6C: Inter-Juventus 0-0

Un pareggio a reti bianche che per il fattore campo fa più felice la Juventus che l’Inter ma a San Siro le due rivali le loro occasioni per vincere la partita le hanno avute, ma non le hanno sfruttate. Il punto mantiene l’Inter nel gruppo delle inseguitrici della Lazio, arrivata alla seconda sosta dal capolista in solitudine e non allontana la Juventus. Verdetto insomma nullo, come il risultato. L’Inter è partita fortissimo, ma la Juve ha risposto. Nella ripresa le occasioni migliori, fallite da Milito e Maicon per l’Inter e da Quagliarella per la Juventus. Possesso-palla ben oltre il 60% per i nerazzurri ma, se non si capitalizza, serve a poco. L’idea di partire con Biabiany e Coutinho come con il Werder era obbligata dal precario stato di forma di Milito, costretto a lavorare a singhiozzo in settimana, ma  l’infortunio del francese già alla mezz’ora ha costretto Benitez a rivedere i piani tattici. All’intervallo altro infortunio per Cordoba, che ha permesso a Chivu di tornare al centro, mentre sulla sinistra si è finalmente rivisto un convincente Santon, capace di spegnere Krasic, che nel primo tempo era parso il più pericoloso della Juve. L’Inter può recriminare per un mancato cartellino giallo a Bonucci e per un abbraccio di Chiellini a Sneijder in area bianconera in finale di primo tempo, giudicato non grave dall’arbitro Banti. Tutto sommato, un pareggio che ci può stare, tenendo conto delle quattro assenze nell’Inter, Samuel, Zanetti, Pandev e Thiago Motta, anche se sarebbe stato bello rispondere subito alla rocambolesca sconfitta di Roma con una vittoria, ma la classifica è ancora troppo corta per favorire tentativi di fuga da parte di chicchessia. Al momento c’è anche il Napoli all’inseguimento della lepre laziale. Poi pian piano il gruppo si scomporrà e conterà essere davanti a primavera, quando si cominceranno a delineare i giochi. Dopo la sosta l’Inter dovrebbe finalmente recuperare più o meno tutti i suoi assenti e acciaccati, sperando di poter contare su un miglioramento delle condizioni di Milito e, sopratutto di  Maicon, che a destra continua a limitarsi al suo compitino, mentre con le sue qualità dovrebbe invece far la differenza. In ogni caso pare finalmente recuperato Santon ed era ora. Adesso il campionato va in vacanza per qualche giorno e pure io con lui. Prevedo invece lavoro supplementare per Muntari, protagonista di un episodio seccante: appena appreso che sarebbe andato in tribuna, ha pensato bene di offendersi e di tornarsene a casa, manco fosse Matthaeus. Immagino già il seguito, visto che ho saputo che Benitez, nella sede opportuna, lo spogliatoio, non è stato poi così calmo e gioviale con Chivu dopo Roma come appare in panchina e nelle conferenze stampa.
Per il resto, più fair-play in campo che fuori, come ricorda la puntuale vignetta dell’amico Stefano.

53 Commenti su 6C: Inter-Juventus 0-0

  1. dario garavaglia // 4 ottobre 2010 a 06:27 // Rispondi

    ciao GLR, ieri tutto sommato viste le assenze è stata una buona gara. le note negative vengono dai continui infortuni, le note positive, oltre ad un eto’o mostruoso , vengono da chivu che da centrale è un altro giocatore e dal recupero di santon. il baby coutinho ha colpi, ma per il campionato italiano è un pò leggerino e deki adesso che non ha problemi fisici ha dimostrato il proprio valore e siamo a pari punti con la squadra che vuole vincere tutto avendo già giocato con juve roma e palermo. dopo la sosta speriamo in un milito almeno al 60% e con la rosa al completo potremo battagliare ancora per il campionato.

  2. pasquale somenzi // 4 ottobre 2010 a 07:12 // Rispondi

    Quando una squadra nelle prime 6 gare di campionato in 3 non segna,
    aritmeticamente puo’ fare al massimo 12 punti ed essendo la Lazio a 13
    l’Inter con questo score era impossibile fosse prima in classifica.
    Comunque dopo lo 0-0 col Genoa del 7 marzo l’Inter aveva sempre vinto
    in casa sia in campionato che in coppa e con il pareggio di oggi arriva a
    50 PARTITE CASALINGHE CONSECUTIVE SENZA SCONFITTE
    l’ ultima risale al 26 novembre 2008 con il Panathinaikos 0-1 .Dopo
    allora 35 gare di campionato, 6 di coppa italia,8 di champions e 1 di
    supercoppa senza sconfitte.
    Il record nerazzurro assoluto e’ pero’ di 69 Partite, stabilito tra il derby
    del 19 gennaio 1964 e lo 1-2 col Torino del 12 marzo 1967
    Riassumendo:QUANDO GIAN LUCA ROSSI VENNE AL MONDO
    L’INTER NON PERDEVA IN CASA DA 54 PARTITE.
    Questo record mi permetto di dire che poteva essere superiore perche’
    in quel periodo di 3 anni l’Inter gioco’ solo 1 (una) partita di coppa
    Italia in casa e considerando quanto sono rare le sconfitte casalinghe
    dell’Inter in coppa italia con la formula attuale poteva anche arrivare
    a 73-74 partite.
    Adesso che c’e’ la sosta mi permetto di segnalare una curiosita’:
    nelle partite ufficiali di questa stagione l’Inter quando ha subito gol
    in casa lo ha sempre preso nella porta di sinistra e lontano da Milano
    nella porta di destra.
    Per finire segnalo che Ibrahimovic con la maglia dell’Inter era stato
    al massimo 4 giornate di fila senza essere primo, ma ora e’ arrivato
    a 5.
    Ciao. Pasquale.

  3. Ciao Gianluca, che dire? Vediamo di vedere il bicchiere mezzo pieno… l’Inter di Benitez mi piace…. ha un gioco forse troppo orizzontale ma è fatta di velocità, uno-due e inserimenti che una volta capiti faranno volare la nostra Inter…poi con tutti i campioni che abbiamo si può comunque far affidamento a qualche giocata personale….. In questo scricchiolio i “nemici” vedono crepe che secondo me non ci sono…. è solo una questione di tempo….
    Senza presunzione siamo ancora la squadra più forte…sicuramente più di Juve e Milan…. Certo forse dobbiamo migliorare di testa…. forse dobbiamo ancora digerire l’abbuffata dell’anno scorso…. e molti giocatori tipo Maicon, Chivu, Cambiasso, Sneijder e Milito sono ancora “appesantiti”….. di contro un fantastico Eto’o che a Barcellona stanno rimpiangendo come pochi…. Dai diamo tempo a Rafa Camomillo Benitez e speriamo che la testa di gente come Muntari e company abbia una bella raddrizzata…. non c’è spazio per gente come loro… altrimenti spedizione in Inghilterra stile Balotelli…..
    Ciao Gianlu un abbraccio!!!!!

  4. Francesco Ra // 4 ottobre 2010 a 07:51 // Rispondi

    ciao Gianluca
    concordo ciò che hai scritto; ma hai visto che gioco esaltante esprimiamo? Accademia NERAZZURRA! Secondo il mio modo di vedere, giochiamo meglio dell’anno passato con il nuovo trio d’attacco che si sta formando (eto’o biabiany coutinho)…….non voglio esagerare ma tutto sommato mi sa che in finale ci torniamo, ed io per questa stagione ci metterei tre firme non una!
    Forza Inter sempre e comunque.
    Ciao un salutone, sei un grande in trasmissione

    • Il gioco va benissimo ed è la chiave per i risultati, ma si ricordi che il vero obietivo restano questi ultimi
      GLR

  5. Caro Gianluca, sono d’accordo, guardiamo il bicchiere mezzo pieno: Santon sta ritornado poco alla volta il difensore che consocevamo e Coutinho ha i numeri (certo che se avesse qualche punto in più…)….. però ieri sera dovevamo concretizzare tutte le occasioni da gol… L’importante è non ricadere nei gironi danteschi delle polemiche, un giornalista tuo omonimo ha definito Benitez già sfiduciato dalla società (urca, questa volta battiamo tutti i record….) e Maicon e Chivu miccie di uno spogliatoio nevrotico e in procinto si coppiare… va beh, se vogliamo fare polemiche e scrivere balle per vendere giornali abbiamo già un quotidiano di Torino ma quello va bene solo per pulire i vetri….. Ieri abbiamo perso due punti, potevamo concretizzare ma non dobbiamo demordere e attendere che l’infermerie, poco alla volta, ci resitituisca la vera squadra che ci ha fatto tanto sognare e vincere…. il campionato è lungo, cerchiamo di fare tesoro dagli errori fin qui commessi ma sono solo degli errori facilmente recuperabili….Quanto alla partita, c’è da dire che ho visto una partita caratterizzata da una correttezza sicuramente migliore di quella riscontrata all’interno di alcune frange si ultras esaltati….

  6. Fabio Primo // 4 ottobre 2010 a 08:07 // Rispondi

    Il calcio è bellissimo perchè….è strano !!e sopratutto ti fa cambiare idea giorno dopo giorno. Mercoledì sera ho avuto la netta sensazione che Biabany fosse già maturo per giocare a s.siro , mentre Coutinho non ancora. Ieri sera ho avuto la sensazione opposta !!
    La partita con la juve ha per l’ennesima volta dimostrato che in tutte le squadre , quando mancano quei pochi (ma decisivi) titolari oppure sono fuori forma , non è mai la stessa cosa….La nota + positiva è senza dubbio il rientro di Santon , che risalta ancor di più perchè va a rimediare un punto debole della squadra ove tutti gli avversari giustamente si accaniscono , anche se non ne ha colpa il povero Chivu , molto bravo come centrale.
    2 scontri diretti già giocati , 1 in casa ed 1 in trasferta , 1 solo punto , 0 gol segnati…non è esaltante , ma siamo sempre secondi in classifica , pari al favoritissimo Milan e davanti a Roma e Juve…..situazione niente male , visti i problemi di formazione e forma !!
    Ciao

    • Quindi capirai anche tu che dare sentenze definitive ogni tre giorni è un po’ bizzarro…Mi fa piacere
      GLR

  7. Carissimo Gianluca,
    sarà che sono un (quasi) inguaribile ottimista, ed è per questo che nonostante 1 solo punto in due partite con la penultima e la dodicesima del campionato, continuo ad essere fiducioso per lo scudetto. Puoi capire quindi quanto lo sia per la Champions’…
    Buone vacanze
    Andrea

  8. ArchAndrea // 4 ottobre 2010 a 08:28 // Rispondi

    Caro GLR,
    accantonerei commenti sul risultato e situazione di classifica… siamo ancora agli inizi e l’importante credo sia rimanere nel gruppo di testa. Soprattutto in questa stagione “particolare” per il dopo triplete, cambio allentaore, post mondiale…
    L’aspetto positivo di ieri sera è stato rivedere Santon in campo e già ad un buon livello di condizione. Speriamo trovi continuità e ritmo partita per tornare titolare non solo con i colori neroazzurri ma anche in nazionale.
    Considerazione finale, credo sia meglio avere l’infermeria piena ad ottobre e poi trovarsi tutti presenti nei momenti importanti della stagione, vedi mondiale per club…ora godiamoci la pausa e speriamo che ad Appiano piano piano tornino tutti disponibili ed in forma

  9. Pareggio giusto…..al momento non siamo ancora pienamente in forma e se troviamo squadre organizzate facciamo fatica con il ns gioco più ragionato.
    Sono convinto che le scelte iniziali fossero giuste ed infatti eravamo partiti bene, poi l’infortuinio di Biabiany ha forzatamente modificato il ns assetto e Milito si è dato come al solito un gran da fare ma al momento non glie ne gira una bene.
    Ottimo il rientro di Santon ed era ora dato che Chivu soffre troppo se l’ala avversaria è veloce e poi non sà proporsi come il giovane italiano.
    L’importante ora è recuperare gli infortunati (l’assenza di Zanetti inizia a farsi sentire) e lavorare su schemi e gruppo durante questa sosta.
    Dato il calendario iniziale (trasferte a Palermo e Roma, Juve e Bari in casa) 11 p.ti sn buoni ma questo conta relativamente.
    Buona pausa a tutti e poi rituffiamoci nello sprint fino a Natale

  10. Caro GLR
    ecco io più che del pareggio “inutile” (nel senso della classifica) mi soffermerei solamente sui comportamente che taluni giocatori tengono in questo inizio anno. Prima Eto’o (cmq lui almeno lontano da occhi indiscreti..) poi Chivu, poi Muntari e infine Maicon ieri platealmente dopo l’infortunio del Bia.
    Quasi a volersi riprendere il palcoscenco che ovviamente lo scorso anno lo Special gli aveva rubato.
    Spero che la Società al chiuso dello spogliatoio chiarisca bene le posizioni.
    Rafa mediaticamente non è Mou ma è un ottimo allenatore e lo ha già dimostrato.
    Ora tocca ai giocatori!!!!!!
    W la F

  11. Ciao GLR,
    mi pare che sempre più, all’inter si stia creando un clima da “rompete le righe”. L’aspetto gioviale e conciliante di Benitez, sta traendo spesso in inganno la truppa interista. Sono convinto che sia un tecnico molto capace ma, sta pagando un pegno superiore al dovuto. Spiego, non mi pare giusto che gente che si reputa essere dei “professionisti” fino allo scorso anno si cono comportati in quanto tali e quest’anno abbiano iniziato a fare zizzania manco fosse arrivato il fesso di turno. Auspico che la sosta aiuti tutti a tornare nei ranghi e recuperare qualche lungo degente. Credo che alla fine Benitez risucirà nel suo scopo anche se, e so che è un argomento che non tanto ti piace (GLR), credo ci sarà bisogno di dare qualche alternativa giusta, facendo qualche operazione a gennaio. Sono certo che faremo bene, ci vuole solo del tempo perchè dal mio punto di vista il progetto di Benitez è molto più ambizioso di quello che è stato quello di Mou.
    Mou ci ha portato alla vittoria essendo questo il suo unico obiettivo (e meno male per noi) ma, Benitez, credo punti anche ad ottenere un gioco un pò più costruito e questo non penso ci possa fare male.
    Saluti e FORZA INTER.

    • Rompete le righe alla sesta di campionato? C’è di buono che magari all’ottava si scriverà, come sempre, l’opposto. L’anno scorso, dopo la sconfitta a Genova con la Sampdoria, proprio alla sesta giornata, qualcuno di voi, scrisse che la squadra era in rivolta contro Mourinho. E’ la sindome da setenza giornalistica ad ogni costo. Io pubblico, poi tra qualche tempo magari ci rideremo sopra.
      GLR

  12. andrea gnoli // 4 ottobre 2010 a 09:22 // Rispondi

    ….Muntari e’ andato a casa perche’ ogni volta che c’e’ la Juve a S.siro, nella sua abitazione succede qualcosa di strano. O gli fregano la macchina, o gli ciulano l’orologio.. Allora visto che NON avrebbe giocato, e’ andato di corsa a controllare che la moglie fosse al sicuro… eh eh eh..

  13. …tutto giusto, come sempre o quasi. Aggiungo che, in una partita con queta juve, non si può tenere Coutinho in campo per 90 minuti, dopo la partita disputata per intero (mi pare …) dallo stesso contro i tedeschi, Va bene che gli infortuni hanno rimescolato le carte condizionando i cambi : ma a venti/venticinque minuti dal termine, il buon Rafa avrebbe dovuto pensare a qualcosa di diverso, togliendo Coutinho. Magari si perdeva (non credo), Però qualcosa andava fatto. Mi pare che Santon risponda bene …se il suo ginocchio non creerà più problemi, credo il posto debba essere suo…saluti. Lucien

    • Purtroppo con gli infortuni di Biabiany e Cordoba non aveva molto a disposizione e se avesse tlto Coutinho per far posto a Mariga, si sarebbe detto che Benitez non voleva vincere la partita. Resta inteso che se Pandev e Milito fossero stati in condizione avrebbero comunque giocato loro.
      GLR

  14. andrea da sanpietroburgo // 4 ottobre 2010 a 09:39 // Rispondi

    Dalla (ormai) fredda Russia… buone vacanze, innanzitutto!
    Per ciò che riguarda i ragazzi, continuo a pensare che i problemi siano molto nelle penne di chi vuole vendere i giornali. Mi viene solo da pensare che la squadra abbia già affrontato, al contrario di altri, rivali dirette per la conquista del titolo.
    Azz! Dimenticavo che ci dobbiamo salvare…

  15. Ciao Gianluca,
    il pareggio ci può stare,ma è inutile dire che la partita con la juventus sia ormai più di un “derby” e che quindi tutti i tifosi interisti si aspettassero molto di più,illusi anche dalla recenti prestazioni della difesa bianconera. Con un Milito un pò più in palla, saremmo tranquillamente a punteggio pieno,perchè alla fine il gioco c’è, semmai manca un pò di cattiveria, ieri per esempio abbiamo avuto tanti corner, ma coi quali non siamo mai stati pericolosi. Una polemica però la voglio fare, se Coutinho si chiamasse Coutini,quindi italiano, non sarebbe mai stato nemmeno convocato…

  16. Ciao GLR,
    questa volta, da buon tifoso mai contento (ricordi che mercoledi non mi piaceva la pettinatura di Coutinho) devo dire che mi aspettavo di più da Maicon. Non capisco se è scoglionato (scusa il francesismo) lui o se Rafa lo obbliga a maggiori compiti di copertura (ma viste le incursioni inefficaci non credo).
    Per il resto mi fa piacere sapere che Rafa tiri fuori gli attributi al momento giusto (vedi episodio chivu), non vorrei che se ne approfittassero solo perchè sembra buono e caro.
    Off topic: dove vai in ferie? viaggio? Anch’io sono un giramondo come te!
    Ciao!

  17. Sono 2 mesi che cerco di convincermi…ma non ci riesco proprio! Benitez non sa gestire le partite in corso d’opera…quando non riusciamo a segnare lui non fa mai niente…non rischia…non cambia…insomma non incide mai! Sono già 2 partite che finiamo senza sfruttare il 3° cambio…e nelle precedenti il 3° cambio è stato fatto a 5 minuti dalla fine! Insomma…questo allenatore deve capire che allena l’Inter e che le partite bisogna provare a vincerele fino alla fine…e non mantenere “la squadra equilibrata” come insegnano alle scuole calcio per bambini!…spero di sbagliarmi ma io finora ho visto i ragazzi in campo spenti, senza adrenalina e senza cattiveria.

  18. Tanti infortuni, come non è successo nei due anni Mourinhani.
    Motta, Milito, Materazzi, Cordoba, Zanetti, Samuel, Pandev… ho paura che soprattutto da questo punto di vista rimpiangeremo il buon Mou e i suoi metodi.

    Coutinho tra 2 anni sarà un fenomeno; ora fargli fare la prima riserva mi sembra davvero pericoloso. Speriamo in un rinforzo a gennaio… e speriamo soprattutto che a dicembre Goran, Samuelino ed il Principe siano tutti in piedi. Confermo che secondo me è un azzardo pesante averne così pochi con tutte le partite importanti che dobbiamo giocare.

    Ultima segnalazione: Cou e Biabia non tirano mai. Visto che il nostro sarebbe un tridente, pur un po’ malandato, si può anche provare da fuori ogni tanto. Non è che per tirare in porta devi avere almeno 30 anni! Prendete coraggio e fateci vedere che piede avete; durante il riscaldamento Cou si mostra un cecchino, il Biabia deve avere gli stessi scarpini di Cordoba.

  19. Ciao GLR. Secondo me ieri non abbiamo perso 2 punti perchè la Juve è dietro e un pari tra grandi va sempre bene. Forse abbiamo perso 2 punti a Bologna che però li abbiamo recuperati a Palermo (vedremo cosa faranno Milan, Juve e Roma a Palermo). Noi abbiamo già giocato con Roma, Palermo e Juve. Il Milan ha perso di sicuro 5 punti (Cesena e Catania). La Juve ne ha persi già otto (Bari, Sampdoria e Palermo). Noi siamo solo a -2 rispetto all’anno scorso che però non avevamo ancora giocato con 3 grandi.

  20. Sarò di parte ma per me la Juventus ieri sera ha giocato come la classica provinciale barricata in difesa ( erano sempre in 10 dietro la linea del pallone) tentando il gioco di rimessa sfondando sulla sinistra dove Chivu continua a essere sacrificato in un ruolo che non è e non sarà mai il suo. Se si e li esaltano per una prestazione del genere incomincio a capire a che livello si son ridotti.
    Da parte nostra la squadra ha molte attenuanti, Benitez ancora di piu’ e merita da parte nostra la massima fiducia e il massimo sostegno fino al termine della stagione considerando che sul mercato non gli hanno comprato nessuno pronto a giocare con continuità (Mariga, Biabiany e Coutinho ad oggi sono solo belle speranze su cui lavorare e tuttaltro che giocatori finiti) e deve gestire giocatori non in condizione, alcuni palesemente fuori forma e che non hanno un adeguato sostituto. Gli unici problemi sono a livello individuale con gente come Chivu e Milito che dall’inizio della stagione non ne azzeccano una. Maicon si limita sempre al compitino, Sneijder una volta che sbrocca esce dalla partita ed anche Cambiasso per il momento non è piu’ quel mastino dello scorso anno.Se c’e’ una cosa che gli chiedo è di avere il pugno duro con gli “insubordinati”, perchè atteggiamenti di nervosismo, di insofferenza alle sue scelte incominciano a essercene troppi e temo che la situazione gli possa sfuggire di mano. In questo però la società gli deve stare vicino,anche pubblicamente, senza paura di continuare a sottolinearlo e prendendo provvedimenti contro chi mina l’equilibrio dello spogliatoio. Per il resto una stagione cosi’ difficile dopo le imprese dell’anno scorso e dei mondiali me l’aspettavo non tanto per un discorso di motivazioni o pancia piena ma proprio di fatiche.
    Ciao Gianluca

  21. Claudioeffedeejay // 4 ottobre 2010 a 12:10 // Rispondi

    Caro GLR buongiorno. E’ inutile nasconderlo, la delusione è tanta. Alzi la mano chi non volesse vincere ieri sera anche a costo di giocare la più brutta partita degli ultimi 10 anni.
    Ed invece ne è uscito un match gradevole dove però ha riso, e tanto anche, solo la metà bianconera. Perchè non dobbiamo dimenticarci che i bianconeri partivano da un settimo posto e da una rivoluzione tecnica senza precedenti con 7/8 giocatori nuovi di zecca.
    Ieri sera tanto possesso palla ma devo dire sterile e a volte anche irritante con tanti passaggi sbagliati e poca lucidità e scarse idee a ridosso dell’area a avversaria. A Biabiany e Coutinho, una volta recuperati gli infortunati, verrà regalata la tessera del tifoso e saranno spediti in tribuna fino a gennaio e così almeno qualche vuoto di S.Siro verrà riempito (Mercoledì e ieri tanti seggiolini vuoti, prima conseguenza della lungimirante campagna acquisti morattiana). Deki e Cambiasso hanno provato a fare gioco ma non sono Xavi e Iniesta e non lo saranno mai..Speriamo con il rientro di T.motta di aggiungere qualche geometria in più in mezzo al campo ma cazzarola è sempre rotto e ha dei tempi di ricupero da cantiere navale.
    Devo dirla tutta, e scusate se offenderò la sensibilità di qualcuno, ma a me l’Inter ieri sera non mi è piaciuta proprio. Nel secondo tempo, con la Juve alle corde e in deficit fisico e mentale la nostra squadra ha pensato soprattutto a non prenderle. Mi sarei aspettato dai Campioni d’Europa un forcing finale con la baionetta tra i denti per cercare di andare a prendere quei 3 punti che, contro le squadre di medio/alto lignaggio, l’Inter di quest’anno proprio non riesce a portare a casa.
    Vedi caro GLR, nel calcio spesso la differenza tra il portare a casa bottino pieno o solo un pari è talmente sottile da far pensare che molto dipenda dal caso. Ci sono squadre che sembrano poter vincere con chiunque ma non lo fanno quasi mai, ce ne sono altre che sembrano non così irresistibili ma alla fine la spuntano sempre loro. Nulla è deciso dal caso, nemmeno in uno sport dagli equilibri sottili come il soccer italico. Se non segni non vinci e il gol nel calcio non è un dettaglio, è l’unica cosa che conta. Adesso tutti a recriminare sul gol sbagliato da Milito a 2 metri dalla porta ma pochi ricordano che lo scorso Inter Juve, prima del gol di Maicon, El principe se ne era mangiati almeno 3. Tradotto: piu’ tiri, più possibilità di fare gol e quindi più gol.
    Detto che il calcio non potrà mai essere una scienza esatta, il compito di un tecnico deve essere quello di mettere la squadra, col materiale umano che si ha a disposizione, nelle condizioni di fare più tiri in porta dell’avversario. Tutto il resto: bel gioco, possesso palla…cazzate!! Bisogna fare i punti non raccogliere consensi estetici!!
    Chiudo con una telefonata che mi è appena arrivata da mio zio Pino, noto alcolista della Val Brembana:” Claudio, mi sono svegliato ora dalla sbornia del 22 maggio e ho visto che ieri abbiamo pareggiato 0 a 0 con la Juve con un certo Cutugno, come diavolo si chiama e un altro lì davanti che si chiama Babani o Biabiani..o come cavolo si pronuncia. Ma era il Trofeo Birra Moretti o il triangolare Tim?”- ” No zio, era CAMPIONATO….la sesta giornata”. Sembra che una volta realizzata la cosa si sia riattaccato alla bottiglia per ricadere in coma almeno fino a gennaio.
    Buone vacanze!

  22. Peccato, GLR…
    Era una buona occasione per zittire tutti e invece l’Inter da questa partita è uscita con qualche certezza in meno (forse) e con problemi non richiesti in più (sicuramente): mi riferisco a Muntari e a Maicon (ma ha problemi fisici o più semplicemente già non ne ha più voglia???) che ha replicato il Chivu di Roma… Ora, mi chiedo quanto andremo avanti con ‘ste manfrine prima che qualcuno impari anzitutto l’educazione, prima ancora del rispetto per i ruoli… Intervenga Moratti, se Benitez non ne arriva a capo!
    Chi poi (come me) era scettico sulla Juve di Del Neri forse si dovrà ricredere: già in casa del Mancio i bianconeri hanno messo alle corde i secondi in Premier, e ieri sera ho visto una buona squadra, per una volta nemmeno antipatica (azzeccata la tua vignetta), ottimamente disposta in campo, per nulla arrendevole e “work in progress” come l’Inter, quindi con margini di miglioramento… Scommetto che i conti andranno fatti pure con lei visto che non ha la Champions e potrebbe ripetere quest’anno quel che riuscì alla Roma l’anno scorso. Naturalmente, nel caso, ci auguriamo il medesimo esito… 😀
    Certo, se Milito fosse pervenuto (era proprio lui, col Bari? ;-)) probabilmente saremmo a punteggio pieno: prima o poi si sbloccherà, ma per ora i problemi ci sono eccome. Il “vero” Milito, ieri sera, quella palla alla fine l’avrebbe insaccata ad occhi chiusi!
    Mica tutte sono il Werder e con gli 0-0 non si va lontano… Va be’, mettiamola così: si saranno tenuti i gol per il Tottenham. Tra le due, meglio aver pareggiato ieri (Lapalisse…). 😉
    Ciao e buone vacanze (beato te!). Roberto

  23. A me pare che sia un periodo così: un passo avanti e mezzo indietro e i continui impegni infrasettimanali non aiutano certo a stabilizzare la squadra. Dopo la sosta, col recupero di giocatori importanti, credo che cominceremo a vedere la vera Inter. Ci manca moltissimo il miglior Milito: ma anche in questo caso i 15 giorni che ci separano dalla prossima gara potrebbero restituircelo almeno al 70/80 %, in compenso Santon sembra sulla via della completa guarigione e non è poco.
    Saluti

  24. Se si vogliono vincere queste partite bisogna dare di più, non basta il compitino svolto da molti ieri sera. Ci vuole piu cattiveria, piu voglia, piu intensità..altro che fair play..coi gobbi poi

  25. al di delle critiche o meno il fatto e’ che contro le attuali difese piu’disastrate d’italia,roma e juve,non siamo riusciti a fare un gol.

  26. Caro GLR,
    io sono molto fiducioso per il futuro perchè credo nel valore di questa squadra, ampiamente dimostrato sul campo nel recentissimo passato… però è lecito e normale porsi qualche questito e spunto di riflessione… perchè indubbiamente da queste prime settimane qualche nota negativa si è evidenziata (inutile parlare degli aspetti positivi, che sono già noti):
    1) La squadra nel suo complessivo e qualche interprete in particolare (Maicon, Snejder, Milito, Julio Cesar) a volte appare “svogliata” ed “appagata” dalla sensazionale stagione passata. Non essendosi rinforzata e avendo tutti un anno in più, contro avversari più forti dell’anno scorso (Milan, Juve, Palermo, Lazio), questo porta a perdere dei punti se non si è mentalemente pronti al 100% (vedi Roma).
    Questo potrebbe voler anche dire che l’anno scorso molti giocatori hanno reso ben oltre al loro standard, vivendo una stagione irripetibile. Il fatto di non riuscire in derterminate cose potrebbe incrementare un certo nervosismo di cui il punto seguente.
    2) Benitez è un ottimo allenatore, ed in poco tempo già si vede la sua impronta sulla squadra (cosa che nemmeno Mou aveva fatto in così poco tempo). Solo che episodi come quello di Milito (quando sostituito), Chivu (vs Roma), Maicon e Muntari (vs Juve) non dovrebbero accadere. Sembra a tratti una squadra in preda ad isterismi ingiustificati che alla lunga potrebbero screditare il lavoro dell’allenatore anche di fronte agli occhi della società.
    3) Molti piccoli infortuni che precludono la possibilità di schierare la formazione tipo per 2 partite di seguito. La scarsa vena di Milito e la pura che a Eto’o venga un raffreddore… Chi giocherebbe li davanti? E’ stato corretto non intervenire sul mercato?
    4) Spesso quando viene presa in velocità la squadra da l’impressione di poter prendere gol.
    5) Non sfruttiamo più i calci piazzati. Su Corner vedo sempre max 4 giocatori in area e se la palla viene calciata in area non la prendono quasi mai, se viene giocata corta spesso, pressati, si torna nella ns area. Punizioni dal limite non prendono mai la porta.
    Questi sono secondo me dei piccoli campanelli d’allarme… che però se sottovalutati o trascurati e non risolti potrebbero ritorcersi contro di noi… che cmq restiamo sempre la squadra più forte! Era naturale che il cambio di allenatore e la stagione ultra-trionfante dell’anno scorso (che ricordiamo… mai nessuno in Italia ha conquistato un Triplete!!) avrebbe portato a qualche rallentamento nella fase iniziale…
    ig
    PS: Buone Ferie! :-)

  27. Buongiorno.Certo di non essere né letto né pubblicato (non che ci tenga ma almeno mi sfogo), mi unisco ai pochi e vituperati tifosi non allineati e per questo tacciati di disfattismo, pessimismo, banderuolismo (nel senso di mutare atteggiamento a seconda che si vinca o si perda).Non ritengo di appartenere a queste categorie:semplicemente ho delle opinioni che difficilmente cambio e spesso sono suffragate dai fatti. Poi come molti ho simpatie e antipatie che non inficiano il giudizio tecnico. Ad esempio non ho mai tollerato Mancini benché abbia vinto qualcosa, ma ho sempre festeggiato le vittorie, e mi piaceva Cuper benché fosse un perdente, e mi sono roso il fegato per le sconfitte. Dopo questa lunga e noiosa premessa, sgombriamo il campo dalle chiacchiere e diamo i numeri. Dal 2001/2002 ed escludendo il triste 2003/2004 (quello dell’esonero di Cuper): solo nel 2004-2005 avevamo meno punti dopo 6 giornate (10), mai avevamo segnato così poco (8 gol di cui 4 in una sola partita), la Juve ha beccato gol da tutti meno che dall’Udinese (ultima) e da noi, la Roma ha vinto solo una partita: con noi
    Abbiamo già infortunato a turno tutti i centrali di difesa (e parlo di muscoli) che, sommati agli altri, superano gli infortuni di una stagione intera con Mourinho.
    In 8 partite ufficiali già 4 giocatori hanno fatto sentire la loro voce all’allenatore e non proprio garbatamente.
    Col tempo potranno anche migliorare,ma siccome i punti contano uguale a settembre e a maggio, Coutinho e Biabiany non sono proprio adeguati alla bisogna e lo dimostrano.
    Intervenire a gennaio potrebbe essere tardi.
    Ciò detto sono d’accordo che i conti si fanno alla fine,ma per favore non facciamo gli struzzi per non vedere le cose come stanno,tanto siamo i più forti e tutto va bene madama la marchesa.

    • Chissà che delusione per uno che vive di incrollabili certezze. che difficilmente cambia opinioni e ha spesso ragione, parole tue (mamma mia, ma chi sei?) vedersi comunque pubblicato. Vecchio trucco quello di dire sicuramente non mi pubblicheranno per poi essere pubblicati: di solito quelli così li cestino, ma stavolta avevo proprio voglia di stupirti! Che dire? In tre giorni Biabiany e Coutinho sono tornati due peluches buoni per la panchina. I tifosi non allineati non sono pochi. Non lo sono certo io, che spesso vengo accusato, di non essere abbastanza estremista nel mio interismo. I tifosi non allineati nell’Inter sono tutti, visto che ognuno ha la sua opinione ed è meglio che sia così. Per il resto la tua disamina è crudele ma sincera. In effetti si potrebbe riprendere il vincente Cuper, ma temo sia tardi. Quello che non capisco è perché il Milan, tanto per non girarci troppo intorno, ha gli stessi punti dell’Inter dopo un avvio di calendario più morbido ma vincerà sicuramente il campionato, mentre l’Inter è in crisi nera. Non ne sarei convinto neppure fossimo a marzo, figurati a inizio ottobre. Ma, come vedi, ti ho pubblicato. Mi hai commosso con la storia degli struzzi, buffi animali che hanno la fortuna di poter scegliere cosa vedere e sentire
      GLR

      • @Quello che non capisco è perché il Milan, tanto per non girarci troppo intorno, ha gli stessi punti dell’Inter dopo un avvio di calendario più morbido ma vincerà sicuramente il campionato…
        Forse perchè ha Ibra?

      • “I numeri sono degli argomenti bastardi”, citando uno sconosciuto.
        Magari è dal 2005 che non totalizzavamo così pochi punti però è anche vero che in Italia ho visto pochi allenatori dare un gioco convincente e quadrato alla propria squadra in così poco tempo.
        Considerando, inoltre, tutti i fattori a sfavore di Benitez (l’inevitabile senso di depressione postorgasmico da triplete, infortuni, sfiga (Roma Inter 1 0 grida vendetta), Milito fuori forma etc.), guardando con oggettività la situazione dell’inter, ci sarebbe da essere solo ottimisti. Che poi finisca in vacca, pazienza, in fondo sono gli altri che devono vincere e che hanno investito molto più di noi per farlo.
        Certo, se anche i tifosi nerazzurri danno retta a tutte le cazzate che pubblicano i giornali sull’Inter, c’è da stare freschi. A questi tifosi consiglio di riguardare le cazzate che i giornalisti sparavano sull’Inter l’anno scorso ad ottobre.
        Credo che abbiamo buone possibilità di vincere scudo o champions. Se non succede, sarà per una ragione che in questo momento mi sfugge

  28. emanuele72 // 4 ottobre 2010 a 16:55 // Rispondi

    peccato…..i 3 punti ci avrebbero fatto comodo, contro la iuve poi.
    Comunque fiducioso, avanti cosi

  29. Io non sono un gatto nero, anche se tutti i gatti neri cominciano i loro interventi con la frase “io non sono un gatto nero”. Vorrei solo dire che per me restiamo i favoriti per il titolo però ho la sensazione che questa squadra sia un filino appagata, o per lo meno non determinata, cattiva e spietata come l’inter dello scorso anno. Ripeto, la mia è una sensazione a pelle, ma mi sembra che l’inter stia rispecchiando il carattere del suo nuovo allenatore: calma, ottimo gioco e possesso palla. Non c’è però quella voglia cattiva negli interpreti, se non nello straordinario Eto’o. E vedo che anche nei commenti dei tifosi vi è la stessa leggerezza. Credo che il fatto di aver vinto tutto abbia appagato un po’ tutto l’ambiente e questo allenatore, che è quanto di più distante ci sia dal Mou, non so se sarà in grado difar riacquisire quella fame necessaria per vincere. Le qualità tecniche da sole non bastano, Milan docet. Lo scorso anno, col Barça e col Chelsea abbiamo vinto perché abbiamo giocato con uno spirito di squadra, di sacrificio e una cattiveria tali da annullare la loro indubbia superiorità tecnica (forse col Chelsea siamo alla pari). Spirito che prima di Mou si era visto solo ai tempi di Herrera. Forse in Italia l’Inter dirà ancora la sua, del resto non si può sempre vincere, però mi spiacerebbe che a vincere fosse quello spaccone di Ibra che appena arrivato ha elegantemente dichiarato che dove va lui si vince lo scudetto. Avrei una gran voglia che la mia Inter gli rifacesse mangiare queste parole!!! Speriamo, però ci vuole la vera INTER, quella dal carattere d’acciaio dello scorso anno, che per ora non abbiamo ancora rivisto. Spero che noi e tutto l’ambiente ci diamo presto una svegliata.
    FORZA INTER!!!

  30. ciao gianluca siamo sempre li per lo scudetto champions coppa italia e mondiale sono sempre ottimista ma gianluca consentimi due cose maicon giochi meglio e non crossi sempre sul portiere e più rispetto per benitez altrimenti intervenga e duramente la società ciao grande

  31. “Il prossimo trittico con Roma, Werder Brema e Juventus ci dirà se siamo davvero quelli di qualche mese fa”…cosi chiudevi il tuo editoriale dopo la vittoria sul Bari per 4-0…ora che le partite sono state giocate tu che idea ti sei fatto GL?…Siamo ancora quelli di qualche mese fa?
    Lo chiedo a te ma non è una provocazione…è solo un invito a dare un sano parere da parte di chi TIFA l’Inter e non fa di vittimismi o pessimismi il proprio pensiero…
    Per me lo siamo ancora nonostante tutto…forse manca solo qualcuno che su quella panchina l’anno scorso faceva il diavolo..si forse questa è una provocazione…ma la risposta è scontata e banale…
    Lui è passato e poco importa cosa avrebbe fatto..lo so..spero che Rafa abbia il tempo per lavorare…e per fare quest’Inter “sua”..
    Forza Inter…Sempre e Comunque

    • Per il gioco siamo meglio, per i risultati siamo peggio, ma non avevo considerato gli infortuni. Nessuna squadra riesce ad esprimersi al meglio se ha fuori 4 titolari
      GLR

  32. Sono molto contento della prestazione di Santon che permette a Chivu di tornare nel suo vero ruolo (centrale difensivo). Contro di lui il tanto temuto Krasic non ha quasi più toccato palla.
    Sono convinto che senza l’infortunio di Biabiany forse ce l’avremmo fatta, invece abbiamo dovuto reinserire al centro dell’attacco Milito che si è allenato pochissimo e decentrato Eto’o che in questo momento è imprendibile.
    Adesso è importante recuperare tutti gli infortunati e specialmente il Capitano che spesso suona la carica e trascina i compagni quando è ora di cambiare la partita.
    Muntari probabilmente a Gennaio andrà a cercar gloria da altre parti ; mi sembra che ci sia la voglia di ringiovanire e Obi mi sembra molto buono. Quest’estate mi aveva molto colpito Nwankwo
    Suerte Inter

  33. AglieglieBratsov // 4 ottobre 2010 a 20:49 // Rispondi

    Caro GLR, io non sono così convinto che Benitez sia quel bonaccione che dicono, o quell’orsacchiotto di pelouche che si vede dalle tribune.
    Educato e misurato con la stampa e in panchina sì, ma a me dà invece l’impressione di un tipo abbastanza roccioso in spogliatoio e in allenamento, o per lo meno deciso.
    In soli due mesi si vede già un mutamento sensibile nella costruzione de gioco: cosa che non accadrebbe certo se un allenatore la chiedesse umilmente “per favore” a una dozzina di veterani come la nostra.
    Questo dà dei rischi “ambientali”, ma a mio parere delle garanzie superiori per il proseguimento del lavoro, focalizzandosi sugli obiettivi.

  34. Ciao Gianluca
    riporto qui alcuni commenti scritti sulla tua pag di FB, che purtroppo non consideri molto ma che è una delle migliori sull’inter (complimenti a Trilly nerazzurra per la gestione!)
    Per me sei stato anche troppo tenero. Dal mio punto di vista: 2 punti persi.
    Preferirei una squadra meno bella esteticamente ma che sia cinica e pragmatica e che porti a casa i punti “pesanti”. Insomma una squadra alla Mou che scende in campo con il coltello tra i denti e non alla Rafa che tiene palla ma si arrende senza combattere.
    Fino a quando in classifica contano i punti, vale questo principio!!
    Mourinho aveva trovato la chiave di volta a questo proposito: magari meno belli ma quasi sempre vincenti! Poi nel giro di così tante partite da giocare veniva fuori anche la partita perfetta: ben giocata e vinta! (Chelsea Barcellona Milan ecc ……)
    Chiunque affrontavamo, eravamo consci della nostra forza e giocavamo per vincere, perchè era la partita della vita e chiunque sputava sangue affinchè si arrivasse al risultato. Ora non c’è proprio la stessa grinta!!
    Benitez poi prenda informazioni della squadra avversaria prima di affrontarla….Mou lo faceva contro chiunque e non lasciava nulla al caso ed infatti i risultati parlano da soli…
    Infine vorrei porre l’accento anche sui troppi infortuni: l’anno scorso avevamo sempre la rosa completa a disposizione (tranne Santon) mentre quast anno è una strage. Ma come mai? Abbiamo sbagliato qualcosa nella preparazione estiva??
    Detto questo… incrociamo le dita e FORZA INTER!!!

    • Mourinho la vera chiave di volta l’ha trovata a febbraio però e comunque non certo ai primi di ottobre. Se ci basiamo sui soliti e banali paragoni con Mourinho, Benitez ha già chiuso prima di cominciare. Molti di voi non capiscono è che Benitez in campionato non gioca contro Mourinho, ma contro Allegri, Delneri e Ranieri. Ma tanto tra due minuti ci sarà un altro che non leggendo il nostro botta e risposta scriverà la stessa cosa e che io ovviamente cestinerò, visto che tu hai già espresso alla perfezione il concetto. Dal prossimo mese si cambia: massimo 10 posts ad ogni edit, così la pagina ha una lunghezza accettabile e non si è costretti a leggere smepre le stesse cose.
      GLR

      • Caro GLR
        oltre a limitare il numero dei posts io ne limiterei anche la lunghezza (che so 10-15 righe per es.). Alcuni posts sono veramente logorroici e credo che in 10 – 15 righe si possa tranquillamente esprimere la propria opinione.
        Ciao. Gianni

        • Parole sante. E’ una battaglia aperta col mio webmaster che ogni volta mi infinocchia dicendo che il programma non lo consente. Io appena ho tempo cerco anche di correggere qualche errore ortografico, ma il mio webmaster, sempre lui, dice che è l’ignoranza è trend. Chissà che cazzo vorrà dire?!
          GLR

      • veramente non capisco certi tifosi che si lamentano sempre e sono pessimisti.
        e meno ancora li capisco quando fanno paragoni con l’anno scorso parte finale ,come se avessimo giocato tutto l’anno inter barcellona.
        prima cosa:al primo anno mourinho ha vinto il campionato, in coppa figura da cioccolatai.
        secondo: all’inizio dell’anno passato facevamo pena. ricordate cagliari inter? barcellona inter? samp inter? juve inter? inter siena vinta per miracolo? partite pessime. poi tutto è cambiato da gennaio e febbraio , ma se ci raccontiamo che abbiamo dominato tutto l’anno questa è una balla. e ve le ricordate le critiche che arrivavano alla squadra? le stesse di quest’anno, anche l’anno scorso eravamo “nervosi” e tutto le altre baggianate che i media macinano tutti i giorni contro di noi.
        calma e sangue freddo, la squadra c’è, i giocatori pure e il tecnico anche. fidiamoci della squadra e della società, direi che in questi anni non ci hanno deluso. saluti interisti

  35. La Lazio al Primo Posto non mi dispiace…vista l’amicizia (!) nostra con quella squadra. Ovviamente, speravo che al Primo Posto ci fossimo pure noi…per flirtare meglio con gli Amici de’ Roma.
    Per il resto, sereno e fiducioso. Posso lamentarmi io dell’Inter se juventini e milanisti, che non ci stanno “sopra” , gongolano come ricci?

  36. non ho letto tutti i commenti (alcuni sono veramente lunghi), non so se qualcuno ha fatto notare che abbiamo subito solo 3 gol in 6 giornate. Negli ultimi anni ne avevamo subiti sempre di più. Questo è molto importante visto che spesso chi ha la miglior difesa ha maggiori possibilità di vincere lo Scudetto. Ed è un dato significativo visto che giochiamo con una difesa molto alta e spesso a rischio contropiede. D’altra parte è la difesa CAMPIONE D’EUROPA…

    prime 6 giornate:
    2006/07 12 fatti e 8 subiti
    2007/08 14 fatti e 4 subiti
    2008/09 9 fatti e 5 subiti
    2009/10 12 fatti e 4 subiti
    2010/11 8 fatti e 3 subiti

  37. a me la situazione non appare affatto male considerato che, trascurando con tutto il rispetto la lazio, siamo davanti e a differenza degli altri abbiamo già avuto due scontri diretti, e siamo praticamente senza principe.
    con la juve mi è piaciuta la squadra, secondo me bisogna solo lavorare un attimo in fase difensiva (la distanza col centrocampo è a volte troppo ampia) e mettere a posto la fascia sinistra. in ogni caso, siamo comunque la squadra che si è presa meno reti…

  38. Caro GLR,
    c’è il dito puntato sul numero degli infortunati di questa stagione e si tende a confrontarlo con l’anno scorso. Trattasi di luogo comune. A settembre-ottobre del 2009 infatti si erano già infortunati Materazzi Samuel Cambiasso Thiago Motta Stankovic e Milito. forse anche Cordoba. Casualmente sono gli stessi che si sono fatti male quet’anno. Quindi più che di preparazione fisica diversa e amenità varie parlerei semplicemente di giocatori che storicamente tendono a farsi male. Per età, per logorio, per 1000 motivi..ma casualmente sono sempre gli stessi. Con dovuto rispetto. Andrea

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili