6C: Inter-Catania 2-1

Oddio, con quello che sento e leggo in queste ore, sprizzo ironia da tutti i pori! Appena tornato dagli States dopo la sosta di campionato, fatico a raccapezzarmi! L’Inter è sola al comando con due punti di vantaggio su Roma e Palermo: non accadeva dal febbraio 2003, 20.a giornata, allenatore Cuper. Ma com’è possibile? Eppure Mancini non ha mai saputo dare un gioco alla squadra, è incapace in panchina e fuori, i due portieri starebbero meglio nella reception di un hotel, Cruz sbaglia pure i rigori, Adriano è un ex-giocatore, Ibrahimovic è un folle spargisaliva e la difesa balla il twist. Uno scandalo, insomma: altro che scudetto di cartone, l’Inter merita la serie B, anzi la C, perché se chiedete l’allacciamento di una linea telefonica mica escono i tecnici Telecom, ma direttamente i magazzinieri di Appiano! Come può essere in vetta alla serie A una società così scorretta, rappresentata da una squadra così brutta, con un tale incapace in panchina? Misteri del calcio! Se poi l’Inter dovesse pure vincere lo scudetto, sai che sforzo! Senza la Juve e con il Milan penalizzato, son buoni tutti! La verità vera è che per alcuni l’Inter è un’autentica ossessione: guai a parlarne bene! E passi per i tifosi avversari che, come gli interisti qualche anno fa, rosicano senza riuscire a nasconderlo, ma fa specie che tra i franchi tiratori ci sia pure qualche interista, particolarmente incontentabile e criticone. Eppure se giudico questa squadra dalla brutta, a tratti orrenda, partita con il Catania, non sono certo contento, ma se la confronto con le migliori rivali visto che il campionato è una competizione a più squadre, scopro che l’Inter ha fatto meglio di tutti: del Milan che pareggia sempre e che sarebbe dietro di due punti anche senza penalizzazione e della Roma, giustamente celebrata, ma comunque sconfitta in casa dai nerazzurri e caduta anche in Calabria. Tutti a discutere l’Inter perché l’Inter fa sempre discutere, a volte per colpe sue, a volte per invidia, a volte per puro esercizio dialettico. Ma l’Inter, che secondo alcuni fa schifo, resta prima in classifica con almeno due punti di vantaggio sul resto ed è felicissima di non piacere ai rosiconi avversari, magari un po’ meno ai propri tifosi: ma non si può avere tutto! Se verrà lo spettacolo bene, altrimenti amen, accontentiamoci dei risultati! In ogni caso non credo proprio che il bel giuoco possano insegnarlo le rivali, almeno di questi tempi.

1 Commento su 6C: Inter-Catania 2-1

  1. Enzo Madonini, Milano // 22 gennaio 2010 a 02:36 // Rispondi

    Caro Gian Luca, in America esiste un premio, con tanto di sito Web, denominato “Foot in Mouth”, che va a chi ha pronunciato la frase più assurda e imbarazzante dell’anno. Secondo me quest’anno ha stravinto Cordoba, se ha realmente detto, come riporta oggi la Gazzetta: “E’ vero che Adriano non segna da 200 giorni, ma ci sono di mezzo le vacanze!” Non ho parole, ma forse ho capito perchè prendiamo tanti gol! Ciao Enzo

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili