33C: Fiorentina-Inter 2-2

Peccato! Perché fino ad una manciata di minuti dal fischio finale di Bergonzi l’Inter vinceva 2-1 a Firenze. Peccato perché col 2-2 finale anziché tre punti ne è arrivato uno e stavolta non è detto che l’Inter, calendario alla mano, riesca a restare capolista. A meno che all’Atalanta domani pomeriggio non riesca un’impresa. Meglio far la corsa su se stessi ed essere pronti al controsorpasso nell’ipotesi di sorpasso. Di qui alla fine l’Inter ha più impegni della Roma, ‘solo’ due semifinali di Champions League ma ha anche maggior abitudine alla vetta. Non è la prima volta che l’ambiente giallorosso dà fuoco alle polveri prima del tempo, incappando nella tipica ansia da primato. Insomma, io allo scudetto ci credo esattamente come ci credevo prima di questo pareggio. A crederci però devono essere i protagonisti, più che i tifosi. Su certi poi non si può proprio contare e lo si sa da tempo: da mesi vaticinano sorpassi ai danni dell’Inter, forse per poter dire a loro stessi, nel caso poi ci pigliassero, di averlo detto per primi. Quando uno è cacasotto di natura non gli par vero di veder realizzata almeno una delle sue mille infauste previsioni. Sai che soddisfazione! Anche per me, nel cassare senza pietà certi commenti funerei. Non ho mai tollerato quelli che passano la loro grigia esistenza a dirti: “ricordati che devi morire”. Li evito come la peste. In realtà, il pareggio a Firenze in altri tempi non sarebbe neppure un brutto risultato, ma non dopo i tanti passi falsi degli ultimi tempi. Purtroppo, il man of the match in negativo, come a Roma, è stato Julio Cesar, colpevole sul secondo gol viola, dove è uscito a farfalle, forse tradito dall’intervento difensivo non impeccabile di Balotelli. E il portiere nerazzurro non ha fatto male solo nell’occasione del pareggio di Kroldrup, ma in altre circostanze, in cui ha perso il pallone o non lo ha controllato come ci ha abituato a fare. Insomma di questi tempi Julio Cesar non è più una sicurezza. Speriamo sia finita qui. Eppure, ancora una volta, l’Inter non ha giocato male e ha creato parecchio, capitalizzando però col contagocce. L’avvio al Franchi è stato imperioso con un palo di Milito dopo nemmeno cinque minuti, ma il gol di Keirrison poco dopo, con l’intera difesa nerazzurra piazzata male, ha cambiato tutto. Il vantaggio viola ha resistito oltre un’ora prima che nella ripresa Mourinho sbilanciasse l’Inter all’assalto con Balotelli al posto di Chivu. Eppure una squadra stanca difficilmente rimonta come ha fatto l’Inter a Firenze con due gol nello spazio di cinque minuti dopo la mezz’ora, prima con Milito e poi con Eto’o, a sigillare in rete due manovre simili. Peccato poi per l’errore di Julio Cesar sul calcio d’angolo successivo. Oltre a Julio Cesar e Chivu, costretto in campo dal forfait dell’ultim’ora di Stankovic, ha sofferto anche Pandev. Prandelli invece ha lasciato fuori 4 titolari più Vargas, segno che la Fiorentina ha scelto di puntare forte sulla semifinale di Coppa Italia di martedì prossimo. Poi magari gli andrà male proprio lì, perché il calcio è strano. E non sempre accade ciò che pare scontato, come la vittoria con sorpasso della Roma sull’Atalanta. Vediamo domani pomeriggio che succede.

59 Commenti su 33C: Fiorentina-Inter 2-2

  1. pasquale somenzi // 10 aprile 2010 a 21:49 // Rispondi

    Vorrei sottolineare come nel girone di ritorno l’Inter abbia ottenuto solo 1 vittoria in trasferta su 8 disputate. Per trovare un bilancio simile bisogna risalire al campionato 1998/99 che era a 18 squadre: nel girone di ritorno l’inter disputo’ 9 partite in casa ed 8 in trasferta dove vinse solo 1 volta appunto: all’Olimpico nella “famosa” partita Roma-Inter 4-5. Quell’anno pero’ eran molte le sconfitte. La settimana scorsa avevo aggiornato la classifica dei gol “pesanti” e questa settimana tra Mosca e Firenze han segnato ancora i 3 che erano ai primi 3 posti. ciao. Pasquale.

    • Fabio Primo // 11 aprile 2010 a 06:53 // Rispondi

      Sopratutto 2 pareggi e 2 sconfitte nelle ultime 4 trasferte , con 8 gol subiti !!
      andati 3 volte in vantaggio (catania , palermo e fiorentina) ci siamo sempre fatti rimontare….non è un bel segnale !!

  2. Non sono un gatto nero ma sono completamente a terra.
    Certo che noi non abbiamo dalla nostra la fortuna che magari ha aiutato altri in momenti non facili.
    Unica cosa non mollare mai!! Giacomo

    • Certo che se uno legge la tua mail si tira su di morale. Non mollare mai? Da come scrivi, tu hai già mollato. ma non importa. Non sei tu ad andare in campo, grazie al cielo.
      GLR

  3. Nella partita con la fiorentina ci sono stati troppi errori sia davanti come quello di milito nel primo tempo, che dietro con troppe sbavature, troppo spazio lasciato agli avversari nelle ripartenze e le ali che nel primo tempo non ripiegavano mai, difficoltà a creare gioco con troppi passaggi in orizzontale, zero movimento davanti, e poca qualità a centrocampo con cambiasso e zanetti. Per quanto riguarda IL CAMPIONATO in generale stiamo pagando fisicamente i troppi impegni ravvicinati, alcuni giocatori hanno dovuto giocare sempre senza potere rifiatare per l’assenza di alternative valide in panchina con cui poter fare turn over e per la scelta iniziale di avere una rosa ristretta. Inoltre troppe partite sono state giocate in condizioni difficili di inferiorità numerica con troppa esasperazione anche emotiva, e le conseguenti squalifiche e gli infortuni (a gennaio giocavamo senza centrocampo) hanno fatto il resto. Alla lunga questo si paga. Se domani verremo superati ci sta, vedremo come finirà a maggio!

  4. alberto belluco // 10 aprile 2010 a 22:27 // Rispondi

    maledetta sfortuna………!!!!!!speriamo che l’atalanta faccia il suo campionato!ba!!!!!!

  5. Marco Vitali // 10 aprile 2010 a 22:51 // Rispondi

    Ciao Gian Luca,
    oltre al centrocampo, che per me è comunque da rivedere profondamente, visto che Sneijder e Cambiasso, gli altri non sono affidabili ad alto livello, cosa dici della stagione di Julio Cesar? Non si sta Didizzando ultimamente?
    ciao, Marco

    • La stagione di Julio Cesar è stata ottima, a parte tre partite: Chelsea, Roma e Firenze. Peccato che le ultime due siano state segnate dai suoi errori.
      GLR

      • Fabio Primo // 11 aprile 2010 a 06:59 // Rispondi

        E’ da quel maledetto incidente stradale notturno……
        Quando entra in crisi il portiere (spesso è psicologica) e perde sicurezza sono veramente guai grossi (ricordo dida e lehmann al milan , vandersaar alla juve….) , perchè da azioni o tiri banali e innocui degli avversari può nascere il gol in qualsiasi momento….e poi perde sicurezza anche tutta la difesa !!

      • Per la verità Julio Cesar ha qualche altro peccatuccio sulla coscenza, e mi riferisco alle partite di Torino e Parma, alla gare interne con Catania e Siena (vinte, ma riaperte o messe a rischio da suoi errori) e a una serie di gare in cui non ha dimostrato la sicurezza degli anni pecedenti. Senza contare che alla voce miracolo non troviamo niente da diverse partite: se il tiro è facile lo para (forse) se è difficile no, mentre gli anni scorsi tanti punti derivavano anche dal fatto che riusciva a parare l’imparabile.
        Tornando alla gara di ieri, Julio Cesar è uscito cinque volte a vuoto su altrettanti cross, ha generato il calcio d’angolo per la Fiorentina non uscendo (vedi Zanetti che si incazza rivolgendosi verso di lui) e, sul conseguente sesto cross degli avversari, è uscito per la sesta volta a prendere farfalle.
        Penso che, se l’Inter avesse un secondo portiere discretamente affidabile, un paio di turni di riposo non gli farebbero male.

        • Certo che l’Inter ha un ottimo secondo portiere, si chiama Toldo, il quale sarebbe prima scelta in tutte le altre di serie A forse ad eccezione della Juve. Il problema è che il buon Toldone è infortunato dagli allenamenti sul terreno moscovita…non ci sarebbe alcun problema anche qui perchè anche il terzo portiere, Orlandoni, è di grande livello!!!
          Quindi se si facesse un po’ di turnover dappertutto, porta compresa, male male non farebbe alla squadra.

      • Gianluca rispetto il tuo parere sulla stagione di julio cesar ma, contrariamente ad altre volte ,dove mi trovo concorde con le tue analisi, questa volta sono abbastanza in disaccordo con te. Io fra gli errori di julio cesar per cui dico che la sua stagione è appena sufficiente metterei anche il gol di vucinic nella partita di andata con la roma, il secondo gol della juve a torino dove, non mi sembra che la sua respinta sul tiro di sissoko sia tra quella da ricordare, il pareggio del palermo con tiro sul suo palo era anche quello evitabilissimo. Ma quello che noto è sopratutto la mancanza di fiducia in lui che i compagni stanno dimostrando in alcuni frangenti e credo che la reazione di zanetti sulla mancata uscita sulla palla quando il capitano è stato costretto a buttare la palla in calcio d’angolo credo che ne sia un sintomo.
        Ciao

        • Secondo te questo è il momento di fare valutazioni sul futuro? Non mi pari un grande tempista. Per rinforzare la squadra per il prossimo anno c’è tutto il tempo e si parlerà di mercato da maggio a settembre. Ti sei accorto che c’è un campionato in corso da vincere? Vorrei stare al tema, se è possibile.
          GLR

        • Se poi le partite le porti comunque a casa, gli errori non sono influenti. Julio Cesar ha sbagliato anche sul gol del Chelsea a San Siro ma poi si è passato il turno e quindi non ci sono stati danni. A Roma e a Firenze invece gli errori sono stati confermati dai risultati finali
          GLR

  6. Ciao Gian Luca,
    peccato per questo pari, la vittoria (appena assaporata) avrebbe probabilmente chiuso il campionato… In ogni partita, comunque, ultimamente ci sono tre costanti: un Pandev “impalpabile”, i legni colpiti e un distratto Julio Cesar (ma che fa, pensa già al Mondiale?) che spesso ci costa un gol. Stasera decisivo, purtroppo, ed errori del genere il Messi attuale (anche stasera col Real… un’iradiddio!) non li perdona.
    Resto convinto che l’Inter con i catalani se la può giocare, ma deve svegliarsi. Loro vanno a Madrid e la fanno da padroni; noi a Firenze, e appena abbiamo in saccoccia i tre punti (dopo fatiche immani) ci viene il “braccino”. Vabbè…
    La Roma intanto domani vinca: magari a sera è ancora dietro di un punto… Se invece vincerà domani e poi le vincerà tutte e finirà un punto avanti, onore al merito. Ma se per l’Inter tutte le partite da qui alla fine (tolta la Lazio a Roma) sono alla portata dei 3 punti, per la Roma non sottovaluterei il derby in casa Lazio, la Samp e Parma. Tutte di fila: vedremo chi sarà avanti di un punto, il 2 maggio sera Il Siena a fine stagione, poi, negli ultimi anni evoca agli interisti dolci e ripetuti ricordi… Perchè non sperare anche nella cabala, quando per una volta non si è 9 punti avanti (ma c’eravamo, maledizione…) “per colpa” della Champions? Un caro saluto. Roberto

  7. scudetto andato. al 99%. e non dirmi che sono un gatto nero. sono solo realista.
    quell’1% è legato alla vittoria con la juve e alla speranza lazio. dopodiche, il 99% sarà 100%.
    complimenti alla roma.

    • Lo scrivi da due mesi. Ancora non è detto. Facciamo una bella cosa. Non farti più sentire su questo blog fino a quando lo scudetto non sarà ufficialmente della Roma. Non perché io cresa alla sfiga, roba che considero da Medioevo: sono un illuminista e credo solo a ciò che vedo, però scrivi le stesse cose da funerale da mesi. Ho capito, fidati! Se poi, per puro caso, lo scudetto dovesse vincerlo l’Inter, avrai certamente il buon gusto di non farti più sentire per decenza. E’ pieno di blog dove compiangersi. Visita quellli. Io qui voglio gente che abbia anche qualcosa di positivo da dire. Poi a stagione finita con scudetto, Champions League e Coppa Italia persi possiamo pure discutere. Grazie.
      GLR

    • Fabio Primo // 11 aprile 2010 a 07:04 // Rispondi

      Nooooo, sei esaggerato…..Io dico che chi sarà in testa dopo la prossima giornata (inter-juve , lazio-roma) , avrà + del 50% delle possibilità di vincere il campionato….e non tralascerei il Milan !!

  8. Suicidio in quel di Firenze…..peccato….
    Comunque teniamo duro non e’ finito proprio un bel niente…Saluti.

  9. Andrea V. Ft.Lauderdale // 11 aprile 2010 a 01:56 // Rispondi

    Da Florida: Ho visto la partita dell’inter ed il Clasico. Ho azzeccato entrambi i risultati, purtroppo. Il Barca sembra “imparable.” Ha una personalita che vorrei l’Inter avesse sempre. Secondo me domani vince la Roma, ma nessun dramma. Potrebbe pure essere positivo per la squadra una scossa del genere. Vedersi secondi in classifica dopo cosi tanto tempo puo servire!

  10. Luca Lotito // 11 aprile 2010 a 01:59 // Rispondi

    Oggi abbiamo buttato 2 punti all’aria..vabbè…si è tristi ma è inutile piangere sul latte versato. Paradossalmente non vedrei malissimo un sorpasso della Roma…in quel caso la pressione passerebbe tutta sulle spalle dei giallorossi…

    • Gianluca, scrivo sul tuo bellissimo blog per la prima volta, nonostante ti segua da tempo, proprio per quotare questa ottima considerazione. La situazione si è fatta difficilissima, purtroppo lo penso dallo scontro perso con la Roma, ma possiamo sempre confidare sulla loro poca abitudine alla pressione. Non sarà facile, anche perché la Roma sembra cresciuta mentalmente rispetto gli anni scorsi, ma sperare non costa nulla.

  11. scusate ma a me la stagione nerazzurra sembra la migliore degli ultimi 28 anni(da quando sono nato!)…e non lo dico per manifestare una positività ridondante! la squadra è in corsa su tutti i fronti……il campionato è andato?? vedremo!il barca ci distruggerà? vedremo…anche il chelsea era data vincitrice dal 90% della gente (anche degli interisti!).
    Anche pensando al peggiore degli scenari possibili (qualora perdessimo il titolo ,la champions e la coppa italia) resterebbe la sensazione di essere stati finalmente competitivi fino alla fine in tutte le competizioni! Mi pare che si dovrebbe bypassare l’esigenza di vincere sostituendola con quella di essere competitivi, di giocarsela….poi le vittorie arrivano in ogni caso,se non nella stagione in corso ,in quella seguente. Quest’anno mi pare si sia smosso qualcosa di fondamentale in tutto l’ambiente nerazzurro grazie a molteplici grandi vittorie…perchè gli unici a non averlo capito siamo noi tifosi? Un caloroso saluto da Buenos Aires dove Boca e River stanno davvero attraversando un brutto periodo

    • Mi trovi molto d’accordo con quello che sostieni sul fatto della competitività. Purtroppo, però, a contare, alla fine, sono gli albi d’oro.

  12. Fabio Primo // 11 aprile 2010 a 07:16 // Rispondi

    Purtroppo se ci mancano tutti sti centrocampisti…Stankovic e Motta infortunati, Muntari gioca se proprio non c’e’ nessuno, Mariga si poteva lasciarlo dov’era visto che non gioca mai…Difesa: Chivu è ovviamente fuori forma, Santon stagione finita, speriamo che regga il nostro buon vecchio e inossidabile capitano!! Ciao

  13. Ciao GLR, e adesso che facciamo?,Ci suicidiamo tutti? Ormai non vinceremo piu nulla, siamo la barzelletta d`Italia, ci sorpassera`anche il Bilan, siamo da serie B. Ecco cio` che si intravede dalle Email che ti arrivano da tanti Interisti isterici, ma che vuoi che sia se la Roma ci sorpassa, la sorpasseremo di nuovo,e`vero abbiamo letteralmente buttato 2 punti alle ortiche , ma le altre dovranno ancora farli i punti. Io resto ottimista, i ragazzi hanno dimostrato che ci sono ancora,non abbiamo avuto molta fortuna ma se giochiamo come ieri sera,credo che ce la faremo.
    Saluti a tutti gli Interisti B. Foschetti

  14. VEDO PROPRIO UN BRUTTO CLIMA IN TORNO ALL’INTER VEDI CALCIOPOLI 2 IL 1°GOAL DELLA viola la rimessa era dell’inter,ULTIMAMENTE NEL DUBBIO GLI ARBITRI FISCHIANO CONTRO ‘INTER;CMQ ABBIAMO L’ORGANICO E LA FORZA X SUPERARARE ANCHE STO MOMENTO,VOLEVO CHIEDERTI COSA NE PENSI DEL BARCA?E SE SECONDO TE IL BARCA E SOLO MESSI?IO CREDO CHE GIOCARE A UOMO SULLA PULCE SIA UN ERRORE Xè SE CI DIFENDAMO LORO CI SCHIACCIANO,SECONDO ME X BATERLI BISOGNA ATTACCARLI E NOI ABBIAMO UN ATTACCO ATOMICO..IN ATTESA DI UNA TUA RISPOSTA TI RINGRAZIO X COME DA 20ANNI CI RACCONTI L’INTER UN SALUTONE CIAO GIANLUCA E SEMPRE FORZA INTER!!!

  15. Ciao GLR, vorrei fare alcune considerazioni:
    1. Secondo me anche il fatto che la roma spessissimo ha giocato, gioca e giocherà il giorno dopo di noi non ci aiuta. sono convinto che se giocassero nello stesso orario non ci sarebbero vantaggi psicologici e motivazionali evidenti. penso a oggi, ma anche al derby prossimo.
    2. in champions il modulo sneIjder e tre punte ci sta e credo ci abbia dato un atteggiamento più offensivo che in europa occorre per vincere. ma non capisco perchè anche in italia mou giochi sempre così. sinceramente in questo periodo un pò particolare, avrei giocato con un centrocampo più solido e due soli davanti, tanto sono forti quindi qualche golletto ci scappa sempre. anche ieri avrei giocato con zanetti a sinistra, cambiasso muntari mariga snejder eto’o milito con balo nella ripresa.
    3. anche ieri mi è sembrato che l’unico che salta l’uomo è balotelli.
    4. julio cesar è tutto l’anno, da settembre, che non tiene una palla, che non esce, che non è sicuro come gli altri anni. poi in due tre occasioni l’ha fatta proprio grossa, ma quest’anno ci ha fatto perdere punti, non guadagnare come l’anno scorso. può succedere, anche la juve di ancelotti ha perso due scudetti con van der saar…
    5. sbagliamo troppi gol, nei momenti decisivi peraltro. ieri al 4 minuto milito doveva metterla dentro, era solo a un metro dalla porta e l’ha stampata sul palo, incredibile. lì cambiava la partita. e anche nel secondo tempo ha sparacchiato sul primo palo con tutta la porta aperta. questi sono i momenti in cui non si può sbagliare, anche se fai 40 gol e corri come un matto.

  16. Guido Villa // 11 aprile 2010 a 08:48 // Rispondi

    Caro Gianluca,
    di sorpassi “annunciati” dopo un pareggio dell’Inter in trasferta ce n’è già stato uno, quest’anno, e sappiamo come è andata a finire. Vediamo questo pomeriggio. Se possibile, Ti sarei grato se volessi darmi una risposta sul caso di pari punti tra Inter, Milan e Roma. Se vale la classifica avulsa tra le tre squadre, vincerebbe l’Inter. Grazie e a presto

    • In caso di arrivo a pari punti di Inter.Roma e Milan o di Inter e Milan vince l’Inter. In caso di arrivo a pari punti di Inter e Roma vince la Roma. In caso di arrivo a pari punti di Roma e Milan vince il Milan
      GLR

  17. Ciao GLR. l’Inter di ieri sera é stata troppo brutta per essere quella vera! Sia la difesa che si faceva prendere dallo sconpiglio sia le manovre dell’attacco che insistevano sempre sul centro dove gli avversari ormai sanno come fermarci.
    Le possibilità di vittoria restano a mio avviso immutate ma bisogna cambiare il modo di aggredire l’avversario con più sovrapposizioni laterali.
    Ciao da Aldo.

    • Fabio Primo // 11 aprile 2010 a 10:53 // Rispondi

      La squadra fa quello che può a questo punto della stagione….mancano i ricambi a centrocampo , sulle fasce non c’e’ molto da scialare: chivu è appena rientrato e santon rotto . Lucio e Milito sono stanchi , sbagliano cose che fino ad un mese fa non sbagliavano….Per me l’ inter sta facendo prestazionio al di sopra delle aspettative ma , per gli episodi negativi causati da i motivi accennati (non ultimo la crisi la Julio Cesar !!) , non si fa più risultato pieno in trasferta !! Ciao

  18. Ciao Gianluca! Io continuo a crederci, lo facevano gli altri quando erano a distanze SIDERALI da noi e perchè mai dovremmo smettere di farlo noi ora???!!!! Se anche la Roma dovesse vincere oggi e sorpassarci 1 solo punto e 5 partite da giocare possono ancora far mutare la situazione. bisogna che la Squadra resti concentrata, unita e ricominci ad avere quella sicurezza che, in campionato, ha perso da un po’. Ultima annotazione: COMPLIMENTI alle Iene, ai giornalisti del Fatto, a tutti gli opinionisti delle Tv e radio locali romane e NON che parlavano di biscotto e partita combinata con la Fiorentina, come sempre hanno perso un’altra occasione per stare zitti!!!
    FORZA INTER, soprattutto ora!!! ciao. Paolo

  19. DICO SOLO QUESTO CON LE STESSE PARTITE GIOCATE GIRONE ANDATA 35 PUNTI RITORNO 24?

  20. Non è colpa dei gatti neri se l’inter sta disputando un girone di ritorno pessimo. E se il primo posto è ancora nostro è soprattutto per demeriti di milan e roma, non per merito nostro.

  21. Caro GLR,
    è la prima volta che scrivo sul tuo sito e ne sono onarto.
    Non sono qui per lamentarmi della prestazione della squadra, bensì per sottolineare la bella bella partita giocata ieri sera dai ragazzi in un ambiente tutt’altro che facile.
    Però vorrei portare alla luce un articolo che ho letto stamattina e che mi ha lasciato sbigottito:
    “Triplice fischio al Franchi e Mourinho si alza dalla panchina puntando il dito contro il guardalinee. Non per un fuorigioco inesistente, non per una decisione ‘fiscale’ ma per un’esultanza di troppo. “Perché, per cosa esulti”, chiede il tecnico dell’Inter ad Ayroldi, che si era lasciato scappare un “Andiamo, andiamo” a pugni chiusi. La risposta dell’assistente dell’arbitro Bergonzi al portoghese sarebbe stata: “Faccio quello che mi pare…”.” Vorrei chiederti il tuo parare in merito.
    Grazie e alla prossima.

  22. Gianluca, ovviamente non possiamo non crederci nello scudetto…Siamo in testa praticamente da 4 anni, fino a oggi alle 15 siamo ancora in testa…Se non ci crediamo noi, chi ci deve credere??..Quello che più mi rammarica è che nella serie negativa (compresa Palermo, Catania, Roma e soprattutto ieri) io ho visto una bella Inter…Sarà che sono “di parte” ma a me queste partite sembrano tutte uguali: tante occasioni sprecate per noi, 1/2 occasioni x l’avversario che segna. Non so se è demerito o sfiga, però mi sembra che questa “crisi” in realtà non esista.

  23. Luca onestamente, alla luce delle vergognosa esultanza di Ayroldi di ieri sera, come valuti ora i punti persi, causa arbitrale, con Bari, Napoli, Sampdoria, Genoa e Palermo, sono frutto di un complotto o no? A Mourinho hanno datto del visionario, io lo definisco lungimirante!!!!!!

    • Non me ne frega niente di Ayroldi e basta pensare ai complotti: c’è un limite oltre al quale si diventa ridicoli. Le partite bisogna vincerle, senza frignare ogni volta
      GLR

  24. considerazioni, partendo dal presupposto che tutto è assolutamente ancora in gioco
    1) dopo 3 anni di vittorie ci può stare che inconsciamente si molli un pò su un fronte dove si è dominato per un pezzo, soprattutto ci si concentri maggiormente sul sogno di tutti noi interisti
    2) il rammarico più grande, dal quale scaturisce l’assoluzione piena per tutti i componenti della beneamata, è che l’inter, a mio avviso e a differenza degli anni scorsi in classifica ha meno de punti che meriteremmo. a tal proposito non ricordo infatti una partita che abbiam vinto o pareggiato senza meritarlo (al netto della pazzie di muntari). al contrario ne ricordo molte in cui meritavamo qualcosa in più (torino,roma, firenze dove i toscani han giocato con grinta ma subito sempre le nostre iniziative). la nostra avversaria, dal canto suo (e un pò come noi negli anni addietro) vince match con la stessa continuità con la quale non merita di vincerli (o pareggiarli). ricordo: siena in casa, milan, torino , firenze e inter, appunto. detto ciò se sarà lei a trionfare tanto di cappello: i punti in classifica valgono e non quelli che si meriterebbero.
    3) forse un piccolo appunto al nostro MOU quando all’indomani del match col PARMA se non erro parlò di gestione del vantaggio. ERRORE a mio avviso soprattutto se si agisce in questo modo sulla testa di gente già distratta dall’ europa.
    insomma, ci sta che la ROMA ci romonti e ci superi, ci sta di aver mollato un pò per tanti motivi. certo la ROMA deve vincerle tutte e 6 e se così sarà avrà fatto un cammino mostruoso e lo scudo sarà meritato. io non credo che sarà cosi semplicemente perchè finora le è girato tutto a meraviglia.

  25. mattaini pietro // 11 aprile 2010 a 12:28 // Rispondi

    anch’io ho visto una bella inter ma non so come mai non riusciamo più a vincere sarà un periodo così,mi viene in mente la trasferta della roma sempre a firenze:con molta fortuna avrebbe meritato di …..pareggiare ed invece con un rimpallo alla fine ha vinto incredibile forse è un segno del destino.di certo io non vedo un’inter in sofferenza in nessun campo,anche a roma partita stregata,però per questo motivo non sono ottimista quando non vai in difficolta ma non vinci è un segnale e non positivo mi sbaglierò ma la maglietta famosa….zero tituli la sventoleranno altri tifosi quest’anno. comunque sempre FORZA INTER

  26. Ciao Gian Luca,
    credo che il modulo a 3 punte + un trequartista nel nostro campionato non paghi; lo deduco dalla differenza tra il girone d’andata, quando si giocava con il collaudato rombo a centrocampo e 2 attaccanti. In Europa gli avversari giocano più aperti, concedendo ampi spazi che favoriscono le rapide ripartenze mentre da noi, specialmente le squadre sulla carta più deboli,
    si chiudono a riccio per poi controattaccare. Quando poi le 2 punte esterne, di solito Eto’o e Pandev, giocano palesemente
    fuori ruolo e tendono ad accentrarsi, ecco che si va a sbattere immancabilmente contro il muro difensivo eretto dagli avversari.
    Partite come quelle di ieri, quella contro il Palermo e altre simili sono sintomatiche. Anche se ogni stagione fa storia a se, come poter scordare le sonanti vittorie contro la Roma, ottenute negli ultimi anni giocando con un solo attaccante seppur
    si trattava di Ibra, ma con un robusto centrocampo a supporto? Mancano anche gli inserimenti di Cambiasso e Stankovic, relegati a compiti di contenimento e purtroppo non si riesce più a segnare su calcio d’angolo, un nostro cavallo di battaglia. Di positivo c’è la forma fisica che malgrado i molteplici impegni regge benissimo ma è davvero un peccato vedere una mole di gioco notevole, che di solito accompagna ogni prestazione della squadra, non produrre i risultati desiderati.

  27. Siamo al top da 4 anni e siamo la squadra più forte, il che non vuol dire avere la certezza matematica di vincere sempre. Guardiamo anche a quello che succede in Europa, è difficile trovare una squadra che ha avuto la stessa continuità dell’Inter, neanche il Barcellona con cui ce la giocheremo alla pari. Sì alla pari, perchè l’Inter di Champions o anche l’Inter di molte partite in Campionato se la può giocare con chiunque. Sono d’accordo con Gianluca, basta vittimismi e finiamola di prendercela con il mondo che “complotta” contro di noi. E’ la normalità che è costretta a vivere la squadra più forte, che ora siamo noi. Era ora! E bisogna imparare anche a perdere, l’importante è dare tutto. Come sempre la palla è rotonda, ma con la squadra che abbiamo (e sono sicuro continueremo ad avere) ci toglieremo ancora molte soddisfazioni, a comiciare da subito. Siamo l’Inter, un pò di orgoglio amici bauscia!
    Un ringraziamento a Gianluca per il suo modo di essere interista e saluti a tutti.

  28. Francesco RA // 11 aprile 2010 a 13:37 // Rispondi

    Dai dai….mi piace questa inter che gioca bene! Quando la guardo mi diverto ancora di più. creiamo occasioni su occasioni, siamo forti più degli altri anni!
    quest’ anno se non dovessimo vincere niente non importa siamo una squadra forte unita e se continuiamo su questa strada ci toglieremo molte soddidfazioni in futuro….ma adesso siamo qua pronti a vendere cara la pelle!
    come ha detto il capitano: “NON MOLLIAMO NIENTE”
    forza Inter facci sognare!
    non abbiamo paura di nessuno!

  29. Ciao Gian Luca,
    credo che il modulo a 3 punte + un trequartista nel nostro campionato
    non paghi; lo deduco dalla differenza tra il girone d’andata, quando si
    giocava con il collaudato rombo a centrocampo e 2 attaccanti.
    In Europa gli avversari giocano più aperti, concedendo ampi spazi che favoriscono
    le rapide ripartenze mentre da noi, specialmente le squadre sulla carta più deboli,
    si chiudono a riccio per poi controattaccare.
    Quando poi le 2 punte esterne, di solito Eto’o e Pandev, giocano palesemente
    fuori ruolo e tendono ad accentrarsi, ecco che si va a sbattere immancabilmente
    contro il muro difensivo eretto dagli avversari.
    Partite come quelle di ieri, quella contro il Palermo e altre simili sono sintomatiche.
    Anche se ogni stagione fa storia a se, come poter scordare le sonanti vittorie
    contro la Roma, ottenute negli ultimi anni giocando con un solo attaccante seppur
    si trattava di Ibra, ma con un robusto centrocampo a supporto?
    Mancano anche gli inserimenti di Cambiasso e Stankovic, relegati a compiti di contenimento
    e purtroppo non si riesce più a segnare su calcio d’angolo, un nostro cavallo di battaglia.
    Di positivo c’è la forma fisica che malgrado i molteplici impegni regge benissimo ma è
    davvero un peccato vedere una mole di gioco notevole, che di solito accompagna ogni
    prestazione della squadra, non produrre i risultati desiderati.

  30. Ciao Gianluca,
    ti stringo idealmente la mano per il tuo ultimo commento, evitiamo di fare i frignoni!
    Il problema però non sono i tifosi, ma Mourinho che dal derby in poi a cominciato a “frignare” senza motivo, per poi dire dopo il pareggio di Parma che ormai ci sarebbe bastato solo amministrare in campionato…quindi ammettiamolo questo scudetto lo stiamo perdendo per lui, dunque tocca a lui, in primis, a rimediare…
    In ogni caso, come disse Mancini 2 anni fà, i campionati si possono vincere anche all’ultima giornata, non per forza con delle cavalcate solitarie, quindi io, nonostante tutto, ancora non mollo!
    Forza Inter!

    • Mourinho frigna strategicamente, perché in questo paese chi si lamenta e alza la voce alla fine rischia di ottenere qualcosa in più del dovuto. E Mourinho l’ha capito al volo! Certi tifosi frignano a prescindere e non mi dire che seguono certi esempi. Io sono abituato a pensare solo con la mia testa. Mica mi faccio condizionare da Mourinho o da chicchessia
      GLR

  31. Alessia Cattaneo // 11 aprile 2010 a 19:24 // Rispondi

    Ciao GLR. Hai ragione quando parli di mentalita “italiana”.
    L’Inter sta facendo la miglior stagione da anni! Quando vedo l’Inter vedo un FUTURO, a differenza di Milan e Juventus. Penso a Arsenal e Liverpool, che non vincono da anni (coppa regalata dal Milan a parte), dove i loro allenatori sono osannati per quello che fanno vedere in campo e le sempre rinnovate speranze che danno ai loro tifosi.
    Lo dico ora quando possiamo vincere tutto ma anche NULLA: posso essere soddisfatta a prescindere?
    Ciao, Alessia

    • Cara Alessia certamente puoi essere soddisfatta, ma ricorda che in Italia contano solo i risultati: se arrivi primo all’ultimo minuto e poi perdi tutto, alla fine non si ricorderà nessuno di te. E’ la dura legge del calcio italiano. Ma tu sei naturalmente libera di distinguerti e fregartene del resto
      GLR

  32. Alessandro // 11 aprile 2010 a 19:39 // Rispondi

    Penso che abbiamo regalato 25 minuti del secondo tempo, mettendo 4 punte senza centrocampo. In 15 minuti con una formazione sensata abbiamo ribaltato il risultato.
    Penso che, visto il pandev attuale, balotelli dovrebbe essere titolare per le prossime partite.
    Penso che Eto’o dovrebbe alternarsi al centro area con Milito.
    Penso che se fossimo così stanchi non riusciremmo a giocare come la parte finale del secondo tempo.
    Penso che Lazio e Parma siano tutt’altro che ostacoli facili per la Roma.
    Penso che la Roma dovrà pure interrompere la sua striscia di risultati utili.
    Penso che questo scudetto dopo averlo quasi buttato, abbiamo ancora la possibilità di vincerlo.
    Penso che credere di aver giá perso sia il modo migliore per perdere.

    • Pensa, pensa…Io invece credo che sia il momento di tornare a fare. Per l’Inter ovviamente, i tifosi possono pure continuare a pensare
      GLR

  33. Ciao Gian Luca, sono finalmente felice di sentire tue risposte del tipo ” Non me ne frega niente di Ayroldi e basta pensare ai complotti: c’è un limite oltre al quale si diventa ridicoli. Le partite bisogna vincerle, senza frignare ogni volta”
    Mi complimento con tale pensiero… BRAVO!! Ma il problema è il tuo allenatore non i tifosi gatti neri o altro è Mourinho che ogni volta anche se in silezio stampa riesce a trovare qualcuno o qualcosa di cui parlare ed attaccarsi in modo da non parlare delle sconfitte e pareggi in campionato! Crea un clima di sospetti e di attenuanti nei giocatori e li rende nervosi e non tranquilli di esprimesi al meglio…
    Con la rosa che ha a disposizione è allucinante che si trovi in tale situazione in campionato…

    • Bè, devo dire che sono d’accordo con te, però bisogna anche dire che se non è Mou che con i suoi silenzi o le sue esternazioni se le va a cercare sono anche i giornali che scrivono delle bufale assurde, e giustamente uno come Mou non ci sta…come quando gli mettono in bocca parole non sue (ed era già successo quando allenava il Chelsea).
      Comunque credo che il calo di forma abbia solo una “causa”:quest’anno, a differenza degli anni passati, l’Inter ha la testa sull’Europa e permettetemi di dirlo, ad un certo punto, chissenefrega del campionato! Cioè sono il primo che lo vuole vincere, ma vuoi mettere la soddisfazione di essere Campione D’Europa dopo 40 e passa anni con uno scudetto?piuttosto lo vinciamo all’ultima giornata o via di lì…per concludere io non ho visto poi questa pessima Inter, anzi…

  34. Marco Vitali // 11 aprile 2010 a 20:06 // Rispondi

    Gian Luca, sul centrocampo non mi dai però una risposta convincente. Sei daccordo che Zanetti, Stankovic, Muntari non siano più giocatori da Inter o anche per l’anno prossimo ci saranno questi giocatori. Con tutto il bene per il Capitano e per Deki, non ci si può più fare affidamento, ne su Thiago Motta e forse neppure su Cambiasso per una intera stagione. L’unico è Wensley Sneijder, mentre Mariga forse è troppo acerbo, ma allora cosa aspettiamo a farlo giocare per farlo maturare? ciao. Marco

  35. Ciao GLR,
    vorrei fare solo una considerazione,non predermi per gufo. Sono un pò contrariato con la squadra, perchè si parla tanto della stanchezza per le 3 competizoni ma francamente io in campo non vedo una squadra stanca. Vedo piuttosto una squadra che non riesce a capitalizzare l’enorme mole di gioco che crea (a firenze secondo me abbiamo giocato molto molto bene) e prende gol con una facilità alla quale non eravamo abituati(i gol presi nel girone di ritorno sono parecchi).

  36. Gli episodi hanno contato anche questa volta come contro la Roma. Se all’inizio della partita il colpo di testa di Milito fosse entrato, e all’ultimo minuto di Roma-Inter Milito invece che prendere il palo avesse segnato si parlerebbe già di campionato chiuso.
    La ruota dovrà girare prima o poi. Cerchiamo di essere ottimisti, si vive più sereni, e in caso di vittoria potremmo dire “io lo avevo detto”, meglio dirlo in queste circostanze che non dopo aver pronosticato disfatte clamorose. Forza Inter, sempre e comunque.

  37. nn esiste ke la squadra più forte nn vince il campionato…nn esiste ke lo vincono burdisso e pizarro…il calcio è illogico e irrazionale, ma a tutto c’è un limite, perciò concentrati e per cortesia FUORI LE PALLE dal primo al novantacinquesimo per le partite restanti:
    IO VOGLIO QUESTO SCUDETTO…la champions è un di più, se arriva bene… LO SCUDETTO è UN DOVERE!!! julio cesar svegliaaa!!!

    • hai ragione al 100% sarebbe ora che dopo 2 mesi di prestazioni in campionato scadenti/pessime il presidente vada ad Appiano
      convochi tutti negli spogliatoi e ” faccia tremare i muri” prima che tutta Italia “festeggi” i “zeru titoli”.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili