A Palermo come a Londra

Quella di Londra è soprattutto la vittoria di Mourinho e delle sue scelte, con tutti e  sei i nuovi acquisti in campo insieme e con i calciatori strigliati dopo Catania e martellati a tal punto sul Chelsea da conoscere gli avversari meglio di mogli e fidanzate. Il calcio non l’hanno inventato gli inglesi: lo portarono in Britannia i legionari di Giulio Cesare col nome di arpastum, al tempo in cui noi costruivamo acquedotti e loro scaldavano la carne sul culo dei cavalli. Loro il calcio l’hanno poi codificato come football con regole moderne, la prima delle quali non è neppure scritta ed è il riconoscimento dei meriti dell’avversario. Ha vinto la squadra migliore, hanno ammesso i giornali inglesi: là i quotidiani sportivi non ci sono, non servono in un Paese sportivo per definizione. E neppure immaginano che qui da noi i fautori del tifo contro hanno già individuato 24 rigori per i Blues e il numero cresce di minuto in minuto. Ma la vera forza di chi vince è fregarsene del rosicare altrui, ora da ributtare alle spalle anche in campionato, dove l’Inter nelle ultime 6 partite ha una media da retrocessione. Nessun calcolo, un solo obiettivo nelle 10 gare che restano: fare più punti di tutti. Questo dev’essere il prossimo capolavoro dello Special One.

51 Commenti su A Palermo come a Londra

  1. io temo invece sconteremo la fatica psicologica di Londra…sarebbe un peccato perchè i cugini mai come quest’anno sono nettamente inferiori….

    • E vai! il primo post su questo edit, ovviamente, non poteva che essere pessimista. Per carità, nulla di obiettare. era solo una curiosità statistica.
      GLR

      • Alessandro // 18 marzo 2010 a 15:37 // Rispondi

        Beh, obiettivamente, però, la stanchezza per la partita di martedì penso sia da mettere seriamente in conto. Detto questo, nonostante la stanchezza, bisogna vincere, bene o male, che qui c’è un campionato da portare a casa asfaltando il Milan più ridicolo degli ultimi anni. Altro che palle.

        • Fabio Primo // 18 marzo 2010 a 18:21 // Rispondi

          Il dramma è proprio questo: il Milan quest’anno lo abbiamo già asfaltato 4 volte (in agosto negli USA e nel trofeo Pirelli , 2 volte in campionato) , eppure ce lo abbiamo a 1 punto !! INCREDIBILE…..

      • ciao glr, io penso invece a contrario di altri che la vittoria col chelsea dara ancora piu energia mentale x tornare a vincere in campionato ciao e FORZA INTER SEMPRE E COMUNQUE

      • Alex Melvin // 19 marzo 2010 a 10:25 // Rispondi

        I gatti neri non mollano mai la presa! :)
        Per chi ha giocato a calcio anche a livelli dilettantistici sa quanta energia ti da vincere una partita come quella col Chelsea! E Balotelli (pentito) giochera risultando decisivo.
        A presto. Alex

    • La Fiorentina in 4 giorni ha battuto il Bayer ed ha vinto a Napoli per cui
      se giochiamo con la stessa intensità si puo’ vincere, se giochiamo come a
      Catania allora è notte fonda. servono 9 punti nelle prossime 3 partite.

  2. Palermo: tappa fondamentale per questo campionato. Vincere metterebbe il milan in una situazione psicologica di pressione. Spero sinceramente che Mario sia della gara (magari il martedì sul divano di casa gli è servito), il palermo è una squadra che fa giocare ed offre ampi spazi: vi ricordate cos’ha combinato Supermario all’andata? Notizie di Santon?
    PS: forza Napoli!

  3. Ciao Gian Luca,
    mi permetto di esprimere la mia…quasi un appello ai ”soliti” nerazzurri inconsolabili col perenne lutto al braccio… Dobbiamo essere fiduciosi…la squadra è forte e ora anche finalmente carica come non mai. C’è sempre una pausa in una annata…è fisiologica e noi a Londra abbiamo dimostrato di aver reagito bene anche a questo calo avuto in Italia… Ripartiamo convinti e pensiamo che TUTTI I ROSICONI VORREBERO ESSERE VOLENTIERI AL NOSTRO POSTO. Non è un caso se siamo primi in CAMPIONATO, nei quarti in EUROPA e giusto per chi non lo ricordasse anche in semifinale di COPPA ITALIA (quella coppetta che non vale niente tranne se la vincono gli altri…vedi supercoppa italiana a Pechino)…non lo dimenticate ”poveri nerazzurri afflitti e sconsolati” sempre pronti a partecipare al corteo funebre…Saluti.

    • Accidenti, Vincenzo…
      “all’anima” della reazione, a Londra! :-). A parte il discusso episodio del rigore, l’Inter ha fatto quel che ha voluto di una delle due favorite, strameritando comunque la vittoria.
      Solo che l’Inter che è tornata squadra talmente “pazza” che è capace di qualsiasi impresa in pochi giorni. Per cui, quando le riescono quelle “buone”, godiamocele e speriamo che i “nostri” ricomincino a farne con una certa continuità! Se l’Inter a Palermo giocherà come a Londra, saranno 3 punti di sicuro.
      Speriamo che il titolo dell’editoriale di Gian Luca sia di buon auspicio!
      E poi… Vuoi che il Napoli, dopo aver immeritatamente perso con la Fiorentina, perda la terza di fila proprio contro i “nonni”? Un bel pareggio e siamo tutti contenti. Per quanto riguarda il sorteggio di domani, che ne dici di Bordeaux o Bayern (l’altra con la “B” preferirei evitarla… ;-))? Ciao, Roberto

  4. Ciao GLR,
    si va a palermo e si vince.
    eravamo i più forti. ora lo siamo ancora di più. ma non nelle gambe, nella testa. magari anche di tutti i tifosi…;-)
    il bicchiere è sempre pieno!

  5. A Palermo sarà dura per tanti motivi, ma siamo indiscutibilmente più forti del Milan.
    Lo scudetto, se lo perdiamo, sarà per colpa nostra…..

  6. Sono convinto che con la stessa disposizione utilizzata a Londra vinceremo. Dalla Champions arriva un’indicazione importante. Questa squadra può giocare con un centrocampo di qualità mantenendo un grande equilibrio per cui è vero che occorre recuperare Santon ma non è che alla fine con il grande Zanetti schierato in difesa abbiamo individuato il giusto percorso per oggi ma anche in prospettiva futura? Mi sto convincendo sempre più che mentre per la difesa servono soltanto ricambi giovani (uno per la fascia sinistra ed un centrale) l’investimento vero vada fatto per garantire sempre la qualità a centrocampo.

  7. NO PROBLEM –
    Se guardiamo gli ultimi anni l’inter non ha perso più di tre partite a campionato…i ragazzi lo sanno….hanno allentato un pò la pressione per affrontare il chelsea forti del vantaggio e della superiorità che c’è….ed è pure limpida!! ma credete davvero che un Milan che nelle ultime cinque deve andare 2 volte a genova a palermo e sfidare la viola e la juve in casa possa vincere il campionato?
    Va bene la pressione mediatica pro milan, va bene che con noi fan tutti la partita della vita, (non facendo punti per le 3 gare successive almeno; vedrete il catania già domenica questa) ma tutto è ancora nelle mani dei ragazzi e del mister….
    io ci credo…cazzo se ci credo, ma nn nello scudo, nel double!!! Non per fare gli sboroni ma un’inter così piena di soluzioni e di cuore non me la ricordo!!!!!!

  8. marco ferrara // 18 marzo 2010 a 15:01 // Rispondi

    Hai perfettamente ragione tu quando dici che ora deve esserci sempre lo stesso spirito di Londra anche se dobbiamo ammettere che giocare tutte e 10 le restanti partite con quella intensità sarà difficile. A me ad essere sinceri basta vincere anche giocando non benissimo tanto come dici tu nell’ Albo d’oro compare sempre il nome della vincitrice e non si fa mai accenno su come abbia giocato!! Palermo non sarà sicuramente decisiva come lo é stato Londra (ne mancheranno poi altre 9),ma servirà per mille motivi una vittoria!! Ciao e SEMPRE FORZA INTER!!

  9. Ma quale fatica psicologica?!?
    Vincere partite come quella di Londra,danno un iniezione di adrenalina e forza fuori dal comune,quindi come ero convinto che avremmo passato il turno,sono straconvinto che vinceremo il quinto scudo di fila con ampio margine (6/7punti) sulla seconda,che di certo nn sara’ il Bilan…Saluti e complimenti vivissimi.

  10. Buongiorno a tutti, io che al contrario sono moderatamente ottimista posso pensare che la “fatica” psicologica sia uno sprone e non un handicap ma a Palermo è tosta e lo sarebbe in ogni condizione. Piuttosto da “bauscia” (coronarie permettendo) sogno un finale di campionato a pari punti con il Bilan, che bello sarebbe vincere il ns. 18 scudetto con il risultato degli scontri diretti….al solo pensarci ho tutti i peli che fanno la ‘ola’.
    FORZA INTER SEMPRE

  11. Palermo Inter 2 3
    Milan Napoli 0 2

  12. ciao GLR, io ho già comprato patatine e birra x sabato sera e ho preparato il divano, annullato tutti gli impegni, e mia moglie si è già rassegnata a vedere la TV in cucina.
    pronti per un’altra vittoria.

    • meno male che scherzi, mia moglie vede la TV in cucina perche quando guardo l’inter io sono poco obiettivo, e per me e’ gioca sempre bene , mentre Lei è molto critica, specialmente, E LA COSA MI RENDE NERVOSO.

  13. Direi che l’importanza della vittoria di Londra si vede anche dalle dichiarazioni odierne di Zamparini…tre giorni fa era piu’ difficile battere l’Udinese che l’inter, oggi lo stesso ha dichiarato che servira’ un miracolo per battere la squadra che e’ superiore alle altre italiane almeno del 40%….ma certa gente non farebbe piu’ bella figura a star zitta?? Chiosa su Raiola….ma che razza di losco filibustiere e’ quel tizio!? Direi che (super)Mario se l’e’ andato a cercare proprio col lanternino…! Ciao

  14. Che il Napoli subisca la terza sconfitta consecutiva?? No dai!!! Con noi è vero che erano in casa ma non ci hanno reso la vita facile. Se strappasse un pareggino e noi facciamo l inter torna tutto un pò a posto. Però prima di pensare al Milan pensiamo a noi con il Palermo…il nostro cammino dipende da noi…magari Eto o si sblocca anche in campionato,un gol del genere con il peso che ha avuto deve per forza essere una carica e anche quelli del Palermo sapranno quanto può essere pericoloso il leone d Africa.

  15. Sembra banale ma vincere abitua a vincere. Vincere sempre, vincerle tutte.
    Perdi con il Chelsea e sei triste e quindi perdi, vinci con il Chelsea ma sei appagato e quindi perdi ? Mentalità allucinante, meglio smettere di fare agonismo.
    Io non voglio fare il tifo per una squadra così e spero che la mia squadra non sia così

  16. acc… se uno fosse scaramantico….ma noi non lo siamo !

  17. Le grandi vittorie tolgono la fatica e portano entusiasmo, quindi si vincerà perchè siamo i più forti, punto e basta.
    Non è ammissibile che “quelli là” ci passino davanti nemmeno per una giornata,
    dobbiamo lasciarli rosicare all’infinito.
    Credo che a Palermo, il Mister inserirà almeno 4 giocatori freschi incluso il “pazzo scatenato” che a forza di calci in culo vedrete che metterà la testa a posto e, alla prima prodezza, ci farà cantare inni di gioia. Siamo fatti così, smentitemi se sbaglio.
    Oggi sul melo e domani sul pero, siamo innammorati, siamo neroazzurri.
    Mario è un gioiello di valore inestimabile, sperando che maturi un pò come persona, stiamogli vicino e cerchiamo di volergli bene e di incitarlo. Presto sarà uno di noi.

  18. ciao GLR, complimenti per il sito e anche per i filmati (da sballo!!!)
    ancora una volta, seppure non in uno scontro diretto, L’Inter ha dimostrato quanto è attualmente superiore al Milan, quindi non sarebbe ETICO lasciare lo scudetto ai cugini….

  19. gianluca, vorrei che dicessi ogni tanto du parole su ibra, e sulla sua scelta di vita.. ha praticamente la chance di vincere la champions scaldando assieme a maxwell la panchina del barça. Certo, sono scelte che van rispettate ed accettate, sarà un’emozione pazzesca per lui vincere la finale lì seduto, mentre pedrito, bojan e gli altri ragazzini segnano gol a raffica.. un buon divertimento a lui.
    questo golden boy da 80 milioni di euro…… ci piace :)) federico.

    • Su Ibra, ho già scritto qualcosa di recente, ma non facendo più parte dell’Inter non è più in cima ai miei pensieri calcistici. non ho rimpianti, ma tanti bei ricordi. E’ andato via quando si era comunque rotto qualcosa determinando il primo grosso attivo di bilancio nella storia dell’Inter di Moratti. Ibra all’Inter ha dato e ha ricevuto. Fosse sempre così coi campioni! Ora al Barcellona, non è più l’unica primadonna, né il valore aggiunto che pensavano, per il momento. Capita. Magari questa prima stagione sarà un po’ fiacca, ma la prossima potrebbe poi essere fantastica. Ibra resta un fuoriclasse. Il rapporto con Moratti è rimasto ottimo, ma non cominciamo a pensare che possa tornare tra qualche tempo. Non accadrà. Certe storie finiscono al momento giusto e va bene così
      GLR

  20. Fabio Primo // 18 marzo 2010 a 18:14 // Rispondi

    Spero vivamente che il gerovital della vittoria di martedì sortisca un effetto decuplicatore delle forze dei Nostri….sopratutto quelle mentali !!
    Ma , come dice Gianluca , anche se dopo Roma (tra 3 partite), dovessimo essere dietro al Milan di 1 o 2 punti , non ci sarebbe da preoccuparsi: possiamo rimontare tranquillamente !!
    A meno di “rigorelli” del mulino bianco ogni partita , il Milan non ha la forza di vincerle tutte e 10 !!

    Ciao

  21. Poco da dire, se è la squadra più forte quella che la maggior parte delle volte si impone, per il campionato la vedo grigia per tutti gli altri.
    Per i quarti di UCL a mio parere possiamo incontrare chiunque, tanto se vogliamo vincere una vale l’altra. Certo se la nostra ambizione è soltanto quella di accedere alla semifinale allora forse sarebbe meglio evitare Manchester o Barcellona.
    Personalmente gradirei incontrare il Barca e ovviamente buttarli fuori.
    Ciao GLR

  22. al solito … non siamo mai contenti .. pero’ gianluca devi ammettere una cosa che pultroppo le questioni di casa inter vengono puntualmente ingigantite dai media esasperando tutto (vedi caso balotelli) e quindi forse anche per quello che noi ( e mi ci metto anche io) tifosi piu’ o meno accaniti siamo cosi’ soggetti a cambi di umore improvvisi ed a vedere sempre nero… personalmente penso che ancora due o tre anni del mpu con ancora qualche grande vittoria singola come martedi o finale un campionato e/o champions ed allora dimenticheremo il fatto delle persecuzioni o del vari completti e riusciremo sempre ad essere felici..
    Grazie a tutti per l’altra sera ed in particolare al cuore di eto ed alla bella partita di tiagone motta e di maicom tre che mi sembravano ultimamente inseriti a piu’ riprese nelle liste nere dei tifosi…
    ultima cosa perdonatemi … ma ieri sera ibra in panca … per me non aveva prezzo forse se continua cosi’ l’anno prossimo nella panchina dui qualche big europea si siedera il sig. supermario balotelli che di super a proprio poco … vedere milito e eto” ciao

  23. Ciao Gian Luca,
    a Palermo come a Londra – anzi di più, perchè se proprio devo scegliere uno dei due obiettivi preferisco IL QUINTO! Siccome però non devo scegliere… direi che un tris scudetto-champions-coppa italia ci sta bene. (con questo post vado a contrastare tutti i pessimisti che ti scrivono!)
    P.S.: trovandomi in fase di totale ca**eggio ho simulato il sorteggio di domani: le urne di casa mia hanno dato questi risultati: Barcellona-Bordeaux, ARSENAL-INTER, Cska – Bayern, Manchester – Lione. Se le azzecco tutte mi precipito a giocare al superenalotto, sperando di non aver esaurito il bonus! Cordialmente, Michele

  24. Fausto Mamberti // 18 marzo 2010 a 19:03 // Rispondi

    A Palermo come a Londra? E anche se non sarà così va bene ugualmente. Piuttosto, ho sentito che avere il Bayern come avversaria non sarebbe male….Ricordo che un mitico giornalista credo italiano, Giuseppe Albertini (commentatore della TSI quando questa negli anni 70, primi anni 80 trasmetteva Bundesliga e il campionato inglese e la televisione svizzera si prendeva in mezza Italia) affermava di non volere mai i tedeschi come avversari. “Sono come i gatti, hanno sette vite, attenti…”.
    Con questo non dico che farei i salti di gioia ad avere contro Manchester United o Barcellona, ma le ultime due volte che li abbiamo incontrati a San Siro ci hanno asfaltato, segnò persino il “cane Aughentaler”…. :-)

  25. E se questo week noi si vince a Palermo e i cugini perdono col Napoli (risultati poi non così impossibili…) cosa diranno mai i nostri amati tifosi gufi e portasfiga?! Dai ragazzi fiducia che quest’anno vinciamo tutto!!!!!

  26. Massimo VC // 19 marzo 2010 a 08:26 // Rispondi

    Ciao Gian Luca
    Hai notato com’era sorridente anche prima della partita Mourinho al contrario di come lo si vede qui da noi? E’ evidente che la pressione e lo stile di vita tra noi e l’Inghilterra è veramente agli antipodi.
    Però bisognerebbe finirla con questo silenzio stampa che porta altre polemiche a quelle già esistenti.
    Grazie e FORZA INTER.

  27. Ebbene caro Gianluca la penso esattamente come te siccome gli attributi della squadra sono stati messi alla prova più e più volte quest’anno sono convinto che nonostante tutto vinceremo 9 partite su dieci in campionato alla faccia di tutti e in coppa? chissà ? io gradirei un sorteggio comodo l’unico (CSKA) e poi chissà …..è anni che inseguo la stagione perfetta !!!!!
    ciao Gianluca

  28. franco Banear // 19 marzo 2010 a 10:21 // Rispondi

    Amico GL,
    come farà qualcuno fra Voi a essere pessimista? Vorrei farVi notare quanto accaduto fra il 14 e il 16 marzo:
    – 14 marzo – il Milan vince col Chievo perché qualcuno si ricorda che ha in panca Seedorf con gli scarpini già calzati, sennò addio -1
    – 14 marzo – il Palermo a Udine viene asfaltato. Non fateVi trarre in inganno dal risultato, poteva finire 7-3.
    – 16 marzo. Qualcuno volò sul nido di Ancelotti facendo inca__are il caro Roman.
    Basta? Domenica poi vedremo se vale più l’ascendente del geometra o le lamentationes laurentianae. Magari due bei rigorini per parte, meglio se inesistenti.
    Mi permetti un ultimo OT? Se Ti dico Zamora-Gera-Gera-Dempsey cosa Ti viene in mente? Thanks a lot Cottagers!
    (Povero Zucchina… E povero Zac. A Udine nessuno gli perdonerà mai la sciarpa bianconera che sta sfoggiando…)

  29. a me e’ dispiaciuta la cessione di ibra, in campionato e’ stato determinante e non e’ un caso che senza di lui dopo 3 anni di dominio senza storia ora si rischia di perderlo contro una squadra che ci e’ inferiore sarebbe assurdo farei fatica ad accettarlo

    • Se è per quello due anni fa a Parma si è rischiato molto di più, visto che era l’ultima giornata. Poi proprio lui ha fatto gol, ma l’avrebbe fatto qualcun altro. Come non si è perso due anni fa, non si perderà quest’anno.
      GLR

    • Se è per quello due anni fa a Parma lo si stava perdendo all’ultima giornata. Poi proprio lui ha fatto gol, ma l’avrebbe fatto qualcun altro. Come nonsi è perso due anni fa, non si perderà quest’anno.
      GLR

  30. ArchAndrea // 19 marzo 2010 a 11:47 // Rispondi

    Credo che per l’Inter sia esclusivamente una questione mentale e la partita con il Chelsea è stato un passaggio fondamentale per rendersi conto della reale dimensione della squadra. Con questo non voglio cavalcare inutili e soprattutto prematuri cortei trionfali, visto che ci sono ancora diverse partite da affrontare, però sottolineo l’importanza dell’ultima vittoria a Londra. Inoltre credo che con l’avvento di Mou sia cambiata e di molto la preparazione atletica. Lo scorso anno di questi tempi si correva ed anche parecchio, non come nei precedenti campionati quando si arrivava piuttosto scarichi a primavera.
    Continuo ad essere dell’idea che si debba pensare solo ed esclusivamente alla prossima partita, affrontandola come se fosse quella decisiva!!! Così facendo non lasceremo sul campo molti punti. Anche perché è vero che sarà un periodo duro con molte partite – oltre alle dieci di campionato speriamo anche altre cinque in Champions e altre due in Coppa Italia – ma con la rosa che abbiamo a disposizione possiamo e dobbiamo affrontarle dando sempre il massimo. Ormai non è più tempo di preparazione atletica, di richiami e/o conservazione della forma… ora si deve dare tutto per raggiungere gli obiettivi!!! Si giocherà ogni tre giorni? Meglio così resteremo concentrati su i diversi obiettivi che abbiamo ancora aperti. Ma vi rendete conto che siamo oltre la metà di marzo e siamo ancora in corsa sui tre fronti! Non si deve perdere la concentrazione e come già avevo scritto altre volte questa squadra quando non può sbagliare si focalizza al cento per cento sull’obiettivo, vedi Dinamo, Rubin, i derby, Udine…Da oggi l’obiettivo sarà in continuo movimento ed il riferimento si sposterà, cambiando ogni tre giorni. Ora mi raccomando sosteniamo la squadra!!! Tutti a San Siro!!! Dobbiamo essere più che mai il dodicesimo in campo!!!!

  31. ArchAndrea // 19 marzo 2010 a 11:57 // Rispondi

    P.S. per i gatti neri!!!
    Ormai negli ultimi anni è diventata una costante: Drogba espulso uguale Chelsea fuori dalla Champions League. Ma soprattutto: due anni fa col Manchester Utd che poi divenne Campione, l’anno scorso col Barcellona che poi divenne Campione, ultima volta martedì contro l’Inter che…ops mi mi devo toccare!!!!!

  32. ciao GLR, una cosa di calcio, ma per una trasmissione, pxchè non fare un servizio sugli spogliatoi e gli stadi , sono stato al tour di san siro e sono rimasto abbastanza deluso degli spogliatoi di inter e milan, mentre vedendo il prepartita di martedi con il chelsea, gli spogliatoi sembrano dei LOFT. spero sia una buon…a idea, x non parlare solo e sempre di calcio giocato, credo che molte persone potrebbere apprezzare una trasmissione oppure una serie di trasmissio in questo senso. ciao ancora a FORZA INTER

  33. Visto che il buon Mou ha lasciato ancora a casa Balottelli ? sono ASSOLUTAMENTE d’accordo. Alla fin della fiera ‘sto ragazzo dovrà capira la funzione pedagogica dei rimbrotti di Mou….
    ciao,Pg.

    • Fabio Primo // 20 marzo 2010 a 11:59 // Rispondi

      Anch’io sono d’accordo ma….da quel che so , il ragazzo non capisce proprio e purtroppo difficilmente….capirà !!

  34. Visto che il caro Gianluca ha richiamato la provenienza del gioco del calcio, eccone una breve storia (penso che un po’ di cultura in questo mondo non faccia mai male):
    “Si sa che nel 200 a. C. in Cina si praticava un gioco chiamato “tsu-chu” che significa “colpire col piede (tsu) una sfera di pelle (chu)” riempita in qualche modo. Anticamente anche i giapponesi praticavano il “kemari”, in cui otto uomini contro altri otto colpivano a calci una palla per spedirla in un’area segnata da alberi. Sembra che nel 50 a. C. si sia addirittura tenuto un incontro ufficiale di “tsu-chu”, o di “kemari”, tra Cina e Giappone.
    Anche i greci antichi avevano elaborato un gioco con la palla chiamato “episkyros”, che i romani adattarono chiamandolo “harpastrum” (dal greco arpazo, strappare): una via di mezzo tra calcio e rugby, praticato con una palla di stracci.
    Italia-Inghilterra: 0-1. Storica, nel 276 d. C., la partita di harpastrum tra legionari romani e britannici, che vinsero. Comunque, pare che la Britannia ospitasse già da tempo giochi simili: con il nome di “hurling”, verbo di origine scandinava che significa colpire, si intendeva un gioco che consisteva nel portare avanti a calci una palla di stracci nonostante l’opposizione degli avversari. Una variante fu la “soule”, nata agli inizi di questo millennio in Francia e poi diffusa in Gran Bretagna: far passare una palla di cuoio in un traguardo delimitato da due pali o da un cerchio.
    Nel Rinascimento incontriamo il calcio fiorentino, praticato con ventisette giocatori per parte. In Inghilterra, nel 1863, nacque la prima federazione vera e propria, che raggruppava 11 club della capitale. L’8 dicembre dello stesso anno nuove regole sancirono la scissione tra rugby e calcio: non si poteva tenere la palla in mano ed erano vietati gli sgambetti, le cariche violente e l’uso delle mani”

  35. Ricordiamoci che quando il gioco si fa duro i duri cominciano a giocare.
    E noi potremo avere tutti i difetti del mondo ma abbiamo un gruppo con le palle!!!
    E poi il nostro motto é “non mollare mai!!”

  36. Sono molto felice per la bella figura (finalmente!) in Champions League e altrettanto fiducioso per il campionato. E’ solo un attimo di pausa, ma riprenderemo vigore da subito grazie alla grandissima iniezione di fiducia di Stamford Bridge. Forza ragazzi.
    P.S. Balotelli, grazie a Mou, capirà, oh se capirà…

  37. Stefano Jean Scotti // 20 marzo 2010 a 00:56 // Rispondi

    ciao gianluca sono felice per il passaggio del turno possiamo vincere tutto tutto siamo rimasti solo noi in europa, che soddisfazione, altri aspetti siamo alla settima semifinale consecutiva in coppa italia record sono sette anni che in casa non perdiamo in coppa italia altro record sono quattro scudetti che vinciamo andiamo per il quinto record uguagliato, siamo alla quinta finale di supercoppa italiana e andiamo per la sesta record abbiamo record di punti vittorie consecutive sono due anni imbattuti in casa record record a tutto campo ah dimenticavo sono otto anni consecutivi che andiamo in coppa dei campioni andiamo verso il nono anno record in italia record ciao ricorda queste cose ai rosiconi
    Stefano Jean Scotti

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili