And8i UCL: Inter-Chelsea 2-1

Finalmente! Finalmente, una prestazione autorevole in Europa per l’unica squadra italiana che ha vinto negli ottavi. In realtà Moratti chiedeva da tempo questo a Mourinho, perché poi la Champions, continuo a pensarla così, anche stavolta non la vincerà nessuna italiana. Il 2-1 sul Chelsea, al momento la squadra più forte del mondo, sicuramente la più in palla, consente per la prima volta all’Inter di andarsi a giocare il ritorno da ‘qualificata’. Il risultato di misura non sposta certo le percentuali per il passaggio del turno, che vedo equamente distribuite, ma l’Inter, oltre al Chelsea, forse ha sconfitto le sue ancestrali paure. Se l’incantesimo è stato definitivamente spezzato lo verificheremo tra 15 giorni a Londra. Lo dico sempre: c’è modo e modo di uscire da una competizione e questa volta, sulla carta, l’eliminazione sarà certamente giudicata dai bookmakers con quote più onorevoli rispetto agli anni scorsi. D’altronde se al Milan, reduce da tre pere casalinghe dal Manchester, ritengono che vincere 2-0 all’Old Trafford è un risultato normale, parole e musichetta Champions di Leonardo, posso raccontare anch’io che si proverà a giocarsela con lo stesso coraggio a Stamford Bridge! Chi aspettava con ansia l’ennesima figuraccia europea dell’Inter, magari dopo il successo del Milan a Firenze, non ha visto chiudere in bellezza la sua serata, un po’ come gli capita di chiudere le ultime stagioni. Per buoni tratti infatti si è vista l’Inter del campionato anche contro una grande d’Europa, a parte qualche comprensibile balbettio. A livello arbitrale è andata di lusso, non lo nascondo. Thiago Motta su un corner in area nerazzurra e Samuel all’inseguimento di Kalou hanno rischiato grosso, ma Mejuto González non ha giudicato severa l’entità dei contatti. Positivo è stato ovviamente aprire subito le danze, visto che il gol che non era arrivato in 360 minuti contro Manchester United e Barcellona lo ha trovato Milito dopo nemmeno tre minuti, chiudendo lo scambio nello stretto tra Motta ed Eto’o e bevendosi Terry tutto d’un fiato con palla sul primo palo di Cech. Il Chelsea non è mai stato passivo, come testimoniano la traversa al quarto d’ora di Drogba, la solita autentica ira di dio, e il gol di Kalou in apertura di ripresa sul quale Julio Cesar ha purtroppo le sue colpe, riscattate poi d’istinto su Lampard. Il pareggio è durato meno di quattro minuti perché Cambiasso ha riportato l’Inter in vantaggio con un gol da antologia: primo tiro su Ivanovic e sinistro al volo nell’angolino con Cech impietrito e poi costretto a lasciare per infortunio.
Mourinho anche stavolta ha fatto cambi da allenatore senza paura: fuori Thiago Motta, è entrato Balotelli, per provarci anche col tridente. Per Eto’o, che si è mangiato nel primo tempo un gol in girata, ecco Pandev, ad invitare la squadra ad attaccare più che a gestire. Lucio, migliore in campo, è stato immenso per chiusure, anticipi e ripartenze e Sneijder ha dimostrato anche in Europa quel coraggio da leone che dovrebbe contagiare tutti gli altri. Assolutamente straordinario Balotelli nell’ultima mezz’ora, dopo essere stato tirato per la maglia e caricato a pallettoni da Mourinho con un discorsetto dei suoi all’orecchio di SuperMario al momento dell’ingresso in campo. Il ragazzo ha tirato scemo Malouda a furia di dribbling e fughe in fascia, ha coperto in difesa e non ha mai perso le staffe. Insomma questa è l’Inter che serve per tentare l’impresa a Londra e, dopo quanto ho visto stasera, non ho dubbi che presto si riprenderà a correre anche in campionato. Nel tardo pomeriggio il Milan ha vinto in extremis a Firenze in uno stadio furente e con Della Valle che ha intenzione di farsi sentire presso le autorità competenti. Oibò, anche la Fiorentina? Oibò, e c’era Rosetti! E pure un rigore negato ai viola più grosso di quello ignorato da Gava al Bari? Per certi versi sono confortato. Per un istante avevo anche pensato che all’Inter non avessero buoni motivi così seri per essere nervosi! Ribadisco il mio punto di vista: nessun complotto, nessun grande vecchio come anni fa, ma il terrore assodato degli arbitri di venire accusati di sudditanza psicologica dei confronti della capolista. E l’applicazione difforme del regolamento, a volte proprio per mano dello stesso arbitro. L’Inter giocherà anche contro questo finché durerà, perché è più forte e alla lunga riguadagnerà un margine di tranquillità. Anzi, per come la vedo io, credo che questa Inter riuscirebbe, Champions permettendo, ad andare a prendere qualunque squadra le stesse davanti. Sia ben chiaro però che l’arbitraggio a due velocità di Rosetti tra Bari e Napoli ha contribuito a rallentare la corsa dell’Inter, prima ancora di Tagliavento. Quanto alla differenza tra le sviste di Mejuto in Champions e di Rosetti a vantaggio del Milan a Firenze, la spiego subito: l’arbitro nostrano pare abbia spiegato ai viola furenti di non aver fischiato il rigore per la regola del vantaggio. Peccato che il regolamento imponga all’arbitro di segnalarlo con entrambe le braccia tese in avanti, mentre Rosetti fa subito segno a Montolivo di rialzarsi. A differenza dello spagnolo Mejuto, Rosetti ha visto benissimo ma ha scelto di non fischiare. Almeno le bugie però le racconti meglio!

61 Commenti su And8i UCL: Inter-Chelsea 2-1

  1. Carmelo // 25 febbraio 2010 a 04:31 //

    Ciao Gianluca, sarò un “tafazzi”, ma non sono riuscito a godermi per BENE la vittoria dell’Inter sul Chelsea.
    e questo non per l’esiguo vantaggio pensando al difficile ritorno a Stamford Bridge (a proposito: cuore e grande prova dei ragazzi), ma per colpa di Rosetti (non se ne può più) e dell’ennesimo rigore non dato contro il milan.
    Sai cosa ti dico: non disdegnerei se intervenisse Collina e ci desse delle delucidazioni in merito alle cose accadute negli ultimi due mesi…in fondo di lui mi son sempre fidato, e vorrei continuare, anche dopo certe partite non “godute appieno”, a fidarmi, perchè questo sport io lo amo. cari saluti.

    • Ciao Carmelo! capisco la tua delusione…forse ora anche gli interisti più “perbenisti” avranno capito che quella numerosa fazioni di tifosi imbestialiti da settimane, in realtà ne aveva ben motivo di esserlo.
      Detto ciò, sai che ti dico? sono solo felice di questa situazione…mi ricorda molto i giorni – direi le settimane – che hanno preceduto il derby di ritorno…e non mi riferisco alla stampa o al palazzo…bensi ai tifosi rossoneri e al manager dei cugini…ci sarà ancora più gusto – querst’anno per la terza volta! – riportarli sulla terra! perchè, non scordiamocelo ragazzi, siamo ancroa di gran lunga i più forti in italia – e la partita di ieri l’ha confermato – e chi è cos’ più forte, alla fine vince…in barba ai truffaldini che tentano con la politica e le furbate di ridare smalto a dei colori da tempo sbiaditi :-)
      forza ragazzi!

    • Infatti a me i ‘tafazzi’ e i gatti neri non sono mai piaciuti. il problema è il solito: la squadra è diventata grande e certi tifosi sono rimasti dei nani. L’Inter è l’unica italiana che ha vinto in Europa e contro la squadra più forte del mondo: avreste firmato col sangue un risultato del genEre, cari gatti neri, ma adesso il problema è il campionato. Pnesa che dalla fine del girone d’andata il Milan ha guadagnato un punto sull’Inter, se considerassimo la contestata vittoria a Firenze accaduta il 20 dicembre, ma voi se non vincete il campionato con 50 punti di vantaggio e la Champions con 50 gol in 4 partite non siete contenti. Ma di calcio, si sa, possono parlare tutti. Poi, naturalmente, tutti a festeggiare o se va male, a dire ‘io lo sapevo, l’avevo detto’. Insomma il gatto nero vince sempre!
      GLR

      • purtroppo i gatti neri non se ne andranno mai. adesso è incominciato il tormentone su eto’ e motta. forse è il caso di ricordare che se mourinho fa giocare eto’ e non balotelli dall’inizio una ragione c’è e non è che gli è antipatico mario. stimo troppo mou per credere a questa versione da media anti-inter. la ragione è che eto’ equilibra la squadra ed è un leader (ieri sera prima del gol di cambiasso ha chiamato letteralmente a grandi gesti la squadra a salire per cercare il gol della vittoria !), oltre a fornire assist e passaggi illuminati (anche ieri sera). comunque penso che a londra ci presenteremo con il tridente eto’ milito balotelli, stupendo il mondo intero. Anche motta non mi è dispiaciuto si è contrapposto a ballack con successo…due lentezze. non confiderei in collina, ricordiamoci delle sue telefonate e incontri con meani per essere raccomandato a berlusconi !

    • Ovviamente ha ragione GLuca. L’inter resta di un’altra categoria. Scrivo solo per segnalare che nell’azione incriminata a Firenze, oltre al palese fallo di Silva c’e’ ne e’ un altro immediatamente successivo di Nesta su Kerreison (lo tiene per la maglia sbilanciandolo) ergo sono due i falli non fischiati nella medesima azione
      ciao

  2. bruno foschetti // 25 febbraio 2010 a 09:13 //

    Grande GLR,siamo stati veramente forti, senza paura,e messi bene in campo.
    Spero che adesso anche senza mezza squadra si possa fare risultato a Udine,
    ma il Milan lo stanno “pilotando” molto vicino ,pero` credo che siamo troppo
    forti,non ce la faranno a riprenderci neppure con tutti gli “aiutini, sic”.
    Salutoni a Te e tutti gli Interisti, B. Foschetti

  3. ancora non ci credo… ma d’altra parte prima o poi doveva girare il vento in coppa… il 2-1 forse non basterà a passare, ma se mi avessero detto che finiva così firmavo all’istante… in ogni caso quest’anno ce la si gioca veramente e il chelsea non potrà dire che non ha avuto la vita difficile…
    una nota di ottimismo per il ritorno: si è visto chiaramente ieri come il chelsea sia una squadra abituata a giocare in coppa guardando la sfida nell’ottica della doppia partita… ieri ha attaccato per quasi tutta la partita ma non si è mai sbilanciato una sola volta, sapendo che una rete in più subita avrebbe fatto tutta la differenza… ora al ritorno invece sarà obbligato a sbilanciarsi di più per ribaltare il risultato: questo vuol dire da una parte più pericoli, dall’altra però anche più spazi… credo che sarà una sfida in cui sarà più importante cercare di segnare che non prendere goal, visto anche che la difesa del chelsea non mi è sembrata per nulla impenetrabile…

  4. Ciao GLR!
    Anche io ieri sera ho scritto decine di sms a compagni interisti iniziando con un bel “Finalmente!”.
    La serata era iniziata male con un’altra “svista” arbitrale a favore dei cugini….a cui però sarà andato di traverso l’amaro al gol di Milito in apertura. Finalmente una Inter che se la gioca anche in Champions, senza paura, alla pari della squadra più forte d’Europa!!

  5. Grande INTER ieri, anche se quel goal di Kalou non ci voleva (comunque meritato).
    Non sono d’accordo sul tuo commento riguardo alla prestazione di Mario. Molto bene in avanti (ha veramente fatto impazzire Maluda !), ma eternamente flemmatico e assolutamente di ben poco aiuto in difesa! Io non ho visto nessun raddoppio sulla sua corsia a dare una mano a Maicon, senza contare la flemma nel rientrare a contrastare anche una semplice rimessa laterale. Dovrebbe rivedersi la partita dei vari Zanetti, Sneijder, Cambiasso, Eto’o (per impegno) e soprattutto l’IMMENSO LUCIONE !!!
    Sarà dura a Stamford Bridge, ma ce la possiamo fare…..AMALA !!

  6. Non ho visto la partita (penso di essere l’unico), ma ho una domanda da farvi senza polemiche: da quando non si vinceva con un “top team” Europeo ? :-)
    P.S. Rosetti Killer del Campionato

  7. Un saluto a tutti, caro gianluca non sono molto d’accordo con te quando sostieni che il chelsea sia attualmente la miglior squadra al mondo, tutt’altro , sicuramente un team di personalita’ tra le piu’ grandi , ma con enormi lacune e difetti, ho trovato l’inter per alcuni tratti della partita superiore per poi abbandonarsi in paurosi momenti di paura matematica.
    Ieri sera ho finalmente capito che il nostro in europa non e’ un problema di uomini ma solo esclusivamente di convinzione, dovremmo giocare sempre senza calcolare il risultato in quel caso diventeremmo una squadra ingestibile per gli altri.
    Chiudo con una parentesi campionato, voglio ancora credere che non si tratti di nulla di organizzato ma del tutto casuale, ritengo che l’inter sia ancora la piu’ forte e anzi questi episodi dovrebbero darci la forza per dare sempre di piu’ a partire da domenica contro l’udinese, partita che ritengo fondamentale per le speranze degli inseguitori.
    Forza Inter

  8. Franco Fincato // 25 febbraio 2010 a 11:00 //

    Ciao GLR e ciao a tutti, grande gioia per la vittoria di ieri sera, sara’ sufficiente per qualificarci ? speriamo di si, anche se son convinto che sara’ dura, ma almeno questa volta arriviamo a Londra con ragionevoli speranze. Per quanto riguarda gli arbitraggi ti ammiro perche’ nelle tue considerazioni rimani sereno, io no, troppi episodi mi lasciano molto piu’ che perplesso, tu dici che non ci sono complotti, che non esiste un grande vecchio, ok, ma allora ? non credo che basti un discorso sulla sudditanza psicologica per spiegare certi “ERRORI ARBITRALI”, per carita’ non sia mai che “tre indizi fanno una prova”, ma cinque, sei, sette e tutti a favore diretto od indiretto della stessa squadra come gli spieghiamo ? errori commessi tutti da arbitri considerati al vertice per ” bravura e professionalita’ ” , no GLR io non faccio dietrologia, mi limito a fare una semplice considerazione : perche’ quel che e’ successo nel passato (calciopoli) non puo’ succedere anche ora ? in fin dei conti i personaggi sono piu’ o meno gli stessi, avvengono piu’ o meno le stesse cose, i presidenti delle societa’ che si ritengono defraudate lanciano messaggi e chiedono chiarezza e giustizia, perche’ ? non posso pensare che Signori come Moratti, Della Valle ecc. siano dei vittimisti, dietrologi,visionari. Siamo proprio sicuri che si e’ fatto pulizia di tutto il marciume ? oppure tutto questo non si puo’ e non si deve dire perche’ altrimenti si vien tacciati di essere dei “visionari dietrologi” ? Personalmente le ultime stomachevoli “sviste arbitrali” non le considero “visioni” e le analogie con fatti abbastanza recenti (calciopoli) non le vedo come “dietrologia”.
    Un saluto cordiale a te ed a tutti gli amici interisti, Franco Fincato.

  9. Guido Villa // 25 febbraio 2010 a 11:09 //

    Caro Andrea, non sono d’accordo. il peggiore dei migliori risultati sarebbe stato 3-2, poiché un 2-1, un risultato abbastanza frequente, avrebbe qualificato il Chelsea, mentre così si andrebbe ai supplementari. Forza INTER!

  10. marco ferrara // 25 febbraio 2010 a 11:14 //

    Si Gian Luca, ovviamente sono anche io contento della vittoria ma purtroppo penso che anche quest’anno la qualificazione sia un sogno (nn voglio fare il pessimista a tutti i costi sia chiaro) per alcuni semplici motivi: il 2-1 é sempre una vittoria certo, ma é anche vero che é il risultato peggiore; a Londra dobbiamo partire dal fatto che il chelsea un gol lo farà e quindi noi dovremo sicuramente giocare meglio di ieri, cosa di cui nn sono affatto sicuro la squadra riesca a fare. Per intenderci io tutta questa gran partita dei nostri nn l’ho vista e per molto tempo siamo stati messi sotto. Nn possiamo in queste partite e contro questi avversari sperare di giocare solo in contropiede!! Ovviamente spero di aver detto un mucchio di stronzate e che i ragazzi mi smentiscano in tutto!! Su rosetti (il peggior arbitro italiano, supera persino rocchi) meglio nn parlare come dice mou!!

  11. doctorjay // 25 febbraio 2010 a 11:36 //

    Tra Barcellona e Chelsea io preferisco incontare sempre i blues che pur avendo dalla loro una straordinaria forza fisica hanno però un gioco monocorde, prevedibile;una panchina non eccelsa e Terry che è una pippa. Appunto, l’arma in più che può avere l’inter è la fantasia e la meticolosità di Josè; la classe di Mario e Wesley; il cuore dei Lucio, del capitano e del Cuchu. Per Milito non ci sono più aggettivi…Se ci assiste la fortuna (come ieri), l’arbitro (speriamo Busacca), possiamo passare al turno successivo. Per segnare allo Stamford Bridge sarà fondamentale Stankovic

  12. Finalmente! sono anni che scrivevo su questo sito nei giorni successivi alle partite di champions commentando la cronica assenza di carattere da parte della squadra. Ieri mi hanno stupito, hanno giocato senza complessi, senza paura, e col dovuto rispetto a una squadra tra le migliori in Europa! Che dire, il risultato di certo non lascia sereni in vista del ritorno, però almeno questa volta ce la giochiamo fino in fondo, e per ora questo può bastare (in attesa di sorteggi migliori!)

  13. Ciao GLR, grande analisi, concordo su tutto. Spero solo che Mou capisca che Balotelli è fondamentale per noi al ritorno, soprattutto visto l’appannamento di Eto’o, che confermo sembra essere un incrocio tra Suazo e Martins.
    Sul campionato forti preoccupazioni, anche se condivido quello che dici sulla nostra forza. certo a udine sarà durissima! chi cavolo giocherà? julio cesar, maicon, lucio, materazzi (?), zanetti, stankovic, mariga, motta, sneijder, milito, balotelli

    • Gianluca // 25 febbraio 2010 a 13:58 //

      julione, maicon,ramiro,lucio, zanetti ,mariga ,deki , wesley, pandev, mario , milito
      ……… mi sembra lo stesso più forte di qualche altra ormai da anni inseguitrice!!! Sbaglio????

      • ma ramiro non e’ squalificato? e comunque meglio cosi

      • in effetti! unico errore ramiro credo che sia squalificato, per quello dicevo chi cavolo gioca, considerato che matrix non so se recupera.

  14. claudio // 25 febbraio 2010 a 12:04 //

    Vi faccio i complimenti per la bella vittoria di ieri sera. Prova davvero convincente e “tosta”, finalmente all’altezza della CL.
    Per quanto mi riguarda, pur apprezzando la reazione finale del Milan, ammetto che dopo il rigore enorme negatoci a Bologna su Borriello (non dimenticatevelo, sennò siamo tutti bravi a considerare solo ciò che ci torna comodo) è innegabile che quanto successo nel derby e poi fra Bari e Firenze getta una luce sinistra sul campionato. Per quanto insufficiente a rimettere in gioco un milan in ogni caso troppo debole per poter fare la corsa sull’inter.

  15. caro G.L. Rossi sei il Mourinho del giornalismo… e ho detto tutto !

  16. Mi preoccupano Etoo e Motta. Se il primo ha sempre segnato e prima o poi ricomncerà (magari a Stamford Bridge!), mi spiazza la lentezza di gioco di Motta che sembra sempre in ritardo di un secondo, come guardasse la partita via satellite…

  17. massimo // 25 febbraio 2010 a 12:36 //

    Ciao Gian Luca,
    Sulla partita dico solo che mario con questo eto non può star fuori anche se è lui sul fatto laterale che porta al goal di cambiasso a chiamare su la squadra e dire di non stare bassi… Questione di mentalità che molti dei nostri devono ancora recepire in toto almeno in europa ma che non ha niente a che fare con il suo stato di forma che al momento è pessimo….
    Massimo

  18. In sintesi per me il campionato lo possiamo e dobbiamo vincere, la Champions è molto molto improbabile. Stiamo in campana sugli arbitrie rispondiamo punto su punto a questi scempi che vediamo ormai da due mesi a questa parte.
    Ciao.

  19. Pierluigi // 25 febbraio 2010 a 12:53 //

    Queste sono soddisfazioni !! E’ vero che il Chelsea ha avuto più possesso palla, ma noi siamo stati sempre più pericolosi. Ho avuto l’impressione che si poteva segnare ogni qualvolta andavamo in attacco. Ma Rizzoli che fine gli hanno fatto fare ???

  20. Gianluca // 25 febbraio 2010 a 13:46 //

    In realtà i punti di vantaggio sono 5, non dimentichiamo le scoppole negli scontri diretti!!
    Non credo sia possibile aver paura di una squadra che ha 11 giocatori e che dovrà fare un’impresa a manchester (sempre che non voglia abbandonare il suo DNA europeo per un semplice e scudettino). Il Bilan appena trova una squadra che corre e tiene alto il ritmo non regge. (figuriamoci poi se dovesse andare avanti in Cl e giocare ogni 3 gg.).
    Noi, mai come quest’anno siamo sul filo del rasoio, ma….mai come quest’anno abbiamo le possibilità e la squadra per puntare al “double”.

    • claudio // 25 febbraio 2010 a 15:14 //

      e io da milanista sottoscrivo.
      A parte ‘sta storia del bilan, residua componente di “nanismo” di parecchi tifosi di una squadra tornata davvero grande. Il bilan andava bene a rinfacciare la vergogna della B nel ventennio di una squadra ultravincente mentre voi eravate desolantemente sotto, ma adesso che siete assolutamente superiori, basterebbe sbandierare i risultati. Ma l’orologio interiore di molti tifosi è ancora fermo all’inter di Lucescu.
      A proposito di B, è curioso notare (non so quanti se ne siano accorti) che dopo la nostra prima discesa in B ( giugno 1980) con risalita in A e ridiscesa in B, ri-risalita in A con anonimi campionati fra l’8 e il 10 posto, lo scudetto abbiamo comunque fatto in tempo a vincerlo prima noi (1987-88). Vale a dire: non è che l’inter (o Ainter) rimasta in A nel frattempo abbia combinato poi granchè…

  21. Se Rosetti non ha visto ha bisogno di una visita oculistica, era lì vicino all’azione senza giocatori davanti, era in posizione perfetta per vedere e giudicare. Per il rigore di Samuel, che era netto, l’errore è del guardalinee che non ha segnalato il fallo, l’arbitro era molto lontano.
    Comunque sottolineo la sportività di Leonardo che ha ammesso che il rigore c’era. Anche Mourinho ha ammesso quello di Samuel.
    Bergonzi per Udinese-Inter mi fa molta molta paura…. spero di essere smentito dai fatti.

  22. Franco Fincato // 25 febbraio 2010 a 14:37 //

    Son d’accordo che sara’ dura ma, io sulla vittoria finale son fiducioso. L’inter e’ forte e sapra’ resistere, ma a parte le motivazioni sportive, quello che mi rende fiducioso e’ che qualche cosa accadra’, qualche cosa di forte, rumoroso ed a breve anche, questa volta la stan facendo ancora piu’ grossa di calciopoli 1, mi sa’ che qualche “addetto ai lavori” sa’ gia’ cosa bolle in pentola ed aspetta solo il momento giusto per scoperchiarla, basta ascoltare bene ed interpretare certe dichiarazioni, io son convinto che ci siamo quasi.
    Saluti cordiali a te ed a tutti gli interisti in primis GLR.

  23. Io non sono mai pessimista. Io sono nato ottimista e lo sai bene. Sul calcio però sono realista e ribadisco il mio concetto. L’inter vincerà lo scudetto e la Coppa Italia. Nessuna italina vincerà in Europa ma l’impotante è che l’Inter faccia più strada possibile. Guardo il calcio inglese tutti i giorni e questa è la mia idea. Non è un pronostico e tra l’altro sarei felicissimo di sbagliarmi sull’Europa nel caso dell’Inter
    GLR

    • Sono realista anch’io. Non vedo una squadra più forte del Barcellona in Europa e direi di gran lunga. Forse si può battere in finale , partita secca con gran chiulo e con assenze nelle loro fila.
      Bisogna arrivare lì. Ma arrivare lì la vedo dura , ma non impossibile.

  24. Stefano Frigerio // 25 febbraio 2010 a 14:54 //

    Ciao Gianluca! sono un tifoso milanista, ma mi piace cercare di vedere il calcio con sportivita ed obiettivia, senza fette di salame sugli occhi. Ed è per questo che sono abbastanza perplesso di fronte agli ultimi episodi di campionato:dopo calciopoli credo e voglio continuare a farlo alla buona fede arbitrale, ma certi episodi qualche piccolo sospetto lo fanno nascere. Non credo che si voglia cambiare il nome sull’albo d’oro, ma forse è interesse del “palazzo” lasciare un po di suspance fino alla fine.
    Voglio fare un comento alla partita di ieri sera. Avete l’interpretato la gara nel modo migliore, e Mourinho ha letto quasi perfettamente la sfida. Quasi perfettamente perchè io avrei tolto prima Tiago motta, e perchè io avrei tolto milito e non eto,secondo me la velocita del camerunense poteva essere devastante negli spazi che lascva la difesa dal chelsea. Masia bem chiaro che queste considerazioni non posson diminuire i meriti di ieri sera del tecnico portoghese. Un’utima considerazione, ho visto diverse partite degli ottavi e devo dire che vista la prtita di ieri sera chi passera il turno pora andare molto lontano… Ti ringrazio e ti faccio i complimenti per come vivi il calcio.

    • Sono io che ringrazio te, Stefano, ma non tanto per quello che dici, ma per come lo dici.
      Purtroppo passo ancora troppo tempo a cancellare i commenti di certi buzzurri che s’insultano tra loro con un italiano, tra l’altro, da denuncia. Temevo che ci fosse questo problema e lo sa bene il mio webmaster, ma la black list si va definendo e tra poco questo spazio sarà consentito soltanto a coloro che, al di là delle loro simpatie sportive, riescano a dire la loro con una certa educazione. Non pubblico alcun rilievo su colleghi della mia o di altre emittenti per scelta ma in alcuni casi è più facile metterlo nel culo che nella testa, scusa il francesismo. Per schermaglie personali ci sono tanti blog anonimi dove sgozzarsi a vinceda, per rileivi sui colleghi, compreso il sottoscritto c’è il sito ed il blog di TL. Faccio censura? Certo e pure pesante, visto che il sito è mio e con orgoglio lo gestisco come pare a me! Grazie comunque per la tua misura.
      GLR

  25. claudio // 25 febbraio 2010 a 14:55 //

    Penso che il derby di ritorno abbia chiarito inequivocabilmente la forza di una squadra non solo sull’altra, ma anche su circostanze “straordinariamente avverse”, per usare un linguaggio notarile (noi ridotti in 10 nel derby d’andata ne pigliammo 4, voi ridotti in 10 al ritorno avete addirittura raddoppiato e poi in 9 quasi triplicato, e ho detto tutto…). Io scommetterei su questa inter anche se fosse indietro 8 punti, figurati avanti 4…

  26. Francesco cereda // 25 febbraio 2010 a 15:01 //

    Caro Gianluca, prima di tutto lasciami esprimere la mia grande gioia per una partita veramente da Champions della nostra magica Inter – io ho 62 anni e sono uno di quelli che si ricorda ancora le Coppe Campioni col mago Herrera.Ieri sera in qualche momento ho rivisto nella squadra quello stesso spirito e la stessa forza. Ho cercato di seguire il tuo consiglio ovvero di volare alto, come detto nei giorni scorsi ,da te più volte, e non farmi guastare il piacere di questa vittoria sul (non contro!!) il Chelsea.
    Ti ringrazio dell’ospitalità e sempre w Inter – cordiali saluti
    Franco Interista

  27. Ciao GL,
    grande partita finalmente, da un quinquennio che non vedavamo la luce in champions! io ero fiducioso prima e ora lo son ancora di più.
    Vado a ripetere dai tempi del sorteggio, se passiamo col chealse mi vedo dritto in finale a meno di beccare il barcellona prima.
    Grandissimo Mou, non mi piace a volte quando diventa maleducato, ma di calcio ne capisce eccome!!

  28. Caro Glr,
    finalmente l’allenatore ha fatto il suo, cioè non ha fatto danni, ed ha schierato l’Inter migliore. Le partite le vincono i giocatori buoni, ed infatti si sono visti Lucio e compagni, non Macellari e Robbiati… Abbiamo capito che Eto’ è stato ceduto perchè forse bollito, sicuramente sopravvalutato. Milito vale Ibra, 1 gol in Champions in partite da dentro fuori per entrambi. Dulcis in fundo, c’è un fenomeno detto SuperMario che deve giocare davanti la porta avversaria. Se al ritorno Santon va a sinistra e Thiago Motta corre un pò di più si potrà certo parlare di quarti.
    p.s. ma quanto è bravo Blanc al Bordeaux !?
    un saluto

  29. Roberto // 25 febbraio 2010 a 15:42 //

    Caro GLR,
    peccato per quel dannatissimo gol preso in casa: per me la % resta leggermente a favore degli inglesi. Però… mai dire mai!
    E poi, “incredibili dictu”, ieri ci è persino stato abbonato un rigore+espulsione (il solito Samuel, ormai peggio di Vieira…), ma questo “favore” temo che lo pagheremo caro a Londra.
    C’è da scommettere che la federazione inglese si farà sentire “in silenzio”; la nostra invece in silenzio è, e mi pare che in silenzio (notare, senza virgolette!) resti. La Fiorentina è già avvisata un altra volta dopo ieri…
    Non sono molto d’accordo sull’aggettivo “autorevole” per la prestazione dell’Inter. C’è stato anche tanto Chelsea e in certi momenti me la sono vista brutta: Julione ha fatto una gran parata su Lampard… Però è già molto quello che hanno cavato dal cilindro. Ieri sera davvero non si è vista la timorosa e riverente Inter degli anni passati, e questo mi conforta.
    L’Inter va ancora a sprazzi per pretendere di dominare “con autorevolezza” un simile squadrone, ma qui ti do ragione: fino a ieri l’altro pensavo che la miglior squadra al mondo fosse il Barcellona, invece questo Chelsea è migliore.
    Il Barca rispetto all’anno scorso si è involuto (effetto Ibra???). Il ManU è al 60% Rooney (ma basterà per eliminare i “soliti” campioni in pectore) e l’Inter è squadra pazza, si sa… Ma che se imbrocca la serata può far male a chiunque. Credo che una tra queste vincerà la Coppa, ed è un peccato che una tra Inter e Chelsea debba abbandonare già ora.
    Ci sono però anche le dolenti note: sbagliamo sempre troppi gol… Anche ieri sera c’è da registrare l’ennesima, facile, occasione sbagliata da Eto’o.
    Mi spiace per chi, in questi post, continua a difenderlo ma io sono sempre più deluso, ai limiti dell’inc…zato. Santa polenta, non la mette dentro nemmeno a portarcelo per manina!
    10 milioni l’anno per… correre? Moratti ne dia uno solo, di milioni, a me: intanto ne risparmia 9, e io corro a perdifiato per il campo finchè non mi portano via in ambulanza o col Polmone d’Acciaio. E che diamine… :-(
    Consentimi infine di fare un plauso a Mourinho. Io non apprezzo per nulla le sue esternazioni “forti”: sono esagerate e, come si è visto, controproducenti. Ma quando ieri sera ha detto: “Sento dire da qualcuno che dobbiamo abbassare i toni… E’ stato così che voi italiani avete costruito una storia che a me come professionista di calcio e come persona ha fatto una vergogna incredibile”, alludendo a Calciopoli beh… l’avrei abbracciato!
    E’ sotto gli occhi di tutti cosa sta avvenendo “in silenzio” da un mese a questa parte, e se ieri dopo Fiorentina-Milan non ho vomitato è semplicemente perchè ancora dovevo cenare!
    E ho scritto che era rigore quello per il Chelsea, dunque credo di aver dimostrato che sono sì interista ma imparziale…
    Ad ogni modo, se chi conta non ha deciso che l’Inter proprio non deve assolutamente vincere lo scudetto, resto convinto che basti l’Inter-due per arrivare al quinto di fila.
    Però scusami Gian Luca, non offenderti ma tu vedi un po’ troppi “gatti neri”: cavolo, se ti legano le gambe e ti dicono “corri!”, non è semplice essere ottimisti sull’esito finale.
    Che poi, magari, sarà quello degli ultimi 4 anni, ma in tre partite il distacco si è più che dimezzato: permetterai che…
    Un caro saluto
    Roberto

    • claudio // 25 febbraio 2010 a 18:51 //

      Ciao Roberto. Grazie delle informazioni.
      Sto mandando al geometra la mia quota per il compenso a Rosetti 😉 ma sono soldi buttati. L’unico che ci può far vincere è il premier con un apposito decreto “ad squadram…”

      • Roberto // 25 febbraio 2010 a 20:03 //

        Ciao Claudio,
        se parli delle informazioni su Champions e Europa League, come vedi non c’è convenienza a farsi buttare fuori: “ballano” ben 30 mln già da subito, se poi vai avanti… Meglio proseguire il cammino nell’Europa che conta, decisamente!
        Mi fai venire un dubbio (e te lo dico simpaticamente, sia chiaro!): tu continui a dire a tutti gli interisti “Tranquilli… il Milan non vincerà mai, anche se sta arrivando, anche se vi dovesse superare, anche se arrivasse la fine del mondo sotto forma di meteorite che spazza ogni forma di vita sulla Terra :-)… chi ve lo porta via, lo scudetto, con lo squadrone che avete?”. Mmmmmmh…
        Senti un po’, Claudio: non è che hai letto il manuale di Montezuma e… ce la stai “tirando”, a noi poveri cuginetti interisti sull’altra sponda del Naviglio (anche se il “mio” naviglio è il Martesana e non il Grande e quindi sull’altra sponda non vedo mai nessuno ;-)…)?
        Non è che, sotto sotto, un pensierino allo scudo da qualche settimana lo stai facendo?
        😀 Un caro saluto
        Roberto

        • claudio // 25 febbraio 2010 a 20:35 //

          Penso che il derby di ritorno abbia chiarito inequivocabilmente la forza di una squadra non solo sull’altra, ma anche su circostanze “straordinariamente avverse”, per usare un linguaggio notarile (noi ridotti in 10 nel derby d’andata ne pigliammo 4, voi ridotti in 10 al ritorno avete addirittura raddoppiato e poi in 9 quasi triplicato, e ho detto tutto…). Io scommetterei su questa inter anche se fosse indietro 8 punti, figurati avanti 4…
          Certo… se poi Balotelli dovesse giocare pensando alla squadra per cui dice di tifare, se Milito e Cambiasso decidessero di fuggire in Argentina, se Eto’o Snijder e Stankovic si facessero frati trappisti, se Maicon litigasse con Mou, se Mou litigasse con Samuel, se Cordoba litigasse con Lucio… e beh… allora forse potremmo avere qualche possibilità anche noi, Roma permettendo si capisce.

          • Roberto // 25 febbraio 2010 a 23:34 //

            Caro Claudio…
            Io invece preferirei essere ancora avanti 8 punti!
            Tu hai fatto un gran elenco di giocatori e di ciò che dovrebbero fare per favorire il Milan: sarò fissato, ma bastava che tu scrivessi “se magari lasciano sempre in campo Eto’o, possiamo avere speranze”… 😀
            Ora io forse sono troppo critico… Però in uno dei post di questo editoriale ho letto che Eto’o sembra un incrocio tra Martins e Suazo: per ora, in effetti…
            Al camerunense (ombra dell’Eto’o micidiale di Spagna) il compito di smentire quanto prima Salo, che ha fatto quell’azzeccato paragone. Forse non hanno ancora imparato a servirlo in area e sotto porta come facevano al Barca, non so dire.
            Certo si dà da fare, ma se bastasse correre c’è Usain Bolt che vorrebbe imparare a giocare a calcio, aveva anche chiesto consigli a Cristiano Ronaldo… 😉 Ciao R.

  30. Tamauro // 25 febbraio 2010 a 16:01 //

    Finalmente l’Inter è riuscita ad esprimersi al livello delle più forti d’Europa, la personalità è fortissima e il gruppo è solidissimo. Dal punto di vista tecnico la difesa è una garanzia così come l’attacco che a differenza degli altri anni può contare su diverse soluzioni; il centrocampo a mio avviso non è ancora a livello delle migliori squadre d’europa per questo anche ieri siamo andati molto meglio con le tre punte quando il baricentro era più avanzato. un aspetto da tenere bene in cosiderazione è che abbiamo diversi giocatori (Muntari, Cordoba, Motta, Lucio, Samuel, Materazzi, Balotelli, Snejder, Maicon ) che per temperamento spesso eccedono nei contrasti e nelle reazioni e questo in europa si paga caro in termni di cartellini, ieri potevamo tranquillamente finire in 10 già nel primo tempo. Infine un mio auspicio che purtroppo credo rimarrà deluso, mi piacerebbe non vedere più un giocatore dell’Inter simulare, capisco che nella Seria A è un male diffusissimo ma ciò non toglie che sia una delle cose più meschine che uno sportivo possa fare, quando ieri sera anche Milito ha provato a fare il furbo mi sono cadute le braccia; tra l’altro se fossero un pò furbi dovrebbero prendere atto che non sono neanche buoni in questo, ogni volta che ci provano vengono inesorabilmente sgamati.

  31. Anselmo // 25 febbraio 2010 a 16:16 //

    Beh se cominciamo dal Giovedi a dubitare dell’arbitro allora si che siamo dei piagnina….
    Con l’udinese non è semplice ma solamente per le assenze in difesa e per la stanchezza del post champions.
    Ma credo che con un piccolo ulterioro sforzo possiamo passare indenni anche questa e ripartire di slancio… in din dei conti mica potranno sempre vincere gli “innamorati”…:-)

  32. sandro neroblu // 25 febbraio 2010 a 16:26 //

    ciao a tutti
    e a te caro gianluca
    sono d’accordo sulla bella vittoria di ieri (peccato per il goal subito)
    FINALMENTE…
    detto questo sono contento di sentirti cosi’ fiducioso sull esito finale del campionato,
    ma dopo quello che e’ successo ieri penso ci sia bisogno di un intervento di MORATTI
    altrimenti il “caro” GEOMETRA GALLIANI” avra’ terreno in discesa senza il minimo ostacolo..
    grazie

  33. Marcello // 25 febbraio 2010 a 16:26 //

    Ciao a tutti posso farvi noatre una cosa sul presunto rigore di Samuel. Il tocco sul piede c’è ma Kalou fa ancora un passo crollando col piede opposto. Credo che questo movimento innaturale abbia fatto propondere l’arbitro per l non rigore. Sul caso milan, premettendo che faccio l’arbitro di calcio da più di 15 anni, vi posso assicurare che non è uno sbaglio più scandaloso di molti altri. Il contatto c’è indubbiamente ma è molto accentuato dalla torsione di Montolivo. Io mi batto da anni con colleghi e amici per cambiare la becera cultura italiana antisportiva. Voi avete mai sentito a fine gara evidenziare alla moviola gli errori dei calciatori? No, è molto più facile buttar la croce ad un uomo che deve prendere decisioni in frazioni di secondo. calciopoli c’è stata eccome, ma dobbiamo impegnarci a coltivare un nuovo modo di vedere il calcio altrimenti il nostro diventerà un campionato di serie B.
    Un grosso saluto

    • Tamauro // 25 febbraio 2010 a 17:26 //

      Marcello concordo in pieno con te. Ieri sera l’arbitro, a mio avviso impeccabile, ha dimostrato di prediligere la fluidità del gioco, sorvolando sui lievi contatti e di non tollerare affatto le simulazioni ( la giusta ammonizione a Milito lo testimonia ). In occasione del presunto rigore di Samuel, si vede bene che Kalou resiste in piedi al primo contatto e poi decide di buttarsi appena realizza che se l’era allungata troppo. Ovviamente questo genere una dinamica innaturale ( se sgambettati da dietro non si finisce proiettati in avanti ) che l’arbitro ha letto giustamente come simulazione, tant’è vero se avete notato che redarguisce il giocatore del Chelsea, io mi aspettavo addirittura un giallo per lui, ma probabilmente ha reputato che in questo caso la simulazione non era evidente come nel caso di Milito. L’arbitraggio di ieri ha dimostrato che la cosa più importante è che ci sia uniformità di giudizio, proprio ciò che sta clamorosamente mancando in campionato ed è questo l’elemento che scatena le proteste di Mou.

  34. Ciao Gian Luca,
    vorrei evidenziare un aspetto molto interessante del match di ieri al quale ho avuto il piacere di assistere.
    Il pubblico.
    Il comportamento è stato eccellente perchè in campo c’erano due squadre eccellenti rispettose l’una dell’altra, nessun delirio, nessun nervosismo e nessuna protesta esasperata.
    Questo è l’ambiente che mi piace e mi ricorda quello di tanti stadi (anche di altri sport) all’estero dove ho avuto modo di assistere ad eventi sportivi. Un ambiente sereno e gioioso dove anche le famiglie possono trascorrere un paio d’ore di svago.
    Se gli attori in campo tengono bassi i toni, anche il contorno ne risente in modo positivo.
    Bello, molto bello così come il risultato che ci vede vincenti al primo round e speriamo ci vedrà vincenti anche al secondo.
    Grazie e forza F.C. Internazionale di Milano, come sempre.

  35. gianpiero // 25 febbraio 2010 a 17:06 //

    ciao GIANLUCA, ieri sera ho visto una grande INTER

  36. Massimo // 25 febbraio 2010 a 18:19 //

    Ciao Gian Luca.
    Premesso che non potrai rispondere con fatti concreti ma mi domando se su tutto questo ormai accertato accanimento del mondo anti-Inter, non ci sia lo zampino o zampone del mio collega geom. Galliani perchè quando si dice che tre indizi fanno una prova….
    Grazie e tranquilli che saranno 18 comunque gli scudetti.

    • Nessuno può rispondere con fatti concreti se non gli episodi dell’ultimo mese e, ribadisco, dell’ultimo mese. Questa non è Calcipoli, quelli erano professionisti, questi sono dielttanti allo sbaraglio, al confronto. Dal rigore non concesso in Chievo-Inter ha preso corpo l’idea che gli arbitri fossero in sudditanza verso la capolista. Sarebbe stato meglio subirlo per quel rigore, perché da allora si è verificato l’effetto contrario. Ma non potrà continuare a lungo. Anzi, credo che dopo il can-can che è stato fatto, gradualmente si dovrebbe tornare ai soliti trend arbitrali, dove le grandi squadre, tutte le grandi, ricevono più di quel che subiscono
      GLR

  37. Commentando ieri sera , rimango dell’ idea che difesa e attacco sono al top in Europa , il centrocampo è ancora il punto debole ,rispetto a quelle che io considero le top-4(MU, chelsea , real , barca) : ci vorrebbe uno che fa la differenza , specie nella corsa e nel saltare l’uomo . Motta è troppo statico senza palla , e non ha quella personalità che sembrava….Deki è ancora sfasato , ha sbagliato troppo. Se era disponibile Santon , avrebbe giocato Xavier a centrocampo e uno dei due restava fuori.
    Di Eto’o ho già detto….per “ciccare” conclusioni così facili non puoi essere solo fuori forma , ma avere qualche altro problema….non saprei !!
    Ce la giochiamo al ritorno con un piccolo vantaggio , è già una bella soddisfazione !!
    ciao

  38. ciao Gian Luca sono un tifoso rossonero ma mi chiedo una cosa: calciopoli è finita? non capisco perchè questi errori debbano essere per forza in malafede. Io li considero errori (gravi) figli di una classe arbitrale inadeguata.

    • Anselmo // 26 febbraio 2010 a 11:25 //

      Non credo che sia solo classe arbitrale inadeguata perchè altrimenti non ci si spiega come mai è “monorotaia” la cosa!!!
      Come non credo più che ritorni in tempi brevi calciopoli.
      Credo piuttosto, ma non vorrei passare x visionario, che sia una questione di appeal, di diritti, insomma di interesse.
      Pagare saporitamente diritti per un campionato che già alla fine del girone d’andata ha un padrone è essere un pò “tafazi” x cui magari se si ravviva un po…..
      Il Millan oggi politicamente parlando è sicuramente superiore all’Inter visto che il geometra è stato Pesidente di Lega, vice FIGC è un ex giocatore del Milan x cui loro sono anche bravi in questo.
      Ma non credo che siano in grado di vincere uno scudetto facendo iun girono di ritorno a suon di favori.

  39. Per quanto riguarda il campionato , con tutta la fantasia possibile non pensavo proprio di dover lottare con il Milan per lo scudetto…..come dice Gianluca siamo ancora favoriti , ma se dovvessimo passare il turno di champions e il milan uscire (molto probabile…) , la lotta diventerà veramente dura fino alla fine. Ovvio che i cugini , con questa rimonta , hanno preso morale e gas , i quali ,come tutti sanno, possono fare miracoli….Ecco, domenica sera potremmo essere a solo +2 (un pareggio a Udine con la stancheza e le squalifiche non sarebbe da disprezzare…) , e dopo si vedrà !!

    Ciao

  40. ZioPetros // 25 febbraio 2010 a 20:44 //

    Ciao a tutti, concordo con l’analisi di GLR.Teniamo ben in mente che siamo l’unica ad aver vinto agli ottavi e e contro una grande squadra che in alcuni tratti ci si è mostrata molto superiori in particolare a centrocampo.Dico inoltre che il rigore ci poteva essere e che se la partita non si è “imputtanita” come con la sampdoria un motivo ci sarà!Credo che alla fine l’arbitro sia stato bravo (malgrado la svista sul rigore) e ha saputo tenere bene la partita senza mettersi a dare cartellini a vanvera!!
    Saluti e FORZA INTER!!!!

  41. Purtroppo rosetti non è più un arbitro affidabile, quando c’è una certa pressione allo stadio, fa degli errori da dilettante.
    Quello che non riesco a capire è perchè continui ad essere ancora internazionale, negli ultimi 2 anni ha una sfilza preoccupante di errori.
    Il fondo l’ha toccato con napoli-inter e fiore-milan.
    Saluti da gabriele di arezzo

  42. Ciao Gian Luca , passi da gigante in Europa…vantaggio esiguo per il ritorno??Ma chissenefrega…l’ultima bel risultato in Champions risale contro il Real Madrid nel girone eliminatorio grazie a Roby Baggio….Ieri è stata un’emozione…finalmente ci voleva una vittoria con una grande squadra europea…non è stregata questa coppa dobbiamo capirlo…siamo una grande squadra e stop..Ieri non è stata una super prestazione ma la storia dirà che a San Siro abbiamo battuto gli inglesi del Chelsea…A Stamford Bridge non sarà facile certo…ma i presupposti sono buoni il coltello dalla parte del manico ce lo abbiamo noi!!

  43. Ciao GianLuca, la penso come te per il discorso che col Chelsea l’arbitro è andata di lusso, comunque volevo far presente che in Europa gli arbitri tendono a usare il buon senso! Con gli stessi episodi in campionato ci sarebbero stati almeno il doppio degli ammoniti e qualche espulsione e avrebbero rovinato una bella partita. Grazie e forza Inter.
    A Londra sarà durissima ma almeno dovremmo giocarcela.

  44. Vincenzo Asta // 26 febbraio 2010 a 14:16 //

    Ciao GianLuca,
    a proposito di tifoseria che non cresce sono d’accordo con te, ma voglio essere ottimista. Thiago Motta che esce applaudito 2-3 anni fa non sarebbe successo. Senza andare troppo lontano, vi ricordate Muntari di inizio stagione? Credo che molto dipenda da Mourinho, è innegabile che al di là dei risultati quest’uomo stia dando un imprinting a tutto l’ambiente che ci permetterà di fare il definitivo salto di qualità: squadra, società, tifoseria.
    Dici che sono troppo ottimista?

I commenti sono bloccati.