Benitez

Rafael Benítez Maudes detto Rafa, classe 1960 da Madrid, laureato in Scienze Motorie, dopo una modesta carriera da calciatore, ha cercato fortuna come allenatore lontano dalla capitale spagnola, raccogliendo però esoneri a raffica: a Valladolid, a Pamplona e in Extremadura. Le cose migliorarono col Tenerife e poi col Valencia, dove vinse due scudetti e una Coppa Uefa.
Nella stagione 2004-2005 sostituì Houllier al Liverpool e vinse la Champions League battendo in finale il Milan ai calci di rigore, dopo aver rimontato 3 gol ai rossoneri. Nei sei anni al Liverpool vinse anche un Community Shield, una Coppa d’Inghilterra e una Supercoppa Europea, ma perse la rivincita in Champions League col Milan.
Dopo la separazione consensuale dai Reds arrivò all’Inter al posto di Mourinho, ma per incompatibilità caratteriale con squadra e ambiente vi resto solo sei mesi nei quali perse la Supercoppa Europea, ma vinse la Supercoppa Italiana e il Mondiale per Club riportando l’Inter sul tetto del mondo dopo 45 anni d’attesa. Salutò in modo burrascoso all’anti-vigilia del Natale 2010, sostituito da Leonardo.
Da allora, almeno fino all’estate 2012, non ha ancora trovato un club disposto a scommettere su di lui. Non certo per sue indubbie capacità tecniche ma per un carattere ombroso e spigoloso e uno staff costosissimo nel quale continua a spiccare il famigerato e temutissimo preparatore atletico Francisco De Miguel, che stando alle chiacchiere dell’ambiente è più pericoloso di un cric sul ginocchio.
Foto scattata ad Appiano Gentile alla presentazione ufficiale del 15 giugno 2010

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili