AndFCI: Roma-Inter 1-1

Partita di contenimento, gara di opportunismo, Inter alla Cuper, detto come non fosse un complimento e difatti per come intendo io il calcio non lo è. Questo si è detto ‘a caldo’, subito dopo la finale di andata di Coppa Italia, chiusa all’Olimpico con un pareggio tutt’altro che disprezzabile. Mi ero ‘studiato’ le ultime partite della Roma e sinceramente temevo questa finale-bis assai più di un anno fa. La Roma mi era parsa decisamente più in palla, più vulnerabile in difesa ma più letale davanti, come dimostrato dal 4-4 (!) a Verona domenica scorsa. E invece la squadra di Spalletti ha fatto meno del previsto, anche contro la travagliata Inter di questo finale di stagione. Adriano, malgrado la cortina fumogena di Mancini alla vigilia, ha giocato da subito e subito ha fatto una bella cosa, dopo tanto tempo: quel ‘colpo sotto’ che ha liberato Cruz per un gol che vale oro. Peccato che Adriano sia anche finito lì, ma per questa stagione non mi aspetto più nulla da lui. Vedremo ai Mondiali, sempre ammesso che giochi titolare. Per il resto la squadra ha tenuto botta, pur con Figo in riserva e Pizarro anonimo: di buono resta l’incapacità della Roma di approfittare dei difetti dell’Inter dell’ultimo periodo. Ora a San Siro tra otto giorni l’Inter avrà il vantaggio di poter gestire al meglio la partita, tenendo però ben presente che la squadra di Mancini nelle occasioni importanti difficilmente ha saputo ‘maneggiare con cura’ i vantaggi. Meglio quindi giocarsela fino in fondo, come si riusciva a fare prima dell’ecatombe di Villarreal, per tenersi sul petto la coccarda tricolore: sempre meglio che levarsela! Tra niente e piuttosto, meglio piuttosto.

1 Commento su AndFCI: Roma-Inter 1-1

  1. Fabio Valerio, Milano // 22 gennaio 2010 a 01:58 // Rispondi

    orrei portare a conoscenza della brutta scena vista ieri durante Roma-Inter: quando Adri è uscito, non solo non ha degnato di uno sguardo il Mancio, ma è stato salutato e coccolato dalla panchina. Il segnale mi sembra chiaro: la squadra è con Adri e non con Mancini, non illudiamoci che i 2 possano stare insieme l’anno prossimo, quindi per l’ennesima volta sacrifichiamo una vittima innocente che paga per colpe non sue, non a caso ieri sera mi sembrava di rivedere le partite di Cuper. Sono proprio stanco di verdere che in questa squadra i responsabili dei fallimenti sono sempre gli stessi: allenatori, stampa, palazzo, tifosi eccetera.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili