17C: Inter-Milan 2-1

intermilan07Natale da campioni d’inverno a +7 sulla Roma, +8 sulla Juventus e +25 sul Milan, che deve recuperare tre partite, ma che è stato battuto in rimonta nel primo derby stagionale: meglio di così! Splendido pre-partita a sorpresa da parte dei nerazzurri che hanno riservato ai rossoneri un ‘corridoio’ di applausi per la vittoria a Yokohama. Nessuno se l’aspettava ed il gesto resta sportivamente meraviglioso perché deciso liberamente dall’entourage nerazzurro prima e non imposto da alcuno. Dopo meno di venti minuti, Milan in vantaggio con Pirlo con magistrale punizione che lascia di sasso Julio Cesar. Ma come nell’ultimo derby l’Inter ha rimontato di slancio e ha vinto. Il pareggio di Cruz poco dopo la mezz’ora ha permesso a El Jardinero di superare in classifica marcatori Ibrahimovic e lo pone con 10 reti all’inseguimento di Trezeguet, capocannoniere a quota 13. Di buono c’è che quando Zlatan non è in vena come nel derby ci pensano altri a fare la differenza, anche se nel gol di Cruz è proprio Ibra a far sgusciare via il pallone tra tre rossoneri per porgerlo a Cambiasso che poi assiste Cruz per il gol. Oltre a El Jardinero, una spanna sopra tutti Jimenez e proprio Cambiasso che, dopo l’assist a Cruz, è diventato the man of the derby! Un suo tiro normale è stato reso letale da Dida, imperdonabile protagonista, ancora una volta, di una delle papere più clamorose della sua carriera.
intermilandida07Se fate caso al fermo-immagine da dietro qui pubblicato, sul tiro centrale del Cuchu il brasiliano pare trascinato sul suo fianco sinistro da una forza misteriosa, quasi innaturale! Fosse stato fermo avrebbe bloccato il pallone senza problemi. E mai era capitato di sentire 60.000 tifosi nerazzurri omaggiare il portiere avversario: l’incessante coro “Dida uno di noi” da parte del pubblico di fede interista dovrebbe convincere una volta per tutte la dirigenza rossonera sulla definitiva trasformazione del brasiliano da portiere di caratura mondiale a citofono! A fine partita il Milan ha protestato per la direzione di Morganti e qualcosa da dire ce l’ha pure l’Inter, segno che alla fine, l’arbitro non è stato il problema principale dell’incontro. Dopo il vantaggio l’Inter non ha più giocato, e la cosa non mi è piaciuta affatto, perché avrebbe potuto rivelarsi assai più rischiosa. Invece, la partita si è chiusa senza sussulti, con Ambrosini che ha mancato la palla del pareggio e un paio di timide iniziative dei nuovi entrati Pelè e Suazo. Unica nota stonata, l’infortunio di Samuel che ci ha rimesso il crociato anteriore, ma intanto è tornato in piena forma Materazzi, quasi una staffetta imposta dal destino! Che dire? L’Inter vince ininterrottamente dai primi di novembre, e se gioca bene stravince. Buon Natale a tutti e arrivederci al prossimo anno che magari potrebbe essere pure migliore per gli interisti e peggiore per chi si ostina a non accettare la netta supremazia nerazzurra. Tra i rivali ci sarà pure chi nella letterina di Natale ha chiesto in dono l’Inter di qualche anno fa. Allo stato delle cose, forse è più facile credere a Babbo Natale! E a proposito, buon Natale e buone feste a tutti! Ripeto anche ora quel che dicevo quando l’Inter non vinceva mai e combinava una budinata via l’altra: esistono sempre moltissime cose più importanti di una squadra di calcio, di qualunque squadra di calcio…

1 Commento su 17C: Inter-Milan 2-1

  1. Riccardo Neri, Pavia // 23 gennaio 2010 a 02:02 // Rispondi

    Ciao Gian Luca,mi chiamo Riccardo,sono di Pavia, ho 14 anni e sono un tifoso della mitica Inter da quando il fiocco azzurro era appeso sulla porta di casa mia. Hai anche delle cose in comune con me, per esempio il liceo classico. Volevo chiederti se oggi come oggi Julio Ricardo Cruz non sia superiore anche a Trezeguet,attuale capocannoniere del campionato. Ok, il francese ha fatto 13 gol, ma i 10 del nostro sono importantissimi. Guardiamo il peso dei rispettivi gol: tra le grandi, il ‘Cobra’ ha bucato solo la Roma, mentre El Jardinero ha segnato a Roma, Juventus e Milan. Trezeguet farà anche 30 reti alla fine della stagione, ma 6 li ha distribuiti tra Empoli e Livorno. Cruz ci ha fatto vincere un casino di partite: col Napoli,col PSV, con l’Atalanta. In questo momento è perfino più utile di Ibrahimovic, che adoro! Con Juve e Milan Cruz è stato grandissismo, mentre Ibra non ha giocato con la Juve e non ha brillato nel derby. Bada bene, dico utile, non forte! Con le sue doti Ibra può mandare a casa anche Kakà! E e se nel 2008 sarà anche decisivo nelle partite importanti, a cominciare col Liverpool, il Prossimo Pallone d’Oro sarà suo! Anche se sono un po’ piccolo e spero che comunque leggerai la mia e-mail. Buon Natale a te e alla tua famiglia! Riccardo
    Riccardo Neri Pavia

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili