24C: Napoli-Inter 0-0

Nella bolgia di Napoli l’Inter chiude con il risultato a occhiali, come si diceva una volta. Pensate che in campionato l’Inter non faceva 0-0 dal 29 ottobre 2008, ossia da Fiorentina-Inter, 9.a giornata della stagione 2008-09. Napoli per l’Inter da qualche tempo resta una trasferta particolare: stavolta l’attacco è rimasto all’asciutto dopo 17 giornate. Accadde anche la scorsa stagione quando si perse 1-0 e gli attaccanti nerazzurri s’incepparono dopo 23 giornate. Agli amanti delle statistiche l’assiduo frequentatore del sito Pasquale Somenzi ricorda che una sola vittoria fuori casa nelle ultime 6 trasferte di campionato è il peggior risultato dell’era Mourinho: prendete a caso 6 trasferte consecutive dell’era Mourinho e troverete sempre almeno 2 vittorie. Ma io l’Inter non l’ho vista poi tanto male, fermo restando che quest’anno, dal punto di vista del gioco, il Napoli è stato il miglior avversario incontrato, superiore anche alla Roma, che a San Siro ha raccolto un pareggio. I partenopei però hanno vinto la battaglia di San Valentino solo in termini di legni: una traversa di Hamsik e un palo di Quagliarella e contro la traversa di Muntari. Una parata decisiva per parte: nel primo tempo Julio Cesar su colpo di testa ravvicinato di Denis e nella ripresa De Sanctis su tiro troppo centrale di Pandev. Lo 0-0 è giusto, perché il Napoli ha fatto complessivamente qualcosa di più ma l’Inter può ragionevolmente recriminare per due calci di rigore non concessi dall’arbitro Rosetti. Al quarto d’ora del primo tempo sulla traiettoria di un tiro-cross di Maicon c’è un braccio sinistro di Aronica in un movimento non congruo all’azione, ma Rosetti, che proprio a Bari aveva sanzionato con il rigore il braccio alzato da Samuel in scivolata, ha lasciato correre. Ad inizio ripresa la maglia di Milito si allunga per una trattenuta di Grava ai confini dell’area di porta napoletana e non si capisce perché mai El Principe avrebbe dovuto buttarsi all’indietro a tu per tu con De Sanctis. La verità è che la politica del lamento in Italia paga sempre e ne è maestro proprio Mourinho che a sua volta la usa strategicamente spesso e volentieri: per tutta la settimana il Napoli si è lamentato, con toni da sceneggiata alla Mario Merola, delle persecuzioni arbitrali e certamente al San Paolo non è stato danneggiato. Pare che De Laurentiis, tra un cinepanettone e l’altro, tema possibili favori alla Juventus nella corsa alla Champions League: in effetti il penalty concesso dall’arbitro Mazzoleni ai danni del Genoa resta tra i più ridicoli nella storia del calcio. Ma io non amo i discorsi sugli arbitri, che tanto affascinano il nostro pubblico. In Inghilterra ci guardano con compassione quando passiamo intere settimane a discutere di torti e favori arbitrali e in questo genere di cose io mi sento molto inglese. Se sostengo che al San Paolo non sono stati concessi due rigori all’Inter, l’anti-interista di turno ribatterà che Cambiasso e Sneijder dovevano essere espulsi per due interventi troppo rudi e non si finisce mai. Meglio chiuderla qui e accettare il risultato che resta complessivamente giusto. Tra i singoli reattivo Julio Cesar, bravissimi Lucio e Samuel, affidabile Davide Santon e ancora fiaccato dalla Coppa d’Africa Eto’o subentrato a Pandev a venti minuti falla fine. Snejider, che ha sofferto la marcatura di Pazienza, si conferma il solito amuleto, visto che con lui in campo non si è ancora perso, mentre per i fans dell’eterno duello Mourinho-Balotelli stavolta non c’è trippa: SuperMario si è seduto in tribuna per un problema alla pianta del piede, tra l’altro certificato da lastre e terapie.

42 Commenti su 24C: Napoli-Inter 0-0

  1. Caro GLR,
    come sempre la tua disamina della partita è perfetta: sono pienamente d’accordo anche sul fatto che è inutile recriminare per gli eventuali due rigori non dati, l’errore dell’arbitro fa parte del gioco. L’unica cosa che mi sento di sottolineare è il fatto che, a parti invertite, chissà quante polemiche e insinuazioini sdarebbero sorte da ogni dove… Buona giornata,
    Marcello

  2. Caro GLR tutto perfetto quello che dici e sarebbe ora che anche altri tuoi “colleghi” imparassero a essere altrettanto onesti almeno con la gente che li legge o li ascolta. Ogni giorno è un continuo sparare a zero sull’Inter. Comunque le 2 trasferte più percolose sono andate e tutto sommato non è andata male. Parma e Napoli sono 2 terreni a noi notoriamente sfavorevoli e il non aver perso è gia un buon fattore. sorvolo su rigori e cartellini perchè tanto non conta nulla

  3. cambiasso da un anno e mezzo ormai non è più lui.
    secondo te come mai?

    • Non sono d’accordo. Non ne farei mai a meno, quindi non posso risponderti
      GLR

      • secondo me quando mou in una conferenza ha detto che alcuni dei suoi giocatori non ce la fanno a giocare ogni tre giorni si riferiva proprio a Cambiasso,fateci caso quando gioca una partita a settimana e’ straordinario ma quando deve giocare ogni tre giorni non e’ lo stesso,a differenza di Stankovic che gioca meglio se l’Inter ha piu’ impegni.
        Un saluto

      • Ciao Gianluca,
        si sono d’accordo con te che non ne possiamo farne a meno di Cambiasso… l’unica critica che posso rivolgerli e che lo vedo un pò appesantito rispetto all’aspetto più “filante” che aveva qualche anno fà. Quindi lo vedo in difficoltà negli scatti da fermo e a volte non si butta su tutti i palloni come faceva qualche anno fà.
        Riconosco di non sapere se Maradona lo prenda ancora in considerazione per i mondiali….
        quindi se il fatto di sentirsi escluso a priori dai prossimi mondiali e una certa “sazietà” di vittorie di campionati italiani, possano aver influito nel suo rendimento.

        Forza INTER

    • Cambiasso è come l’olio: indispensabile.!!!!
      e ce ne accorgiamo sempre quando manca…. un po come Stankovic!!

  4. Cambiasso è l’allenatore in campo, non potremmo mai farne a meno….

    • Nessuno vuol negare l’importanza del cuchu,però effettivamente ieri l’ho visto un pò stanco….avrei messo dentro Krin che per quanto giovane ed inesperto dovrà pure avere una chance altrimenti nn ha nemmeno alcun senso tenerlo in panchina.Noto inoltre con dispiacere la scarsa forma di Eto’o proprio alle soglie della champions ,purtroppo!
      Io nn avrei tirato fuori Pandev che attualmente,nonostante la stanchezza risulta più incisivo del camerunense.Ma tanto si sa col senno di poi…

  5. Foschetti Bruno // 15 febbraio 2010 a 15:30 // Rispondi

    Ciao GLR, secondo me la sfortuna dell`Inter e`stata la forzata assenza di Balotelli che
    tante volte quando entra dalla panchina fa la differenza.Ho notato che le squadre che
    affrontano l`Inter, la partita dopo ne buscano di brutto, ( vedi il Parma)quindi se ne deduce che fanno sempre la partita della vita.Speriamo che possa rientrare presto
    Stankovic, cosi anche a centrocampo ci sara`piu`fantasia e determinazione.
    Una nota positiva e`stata anche la prestazione di Mariga,penso che verra buono per
    l`avvenire.
    Saluti, B. Foschetti

  6. Buongiorno GLR,
    detto che come sempre argomenti con intelligenza, mi viene da proporre una considerazione sugli arbitraggi. Secondo me quello che stizzisce gli interisti come me è la plateale malafede della maggior parte dei commentatori (della carta stampata soprattutto, ma non solo) quando si trovano a dover relazionare sulle vicende nerazzurre.
    Credo ti ricorderai anche tu le prime pagine di Gazzetta, Corriere dello Sport e Tuttosport dopo Inter – Parma di 2 anni fa (mani di Couto) o dopo l’ Inter – Roma dell’ espulsione di Mexes, tanto per fare esempi. Mi ricordo i titoli a 9 colonne “Inter scandalo”, “Campionato falsato” ecc. ecc.
    Ci saremmo aspettati lo stesso trattamento oggi, dopo che siamo passati attraverso gli errori arbitrali durante: Bari – Inter, Inter – Milan, Inter – Juve di coppitalia e il Napoli – Inter di ieri sera.
    E invece sembra che non sia successo niente di scandaloso. Ecco, il problema sono i due pesi e due misure.
    La mia soluzione però è semplice. Non compro giornali sportivi (li leggo al bar) e non guardo trasmissioni sportive a senso unico. E mi godo il primato in classifia. Nonostante tutto.
    Ciao
    Marco

    • Stiamo semplicemente pagando il rigore non dato al chievo per il fallo di mano di quaresma all’ ultimo minuto !

  7. Le dichiarazioni di Mou sul presidente De Laurentiis non hanno prezzo…..quanto ci mancherà…………….
    Per quanto riguarda la partita…secondo me i ragazzi stanno un po’ rifiatando considerando i prossimi impegni di champions…e visto il margine di punti se lo possono permettere…dopo 4 anni di dominio, hanno imparato a gestire forze e punti :)
    Vedere l’Inter che lascia per strada qualche punto in campionato è come vedere la pubblicità della Carta di Credito con il maratoneta che si ferma a fare la spesa in un supermercato…..;)
    Aldo

  8. Mou è stato super :
    quel signore piccolino….il calcio non è Hollywood…
    GRANDE!

    • Anche a me è piaciuto l’ epiteto “piccolo uomo”, da proprio l’ idea!!…..poteva eventualmente risparmiarsi il riferimento ai 2 rigori dati alla juve contro lazio e genoa….

  9. Vincenzo Asta // 15 febbraio 2010 a 16:00 // Rispondi

    Caro Gianluca,
    Cari amici,
    se non perdiamo più neanche partite come quella di ieri vuol dire che ormai a livello di testa ci siamo, manca la controprova in Champions ma arriverà nel giro di 3 settimane con il doppio confronto con il Chelsea.
    Tenere così sulla graticola i milanisti e ora anche la roma renderà più dolce la vittoria finale che secondo me è nell’ordine delle cose.

  10. Complimenti per la disamina della partita da parte di un tifoso napoletano, che spesso vi segue su Telelombardia e Antenna 3. Personalmente quando si parla di moviole e di errori arbitrali e quando intere trasmissioni sono focalizzate solo su questi episodi, cambio spesso canale. Mi annoiano a morte le moviole le interviste e tutto ciò che ne consegue. Forse sono l’unico idiota che la pensa così. Sono sempre stato contrario a “pacchi e contropaccotti”, parafrasando un pò Nanni Loi, perchè dopo Calciopoli mi suonano ridicoli e perchè mi piace discutere di calcio giocato. Perciò ritengo giusto stigmatizzare il vittimismo di presidenti, giocatori e addetti ai lavori, indipendentemente dai colori di appartenenza, mentre per i tifosi si sa: si ragiona molto spesso più col cuore che con la testa.
    Ieri sera ho visto un bellissimo spettacolo di pubblico e una grande prestazione da parte di entrambe le squadre. Ecco vorrei che ogni tanto in trasmissione si parlasse della gara in sè, dell’ energia, dell’agonismo messo in campo dalle due squadre, delle folate offensive del Napoli, della grande maturità dell’ Inter nel saper gestire la partita col possesso palla, delle occasioni che hanno avuto entrambe le squadre per vincere la partita e portarsi a casa i 3 punti.
    Vivo male questa necessità da parte di molti, compresi alcuni tuoi colleghi, di mettere sempre in evidenza torti arbitrali subiti e a favore di una squadra piuttosto che di un’altra. Mi auguro che stasera su Telelombardia si parli di calcio giocato. Gli episodi ci sono. Sono evidenti, frutto di sviste o di errori madornali. Capita purtroppo, ma se questi poi devono farla da padrone cannibalizzando un programma di calcio, allora cambierò canale come sempre ho fatto in passato.
    Un appunto sull’ Inter. Al di là della fatica più che comprensibile, accusata per le precendenti partite giocate, non ti sembra che questa squadra vada in difficoltà quando non si gioca all’italiana?. Mi spego: ieri soprattutto nel primo tempo il ritmo della partita impresso dal Napoli era più da squadra inglese per intensità e foga che da squadra italiana, cosa che l’Inter a mio avviso ha sempre sofferto parecchio, quando giocava una partita di Champions, dove il ritmo di gioco è certamente più elevato. Ecco forse questo potrebbe essere un problema per lo squadrone neroazzurro in Europa, anche se il Chelsea è la squadra meno inglese di tutte.
    Un saluto e complimenti per la tua sportività e per l’equilibrio che dimostri nel giudizio a differenza di tanti tuoi colleghi schierati e di parte.

    • Caro amico tifoso del Napoli, non è questione di essere idioti, ma di avere magari gusti ben diversi dalla quasi totalità del Paese. Forse perché si è provato a fare sport e non lo si è vissuto solo in poltrona. Se parlassimo di calcio giocato in Tv, dopo affannose ricerche di investitori pubblicitari, avremmo già chiuso baracca e burattini da dieci anni. Se la tv generalista è una finestra sul mondo, quella regionale privata non può che essere una finestra sul cortile. Per rendersene conto basta leggere i post a ogni editoriale. A chi interessa il calcio giocato? La tattica? Le ragioni di una scelta di formazione piuttosto che un’altra? A nessuno. Chi fa già il calciomercato delle prossime due stagioni, pensando che si giochi con le figurine, chi ce l’ha con Mediaset ma continua puntualmente a guardarla, chi con Tuttosport ma lo legge fino all’ultima riga. Detto tra noi, la Tv è sempre lo specchio della maggioranza di un Paese e lo dimostra l’Auditel, che per le Tv vale più della Bibbia. Altrimenti il Grande fratello si sarebbe fermato alla prima edizione. Non è un caso che in Inghilterra a parlare di calcio di sia nientepopodimeno che Gary Lineker e non esista alcun quotidiano sportivo. Qui ne abbiamo tre, ma si occupano di calcio parlato e sto al gioco e, francamente mi diverto pure un sacco, senza però essere assalito dal desiderio di sgozzare l’avversario ad ogni torto arbitrale e senza cercare psicotiche rivincite per un’esistenza grigia sfogandomi su qualche blog in perfetto e vigliacco anonimato. Come succedeva in passato, io continuo a sorridere, a viaggiare, a magnare, dormire e… anche se l’Inter dovesse perdere 18 campionati e 26 Champions di fila. Questione di priorità nella vita…
      GLR

    • sono completamente d’accordo con te e …tengo all’Inter. Complimenti al Napoli, questo è il bello del calcio.

  11. credo sia venuto fuori ieri un punto debole su cui lavorare: quando trovi squadre così aggressive che pressano forte bisognerebbe avere la lucidità di rallentare il gioco, far girare la palla il più possibile senza la foga di voler creare occasioni… ieri invece nel primo tempo ho visto palloni buttati in avanti a casaccio, con un principe straordinario che da solo lottava sui palloni senza l’appoggio del centrocampo…
    comunque complimenti a mazza, ha avuto l’idea geniale di mettere un uomo fisso su wesley, che praticamente non l’ha fatto ragionare per quasi tutta la partita e si è bloccata la fonte di gioco più pericolosa…
    un’ultima cosa: non è per fare il pessimista ma ieri se al posto di quaglia o denis c’era drogba era 2-0. mourinho lo sa bene, e credo che la partita di ieri sia venuta fuori al momento giusto perchè l’inter chiaramente in italia non è abituata a giocare contro squadre che fanno loro la partita, mentre in coppa sarà così…

  12. ma che è successo a Eto’o? anche se comunque quest’anno ha fatto vari gol, non sembra essersi ancora pienamente adattato al campionato italiano…

  13. Maicon da vendere assolutamente a giugno, così almeno prendiamo un pò di soldi dal City. E’ impresentabile, un ex-giocatore. Stessa cosa per Eto’o che purtroppo ci dovremo tenere, ma un Suazo qualsiasi è finito mesi in tribuna per partite evanescenti come quelle del ex-barcellona. Non parliamo del centrocampo: assolutamente inconsistente per affrontare partite di livello internazionale.
    Per l’anno prossimo prendiamo Kolarov e Ledesma e puntiamo finalmente e decisamente su Balotelli, l’unico giocatore di livello internazionale che abbiamo, cioè che quando ci sono i momenti caldi non evapora (vedi cambiasso, zanetti, maicon, etc)
    Per il campionato, speriamo che la Roma incappi in qualche passo falso altrimenti la beffa è dietro l’angolo, per la champions evitiamo illusioni.
    Sempre e comunque forza Inter!!!

    • …scusa Salo, ma pensi che ce la faremo a salvarci ???

      • Salvezza ormai ampiamente raggiunta, ma il nostro obiettivo è vincere il campionato!ora non vorrei sembrare il solito interista ipercritico, ma essere obiettivo. L’anno scorso abbiamo vinto bene, ma è stato l’unica volta. Come dice Mou ricordo che ne abbiamo vinto uno in segreteria, uno perchè erano tutte sfasciate dal post-moggiopoli e uno a venti minuti dalla fine del campionato, grazie a due magie di ibra. Mi ricordo ancora che dalla tensione ho ripreso a parlare dopo due ore dalla fine della partita!
        Insomma vorrei evitare brutte sensazioni.
        Voglio arrivare a 20 scudetti il prima possibile e mettere la seconda stella!!!!

        • Si, ma una tua opinione nella vita ce l’hai? vedo che riporti solo quello che ha detto mourinho o il discorsino della seconda stella fatto più volte dal sottoscritto o le rosicate tipiche dei non-interisti, tipo le due magie di Ibra a parma. magari al tardini di lì a poco avrebbe segnato qualcun altro: c’ero e la partita la ricordo bene. Va beh, ora basta però. Non amo i pessimisti, ma come vedi sono democratico e li ammetto alle discussioni. Mi permetto solo di dire che l’Inter è diventata grande, mentre alcuni suoi tifosi sono rimasti i gatti neri di dieci anni fa. Senza offesa, per carità!
          GLR

          • Quella di Mou è un’analisi che qualsiasi persona intelligente, competente e sportiva non può che condividere. Detto questo felicissimo dei quattro scudetti e in attesa di altri!
            Su quello che sostiene tu, mi spiace ma sono 5 anni che purtroppo non riesco più a seguire qsvs, per cui dubito di averti fatto il verso sulla doppia stella, perchè le ultime volte che ti sentivo eravamo abbastanza lontani dai 20 scudetti….semplicemente mi piace molto di più vincere gli scudetti che te li godi settimana dopo settimana, cmq se arriva la coppa mica la butto nel cesso ci mancherebbe!!
            p.s. Grande GLR dai mitici tempi di plastino, damascelli e micheletti con inquadratura fissa e 4 televisioni dietro la scrivania!!! e forza inter sempre e comunque!!!

    • che bello vedere che c’è tanta gente ottimista in giro! Beh, certo che guardando gli ultimi anni, di motivi ce ne sono parecchi!
      GLR

      • L’unica cosa in cui concordo è l’effettivo calo di Maicon…quest’anno è molto “normale” mentre l’anno scorso era “super”!
        Comunque io credo che non solo ci salveremo ma andremo sicuramente in EUROPA LEAGUE!..per favore!!!!….la e-mail di Salo mi sembra un pò ante 2004!

    • Beh meno male che prenderemo Ledesma e Kolarov…… infatti la Lazio sta padroneggiando in italia e nel mondo……………
      Salo ma con che coraggio arrivi a criticare chi dall’inizio dell’anno è in coma alla classifica????

    • Esagerato !! io cambierei solo Muntari con un centrocampista + di personalità.

  14. Foschetti Bruno // 15 febbraio 2010 a 17:34 // Rispondi

    Ciao GLR,ma io sono molto ottimista! Quest`anno saranno 18 Tituli e sorpasseremo il club piu`titulatu del Mondo!!E poi vedere Suma che diventa paonazzo per la rabbia
    non ha prezzo.
    Con stima, B. Foschetti

  15. Io credo che Samuel Eto’o sia solo stanco …. così come gli altri e poi… se son rose fioriranno…. sennò come dice Gian Luca continueremo a viaggiare, mangiare, dormire e…..ecc. Ciao AMICI !

  16. parlare di calcio giocato e non di polemiche è praticamente impossibile in Italia perchè pochi veramente ne capiscono o meglio pochi ne vogliono parlare con la giusta correttezza.
    Ieri sera Mazzarri ha definito l’azione del tiro di Pandev frutto della casualità.!!!!
    Beh se una discesa di Mariga, un uno due con Milito di tacco e conseguente passaggio in area è frutto della casualità allora meglio parlare di polemiche arbitrali. Ecco questa è la questione.
    Ieri sera il Napoli ha giocato bene, ha fatto una buona partita ma alla fine il pareggio era il risultato giusto. E chi di calcio sa lo ha anche ammesso. chi invece deve difendere interessi di bottega preferisce fare disamine che nulla hanno a che fare con la tattica e la partita.
    Mou in questo è diverso da tutti. almeno lui quando deve insultare un suo giocatore non si tira indietro e quando deve dire che la sua squadra ha giocato male lo dice e senza tanti giri di parole.
    Vogliamo parlare di tattica? bene Mou appena ha capito che Zuniga faceva quello che voleva nel secondo tempo ha inserito Mariga e spostato Zanetti a sx. Ha allargato Wesley x andarsi a prendere più palloni ed ha ordinato il possesso palla.
    Ditemi un allenatore italiano che appena prende un gola subito fa i cambi necessari per recuperare (vedi PR)?

  17. D’accordo su tutto tranne su….Eto’o ! Gianluca , anche Drogba ha fatto la coppa d’africa ma non è assolutamente ‘fiaccato’ , basta vedere le ultime prestazioni al chelsea: non so se Samuel abbia problemi fisici o di scarsa concentrazione……
    Cambiasso è indispensabile, anche se attualmente fuori forma.
    Maicon è un po nervoso e confusionario…..anche lui non al massimo.
    Muntari è….Muntari , no comment!
    Mariga , al primo esame Inter , mi è sembrato molto acerbo e tremebondo….vabbè , è entrato in una partita molto simile ad una corrida !
    Finalmente una settimana intera prima della prossima partita.

  18. a me mariga è piaciuto ieri… molto più di sulley che quando difende va in etrata sull’avversario e quello che prende, prende… io proverei a lanciarlo titolare la prossima partita per vedere come se la cava dal primo minuto (ieri c’è da dire hce nel secondo tempo il napoli era molto stanco e quindi giocare era più facile)…
    il calo di etoo a me non preoccupa per ora, l’attacco è sicuramente il reparto con meno problemi al momento. sarebbe importante invece avere un buon etoo in coppa, lì sì che c’è bisogno dell’etoo che si inventa da solo il goal in finale con lo utd…

  19. Ciao Gianluca,a parte questa Napoli-Inter che mi sembra commentata e stracommentata, vorrei prendere in esame il rendimento di alcuni giocatori della beneamata.Guardando sempre le partite con mio padre,proprio lui mi ha fatto notare che Cambiasso quest’anno mi sembra in forte calo,è solo una mia impressione??!!ha dato tantissimo alla squadra,tanto di cappello,però mi sembra un’ombra del grande Cambiasso che abbiamo visto appena arrivato all’Inter.Maicon,mi sembra anche lui in forte calo,pochi spunti in fase di attacco e quando deve crossare,mamma mia che piedi di piombo.Mariga,l’abbiamo visto poco,ma sinceramente l’Inter a centrocampo ha bisogno di gente di ben altra caratura,visto che Thiago Motta mi sembra un grande punto di domanda.Eto’o,non mi è mai piaciuto,fin dalla prima partita,secondo te ha solo problemi al piede o anche l’Inter si è presa il suo pacco dal Barcellona(vedi Dinho del BBilan).Su Balotelli e Santon,io spero veramente che Santon riesca a ritagliarsi il suo posto da titolare inammovibile e che diventi il Maldini interista,glielo auguro e lo spero veramente con tutto il cuore.Balotelli è gioie e dolori,eppure questi ragazzi l’esempio da seguire ce l’hanno tutte le partite in campo: il grande capitano,che cuore,per me è un grande esempio non solo per i giovani dell’Inter ma per tutti i ragazzi che militano in serie A.Javier ha veramente tanto da insegnare,è un vero professionista e secondo il mio punto di vista la stampa gli dovrebbe dare molto più merito.
    Un saluto! Simo

  20. Caro GLR,
    Mourinho (che pure è un valido allenatore e in carriera ha vinto eccome, anche se in molti fanno finta di non saperlo) a volte mi lascia un po’ perplesso dal punto di vista tecnico; ma come psicologo, come motivatore e come difensore della propria squadra (è sempre il primo a “metterci la faccia” e a creare una corazza protettiva contro i mille strali diretti verso l’Inter da ogni dove) credo non abbia eguali al mondo.
    E in competizioni a lunga scadenza come il campionato si vince anche con le qualità sopra elencate (non a caso Mourinho vince quasi tutti i campionati ai quali partecipa, anche in nazioni diverse: proprio come Capello, altro allenatore bravo tecnicamente ma ancor più bravo psicologicamente e che tanto mi piacerebbe vedere all’Inter se andasse via Mou…).
    La Coppa però si approssima, e temo che lì il discorso sia differente.
    Non si può dire davvero che l’Inter abbia fatto una prima fase brillantissima, il Chelsea certo non è il Napoli e, rispetto a ieri sera, per eliminare gli inglesi le motivazioni psicologiche non saranno sufficienti: occorrerà un maggiore impegno dal punto di vista tecnico. E nelle ultime due uscite l’Inter non mi è parsa troppo all’altezza, ma soprattutto (nell’insieme) mi è sembrata stanca…
    Speriamo che Mourinho abbia ragione quando dice di conoscere bene la sua ex squadra. Non credo però che Ancelotti abbia scoperto tutte le sue carte, e forse Mou non troverà il Chelsea che si aspettava… Sei d’accordo?
    Chiudo con un dubbio che è al contempo una domanda…
    Anche a me non piace discutere degli arbitri, e sono convinto che alla fine errori a favore ed errori contro si compensino. Però ieri sera l’arbitro era Rosetti, lo stesso di Bari-Inter. In Bari-Inter un fallo di mano in area di Samuel, analogo a quello di ieri (Aronica, mi pare…), venne punito con il rigore. Ieri sera no.
    Vero, “rigore è quando arbitro fischia” ma… perchè stavolta non ha fischiato? Cosa può essere cambiato nel suo metro di giudizio rispetto a solo tre settimane fa?
    In assoluta buona fede, sia chiaro, e penso senza polemica alcuna se lo sono chiesti tanti tifosi e secondo me… nonostante tutto (magari solo per qualche istante, il tempo del “flash” delle due azioni viste passare nella memoria una dopo l’altra) te lo sei chiesto pure tu. Ho indovinato?
    Un caro saluto
    Roberto
    P.S.: Salo forse è un po’ troppo pessimista (poi, per carità, ci può stare tutto e il contrario di tutto…) ma Marcello può stare tranquillo: la quota salvezza è stata abbondantemente raggiunta. 😀

  21. ciao glr io trovo che un calo fisico sia normale quando si giocano 2 partite alla settimana, confortante è che altri nel momento di scarsa forma xdono noi no. la champion se viene bene ma nn deve diventare un ossessione sennò………. io vorrei subito lo scudetto!!!!

  22. il 3 febbraio l’ INTER giocava in coppa contro la fiorentina, il 7 contro il cagliari, il 10 il recupero con il parma ed infine il 14 col napoli.
    Gianluca chiedo a te perchè magari son scemo, ma non pensi anche tu che nessun altra squadra ne sarebbe uscita meglio?
    e con uscita non intendo come i cugini in coppa italia!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili