Germania ’06/Italia über Alles!

Che emozione ragazzi, siamo in finale! “L’Italia ce l’ha Grosso!” – è stato il primo commento di un signore di Napoli che ha visto con me la partita in Tunisia! E immagino che titoli come questi siano già finiti sui quotidiani manipolati su Internet! Già, perché è il neo-interista Fabio Grosso ad averci regalato la finale al 118 minuto! E poco dopo, Del Piero ha dato il colpo di grazia alla Germania! Su Grosso avevo già sentito qualche commento negativo, naturalmente dopo il suo passaggio all’Inter, e sono contento che abbia zittito tutti! A lui si deve anche il calcio di rigore negli ottavi con l’Australia trasformato da Totti all’ultimo secondo. Ora Grosso è nella storia, assistito da Pirlo per un gol straordinario, come Del Piero col raddoppio su invenzione di Gilardino! E con loro, sono tutti nella storia, a cominciare da Marcello Lippi, che ha forgiato una grande Nazionale. Chi arriva in finale ai Mondiali ha sempre ragione e vive di gloria eterna, figuratevi poi se dovesse vincerlo. Sacchi a Usa ’94 avrebbe dato qualunque cosa! In finale mi apetto di trovare la Francia, perché il Portogallo la sua impresa l’ha già fatta con gli inglesi! E comunque è grand’Italia! E’ proprio vero che la Germania ai Mondiali non ci batte mai! Lo dice la storia con due pareggi per 0-0 nei gironi eliminatori di Cile ’62 e Argentina ’78 e due vittorie: 4-3 in semifinale a Messico ’70 e 3-1 in finale a Spagna ’82. Ma vincere a casa dei tedeschi, chiudendo il ‘loro’ Mondiale, vale doppio, pure triplo! Mi è un po’ dispiaciuto vedere ‘Klinsi’ impietrito in panchina, ma questo resta uno dei pochissimi casi in cui sono fiero di essere italiano! Un elogio assoluto lo merita Fabio Cannavaro: in passato mi ha deluso come uomo e sapete tutti perché, ma il mio mestiere resta quello di giudicarlo come calciatore e, come tale, oggi credo sia il numero uno al mondo nel ruolo. Insieme a Buffon, ha fatto cose sovrumane e credo che l’Italia abbia meritato di arrivare fin qui: in fondo l’unico gol ce lo ha fatto Zaccardo, che è uno dei nostri!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili