rilancio io e dico Verdelli. Ogni tanto un po’ di cabaret ci sta. A proposito: la Domenica del Corriere non esce più da alcuni anni, Sandokan non va più in onda da molte settimane sul Primo Canale e anche in Italia il divorzio qualche tempo è legale.
      GLR

      • Qui son d’accordo con te Gianluca.I colori son rappresentati dalla societa'(presidente)e tifosi,mentre i dipendenti son tali e pagati per fare il loro meglio:professionisti.Se poi si affezionano,bene,se no amen,l’importante e’ che facciano bene il loro lavoro,vedi Mourinho,grandissimo.Io per la questione allenatore,visto il momento storico e l’importanza di mantenersi a vertici mondiali,vedo bene solo uno tra Capello e Benitez.Qualsiasi altro nome,dopo aver avuto Mou,mi fa accaponare la pelle.Come dare una Ferrari stra testata in mano a chi sa guidare solo utilitarie.Detto cio’,a margine aggiungo che mai darei via Maicon(terzini piu’ forti non ci sono),mentre,considerando poi le dichiarazioni fatte con ancora la coppa in mano in campo,sebbene con tutti i ringraziamenti del caso per la splendida stagione,cederei Milito :ha 31 anni,ora almeno 35 mln per lui te li danno e al suo posto,essendo poi i campioni d’europa,puoi prendere chi vuoi.Da Torres a Rooney ad Aguero e Benzema,gente che ha almeno 7/8 anni meno di lui e di pari se non superiore valore.Se invece si rinnova con Milito(sempre a rischio infortuni),tra 2 anni hai un giocatore con valore 0 di mercato e con ingaggio pesante da 6 mln l’anno.Come la vedi tu ? Fattibile ? Secondo me si’…

      • Sposo la tua ironia, del resto la mail dell’amico Cristiano è fuori dai tempi.
        L’unica cosa sulla quale non ironizzerei è Mandorlini, secondo me grande allenatore sottovalutato e sfortunato in Italia.
        I trionfi a Cluji lo rilanceranno e diventerà un grande del calcio mondiale, pronto a scommetterci.
        E te lo dice l’unico che in Italia sosteneva che Diego Milito in serie B al Genoa era il più grande delitto del calcio mondiale…. i fatti mi hanno dato ragione.
        Saluti

        • Perdonami, ma ti assicuro che Mandorlini è tutto fuorché un fenomeno, te lo dice uno che l’ha visto da vicino (sono di Bg, ha guidato di recente l’atalanta): tecnico troppo legato ad un solo modulo e dalle uscite in conferenza stampa imbarazzanti (e quel che è peggio, non supportate dai risultati).
          Inoltre, discorso più generale, serve un tecnico la cui personalità venga riconosciuta dai giocatori per il dopo Mou: gente esordiente a certi livelli verrebbe letteralmente schiacciata dall’ombra dell’illustre predecessore e, in assenza di “pelo sullo stomaco”, sbranata dai giocatori stessi. Le dinamiche di gruppo son uguali dalla serie A alla terza categoria…

      • No, Luca, ti sbagli: io sono tutt’altro che un “severgninista”. Vincere mi piace eccome, solo vorrei che le vittorie fossero frutto del cuore nerazzurro e non semplicemente della professionalità di lavoratori lautamente pagati, che prestano indifferentemente i loro servigi all’Inter, al Chelsea, al Real Madrid o a qualsiasi altra società disposta a sottoscrivere un contratto.

      • ahahahahah…..Gianluca mi hai piegato con Gegia!

    • capello è sicuramente il mgliore…e con lui siamo certi di rivincere il campionato ancora per i prossimi 2-3 anni
      mi sembra da idioti non volerlo solo perchè è stato al milan e alla juve..
      chissenefrega …l’importante è continuare il cilco e con lui vinciamo sicuro

      • Mi spiace doverlo ammettere ma, senza che nessuno si senta offeso, non tutti i tifosi brillano per intelligenza se sono disposti a sacrificare un grande alleantore in nome dle suo passato. E infatti una grande società nemmeno li calcola. Come mai per Trapattoni, ex Milan e Juve, nessuno fiatò? Altri tempi: il calcio va avanti e certi tifosi tornano indietro.
        GLR

        • Nel 1986 l’Inter non era minimamente in grado di competere con la Juventus di Trapattoni. Di fatto disputavamo campionati diversi, mentre ai tempi di Capello la rivalità era molto forte e oltretutto acuìta dai fattacci seguiti alle intercettazioni.
          Più o meno lo stesso discorso vale per il Milan. Per ragioni anagrafiche non ho memoria di quello di Trapattoni; in compenso ricordo molto bene i derby del 1992 (espulsione di Desideri dopo un rigore negato e vittoria rossonera firmata da Massaro al 90′) e del 1993 (“Meglio sconfitti che milanisti” disse un interista doc come Nicola Berti).

          • Io ho sempre preferito il detto ‘meglio vincenti e interisti’
            GLR

            • Esatto, Luca: vincenti e INTERISTI.
              Ma quanti, fra i nostri attuali giocatori, (probabili) allenatori e dirigenti possono davvero definirsi “interisti”?

              • Ripeto il concetto per l’ennesima volta, anche se so che non verrà compreso. Per loro è lavoro, mica passione. Lavoro tra l’altro lautamente retribuito in una carriera che dura molto meno di altre. L’interista che conta e che deve contare è solo Massimo Moratti. Lui si che ha passione,
                GLR

  9. Ritengo Capello e Hiddink gli allenatori ideali per sostituire Mourinho. Per quanto mi riguarda, poi, Hiddink è sicuramente il migliore. Magari meno pubblicizzato dai media italiani (per me altro punto di merito…) rispetto a Capello (comunque grandissimo allenatore) ma è in grado di far rendere al massimo oltre i campioni anche i giocatori di profilo più basso. E poi dal punto di vista tattico è davvero geniale. Le partite giocate dal Chelsea contro il Barcellona sono state semplicemente strepitose! Per non parlare poi di ciò che è riuscito a fare con Corea e Australia…Guardiola fa giocare molto bene il Barcellona (ma con quel tasso tecnico complessivo è anche facilitato) ma mi pare che dal punto di vista tattico non sia ancora a quei livelli. La doppia sfida contro l’Inter in semifinale è stata molto significativa in questo senso. Lezione di attacco all’andata e lezione di difesa al ritorno da parte del professor Mou… Allora tanto valeva prendere Mihajlovic. Benitez invece non mi ha mai convinto completamente. E’ vero che ha vinto una Champions League per tutti noi interisti davvero indimenticabile, ma è anche vero che prima di effettuare quella rimonta strepitosa stava sotto tre a zero…

    • Volevo precisare che Benitez, oltre alla famosa champions league contro il milan,ha vinto anche 2 campionati e 1 coppa uefa col Valencia, non so perchè ma è una cosa che sfugge quasi a tutti.
      Non è ai livelli di Mou e Capello, ma ha un palmares piuttosto ricco, + ricco anche di quello di Hiddink!

      • Non dico che Benitez sia un allenatore scarso, conosco anch’io i suoi precedenti.
        Però in Premier League, quindi in tempi più recenti rispetto al ciclo Valencia, non è che abbia fatto vedere tutte queste meraviglie.
        In Champions ha vinto contro il Milan (ai rigori dopo la rimonta da zero a tre) e perso sempre contro il Milan (nei tempi regolamentari) dimostrando di avere, secondo me, meno capacità di Ancelotti dal punto di vista tattico.
        Il Liverpool, per altro, negli ultimi anni ha speso parecchio per acquistare giocatori importanti (su tutti Torres) ma, se non erro, non vince qualcosa dal 2006.
        Hiddink è uno dei pochi allenatori ad aver realizzato la tripletta (Coppa Nazionale, Campionato, Champions League) con il PSV Eindhoven e credo che, al di là dei numeri, abbia dimostrato ovunque sia andato una capacità di gestione tecnico-tattica da grandissimo allenatore. Avrei voluto vedere Benitez alle prese con Corea, Australia e Russia…

      • Gianfranco // 3 giugno 2010 a 15:43 // Rispondi

        Caro Fabiano, ma come si fa a prendere un allenatore che da quando è a Liverpool, non vince un campionato neanche per sbaglio? Inoltre prende sempre 20 punti di media dalla prima classificata. La Champions vinta contro il Milan è il classico episodio che se la rigiochi altre 100 volte con lo stesso punteggio alla fine del primo tempo, il Milan la porta a casa 99,9 volte. Parliamoci chiaro, se la società è forte, ed ha degli ottimi giocatori, può esserci anche un allenatore medio in panchina. Guarda il Milan con Leonardo, sono arrivati anche ad un punto da noi, ma non avevano ricambi. I soldi che risparmi con l’ingaggio di Benitez, ci compriamo altri due giocatori. Ciao

  10. acetunisia // 2 giugno 2010 a 01:05 // Rispondi

    ciao GLR,
    Con la corrazzata ché abbiamo magari con Maicon in meno e Sagna e Gerrard in piu cé bisogno soltanto di un allenatore ché tiene lo spogliatoio. Non a caso le nostri vittorie europee sono stati conquistate con due allenatori a forte personnalita MOU & HH. A questo punto eliminerei Guardiola Benitez e Simeone , augurando Cappello o al meno Hiddink
    PS: nessuno ha pensato al ritorno di Cuper

    • Bravo, non ci ha pensato nessuno, Prova a chiederti perché! Dopo l’Inter quale grande club ha trovato Hector Cuper?
      GLR

      • Caro GLR,
        se arriva Zeman (maddài…) oppure tornano Cuper (al quale, in verità, di grandi squadre io non avrei affidato nemmeno l’Inter) o Hodgson (per quanto simpatico, è stato capace di mandar via R.Carlos per tenere Pistone), giuro che smetto di seguire il calcio!
        Pep è un sogno, Capello è ormai perso (ahimè), con Benitez non credo vinceremmo niente. A ‘sto punto ben venga Sinisa che, almeno, è bravino (per dire “bravo” è un po’ presto), sa far giocare decentemente le sue squadre (se con Mascara e M. Lopez ha fatto piangere le grandi, cosa potrà fare con i Campioni d’Europa?) conosce l’ambiente e mi pare che con Balotelli fosse in ottimi rapporti. Senza contare che nessuno tirava le punizioni come lui e, per quanto bravi, Balotelli e Snejider sono ancora… “perfettibili”: con tale maestro…
        Occorre che l’Inter non tergiversi oltre, altrimenti il mercato rimane in stallo. Se arriva Mihajlovic mi sa che Mou Maicon se lo sogna, come si può sognare qualsiasi altro giocatore dell’Inter. Ma se vuole gli diamo volentieri Quaresma. Dopotutto, l’ha voluto lui: che se lo riprenda…Ciao
        Roberto

      • Sei ingeneroso con Cuper, ricordati che a parte Mancini e Mourinho, è stato l’allenatore che ha ottenuto i migliori risultati nell’era Moratti con uno scudetto sfiorato e una semifinale di champions persa per dei pareggi. E in campo, al posto dei campioni che abbiamo adesso in squadra, lui aveva gente come Gresko, Morfeo, Conceicao, Recoba, C.Zanetti, Di Biagio, un inconcludente Seedorf che giocava divinamente solo quando aveva voglia, Emre, Okan. Non voglio ricordarne altri, ma mi pare evidente che in quegli anni Hector Cuper fece dei piccoli miracoli. Io lo ricorderò sempre con affetto, anche perchè mi sembrava molto affezionato all’Inter

        • Non sono io a essere ingeneroso, ma l’Albo d’Oro. Io guardo ai fatti, il resto è chiacchiera per bar dello sport e trasmissioni Tv. Facendone già tanta ogni giorno, su questo sito, cerco di parlare di fatti. Poi, se vogliamo parlare sempre per simpatie personali, allora Mazzone è simpaticissimo
          GLR

        • Gianfranco // 3 giugno 2010 a 15:48 // Rispondi

          Ci vogliono anche allenatori fortunati e che sanno tenere lo spogliatoio. Purtroppo Cuper non è stato in grado di essere nessuno dei due. Per non parlare anche della finale persa dal Valencia se non sbaglio contro il Bayern a San Siro sempre con lui in panchina. La fortuna è importante nella vita e Mourinho l’ha sempre avuta. Pensa a come abbiamo vinto certe partite in Champions o alla vittoria della Samp quando ormai il campionato era andato in direzione Roma. Io la vedo così
          Ciao

          • E’ vero nel calcio a volte un palo fa la differenza ma io credo che in larga misura ognuno sia artefice del suo destino
            GLR

      • hector cuper ha conteso lo scudo alla bjuve e la champions al bilan con :
        di biagio, kallon, ventola, almeyda, gresko, sorondo, vivas, pacheco morfeo et similia……………

      • franco banear // 3 giugno 2010 a 14:13 // Rispondi

        “Bravo, non ci ha pensato nessuno, Prova a chiederti perché! Dopo l’Inter quale grande club ha trovato Hector Cuper?”
        La georgia e il parma (retrocesso)

  11. Fabio Primo // 2 giugno 2010 a 07:28 // Rispondi

    Anch’io lascerei perdere tutti questi nomi di allenatori super-famosi e super-costosi e vincolati ad altre società o nazionali da contratti pluriennali….
    Avrei preso tranquillamente un Mihailovic , che oltretutto ha già lavorato con Mancini all’ Inter…
    Quello che ha meno possibilità è Guardiola , che sicuramente non andrà via da Barcellona….
    Per me , molto + importanti della scelta dell’allenatore, sono le operazioni in entrata/usicta del calciomercato….è qui che si vincono o perdono i trofei !!
    Ciao

  12. voglio vincere è basta, poi chiunque arrivi è relativo.la squadra e la società hanno fatto passi da gigante negli ultimi tempi e non credo che il passato di una persona possa influire negativamente all’interno dello spogliatoio

  13. Ciao GLR,
    non credi che ormai come società e come ambiente ora l’Inter sia davvero pronta per poter puntare su un allenatore “giovane”, magari di scuola Inter?
    Negli anni passati eravamo quasi obbligati a dover prendere un allenatore dal grande nome anche per tutta la pressione, dovuta all’assenza di vittorie, che orbitava intorno all’Inter. Ora invece c’è la piacevolissima pressione di chi deve continuare a vincere, ma ora squadra e societa ci sono. Sono comunque fiducioso del fatto che la nostra dirigenza saprà trovare la soluzione ottimale anche in questo caso.
    Un saluto
    Domenico

    • Ancora? Ho già spiegato che non si è scelta la linea di un allenatore giovane o quasi di primo pelo, altrimenti sarebbe arrivato subito Mihajlovic. Quello che penso io non è quello che pensa la società, altrimenti Mihajlovic non avrebbe firmato con la Fiorentina
      GLR

  14. Io, Interista che son io // 2 giugno 2010 a 16:00 // Rispondi

    Abbiamo vinto lo scudetto dei record con Trapattoni in panchina. Dico Trapattoni: una vita passata a giocare nel Milan e ad allenare la Juve. Le nostre due più dirette rivali! Nessuno, giustamente, se ne scandalizzò… correva l’anno 1989.
    A me non interessa dove hai giocato o chi hai allenato fino a ieri. A me interessa che chi viene all’Inter sia BRAVO e COMPETENTE, e sia pronto a dare tutto per noi.
    Se devo scegliere fra Giampiero Marini (ex Inter) o Andrea Mandorlini (ex Inter) o Walter Zenga (ex Inter), da una parte, e Fabio Capello (ex Milan, ex Juve, ex Roma e ex Real Madrid), dall’altra, scelgo tutta la vita quest’ultimo.
    Mi godo il triplete e sto tranquillo. Mi fido di Branca e del Presidente. Sceglieranno certamente per il meglio. In ogni caso, la squadra c’è e quindi, chiunque arrivi, non dovrà ricostruire dalle macerie. Questo è un problema che hanno gli juventini o i milanisti. Fatevi una bella risata, come dice Gianluca, e pensate positivo.

  15. E’ chiaro che ognuno di noi ha simpatie ed antipatie. E dopo i successi ottenuti chi all’Inter meriterebbe di essere sostituito da Baldini? Chiaramente nessuno.
    Comunque sono arrivato al punto di fidarmi totalmente della società e se arrivasse Capello riuscirei senz’altro a rassegnarmi.
    A me piacerebbe molto Guardiola perchè è giovane, elegante ed educato, il Barcellona gioca come in Paradiso e probabilmente porterebbe con se a Milano Roberto Baggio al quale un posto nell’organigramma si troverebbe sempre.
    Fidiamoci della società e ne vedremo ancora delle belle.
    A presto a tutti.

  16. Ciao Gianluca,
    ma Capello è sposato con Baldini che deve per forza portarselo ovunque con se???
    A parte le battute, a mio modestissimo parere; Hiddink no grazie! Guardiola, magari!
    Ma non penso che vada via dal Barcellona, lui si accontenta di vincere lì, non in 4 paesi diversi, come qualcun altro di nostra conoscenza…
    Io mi sarei accontentato anche di Sinisa, ma ovviamente Capello sarebbe un bel colpo, ma mi sembra difficile, soprattutto se dovesse vincere i mondiali!
    Quindi chi resta? Benitez…e vada per Benitez! Metti poi che si porti pure Torres e Gerrard, non male direi, tu che ne pensi?

  17. Ciao Gianluca,
    qui parliamo della questione allenatore ma non è ora anche di rispondere ai vari Hidalgo,Milito che incomincino a scocciare con le loro pretese???
    Milito disgustato da che cosa????E’ milionario e deve ringraziare l’Inter per aver avuto l’opportunità di essersi confermato ad altissimi livelli (lui ha colto appieno l’opportunità e non mi sembra che Moratti lo paghi due caciotte e tre pere!!!!)
    Forse non si rendono conto del tipo di casacca che indossano…….e forse non si rendono conto della dimensione sociale in cui vivono,un microcosmo non intaccato dalla crisi mondiale in atto….che si facessero entrambi un po’ di cassaintegrazione!!!!
    E poi si lamentano quando li fischiamo….che siano eticamente inattaccabili prima di eruttare qualsiasi stupidata.
    Scusami lo sfogo, ma dopo una finale tanto attesa e vinta, certe dichiarazioni sono proprio da persone aventi una massa cerebrale con peso specifico molto basso, che non meritano tanta dedizione da una tifoseria preziosa, unica come la nostra.

  18. sono tranquillo perchè branca oriali e moratti in questi anni hanno lavorato al top, quindi mi fido di loro, anche perchè non ci sto capendo niente e non vedo soluzioni chiare a breve, quindi penso ci vorrà tutta la bravura della nostra società. cmq la scelta non è facile.
    intanto vedo che tanti hanno alzato la cresta ultimamente e questo mi spiace e non ricordo una squadra super vincente con tanti che a parole se ne vogliono andare. alla juve e al milan succede solo dopo qualche hanno che non vincono. ma la pazza inter forse è anche questa. anche su questo massima fiducia nella società, che sono convinto saprà tagliare i rami da tagliare e fare gli innesti migliori.

  19. Ciao GLR, il toto nomi riempirà ancora per qualche giorno le, altrimenti, desolate pagine dei giornali sportivi. Sono molto fiducioso, quando abbiamo preso Mancini molti si sono messi a ridere come quando è arrivato Mou (io ero scettico avendola vista più una manovra di tipo mediatico,sbagliando!) tutti hanno avuto da ridire su questa scelta.
    Alla fine sono sicuro si sceglierà la soluzione migliore, anche perchè credo che il buon Branca ci possa fare per lo meno un paio di sorprese ( un tecnico non nella lista dei papabili, l’acquisto di un grande campione).
    Credo anche che chiunque venga trovi in effetti una squadra migliore di quella che prese Mancini (vincendo) e migliore di quella lasciata da Mou.
    Forza Inter sempre!

  20. Caro Gianluca,
    Sembra che Benitez si sia svincolato dal Liverpool…se 1+1 fa 2 vuol dire che lo spagnolo sara’ presto l’allenatore dell’Inter…Credi che sia l’uomo giusto??? e quali suoi giacatori potrebbe portare all’inter.(Mascherano,Gerard,Torres) ..speriamo solo che Milito rimanga…e se questa voce sara’ confermata forse l’arrivo di Torres all’inter forse non sara’ impossibile????

  21. Leggo che Benitez a quanto pare sia stato licenziato o almeno è in procinto di esserlo dal liverpool..questo mi fa riflettere….
    Non mi sto dannando nell’attesa della scelta dell’allenatore..anzi a dire il vero mi diverto a leggere ogni giorno come i nomi vengano cambiati “chi passa in testa chi scende eccovi le quote!”…
    Io non mi preoccupo per chi dovesse sedersi sulla panchina….se arriva Capello ci porta la sua mascella e magari Gerrard….se arriva Benitez la sua panciotta e magari Mascherano e Torres…Hiddink boh non so…forse ci ritorna Emre?..:D
    Caspita io sto ancora festeggiando il Triplete facendo risuonare il mio cell con la musica della Champion’s quando sto in mezzo a milanisti e juventini…e non so quando smetterò….chi arriva arriva…ma solo a pensarci ancora a quella notte magica mi vengono i brividi..anche adesso mentre sto scrivendo e rivedo la sintesi…..Militooooooooooooooooo :)
    Forza Inter….Sempre e Comunque….

  22. ciao gianluca
    sinceramente mi dispiace per capello.
    ok branca si è comportato molto bene in questi anni di calciomercato, ma nn si poteva trovare una soluzione a metà strada???
    branca è + importante di avere un buon allenatore??? qualche dubbio mi viene……..
    ad essere sincera capello era la mia seconda scelta (il mio preferito è il pep, ma nonostante l’elezione del presidente credo sia impossibile che si sganci dal barcellona): è antipatico e ha allenato juve/milan/roma, ma ha la mentalità vincente … quello che ci serve!
    quindi mi dispiace davvero se nn viente più per un problema di “cadreghe” dello staff!!!
    benitez (attualmente quello che sembra + probabile) proprio nn mi piace, e vedendo i risultati del liverpool nn mi pare sia così un genio della lampada. anzi……….
    allora meglio hiddink!!!
    sinisa nn mi dispiaceva, ma meglio lasciarlo decantare qualche annetto alla fiorentina. così come pure il ns caro zenga…
    una domanda: ma il baresi che fine fa??? nn può rimanere a fare il vice??? ha imparato molto dal mou ed è un peccato buttare alle ortiche l’esperienza che si è fatto!!!!
    cmq una cosa spero che nn faccia l’inter: smantellare la squadra!!!! echeccavolo qui sembra se ne vogliono andare tutti a madrid!!!!!!!!

  23. ciao gianluca io credo tutto sommato i papabili per la panchina siano 3: Capello… che però è legatato con un contratto fino al 2012 con l’inghilterra (però anche mou era legato a noi fino al 2011 se è questo il problema); Benitez (che è un pò in calo dopo le prime esaltanti e soprattutto vittoriose stagioni con il liverpool); Hiddink (che ha allenato un pò in ogni dove… ha sempre fatto bene… anche al Chelsea in una grande squadra)
    Credo sia piu importante riconfermare tutti gli eroi del triplete (nessuno escluso a partire da Maicon) piuttosto che l’allenatore poichè tutti e tre a mio parere sono adatti per la panchina dell’inter
    Le voci su i vari Guardiola, Leonardo, ecc. ecc.(hanno tirato in ballo pure Hodgson e Zeman) non credo siano da prendere in considerazione….
    mal che vada io lascerei anche la squadra in mano a Zanetti e Cambiasso come allenatori in campo ehehehehe
    ciao e Forza Inter

  24. Gianluca sei un grande…a parte questo, ma se eto’ò come sembra voglia anche lui andare al Real con Mou…per guardiola non ci sarebbero problemi a venire all’inter..speriamo in guardiola perchè gli altri due non mi sembrano in grado di gestire l’inter e l’opionione pubblica come faceva il grande mou…grazie e ciao
    Maurizio

  25. Franco Interista // 3 giugno 2010 a 11:25 // Rispondi

    Caro Gian Luca, leggo oggi nelle news del Corsera che Maicon, intervista al solito As,
    dice che la sua intenzione è andare a Madrid con Mourinho – ho sentito ieri il sig: Hidalgo procuratore di Milito vaneggiare di polemiche tra l’Inter e il giocatore – ma quali? – dopo lo strano discorso fatto al termine della partita al Bernabeu da Milito.
    Ricordo la dichiarazione di Sneijder appena vinta la Champions. Ma cosa succede alla ns. squadra? Dovrebbero essere tutti straonorati di restare e invece appena conclusa una stagione grandiosa fanno questi discorsi. Anche se si tratta di grandi campioni, se non vogliono restare vadano pure. Capisco che non si possa più parlare di bandiere, che questi sono professionisti ma non stanno esagerando, sempre ricordando che stiamo parlando della squadra ora più forte in Europa? Saluti a tutti

    • Non conosco un vero giornalista che creda a tutto quello che scrivono i giornali. I tifosi, lo so, credono a tutto. Come sempre è solo una questione di soldi
      GLR

  26. si va verso Benitez……con tutto il suo enturage….???

  27. Buongiorno,
    penso che la società Inter non possa permettersi di “bucare” una stagione in seguito all’ingaggio di un allenatore giovane. Gli interessi in ballo sono tanti e bisogna rimanere ai vertici del calcio europeo (garanzia di incassi e diritti TV) anche e sopratutto se si vuole seguire la direttiva UEFA relativa ai bilanci societari (ovvio che un allenatore di “prima fascia” non garantirebbe la grande stagione). Poi mi piacerebbe sentire l’opinione di chi vorrebbe un allenatore di scuola Inter senza grande esperienza nel caso in cui ci si dovesse trovare dietro milan, juve e roma e fuori dalle competizioni europee. Già li sento…
    un saluto
    Luca

  28. marco ferrara // 3 giugno 2010 a 16:04 // Rispondi

    Gian Luca, volevo chiederti come mai dopo che nel corso della stagione hai pubblicato quasi tutti i miei post, ora non vedo gli ultimi due dove esprimevo il mio parere sul nuovo mister!! Semplice svista o qualche problema mio?? Un abbraccio, marco

  29. Pierfranco // 3 giugno 2010 a 17:27 // Rispondi

    E’ stata appena ufficializzato il divorzio di Benitez dal Liverpool, fatto che spiana la strada alla trattativa con l’Inter, a prima vista. Acquisti e cessioni, tra cui Maicon, potrebbero trovare presto una linea di programma con la guida del nuovo allenatore, con la speranza di realizzare i desideri di Moratti ed il consolidamento della squadra.
    Ho letto che Benitez e Gerrard non sarebbero in buoni rapporti, ma per Mascherano sembra che ci siano buone possibilità, stando ai rumors.
    Le partenze, a mio giudizio, devono conteplare Quaresma, Muntari, Burdisso e Chivu.
    Maicon vuole Madrid, alla faccia della plateale gestualità dopo il famoso gol con la Juve, ma spero che lo si venda per almeno 35 mln.

  30. Fabio Primo // 3 giugno 2010 a 17:39 // Rispondi

    Vada per Benitez…..ribadisco che sono + importanti società e giocatori , l’allenatore viene dopo e + dare un 15-20% sul totale dei risultati (lo ha ammesso pure Capello!).
    Dal punto di vista dell’ immagine e del glamour societario perdiamo moltissimo , dopo 2 uomini belli , eleganti e attraenti come Mancini e Mourinho….Questo sembra un macellaio o un salumiere…

  31. Caro Gianluca,
    io volevo solo fare una domanda. Visto che ormai il Liverpool ha “licenziato” Benitez e di conseguenza il maggior candidato ad guidare la nostra squadra è lui, mi chiedevo come è dal punto di vista tattico, cioè che tipo di modulo adotta e se a tuo parere può essere l’uomo giusto. Francamente lo conosco poco, a parte la BELLISSIMA finale di Istanbul.

    • Il modulo viene dopo, prima vengono gli uomini e quelli dell’Inter sono fortissimi. Credo che non avrebbe grossi problemi. Il miglior allenatore in una squadra forte è quello che fa meno danni
      GLR

  32. Fabio Primo // 4 giugno 2010 a 19:14 // Rispondi

    L’ideale sarebbe stato Delio Rossi , ma con di mezzo Zamparini non è un obiettivo raggiungibile !!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili