AndSFCI: Inter-Fiorentina 1-0

Bella da lustrarsi gli occhi nella seconda metà del primo tempo e inevitabilmente intermittente nella ripresa, l’Inter che ha superato di misura la Fiorentina nella semifinale di andata di Coppa Italia a San Siro. Gol partita del solito Milito su assist di Balotelli poco dopo la mezz’ora della prima frazione di gioco. Ma anche tre occasioni d’oro per rendere il punteggio più sicuro, in vista del retour-match in programma a Firenze addirittura il 14 aprile. Va benissimo così, perché il trofeo della coccarda tricolore, al quale tengo moltissimo è stato comunque onorato. In fondo, non mi dispiacerebbe per niente un’altra finale, magari proprio con la Roma, come accaduto spesso nelle ultime edizioni. Ho visto uno Sneijder monstre e un buon Materazzi, già preallertato da Marcello Lippi per il Sudafrica in caso di defezioni dell’ultima ora nel reparto difensivo. E poi il solito immenso Milito e un ottimo Balotelli, almeno finché non gli è caduta una lente a contatto, pare, e si è fermato a cercarla, anziché tornare a dar manforte ai compagni della contraerea difensiva. In Mourinho, si sa, certe volte l’occhio più umano è quello di vetro e SuperMario si è così guadagnato  anzitempo la via degli spogliatoi, manifestando platealmente  il suo disappunto.  Sapete come la penso: una volta stavo sempre e comunque dalla parte di Balotelli, ma da qualche tempo ho cominciato a chiedermi se a volte Mourinho non abbia ragione. In fondo Mario gioca spesso e la scelta della tolleranza zero alla fine potrebbe non far male a chi ha scelto di essere un po’ impunito in campo e fuori. C’è da ricordare però che mancavano venti minuti alla fine e dal punto di vista tattico la scelta di Mourinho non è stata poi così’ punitiva. Ma in ogni caso non ho molta voglia di fare polemiche su una partita che Tagliavento ha diretto senza neppure farsi notare. Capisco che si senta la mancanza di qualche polemicuccia di casa Inter, visti gli ultimi straordinari risultati, ma non ci casco e per una volta lascio volentieri il proscenio ad altri, al nottambulo Ronaldinho, tanto per non fare nomi. E poi non mi stupirei se domenica con il Cagliari Mourinho ripresentasse SuperMario dall’inizio, come se nulla fosse successo. Intanto, noto con piacere che l’Inter sta davvero diventando uno squadrone, di quelli che non vogliono perdere nemmeno al torneo zonale di burraco. Un milanista mi ha appena detto, un po’ sconsolato: “ma non lasciate proprio niente eh?”  “Tranquillo” – gli ho risposto – “Presto arriva il Chelsea e magari ti consoli!”  Ma non mi pareva così convinto.Sapete come la penso, anche quest’anno non vedo nessuna italiana fare molta strada in Europa e non lo dico per scaramanzia, roba da medioevo alla quale non ho mai creduto, ma solo perché osservo con attenzione le altre squadre nei loro campionati, soprattutto le inglesi. Loro corrono e si divertono, vincono e perdono sempre liberi di testa, mentre  noi qui trascorriamo il tempo schiacciati da polemiche e pressioni, come se il calcio fosse una questione di vita o di morte. Sarei felicissimo di sbagliarmi e di vedere l’Inter col vento in poppa anche in Europa. Stiamo a vedere. Intanto sono contento di non aver fatto una figura barbina in Coppa Italia, come succedeva anni fa. Per me il fascino della coccarda resta irresistibile!

33 Commenti su AndSFCI: Inter-Fiorentina 1-0

  1. MITICO Gian Luca: hai fatto un’analisi ottima, come sempre. Certo, credo non sia facile per te, essendo tifoso, scrivere in un modo cosi’ oggettivo ma anche autocritico, talvolta (quando serve). E siccome seguo da qualche anno QSVS, fra quelli in studio che sono tifosi esasperati, ti reputo il piu’ serio e ragionevole. Vai avanti cosi’, tra l’altro ti capisco parecchio perche’ sei solo qualche mese piu’ vecchio di me. Cmq, forza Inter per sempre (cioe’ nella gioia e nel dolore…).
    Ciao

    P.S. siccome ultimamente QSVS viene bloccata durante le partite e non posso vederla, mi incavolo con le nuove tecnologie e i tempi che cambiano perche’ la vita si complica di piu’ e il calcio si puo’ vedere sempre meno di prima.

  2. Stanchi di Balotelli!
    e’ proprio il caso di dirlo, ci hai scocciato. Atteggiamento da prima donna, indisciplinato e irrispettoso come pochi, in questi casi si dovrebbe dire da amare o da odiare, io sinceramente sono stufo di questa gente da coccolare ad ogni costo. Bisogna essere proessionisti a 15 anni , altrimenti non credo si meriti di essere trattati da tali. Di ingratitudine nel calcio e soprattutto nell’inter, ne abbiamo avuti tanta adesso e’ l’ora di prenderci le nostre rivincite anche con questi “esemplari”. IO STO con MOU.
    un saluto max

    • Maria Laura // 4 febbraio 2010 a 15:40 // Rispondi

      D’accordissimo con te. Fino a poco tempo fa avrei difeso Mario da tutto e da tutti, dando dell’imbecille al Mou. Dopo ieri sera ho iniziato fermamente a credere che in fondo in fondo il Mou ha ragione. Il ragazzo deve capire chi è che comanda. Lui non è ancora nessuno, e se continua così rischia la carriera.
      Tornando alla partita, sono sempre più stupita ed ‘innamorata’ del Principe ed adoro Sneijder. Felicissima anche x il ritorno di Matrix e Santon. I ‘miei’ ragazzi… Erano anni che aspettavo di provare tutte queste emozioni…
      ps: complimenti x il sito!

      • Balotelli è il più giovane interista a essersi laureato Campione d’Italia. A neanche vent’anni ha già conquistato 2 scudetti da protagonista, segnando gol belli e decisivi. Definirlo “nessuno” mi sembra quantomeno ingeneroso.
        Sicuramente non c’è nulla di male nel sostituire un attaccante con un centrocampista quando vinci 1-0 a venti minuti dalla fine, ma vorrei sapere per quale ragione ad andarci di mezzo è sempre SuperMario. Cos’hanno fatto per i colori nerazzurri i signori Pandev, Milito e Mourinho più di lui?

        • Balotelli purtroppo non è irritante e indisponente solo per i tifosi avversari , ma spesso anche per noi nerazzurri !! cosa vuol dire a ogni fallo subito, o presunto tale , sdraiarsi sempre a faccia in giù e restarci per alcuni minuti ??
          Speriamo capisca e….cresca!!

      • Luca Sibenik // 4 febbraio 2010 a 21:17 // Rispondi

        Sto sempre con Mario..

        .. domandiamoci cosa sarebbe successo se avesse preso lui nel derby il cartellino rosso toccato a Sneijder..

        • Qui non è la solita puerile questione di stare da una parte o dall’altra, tipico esempio italiano del dividersi su tutto: guelfi o ghibellini, Rivera o Mazzola, Bartali o Coppi. Si sta sa una sola parte tutti insieme: è questa parte è l’Inter, che viene prima di tutto il resto.
          GLR

          • Luca Sibenik // 6 febbraio 2010 a 22:13 // Rispondi

            D’accordo al 100%: prima di tutto l’Inter.
            A mio parere, spesso gli allenatori che, dopo essere stati calciatori di scarso o nullo successo, riescono ad eccellere grazie al lavoro duro, hanno anche la tendenza ad accanirsi contro i calciatori di maggior talento, forse perchè non sopportano che qualcuno con molta meno etica lavorativa di loro abbia ricevuto in sorte questo talento : Herrera con Corso, Sacchi con Van Basten, Bianchi con Maradona, Mourinho con Balotelli e, aspetto che col calcio nulla ha a che vedere, Salieri con Mozart.

    • Bravo!!!
      Son pienamente d’accordo con te,,BALOTELLI ha rotto le palle!!

      • Evidentemente non mi sono spiegato. Rotto le palle non significa per forza che si debba cedere Mario. A meno che il ragazzo non impazzisca, resterà all’Inter ben oltre la permanenza di Mourinho
        GLR

    • E infatti Mou sta con Balotelli…
      ma possibile dico io che abbiamo il più forte giocatore italiano degli ultimi 20 anni e stiamo qui a discuterlo???!!!!!
      ma voi che scrivete come eravate a 19 anni??? e magari con le famose 50000 in tasca dei bei tempi….. possibile che non si capisca che è un ragazzino????
      l’unica cosa che indispone secondo me è quando si sente superiore e non giuoca per la squadra… ma a quello ci pensa Mou!!!!!

  3. Si ma poi la lente l’ha trovata o no????

  4. Io credo che Mou si stia comportando da padre nei confronti di Balotelli, per evitare che diventi un genio incompreso e poco tollerato come Cassano. Qualcuno dovrebbe far capire a Balotelli che in ogni momento della vita, e non solo nel lavoro, se vuoi essere vincente prima di tutto devi avere disciplina xchè il singolo è importante ma lo è di più il gruppo xchè l’unione fa la forza.

    Lory

  5. ho come l’impressione che le condizioni fisiche della squadra stiano migliorando di partita in partita, in modo tale che siano al top per la partita col Chelsea. Is that true?
    take care.

    • Il richiamo di preparazione a Dubai è stato fatto proprio per questo. Me lo aspettavo e a fine febbraio la squadra dovrebbe essere al top.
      GLR

  6. mario è un ottimo calciatore, ma ha 3 difetti
    il calcio inglese mi piace per 3 motivi.
    a) non si simula (o quantomeno si cerca di evitarlo)
    b) si corre per 90′ (pur giocando di più)
    c) non si sta fermi in area ad aspettare la palla (vedi Rooney)
    guarda caso i difetti di Mario.
    io dico che Mario ci serve (vedasi Kiev, qua col Kazan, e anche molte altre occasioni in campionato), però, rimpiango che non si sia fatto, come molti giovani ex bamboccioni, una bella “vacanza-studio” a imparare l’inglese.
    meglio ancora se con un tecnico rude, stile british (no wenger, zola o mancini insomma)
    se cura questi tre aspetti (il primo, ahimè lo dico solo perchè sono un inguaribile sportivo ma è il meno “grave” per l’inter) diventerà un pallone d’oro.. altrimenti… rimarrà un cassano qualsiasi.
    ciao
    PS: taccio sul solito lumacone (thiago motta) per carità.

  7. Dici che Thiago Molle riuscirà a rassodarsi un po’ strada facendo ?

    • Anche per me l’ unica parziale delusione degli acquisti dell’ estate scorsa è Thiago Motta , sempre troppo lento e statico….
      Vabbè , c’e’ poi il flop Arnautovic , che cena a mezzanotte e si addormenta all 4 del mattino tutti i giorni !!…ma questo è un prestito e se ne torna al twente a fine anno !!

  8. perfetto il commento, condivido al 100%. Consiglierei a Lippi di abbandonare i sogni Nesta (sempre rotto) e portarsi il grande Matrix. In un torneo breve ed opposto ad attaccanti alti e grossi è ancora il meglio sulla piazza ! Di Balotelli non so più cosa dire, mi piace come giocatore, anche se per l’età non è ancora continuo, però gli atteggiamenti ed il carattere lasciano un po’ a desiderare. Se non si rovinerà la carriera come Cassano, dovrà ringraziare Mou.

  9. su altri siti si favoleggia di una cessione di balotelli. a parte il fatto che dipende sempre “come” si vende un giocatore e anche a chi, io francamente non ci credo per nulla: abbiamo dato 3 anni a ronaldo(ne) per ripigliarsi dai suoi infortuni, aspettato per altri anni che il buon (?) adriano smaltisse depressioni ed eccessi e adesso si favoleggia la cessione di mario perché è difficile da gestire? ghe credi minga, come si direbbe da queste parti. dopodiché se c’è una squadra, tipo il city, pronta a cacciare quello che serve per comprare – che so – fernando torres o benzema, posso anche salutare il balo.
    piuttosto, domanda statistica: toldo, materazzi, balotelli, santon: da quale era geologica non c’erano ben 4 (avessi detto otto…) italiani nell’11 titolare di una sfida comunque importante? sì, due sono alle ultime cartucce però…

  10. Ciao Gian Luca

    complimenti per il nuovo sito e anche per la qualità di questo pezzo, che è riuscito come sempre ottimamente nonostante l’orario in cui l’hai preparato (03.50…) !!!

    Anche io sto con Mou.

    Michele

  11. federico bolognesi // 4 febbraio 2010 a 22:36 // Rispondi

    sono giù di morale per il no di jankulowsky.. è come aver beccato il 2 di picche dalla ragazza più brutta del liceo, una di quelle con le lenti doppie .. e le mutande della nonna invece del perizoma! ma perchè nessuno ci vuole? :)))))))))))))

  12. Sono d’accordo fino a un certo punto, è vero che con i giovani è necessario un pò di bastone e un pò di carota ma secondo me Mourinho con Mario a volte esagera. Pretende da lui un comportamento da trentenne, ma la carota la usa troppo in privato mentre le bastonate sono sempre pubbliche e sinceramente molte volte mi sembrano esagerate. A chi piace essere sempre ripreso pubblicamente? Ciao Anna

    • Mi piacerebbe vedere festeggiare Balotelli dopo un gol, come tutti. Dovrebbe imparare a lasciarsi andare e risulterebbe, in questo modo, molto più simpatico e non darebbe l’impressione di uno che se la tira…

  13. Mourinho sembra quasi frustrato dal fatto che il ragazzo, da lui bacchettato, è quasi sempre decisivo.
    Con il fatto che Balotelli resterà all’inter tantissimo ci andrei cauto…desideri di Moratti a parte i fatti hanno dimostrato che nel calcio la volontà di un calciatore vince sempre.
    La realtà è che Mario è il giocatore con maggior prospettiva e uno dei 3 più forti e decisivi della squadra…speriamo che Mourinho azzecchi sempre le sue super prediche pubbliche.

    • Insomma Mourinho fa di tutto per fare il male dell’Inter ed è proprio ‘frustrato’, parola per altro assolutamente inopportuna: fu lui stesso ad usarla al posto di ‘invidioso’ altrettanto inopportunamente. Confermo il mio giudizio di sempre: tra i problemi storici dell’Inter ci sono alcuni suoi tifosi, incapaci di dare valore assoluto a polemiche in realtà normali. Sono salito ad Appiano oggi e raramente ho visto un ambiente così sereno unito e ordinato negli ultimi 20 anni.
      GLR

  14. Caro GLR,

    in questo periodo ho la netta sensazione di stare ammirando l’Inter più forte, soprattutto a livello mentale, di cui mi ricordi con cognizione di causa : sono del 1965 e le prime reminescenze risalgono a metà degli anni settanta…
    Non è mai facile fare paragoni tra squadre di periodi diversi, ma ribadisco che l’impressione è questa.

  15. Salvatore Casu // 5 febbraio 2010 a 20:46 // Rispondi

    Caro Gian Luca, non scrivo specificamente su Inter-Fiorentina ma per alcune tue battute che trovo divertentissime. Dopo averti sentito dire a Colombo che, come al solito, ricordava i suoi lontani aneddoti “anche la Domenica del Corriere e l’Intrepido non escono più” sono sempre + convinto che non ho motivi per avere Sky e/o Premium Calcio
    Tra le altre che mi fanno fatto morire:
    – Umberto Colombo fece il suo esordio nella partita fenici-cartaginesi
    – Colombo di giorno non può venire perché è attaccato al carica batterie … l’ho visto io, deve stare sempre vicino a una presa di corrente
    – Da Ravezzani a te: “Gianluca ma perché Passirani tiene le cuffie se non ci sente?” Tua risposta: “voi dovete sapere che Passirani era aviatore nella Guerra del Golfo”
    – “Svegliate Garioni al più presto, mi sembra un’occasione incredibile” quando scopristi in diretta che la Colombo doveva andare a mangiare da Garioni
    – Aicardi è talmente ricco che si accende i sigari con le banconote da 500 euro
    – Benaglio l’altro giorno al ristorante ha ordinato un primo e gli è arrivato veramente
    -Figo e Cozza, un duello dove è meglio non scambiare le vocali” durante una cronaca di reggina-Inter.
    – “Sono arrivati a prendermi all’aeroporto di Elmas i parenti di Ruiu, erano più i parenti dei passeggeri”, Novembre 2004 x Cagliari-Inter 3-3 in collegamento dal Sant’Elia
    – “Fabio si è addormentata la Zanella”, Inter-Parma 2003/04
    Fantastiche

    • mamma mia, quante cazzate che dico, ma sono contento che vengano prese nel modo giusto e che facciano divertire qualcuno
      GLR

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili