Bar Sport Libero: 15a giornata

Pubblicato su Libero, martedì 7 dicembre 2010
Tutto pronto nel deserto, il cammello si scalda per portar via Benitez

DUELLO O TRIELLO? – Il Milan è in fuga, inseguito da Lazio e Juventus. Ma al Bar Sport la Lazio non se la fila nessuno e il duello per lo scudetto è ristretto a Milan e Juve, anche se in realtà sarebbe più giusto parlare di ‘triello’, tipo quello portato al cinema da Sergio Leone con Clint Eastwood, Eli Wallach e Lee Van Cleef ne “Il Buono, il Brutto e il Cattivo”. Ma di buoni al Bar Sport non se ne sono mai visti, mentre abbondano i brutti e i cattivi, come il parrucchiere juventino Rosario che vomita di tutto sul primato rossonero: “Se gli arbitri continuano a giocare col Milan, è finita – accusa – dategli al Brescia il rigore che c’era e poi voglio vedere come va a finire!” Un’uscita che manda in bestia il tassista milanista Sergio, in tilt come il traffico cittadino per la neve: “Col rigore al Brescia, finisce 6-1 per noi – ribatte – e parlate di arbitri proprio voi juventini. Anni fa al mio nipotino Luigino ci volevo regalare una maglia della Juve e me ne hanno proposta una da arbitro!”
Nella disputa rosso-bianconera s’inserisce il rappresentante nerazzurro Giordano, in arte Jordy: “Sentirvi litigare per gli arbitri tra milanisti e juventini fa ridere a crepapelle – sbotta – è come il bue che dà del cornuto all’asino! Ma vergognatevi, ché ogni volta che vi vedo c’ho paura per il portafogli!”

BENITEZ NEL DESERTO – Per gli interisti però il campionato è già finito e l’impiegato del catasto Saverio teme di non riuscire ad acciuffare neppure il Mondiale per Club: “Giochiamo da schifo – avverte – se non si vince il Mondiale, ci vado io di persona e personalmente a chiedere spiegazioni a Moratti.” Eppure il portinaio Vittorio l’idea vincente ce l’avrebbe pure: “Basterebbe, appena arrivati là, prenotare una di quelle escursioni nel deserto che si fanno tutti i giorni – s’inventa – poi si lega il Benitez al cammello per non farlo cascare appena s’addormenta e lo si spedisce in un’oasi a vita!”
Perfino il macellaio Isidoro è ormai ostile a Rafa Benitez: “Per tenerlo sveglio in panchina – aggiunge – bisogna pagare uno per farci scoppiare un sacchetto del pane nell’orecchio ogni due minuti. In un mese, questo li ha inceneriti tutti. Quando guardo l’Inter in Tv, c’ho male ai flessori anch’io!”

IL TORNEO DELL’AMICIZIA – Lo studente ripetente ITIS Gabriele, urlatore milanista da competizione, polemizza da ore sul Mondiale per Club, perché tre anni col Milan, gli interisti ne sminuirono subito il prestigio: “Adesso voglio proprio vedere se ci riuscite a vincerlo voi il Trofeo dell’Amicizia – sbraita – ché di questi tempi vi fanno gol pure i beduini!”
Sul tema chiosa l’anzianissimo pensionato interista Carletto, che per la neve si è presentato al bar con scarponi chiodati e una termocoperta addirittura fin sotto al cappello: “Ai miei tempi, per essere Campioni del mondo – ricorda con nostalgia – bisognava andare in Sudamerica dove picchiavano come fabbri, mica come oggi ch’è diventata tutta una roba di pubblicità!”

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili