28C: Roma-Inter 1-1

Ha sbagliato Roberto Mancini a credere di poter fare a meno dell’acciaccato Figo a Roma contro la squadra più in forma del campionato. A destra Stankovic è andato subito in sofferenza e a sinistra il binario Wome-Kily Gonzalez pareva morto. Meno di dieci minuti e la Roma era già in vantaggio, ma l’allenatore sveglio è anche quello capace di togliere un giocatore dopo una manciata di minuti infliggendogli magari un’umiliazione pur di salvare il culo alla squadra. ‘Ho tolto Kily, ma se avessi potuto fare quattro o cinque cambi nel primo tempo li avrei fatti’ – ha poi confessato Mancini. E mi è parso che Kily avesse pure da ridire, al momento della sostituzione. Stia zitto, Kily, ch’è meglio! E ringrazi Mancini per le opportunità che continua a dargli. Sta di fatto che con l’ingresso di un Figo certamente non in grande forma e soprattutto con la fine del primo tempo, la serata è cambiata. Nella ripresa tutti sono sembrati più reattivi ed è stato meritato il pareggio ottenuto nel finale da Materazzi, che lo ha riscattato dall’errore in occasione del gol romanista. L’Inter non meritava di perdere ed in cuor mio ho avuto fiducia fino all’ultimo di non perdere a Roma! Purtroppo, com’era nelle previsioni, il Milan ora è a +4, ma si è interrotta la serie record della Roma e, in attesa che l’attacco si risvegli, si resta più che mai in corsa per il secondo posto. Ora il calendario si fa più difficile per il Milan e tocca all’Inter approfittarne. Resto ottimista al punto che, visto che la Champions League questa settimana riguarda solo le rivali, me ne vado pure un paio di giorni a Londra. A presto!

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili