Rit8iCI: Inter-Atalanta 3-0

Dedico poche righe all’ottima vittoria in Coppa Italia nel retour-match con l’Atalanta a San Siro perché sto già pensando ad altro, ma sono lieto che le seconde linee dell’Inter mi abbiano smentito. Spiego. In altri tempi, recentissimi per la verità, l’Inter in queste partite senza troppi stimoli si esponeva a figuracce vergognose, con la scusa della testa a gare più importanti, fosse campionato o Champions. Memorabile al proposito, nel dicembre 2001, l’eliminazione al primo turno dell’Inter di Cuper con il Bari che annaspava sul fondo-classifica di serie B. Che pensi al campionato o alla Champions, l’Inter ha il dovere di vincere tutte le partite, anche le meno stimolanti, e stavolta lo ha fatto in modo egregio in una svalutatissima Coppa Italia che i nostri dirigenti si ostinano a non impreziosire almeno con l’accesso diretto alla Champions League per il vincitore. Il 3-0 all’Atalanta è stato il risultato di un’ottima partita, che ha esaltato le cosiddette seconde linee Recoba e Cruz, ma sopratutto Emre che, più degli altri due, potrebbe ambire ad un posto in squadra più spesso. Il piccolo Belozoglu ha segnato un gol straordinario, il suo quinto da quando è all’Inter su 109 presenze in 4 stagioni, segno che segna pochino, scusate il gioco di parole. Vorrei vedere più spesso un Emre così! Ora raggiunta la semifinale di Coppa Italia, aspettando la vincente tra Sampdoria e Cagliari, tornano le gare in cui è vietato sbagliare Udine, Oporto e il derby.

Lascia una risposta

Le 4 regole del commentario:
1. Siate educati: i commenti ad personam saranno ignorati
2. Scrivete in italiano, il congiuntivo non è una malattia degli occhi!
3. Non è una chat: se volete conversare tra voi, io che ci sto a fare?
4. La lunghezza del commento non può superare i 500 caratteri (spazi compresi)
Viva l’Inter!


*

 caratteri disponibili