Bar Sport Libero: 17a giornata

Pubblicato su Libero, martedì 21 dicembre 2010
Campioni del Congo e prìncipi d’inverno festeggiano insieme

INTER MONDIALE – L’Inter è Campione del Mondo 2010. E al Bar Sport gli interisti fanno festa come se Inter-TP Mazembe 3-0 fosse appena finita. L’anzianissimo pensionato Carletto continua a ripetere la frase “Inter campiùn del mùnd”, mentre lacrime di commozione come rigagnoli scavano nuove rughe su un viso già segnato dalla vita. Chi lo conosce racconta che era in questo stato anche nel settembre del ’64, quando l’Inter conquistò la sua prima Coppa Intercontinentale contro l’Independiente. Il barman Franco l’ha trovato imbacuccato nella sua puzzolente sciarpa nerazzurra nel gelo delle sei del mattino, quando ha tirato su la clér. E da quel momento il Carletto non ha avuto nemmeno la forza di farsi un bicchierino, nel senso che si è attaccato direttamente alle bottiglie.
Anche il rappresentante Giordano, in arte Jordy, è talmente pieno di grappa che se gli accendessero un fiammifero accanto, salterebbe in aria: “Noi campioni di un pianeta e voi milanisti campioni di una stagione – provoca – noi campioni del mondo e voi campioni d’inverno. Forse!”
Il macellaio milanista Isidoro replica stizzito: “Ma avete giocato contro nessuno – lamenta – mancava solo la rappresentativa delle badanti filippine! Altro che campioni del mondo, campioni del Congo siete!”

SUICIDIO BENITEZ – Il portinaio interista Vittorio brinda anche all’addio di Benitez: “I maroni li doveva tirar fuori prima – commenta – se non gli andava bene il mercato, poteva andar via a luglio. Invece si è preso il grano e si è giocato tre finali e una l’ha pure persa!”
Sul tema il fruttivendolo juventino Carmine attacca frontale: “Mai che riuscite a godervi una festa voi interisti  – attacca – ogni volta che vincete qualcosa c’è qualcuno che se ne va.” Il vigile interista Alfiero però ha la risposta pronta: “Stavolta però va via quello giusto. A sentir lui, il Rafa, conosceva il calcio spagnolo e ha buscato dall’Atletico Madrid, conosceva il calcio inglese e ha buscato dal Tottenham, meno male che l’Asia e l’Africa non le conosce, sennò perdeva pure il Mondiale!”
Il tassista milanista Gigi la butta allora sull’ironia:“Voi interisti siete unici – osserva – il Benitez chiede quattro acquisti e il Moratti gli prende subito un altro allenatore!”

CAMPIONATO RIAPERTO – Lo studente ripetente ITIS Ivan vira invece sul campionato e sull’occasione sprecata dalla sua Juve a Verona: “Potevamo stare a tre punti dalla vetta – si rammarica – Napoli e Lazio però non contano niente, perché il duello è sempre col Milan!” Anche l’assicuratore milanista Vito ha accusato il colpo della sconfitta con la Roma: “Date retta a me, senza Ibra, il Milan è una squadra normale – spiega – e adesso andiamo pure a prenderci quella rogna di Cassano, uno capace di far incazzare pure Babbo Natale!”

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili